Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

as1976

Utenti
  • Content count

    1,437
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by as1976

  1. Cambia molto invece. visto che citi una sconfitta al posto di una vittoria che ci mise in condizione di arrivare in finale. Tralasciando la “storia” comportamentale di Tevez che parla per se.
  2. Adesso scopriamo che Tevez ha giocato la partita di Monaco di Baviera . complimentissimi. non sai leggere manco i tabellini e i roaster stagionali, ma sai leggere nel pensiero dei giocatori. fenomeno
  3. as1976

    Il manuale dell'allenatore

    Anche quando sul pareggio in casa del malmoe veniva messo de Ceglie C era un idea dietro anche quando non riuscivamo a fare un tiro in porta al Benfica c erano schemi e schemi riprovati (forse troppo) provati talmente tanto che piuttosto che ripetere da capo si e’ Deciso di abbandonare al secondo giorno di ritiro la Squadra che si diceva di amare per firmare un contratto con la federazione dalla quale la stessa Societa’ Abbandonata ti aveva difeso. Mai più sulla nostra panchina
  4. Sondaggio al limite dell’assurdo, che dice molto sul livello del forum
  5. La cosa emblematica e’ che la maggior parte dei forumisti sta uscendo pazza con la storia del DNA, e ancora una volta dimostra di soffrire della sindrome del pisello piccolo in Europa e di terribili complessi di inferiorità . tanto per chiarire, credendo di interpretare correttamente il pensiero di allegri : dire che la Juve ha un DNA diverso da Barca e Milan NON VUOL DIRE che la Juve ha DNA da vincente in patria e da perdente fuori. E’il VOSTRO MALEDETTO COMPLESSO d’inferiorita’ che vi Offusca il cervello. La Juventus ha scritto pagine indelebili in Europa: e’ la prima squadra ad avere vinto tutti i trofei, ha fatto 9 finali di Coppa Campioni...risultando praticamente sempre al vertice di questa competizione in tutti i periodi storici, esclusi gli albori del torneo. MA, i risultati straordinari che ha ottenuto, la Juve li ha ottenuto sempre con un marchio di fabbrica ben preciso: ovvero un nucleo forte di italiani, grande spirito di squadra e disciplina tattica e non solo, difesa forte e giocatori tecnici ed estrosi davanti. Simbolo del calcio italiano, fatto di grande tattica individuale e fantasia dei singoli. Trap, Zoff, Lippi, Allegri. Un filo rosso unisce questi allenatori. Ed’ un filo rosso ben riconoscibile. Non saremo mai quelli del calcio totale orange, o del palleggio barcellonista. Non saremo mai e non dobbiamo essere quelli del luna park di stelle madridista, ne’ della solidità e della fisicità esasperata del Bayern Monaco, o del ritmo indiavolato dei britannici. noi dobbiamo essere noi stessi: e se non vi piace ciò che siamo, e’ un problema vostro non del nostro allenatore. Io amo la Juve, per ciò che e’ Stata, e ciò che e’. E non cambierei la nostra Storia ed il nostro modo di interpretare il gioco più bello del mondo con quella di nessun altro Club d’Europa.
  6. Ma figurati se sto insinuando !!! sto ripetendo esattamente la stessa cosa da 5 messaggi. ovvero che all’estero c’è un uso diverso e più disinvolto quantanche legittimo di determinati prodotti. Dov’e L’insinuazione ?
  7. E’ vero, ma riguarda solo quelli con potenziale riconosciuta capacità di alterazione delle prestazioni sportive. il che esclude tutta una serie di prodotti di penultima o ultima generazione che non sono ancora o magari non saranno mai inclusi in lista, per non parlare di fitoterapici e integratori. ti posso garantire che in via cautelativa in Italia, nel calcio, e’ molto difficile che qualcuno li utililizzi. Se non in casi molto molto particolari e cum grano salis. Cosa che non credo LEGITTIMAMENTE succeda all’estero.
  8. Ma proprio per niente. quella che tu citi e’ la normativa antidoping, regolamentata e codificata dagli organismi internazionali. E ci mancherebbe ancora che non fosse così .
  9. Insinuo e accuso? chi e per che cosa, di grazia ? la gestione atletica degli atleti professionisti, in particolar modo per quel che riguarda gli sport di contatto, per loro natura traumatici, non può prescindere da uno specifico ricorso a terapie farmacologiche ad hoc, oltre che a fitoterapie e ad integratori alimentari in forme e dosaggi diversi dalla gente comune. cosa che in Italia ( e solo in Italia) nel calcio (e solo nel calcio) non si fa dalla famosa inchiesta. dov’e’ che avrei accusato o insinuato ?
  10. Non sono d’accordo. Se rivedi il secondo tempo abbiamo consegnato 4 volte la palla a loro senza particolari pressioni. 2 volte pjanic, 1 de sciglio e 1 (mi sembra) Can. E parlo solo del periodo tra il 50” e il gol dell’ 1-2 (frutto ancora di due errori individuali). Per come la vedo io, abbiamo pagato in maniera eccessiva il pareggio loro (immeritato a quel punto della partita). Da lì frenesia e paura hanno avuto la meglio e hanno causato il patatrac
  11. Ma e’ vero. E’ esattamente così . in 180 minuti una Juve al minimo, peraltro falcidiata da infortuni negli uomini chiave, ha corso pericoli sono in seguito ad “unforced errors” per dirla in gergo tennistico. Abbiamo giocato molto male 40 minuti all’andata e 40 al ritorno ma TECNICAMENTE. Basta riguardare la partita per accorgersene. Il palleggio dell’Ajax ruba l’occhio, ma, semplificando con un iperbole, se non te lo fai da solo questi non segnano mai. E dietro concedono. abbiamo fatto tutto noi: nel bene e nel male. il male e’ stato più del bene e (giustamente) siamo usciti.
  12. No beh...si può dire tutto ed il contrario di tutto ma che quella di Adani fosse una domanda seria no dai... e’ stato volutamente barocco, insolente e provocatorio. fossi stato io in allegri gli avrei risposto in maniera sarcastica...ma capisco anche che uno possa perdere la pazienza.
  13. L’inizio del problema che tu descrivi ha una data precisa, ovvero quella dell’inchiesta condotta da guariniello sull’abuso di farmaci leciti nel calcio italiano in generale e alla Juventus in particolare. Da allora, i nostri hanno tagliato all’osso il ricorso alla farmacologia, mentre all’estero continuano ad attingervi a piene mani. Attenzione: non sto parlando di doping. Ma solo dell’uso di farmaci ed integratori che aiutano e facilitano il lavoro atletico e muscolare e che da noi nessuno si azzarda più ad utilizzare. Benché assolutamente non proibiti.
  14. Traguardo pazzesco. grazie ragazzi e festa sia senza se e senza ma. fino alla fine !
  15. Facciamocela sotto? Proprio il contrario. me lo ricordo bene il facciamocela sotto ...contro nordjselland, malmoe, galatasaray, Benfica... quello era il facciamocela sotto. una squadra a cui tremavano letteralmente le gambe ad entrare in campo contro avversari semi professionisti.
  16. Checche’ se ne dica, e’ l’allenatore perfetto per questo gruppo. poi si può dire tutto e il contrario di tutto dal punto di vista tecnico tattico...ma dal punto di vista mentale e psicologico ha fatto un lavoro straordinario in questi anni.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.