Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Vladimiro

Utenti
  • Content count

    1,575
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Vladimiro last won the day on January 29 2011

Vladimiro had the most liked content!

Community Reputation

1,392 Eccellente

7 Followers

About Vladimiro

  • Rank
    Titolare
  • Birthday 03/05/1977

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Berlino/Roma

Recent Profile Visitors

7,873 profile views
  1. Pessimismo cosmico vedo...chiaro che il virus non sparirà, ma dovremo imparare a conviverci almeno fino al vaccino. A settembre si ripartirà per forza, non solo col calcio, ma anche con le scuole, con le attività etc. perché l'alternativa è la fine di tutto per sempre. Infatti ci sono solo 2 scenari possibili: può darsi che si riesca a contenere l'epidemia con un conseguente calo dei contagiati e si andrà avanti con misure di contenimento e distanza sociale meno drastiche ( tipo Corea), e il calcio a porte chiuse ripartirà come altri settori. Oppure se sono vere le ipotesi dell'Imperial College di Londra confermate da un recente studio della Statale di Milano, secondo cui il vero numero di persone che si sono contagiate in Italia è almeno 10 volte superiore ai dati ufficiali, se non anche molto di più ( lo studio stima che 5,6 mln in Italia abbiano già superato il virus), allora nel giro di qualche mese il virus sparirà e la maggior parte della popolazione sarà immune. Insomma dovunque sia la verità, si ripartirà per forza perché non c'è un' alternativa auspicabile.
  2. Fu un errore offrirgli un contratto di 5 anni, ma forse non avrebbe accettato all'epoca un triennale, quindi col senno di poi è troppo facile. È un bel problema perché ormai è in fase nettamente calante e non si puo' puntare su di lui.
  3. Il taglio degli stipendi è la prima misura presa da aziende in crisi, l'alternativa è il fallimento. I giocatori del Bayern si sono tagliati unilateralmente di loro iniziativa lo stipendio del 20% per aiutare la società, vergognoso il comportamento di Tommasi e di questi miliardari viziati che neanche in questa circostanza riescono a dare un buon esempio.
  4. Il calcio, come qualsiasi altro settore economico, deve ripartire. Fermare tutto per mesi provoca danni immensi ed irreversibili a tutto. Ormai in tutti i Paesi principali, dagli USA alla Germania, si discute come e quando ripartire, e l'idea è isolare solo le categorie a rischio ma non l'intera popolazione perché non ha senso ed è impensabile chiudere per mesi e mesi tutti in casa. I calciatori positivi stanno tutti benissimo, non corrono nessun rischio, molti di loro senza test non si sarebbero neanche accorti di essere positivi. Si giocherà a porte chiuse ovviamente ma si giocherà. E il mondo, piano piano, andrà avanti.
  5. Nessuno sostiene che si tratti si un raffreddore. È un virus aggressivo che uccide circa lo 0,5% delle persone che infetta, 1 su 200. In Italia il numero di test fatti è basso rispetto alla Germania, dove si testano 100000 persone a settimana- dato in ulteriore aumento- in Italia ne sono stati fatti neanche 150000 in 2 mesi, dall'inizio dell'epidemia- per questo in Italia hai 50000 positivi ufficiali e 5000 morti mentre in Germania hai 23000 positivi ufficiali e solo 90 morti. In realtà in Italia hai 500000 veri positivi, per lo più asintomatici o già guariti. Stai comunque andando verso l'immunità di gregge volente o nolente perché le misure prese hanno avuto una scarsa efficacia, hanno solo finito di mettere in ginocchio il Paese.
  6. Ti sbagli. Il virus che circola in Germania è identico a quello italiano. In Germania sono stati fatti 100000 test in una sola settimana. I 50000 positivi ufficiali italiani sono quindi 500000 in realtà. Per questo la letalita' sembra così alta. In Germania è di 90 vittime ad oggi su 23000 positivi. 0,4%. Sono numeri che, tradotti per l'Italua, significano 200000 morti in un anno. Con le attuali misure restrittive abbiamo finora 800 morti al giorno, in un anno lo sai quanto fa? 250000...se continua così. Le misure si sono quindi rivelate inutili. Allora o chiudiamo tutti in casa col fucile per un mese, ma nel frattempo chiudiamo davvero qualsiasi cosa, e dico QUALSIASI cosa, il che è impossibile, oppure non serve a nulla, anzi serve solo a distruggere il Paese.
  7. Ma non funziona, se hai comunque 1000 vittime o quasi al giorno. In pratica è come l'immunità di gregge dove avresti 200000 morti all'anno, solo che in più distruggi l'economia per anni causando miseria, disoccupazione e problemi drammatici. Un suicidio inutile, fatto perché ormai l'Europa è governata dai virologi ( vale pure in Germania dove in pratica ormai fanno tutto quello che dice il capo del RKI).
  8. Immunita' di gregge- scenario che richiedeva un coraggio che alla fine nessun governo ha avuto in Europa. Considerato un 70% della popolazione alla fine contagiata, e una mortalità dello 0,5% ( che è gia' una sovrastima di quella vera calcolando non i positivi ufficiali italiani ma anche tutti gli asintomatici, basta vedere i dati tedeschi dove il numero dei positivi è 22000 e solo 80 i morti, perché hanno fatto 100000 test a settimana e preso molti più asintomatici) avresti avuto una tantum un prezzo di ca. 200000 morti. Sembra tanto ma in realtà ogni anno 650000 persone muoino in Italia e una buona parte di quei 200k sarebbe stata nei 650k già inclusa ( persone già con gravi patologie). Le vittime hanno comunque un'età media di 80 anni, hanno quindi una ridotta aspettativa di vita virus o non virus salvo casi molto rari. La scelta dell'isolamento non serve, perché non può fermare il virus, a meno di misure draconiane antidemocratiche estreme come in Cina impossibili da noi (praticamente carcere per chiunque esca di casa, non come da noi dove il 40% sta in giro per fare jogging, portare a spasso il cane o anche andare semplicemente al lavoro). Quindi alla fine il virus resta in giro ma l'economia è distrutta totalmente, il che causa disoccupazione, miseria e vittime ugualmente e soprattutto non ne usciremo per anni ( finché non avremo un vaccino, poi ci vorrà tempo per far ripartire tutto) e quindi avremo comunque vittime ed avremo anche cancellato i diritti demicratici fondamentali imponendo una reclusione forzata della popolazione per anni. Insomma ci siamo suicidati e causato danni ancora superiori a quelli del virus.
  9. Vero, per questo non ne usciremo presto ne noi ne gli altri paesi europei. In Cina le misure sono state imposte in maniera draconiana e comunque hanno dopo mesi di isolamento ancora 7000 positivi ( e parliamo di dati ufficiali, ai quali bisogna credere con le molle).
  10. In base a tutti i modelli epidemiologici la durata di una pandemia, cioè il momento in cui non ci sono più nuovi contagi, richiede molti mesi nel caso migliore e oltre un anno in quello più realistico, a seconda dell'efficacia delle misure di contenimento, per ora limitata. Anche se i contagi grazie a misure restrittive draconiane dovessero scendere, sarebbe comunque necessario mantenerle per evitare una nuova esplosione fino all'arrivo di un vaccino, cioè al 2021. Non c'è nessuna possibilità realistica di uscirne completamente prima di fine anno ad essere ottimisti. Ci saranno sempre calciatori positivi, squadre da mettere in quarantena etc. Gli interessi economici ci sono nel calcio come per tante altre aziende, ma purtroppo non sono sufficienti a sconfiggere un virus.
  11. Ovviamente stai parlando di giugno 2021, quando scrivi "a campionato e coppe in corso"...
  12. Tutte le aziende in difficoltà, dai colossi come la Luftbansa con 140000 dipendenti fino alle piccole aziende, stanno introducendo tagli salariali, cassa integrazione etc. L'alternativa è il fallimento. Stia zitto Tommasi e si vergogni. I calciatori possono sopravvivere alla grande anche con metà stipendio, e se non vogliono farlo faranno fallire il giocattolo e rimarranno tutti per strada. Ma probabilmente è un concetto troppo difficile da comprendere per questa gente.
  13. È bello parlare di mercato, come se ci potesse essere un mercato. Il calcio, per come lo conoscevamo noi, è finito per un po'. I club rischiano la bancarotta, altro che centinaia di mln per il mercato. Piuttosto sarà giocoforza tagliare gli stipendi dei calciatori, come farebbe qualsiasi azienda in difficoltà.
  14. D'accordo ma non ha senso parlare di fuggiaschi. Il campionato come giustamente dici tu è finito, vadano pure tutti a casa- ovvio che gli stipendi vadano tagliati pesantemente, ma qui non hanno nulla da fare.
  15. A me stupisce come ci sia ancora qualcuno che si illude che il campionato ripartirà. Quest'anno non ci sarà nessun campionato in tutta Europa, idem la Champions. Solo un illuso può pensare che il virus sparisca in pochi giorni. Qualunque modello epidemiologico richiede mesi e mesi e forse anche più di un anno. Lo sport è finito per il 2020, se ne riparla l'anno prossimo se va bene. Piuttosto ci vorranno interventi sugli stipendi dei calciatori oppure falliranno molti club.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.