Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Dario il grande

Utenti
  • Content count

    9,501
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

2,876 Guru

5 Followers

About Dario il grande

  • Rank
    Capitano

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    trieste

Recent Profile Visitors

7,068 profile views
  1. Con i giovani è necessario pazientare, il sbagliando si impara vale pure per il calcio; tuttavia diventa logico farli giocare almeno nei momenti in cui ci siano le condizioni per farlo. La cronicità di panchina o tribuna, non aiuta a togliere i difetti, ne a far capire loro le ingenuità commesse, di certo non li fa crescere, ne tecnicamente, ne tatticamente, ne mentalmente; tutt'altro: la mancanza di fiducia e di considerazione è deleteria. Non ci si chiede di schierarne molti tutti assieme, ma di avere il coraggio di metterne in campo almeno uno ogni tanto, quando la situazione lo permette e che non sia collegata esclusivamente a motivi emergenziali.
  2. D'accordo, Rabiot non è un granchè, i suoi compagni di reparto poco via; tuttavia pochi si chiedono quali siano i motivi per cui questi giocatori non rendono almeno con sufficiente continuità e come mai la squadra stenti ad esprimersi attraverso un meccanismo di gioco almeno decente dopo metà stagione. Svarioni difensivi, evidente difficoltà di dialogo tra i reparti, specie a centrocampo ove è quasi impossibile notare una manovra fluida basata sulle semplici triangolazioni (A-B-C del calcio) e un attacco ove gli errori nelle conclusioni a rete, oramai sono da Guiness dei primati.
  3. Renato Sanches per qualità tecnica e tattica, visione di gioco e dinamismo, è l'insegnante non solo di Mc Keenie; ma di tutti i restanti attuali nostri centrocampisti.
  4. Bravo Galeone. Dybala e Chiesa possono partire e poi sentiamo un po' con chi giochiamo privi sia di un minimo di qualità tecnica, sia della necessaria carica agonistica specie in attacco.
  5. I giovani della rosa di prima squadra, di tanto in tanto bisogna farli giocare, altrimenti si corre il rischio di demotivarli totalmente; il famoso minutaggio fatto di uno, due, cinque minuti, non serve a nulla ad un giocatore specie se molto giovane; in quei pochi minuti è praticamente impossibile capire come si muove la squadra e come deve muoversi l'interessato, certo in teoria lo avrà pure compreso, ma poi la pratica concreta è tutt'altra cosa. Ad esempio come si può valutare un Kaio Jorge, il quale non ha neppure vent'anni, se in pratica non gioca mai e così non trova manco il tempo di rimediare a certe ingenuità giovanili e di conseguenza trovare il necessario amalgama.
  6. Dario il grande

    La VoStra formazione per Juventus-Sampdoria

    3-5-2 Perin Rugani. Chiellini, Danilo Ake, Bentancur, Arthur, Rabiot, Soule Dibala, Morata.
  7. Chiesa per Agosto sarà bello e pronto per la nuova stagione agonistica. Leggere la gazza rosa procura danni agli occhi causa il colore e procura stanchezza mentale; evitatela.
  8. Arthur è Brasiliano, pertanto naturalmente portato a trattare il pallone, per farlo rendere al meglio è necessario farlo giocare con accanto dei giocatori in grado di parlare lo stesso linguaggio tecnico. Da noi si prediligono i muscolari, fisicamente solidi ma nel contempo meno agili, pure di cervello; la grande differenza di scelta sta tutta quì: al tecnico l'ardua sentenza.
  9. A questo punto non butterei via un Euro per un attaccante di ripiego, meglio risparmiare il denaro per Giugno e poi prendere una punta di garantito valore. Piuttosto farei il possibile per portare subito a Torino un centrocampista di classe superiore rispetto ai nostri attuali gregari, il quale potrebbe rispondere al nome di Renato Sanches; sempre che le Milanesi non ci abbiano già anticipati.
  10. Questa dei contratti ad ampia portata sia di quantità che di tempo, evidenzia un madornale errore di valutazione economica da parte della società. Dybala negli anni qualcosa di positivo lo ha dato alla Juve in termini di reti e valide prestazioni, poi si è ritrovato a percepire meno stipendio di altri o perlomeno lo stesso stipendio di giocatori poco o per nulla impiegati, o ancora altri molto poco efficienti; gli sono state fatte delle promesse, le quali ora pare non intendono mantenere, ovvio che il procuratore del giocatore minacci di farlo andare via a parametro zero. Se poi la società e l'allenatore (che di stipendio prende più di Dybala), hanno deciso di prendere una strada diversa e di rinunciare al giocatore, significa che ne hanno già individuato il sostituto, in questo caso prepariamoci a salutare Paulo Dybala.
  11. Se non erro la stagione scorsa a Dybala erano stati promessi 8+ bonus (lui inizialmente ne voleva 10+ bonus, per arrivare a pari livello con De Ligt). Ora non è chiaro se gli accordi prevedevano una via di mezzo in base alle prestazioni del giocatore, oppure se con l'arrivo dei nuovi amministratori la situazione sia drasticamente cambiata e di conseguenza il procuratore di Dybala si sia puntato. Certo che perderlo a 0 senza poi disporre di valide alternative, non sarebbe cosa ne buona, ne bella.
  12. Dario il grande

    Dybala e la Juventus: rinnovo sospeso. Cosa ne pensate?

    Paulo Dybala è il tipo di giocatore che può fare spesso la differenza in un meccanismo basato sulla manovra molto tecnica e rapida, palla rigorosamente a terra, cosa la quale nella Juve attuale non avviene, sia per disposizione tattica che mentale, sia per caratteristiche tecniche e fisiche dei giocatori, più muscolari che agili e poco portati al dialogo a tutto campo. Del resto questa è la filosofia di Allegri, sicuramente positiva e vincente nei bei tempi oramai passati, ma poco efficace al tempo attuale; anche per le caratteristiche dei singoli, ove forse il solo Arthur parla quel linguaggio tecnico comprensibile ad un giocatore come Dybala.
  13. Szczesny 6 Cuadrado 6 (ordinaria amministrazione, deve giocare più avanzato da ala, ove rende al meglio) Rugani 6 (discreta prestazione) De Ligt 6,5 (il perno attuale e futuro della nostra difesa) Pellegrini 5 (serata negativa) Mc Keenie 6,5 (corre tanto, si impegna, segna il gol della tranquillità; poi qualche solita amnesia tattica in fase di copertura) Arthur 6,5 (sa nascondere la palla come pochi, abile nel palleggio, meno quale incontrista; comunque l'unico in grado di provare a verticalizzare) Bentancur 6 (inizio titubante, poi più attento del solito, potrebbe fare meglio) Kulusevski 5,5 (deve capire di giocare con maggiore convinzione ed intensità, possiede un gran fisico e un piede discreto, sia più determinato) Dybala 7 (l'unico giocatore di classe superiore di cui disponiamo, segna e prova a far giocare. Il gesto polemico? Forse non ha tutti i torti) Kean 5 (non incide, prestanza fisica e poco altro. I fatti sono due: 1) si allena poco e male specie sulla tecnica. 2) non è un attaccante da grande squadra) De Sciglio 7 (Buona prestazione, continui cosi è a destra o a sinistra, diventa titolare fisso) Locatelli 6 (fa il suo, ma da lui ci si aspetta parecchio di più) Bernardeschi 5,5 (purtroppo il suo limite sono le scelte da farsi, pure quelle più semplici e dubito possa migliorare) Morata 6 (forse un poco affaticato, l'impegno almeno non gli manca) Rabiot s.v. all. Allegri 6 (il suo ipotetico 4-2-3-1, alla fine è il solito più coperto 4-4-1-1; quando si vince senza subire va bene)
  14. Arthur è un palleggiatore, bravo pure a tenere la palla, ma non è assolutamente un incontrista; pertanto dubito che rientri nelle idee dell'attuale tecnico, il quale predilige centrocampisti fisici piuttosto che tecnici ed agili. Lo devono tenere per porlo in vetrina nella speranza che interessi a qualcuno un giocatore con quelle caratteristiche. Ramsey è una truffa vagante, auspico che qualche suo conterraneo se lo pigli, per poi non sentirlo più nominare da queste parti.
  15. Kulusevski non ha ancora compiuto 22 anni, concediamogli il tempo necessario (almeno un altra stagione) per farlo crescere, la stoffa c'è, deve assimilare più convinzione e determinazione; sono altri quelli da mandare via, su quelli più giovani è necessario lavorare, di campioni belli e finiti a vent'anni ce ne sono di rari; bisogna costruire con pazienza.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.