Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

SenzaDiTe

Utenti
  • Content count

    3,102
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1,203 Eccellente

3 Followers

About SenzaDiTe

  • Rank
    Titolare

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo

Recent Profile Visitors

11,116 profile views
  1. Ho letto l'editoriale del foglio sulla vicenda Santoriello Abbastanza onesto L'incipit però lo capisco poco: "Non abbiamo nessuna intenzione di sottrarre agli amici di Repubblica lo scettro del garantismo sul caso Juventus e non saremo mai all'altezza della loro eroica battaglia in difesa della vecchia e nuova dirigenza juventina, battaglia combattuta in modo così profondo da avere fatto dimenticare alla corazzata di Rep. le vecchie e romantiche battaglie giustizialiste... Non saremo mai all'altezza di Repubblica, ma nonostante questo non si può non condividere la profonda indignazione mostrata ieri dal giornale edito dalla famiglia Agnelli, quando ha appreso ..." le parole di Santoriello Tutto bene, se non che ieri su Repubblica non c'era una sola riga a nostra difesa- Che vuol dire Cerasa ?
  2. A me è arrivato un messaggio di posta direttamente sul decoder, ma un po' più vago, tipo se ci ripensi, una soluzione la troviamo Ho cancellato il messaggio senza ripensarci un solo secondo
  3. Ne parla anche il dubbio (quotidiano del consiglio nazionale forense) Bufera sul pm che indaga sulla Juve, Santoriello in un video del 2019: «Tifo Napoli, odio i bianconeri» Il pm Ciro Santoriello Il magistrato è tra i titolari dell’inchiesta Prisma coordinata dalla procura di Torino. Il ministro Andrea Abodi: «Ho visto, ascoltato e segnalato, nel rispetto dei ruoli, per le opportune verifiche e valutazioni» 7 febbraio, 2023 • 02:16 «Io, lo ammetto, seguo e sono tifosissimo del Napoli e odio la Juventus. Come tifoso, è importante il Napoli. Come pubblico ministero sono anti-juventino, contro i ladrocini in campo». Sono queste alcune delle frasi del pm Ciro Santoriello, oggi alle prese con l'indagine Prisma sui conti della Juventus a Torino. Le parole sono state pronunciate quasi 4 anni fa ad un convegno e immortalate in un video girato allo Spazio Chiossetto di Milano il 14 giugno 2019, durante un incontro su bilanci e plusvalenze tra avvocati e giuristi specializzati. In un altro video il relatore, un avvocato, dice a Santoriello «rimaniamo distanti sul fatto che lei sia pm e io avvocato, lei tifa Napoli e io tifo Inter», che innesca la replica dal tono scherzoso: «Vabbé, dai: basta no Juventus». Dopo le frasi, ampiamente riportate dai quotidiani, il ministro dello Sport, Andrea Abodi, ha provato a spegnere la polemica su Twitter, senza successo. L'hastag #Santoriello è in cima ai trend topic del social con migliaia di tweet che rinfocolano la vicenda. Abodi, ieri sera, aveva comunque twittato: «Ho visto, ascoltato e segnalato, nel rispetto dei ruoli, per le opportune verifiche e valutazioni. Per ora penso sia corretto che mi fermi qui». Nell'evento in questione, nel 2019, Santoriello si soffermava anche sulle plusvalenze, elemento al centro delle vicende che coinvolgono ora la Juventus. L'iscrizione di una plusvalenza «non rende il bilancio falso, penalmente rilevante. La portata ingannatoria di queste circostanze è pari a zero. E' un bilancio di una società su cui non conviene investire o da cui bisogna uscire, ma non è un bilancio falso».
  4. Probabilmente si, ma appunto parliamo di sospetti, non di sentenze Io sto solo dicendo di non aspettarci granchè sul piano processuale da questo video (anzi di non aspettarci proprio nulla) Mentre potrebbe avere un impatto dirompente a livello mediatico
  5. Un'opinione data durante un convegno non vuol dire niente nel processo Avesse ammesso un determinato fatto, allora sì, ma qui si tratta di una qualificazione giuridica, che non vincola nessuno
  6. Hai perfettamente ragione. Questo video ha scarso rilievo processuale, ma enorme rilievo mediatico Può modificare a nostro vantaggio il "clima esterno" Ed abbiamo visto quanto questo clima influisca sulla giustizia sportiva Per cui, sì, bisogna cavalcare l'onda
  7. Parliamoci chiaro. Giuridicamente quella sentenza è un abominio, perchè caplesta i più elementari principi alla base del giusto processo Quindi se il collegio coni applicasse il diritto, avrebbe solo l'imbarazzo della scelta dei motivi per annullarla. La mia preoccupazione però è che il diritto non verrà applicato e si troverà comunque un modo per sanzionarci. Ma in questo caso, resterebbe mostruosa la mancanza di motivazione sul -15, quindi presumo che ci verrà dato il contentino della cassazione con rinvio
  8. La mancata motivazione sui 15 punti è una delle patologie più evidenti. Voglio proprio vedere come verrà superata dal Collegio CONI. Per me, anche nella peggiore ipotesi per noi, dovrebbero cassare con rinvio, per motivare (ed eventualmente riquantificare) la penalità
  9. Prima serata televisiva, quella di ieri, giovedì 2 febbraio 2023, dominata ancora dai quarti di finale di Coppa Italia, e precisamente dalla partita Juventus-Lazio, che ha divertito 5.178.000 spettatori con uno share del 23.7%. Per la precisione, il primo tempo ha segnato 5.565.000 individui all'ascolto e il 24.3%, il secondo 4.810.000 con il 23.1%. Il calcio ha fatto calare gli ascolti di Che Dio ci aiuti 7 su Rai1, che ha totalizzato 4.306.000 spettatori con uno share complessivo pari al 21.8%. Nei dettagli, il primo episodio ha attirato 4.499.000 affezionati con il 20.4%, il secondo 4.131.000 pari al 23.4% Quanto alla sfida dell'approfondimento tra Paolo Del Debbio con Dritto e rovescio su Rete4 e Corrado Formigli con Piazza Pulita su La7, il primo - con intervista a Giorgia Meloni - ha vinto abbondantemente con 1.138.000 spettatori (7.5), mentre il secondo si è fermato a 845.000 spettatori pari al 5.4%
  10. Insomma. Solo al tg di oggi, parlamento ue che revoca immunità, intervista a nuovo segretario parlamento, qatar che corrompe afghani 3 servizi in 20 minuti
  11. Hanno due cose in comune: linea editoriale di destra e famiglia Angelucci proprietaria (per ora di 2 su 3, tra poco a quanto pare anche del terzo).
  12. Ho appena letto l'articolo del giornale. Il dato sulle 500.000 disdette è messo un po' così, senza fonti, nè altri particolari ("sui social è partita la protesta dei fans, addio abbonamenti tv, si contano circa 500.000 disdette"). Poi però ci sono alcune considerazioni a nostro favore, tipo: "dovrebbero essere tanti anche questa volta, non uno soltanto. Allora [calciopoli] scontarono tutto o quasi tutte o quasi. Ma si parlava di partite truccate sul campo .. ci si reggeva su leggi esistenti" ed ancora "Dicono i giudici: bilanci non attendibili inquinano i risultati. Dove sono le prove ? Invece un colpevole per tutti potrebbe ammazzare il calcio, senza bisogno di prove"
  13. In realtà il giornale non è più di Berlusca, ma dello stesso editore di Libero (Quindi potrebbe essere un'azione coordinata tra i due giornali)
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.