Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

vivamoggi53

Utenti
  • Content count

    3,068
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

950 Eccellente

3 Followers

About vivamoggi53

  • Rank
    Titolare
  • Birthday December 23

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo

Recent Profile Visitors

7,626 profile views
  1. Azz... proprio lei parla di onestà intellettuale... l'accenno ai tifosi fermati, poi... e poi chi gliel'ha detto che Napoli e I napoletani sono amati perché sono caciaroni? Per la verità, mi risulta che proprio questi aspetti sono portati a detrimento di una città e una popolazione apprezzati per ben altri motivi.
  2. Ma a sè stesso l'ha dato il voto? No, eh? Beh, ci penso io: Tancredi Palmeri 1 Il ragazzo si impegna pure ma gli mancano proprio le capacità...
  3. Naaaaaaaa!!! Mai una cosa del genere... Che la vincano da soli, se ne sono capaci, e per lo scudo... quello è nostro anche quest'anno e ci scommetterei che lo vinceremmo anche se dovessimo perdere tutte e sette le rimanenti partite. Quindi... io festeggio comunque... però, se poi... basta: domani c'è da fare almeno un punto a Ferrara. Poi, martedì, c'è da battere l'Ajax... il resto si vede mano a mano che si presenta... concentrati... bisogna rimanere concentrati sull'obiettivo più vicino...
  4. Si, ma solo per chi non gioca martedì... Si potrebbe graduare così: domani massimo una gazosa; dopo l'Ajax una birra (leggera, però). Lo Champagne dopo... beh, lo sappiamo tutti, no?
  5. Su Bonucci poteva sottolineare il fatto che successivamente si è corretto personalmente avrei anche aggiunto che ero sicuro che tra di loro si fossero chiariti. Per il resto condivido quello che Tardelli ha scritto. Colpito dall'episodio in cui il giornalista chiede a Moise se si sente italiano. Ecco: la risposta vocale "Io sono italiano" è la medesima serena e garbata espressione gestuale di quella sera, hanno lo stesso significato, la stessa valenza, la stessa forza evocatrice. Bella anche la risposta di Moise: che si rivolga a Tardelli usando il "lei" è rimarchevole in un mondo in cui deferenza e rispetto tra le persone sono merce rara. Bravo Moise, ciò che scrive gli fa onore non meno che le sue prestazioni in campo.
  6. La stampa sportiva oggi crocifigge Fabbri, reo di una conduzione di gara scellerata, con alcuni "gravi" errori. Sono d'accordo che la direzione del neo-internazionale non sia stata limpida ma arrivare a dire (come Leonardo) che è stato "l'atteggiamento generale" ad aver condizionato la partita... questa ancora non l'avevano tirata fuori e fa il paio con la "gestione dei cartellini". Se non ci fosse da piangere ci sarebbe da sbellicarsi dalle risate. Sportmediaset ovviamente, tra la stampa a larga diffusione, è la peggiore mentre i vari quotidiani oscillano tra l'insinuazione e la parvenza di obiettività. I titoli parlano di rigore che mancherebbe al Milan ma poi, negli articoli, si legge che quel rigore si... si poteva dare (e quindi così solare non era, evidentemente). Bisogna dire che viene sottolineato il mancato doppio giallo al difensore rossonero, ma subito viene detto che altrettanto si doveva fare con Manzo (qualcuno ipotizza la possibilità della prova TV per un'eventuale squalifica). Ora, tralasciando il delirio riguardante "l'atteggiamento generale", ammesso e non concesso che il rigore per il presunto "mani" di Sandro sia realmente "solare", ammesso che il Milan l'avesse trasformato, non credo rientri nel novero degli eventi più probabili l'eventuale raddoppio dopo 2 minuti, ergo: 0-1 sarebbe comunque stato al termine del 1° tempo. Il fallo in area su Mandzukic da parte di Musacchio precede e di tanto il fallo di Mandzukic su Castillejo, così come il goal regolare annullato a Kean. Io penso che sull'1-1 e col Milan in 10, l'inerzia della gara avrebbe preso una direzione già ben diversa, assai prima del rigore su Dybala (anche su questo i soliti noti hanno avuto da dire). Ovvio che, in un senso o nell'altro, manca inevitabilmente la controprova, ma nei fatti l'arbitraggio di Fabbri sarà stato anche pessimo ma errori ce n'è nei due sensi e, anzi, se proprio qualcuno dovesse avere da recriminare quelli saremmo noi. Le dichiarazioni di Leonardo e di Reina dopo la partita sono deliranti e fuori luogo e il risalto dato ad esse dai media è strumentale e subdolo. A nessuno che passi per l'anticamera che si è trattato di una partita probabilmente mal diretta ma senza che la direzione abbia influito più di tanto sull'andamento della stessa, che ha visto vincere meritatamente la squadra più forte, nei confronti di avversari cui comunque va concesso l'onore delle armi per la bella prestazione.
  7. Devo darti ragione. Mai fidarsi dell'aspetto da bravo ragazzo. Mi rendo conto di come sia stato sempre subdolamente velenoso. Rino Gattuso: altra pasta d'uomo, poco da dire.
  8. OMah, reputavo Leonardo un buon dirigente e una persona seria e perbene. È la seconda volta che lo sento lamentarsi dell'arbitraggio e francamente non capisco perché debba farlo. Sembra che stia cercando di fare del Milan una vittima per giustificarne la pochezza. Poi, con aria di infastidita superiorità, dice che non vuole fare polemica. Che signore!!!
  9. vivamoggi53

    Juventus - Milan 2-1, commenti post partita

    Abbiamo cazzeggiato sbadigliando, in vestaglia e ciabatte, per 60'. Intanto I meravigliosi si spompavano spingendo a testa bassa e si illudevano per il vantaggio raggiunto. Poi abbiamo smesso vestaglia e ciabatte e li abbiamo infilati. Massimo risultato col minimo sforzo.
  10. Ci mancherebbe... io non mi voglio rassegnare alla deriva retrograda e antistorica che pare aver preso il nostro paese. Al di là degli episodi, il problema sembra avere una dimensione che ci sta sfuggendo di mano. Amici miei... gente dalla quale non mi sarei aspettato nulla di simile, oggi sputano veleno razzista con il compiacimento tipico di chi ha pudicamante represso questi orientamenti fino adesso. Sono basito per questo, per la bieca strumentalizzazione che si fa di episodi di per sé limitati sebbene deplorevoli, forzando l'opinione pubblica a prendere posizione in maniera dicotomica, manicheista, quasi si volesse contare chi è con chi. Sono basito che nessuno, tranne Adani, quella sera abbia fatto chiaramente intendere la propria indignazione, andando magari sopra le righe. Sono basito perché ora la polemica dilaga, quando non dovrebbe esserci polemica, quando la comunità avrebbe il dovere di emarginare gli idioti, facendoli vergognare.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.