Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

BeppeFurino

Il Topic del Jazz

Recommended Posts

DorhamKenny.jpgKenny Dorham

McKinley Howard “Kenny” Dorham (Fairfield, 30 agosto 1924 – New York, 5 dicembre 1972) è stato un trombettista, cantante e compositore statunitense.

Dorham è stato uno dei piú attivi tra i trombettisti bebop: fece parte delle orchestre di Billy Eckstine, Dizzy Gillespie, Lionel Hampton e Mercer Ellington e del quintetto di Charlie Parker ed è stato, in séguito, uno dei membri dei Jazz Messengers, nati in origine come una cooperativa. Fu come sideman con Thelonious Monk e Sonny Rollins, e rimpiazzò Clifford Brown nel quintetto di Max Roach dopo la morte di Brown nel 1956.

Fu anche un leader, dirigento fra gli altri la formazione Jazz Prophets (che fondò dopo che Art Blakey assunse la titolarità del nome Jazz Messengers). I Jazz Prophets figurano sull’album live del 1956 Round About Midnight at the Cafe Bohemia, della Blue Note.

Nel 1963 Dorham arruolò il ventiseienne sassofonista Joe Henderson per la registrazione di “Una Mas” (nel gruppo figura anche un giovanissimo Tony Williams). L’amicizia che nacque ha lasciato traccia in numerosi album, tra i quali Our Thing e In’n’Out di Henderson. Nel corso degli anni 60 Dorham registrò spesso per la Blue Note e la Prestige Records sia come leader, sia come sideman con Henderson, Jackie McLean, Cedar Walton, Andrew Hill, Milt Jackson e molti altri

Costantemente elogiato - ancora oggi - per il suo enorme talento dalla critica e dagli altri musicisti, tuttavia Dorham non ricevette mai la stessa attenzione tributata ad alcuni colleghi, in un clamoroso caso di sottovalutazione

Gli ultimi anni della sua vita furono segnati da una malattia renale che fu la causa della sua morte

Kenny Dorham è il compositore di uno degli standard più famosi e frequentati, Blue Bossa, che comparve per la prima volta sull'album di Joe Henderson Page One.

Share this post


Link to post
Share on other sites

15.Joe-Henderson.jpgJoe Henderson

Joe Henderson (Lima, 24 aprile 1937 – San Francisco, 30 giugno 2001) è stato un sassofonista jazz statunitense.

In periodi diversi si è imposto come una delle voci piú originali del sassofono tenore: dal debutto come leader nel 1963 su etichetta Blue Note, in sessioni capitanate da Andrew Hill (Black Fire e Point of Departure), Kenny Dorham (Trompeta Toccata ed Una Mas), McCoy Tyner (The Real McCoy), Bobby Hutcherson (The Kicker), Horace Silver (Song For My Father), Lee Morgan (The Sidewinder), Grant Green (Idle Moments e Solid) , il personale Page One, Herbie Hancock (The Prisoner), fino alle incisioni fusion ― discutibili, a detta di alcuni, notevoli, secondo altri ― degli anni settanta e soprattutto al ritorno negli anni ottanta (The state of tenor) e novanta (So Near So Far, Lush Life, Big Band e The Standard Joe).

In ognuna delle sue fasi artistiche cambiò sonorità e fraseggio: quel che aveva da dire, tuttavia, risultò sempre estremamente interessante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eliane-Elias-olycom258x258.jpg?uuid=b0dca858-39dd-11e0-8f09-ce7616fb80b7Eliane Elias

Eliane Elias (San Paolo, 19 marzo 1960) è una pianista, cantante e compositrice brasiliana.

Eliane Elias ereditò il talento della madre Lucy, pianista classica che amava anche ascoltare dischi di jazz e che fu la prima maestra della figlia. Cresciuta in questo ambiente musicale, a dodici anni la Elias trascriveva passaggi armonici dalle musiche di grandi pianisti jazz statunitensi – Bud Powell, Art Tatum, Wynton Kelly e Bill Evans – e li riproduceva al pianoforte. Si iscrisse al Centro Livre de Aprendizagem Musical di San Paolo, e già a quindici anni mostrava la precocissima predisposizione musicale impartendo lezioni di piano . Dopo sei anni di frequenza all’accademia musicale continuò lo studio di tecnica musicale sotto la guida di Amilton Godoy e di Amaral Vieira, e non ancora ventenne era in grado di comporre la propria musica e si esibiva nei jazz club della città natale.

Il tocco di Eliane sul pianoforte è jazzy, la tecnica perfetta risente di evidenti studi classici e il referente suo e di Marc è il sommo Bill Evans. Ma poi (anzi, prima) si deve ribadire che Eliane non dimentica mai di essere nata 54 anni fa a San Paolo del Brasile. E come fanno i musicisti brasiliani di rispetto, sottolinea i suoni con i movimenti del corpo mettendo in serio pericolo la stabilità del seggiolino, e approfitta, com'è giusto, della sua famosa bellezza di donna, appena intaccata dal trascorrere del tempo: il viso, il sorriso e la dolcezza del canto (e la vivacità sensuale, quando occorre) sono ancora quelli.

D'altra parte, il suo percorso di musicista è composito: si citano soprattutto i suoi sodalizi con gli Steps Ahead, Randy Brecker, Gilberto Gil e Herbie Hancock. Non a caso lei stessa sostiene che «la musica del Brasile e dell'America del Nord provengono dalla sorgente euro-africana che ha assunto caratteri diversi a contatto con diverse realtà, ma la fonte comune si percepisce ancora, eccome»: in questo modo attribuisce a sé una tendenza alla sintesi, sebbene la neolatinità tenda a prevalere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

321369_139308362825300_7404318_n.jpg?oh=ea363416340eb9e9026b88366960841e&oe=553B07C7&__gda__=1429927436_0d09284cb78f80325bef89227e768d3fNancy Wilson

Nancy Wilson (nato il 20 febbraio 1937) è un cantante statunitense con più di 70 album e tre Grammy Awards. E' stato etichettata come un cantante di blues, jazz, cabaret e pop; un'attrice consumata'; e 'l'intrattenitrice comploo'.Ha ricevuto molti soprannomi, tra cui 'Sweet Nancy', 'The Baby', 'Fantasia Miss Nancy' e 'Voce The Girl With the Honey-Coated'.

https://www.youtube.com/watch?v=PYYPZZNIOaY

Share this post


Link to post
Share on other sites

CannonballAdderley.jpgCannonball Adderley

Julian Edwin “Cannonball” Adderley (Tampa, 15 settembre 1928 – Gary, 8 agosto 1975) è stato un sassofonista jazz statunitense durante gli anni cinquanta e sessanta.

Prima di trasferirsi a New York nel 1955, Adderley, un insegnante di musica al liceo, era già una celebrità in Florida. Il Cannonball Adderley Quintet, con Julian al contralto ed il fratello Nat Adderley alla tromba, non ebbe inizialmente molta fortuna.

Nel 1957 Cannonball si uní al gruppo di Miles Davis, piú o meno nel periodo in cui John Coltrane, licenziato da Davis per problemi di droga, lo aveva lasciato e si esibiva con Thelonious Monk. Nelle parole di Davis “Il suo modo di suonare aveva uno spirito particolare. Non era facile da definire, ma era presente in tutte le sue esibizioni, sera dopo sera.”. Nel 1958, Coltrane ritornò e il quintetto divenne un sestetto. Julian univa al suono del gruppo una componente marcatamente meridionale e blues abbastanza diversa dal sound bop di molti altosassofonisti di un’epoca ancora dominata dall’ influenza di Charlie Parker. Dopo alcuni problemi di adattamento musicale all’inizio (“Cannoball capiva il blues e quando noi suonavamo il blues non ci si ritrovava e questo lo faceva incazzare. Avevamo cambiato tante di quelle cose in quelle dodici battute.” - Miles Davis, L’Autobiografia con Quincy Troupe) Cannonball divenne parte integrante di quello che era a tutti gli effetti il supergruppo jazz dell’epoca. Con il sestetto, Julian partecipò a due fondamentali incisioni: Milestones e Kind of Blue. Il suo assolo su “So What” rappresenta un classico ed una pietra miliare del genere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

09_02_15_SDJ_AKKU_Quintet-300x300.jpg

AKKU quintet ( Switzerland)

Manuel Pasquinelli - Drums, Composition

Thierry Lüthy - Saxophone

Maja Nydegger - Grand Piano, Keys

Markus Ischer - Guitar

Jeremias Keller - Bass

Jonas Fehr - Live Visuals

Scanalature persistenti, ritmi energici e melodie toccanti sono gli ingredienti principali di questa band di Berna. Grazie ai live visuals realizzati da Jonas Fehr, i loro concerti diventano capolavori.

http://vimeo.com/56764327

Share this post


Link to post
Share on other sites

adjusted_photo.jpg

Nato e cresciuto a New York City, Cutler ha sviluppato un vivo interesse per la chitarra in tenera età.

Si èesibito in tutto il mondo con i grandi: Percy Sledge, Eddie Floyd, Wilson Pickett, Fontella Bass, The Fantastic Johnny C, Earl Re, Jimmy Castor, e più recentemente, con Esther Marrow gli Harlem Gospel Singers e Georgia Brown. Ha lavorato con artisti diversi come Meatloaf, Jeb Loy Nichols, David Fanshawe e Jimmy Dale Gilmore, anche lavorato con molti dei grandi del jazz e della musica moderna, tra cui David Sanborn, Bill Frisell, Lester Bowie, Charlie Hunter, Wayne Horvitz, Bobby Previte, Robin Holcomb, Philip Johnston, e Eliot Sharp per citarne alcuni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

jaymcshann_Landing.jpgJay McShann

Jay McShann (Muskogee, 12 gennaio 1916 – Kansas City, 7 dicembre 2006)

Soprannominato Hootie, è nato in Oklahoma ed è diventato un musicista professionista nel 1931. Trasferitosi a Kansas City (Missouri), ha collaborato come direttore d'orchestra blues, compositore e musicista con Charlie Parker, Al Hibbler, Ben Webster, Bernard Anderson, Gene Ramey e altri artisti negli anni '40. Dopo la seconda guerra mondiale ha lavorato con Jimmy Witherspoon. Negli anni '60 diventa cantante di musica popolare e pianista. È morto a 90 anni ed è inserito nella Blues Hall of Fame.

Share this post


Link to post
Share on other sites

199902_036_depth1.jpg?1230023841Tommy Flanagan

Thomas Lee Flanagan (Detroit, 16 marzo 1930 – New York, 16 novembre 2001) è stato un pianista jazz statunitense, particolarmente noto per avere accompagnato al piano Ella Fitzgerald

Flanagan suonò il pianoforte in alcuni album molto celebri come Giant Steps di John Coltrane, Saxophone Colossus di Sonny Rollins o The Incredible Jazz Guitar of Wes Montgomery.

Il Tommy Flanagan Trio (con Wilbur Little al contrabbasso ed Elvin Jones alla batteria) incise il primo album, Tommy Flanagan Trio Overseas, nel 1957. Come accompagnatore, Flanagan lavorò con Ella Fitzgerald negli anni 1963-65 e 1968-78. Dal 1975, comunque, Flanagan diede nuovo slancio alla propria carriera di solista. Egli continuò inoltre a collaborare con altri musicisti, formando un trio con Tal Farlow e Red Mitchell, oltre a numerosi altri progetti musicali.

Lo stile pianistico di Flanagan è equilibrato ma al tempo stesso eccezionalmente musicale. Sebbene non possa essere considerato un innovatore dello strumento, come Bill Evans, Herbie Hancock o McCoy Tyner, Flanagan diede prova di possedere molte delle più importanti qualità di un grande jazzista: swing, raffinatezza armonica, invenzione melodica, amore per il blues e senso dell'umorismo.

La sua carriera pianistica gli valse quattro nomination al Grammy Award, due volte come migliore band jazz e due volte come migliore solista. Flanagan morì il 16 novembre del 2001 a causa di un aneurisma.

« Sul trio di Flanagan ci sarebbe da scrivere un trattato di arte dell’accompagnamento o sprecarsi in superlativi, ma basta ascoltare per avere l’esempio di come si debba trattare una canzone, seguire una voce, gioire nel jazz. »

Share this post


Link to post
Share on other sites

marcus-roberts-trio-ball-state-university-pruis-hall_13045701800195.pngMarcus Roberts

Marcus Roberts (nato il 7 Agosto 1963, in Interpretariato Thelonious Monk , egli porta dissonanze creative composizioni di Monk.

Cieco fin dalla giovinezza, Roberts ha frequentato la Scuola Florida per Sordi e Ciechi di St. Augustine, in Florida , alma mater di un altro musicista illustre, Ray Charles . Roberts ha iniziato a suonare il pianoforte in tenera età e poi studiato lo strumento con il pianista Leonidas Lipovetsky, mentre frequentava la Florida State University . Nel 1985, ha ottenuto la sua grande occasione quando il famoso trombettista Wynton Marsalis lo ha scelto come suo nuovo sideman. Roberts è diventato un caro amico e discepolo di Marsalis, e collaborò con lui su molti progetti nel corso degli anni successivi.

Con il supporto Marsalis 'e subito dopo di lui l'adesione, Roberts cominciò a tagliare i propri record. I suoi album tendono ad essere omaggi a grandi del jazz del passato. Su un pezzo come "Nabucodonosor", Roberts utilizza le armonie e gli accordi tradizionali, poi costruisce una struttura tonale e melodica espansiva. Egli è conosciuto come interprete di Monk , Ellington , Morton e Gershwin , tra gli altri. Ha fornito la colonna sonora del film del 1999 Guinevere .

Roberts serve come Assistant Professor di Jazz Studies nel programma musicale presso la Florida State University . Egli è anche uno Steinway Artist.

Share this post


Link to post
Share on other sites

scofield001.jpgJohn Scofield

John Scofield (nato il 26 dicembre 1951, Dayton, Ohio , Stati Uniti), spesso definito come "Sco", è un americano di jazz-rock chitarrista e compositore , che ha suonato e collaborato con Miles Davis , Dave Liebman , Joe Henderson , Charles Mingus , Joey De Francesco , Herbie Hancock , Pat Metheny , Bill Frisell , Pat Martino , Mavis Staples , Phil Lesh , Billy Cobham , Medeski Martin & Wood , George Duke , Jaco Pastorius , John Mayer , e molti altri noti artisti. A suo agio nel bebop linguaggio, Scofield è anche esperto in fusione di jazz , funk , il blues , l'anima , roccia e altre forme di moderna musica americana.

https://www.youtube.com/watch?v=ndb6j9nkUP4

Share this post


Link to post
Share on other sites

200708_069b_depth1.jpg?1230017898Pat Martino

Pat Martino, nato Pat Azzara (Filadelfia, 25 agosto 1944), è un chitarrista e compositore statunitense jazz di origini italiane.

Pat Martino è probabilmente l’unico chitarrista che abbia imparato due volte a suonare il suo strumento. La prima volta era un adolescente dotatissimo ed aveva, dice Pat, “il desiderio di andare d’accordo con gli adulti”. La seconda volta il sodalizio con la chitarra è stato il risultato della sua lotta contro l’amnesia, dopo un aneurisma al cervello che gli è quasi costato la vita e che l’ha lasciato privo delle sue conoscenze musicali. Progressivamente il vuoto è stato riempito da una voglia immensa di imparare di nuovo, che Martino descrive come la ricerca spirituale dell’origine proseguita per “godere la ricchezza della vita stessa”. Nato a Filadelfia nel 1944, Martino entra nella musica grazie a suo padre che lo portava nei club della città. E’ così che Pat ha incontrato John Coltrane e Wes Montgomery. L’influenza dei due è ovvia sia nella musica che nella spiritualità di Martino. Comincia la sua carriera a Filadelfia con rock stars tali Bobby Rydell, Chubby Checker e Bobby Darin. Si avvicina al rhythm and blues, e poi al jazz suonando con l’organista Charles Earland. La sua fama si diffonde e presto suona di fianco a grandi nomi come Slide Hampton e Red Holloway. Martino si trasferisce a Harlem per immergersi nel “soul jazz” suonato da Earland. A diciotto anni è già un’icona del jazz e firma per Prestige Records a vent’anni. In questo periodo incide album di grande rilievo come Strings!, Desperado, El Hombre e Baiyina, che costituisce una delle prime intrusioni nella musica psichedelica. E’ ricoverato nel 1976 e torna sul palco solo nel 1987. Incide un Cd lo stesso anno con un nome appropriato: The Return. Oggi Martino vive a Filadelfia e continua a crescere musicalmente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

billycobham88.jpgBilly Cobham

Billy Cobham (Panamá, 16 maggio 1944) è un batterista, percussionista e compositore panamense.

Musicista di talento , Cobham ha saputo spaziare da un genere all'altro senza porre alcun limite alla sua musica, e ciò è dimostrato da una vasta discografia e dalle numerose collaborazioni con artisti provenienti da tutto il mondo. Dalla fine degli anni sessanta ha rivoluzionato il modo di concepire le parti destinate alla batteria, apportando forza creativa all'ambito ritmico . Per questi fattori è riconosciuto come uno tra i più virtuosi per la sua potenza e tecnica percussiva.

https://www.youtube.com/watch?v=-N_SqtFerjg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho ascoltato , grazie a questo topic , qualche brano di Hiromi Uehara , mi piace molto . Per ora devo dire che preferisco i brani con il piano , però vedrò di ascoltare anche altro :d

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

250px-John_Medeski.jpgJohn Medeski

John Medeski (Louisville, 28 giugno 1965) è un tastierista e compositore statunitense, conosciuto soprattutto come membro del trio Medeski Martin and Wood.

Nato in Kentucky, è cresciuto in Florida. Ha iniziato a studiare il piano da piccolo e si è formato al New England Conservatory di Boston. Nel 1991 ha preso parte alla formazione del trio Medeski Martin and Wood, del quale fanno parte anche il percussionista e batterista Billy Martin ed il bassista Chris Wood. Il gruppo si è formato a New York.

Nel 2000 è diventato membro del gruppo The Word, un progetto gospel-blues a cui hanno preso parte tra gli altri anche Robert Randolph e Luther Dickinson (The Black Crowes).

Nel corso della sua carriera ha collaborato con decine di artisti, tra cui John Zorn (con lui ha collaborato in numerosi album a partire dal 1996), Surrender to the Air, John Scofield, Roswell Rudd, Marc Ribot, Béla Fleck and the Flecktones, Cibo Matto, Marian McPartland, David Fiuczynski, Trey Anastasio Band, Dirty Dozen Brass Band e altri.

Nel 2013 ha pubblicato un album solista dal titolo A Different Time (OKeh) e suonato con un pianoforte francese Gaveau del 1924.

Share this post


Link to post
Share on other sites

250px-Muy_divertido.jpgMarc Ribot

Marc Ribot (Newark, 21 maggio 1954) è un chitarrista statunitense. Ha origini ebraiche, ed è noto per aver suonato la chitarra a fianco di artisti come Tom Waits, John Zorn e Elvis Costello. È anche compositore e, occasionalmente, cantante.

È considerato tra i più apprezzati chitarristi di sempre.

https://www.youtube.com/watch?v=ieMTgk_4ogs

Share this post


Link to post
Share on other sites

Joey_DeFrancesco4.jpgJoey DeFrancesco

Joey DeFrancesco (Springfield, 10 aprile 1971) è un organista jazz statunitense.

Nato a Springfield, in Pennsylvania, il 10 aprile 1971, è figlio d'arte: il nonno Joe e il padre John, noto come Papa John DeFrancesco, erano entrambi musicisti. Per quanto i suoi inizi, alla tenera età di quattro anni, siano stati sul pianoforte, è passato in seguito all'organo Hammond, strumento di cui è divenuto un virtuoso. Oltre alle tastiere suona anche la tromba, utilizzando un bocchino che gli è stato donato da Miles Davis. All'età di dieci anni fa già parte di una band, con la quale si esibisce nei fine settimana, e assiste ai concerti di importanti organisti jazz come Jack McDuff e Richard Holmes.

Share this post


Link to post
Share on other sites

0.jpgRemi Panossian

Nato 7 marzo 1983 a Montpellier, Remi Panossian iniziato a suonare il pianoforte nel 1990. Tre anni più tardi ha scoperto il mondo del jazz frequentando un concerto di Michel Petrucciani. Nel 1998, entra a far parte JAM a Montpellier per frequentare corsi di armonia, improvvisazione e storia del jazz. Segue gli insegnamenti di Stéphane Kochoyan, Steve Coleman, Andy Milne, Christian Lavigne, Anthony Tidd ... ed eseguito nel luglio 2000 a Off Jazz Festival a Vienna accanto alla scrittrice Régine Détembel.

Unire Toulouse per continuare i suoi studi musicali, Remi Panossian conseguito il Diploma di Musica jazz e musica improvvisata e una laurea in Musicologia. Ha insegnato pianoforte jazz presso il corso "I figli del jazz", così come incontri internazionali Capbreton per 4 anni.

In 4 anni, il trio ha fatto quasi 250 concerti in oltre 25 paesi, in Francia, Canada, Germania, Brasile, Portogallo, Algeria, Norvegia, Venezuela ... e soprattutto in Asia con 6 turni e oltre 100 concerti.

Sono prodotte in prestigieusestelles scene Tokyo Jazz Festival (Giappone), Jarasum Jazz Festival (Corea del Sud), Guangzhou sala opera (Cina), Taichung Jazz Festival (Taiwan) New Morning (Parigi) Montreal Jazz Festival, Enjoy Jazz ( Germania) ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

jc_abbeyLincoln1.jpgAbbey Lincoln

 

Abbey Lincoln, nome d'arte di Anna Marie Wooldridge (Chicago, 6 agosto 1930 – New York, 14 agosto 2010), è stata una cantante, compositrice e attrice statunitense. È stata anche una portavoce per i diritti civili durante gli anni Sessanta.

Crebbe in una fattoria del Michigan; salì sulle scene nella High School prima di partire per la California dove cantò con delle orchestre a partire dal 1951. Cantò due anni nei club di Hawaï, poi tre anni a Hollywood. Dopo aver cantato nei bar con i nomi di Anna Marie, Gaby Lee e Gaby Wooldridge, nel 1956 fece il suo debutto discografico con Benny Carter con il nome di Abbey Lincoln.

Sempre nel 1956 apparve nella commedia musicale Gangster cerca moglie (The Girl Can’t Help It), con un abito che Marilyn Monroe aveva indossato nel film Gli uomini preferiscono le bionde, e vi interpretò la canzone principale insieme a Benny Carter. Nel 1959 lavorò a Londra, poi prese parte a delle tournée con il musical Jamaica di cui era la vedette.

Nel 1957, il batterista Max Roach l'accompagnò per i dischi che pubblicò con la Riverside. Nel 1962 Abbey Lincoln e Max Roach si sposarono e divorziarono nel 1970.

È morta il 14 agosto 2010 a New York all'età di 80 anni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

payton.jpgNicholas Payton

Nicholas Payton (New Orleans, 26 settembre 1973) è un trombettista statunitense.

Figlio del bassista e sassofonista Walter Payton, inizia la carriera tra gli anni '80 e '90 come membro del collettivo Young Tuxedo Brass Band. Ha collaborato dal vivo con Marcus Roberts e Elvin Jones nei primi anni '90 e nel 1994 ha pubblicato il suo primo album discografico per la Verve Records.

Nel 1997 ha vinto il Grammy Award ("Best Instrumental Solo"). Nel corso degli anni ha collaborato con Trey Anastasio, Ray Brown, Daniel Lanois, Dr. John, Ray Charles, Herbie Hancock, Allen Toussaint, Jill Scott, Joe Henderson, Clark Terry, Stanley Jordan e altri artisti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Peter-Asplund-webb1.jpgPeter Asplund

Peter Asplund, nato il 26 settembre 1969 , è un trombettista jazz svedese, cantante e compositore. Asplund ha studiato al Royal College of Music di Stoccolma. Ha pubblicato diversi album da solista e anche suonato come solista in dischi di altri artisti, con; Kent, Lisa Ekdahl, Björn Skifs, Lena Philipsson, Ainbusk Singers, Robert Broberg, Daniel Lindström e Viktoria Tolstoy.

https://www.youtube.com/watch?v=J3IuFUCUOx4&spfreload=10

Share this post


Link to post
Share on other sites

bert.jpgBert Joris

Bert Joris, nato a Wilrijk ( Antwerp ) in Belgio, il 18 gennaio 1957 , è un trombettista jazz.

Dopo la formazione classica a prendere lezioni di violino, pianoforte e contrabbasso , Bert Joris ha iniziato a suonare la tromba all'età di 14.

Si interessò al jazz e divenne rapidamente uno dei più grandi nel suo paese, in particolare con il suo suono caldo e di grande lirismo. Il suo talento gli permetterà di diventare solista nel 1978

Share this post


Link to post
Share on other sites

DadoMoroni02.jpgDado Moroni

Edgardo Dado Moroni nasce a Genova nel 1962 e venne in contatto con la musica jazz molto presto, grazie alla collezione di dischi dei suoi genitori, e iniziò a suonare il pianoforte all'età di 4 anni. Oggi Moroni è uno degli italiani più stimati negli USA (uno dei pianista preferiti dal grande Ron Carter), un vero e proprio caso di super “musicians” musician.

Ha suonato in Italia e all'estero con Clark Terry, Chet Baker,Billy Cobham, Freddie Hubbard, Dizzy Gillespie,Jimmy Owens); un'approccio allo strumento straordinario, che tocca nel profondo chi ascolta questo ex enfant-prodige del pianoforte. Dado iniziò la sua carriera professionistica a 14 anni, suonando in tutta Italia con alcuni dei più importanti musicisti italiani come Franco Cerri, Tullio De Piscopo, Luciano Milanese, Gianni Basso, Sergio Fanni e Massimo Urbani, e a 17 anni registrò il suo primo album in trio con Tullio de Piscopo e il bassista americano Julius Farmer. Ha partecipato ad un numero impressionante di festivals internazionali, sia in Europa sia negli States, collaborando con artisti Phil Woods, Tom Harrel, Johnny Griffin.Niels-Henning Oersted Pedersen, Tony Scott, Wynton Marsalis, Freddie Hubbard, Harry "Sweets" Edison, Ron Carter e molti altri ancora. Ha fatto parte dell'organico di due gruppi storici quali la Paris Reunion (con Joe Henderson, Woody Shaw, Curtis Fuller, Johnny Griffin e Jimmy Woode) e la Mingus Dynasty (con Danny Richmond, Jinny Knepper, John Handy, Craig Handy e Reggie Johnson). Recentemente ha costituito un quintetto chiamato "the cube" con Andrea Dulbecco, Riccardo Fioravanti e due batteristi, Stefano Bagnoli ed Enzo Zirilli. Notevole la discografia a suo nome : si segnalano le recenti pubblicazioni con Tom Harrell , " humanity" in duo e " the cube" con il quintetto da lui capitanato.Recente invece "la vita è bella " con Bob Mintzer, Joe La Barbera ( già batterista dell'ultimo trio di Bill Evans ) e Riccardo Fioravanti.

Dal 26 maggio 2013 parte dal Blue Note di Milano il tour "Dado Moroni incontra Mietta", che segna l'incontro artistico tra il pianista jazz e la cantante pop. Il repertorio selezionato attinge dalla world music, dal pop colto e dal jazz.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.