Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

29 MAGGIO 1985

Pietro Magni, come lui nessuno: 11 ruoli di cui ben 10 con la maglia della Juventus

Recommended Posts

propongo ai mod di implementare una sezione apposita storica in cui possano convergere ed essere messi in risalto tutti questi post di stefano che sono una vera memoria storica nonché valore aggiunto per tutti noi. 

é vero che già esiste, ma non ha la visibilità che merita. 

che ne dite? 

@giusardegna

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, AlenJu ha scritto:

propongo ai mod di implementare una sezione apposita storica in cui possano convergere ed essere messi in risalto tutti questi post di stefano che sono una vera memoria storica nonché valore aggiunto per tutti noi. 

é vero che già esiste, ma non ha la visibilità che merita. 

che ne dite? 

@giusardegna

come hai detto tu,già c'è,un'altra è impossibile farla

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, PR20 ha scritto:

@29 MAGGIO 1985

E' per questo scudetto quindi che ancora oggi nel calcio a volte si sente usare l'espressione "la fatal Verona"?

Caro Amico, per prima cosa ti ringrazio per aver letto e partecipato !  

 

Riguardo alla tua domanda, sperando di farti cosa gradita, ti passo quanto segue .....  .ehm   ( tratto da " Calcio giocato. com " ) 

 

La grande beffa, l'incredibile disfatta del Milan a Verona

Nereo RoccoQuando un tifoso rossonero sente parlare di Verona, ancora adesso pensa alla ''grande beffa''. E' il campionato di calcio 1972/73 con un rocambolesco finale.

I milanisti erano usciti distrutti dalla finale di Coppa delle coppe contro il Leeds e Rocco non era riuscito ad ottenere il rinvio di un giorno della partita contro gli scaligeri. E' il 20 maggio 1973, ultima giornata di campionato. Il Milan è al comando della classifica con 44 punti. Seguono a un punto Juventus e Lazio. Per uno strano destino del calendario tutte e tre le squadre giocano in trasferta: il Milan a Verona, la Juve all'Olimpico contro la Roma e la Lazio a Napoli.
Tre incontri di pari opportunità che comunque lasciano il Milan favorito per il titolo per via di quel punticino di vantaggio (al tempo, la vittoria valeva 2 punti). I rossoneri sono sicuri di farcela, perchè hanno condotto quasi tutto il torneo in testa e quindi ritengono di meritare la conquista dello scudetto della stella.
L'allenatore è il ''mitico'' Nereo Rocco, il ''paron'', il presidente Albino Buticchi, il regista in campo Gianni Rivera. Tre nomi che appartengono alla storia del Club rossonero. Tutto è pronto, ma c'è un particolare non indifferente da segnalare.

In attesa della giornata decisiva il Milan ha un altro importante appuntamento da onorare. Deve recarsi a Salonicco per disputare la finale della Coppa delle coppe. La sfida è fissata per il giorno 16, un mercoledì. Gli avversari sono gli inglesi del Leeds, classica squadra inglese che corre per 90 minuti e ti costringe a uscire dal campo con la lingua da fuori.
Il Milan di Rocco passa in vantaggio con Chiarugi, poi si chiude in difesa e resiste agli assalti del Leeds. I rossoneri vincono la finalissima. Ma, negli spogliatoi Rocco vieta che si stappi lo champagne ''Ne riparleremo dopo Verona'', ammonisce il ''paron''.

Rocco ha paura, lui sa che i suoi uomini sono 'scoppiati'. Hanno esaurito la benzina. Nereo Rocco cerca di rimediare alla situazione. Appena torna in Italia avvicina i suoi dirigenti e spiega come sia indispensabile fare tutto il possibile per rinviare almeno di ventiquattr'ore l'incontro di Verona. Il regolamento lo consente.
I dirigenti del Milan però non sono dello stesso avviso dell'allenatore. C'è chi dice che è poco dignitoso, c'è chi dice che è troppo tardi, e addirittura chi fa ricorso alla superstizione. L'Inter nel '67 aveva ottenuto il rinvio, ma portò sfortuna, perchè venne sconfitta a Mantova con la clamorosa papera di Sarti e lo scudetto finì alla Juve.
Rocco deve arrendersi, ma ci sono almeno altri due problemi che affliggono il tecnico friulano. Il primo è personale. Rocco è squalificato e non potrà andare in panchina nella gara più delicata dell'anno. Sarà il giovane Giovanni Trapattoni a sostituire il ''paron''. Il secondo problema riguarda le condizioni fisiche di Schnellinger. Il forte difensore tedesco non riuscirà a recuperare in tempo e a prendere parte alla partita di Verona.
Al Milan basta un punto, l'impresa non sembra proibitiva, tanto più il Verona non ha particolari stimoli di classifica.

Invece succede l'incredibile, al fischio d'inizio il Verona inizia a giocare mentre i rossoneri sono impietriti, immobili. E' uno sfacelo, dopo solo 29 minuti il Milan perde già 3-0. Il primo tempo termina 3-1. Rocco si precipita negli spogliatoi, cerca di scuotere i suoi ragazzi, ma quando inizia la ripresa sono ancora i padroni di casa ad andare a segno, per ben due volte. Il Milan segna due reti nel finale con Sabadini e Bigon ma sono gol inutili. Finisce 5-3.

I rossoneri escono dal rettangolo di gioco a testa china. Eppure non tutto è ancora perduto. Lazio e Juventus stanno pareggiando. A questo punto sono tutte e tre a 44 punti, dirigenti, giocatori e tifosi pensano già ad un maxi-spareggio, ma mancano ancora due minuti alla fine e la grande beffa deve ancora consumarsi.
Infatti, arrivano due interruzioni dalle radioline. La prima viene da Napoli. I padroni di casa sono passati in vantaggio all'89 con Damiani. Rimane la Juve, ferma sull'1-1, sino a quando un bolide di Cuccureddu porta in vantaggio i bianconeri.
Nereo Rocco, in un angolo degli spogliatoi, sussurra ''sapevo che sarebbe finita così. Per questo avevo chiesto il rinvio. Ma una manica di dilettanti non mi ha creduto''.
A chi si riferiva con quell'espressione di ''dilettanti''? E' un segreto che il ''paron'' si è portato per sempre con se!

Tabellino della partita
VERONA: Pizzaballa - Nanni - Sirena - Busatta - Batistoni - Mascalaito - Bergamaschi - Mazzanti - Luppi - Mascetti - Zigoni. All. Giancarlo Cadè.

MILAN: Vecchi - Sabadini - Zignoli - Anquiletti - Turone - Rosato - Sogliano - Benetti - Bigon - Rivera - Chiarugi. All. Giovanni Trapattoni.

MARCATORI: Sirena 17' - Sabadini (autogol) 26' - Luppi 29' - Rosato 34' - Luppi 70' - Turone (autogol) 72'- Sabadini 82' - Bigon 86'.

DIRETTORE DI GARA: Monti di Ancona.
 
 
 
P.S.  - e riguardo a ciò che dell'articolo di cui sopra ho evidenziato in grassetto, gli estensori di questo resoconto si sono " dimenticati " di 
aggiungere quanto segue ......  .ehm 
 
LA VITTORIA DEL MILAN A SALONICCO FU UNO DEI PIU' GRANDI " FURTI " DELLA STORIA DEL CALCIO .... QUALCOSA DI INCREDIBILE ! 
 
ANCORA AL GIORNO D'OGGI SONO " PENDENTI " PRESSO  L'UEFA I RICORSI DEL  LEDDS  E DEI SUOI TIFOSI AFFINCHE' QUELLA COPPA 
VENGA TOLA AI ROSSONERI ED ASSEGNATA AGLI INGLESI - IN QUELL' INCONTRO SUCCESSE TUTTO ED IL CONTRARIO DI TUTTO,
SEMPRE E COMUNQUE A DANNO  DEGLI INGLESI - L' ARBITRO FU IN PRATICA RADIATO MA IL " VERDETTO DEL CAMPO " NON FU MAI CAMBIATO ! 
 
 
 
 
E comunque , VERONA, per ciò che concerne il MILAN, fu fatale anche in un'altra occasione .... dai un'occhiata qui .....  .ehm  ( tratto da " SKY SPORT " ) 
 
 
 
 

Il Milan cade ancora nella “Fatal Verona”. Una tradizione negativa nata nel ’73 e che, a distanza di 44 anni, continua a ripercuotersi sui rossoneri. Certo la sconfitta di oggi non fa male quanto la prima, che arrivò all’ultima giornata di uno dei campionati più equilibrati di sempre. Il Milan si presentò il 20 maggio al “Bentegodi” da prima classificata con 44 punti, uno in più dell’accoppiata formata da Lazio e Juventus. Quest’ultimi erano attesi dalla trasferta di Roma, i biancocelesti erano ospiti del Napoli. La squadra guidata allora da Nereo Rocco era reduce dalla vittoria nella finale di Coppa delle Coppe e, visto il viaggio stancante a Salonicco, aveva chiesto senza successo uno spostamento della partita al giorno dopo. I rossoneri pagarono a caro prezzo la stanchezza e si ritrovarono sotto di tre reti dopo 25 minuti. Le cose non migliorarono, anzi peggiorarono, nella ripresa con i veronesi che chiusero con uno storico 5-3. Nonostante questa clamorosa sconfitta, a tre minuti dal termine il Milan sperava ancora in uno spareggio. Lazio e Juventus infatti pareggiavano, ma a quel punto accadde l’impossibile. Il gol di Damiani mise ko la Lazio e nel frattempo, un centinaio di km in su, un gol di Cuccureddu regalò il vantaggio alla Juve. Rete che valse il 15° scudetto dei bianconeri, con il Milan che perse un campionato a dir poco clamoroso. Fu allora che prese vita la “Fatal Verona”.

fatalverona.jpg

    

fatal_verona_2.jpg

    

verona_milan_sirena.jpg

    

verona_milan_5_3.jpg

Verona-Milan 1990: la sconfitta in rimonta e i 4 espulsi rossoneri

Sembrò una situazione più unica che rara, ma la stessa storia si ripetè 17 anni dopo, esattamente il 22 aprile. Di nuovo Verona-Milan, di nuovo al Bentegodi. Si giocava la penultima giornata, con il Milan capolista e in vantaggio di un punto dall’inseguitrice Napoli, quel giorno di scena a Bologna. I padroni di casa erano invece in una situazione tragica, in piena lotta retrocessione e con un piede e mezzo in Serie B. I rossoneri si preparavano a scucire lo scudetto dal petto dei cugini nerazzurri, ma anche quella volta fecero i conti con un Verona stratosferico… e con l’arbitro Di Bello. Il direttore di gara fu infatti assoluto protagonista della gara. Il Milan di Sacchi giocò un grande primo tempo, trovando il vantaggio con una punizione di Simone. I guai iniziarono nella seconda frazione di gioco, a cominciare dal gol del pari siglato da Sotomayer. L’1-1 innervosì i giocatori, con Rijkaard e Van Basten che si fecero espellere in cinque minuti (il Cigno di Utrecht fu allontanato per essersi tolto la maglia e averla gettata a terra in segno di protesta dopo l’ennesimo fallo non fischiato). Pellegrini all’89’ sancì la definitiva condanna dei rossoneri che chiusero la partita in 8, per il terzo rosso ai danni di Costacurta (fu espulso anche l'allenatore Sacchi), e subirono il sorpasso del Napoli, vittorioso 4-2 in Emilia, il quale la settimana dopo avrebbe conquistato il secondo titolo della sua storia. Il Verona non riuscì a evitare la retrocessione ma impartì la seconda dura lezione di vita ai rossoneri: mai dare nulla per scontato. La “Fatal Verona” aveva colpito ancora.

pellegrinimilan.jpg

    

van_basten.jpg
 
 
 
Buona giornata !    .salve Stefano
  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, F.C. JUVENTUS ha scritto:

Padoin poteva insidiargli il record 😁

...... uum tutto sommato, a pensarci bene, seppur con tutte le " varianti " del caso, è un accostamento che ci potrebbe anche stare ....  :tsa:

 

Grazie per aver letto e partecipato ! 

 

Buona giornata !   .salveStefano

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho appena finito di ascoltare l'audio e le immagini del 15esimo scudetto conquistato il 20 maggio 1973 dalla vecchia signora che per ovvie ragioni anagrafiche mi ero perso .ghgh

 

 

che emozione   @@

 

ancora grazie all'autore del topic.   .juve 

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto interessante, bel post.

Anche nostalgico per chi come me è cresciuto con le maglie dall' 1 all'11, soprattutto perché il numero identificava chiaramente la posizione / il ruolo in campo (oggi non le posso vedere le maglie con il 99..)

Chissà se questo calciatore che ha indossato tutti i numeri, faceva veramente il terzino destro con la 2 e l'ala sinistra con la 11...

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, giusardegna ha scritto:

come hai detto tu,già c'è,un'altra è impossibile farla

hai ragione, ma è all'interno di Ju&Me sperduta in un angolo in fondo, non si potrebbe indicizzarla con una visibilità importante all'interno di Juventus forum?

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Aaron Ramsey 91 ha scritto:

Bellissimi questi aneddoti su degli eroi bianconeri ai più, me compreso, sconosciuti .allah

La condivisione e l'apprezzamento di utenti come te ... è per me fonte di stimolo ed incitamento

per proseguire nei miei periodici excursus a ritroso nella Leggenda Bianconera :  GRAZIE ! 

 

Buona giornata !  .salveStefano

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, AlenJu ha scritto:

hai ragione, ma è all'interno di Ju&Me sperduta in un angolo in fondo, non si potrebbe indicizzarla con una visibilità importante all'interno di Juventus forum?

non mi occupo io di queste cose,ma credo proprio di no

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 8/9/2019 Alle 09:09, Swos ha scritto:

buogiorno stefano. che io ricordi anche marocchi era vicino a questo "curioso" record avendo indossato quasi tutti i numeri fino all'11 escluso l'1.

quando hai un minuto, se iesci, prova a verificare . Grazie

era De Agostini (che li indossò tutti tranne l'1)

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, scooter ha scritto:

era De Agostini (che li indossò tutti tranne l'1)

Al buon gigi ricordo solo il 3 e il 10. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, Swos ha scritto:

Al buon gigi ricordo solo il 3 e il 10. 

Vero, nel senso che "di mestiere" faceva il terzino sinistro, salvo essere dirottato dietro le punte nella stagione 87-88 (se ricordo bene). Ma giocò con tutte le altre almeno una volta, se cerchi su google troverai sue interviste in cui ne parla. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 ore fa, scooter ha scritto:

Vero, nel senso che "di mestiere" faceva il terzino sinistro, salvo essere dirottato dietro le punte nella stagione 87-88 (se ricordo bene). Ma giocò con tutte le altre almeno una volta, se cerchi su google troverai sue interviste in cui ne parla. 

...... Amico, vero ciò che scrivi, tant'è che, ti vengo incontro riproponendo alcuni stralci di quella intervista .....  .ehm  ( tratto da " Il pallone racconta " ) 

 

-  

È stato lo stakanovista di una professione vissuta sempre con grande serietà e passione: «Per giunta, ho anche un record ignorato da molti; nelle stagioni 1987–88 e 1989–90, con quasi settanta partite, sono stato il giocatore italiano che ha disputato più incontri ufficiali. Inoltre, sono arrivato ad un passo dallo juventino Magni, il solo che abbia portato sulle spalle tutti i numeri di maglia. Così, in occasione dell’ultima partita della mia carriera, ho chiesto e ottenuto dall’allenatore, di poter indossare la maglia numero cinque, l’unica che, a parte quella da portiere, mi mancava ancora».
 
 
-  
Tricesimo. È questo l’ombelico del mondo per Luigi De Agostini, nato il 7 aprile 1961 a Udine, ma vissuto e cresciuto proprio qui, nel piccolo comune friulano. Dove è tornato a vivere una volta terminatala sua carriera di calciatore iniziata nel 1978 e chiusa diciassette anni dopo: 574 partite da professionista con le maglie di Udinese, Trento, Catanzaro, Verona, Juventus, Inter e Reggiana, compreso l’azzurro dell’Italia.
 
 
-  
Nella rosa di quella squadra ci sei anche tu. «A diciassette anni fui inserito nella Primavera. Tutto sinistro, giocavo in attacco e mi piaceva fare i “numeri” A livello fisico, invece, ero indietro rispetto agli altri. Lavorai sodo con Cleante Zat, il preparatore atletico. Ho cominciato allora a fare sacrifici, una costante di tutta la mia carriera. Ero determinato, certi treni passano una sola volta».
( si riferisce all'Udinese ) 
 
-
Torniamo al tuo debutto: con il Napoli giocasti con il nove. «Ho iniziato con quel numero perché facevo la punta, ma nella mia carriera li ho girati tutti, dal due all’undici. Solo Magni ha fatto meglio di me, perché una volta indossò anche il numero uno giocando in porta. In campionato feci altre quattro partite da attaccante e D’Alessi mi impiegò anche nella Mitropa Cup, che vincemmo».

 

-  

Domanda d’obbligo: in quale ruolo hai giocato a Catanzaro? «Ho fatto il jolly. Veramente»

 

Andiamo sul campo, adesso. Perché alla prima uscita ufficiale, ti presenti con la maglia numero dieci di un certo Miche! Platini che si era appena ritirato. «Me la trovai addosso nella partita di Coppa Italia contro il Lecce il 23 agosto 1987. Fu una decisione di mister Marchesi. Ed io non ebbi nessun problema a indossarla, oltretutto segnai anche il goal del 3–0».

 

 

Tuttavia, pur compiacendomi assai per il tuo intervento ( sarebbe fantastico che ogni utente che ama questo genere di " topic " portasse un suo contributo : sapere " tutto di tutti " è praticamente impossibile ) devo dire che, pur avendo sempre apprezzato e stimato De Agostini, fatto salvo il fatto che,stando a ciò che lui afferma, nella sua carriera abbia indossato tutte le maglie tranne la numero " 1 " , è altresì vero che, come da elenco di cui sopra, egli ha giocato in numerose squadre .... mentre .... MAGNI ..... ha indossato 10 MAGLIE SU  11 nella sua militanza alla JUVENTUS ... e l'unica che ancora gli mancava, la numero 5 , la indossò con il GENOA , al Comunale di Torino, proprio contro la sua ex squadra ! 

 

Insomma, diciamo che, le due " vicende ", a mio parere, seppur entrambe assai apprezzabili, vanno poste su due piani distinti a causa delle modalità con le quali esse maturarono e furono realizzate ... e pertanto .... a mio opinabile parere ... non sono sovrapponibili !  

 

Ti Ringrazio per aver letto e partecipato !  

 

.salveStefano

  • Mi Piace 1
  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Andrea PV74 ha scritto:

Molto interessante, bel post.

Anche nostalgico per chi come me è cresciuto con le maglie dall' 1 all'11, soprattutto perché il numero identificava chiaramente la posizione / il ruolo in campo (oggi non le posso vedere le maglie con il 99..)

Chissà se questo calciatore che ha indossato tutti i numeri, faceva veramente il terzino destro con la 2 e l'ala sinistra con la 11...

Caro Amico, Grazie per aver letto ... gradito ... partecipato ! 

 

La tua " Nostalgia " ... va di pari passo con la  " MIA "  ! 

 

Buona serata !   .salveStefano

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 ore fa, AlenJu ha scritto:

propongo ai mod di implementare una sezione apposita storica in cui possano convergere ed essere messi in risalto tutti questi post di stefano che sono una vera memoria storica nonché valore aggiunto per tutti noi. 

é vero che già esiste, ma non ha la visibilità che merita. 

che ne dite? 

@giusardegna

Carissimo, non ho parole !

 

uum   Mi stimi a tal punto di perorare una  campagna pubblicitaria " pro domo mia " affinchè il sottoscritto possa avere una " casa " tutta sua

nel palinsesto del Forum di VS ? 

 

Grazie ed ancora Grazie ma, pur apprezzando il tuo intento, ti prego, lascia stare

non merito tanta considerazione .... e soprattutto .... con tale insolita richiesta .... ad essere a rischio sarebbe la tua ottima reputazione ... .ghgh

 

Non son venuto al mondo per la " Gloria " .... ed in un ambito come questo .... della Nostra Juve, mi basta e mi accontento, di Narrar Pagine 

della sua Gloriosa Storia  .... ed il massimo della soddisfazione lo conseguo quando ho l'apprezzamento di " Persone " ( con la " P " maiuscola )

come te che hanno in dote una semplice .. genuina .. intensa .. epidermica " Juventinità " riservata a coloro che nella " JUVENTUS " non vedono

solo una " squadra di calcio " ... ma anche ... una imprescindibile " compagna di vita " !   

 

Per Juventini .. Uomini come te .. la mia " porta " sarà sempre aperta ! 

 

Cordialmente, .salveStefano

  • Mi Piace 1
  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 ore fa, Black&White17 ha scritto:

ho appena finito di ascoltare l'audio e le immagini del 15esimo scudetto conquistato il 20 maggio 1973 dalla vecchia signora che per ovvie ragioni anagrafiche mi ero perso .ghgh

 

 

che emozione   @@

 

ancora grazie all'autore del topic.   .juve 

Grazie a te !  

 

Felice di averti offerto l'opportunità di aggiungere un ulteriore ed assai importante " tassello " della Storia Bianconera al tuo, 

peraltro già assai ampio e strutturato, bagaglio di episodi .. eventi che hanno contrassegnato e vergato la gloriosa Storia della 

nostra Juventus !

 

Buon proseguimento !   

 

.salveStefano

 

 

  • Mi Piace 1
  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 8/9/2019 Alle 00:55, 29 MAGGIO 1985 ha scritto:

Cari Amici, 

Ottimo.

 

Questi topic ti riconciliano con lo sport, in un calcio moderno ormai fatto principalmente di rumore e interessi.

 

 

Grazie :)

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, TRAPANI ha scritto:

I topic più belli li apre questo signore. Grazie Stefano

 

11 ore fa, jimmyw ha scritto:

Ottimo.

 

Questi topic ti riconciliano con lo sport, in un calcio moderno ormai fatto principalmente di rumore e interessi.

 

 

Grazie :)

Troppo gentili ! 

 

Felice del fatto che questo genere di " viaggi a ritroso " nella Storia della nostra Juventus incontri il vostro gradimento,

e nel Ringraziarvi per aver letto e partecipato, colgo l'occasione per augurare ad entrambi una serena notte ... magari ...

a " Tinte Bianconere " ....  :d

 

.salveStefano

  • Mi Piace 1
  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 ore fa, AlenJu ha scritto:

hai ragione, ma è all'interno di Ju&Me sperduta in un angolo in fondo, non si potrebbe indicizzarla con una visibilità importante all'interno di Juventus forum?

...... magari con un Impianto di Illuminazione ... ad personam ... tipo ....  .ehm 

 

Risultati immagini per Immagini impianto illuminazione Stadium -Torino - Juve

 

 J U V E N T U S - S T A D I U M  !  

 

Così facendo, per me, sarebbe come " giocare " ... pardon ... .scrittore... " scrivere " sempre in .... " CASA " ....  .ghgh

 

( ca va sans dire ... si fa solo per ... ogni tanto ...  :d ... sorridere un po' ... visto e considerato che, in un modo o nell'altro,

ogni giornata, specie ad una certa età, porta con sè la propria " pena " ...  :tsa: ) 

 

 

Serena giornata a te e famiglia ! 

 

.salve Stefano 

Share this post


Link to post
Share on other sites
19 ore fa, Swos ha scritto:

Al buon gigi ricordo solo il 3 e il 10. 

..... Caro Amico, riguardo al validissimo De Agostini, se ti interessa, ho scritto un post appena qui .mandrillacciosopra .... 

 

Buona giornata !   .salveStefano

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 9/9/2019 Alle 00:28, Il Demone ha scritto:

Stefano sei veramente una enciclopedia bianconera. I miei complimenti. Topic da sentimenti inarrivabili. 

 

Il 9/9/2019 Alle 08:27, DEDONE ha scritto:

I post che riuniscono gli Juventini. Grazie Stefano.

Cari Amici , scusate il " ritardo " ma , tra un'incombenza e l'altra, sto tentando di porgere i miei doverosi Ringraziamenti 

a tutti coloro che hanno intenso omaggiarmi della loro presenza in questo topic .. e voi .. a pieno titolo, rientrate tra costoro ! 

 

- Caro " Demone " , non sono affatto una " enciclopedia bianconera ", sono solo un semplice, ma assai appassionato, amante

della VECCHIA SIGNORA , e di tutto ciò che, in maniera più o meno diretta, ad essa rimanda ! E' vero, mi porto qualche " annetto "

sulle spalle, ma sono assolutamente certo che anche tu ti nutri del medesimo affetto che io avverto per la nostra JUVENTUS, e che,

sorretto e stimolato da tale attrazione / infatuazione, saresti perfettamente in grado di proporre questi miei viaggi a ritroso nella 

nostra UNICA e LEGGENDARIA STORIA ! 

 

- Caro " Dedone ", vista la scarsa partecipazione a questo genere di discussioni, ho qualche uum dubbio riguardo al fatto che, almeno

per ciò che concerne questo forum, questo genere di topic sia poi un effettivo " collante " per gli Juventini che qui si riuniscono in

questa che può essere definita la più ampia " piazza virtuale bianconera del web " ( siamo a  neanche 3 " paginette " , di cui, almeno 1 e 1/2 

le ho scritte io per, com'è giusto che sia, ringraziare tutti coloro che  hanno partecipato ) , però, cosa vuoi che ti dica, come da sempre

asserisce un vecchio proverbio ..... " MEGLIO POCHI  ... MA ... BUONI ! " 

 

Ancora Grazie ad entrambi !   Buona giornata, .salveStefano ! 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
32 minuti fa, 29 MAGGIO 1985 ha scritto:

 

Cari Amici , scusate il " ritardo " ma , tra un'incombenza e l'altra, sto tentando di porgere i miei doverosi Ringraziamenti 

a tutti coloro che hanno intenso omaggiarmi della loro presenza in questo topic .. e voi .. a pieno titolo, rientrate tra costoro ! 

 

- Caro " Demone " , non sono affatto una " enciclopedia bianconera ", sono solo un semplice, ma assai appassionato, amante

della VECCHIA SIGNORA , e di tutto ciò che, in maniera più o meno diretta, ad essa rimanda ! E' vero, mi porto qualche " annetto "

sulle spalle, ma sono assolutamente certo che anche tu ti nutri del medesimo affetto che io avverto per la nostra JUVENTUS, e che,

sorretto e stimolato da tale attrazione / infatuazione, saresti perfettamente in grado di proporre questi miei viaggi a ritroso nella 

nostra UNICA e LEGGENDARIA STORIA ! 

 

- Caro " Dedone ", vista la scarsa partecipazione a questo genere di discussioni, ho qualche uum dubbio riguardo al fatto che, almeno

per ciò che concerne questo forum, questo genere di topic sia poi un effettivo " collante " per gli Juventini che qui si riuniscono in

questa che può essere definita la più ampia " piazza virtuale bianconera del web " ( siamo a  neanche 3 " paginette " , di cui, almeno 1 e 1/2 

le ho scritte io per, com'è giusto che sia, ringraziare tutti coloro che  hanno partecipato ) , però, cosa vuoi che ti dica, come da sempre

asserisce un vecchio proverbio ..... " MEGLIO POCHI  ... MA ... BUONI ! " 

 

Ancora Grazie ad entrambi !   Buona giornata, .salveStefano ! 

 

Diciamo che il mio commento non era legato tanto ai numeri, ma era legato alla sostanza del post.

Io leggendolo mi sono sentito parte di un gruppo di veri Juventini che apprezzavano la discussione e probabilmente avevano le stesse sensazioni. Un post libero dalle solite polemiche e critiche che stanno un pò sminuendo qualsiasi tentativo di discussione pur con idee diverse.

Tutto qui. 

A presto!!!

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 9/9/2019 Alle 08:01, MATTEO1973 ha scritto:

Grazie Stefano, che chicca!

...mi viene una vena di nostalgia quando i numeri assegnavano i ruoli... che bello 

.... figurati al sottoscritto che viene da un'Epoca in cui la divisa da gioco, nella sua semplicità ed eleganza ti inculcava un " senso di appartenenza "e ti trasmetteva un profondo ed  inossidabile legame ad una squadra ed ai suoi colori ! Maglia che, soprattutto, non era lordata da sponsor vari e da nomi e pseudonimi dei calciatori ( .... i giocatori in campo li riconoscevi sempre .... anche dai settori più lontani e defilati rispetto al terreno di gioco .... per il loro modo di muoversi, per la loro capacità di " accarezzare .. domare .. calciare la sfera di cuoio " ai Tempi di vero cuoio, con robuste cuciture che andavano ammorbidite con grasso di bue, e che soprattutto, non cambiava direzione ad ogni refolo di vento così come, invece, accade con le attuali ) 

 

ALTRO MONDO .... ALTRO CALCIO .... ALTRE EMOZIONI !

 

Colgo l'occasione per Ringraziarti per aver partecipato e gradito ! 

 

Buona Serata !   .salveStefano

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.