Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

FunnyShmunny

Calciomercato squadre giovanili 2021/22

Recommended Posts

29 minuti fa, matty95 ha scritto:

La Juventus da 15 prestiti a stagione di calciatori che finiscno l'U17, se invece di darli in prestito fai la U18 hai lo spazio necessario. Non mi sembra complicato da capire.

Poi se voi siete bravissimi a capire subito quale ragazzi usciti dall' U17 diventeranno fortissimi allora va bene, ma tutti i casi dicono il contrario.

Lo stesso Dagraca veniva considerato un brocco lo scorso anno. Mi sembra di aver portato abbastanza tesi sul perché possa risultare utile. Se la vostra tesi dev'essere solo a 17 anni si capisce chi é un fenomeno allora mi sembra una tesi basata sul nulla. Io non ci vedo nulla di male nel dare un anno in più, se per voi é inutile non so cosa dire, non penso che in qualsiasi caso possa mai essere una cosa dannosa che dev'essere bocciata perche fa il male del calcio al massimo non serve a nulla.

P.s sono palesemnte fuori contesto rispetto al calciomercato quindi la chiuderei qui questa discussione

Ma Da Graca è cresciuto apposta trovando difficoltà e dovendosi impegnare, idem Chiesa.

Schierarli in un campionato di livello inferiore non li fa crescere, anzi.

Sono molto più formative partite 10 partite in primavera che 20 in Under18.

Diciamo sempre che i campionati primavera non sono competitivi e poi ne creiamo uno nuovo ancora meno competitivo, non ne capisco il senso.

  • Mi Piace 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
34 minuti fa, gustavo92 ha scritto:

Ma Da Graca è cresciuto apposta trovando difficoltà e dovendosi impegnare, idem Chiesa.

Schierarli in un campionato di livello inferiore non li fa crescere, anzi.

Sono molto più formative partite 10 partite in primavera che 20 in Under18.

Diciamo sempre che i campionati primavera non sono competitivi e poi ne creiamo uno nuovo ancora meno competitivo, non ne capisco il senso.

Sottoscrivo ogni singola parola, non è abbassando il livello medio che si migliora, anzi l'esatto contrario

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, matty95 ha scritto:

La Juventus da 15 prestiti a stagione di calciatori che finiscno l'U17, se invece di darli in prestito fai la U18 hai lo spazio necessario. Non mi sembra complicato da capire.

Poi se voi siete bravissimi a capire subito quale ragazzi usciti dall' U17 diventeranno fortissimi allora va bene, ma tutti i casi dicono il contrario.

Lo stesso Dagraca veniva considerato un brocco lo scorso anno. Mi sembra di aver portato abbastanza tesi sul perché possa risultare utile. Se la vostra tesi dev'essere solo a 17 anni si capisce chi é un fenomeno allora mi sembra una tesi basata sul nulla. Io non ci vedo nulla di male nel dare un anno in più, se per voi é inutile non so cosa dire, non penso che in qualsiasi caso possa mai essere una cosa dannosa che dev'essere bocciata perche fa il male del calcio al massimo non serve a nulla.

P.s sono palesemnte fuori contesto rispetto al calciomercato quindi la chiuderei qui questa discussione

Potrei risponderti che a me non sembra complicato capire che se hai l'u23, non hai spazio per l'u18, evito e cerco di rispondere in maniera rispettosa.


Ogni ragazzo ha il suo percorso. Al netto di eccezioni, fino all'u17 ogni "classe" gioca nel campionato di appartenenza. In u19, la cosa cambia e si procede per bienni. Questo accade perché - tra i vari motivi - tecnicamente a 16 anni un calciatore è compiuto (ciò non vuol dire che non si continui a migliorare, vedi Chiellini a 37 anni), per cui si concede un anno in più in Primavera per iniziare ad adattarsi alle differenze atletiche, tattiche, esperienziali e via dicendo, proprie del "calcio dei grandi".
A quanto pare, quest'anno, la nostra u23 sarà composta - perlopiù - da 2000, 2001 e 2002. I 2003, grazie all'esperienza accumulata l'anno scorso in Primavera, potrebbero essere coinvolti spesso e volentieri in serie C, liberando così spazio per i 2004 che potrebbero essere protagonisti in u19 al primo anno (così come accaduto l'anno scorso ai 2003). I 2005 si giocano il loro campionato under 17. Chi mandiamo in u18?
La risposta a questa domanda la trovano facile le altre società, che hanno scelto per i loro giovani un percorso diverso: hanno scelto di imbottire di integrare l'u19 con i fuori quota, 5 alla volta, metà squadra. Ciò toglie spazio agli u19 che devono "accontentarsi" dell'u18. L'anno scorso, campionato 2020-21, Atalanta, Inter, Roma, Sassuolo, etc, hanno schierato 2003 e persino qualche 2002 in u18. Ovviamente, in u19 avevano 2002 e "qualche" 2001. Noi avevamo in Primavera una base forte di 2003 con qualche 2002 e solo due fuori quota, nemmeno sempre presenti.
La differenza è tutta qui: le altre spingono tutto verso il basso (fuori quota in Primavera; primavera in u18; etc...); noi spingiamo il tutto verso l'alto (u18, esordienti, in Primavera; u19 aggregati in seconda squadra; u23 aggregati in prima squadra). La Juve può sicuramente cambiare strategia e adeguarsi al contesto ma - al momento - il risultato è che non ha spazio per l'u18. [Parere personale: credo che le altre rallentino la crescita dei ragazzi.]

Da Graca era considerato un brocco solo qui sul forum dove giustamente si esprimono opinioni personali ma  - ahinoi! - senza avere la possibilità di osservare e seguire quotidianamente i ragazzi. Per lui, ha funzionato il percorso "tradizionale" ma non è detto che valga per tutti.

Per quanto riguarda i ragazzi in prestito, consideriamo comunque che le società "allevano" decine e decine di ragazzi cui solo alcuni rispettano le aspettative; gli altri vanno giubilati e/o capitalizzati. Le società vivono anche di player trading: un ragazzo che non mostra potenzialità da alta serie A, può comunque costruirsi una carriera invidiabile in squadre minori.
Al momento, ad es., abbiamo ancora sotto tesseramento Gabriele Boloca che lasciava intravedere potenzialità poi ancora non esplose: dovrebbe avere il contratto in scadenza a giugno e spero per lui che riesca ad imporsi in questi prossimi mesi ma la realtà dei fatti è che negli ultimi due anni è stato mandato a Bologna, Monza e in panchina.

A me le generalizzazioni non piacciono granché per cui quando dici "Se la vostra tesi dev'essere solo a 17 anni si capisce chi é un fenomeno allora mi sembra una tesi basata sul nulla. Io non ci vedo nulla di male nel dare un anno in più, se per voi é inutile non so cosa dire", faccio fatica a seguirti; ad ogni modo, se mi indichi dove avrei sostenuto una tesi del genere, mi fai piacere.

P.S.: chiedo venia; probabilmente ho abusato della pazienza un po' di tutti. Scusate.

  • Mi Piace 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Onestamente trovo l'introduzione dell'u18 una * pazzesca, già i nostri ragazzi ( a livello nazionale ) arrivano al calcio professionistico 1/2/3 anni dopo i rispettivi colleghi europei, se ci aggiungi un altro campionato inutile e fine a se stesso non ha minimamente senso!

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, FunnyShmunny ha scritto:

Quindi

 

 

In Francia lo davano l'ufficialità dell'acquisto da parte della Juve un paio di settimane fa. Però effettivamente sul sito della lega vedo ancora zero acquisti per la Juve, a meno che quelli dell'u23 non vengano segnati. Ad esempio non è segnato il difensore che giocava in Austria arrivato da svincolato

Share this post


Link to post
Share on other sites
35 minuti fa, Kucob ha scritto:

In Francia lo davano l'ufficialità dell'acquisto da parte della Juve un paio di settimane fa. Però effettivamente sul sito della lega vedo ancora zero acquisti per la Juve, a meno che quelli dell'u23 non vengano segnati. Ad esempio non è segnato il difensore che giocava in Austria arrivato da svincolato

Cioè chi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
42 minuti fa, Kucob ha scritto:

In Francia lo davano l'ufficialità dell'acquisto da parte della Juve un paio di settimane fa. Però effettivamente sul sito della lega vedo ancora zero acquisti per la Juve, a meno che quelli dell'u23 non vengano segnati. Ad esempio non è segnato il difensore che giocava in Austria arrivato da svincolato

Non è segnato perché non è ufficiale

8 minuti fa, Ousen ha scritto:

Cioè chi?

Muharemovic

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
36 minuti fa, gustavo92 ha scritto:

Non è segnato perché non è ufficiale

Muharemovic

Tutto chiaro grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 ore fa, gustavo92 ha scritto:

Ma Da Graca è cresciuto apposta trovando difficoltà e dovendosi impegnare, idem Chiesa.

Schierarli in un campionato di livello inferiore non li fa crescere, anzi.

Sono molto più formative partite 10 partite in primavera che 20 in Under18.

Diciamo sempre che i campionati primavera non sono competitivi e poi ne creiamo uno nuovo ancora meno competitivo, non ne capisco il senso.

Ma se ne fai 15 in u18 e 10 in primavera qual'é il problema? Non é forse megkio pee gente come Fiumano andare a giocare 15 partite in U18 invece che guardare i compagni tutto l'anno. Non vedo come lo sgomitare in U18 per trovare posto in U19 possa nuocere alla crescita. Chiesa comunque fosse stato un giovane della Juve che tiene solo i migliori 7-8 2003 al 90% sarebbe andato in prestito e non sarebbe rimasto in Primavera.

15 ore fa, juvena ha scritto:

Potrei risponderti che a me non sembra complicato capire che se hai l'u23, non hai spazio per l'u18, evito e cerco di rispondere in maniera rispettosa.


Ogni ragazzo ha il suo percorso. Al netto di eccezioni, fino all'u17 ogni "classe" gioca nel campionato di appartenenza. In u19, la cosa cambia e si procede per bienni. Questo accade perché - tra i vari motivi - tecnicamente a 16 anni un calciatore è compiuto (ciò non vuol dire che non si continui a migliorare, vedi Chiellini a 37 anni), per cui si concede un anno in più in Primavera per iniziare ad adattarsi alle differenze atletiche, tattiche, esperienziali e via dicendo, proprie del "calcio dei grandi".
A quanto pare, quest'anno, la nostra u23 sarà composta - perlopiù - da 2000, 2001 e 2002. I 2003, grazie all'esperienza accumulata l'anno scorso in Primavera, potrebbero essere coinvolti spesso e volentieri in serie C, liberando così spazio per i 2004 che potrebbero essere protagonisti in u19 al primo anno (così come accaduto l'anno scorso ai 2003). I 2005 si giocano il loro campionato under 17. Chi mandiamo in u18?
La risposta a questa domanda la trovano facile le altre società, che hanno scelto per i loro giovani un percorso diverso: hanno scelto di imbottire di integrare l'u19 con i fuori quota, 5 alla volta, metà squadra. Ciò toglie spazio agli u19 che devono "accontentarsi" dell'u18. L'anno scorso, campionato 2020-21, Atalanta, Inter, Roma, Sassuolo, etc, hanno schierato 2003 e persino qualche 2002 in u18. Ovviamente, in u19 avevano 2002 e "qualche" 2001. Noi avevamo in Primavera una base forte di 2003 con qualche 2002 e solo due fuori quota, nemmeno sempre presenti.
La differenza è tutta qui: le altre spingono tutto verso il basso (fuori quota in Primavera; primavera in u18; etc...); noi spingiamo il tutto verso l'alto (u18, esordienti, in Primavera; u19 aggregati in seconda squadra; u23 aggregati in prima squadra). La Juve può sicuramente cambiare strategia e adeguarsi al contesto ma - al momento - il risultato è che non ha spazio per l'u18. [Parere personale: credo che le altre rallentino la crescita dei ragazzi.]

Da Graca era considerato un brocco solo qui sul forum dove giustamente si esprimono opinioni personali ma  - ahinoi! - senza avere la possibilità di osservare e seguire quotidianamente i ragazzi. Per lui, ha funzionato il percorso "tradizionale" ma non è detto che valga per tutti.

Per quanto riguarda i ragazzi in prestito, consideriamo comunque che le società "allevano" decine e decine di ragazzi cui solo alcuni rispettano le aspettative; gli altri vanno giubilati e/o capitalizzati. Le società vivono anche di player trading: un ragazzo che non mostra potenzialità da alta serie A, può comunque costruirsi una carriera invidiabile in squadre minori.
Al momento, ad es., abbiamo ancora sotto tesseramento Gabriele Boloca che lasciava intravedere potenzialità poi ancora non esplose: dovrebbe avere il contratto in scadenza a giugno e spero per lui che riesca ad imporsi in questi prossimi mesi ma la realtà dei fatti è che negli ultimi due anni è stato mandato a Bologna, Monza e in panchina.

A me le generalizzazioni non piacciono granché per cui quando dici "Se la vostra tesi dev'essere solo a 17 anni si capisce chi é un fenomeno allora mi sembra una tesi basata sul nulla. Io non ci vedo nulla di male nel dare un anno in più, se per voi é inutile non so cosa dire", faccio fatica a seguirti; ad ogni modo, se mi indichi dove avrei sostenuto una tesi del genere, mi fai piacere.

P.S.: chiedo venia; probabilmente ho abusato della pazienza un po' di tutti. Scusate.

Guarda che io non sto assolutamente dicendo che sia giusto fare come le alte società. Sto dicendo che la classe 2003 aveva ad esempio tantissimi ottimi prospetti e purtoppo quest'anno in Primavera ne han giocato 4 o forse 5 ma non di più. Alcuni hanno guardato vedi Fiumano altri hanno girato per l'Italia giocando addirittura nella U18 di altre squadre. Io sono d'accorsisismo sul lasciare andare i giocatori del 2000 che hanno completato i due anni in u19 ma per chi esce dall'u17 penso sia utile mantenerne il controllo e darli l'occasione di guadagnarsi una chance. Penso semplicemente che a 17 anni siano difficilmente valutabili e che ci voglia un anno in più. Comunque il caso di Boloca dimostra proprio quello che ho detto, se ne mantieni il controllo e lo avessi fatto giocare in u18 avrebbe fatto peggio alla sua carriera? Secondo me no. Poi giustamente se non dimostra nulla in quei 2 anni di Primavera lo liberi. 

 

Volevo concludere dicendo che mai nessuno ha detto che per I Miretti e Mulazzi non ci debba essere il salto della primavera. Ma per alcuni questo salto non avviene. Per me l'U18 serve per il portiere titolare dell'U17 che in pratica sta sempre fermo un anno a fare il secondo, serve per Fiumano e prima di lui Riccio che passano da fiocare una stagione 300 minuti a quella dopo 2000, ed é capitato spesso per i nostri difensori centrali, serve per far riguadagnare fiducia agli infortunati come Verduci, e serve per tenere in caso giocatori titolari in U17 come Salducco che sono finiti a giocare in u18 al Monza. Per questi può essere utile.

Per questo non vedo come una squadra formato dai 16-17 che uscenti dall'U17 non giocano in Primavera possa nuocere ai nostri giovani.Se poi mi dite che per tutti questi é inutile, siamo allora di opinioni diverse e amen

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, matty95 ha scritto:

Ma se ne fai 15 in u18 e 10 in primavera qual'é il problema? Non é forse megkio pee gente come Fiumano andare a giocare 15 partite in U18 invece che guardare i compagni tutto l'anno. Non vedo come lo sgomitare in U18 per trovare posto in U19 possa nuocere alla crescita. Chiesa comunque fosse stato un giovane della Juve che tiene solo i migliori 7-8 2003 al 90% sarebbe andato in prestito e non sarebbe rimasto in Primavera.

Guarda che io non sto assolutamente dicendo che sia giusto fare come le alte società. Sto dicendo che la classe 2003 aveva ad esempio tantissimi ottimi prospetti e purtoppo quest'anno in Primavera ne han giocato 4 o forse 5 ma non di più. Alcuni hanno guardato vedi Fiumano altri hanno girato per l'Italia giocando addirittura nella U18 di altre squadre. Io sono d'accorsisismo sul lasciare andare i giocatori del 2000 che hanno completato i due anni in u19 ma per chi esce dall'u17 penso sia utile mantenerne il controllo e darli l'occasione di guadagnarsi una chance. Penso semplicemente che a 17 anni siano difficilmente valutabili e che ci voglia un anno in più. Comunque il caso di Boloca dimostra proprio quello che ho detto, se ne mantieni il controllo e lo avessi fatto giocare in u18 avrebbe fatto peggio alla sua carriera? Secondo me no. Poi giustamente se non dimostra nulla in quei 2 anni di Primavera lo liberi. 

 

Volevo concludere dicendo che mai nessuno ha detto che per I Miretti e Mulazzi non ci debba essere il salto della primavera. Ma per alcuni questo salto non avviene. Per me l'U18 serve per il portiere titolare dell'U17 che in pratica sta sempre fermo un anno a fare il secondo, serve per Fiumano e prima di lui Riccio che passano da fiocare una stagione 300 minuti a quella dopo 2000, ed é capitato spesso per i nostri difensori centrali, serve per far riguadagnare fiducia agli infortunati come Verduci, e serve per tenere in caso giocatori titolari in U17 come Salducco che sono finiti a giocare in u18 al Monza. Per questi può essere utile.

Per questo non vedo come una squadra formato dai 16-17 che uscenti dall'U17 non giocano in Primavera possa nuocere ai nostri giovani.Se poi mi dite che per tutti questi é inutile, siamo allora di opinioni diverse e amen

Ma in realtà Fiumano di partite ne ha giocate, poi ha saltato il finale di stagione per 2 infortuni consecutivi.

Quelli che finiscono in prestito sono giocatori su cui la società ha

Nzouango, Turicchia, Mulazzi, Omic, Pisapia, Miretti, Iling, Soule, Chibozo, Bonetti, Cerri, i nostri 2003 hanno trovato eccome spazio in U19, altro che 4/5.

Chiesa sicuramente sarebbe rimasto, altro che cessione in prestito.

Chi va via in prestito è colui su cui la società non punta più.

Tenere un' U18 in cui mettere i ragazzi su cui non punti non ha alcun senso né per noi né per loro.

 

Mettere davanti alla realtà dei ragazzi che si sono sempre sentiti titolari e che invece in primavera si ritrovano panchinari e a dover lottare per trovare spazio in campo, gli fa solo che bene.

Non si cresce mettendoli a loro agio, tranquillo che se non sei abbastanza bravo la domenica giochi comunque con l'U18, no.

Devi sudarti il posto, devi lottare, la primavera è il primo vero passo verso il professionismo e devono imparare che per scendere in campo devono lottare e dare il 100% in allenamento.

Non ci vedo nulla di male nel lasciare un 18enne in panchina se non merita di giocare.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
48 minuti fa, gustavo92 ha scritto:

Ma in realtà Fiumano di partite ne ha giocate, poi ha saltato il finale di stagione per 2 infortuni consecutivi.

Quelli che finiscono in prestito sono giocatori su cui la società ha

Nzouango, Turicchia, Mulazzi, Omic, Pisapia, Miretti, Iling, Soule, Chibozo, Bonetti, Cerri, i nostri 2003 hanno trovato eccome spazio in U19, altro che 4/5.

Chiesa sicuramente sarebbe rimasto, altro che cessione in prestito.

Chi va via in prestito è colui su cui la società non punta più.

Tenere un' U18 in cui mettere i ragazzi su cui non punti non ha alcun senso né per noi né per loro.

 

Mettere davanti alla realtà dei ragazzi che si sono sempre sentiti titolari e che invece in primavera si ritrovano panchinari e a dover lottare per trovare spazio in campo, gli fa solo che bene.

Non si cresce mettendoli a loro agio, tranquillo che se non sei abbastanza bravo la domenica giochi comunque con l'U18, no.

Devi sudarti il posto, devi lottare, la primavera è il primo vero passo verso il professionismo e devono imparare che per scendere in campo devono lottare e dare il 100% in allenamento.

Non ci vedo nulla di male nel lasciare un 18enne in panchina se non merita di giocare.

Chiaramente nei 2003 non contavo quelli comprati quest'anno ma quelli che son saliti dall' U17.

Con questo discorso allora che senso ha l'U23?  Li mandi a sgomitare per  qualche spezzone in A in un campionato più competitivo perché é più allenante.

Il discorso é uguale.

Comunque in qualsiasi caso, la Juventus farà giocare la gente che di solito da in prestito quindi non vedo proprio perché tutto questo astio, verso una cosa che al massimo non servirà a nulla ma che male non puo fare.

 

P.s Chiesa il primo anno di Primavera ha giocato 200 minuti, non vedo come noi con tutti gli acquisti che facciamo per la Primavera ogni anno ci saremmo tenuti uno che era a tutti gli effetti una riserva anche in U17. Negli anni abbiamo lasciato partire giocatore Nazionali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

– Doppio colpo della Juventus per il suo settore giovanile. Per rinforzare la nuova squadra Under15 della prossima stagione, il club bianconero si sta muovendo con decisione sul mercato nazionale alla ricerca di nuovi talenti da portare a Torino. Tra questi ci saranno due ragazzi provenienti dal Sudtirol: Siaka Diallo Khallouki e Jeremiah Yamoah.

Siaka Diallo Khallouki è un centrocampista classe 2007 nato in Costa d’Avorio e arrivato in Italia all’età di 9 anni. Da 4 stagioni milita nelle giovanili del Sudtirol e lì è stato notato dalla Juventus che nei mesi scorsi lo ha portato a Vinovo per un provino. Una prova che ha convinto ulteriormente gli osservatori bianconeri che hanno deciso di tesserarlo.

Jeremiah Yamoah è invece un attaccante classe 2007Nato a Bolzano da papà ghanese e mamma nigeriana, ha iniziato fin da piccolo a giocare a calcio presso l’Oltrisarco Juventus Club, per poi passare all’età di 12 anni al Sudtirol. Dopo 2 stagioni nella formazione altoatesina arriva quindi il trasferimento alla Juventus che, dopo una serie di provini ha deciso di puntare forte anche su questo giovanissimo prospetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, matty95 ha scritto:

Chiaramente nei 2003 non contavo quelli comprati quest'anno ma quelli che son saliti dall' U17.

Con questo discorso allora che senso ha l'U23?  Li mandi a sgomitare per  qualche spezzone in A in un campionato più competitivo perché é più allenante.

Il discorso é uguale.

Comunque in qualsiasi caso, la Juventus farà giocare la gente che di solito da in prestito quindi non vedo proprio perché tutto questo astio, verso una cosa che al massimo non servirà a nulla ma che male non puo fare.

 

P.s Chiesa il primo anno di Primavera ha giocato 200 minuti, non vedo come noi con tutti gli acquisti che facciamo per la Primavera ogni anno ci saremmo tenuti uno che era a tutti gli effetti una riserva anche in U17. Negli anni abbiamo lasciato partire giocatore Nazionali.

Anche contando solo quelli non arrivati quest' anno, parliamo di 9 giocatori (solo Iling e Nzouango sono arrivati quest'anno).

 

Un progetto che non serve a nulla fa perdere, tempo, soldi e denaro, a noi e ai ragazzi.

Sarebbe molto più utile investire soldi in Accademie in paesi stranieri o in scuole calcio su altri territori regionali per potersi accaparrare i migliori u13 nazionali.

 

Continui a portare l'esempio di Chiesa, ti rendi conto che Chiesa, trovando difficoltà in primavera, è diventato quello che è anche grazie alle difficoltà incontrate?

Da Graca ha incontrato difficoltà il primo anno, lo abbiamo ceduto? No.

Grazie a queste difficoltà è maturato ed è arrivato ad esordire in prima squadra.

 

Il discorso su "mandiamoli in serie a allora" non ha alcun senso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
40 minuti fa, gustavo92 ha scritto:

Anche contando solo quelli non arrivati quest' anno, parliamo di 9 giocatori (solo Iling e Nzouango sono arrivati quest'anno).

 

Un progetto che non serve a nulla fa perdere, tempo, soldi e denaro, a noi e ai ragazzi.

Sarebbe molto più utile investire soldi in Accademie in paesi stranieri o in scuole calcio su altri territori regionali per potersi accaparrare i migliori u13 nazionali.

 

Continui a portare l'esempio di Chiesa, ti rendi conto che Chiesa, trovando difficoltà in primavera, è diventato quello che è anche grazie alle difficoltà incontrate?

Da Graca ha incontrato difficoltà il primo anno, lo abbiamo ceduto? No.

Grazie a queste difficoltà è maturato ed è arrivato ad esordire in prima squadra.

 

Il discorso su "mandiamoli in serie a allora" non ha alcun senso.

Soule non ha mai giocato in u17.

Chiesa ha avuto l'opportunità in una squadra piccola, da noi non l'avrebbe avuto semplice. 

Paghiamo lo stipendio a Pinsoglio e il problema sarebbe spendere per delle trasferte. Dai non ha senso questo discorso dello spreco di risorse, l'U18 mica ti impedisce di avere tutte le altre cose. Ai ragazzi non puoi dirmi che fa perdere tempo, non puoi dirmi che sia meglio farsi un anno in prestito in una altra u18 e poi ritornare da noi, oppure che il portiere a stare un anno fermo ne giova. É contro ogni logica. Vendessimo sempre gli U17 é un senso, ma noi li diamo in prestito ad altre primavere, questo si che fa perdere tempo.

Il discorso della Serie A é per dire se va bene che sgomitino allora che senso ha farli fare campionato in cui sono tutelati come l'U23? É la stessa cosa questa.

 

Detto questo fa piacere confrontarsi, date le opinioni diverse non arriveremo mai ad una soluzione. Godiamoci U23 e U19 e se ne verrà qualcosa di buono l'U18. 

É stato un piacere conforntarsi, Buona giornata ad entrambi. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, matty95 ha scritto:

Soule non ha mai giocato in u17.

Chiesa ha avuto l'opportunità in una squadra piccola, da noi non l'avrebbe avuto semplice. 

Paghiamo lo stipendio a Pinsoglio e il problema sarebbe spendere per delle trasferte. Dai non ha senso questo discorso dello spreco di risorse, l'U18 mica ti impedisce di avere tutte le altre cose. Ai ragazzi non puoi dirmi che fa perdere tempo, non puoi dirmi che sia meglio farsi un anno in prestito in una altra u18 e poi ritornare da noi, oppure che il portiere a stare un anno fermo ne giova. É contro ogni logica. Vendessimo sempre gli U17 é un senso, ma noi li diamo in prestito ad altre primavere, questo si che fa perdere tempo.

Il discorso della Serie A é per dire se va bene che sgomitino allora che senso ha farli fare campionato in cui sono tutelati come l'U23? É la stessa cosa questa.

 

Detto questo fa piacere confrontarsi, date le opinioni diverse non arriveremo mai ad una soluzione. Godiamoci U23 e U19 e se ne verrà qualcosa di buono l'U18. 

É stato un piacere conforntarsi, Buona giornata ad entrambi. 

 

Non ha giocato in U17 per colpa del Covid.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 19/7/2021 Alle 09:51, juvena ha scritto:

 

 

La Juve, avendo l'u23, semplicemente non ha spazio per l'u18.

La soluzione non può essere schierare gli u18 perché li schieriamo in u19 e non può essere mandare l'u17 perché questi ragazzi devono poter completare il loro percorso partecipando all'u17. Figuriamoci quest'anno in cui sembra che l'u23 sarà ancora più giovane. Semplicemente non c'è spazio per l'u18.

Dovranno tenersi tutti quei ragazzi che di solito dopo l'U17 vanno in prestito. I primi che mi vengono in mente negli ultimi anni sono Brentan Lamanna e Zanchetta, tutti 2002 dati in prestito e poi venduti dopo l'U17.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 ore fa, juvena ha scritto:

Potrei risponderti che a me non sembra complicato capire che se hai l'u23, non hai spazio per l'u18, evito e cerco di rispondere in maniera rispettosa.


Ogni ragazzo ha il suo percorso. Al netto di eccezioni, fino all'u17 ogni "classe" gioca nel campionato di appartenenza. In u19, la cosa cambia e si procede per bienni. Questo accade perché - tra i vari motivi - tecnicamente a 16 anni un calciatore è compiuto (ciò non vuol dire che non si continui a migliorare, vedi Chiellini a 37 anni), per cui si concede un anno in più in Primavera per iniziare ad adattarsi alle differenze atletiche, tattiche, esperienziali e via dicendo, proprie del "calcio dei grandi".
A quanto pare, quest'anno, la nostra u23 sarà composta - perlopiù - da 2000, 2001 e 2002. I 2003, grazie all'esperienza accumulata l'anno scorso in Primavera, potrebbero essere coinvolti spesso e volentieri in serie C, liberando così spazio per i 2004 che potrebbero essere protagonisti in u19 al primo anno (così come accaduto l'anno scorso ai 2003). I 2005 si giocano il loro campionato under 17. Chi mandiamo in u18?
La risposta a questa domanda la trovano facile le altre società, che hanno scelto per i loro giovani un percorso diverso: hanno scelto di imbottire di integrare l'u19 con i fuori quota, 5 alla volta, metà squadra. Ciò toglie spazio agli u19 che devono "accontentarsi" dell'u18. L'anno scorso, campionato 2020-21, Atalanta, Inter, Roma, Sassuolo, etc, hanno schierato 2003 e persino qualche 2002 in u18. Ovviamente, in u19 avevano 2002 e "qualche" 2001. Noi avevamo in Primavera una base forte di 2003 con qualche 2002 e solo due fuori quota, nemmeno sempre presenti.
La differenza è tutta qui: le altre spingono tutto verso il basso (fuori quota in Primavera; primavera in u18; etc...); noi spingiamo il tutto verso l'alto (u18, esordienti, in Primavera; u19 aggregati in seconda squadra; u23 aggregati in prima squadra). La Juve può sicuramente cambiare strategia e adeguarsi al contesto ma - al momento - il risultato è che non ha spazio per l'u18. [Parere personale: credo che le altre rallentino la crescita dei ragazzi.]

Da Graca era considerato un brocco solo qui sul forum dove giustamente si esprimono opinioni personali ma  - ahinoi! - senza avere la possibilità di osservare e seguire quotidianamente i ragazzi. Per lui, ha funzionato il percorso "tradizionale" ma non è detto che valga per tutti.

Per quanto riguarda i ragazzi in prestito, consideriamo comunque che le società "allevano" decine e decine di ragazzi cui solo alcuni rispettano le aspettative; gli altri vanno giubilati e/o capitalizzati. Le società vivono anche di player trading: un ragazzo che non mostra potenzialità da alta serie A, può comunque costruirsi una carriera invidiabile in squadre minori.
Al momento, ad es., abbiamo ancora sotto tesseramento Gabriele Boloca che lasciava intravedere potenzialità poi ancora non esplose: dovrebbe avere il contratto in scadenza a giugno e spero per lui che riesca ad imporsi in questi prossimi mesi ma la realtà dei fatti è che negli ultimi due anni è stato mandato a Bologna, Monza e in panchina.

A me le generalizzazioni non piacciono granché per cui quando dici "Se la vostra tesi dev'essere solo a 17 anni si capisce chi é un fenomeno allora mi sembra una tesi basata sul nulla. Io non ci vedo nulla di male nel dare un anno in più, se per voi é inutile non so cosa dire", faccio fatica a seguirti; ad ogni modo, se mi indichi dove avrei sostenuto una tesi del genere, mi fai piacere.

P.S.: chiedo venia; probabilmente ho abusato della pazienza un po' di tutti. Scusate.

basta tenersi quei 10/15 exU17 che di solito regali

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, matty95 ha scritto:

 

Il discorso della Serie A é per dire se va bene che sgomitino allora che senso ha farli fare campionato in cui sono tutelati come l'U23? É la stessa cosa questa.



Non è minimamente paragonabile la differenza di livello che c'è tra U17 e Primavera con quella che c'è tra Primavera e prima squadra (della Juve poi...). Devono obbligare le seconde squadre, non le U18 che non servono a niente. Anzi, io metterei proprio la Primavera con il limite di età U18, con i fuoriquota U19, poi seconde squadre per tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Bertok ha scritto:

Non è minimamente paragonabile la differenza di livello che c'è tra U17 e Primavera con quella che c'è tra Primavera e prima squadra (della Juve poi...). Devono obbligare le seconde squadre, non le U18 che non servono a niente. Anzi, io metterei proprio la Primavera con il limite di età U18, con i fuoriquota U19, poi seconde squadre per tutti.

Anche io farei così! 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.