Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Recommended Posts

Kissinger: “Usa dovrebbero dividere la Cina dalla Russia”
«La Russia continuerà a combattere in Ucraina finché il conflitto consumerà così tante sue risorse e capacità militari che il Paese rischierà di perdere il suo status di grande potenza», afferma Henry Kissinger. L'ex segretario di Stato mette in guardia gli Usa dal prendere una «posizione antagonistica» sia contro la Russia che la Cina perché ciò potrebbe portare i due Paesi a diventare ancora più vicini

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, SuperTalismano ha scritto:

Dei compromessi che si fanno per la pace

Tipo quello che si è fatto con i talebani

Se gli americani hanno trattato con gente come i talebani (riconoscendoli di fatto nel 2020 con un trattato in cui affermano che il controllo dell'Afghanistan appartiene all'Emirato Islamico) possono farlo pure con Putin (se ne hanno la volontà politica)

 

Tanto la Crimea è russa e questo non cambierà (il primo che lo sa è Zelensky, che infatti comincia a preparare la sua opinione pubblica all'inevitabile), impuntarsi su questa questione è inutile, serve solo a mettere un dito nell'occhio di Putin e ad irrigidirlo ulteriormente

Ma infatti. Mi pare ovvio che se si vuole costruire la pace, tutta la comunità internazionale dovrà adoperarsi affinché Ucraini e Russi trovino un qualche accordo di compromesso in cui ciascuno cederà qualcosa per ottenere qualcos'altro in cambio. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Attacco hacker russi a siti Italia, anche Difesa e Senato

 

Un attacco informatico a diversi siti italiani, tra cui quello del Senato e della Difesa, è in corso da parte di hacker russi.

 

L'attacco, rivendicato dal collettivo filo russo 'Killnet', secondo quanto si apprende non avrebbe al momento compromesso le infrastrutture ma starebbe rendendo complicato l'accesso ai diversi siti. 

Su Telegram il collettivo ha pubblicato una serie di indirizzi che sarebbero stati violati, con l'indicazione "attacco all'Italia".

 

Nell'elenco compaiono, oltre a Senato e Difesa, Scuola alti studi di Lucca, Istituto superiore di Sanità, Banca Compass, Infomedix (una società di servizi alle aziende) e l'Aci.
 
ANSA

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 ore fa, effe1986 ha scritto:

 

 

 

 

ma qualcuno di voi veramente si aspettava che la comunità internazionale riconoscesse la conquista di territori di uno stato sovrano con la forza?

Questa invasione è uno spartiacque: se la comunità internazionale non si mostra ferma e decisa a condannare vita natural durante quello che sta succedendo da domani ogni stato (a partire dalla cina con Taiwan) si sentirà autorizzato ad usare la forza per risolvere le controversie internazionali. 

 

Ma di cosa stiamo parlando ? 

ok. ne riparliamo tra un mesetto. draghi oggi finalmente è tornato il draghi che conosco. il passaggio su golia come lo vedi? ottimo draghi. chi nasce tondo non può morire quadrato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Granpasso ha scritto:

Ma infatti. Mi pare ovvio che se si vuole costruire la pace, tutta la comunità internazionale dovrà adoperarsi affinché Ucraini e Russi trovino un qualche accordo di compromesso in cui ciascuno cederà qualcosa per ottenere qualcos'altro in cambio. 

E la Russia cosa dovrebbe cedere, di grazia? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
45 minuti fa, effe1986 ha scritto:

E la Russia cosa dovrebbe cedere, di grazia? 

Il Donbass

Un accordo potrebbe essere la liberazione dei territori occupati dai filorussi nel Donbass (magari con una promessa ucraina di riconoscere una specie di statuto speciale a quelle regioni) in cambio del riconoscimento della Crimea

E l'accesso anticipato all'UE degli ucraini in cambio dell'impegno scritto di Zelensky di non entrare mai nella NATO, oltre che l'accettazione da parte russa di garanzie (da parte di paesi occidentali) dell'integrità ucraina (cioè truppe di interposizione tra confine russo e ucraino, come per esempio un contingente turco)

 

Questo potrebbe essere un accordo fattibile ad oggi (cioè in un momento in cui i russi sono in difficoltà, e non sono ancora riusciti nemmeno ad assicurarsi tutto il Donbass)

Ovviamente se la situazione cambia, tipo sfondamento russo nel Donbass oppure controffensiva ucraina a Kherson, cambia il peso nel negoziato (ma come ha detto Draghi, deve essere Zelensky a stabilire il suo obiettivo e fin dove spingersi, sapendo però che adesso tratta da una posizione di relativa forza, fra due mesi non si sa)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, SuperTalismano ha scritto:

Il Donbass

Un accordo potrebbe essere la liberazione dei territori occupati dai filorussi nel Donbass (magari con una promessa ucraina di riconoscere una specie di statuto speciale a quelle regioni) in cambio del riconoscimento della Crimea

E l'accesso anticipato all'UE degli ucraini in cambio dell'impegno scritto di Zelensky di non entrare mai nella NATO, oltre che l'accettazione da parte russa di garanzie (da parte di paesi occidentali) dell'integrità ucraina (cioè truppe di interposizione tra confine russo e ucraino, come per esempio un contingente turco)

 

Questo potrebbe essere un accordo fattibile ad oggi (cioè in un momento in cui i russi sono in difficoltà, e non sono ancora riusciti nemmeno ad assicurarsi tutto il Donbass)

Ovviamente se la situazione cambia, tipo sfondamento russo nel Donbass oppure controffensiva ucraina a Kherson, cambia il peso nel negoziato (ma come ha detto Draghi, deve essere Zelensky a stabilire il suo obiettivo e fin dove spingersi, sapendo però che adesso tratta da una posizione di relativa forza, fra due mesi non si sa)

 

Io non credo che questa situazione vada bene alla Russia che andrebbe a peggiorare la situazione pre Guerra. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, effe1986 ha scritto:

Io non credo che questa situazione vada bene alla Russia che andrebbe a peggiorare la situazione pre Guerra. 

La peggiorerebbe dal punto di vista dei territori occupati (cioè perderebbe il controllo diretto su Lugansk e Donetsk), ma otterrebbe (sempre nell'ipotesi del messaggio precedente) il riconoscimento dell'annessione della Crimea e soprattutto la sicurezza che per qualche decennio l'Ucraina non potrà entrare nella NATO, due cose che prima della guerra non aveva

 

E' ovvio che se la trattativa si svolge adesso, i russi potranno ottenere poco più di questo secondo me (sul campo hanno preso poco, quindi poco sarebbe al momento il loro peso negoziale), per questo Zelensky e l'occidente devono fare uno sforzo per trattare ora, perché oggi i russi sono in una situazione complessa (a nord est addirittura ora sono i villaggi russi a Belgorod ad essere bombardati dall'artiglieria ucraina), tra due mesi potrebbero pure aver "imparato" a combattere questa guerra ed essere in grado di ottenere maggiori conquiste

IMHO

Share this post


Link to post
Share on other sites

L’analisi in tv A Sessanta minuti è addirittura andata in onda una confessione vera e propria, fuggita dal senno del colonnello in pensione Mikhail Khodaryonok, un eroe di guerra. «Dobbiamo ammettere che anche la mobilitazione generale non aiuterebbe a uscire da questa situazione, perché mandare ragazzi muniti di armi vecchie come le nostre a combattere una guerra del ventunesimo secolo contro un esercito equipaggiato dalla Nato, non è la cosa giusta da fare». 

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 ore fa, SuperTalismano ha scritto:

Il Donbass

Un accordo potrebbe essere la liberazione dei territori occupati dai filorussi nel Donbass (magari con una promessa ucraina di riconoscere una specie di statuto speciale a quelle regioni) in cambio del riconoscimento della Crimea

E l'accesso anticipato all'UE degli ucraini in cambio dell'impegno scritto di Zelensky di non entrare mai nella NATO, oltre che l'accettazione da parte russa di garanzie (da parte di paesi occidentali) dell'integrità ucraina (cioè truppe di interposizione tra confine russo e ucraino, come per esempio un contingente turco)

 

Questo potrebbe essere un accordo fattibile ad oggi (cioè in un momento in cui i russi sono in difficoltà, e non sono ancora riusciti nemmeno ad assicurarsi tutto il Donbass)

Ovviamente se la situazione cambia, tipo sfondamento russo nel Donbass oppure controffensiva ucraina a Kherson, cambia il peso nel negoziato (ma come ha detto Draghi, deve essere Zelensky a stabilire il suo obiettivo e fin dove spingersi, sapendo però che adesso tratta da una posizione di relativa forza, fra due mesi non si sa)

 

Il negoziato meno probabile per me. 

Tralasciando la parte più ideologica propagandastica russa, sulla protezione dei filorussi, quella zona gli interessa parecchio sia a livello economico che geomorfologico,strategico. 

 

 

Magari, se non ci fosse stato l'interesse da parte dei paesi nordici di ingresso nella nato, avrebbero potuto trattare su questo. 

Ovvero, ingresso nato dell 'Ucraina ma le zone donbass a cuscinetto. 

 

Ma con la Finlandia probabilmente nella nato, questa opzione la vedo bruciata. 

 

Poi comunque, tutto dipende dal terreno. 

Chi è in posizione di forza durante la guerra, chiede di più. 

 

Che sia per Ucraini o russi. 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quoto

Ucraina, Medvedev avverte: "Basta armi a Kiev, si rischia guerra nucleare"

 

"Riempire l'Ucraina di armi dei Paesi Nato, addestrare le sue truppe all'uso di equipaggiamenti occidentali, schierare mercenari e tenere esercitazioni ai confini aumenta la probabilità di un conflitto aperto e diretto tra Russia e Nato".

Lo ha detto il vice presidente del Consiglio di sicurezza russo Dmitry Medvedev, secondo quanto riportano Tass e Interfax, aggiungendo che "un simile conflitto ha sempre il rischio di trasformarsi in una guerra nucleare totale. Sarebbe uno scenario disastroso per tutti".

 

ANSA

Dichiarazioni di ieri passate quasi sotto silenzio visto che ormai da Mosca sembrano un disco rotto in tal senso...

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Sylar 87 ha scritto:

Dichiarazioni di ieri passate quasi sotto silenzio visto che ormai da Mosca sembrano un disco rotto in tal senso...

Mah, sotto silenzio non mi pare. Ieri era su tutti i siti ed oggi su tutti i giornali. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nato: Erdogan, adesione Svezia e Finlandia sarebbe un errore

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha affermato che la Turchia non ha "un'opinione positiva" sull'adesione di Finlandia e Svezia alla Nato e ha accusato i Paesi scandinavi di ospitare militanti curdi fuorilegge."Non abbiamo un'opinione positiva" sull'adesione all'Alleanza, ha detto alla stampa il leader turco, "i Paesi scandinavi sono come una pensione per le organizzazioni terroristiche". Erdogan ha poi spiegato di "non volere che si ripeta lo stesso errore commesso con l'adesione della Grecia"

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Granpasso ha scritto:

Mah, sotto silenzio non mi pare. Ieri era su tutti i siti ed oggi su tutti i giornali. 

Ho scritto "quasi" infatti. Giornali, tv e siti è normale che riportino le dichiarazioni però stavolta ho percepito meno "clamore" rispetto ai giorni scorsi quando ne sono uscite di simili. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, SuperTalismano ha scritto:

Nato: Erdogan, adesione Svezia e Finlandia sarebbe un errore

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha affermato che la Turchia non ha "un'opinione positiva" sull'adesione di Finlandia e Svezia alla Nato e ha accusato i Paesi scandinavi di ospitare militanti curdi fuorilegge."Non abbiamo un'opinione positiva" sull'adesione all'Alleanza, ha detto alla stampa il leader turco, "i Paesi scandinavi sono come una pensione per le organizzazioni terroristiche". Erdogan ha poi spiegato di "non volere che si ripeta lo stesso errore commesso con l'adesione della Grecia"

E questo dimostra, essendo necessaria l'unanimità dei membri Nato per ratificare un nuovo ingresso, quanto sia stato strumentalizzato l'ipotetico imminente ingresso dell'Ucraina nell'alleanza.

Ingresso che non solo non era imminente, ma che nemmeno era un dossier sui tavoli occidentali al momento dell'invasione.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Nepali Me ha scritto:

E questo dimostra, essendo necessaria l'unanimità dei membri Nato per ratificare un nuovo ingresso, quanto sia stato strumentalizzato l'ipotetico imminente ingresso dell'Ucraina nell'alleanza.

Ingresso che non solo non era imminente, ma che nemmeno era un dossier sui tavoli occidentali al momento dell'invasione.

 

Putin voleva le ricchezze del Donbass e un corridoio tra il donbass e la Crimea, dal quale si può controllare anche le forniture di acqua della Crimea. 

 

Tutto il resto, nazisti, minacce, nato, USA, occidente, etc etc sono balle per allocchi che ci vogliono cascare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, effe1986 ha scritto:

Putin voleva le ricchezze del Donbass e un corridoio tra il donbass e la Crimea, dal quale si può controllare anche le forniture di acqua della Crimea. 

 

Tutto il resto, nazisti, minacce, nato, USA, occidente, etc etc sono balle per allocchi che ci vogliono cascare. 

Che ci sia un interesse economico/territoriale diretto e indiretto dietro le guerre, qualsiasi guerra, è ovvio. 

 

Io però non sottovalutarei l'aspetto ideologico,politico, sociale e religioso, quindi culturale che di fatto sancisce da sempre una differenziazione netta tra occidente e russi. Loro vedono il nazismo come un prodotto della cultura occidentale moderna, e di fatto lo è, e non hanno mai dimenticato o forse perdonato a loro stessi  il fatto che i tedeschi 80 anni fa sono arrivati di fatto ad invadere tutte le repubbliche sovietiche europee fino all'ucraina. 

Quello che di fondo è sbagliato, è pensare che alla base del liberalismo occidentale, ci siano ancora quei principi alla base del nazional socialismo. Loro hanno paura di questo, perché di fatto sanno già di essere una cultura decadente da ormai un secolo. Il muro di Berlino è stato uno slogan che lo stesso occidente ha usato per pubblicizzare il suo liberalismo, e dire al mondo:"vedete, noi non abbiamo bisogno di costruire muri per contenere i nostri cittadini Chi vuole andare dall'altra parte, è libero di farlo e magari anche di ritornare." 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, effe1986 ha scritto:

Putin voleva le ricchezze del Donbass e un corridoio tra il donbass e la Crimea, dal quale si può controllare anche le forniture di acqua della Crimea

 

Tutto il resto, nazisti, minacce, nato, USA, occidente, etc etc sono balle per allocchi che ci vogliono cascare. 

Però se avesse voluto solo questo, si sarebbe già fermato (visto che il corridoio ora l'ha creato, e il Donbass lo possiede in gran parte, e probabilmente i separatisti arriveranno a conquistare completamente i due oblast nelle prossime settimane)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 13/5/2022 Alle 21:08, Sylar 87 ha scritto:

Ho scritto "quasi" infatti. Giornali, tv e siti è normale che riportino le dichiarazioni però stavolta ho percepito meno "clamore" rispetto ai giorni scorsi quando ne sono uscite di simili. 

Ormai sono una barzelletta, non gli crede più nessuno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 ore fa, SuperTalismano ha scritto:

Però se avesse voluto solo questo, si sarebbe già fermato (visto che il corridoio ora l'ha creato, e il Donbass lo possiede in gran parte, e probabilmente i separatisti arriveranno a conquistare completamente i due oblast nelle prossime settimane)

 

Voleva questo, e voleva mettere in ginocchio l'Ucraina azzerando le capacità militari, e bloccando lo sbocco sul mare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 ore fa, effe1986 ha scritto:

Voleva questo, e voleva mettere in ginocchio l'Ucraina azzerando le capacità militari, e bloccando lo sbocco sul mare. 

concordo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

«Bomba con un missile Satana». È la provocazione della giornalista russa Yuliya Vityazeva che, su Twitter, ha invitato a fare esplodere con un missile il Pala Olympic Arena di Torino, dove si è svolta la finale di Eurovision. Vityazeva, fervente sostenitrice di Putin, conduce un talk-show in onda su Russia-1, la televisione nazionale russa. La 66ª edizione di Eurovision è stata vinta dalla band ucraina Kalush Orchestra con la canzone Stefania, dedicata alla mamma del leader del gruppo, Oleg Psiuk.

Il nome di Yuliya Vityazeva è conosciuto anche in Italia: ospite del programma di Paolo Del Debbio Dritto e Rovescio , aveva fatto discutere per le sue affermazioni («È dal 2014 che Kiev uccide le persone pacifiche nel Donbass. Adesso sta richiedendo più armi per che cosa? Per uccidere le persone»). Vitazyeva è stata anche ospite di Giovanni Floris, a DiMartedì e da Lilli Gruber a Otto e Mezzo.fonte corsera

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per capire meglio

  • le reali dinamiche di una escalation nucleare, coi suoi rischi
  • le dottrine, quindi le filosofie di impiego, dello strumento nucleare da parte delle potenze mondiali
  • perché esiste concretamente il rischio di un potenziale utilizzo di questi strumenti in Ucraina
  • su quali basi si è fondato l'equilibrio nucleare nel dopoguerra, e perché ora sarebbe messo in discussione

Il tutto spiegato in modo semplice, sintetico e di facile comprensione, pulito il più possibile da interpretazioni politiche o propagandistiche di ambo le parti,
consiglio vivamente ai fruitori del topic di spendere una mezz'oretta nell'ascoltare l'intervento di Germano Dottori per Limes
 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ministro difesa russo: "Aperto corridoio umanitario Azovstal"

Il ministro della difesa russo Sergej Shoigu: "È stato aperto un corridoio umanitario all'acciaieria Azovstal"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma secondo voi, se esistono, perché i Russi non spediscono 2 o 3 Kinzhal o Zircon su questa benedetta acciaieria che ormai tolti i bunker non ha più nulla e la fanno finita? 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.