Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Eugenio Canfari

Utenti
  • Content count

    8,847
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

Eugenio Canfari last won the day on March 26 2021

Eugenio Canfari had the most liked content!

Community Reputation

4,906 Guru

2 Followers

About Eugenio Canfari

  • Rank
    Moriremo Tutti
  • Birthday March 19

Contatti

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno

Recent Profile Visitors

8,892 profile views
  1. A parte che la teoria della "ragazzata" la stiamo presupponendo noi in base alla difesa di Gaetano ( e che poteva dire, del resto?) ricordate che non è così automatico finire sotto inchiesta: qualcuno ha segnalato la cosa alla procura e se l'hanno segnalato evidentemente c'erano dubbi che non potesse essere solo una battuta di spirito. Guardate la pena: due giornate di squalifica sono niente; sono un coppino sul collo per insegnare a non fare il cretino su queste cose. Poi ad essere malfidato potrei dire che la squadra di appartenenza del giocatore è vista spesso con occhio benevolo dalla procura, in altre occasioni senza lo straccio di una prova sono volati i sei mesi di squalifica solo per il vago coinvolgimento di un allenatore.
  2. Dai, per una volta che non hanno inventato niente
  3. Il carretto dello sport, il mitico scottex diretto da Ivan "amicovero" Zazzaroni, soffre di invidia per l'alto livello di giornalismo offerto dalla rosetta e decide di piazzare lo scoop: in prima pagina titola "Juve, la stoccata di Max al francese agita la festa di Villar Perosa: ALLEGRI A POGBA- CI LASCI A PIEDI- "Non si opera? non giudico ma lo stop è un problema" In genere la competizione porta a risultati migliori, tra questi luminari sembra un lancio col paracadute: fanno a gara su chi arriva per primo a schiantarsi al suolo
  4. Ricorderò in eterno l'episodio visto con i miei occhi nei primi anni 80 quando al bar un tizio disse: "datemi retta: Causio è finito. E' un cadavere ormai, fuori dalle balle". Quando riuscì a rialzarsi da solo uno gli fece "dammi retta, fai una scappata al pronto soccorso che non è normale svenire per un solo ceffone"
  5. Esatto: può piacere come non può piacere come capitano ma ad oggi è lui ed amen. Quello che conta è un gesto meraviglioso per un grande campione del passato come il Signor Beppe Furino. Felicissimo di averlo potuto rivedere a bordo campo in una giornata di festa.
  6. Eugenio Canfari

    Juventus - Juventus U23 2-0, commenti post partita

    Furbissimi, come ogni anno.
  7. Considerando come scrivono a me stupisce enormemente la "discrezione" relativa al tristissimo caso di Manolo Portanova, coinvolto in un caso di violenza sessuale di gruppo ma raramente citato come ex giocatore della Juventus.
  8. Eugenio Canfari

    Liam Brady in visita alla Juventus

    Andammo a Londra per giocare contro l'Arsenal, in un periodo dove andare in Inghilterra significava giocare per una sconfitta col minimo scarto da ribaltare col ritorno in casa. Boniperti contattò il suo amico Peronace, che in Inghilterra era di casa per chiedere chi c'era da curare in maniera particolare e il buon Gigi gli disse: "Brady. Gioca a centrocampo ma se gira lui gira tutta la squadra". Trapattoni organizzò un catenaccione epico, limitò le giocate di Liam e portammo a casa un pareggio per 1-1 che prometteva arcobaleni e prati in fiore. Segnò subito Cabrini e l'Arsenal, apparso ben poca cosa pareggiò solo per una sfortunata autorete di Bettega a 5 minuti dalla fine. Nonostante ciò ci facemmo chiudere nella nostra area per quasi tutta la partita ma l'ottimo risultato fece dimenticare tutto. Al ritorno l'ottimismo era a mille ed in campo niente faceva pensare che l'Arsenal potesse creare problemi. Ma, come spesso ci capitava in Europa, ci facemmo andare bene il pareggino dell'andata che, sommato allo 0-0 che stava maturando al ritorno ci avrebbe garantito il passaggio del turno. L'unico che giocava, circondato da onesti mestieranti, era quel Brady segnalato da Peronace che spiccava in mezzo ai compagni; mediocri che in perfetto stile inglese continuavano però ad attaccare senza risparmiarsi. E l'impensabile accadde: una delle beffe più atroci della storia Juventina. Due minuti alla fine: Brady alza la testa e vede in area un pennellone alto e magro con una capoccia di capelli forse rossastri: gli mette il pallone in maniera che questo maledetto deve solo fare un saltino e spedire la sfera alle spalle di Zoff. Vaessen, mai sentito prima e mai più sentito dopo, diventa l'eroe dell'Arsenal ed il carnefice della Juventus ma tutti ricordano, giustamente, come fosse stato Brady il protagonista di quella "rimonta". Liam quell'estate venne a giocare da noi, e fu sostituito solo da un autentico fuoriclasse come Platini.
  9. Rosetta online di oggi: riporto fedelmente e non commento, non credo ce ne sia bisogno "Quelle coppie di dirigenti che hanno fatto la fortuna del nostro calcio: Fiuto calcistico, intuizioni ed empatia fuori dal comune: da Mazzola-Beltrami a Guidotti-Mascetti, passando per Braida-Galliani sino a Maldini-Massara: le grandi storie di successo dei club italiani nascono sempre dal lavoro di professionisti... speciali".
  10. Che sia un sistema estremamente a rischio è evidente: è una scommessa sui risultati futuri che se non dovesse andare bene potrebbe portare serie ripercussioni sulla società. Attenzione: molti di voi, a causa dell'età hanno la percezione del Barça come squadra perennemente ai vertici; invece, come tutte le squadre, ci sono stati dei periodi dove la squadra ha vivacchiato in un serio anonimato. Sono poche le squadre europee che hanno tenuto sempre un profilo "alto".
  11. Non è che uno si definisce Juventino ed è quindi autorizzato a dire qualsiasi porcata gli passi per la testa. E se è già grave per i normali utenti del forum è inaccettabile per un giornalista/scrittore, uno che con le sue parole arriva ben più lontano di noi. Le sue parole su Fagioli, per esempio, sono semplicemente vergognose. Può piacerti, può non piacerti, ma definire un ragazzo di vent'anni un "mezzo giocatore" è intollerabile. Se la Juventus definisse questo signore "mezzo scribacchino" non penso che il signor Sapegno gradirebbe la cosa.
  12. Considerato che la maggior parte dei giocatori in campo era la stessa robaccia dell'anno scorso ed il periodo della preparazione in realtà la Juventus non è dispiaciuta. Molto più propositiva dell'anno scorso, è bastato un giocatore di pallone in campo per creare ansia negli avversari. Abbiamo subito per 10 minuti scarsi nel primo tempo e pesantemente nel secondo quando c'erano le U23 in campo. Buoni i nuovi, come detto: Bremer ha concesso una palla a Lewandowski e poi se l'è infilato nel taschino, Rovella ha gestito il centrocampo da mediano; non ci si può aspettare lanci e regia ma il suo l'ha fatto ordinatamente e con buona personalità; Di Maria... e che gli devi dire? Ha messo Kean almeno tre volte davanti al portiere, ogni volta che verticalizzava vedeva autostrade dove nessuno poteva immaginare. Solita musica per i vecchi: Danilo incollato sulla destra, tanto da pensare che sia meglio contare su di lui come centrale; Bonucci, mamma mia, speriamo sia un problema di preparazione; A.Sandro una sciagura a volergli bene; buoni i centrocampisti anche se a sprazzi; Cuadrado è meglio che si metta in testa che deve giocare da riserva, al massimo. Kean un mezzo rebus: 2 gol, che alla fine è quello che gli si chiede ma anche una prestazione indecente, dagli stop a 3 metri al passeggiare in campo. Chiunque sia subentrato invisibile, impalpabile a parte Perin che ha fatto un paio di buoni interventi.
  13. Platini Del Piero Sivori Zidane Platini... è stato Platini, punto. Del Piero per la sua grandezza, per la sua carriera. Ma un Del Piero sempre ai livelli pre-infortunio sarebbe stato il più grande italiano di tutti i tempi. Sivori era come Maradona prima che Maradona fosse nei pensieri del papà. E Zidane, se non gli fosse presa la nostalgia del mare di Madrid, poteva essere uno dei più grandi.
  14. Al momento abbiamo ancora l'imbarazzo della scelta
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.