Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

ArtoPasilinna10

Utenti
  • Content count

    275
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

245 Buona

2 Followers

About ArtoPasilinna10

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo

Recent Profile Visitors

4,068 profile views
  1. https://www.calciomercato.com/news/un-cappuccino-con-sconcerti-il-comunicato-juve-sul-bilancio-la-c-30516
  2. Primo della classe: Milan, Internazionale, Roma Milano Il 2020 è stato davvero un anno di rinascita per il Milan. Incoronati "campioni invernali" nel fine settimana, titolo assegnato al vertice della squadra dopo 19 turni, lo scorso anno ha davvero visto il Milan tornare a essere quello di prima. La sconfitta per 3-1 contro la Juventus all'inizio di gennaio ha posto fine a un'imbattibilità di 27 partite in campionato che li ha visti perdere la prima partita da marzo 2020. Era stata la loro striscia di imbattibilità più lunga nella massima serie dal 1991-1993, dove sono andati 58 di fila senza sconfitte. Sono stati incoronati "campioni invernali" nel fine settimana, titolo assegnato al top della squadra dopo 19 round. Gli uomini di Stefano Pioli hanno accumulato finora 43 punti, che è il loro più grande bottino nella prima metà della stagione in un campionato a 20 squadre dal 1950-51. L'acquisto di Zlatan Ibrahimovic ha sicuramente giocato un ruolo fondamentale nel cambiare radicalmente il destino dei rossoneri. Lo svedese - che è stato determinante nell'ultimo scudetto nel 2011 - ha segnato 12 gol in Serie A già nel 2020-21 e ha raggiunto la doppia cifra in ogni stagione di campionato dal 2006-07. Internazionale: Dietro il Milan, l'Internazionale di Antonio Conte. I nerazzurri hanno perso l'occasione di raggiungere i rivali in testa alla classifica nella scorsa giornata, sparando a vuoto contro l'Udinese. Non segnare è stata una rarità per l'Inter finora in questa stagione, con i suoi 45 gol nella prima metà del campionato il miglior ritorno nella prima metà di una stagione di Serie A della storia. La chiave della minaccia offensiva è stata Romelu Lukaku, che finora ha segnato 12 gol con l'Inter. Il belga ha fatto finora una stagione fantastica nella metà azzurra del Milan, come dimostra la classifica sopra. In questa stagione di Serie A, Lukaku ha segnato una media di 0,68 xG su 90 da tiri senza rigori in questa stagione: il suo miglior record in una singola campagna. Ciò che lo rende ancora più letale è che sta prendendo tentativi da posizioni più intelligenti di prima. Il suo xG medio per tiro di gioco aperto è di 0,23 nel 2020-21. Questo è un altro record della carriera e un aumento impressionante da 0,15 nel 2019-20 all'Inter e dal suo precedente record di 0,19 al Manchester United nel 2018-19. Per uno sguardo più approfondito alla stagione di Lukaku, clicca qui . Roma: Anche la Roma è stata prolifica in avanti, segnando 41 volte in totale - il miglior punteggio in questa fase nelle ultime otto stagioni. Lo Stadio Olimpico è stato per loro una fortezza, con la Roma l'unica squadra imbattuta in casa. In quelle partite casalinghe, hanno vinto il maggior numero di punti (24) e hanno segnato il maggior numero di gol in casa (25, a pari merito con Napoli e Inter) di qualsiasi squadra. L'uomo principale della Roma in questa stagione è stato Henrikh Mkhitaryan, ex attaccante del Manchester United e dell'Arsenal. Con otto gol, è il capocannoniere della Roma e i suoi otto assist lo vedono anche in cima alla classifica degli assist per tutti i giocatori. Infatti, il suo totale di 16 partecipazioni ai gol è il secondo più alto del campionato, dietro solo a Cristiano Ronaldo (15 gol, tre assist). Alla fine, è stato in difesa che hanno faticato, perdendo 32 gol in totale, il più subìto da qualsiasi squadra nella metà superiore. Solido, ma può fare meglio: Atalanta, Juventus, Napoli Atalanta: Dopo un inizio di stagione difficile, l'Atalanta di Gasperini è tornata a qualcosa che somiglia al meglio. Dall'inizio di dicembre, La Dea è l'unica squadra senza sconfitta in Serie A (V6 P4) e quella recente buona fase di forma ha portato il loro conteggio a 36 punti, un record per loro in questa fase in Serie A. La chiave del loro gioco offensivo è stata Luis Muriel. Il colombiano, capocannoniere dell'Atalanta in campionato con 13 reti, ha segnato il maggior numero di gol in seguito a un riporto di un giocatore in Serie A in questa stagione (sei - cinque gol e un assist). Ottenere il massimo dai suoi terzini è una caratteristica fondamentale di un sistema Gasperini. Nelle ultime due stagioni nessuna squadra ha visto i propri difensori segnare più gol dell'Atalanta. Juventus: La Juve sta vivendo una stagione di transizione sotto la guida del rookie coach Andrea Pirlo ed era normale aspettarsi un periodo di adattamento fino a quando la leggenda del club non sarà in grado di incorporare efficacemente i suoi ideali. Il loro inizio incoerente è effettivamente ciò che ha permesso ai loro avversari di partecipare alla corsa per il titolo, in quella che di solito è una corsa a un cavallo. La squadra di Pirlo ha una partita in mano, rendendo il loro attuale divario di sette punti dalla vetta leggermente fuorviante. Vinci quello e vanno terzi. Il protagonista di Pirlo è stato l'intramontabile Cristiano Ronaldo. Il talismano portoghese ha fatto quello che sa fare meglio in questa stagione e cioè segnare gol. I suoi 15 gol lo rendono il capocannoniere della Serie A e si trova anche in cima alla classifica dei gol previsti . Tale è la sua costanza che se Ronaldo - senza gol nelle ultime due partite di Serie A - non dovesse segnare contro la Sampdoria, sarebbe la prima volta da aprile 2019 che non segna in tre partite consecutive. Napoli: Il Napoli è sesto ma con quella partita in mano contro la Juventus potrebbe balzare al terzo posto. Con la migliore differenza reti in campionato, è evidente che sono stati forti da entrambe le estremità del campo. Guidati dal duo offensivo di Hirving Lozano e Lorenzo Insigne (entrambi con nove reti), il Napoli ha tirato in porta più tiri di qualunque altra squadra, nonostante abbia giocato una partita in meno. Lozano sta cercando di raggiungere 10 gol in una campagna per la terza volta nelle quattro stagioni di campionato che ha giocato in Europa (da quando è arrivato nel 2017-18) mentre Insigne potrebbe segnare 10+ gol in una quarta stagione di Serie A. Miglioratori notevoli: Sassuolo, Hellas Verona, Sampdoria e Benevento Rinascita milanese a parte, il Sassolo di De Zerbi è migliorato di più rispetto alla scorsa stagione. Sono 11 punti in più rispetto a 19 partite nel 2019-20, e i loro 32 gol sono il totale più alto registrato in una stagione di Serie A. Lo hanno fatto anche attraverso un marchio di calcio basato sul possesso, con il loro possesso medio del 58% il secondo più alto del campionato dietro la Juve (58,5%). Detto questo, hanno a malapena avuto il controllo delle partite, fino ad ora hanno perso 303 tiri (il secondo in assoluto) e sia segnando che subendo in ciascuna delle ultime otto partite di Serie A, la corsa più lunga tra le squadre attualmente in competizione. Un altro notevole miglioramento è la Samp di Ranieri, che ha chiuso il primo tempo di campionato con sette punti in più rispetto allo stesso punto della scorsa stagione (26 contro 19), mentre il Benevento di Pippo Inzaghi ha già accumulato più punti (22) che in tutta la sua Serie A stagione d'esordio nel 2017-18 (21). In mancanza: Crotone, Torino, Parma, Cagliari In fondo il Crotone è in grave difficoltà. Sebbene abbiano mostrato scorci di calcio attraente, sono stati esposti in difesa e hanno subito 43 gol da record, con una media di 2,3 gol a partita. Non c'è niente di sfortunato neanche in questo: si classificano al secondo minimo per Expected Goals Against e tiri in porta affrontati. La squadra al primo posto per quei parametri indesiderati è il Cagliari. La squadra di Eusebio Di Francesco è su una striscia di sei sconfitte e potrebbe perderne sette di fila per la prima volta nella sua storia nella competizione. Hanno anche giocato 12 partite senza vittorie in campionato, in una serie sterile che si estende fino all'inizio di novembre (P4 S8). In quel tratto, il Cagliari ha segnato 10 gol e ne ha subiti 22, per una differenza reti combinata di -12. Il Torino non ha mai avuto un primo tempo peggiore in una stagione di Serie A con solo due vittorie finora. Sono stati paralizzati dalla loro incapacità di mantenere i lead, facendo cadere il maggior numero di punti dalle posizioni di testa di qualsiasi squadra nei primi cinque campionati. Anche il Parma ha collezionato solo due vittorie, grazie al minor numero di gol in campionato (14), e anche al minor numero di Expected Goals (17). Il loro attacco è davvero anemico: dall'inizio di dicembre il tasso di conversazione sui colpi del Parma è appena del 4%, il più basso del campionato. Arrivo previsto: Il team Stats Perform AI ha fornito una simulazione per generare le classifiche previste per tutti i primi cinque campionati d'Europa. Il modello statistico stima la probabilità del risultato di ogni partita - una vittoria, un pareggio o una sconfitta - in base alla qualità offensiva e difensiva di ciascuna squadra. Tali valutazioni sono assegnate sulla base di quattro anni di dati storici completi e risultati, con una maggiore ponderazione data alle partite recenti per tenere conto dei cambiamenti nella forma e nel personale nel tempo. Sarà una corsa a tre cavalli selvaggia e imprevedibile in Italia. Il nostro modello offre all'Inter (35,8%) una possibilità leggermente migliore rispetto alle rivali Milan (21,3%) e Juventus (23,1%) di vincere il titolo di Serie A. In basso, il terzetto formato da Crotone (78,9%), Parma (56%) e Cagliari (49,4%) sembra probabile affrontare il calo. Una cosa è certa: la Juve ha una grande battaglia tra le mani per vincere 10 titoli di fila. Fonte https://www.statsperform.com L'ho tradotto dall'inglese con GT
  3. Come si può fare la formazione temendo altri positivi? "Abbiamo fatto gli esami questa mattina e adesso stiamo aspettando gli esiti. Nel pomeriggio sapremo se ci saranno altre situazioni". Si può pensare ad una rimonta? "Stiamo lavorando per questo, abbiamo iniziato il 2021 con una vittoria e un atteggiamento positivo. Pensiamo partita dopo partita, poi la classifica la valuteremo fra un paio di mesi". Partita da dentro o fuori? "No però è sicuramente una partita importante, ma non decisiva. Giocare Milan-Juventus è sempre affascinante, lo è stato da giocatore e lo sarà da allenatore. Giocheremo la partita per fare il nostro meglio, sarà importante ma non decisiva". Dybala gioca? Che partita è per lei? "Paulo aveva qualche linea di febbre ma oggi stava meglio. Il Milan è una squadra con la quale ho giocato tanto e vinto tanto. Per me è un partita molto importante, anche se la società è cambiata molto". Ci saranno novità a centrocampo? "Valuteremo domani chi avremo del tutto a disposizione. Arthur e Rabiot sono recuperati però aspettiamo cosa succederà dopo l'esito dei tamponi". Ha pensato a qualche accorgimento per il Milan? "Dobbiamo stare attenti, loro sono molto bravi nel recuperare il pallone e attaccare velocemente. Arrivano in porta con due-tre passaggi, dobbiamo essere bravi tecnicamente". Dipendete troppo da Ronaldo? "Abbiamo intravisto bene nella posizione in cui farlo giocare e magari fallo stancare meno. Lui è stato decisivo ovunque, è normale quando hai un campione così che si dipenda da lui. Ibra è fondamentale anche per loro perché gli cambia il modo di giocare però hanno sfruttato le caratteristiche degli altri senza di lui". Danilo rappresenta al meglio il suo modo di giocare? "Lo avevamo individuato a inizio stagione, non è stata una sorpresa per noi. Sapevamo di poter contare su di lui, è un giocatore intelligente e per quello riesce a giocare in tante posizioni". Che partita sarà contro il Milan? "Non perdono molte partite, quindi hanno sicuramente qualcosa di buono: sono la squadra da battere. Noi cercheremo di andare a San Siro a imporre il nostro gioco. Non dovremo avere paura di giocare a viso aperto perché queste sono le partite bella da giocare”. Cosa si aspetta dal mercato? "Pensiamo solo alla partita di domani, se ci saranno opportunità le valuteremo". Domani gioca Cuadrado? "Abbiamo Cuadrado e Danilo a destra, Alex Sandro e Frabotta a sinistra. Valuteremo quello che abbiamo". Le dispiace non avere giocatori importanti domani? "Non dobbiamo avere alibi, domani troveremo undici giocatori per scendere in campo. Non dobbiamo trovare scuse". La classifica rispecchia i valori del campionato? "Sì il Milan è la squadra che ha fatto meglio di tutte e meritatamente è in testa alla classifica. Noi giocheremo partita dopo partita al massimo e poi vedremo a che punto saremo". Morata può recuperare per il Sassuolo? "Sta facendo fisioterapia, valuteremo nei prossimi giorni. Vedremo quando sarà il tempo per riaverlo". Chiellini e Demiral? "Hanno recuperato, stanno abbastanza bene. Non hanno il ritmo per giocare 90 minuti però sì potrebbero giocare in caso di emergenze". Che gara si aspetta tatticamente? "Voglio vedere una Juve convinta della propria forza e di voler fare la partita che ha in testa di fare. Sarà una partita molto tattica però dovremo avere la consapevolezza di andare a fare il gioco lì. Dovremo essere anche molto attenti lì"
  4. Annullato senza rinvio. E' questa la formula con la quale il Collegio di Garanzia ha accolto il ricorso del Napoli contro la Figc e le sentenze che infliggevano lo 0-3 a tavolino e un punto di penalizzazione al club partenopeo per non essersi presentatoa Torino per la gara con la Juve dello scorso 4 ottobre. La decisione di fatto cancella il risultato a tavolino e il punto di penalizzazione alla squadra di Gattuso, che dunque sale a quota 24 punti raggiungendo la Roma al quarto posto. Come conseguenza, inoltre, la Juve perde i 3 punti della vittoria a tavolino, scivolando anche lei a 24 in attesa di recuperare la partita contro il Napoli. Sky Sport
  5. ArtoPasilinna10

    VIDEO Conferenza Agnelli post assemblea degli azionisti

    "Da dieci anni frequento la Lega e non è cambiato nulla. Se fossimo normodotati non avremmo bisogno di fare sviluppare a un soggetto terzo lo sviluppo del nostro business, ma non lo siamo, quindi ben venga l'ingresso del fondo in Serie A".
  6. Voi vivete sulle nuvole. La Juve - chiaramente - si era impegnata a riscattare il calciatore. E' il solito giro di plusvalenze farlocche a cui, a mio avviso, andrebbe messo un freno. Ad ogni modo, non si tratta certamente di beneficenza.
  7. Alla fine, ha avuto ragione Branchini che il 5 Settembre parlò di Morata alla Juve come cosa fatta.
  8. Stiamo andando palesemente off topic. Forse è meglio chiudere e cestinare.
  9. Inzaghi non verrà alla Juve, pertanto le chiacchiere su di lui son fuori luogo. Lotito, per liberarlo, chiederà sicuramente la luna.
  10. ArtoPasilinna10

    Dejan Kulusevski: cosa aspettarsi da lui?

    Un cappuccino con Sconcerti: Kulusevski è stupefacente, il Valentino Mazzola di oggi.
  11. Considerando il vantaggio negli scontri diretti, servono 7 punti nelle sei partite rimanenti.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.