Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

westsidegoku

Utenti
  • Content count

    574
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

352 Buona

1 Follower

About westsidegoku

  • Rank
    Primavera
  • Birthday 10/21/1993

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo

Recent Profile Visitors

8,325 profile views
  1. Ci sta il tuo parere,ma non sono d'accordo,L'Italia può guardare al futuro (nel calcio e non) solo se accetta di non guardare più al suo glorioso passato e la smette di farsi le seghe guardandosi allo specchio su quant'era figo il calcio/e l'Italia negli anni 80 e 90. Il calcio spagnolo ha acquisito una sua mentalità solo negli ultimi 16-17 anni,esclusa la parentesi Crujiff a Barcellona negli anni 90 che fece da seme. Il Real che vinse le champions tra fine anni 90 e inizio anni 2000 faceva un calcio e giocava in una liga con una mentalità completamente diversa da quella di oggi. La stessa premier league,quando fine anni 2000 è iniziato il predominio culturale spagnolo,si è rimesso completamente in discussione e ha accettato di essere influenzato culturalmente per svoltare. Tutti i top team hanno ingaggiato allenatori distanti dalla mentalità inglese,penso a Mourinho/Conte/Klopp/Guardiola/Pochettino/Emery/Benitez/Pellegrini e i risultati sulla premier si stanno vedendo. Lo stesso Bayern,all'apparenza il big club più conservatore di tutti,ha provato a iniettare nella sua mentalità approcci differenti con Guardiola/Ancelotti. Ancelotti al Milan e Lippi nel suo primo ciclo alla Juve non sono per niente stati catenaccio e contropiede,e infatti fecero 9 finali in 2 decenni diversi,solo che a differenza di altri paesi non sono riusciti per niente a lasciare un impronta sulla cultura calcistica del paese,sono rimasti 2 allenatori estemporanei alla mentalità della seria A. Conte,Allegri,e Sarri,i 3 allenatori più importanti dell'ultimo decennio nel calcio italiano,sono intrappolati in un idea utopistica di calcio e difficile da realizzare,e in un ego smisurato,rappresentano in pieno la miopia e il declino in cui è andata la serie A. I risultati,non della Juve,perche ovviamente le colpe non sono solo sue,dicono che negli ultimi 15 anni è stata portata solo una champions in Italia e solo 3 finaliste,e nessuna europa League,con solo una finalista. La stessa vittoria dell'europeo perde per me completamente valore quando non si va per 2 volte di fila ad un evento come un mondiale. Parere puramente di nicchia e personale,ma giocarsi un ottavo/Quarto di finale di un mondiale vale più di vincere un europeo,un europeo vinto andando 2 volte ai rigori e una volta ai supplementari.
  2. Mi sembra ci sia un evidente incapacità da parte tua di mettere sullo stesso piano i percorsi di Allegri e Guardiola,quando in realtà sono esattamente identici e speculari. Il primo è ideologicamente intrappolato nell'idea che può avere il controllo del campo e degli spazi per 90 fottuti minuti. Il secondo è ideologicamente intrappolato nell'idea che si può avere il pieno controllo della partita se non si fanno errori difensivi per 90 fottuti minuti. Sono entrambi 2 accecati dal loro ego, talebani ed entrambi bloccati dietro 2 concetti di gioco utopistici,quindi come vedi non sto parlando di spettacolo visto che non ti piace parlare di spettacolo. Guardiola ha sbagliato dando per chiusa la partita,cosi come in maniera identica Allegri contro il Real già al 65 era entrato in ottica supplementari piuttosto che provare a fare un gol in più e diede per scontato che il Real volesse portarla ai supplementari. Entrambe le loro squadre peccanti di superbia e con l'utopia che il controllo della gara dipenda solo da loro. Non puoi dare le colpe a Guardiola per la disfatta del city e colpa agli episodi o ai giocatori nel caso della Juve,è intellettualmente disonesto,parere personale Bisogna accettare che ci sono sempre tante componenti quando si perde,incluso accettare l'idea di caos e caso all'interno del campo da gioco. O la colpa è di tutti,allenatore e giocatori in entrambi i casi,o solo degli allenatori,ma dire Guardiola ha sbagliato/Allegri sfortunato non mi trova per niente d'accordo.
  3. Anche noi siamo usciti per un rinvio sbagliato di Evra un anno all'ultimo secondo,o abbiamo preso un rigore all'ultimo secondo nonostante avessimo rimontato 3 gol. Eppure mi sembra che non vennero date le colpe ad Allegri dicendogli che non sapeva allenare,ma ci furono giudizi ben più equilibrati dando le colpe a tutti. Cos'è,2 pesi 2 misure ? Che alcune cose non si possono controllare capita nel calcio,altrimenti sarebbe lo sport più noioso e prevedibile al mondo. La premier league,i telespettatori e le televisioni disposte a pagare i diritti tv ben 6 miliardi di euro sentitamente ringraziano Guardiola e Klopp.
  4. Assolutamente d'accordo con tutto,parola per parola. Aggiungo che,se si vanno a vedere le squadre migliori in questo momento,Liverpool,Real,City,Bayern sono tutte squadre che difficilmente acquistano over 30,le aggiunte fatte ogni anno sono sempre di giovani. Le dirigenze che hanno pensato al presente e costruito instant team,Juve,Manchester,Barca,Psg sono squadre con evidenti problemi e per nulla competitive con quelle citate prima.
  5. Comunque bastava dire che Lautaro,Bastoni (o quel piagnone di Barella che esagera a ogni caduta) e gente della panchina facevano "trash talking" continuo già da parecchi minuti,cosa vera visto che pure a Bonucci e Danilo erano girate le palle a una certa. E sarebbe stata la sua parola contro quella dell'Inter,tutto risolto in niente di che insomma,clima incandescente come si vede troppe volte in serie A. Ma citare questa "pedata" palesemente inesistente come fattore scatenante ha reso tutto una pagliacciata,e mostra i nervi tesi del mister e di tutto l'ambiente Juve.
  6. Tecnicamemte è già cosi,solo che nessuno lo rispetta. Dovrebbe intervenire il capitano soltanto per dialogare con l'arbitro,invece vediamo arbitri accerchiati o insultati ogni 5 minuti. Andrebbero solo fatte rispettare regole che già ci sono.
  7. Abbiamo 3 anime all'interno della società che non possono più coesistere. Da una parte Abbiamo Allegri,e ci siamo resi conto che è molto più talebano di quanto pensavamo. Non ha nessuna voglia e nessuna idea di costruire un progetto a lungo termine nè di valorizzare la rosa.questa non si è rivelata una stagione di transizione ma una stagione negativa e basta. Vuole una rosa pronta per le sue esigenze già l'anno prossimo,ed è forte del suo contratto blindatissimo e del suo richiamo da salvatore della patria. Dall'altra parte abbiamo Pavel,che non tollera Allegri,il suo calcio e le sue idee,e vorrebbe una bella rivoluzione ideologica, ma si trova ormai in netta minoranza all'interno della società dopo l'allontanamento di Paratici. E non possiamo scordarci di Arrivabene,espressione della exor, che ha come principale obbiettivo quello di ridimensionare i costi. Non gli importa se all'obbiettivo si ci arriva con un percorso e un progetto, o con puro spirito di sopravvivenza,non è il suo compito e giustamente non si vede nemmeno lui in questo ruolo,è palesemente un traghettatore. Aggiungiamo anche nel mix la sua palese mancanza di carisma e la sua palese inesperienza nel mondo del calcio. Bonus aggiuntivo,i senatori dello spogliatoio,ormai stanchi,logori e mancanti di motivazioni,che avrebbero pure le palle gonfie di Allegri ma non hanno più nessuna voglia di tentare una nuova strada dopo i tentativi abortiti con Pirlo e Sarri. Forse forse Bonucci,ma sappiamo tutti che è un esaltato e basta,e non un leader. Ad Agnelli spettava il compito di tenere unite queste 3 anime,ma la sua mancanza di autocritica e la sua arroganza lo hanno reso un presidente in balia degli eventi e incoerente,incapace di avere un idea chiara e precisa.
  8. CR7 Non tanto il giocatore,che anzi ha fatto 2/3 di altissimo livello,forse nella 3 stagione ha incominciato a steccare qualche partita di troppo. Con l'arrivo di CR7 si è palesato in tutto e per tutta la provincialità e la mediocrità di questa dirigenza e di questa società,una presunzione che ha portato a chi ci comanda di pensare che bastava una stella come CR7 per farci fare il salto di qualità. Un salasso economico e un collasso sia sportivo che di mentalità,per questo ritengo CR7 il nostro peggior acquisto,un giocatore per niente adatto a quello che doveva fare la Juve in questi anni. Altri 2 nomi che mi vengono in mente,significativi sono Diego e Vieira. Il primo aveva fatto delle stagioni di altissimo livello in Germania,strappato al Bayern,venne per prendersi le redini della squadra e porsi come dopo Del Piero nella squadra. Affondò come tutti gli altri nella stagione di Ferrara,limiti caratteriali evidenti. Meritava sicuramente un altra chance in una squadra più solida e meno problematica,ma col senno di poi rimane il simbolo della mancata rinascita post-calciopoli. L'altro Vieira. Venne preso in pompa magna e considerato in quel periodo tra i primi 5 centrocampisti al mondo. Non fece male ma fu a malapena sufficiente,ci si aspettava decisamente di più da uno dei giocatori più importanti nel ciclo degli invincibili di Wenger. Decisamente sottotono nelle partite più importanti della stagione,tanto che fu Emerson (con pubalgia) a dover fare gli straordinari e sacrificarsi. Se la Juve del 2 anno di Capello fu bruttarella da vedere e prese gli schiaffoni in champions per me la colpa fu di una panchina indecente e di un centrocampo (fenomenale sulla carta)ma che steccò qualche partita di troppo.
  9. Ha davvero senso parlare di cambiare allenatore per il 4 anno di fila ? Sono il primo a pensare che Allegri sia un dinosauro e che Pirlo meritava un altra chance,ma non ha senso parlare di un suo esonero ora,per questione di soldi e perchè si è sempre parlato di stagione di transizione e arrivare agli ottavi di champions con 4 posto in campionato come obbiettivi. Questa stagione serve per valutare chi può rimanere nei prossimi anni e chi invece ha finito il suo ciclo. Allegri non darà un identità di gioco a questa squadra neanche l'anno prossimo,ma un paio di giocatori funzionali inseriti nell 11 titolare,la cessione di alcuni bidoni o vecchi,il recupero di Chiesa/Mc Kennie e l'inserimento di 2/3 ragazzi nuovi e penso che possiamo decisamente migliorare. Certo se si rimane con Bonucci/Chiellini titolari,gente come Berna e Rabiot ancora considerata valida e si lascia Vlahovic predicare in mezzo al deserto,allora ritornare con Allegri pagandolo 9 milioni non ha nessunissimo senso,visto che a quel punto sono le motivazioni della società a essersi decisamente ridimensionsate.
  10. È in scadenza nel 2023,con nessuna intenzione di rinnovare e ha già rifiutato il Newcastle che ne offriva 30 cash perchè voleva una squadra che giocava le coppe. Aggiunti al problema fisico che probabilmente gli prenderanno qualche altro mese,era l'ultima occasione utile per L'atalanta di monetizzarlo a 22+ bonus. A giugno con 7-8 mesi di inattività e meno di 6 mesi dall'accordarsi con chiunque difficilmente avrebbero ottenuto quei soldi.
  11. Assolutamente si. Strategia totalmente floppata, Qui si pensava che molti dei nostri o avrebbero accettato tranquillamente un gentlement aggreement (alla Matuidi o alla Evra che si sono tolti dalle palle in mezzo secondo) o avrebbero avuto sempre e comunque mercato,che qualche altra big prima o poi se li sarebbe venuti a prendere. Gli ingaggi dati a (Scezny - Sandro - Berna - Rabiot - Ramsey - Dybala) non sono giustificabili in nessun altra maniera,se non con un semplice: "massi male che vada si vendono,come abbiamo fatto con Emre can o con Cancelo,tanto di inglesi piene di soldi ce ne stanno un botto ,qualche pollo ci sta sicuro" E invece sorpresina sorpresona,i polli eravamo noi,esclusi Chiesa e De Ligt nessuno dei nostri ha mercato e nessuna delle big europee vuole qualcuno dei nostri perchè non sono di livello. Siamo corsi sul concetto di "ammortizzazione" del cartellino fino a un punto di non ritorno,abbiamo trattenuto fin oltre il dovuto gente come Bentancur,Berna,Rugani,Sandro,Dybala perchè dovevamo ammortizzare "i costi",fare "plusvalenza" senza renderci conto che più stagioni sono passate più invendibili sono diventati alcuni giocatori,semplicemente perchè più tempo passava più i loro difetti e i mancati margini di miglioramento erano evidenti. Ce la siamo menata un sacco di anni dicendo che c'erano una marea di squadre pronte col cash (Rugani al Chelsea,pronti 30 milioni) che qualora avessimo voluto vendere non avremmo avuto problemi,salvo adesso svegliarci di botto e scoprire che i nostri giocatori non interessano proprio a nessuno. E non ci sono più manco i cinesi o gli arabi che ti tolgono dalle palle i vecchi visto che hanno chiuso i rubinetti.
  12. Non sono un paio di buone partite che mi fanno cambiare idea. Bravo ragazzo,criticato anche troppo,ma non merita il rinnovo e non merita di rimanere alla Juve. In questa Juve ci può stare,ma se questa juve è "solo in una fase di transizione" è giusto fare un repulist nello spogliatoio e aumentare il tasso tecnico della squadra. Sono sicuro che in una squadra con meno pressioni possa fare bene,qui a Torino ha dimostrato di essere troppo umorale e di vedere troppo poco la porta. È ora di tagliare i giocatori non al livello da Juve,e Berna è uno di quelli. Qui dentro ci sarebbe gente che rivaluterebbe pure Sandro se facesse 2 partite buone dopo 3 anni su 5 giocati in maniera pietosa.
  13. Topic che lascia il tempo che trova. Ad oggi questa Juve non merita di stare tra le prime 4,troppa discontinuità e troppi blackout anche nelle partite che abbiamo vinto o dove abbiamo fatto punti. Sembra di stare perennemente sull'orlo di un precipizio,finora 1 partita vinta davvero in maniera netta e convicente non c'è stata. Poi magari il discorso cambia nel girone di ritorno,magari ne sbagliamo qualcuna in meno e magari Atalanta e Napoli disperdono troppe energie in europa league,ma ad oggi non siamo in grado di fare un filotto convincente di partite.
  14. Non vedo perchè cambiare,sta andando tutto cosi bene,ci siamo liberati di tantissime zavorre e peschiamo i campioni con 2 spicci! Al massimo per "svecchiare" si potrebbe promuovere il vice di Cherubini,per andare in continuità,perchè no!!
  15. Venduto alla stessa persona che per noi lo aveva svenduto all'Atalanta. Non ho parole,non ho parole veramente. Che poi esclusa l'ormai lontana cessione di Pogba non mi viene in mente MANCO 1 giocatore realmente venduto come si deve,coi soldi e senza alcun compromesso. Gli stessi Spinazzola,Cancelo,Pjanic li abbiamo si venduti bene ma sobbarcandoci comunque dei compromessi come Pellegrini,Danilo,Arthur. Evidentemente le crepe in questo progetto sportivo partono da molto prima di quanto pensiamo realmente,solo che qualche scudetto in più ha saputo nascondere bene le tracce.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.