Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

-Dookie-

Utenti
  • Content count

    1,473
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

-Dookie- last won the day on July 20 2017

-Dookie- had the most liked content!

Community Reputation

2,192 Guru

About -Dookie-

  • Rank
    Titolare

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo

Contatti

  • Sito web
    http://

Recent Profile Visitors

19,979 profile views
  1. Epilogo scontato e inevitabile D'altronde noi siamo quelli che vendevano Pogba e Vidal quando in Italia eravamo dominanti e in Europa tra le prime 4-5 (perlomeno per rendimento) Figuriamoci oggi che in Italia da due anni siamo la quarta squadra, in Europa non andiamo oltre i gironi da ben tre stagioni Detto questo, Werner non ci serve a nulla, e perdipiù guadagna un fottìo
  2. Rimediare agli errori del passato significa anche liberarsi degli ingaggi spropositati come appunto quello di Rabiot, che non è un giocatore scarso, ma un normale centrocampista come ce ne sono a centinaia in Europa che guadagnano quattro volte meno. La colpa è di chi lo ha ingaggiato facendogli firmare un contratto da 7 M netti
  3. Boh sarò un rompipalle ma la vicende Romero-Demiral ha qualcosa che rasenta l'assurdo e l'inconcepibile Il prestito di Romero all'Atalanta è biennale ma il riscatto viene anticipato di un anno così possono intascare 50 milioni dal Tottenham Il riscatto anticipato comporta una minusvalenza per la Juve L'Atalanta lo sostituisce con Demiral, ma la Juve - dopo aver visto solo 16 M per Romero mentre l'Atalanta 50 - non si assicura il riscatto obbligatorio del turco Ora per coerenza prestiamogli De Ligt per due anni con ingaggio pagato
  4. Ecco, a differenza di Berardi, lui sarebbe il tipico acquisto da fare. Gioca ai massimi livelli da almeno 6 anni, appena 21enne già incideva in Liga e in Champions E' un 96 , tecnico, veloce, forse ha perso un po' di esplosività dopo l'infortunio, ma si è ripreso pià che egregiamente Mi pare non abbia un ingaggio stratosferico e forse forse forse non costerebbe nemmeno una barca di soldi, visto che è a scadenza tra un anno Boh, non ho la palla di vetro, ma per me è un SI gigantesco
  5. Berardi sarebbe proprio il tipico innesto da NON fare. Ha sempre giocato in provincia, a dispetto delle doti non ha voluto misurarsi in realtà superiori a quella del Sassuolo quando ne aveva l'opportunità, classico sintomo di uno che vuole il posto da titolare assicurato tutte le domeniche, non vuole lottare per esso, soffre le pressioni e non ha evidentemente la testa per il grande club: partite ogni tre giorni, asticella al massimo, concorrenza spietata. A breve di anni ne fa 28, non è più il ragazzino promettente che può diventare qualcuno, a me sembra un Di Natale 10 anni dopo
  6. Di Maria è un giocatore che adoro da sempre, fa la differenza ad ogni età, chiaramente passano gli anni anche per lui. Sinceramente non avrei nulla da obiettare ad un eventuale acquisto, l'unica controindicazione sarebbe la sua tenuta mentale alla soglia dei 34 anni e soprattutto del Mondiale. Mi spiego: lo vedo bello che concentrato a tenersi in "forma" per l'Argentina e quindi per il Qatar, difatti chiede un solo anno di contratto, come se volesse giocarsi le ultime cartucce per la sua Nazionale per poi chiudere col calcio ad alti livelli. Spero si trovi la soluzione giusta per entrambe le parti.
  7. Veramente un piacere sentirlo parlare... a volte, non sempre Mi piace quando prende il calcio e la vita in generale con leggerezza, i personaggi pesanti non fanno bene a nessuno. Lui è un leggero, con un sorriso sgonfia tutte le menate e le cavolate che si sentono in giro da presunti fenomeni del pallone, fenomeni da tastiera e da BoboTV. Curioso (ma mica tanto) che tra i leader del passato abbia nominato tutti tranne Bonucci, anche nella rosa attuale ha nominato De Ligt, Danilo e Locatelli Ogni giorno che passa sono convinto che se prendiamo giocatori bravi in questo mercato, con lui torneremmo a primeggiare, perlomeno a livello nazionale
  8. Merito a loro, a livello dirigenziale hanno fatto un gran lavoro, c'è da dirlo. A parte Calabria e Kessie più qualche riserva, hanno rifatto la squadra d'accapo, ribaltandola nel giro di tre anni, avuto la pazienza di aspettare i giocatori e l'allenatore , condotto una politica di formazione della rosa coerente e omogenea, portandola avanti con criterio e anche con rischi (vedi i parametri zero "persi" , Donnarumma, Calhanoglu, ora Kessie) tagliando tutti i ponti con le gestioni precedenti. Il buon lavoro dei dirigenti inevitabilmente si riflette poi sul campo L'allenatore è stato capace di tenere il Milan sempre con la spina attaccata, è stato a mio avviso uno scudetto vinto soprattutto con la testa. Leao quest'anno devastante, Maignan ottimo portiere, anche per Hernandez, Tonali, Tomori ecc gran rendimento, una menzione speciale per Giroud che ha di fatto segnato i gol scudetto crocevia fondamentali, la doppietta nel derby, quella di oggi e il gol a Napoli, i gol più pesanti portano la sua firma
  9. Mi guardo indietro e ripenso al Dybala esplosivo, affamato e goleador del primo triennio 2015-2018, decisivo per tutti i trofei di quegli anni, un ragazzo che ci ha fatto vedere cose meravigliose e regalato momenti unici. Speravamo tutti che gli anni successivi sarebbe stato un crescendo invece purtroppo no Come dimenticare la serata di Champions in cui fece il Barcellona a pezzi oppure quando al 93esimo in uno scialbo pomeriggio all'Olimpico ci regalava questa perla: Ciao Paulo! Un posto nel mio cuore di tifoso ce l'avrai sempre!
  10. Dopo anni di Ramsey, Artur, Rabiot, Bentancur e compagnia cantante, un sondaggio del genere dovrebbe avere esito scontato
  11. -Dookie-

    Juventus - Inter 2-4, commenti post partita

    Una montagna russa Dobbiamo tornare ad essere una squadra regolare, perlomeno a livello nazionale tornare ad avere credibilità. Non si possono prendere dei gol in maniera così balorda, tipo con l'avversario che calcia indisturbato dal limite dell'area, ma soprattutto siamo troppo in balìa degli eventi, bisogna restare con la spina attaccata e non piangersi addosso al primo evento negativo (la famosa calma di cui parla Allegri) perché altrimenti al primo evento negativo, segue il secondo e poi il terzo e difatti in questi anni le rimonte subite non si contano più. Questo purtroppo è sintomo - a mio parere - della scarsa, personalità e leadership di questa rosa, soprattutto nella zona nevralgica del campo e anche di una sazietà generale in tutto l'ambiente che comunque per certi versi è fisiologicamente comprensibile dopo 10 anni, anche se noi abbiamo scelto il modo peggiore per smettere di alzare trofei. Non ho digerito ancora le scelte di Allegri in corsa, dopotutto stavamo tenendo bene il campo fino alle sostituzioni di Zakaria e Bernardeschi (incredibilmente tra i migliori). Dybala non si reggeva, l'ingresso di Bonucci con conseguente difesa a 3 (anzi 5) ha finito per abbassare la squadra, consegnando il pallino in mano all'Inter e cambiando l'inerzia della gara, come per dire "prendetevi voi la palla, noi ce ne stiamo rintanati in difesa" , messaggio a mio avviso sbagliato perché in quel momento della gara il campo lo stavamo tenendo più che bene. Ma quest'ultimo discorso ha senso fino a un certo punto, perché le sventure potevano accadere a prescindere dalle sostituzioni. Ho ancora il veleno dentro, anche e soprattutto per l'arbitraggio indecente, per i due rigori più che generosi ma soprattutto la mancata espulsione di Brozovic sul 2-1 per noi , la tipica situazione in cui l'arbitro si fa condizionare dal risultato e preferisce non infierire. Mi voglio sforzare di guardare all'immediato futuro con positività, pensando che con pochi innesti ma giusti, coerenti e mirati, si può tornare ad ambire ai primi posti. Forza Juve sempre
  12. Se l'idea è quella di affiancarlo a De Ligt e non quella di prenderne il posto, non ci potrebbe essere acquisto più azzeccato
  13. Conserverò gelosamente il ricordo del Dybala esplosivo, affamato e goleador del primo triennio 2015-2018, quello che perlomeno in serie A incideva e determinava con continuità per tutta la stagione con gol, assist e prestazioni, decisivo per tutti i trofei di quegli anni. Resta il ricordo perché sinceramente quel giocatore non so voi ma io non l’ho più visto. Non so se è stato l’arrivo di Ronaldo, sta di fatto che dal 2018 in poi ha terminato la sua crescita, non si è più evoluto, e addirittura fisicamente non offre più alcuna garanzia. Un prossimo 29enne con quei mezzi tecnici dovrebbe essere all'apice della sua carriera, al top della maturazione calcistica; dopo il primo triennio le speranze erano elevate invece da tre anni e mezzo a questa parte è più infortunato che altro e quando non lo è, francamente lo ricordiamo per poco e niente. Tra Ajax, Lione, Porto e Villareal non pervenuto o proprio assente. La Juve a mio avviso non può ricostruire su di lui, non alle cifre che si leggevano. “Rabiot e Ramsey guadagnano 7 milioni” non sono argomenti, si cerca di costruire un nuovo corso con questi nuovi dirigenti, non si rimedia agli errori (orrori) del passato con altrettanti errori
  14. -Dookie-

    Juventus - Villarreal 0-3, commenti post partita

    Una tipica serata Champions della Juve Si arriva all'appuntamento importante con la rosa decimata da infortuni, panchina corta e giocatori appena rientrati in gruppo, allenatore costretto a schierare l'undici titolare che è quasi sempre lo stesso da un mese ormai Occasioni a ripetizione senza concretizzare, legni, portiere avversario nella sua serata di grazia Al primo episodio utile l'avversario segna, svanisce la tenuta mentale della squadra che capitola con ancora una vita da giocare Tutto quello che può andare storto va storto Poi ci aggiungiamo le vaccate di Rabiot che regala il gol a Parejo e quella di Arthur che lascia campo libero per il rigore dello 0-1 Passaggini orizzontali, velocità di manovra pari a quella di un bradipo. Unico schema: palla a Cuadrado e speriamo che salti l'uomo
  15. Oh finalmente una domanda sensata A mio avviso il centrocampo è il reparto più carente sia in termini di tecnica ma soprattutto in termini di carattere/personalità/leadership. ll migliore è Locatelli, che diciamoci la verità è tutto sommato un buon centrocampista, da 6.5 Arthur ha una gran tecnica, ma gioca solo in orizzontale ed è incapace di passare il pallone a un compagno distante più di 10 metri, sul lungo è molto impreciso, anche un semplice cambio di campo diventa un'impresa titanica. McKennie ha gamba, inserimenti e fiuto del gol, ma dal rendimento molto incostante, oltre che essere molto anarchico tatticamente, a volte è inaffidabile Rabiot vabbè, giocatore insulso Zakaria è tutto da scoprire Quindi la risposta è no
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.