Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

lioninlondon

Utenti
  • Content count

    211
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

153 Buona

1 Follower

About lioninlondon

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

3,424 profile views
  1. Al TAS di Losanna nel caso FIGC e Coni diano torto Quello e' l'ultimo tribunale - non ne vedo altri
  2. Dobbiamo dare atto che i legali della juve hanno cacciato un bell'asso nella manica Nessuno di noi pensava che dopo la cassazione ci fosse ancora manovra d'intervento. In realta' la Juve ha utilizzato una sentenza della giustizia ordinaria che ai piu' sembrava sfavorevole per iniziare nuovamente l'iter sportivo Collegio di Garanzia o Tribunale Federale F.I.G.C. dovranno necessariamente pronunciarsi (dopo che la cassazione ha stabilito che devo farlo gli organi sportivi). Nel caso vogliano lavarsene le mani si potrebbe andare al Tribunale Sportivo di Losanna, che sarebbe l'ultimo tribunale al quale la juve potrebbe ricorrere. Se o il Collegio di Garanzia, Tribunale Federale o TAS ci desse ragione "non assegnando" a nessuno lo scudetto 2005-2006 - pensi sia totalmente impossibile pensare di richiedere l'articolo 39 ? Io non la vedo una cosa assurda, in quanto a quel punto si potrebbe riaprire il processo sportivo e vedercene assegnato almeno uno (2005-2006)
  3. Mi trovi il processo in corso di De Cillis ? Anche in caso ci fosse una sentenza domani. Come detto la pena massima per falsa testimonianza sono 6 - quindi dal 2009 ad oggi. Gia' protetto dalla prescrizione
  4. In based a quanto hai scritto tu sopra: Cadendo questa tessera, il mosaico delle schede svizzere frana miserevolmente. Sarà questo il nuovo elemento che aspetta Agnelli per riaprire i procedimento sportivi? Lo scopriremo quando uno tra il De Cillis e il maresciallo dei carabinieri verrà condannato per falsa testimonianza. ....... La risposta alla tua domanda e' quindi NO. Questo non porterebbe a noi nessun beneficio quindi
  5. Quindi Moggi ha un processo in corso con De Cillis per falsa testimonianza ? Io non ho trovato nulla in merito - solo questo articolo, https://ilcalcioeugualepertutti.wordpress.com/2018/02/17/penta-la-mia-calciopoli-parte-terza/ dove un utente molto attento nei commenti (felixarpino) dice che la pena massima e' di 6 anni quindi in caso ci sarebbe la prescrizione
  6. lioninlondon

    Atalanta - Juventus 2-2, commenti post partita

    Cosa ha detto ?
  7. lioninlondon

    Atalanta - Juventus 2-2, commenti post partita

    Cosa ha detto allegri ?
  8. lioninlondon

    Ufficiale: rinnovo della partnership con Adidas fino al 2027

    Quanti erano all'anno per il periodo precedente ?
  9. Grazie, spunto interessante Il ricorso al tas lo escludi in quanto forse sono passati i termini tecnici a questo punto ? Qui si parla di 21 giorni Il TAS quando interviene nel giudizio? E’ legittimato ad intervenire solo dopo che siano stati esauriti tutti gli altri canali interni. Precisamente, gli appelli inoltrati contro le decisioni definitive adottate dalle Confederazioni, dalle affiliate o dalle leghe, devono essere inoltrati al TAS entro 21 giorni dalla notifica della decisione in questione. https://www.calciomercato.com/news/la-fifa-e-i-ricorsi-al-tas-ecco-come-quando-e-perche-farli-703789 L' unica speranza sarebbe a questo punto se Moggi ricorresse e la Corte Europea lo "riabilitasse" - a quel punto emergerebbero prove che potrebbero essere usate per l'utilizzo dell'articolo 39. Siamo ovviamente nel campo delle ipotesi. Ma a parte questa strada non ne vedo altre
  10. Ciao Sabaudo se ti va, mi piacerebbe avere un tuo parere su quanto ho scritto a Mr Bluff ieri pomeriggio: In tal caso, sei d'accordo con me nel dire che: -devono uscire delle nuove prove - da un nuovo processo a questo punto (in quanto passati i 30 giorni dalle sentenze dei precedenti) - per poi potenzialmente usare l'articolo 39 e chiedere una revisione della sentenza sportiva Se quanto scritto sopra e' corretto, ti chiedo: -stanno aspettando la conclusione di qualche altro processo in corso ? Se si, conosci quale ? -pensi la societa' abbia intenzione di fare ricorso al TAS o Corte Europea (e secondo te servirebbe) ora che si sono esauriti i gradi di giudizio della giustizia italiana per far emergere prove che poi possono usare per l'utilizzo dell'articolo 39 ?
  11. lioninlondon

    Torino - Juventus 0-1, commenti post partita

    Concordo - ma per me la sua permanenza dipendera' dalle prestazioni in champions
  12. Il TAR si e' gia' pronunicato su questo - o meglio, anche loro hanno detto che non possono pronununciarsi : ) In sostanza avendo ritirato il precedente ricorso al TAR nel 2006, che poi fu ritirato. https://www.fantagazzetta.com/news/calcio-italia/06_09_2016/calciopoli-sconfitta-juve-al-tar-no-al-maxirisarcimento-da-444-milioni-di-euro-figc-noi-soddisfatti-230523 Si potrebbe fare ricorso e andare al Consiglio di Stato ma secondo me sono scaduti i termini tecnici. Almeno da cio' che apprendo qui e' 60 giorni - a meno che non sia una opposizione di terzo, che non so cosa voglia dire in onesta': 1.1. Quali sono i termini per impugnare una sentenza del TAR? Anche nel procedimento amministrativo vi sono una serie di termini (perentori) da rispettare, il cui mancato rispetto pregiudica la possibilità di far valere le proprie ragioni. L’impugnazione ordinaria della sentenza del TAR è soggetta al termine di 60 giorni dalla notifica dell’atto giurisdizionale, realizzando così il principio del “doppio grado di giurisdizione”. In caso di erronea notificazione della sentenza il ricorso al Consiglio di Stato può essere esperito entro 6 mesi (art. 92 cpa). In una serie di casi specifici (indicati all’art. 23 bis della l. n. 1034/1971) il termine si riduce a 30 giorni dalla notifica della sentenza. Per quanto riguarda i rimedi straordinari indicati in precedenza, i termini per impugnare una sentenza del TAR sono differenti: - per quanto riguarda la revocazione, questa può essere proposta entro 60 giorni dalla scoperta dei vizi indicati all’art. 395 n. 1,2,3 e 6, consentendo di attaccare anche gli atti già passati in giudicato; per i vizi previsti all’art. 395 n. 4 e 5 i 60 giorni decorrono dalla notifica della sentenza. - per quanto riguarda l’opposizione di terzo, al contrario, non è previsto un termine rigido per impugnare la sentenza del TAR, essendo tale rimedio straordinario più flessibile.
  13. Grazie per lo spunto extra sportivo : ) So benissimo che gli errori / orrori siano stati fatti a monte. Pero' a questo punto a me preme capire un po' sul futuro. In tal caso, sei d'accordo con me nel dire che: -devono uscire delle nuove prove - da un nuovo processo a questo punto (in quanto passati i 30 giorni dalle sentenze dei precedenti) - per poi potenzialmente usare l'articolo 39 e chiedere una revisione della sentenza sportiva Se quanto scritto sopra e' corretto, ti chiedo: -stanno aspettando la conclusione di qualche altro processo in corso ? Se si, conosci quale ? -pensi la societa' abbia intenzione di fare ricorso al TAS o Corte Europea (e secondo te servirebbe) ora che si sono esauriti i gradi di giudizio della giustizia italiana per far emergere prove che poi possono usare per l'utilizzo dell'articolo 39 ?
  14. Mi sembra di capire che le "prove" che devono essere usate per una richiesta dell'articolo 39 devono essere usate entro 30 giorni dall'uscita di una sentenza. Ecco qui: Tutte le decisioni adottate dagli Organi della giustizia sportiva, inappellabili o divenute irrevocabili, possono essere impugnate per revocazione innanzi alla Corte federale di appello, entro trenta giorni dalla scoperta del fatto o dal rinvenimento dei documenti: a) se sono l’effetto del dolo di una delle parti in danno all’altra; b) se si è giudicato in base a prove riconosciute false dopo la decisione; c) se, a causa di forza maggiore o per fatto altrui, la parte non ha potuto presentare nel precedente procedimento documenti influenti ai fini del decidere; d) se è stato omesso l’esame di un fatto decisivo che non si è potuto conoscere nel precedente procedimento, oppure sono sopravvenuti, dopo che la decisione è divenuta inappellabile, fatti nuovi la cui conoscenza avrebbe comportato una diversa pronuncia; e) se nel precedente procedimento è stato commesso dall’organo giudicante un errore di fatto risultante dagli atti e documenti della causa.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.