Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Angel&Devil

Utenti
  • Content count

    3,780
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1,574 Guru

About Angel&Devil

  • Rank
    Titolare
  • Birthday 02/18/1992

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Palermo

Recent Profile Visitors

5,219 profile views
  1. Non sono giocatori "atletici". Prendi un manè un salah, firmino, van dijk, Kane, lo stesso Son. O sono dei tori, o comunque dei giocatori che hanno 4 polmoni e sembra non vadano mai in debito di ossigeno. Anche per il campionato che fanno, che li porta ad essere cosi. Adesso guarda i nostri e dimmi se ce n'è uno che fisicamente gli tiene testa da questo punto di vista. L'unico è Douglas Costa. Poi stop. A centrocampo non ne parliamo. Ci vorrebbe un Vidal dei bei tempi. Un cavallo di razza.
  2. Il prossimo passo sarà lo scudetto perso in albergo, peccato la squadra giocava bene non è colpa sua.
  3. Prendete il caso dybala perché non avete altri argomenti. Ad oggi la squadra rende meno in fase difensiva c'è poco da denigrare in chi ve lo fa notare. È un fatto. La perla l'hai scritta tu e l'ho sottolineata apposta. La Lazio che gioca la palla? Hanno fatto gol nella maniera più tradizionale che esista. In contropiede. E l'ultimo in 3 contro 0, ZERO difensori su una ripartenza da calcio d'angolo a nostro favore. Roba che neanche all'oratorio. Sarebbe questo il cambio di mentalità tanto auspicato? Sfasciare un'intera impalcatura difensiva? Per che cosa poi? Per fare fraseggio nello stretto con giocatori che sono tutti impostati fisicamente, alti, lenti e compassati? Roba da manicomio. I giocatori vanno fatti giocare in base alle loro caratteristiche. Cosa fai la pressione alta con un centrocampo così statico con pjanic, matuidi, bentancour, khedira, emre can? Infatti mette bernardeschi trequartista perché è l'unico che garantisce corsa ma non è sufficiente. Inoltre snatura lo stesso giocatore che nasce come esterno-ala e che visto il suo dinamismo era stato provato da allegri con una buona intuizione da mezzala, così come si fece con Cuadrado (oltre che fa terzino). Meglio agire come faceva allegri a sto punto che la pressione la portava sulle linee di passaggio e non sull'uomo, restringendo inoltre il raggio di azione della squadra avversaria mettendo il baricentro basso per evitare di esporsi a contropiedi in campo aperto una volta saltata la prima pressione. L'anno scorso si è reso meno perché devastati da infortuni in un momento particolare della stagione e perché le motivazioni erano venute meno dopo 5 anni. Non certo perché chi sedeva in panchina era un vecchio allenatore antiquato e catenacciaro come volete fare credere voi. Anzi, un allenatore moderno si adatta, imposta la squadra in più maniere e i giocatori imparano a gestire le situazioni e i modi, ora rallentando ora accelerando quando ve ne fosse la necessità. Guardiola, Allegri del tiki taka, in premier league gioca con palla lunga da un pezzo, il Liverpool riparte in contropiede all'occorrenza, non gioca in un solo modo, sempre in base ai giocatori che hanno ovviamente. Hanno tutti giocatori dinamici e di grande corsa. Noi abbiamo dei buoni giocatori dal punto di vista tecnico ma in mezzo e anche in attacco non corre nessuno. La migliore striscia di vittorie di sempre non può essere interrotta giocando in questa maniera e facendosi scavalcare da una squadretta come l'Inter solo perché è ben messa in campo con una certa solidità difensiva. Avessimo un avversario degno di questo nome, potrei anche capire. Bisogna fare risultato, questo è l'obiettivo, non il gioco. Per quello potete andare al circo o in terza categoria, fanno un bellissimo gioco anche lì. La Juventus lotta su tutti i fronti per VINCERE. E si vince mettendo i giocatori nelle migliori condizioni, non certo snaturandone le caratteristiche. Se non sono capaci di portare la pressione nemmeno per mezzo tempo si cambia, sistema di gioco, modulo, tutto. Non ci si incaponisce aspettando che si migliori. Abbiamo avuto già avuto abbastanza fortuna con il Napoli recuperando all'ultimo minuto, e in diverse partite dove abbiamo rischiato tantissimo per la facilità con cui i nostri avversari arrivavano al tiro, incontrastati, sia su azione che su palle da fermo ci è andata bene in più di un'occasione, all'ennesima volta che non prendi provvedimenti la fortuna prima o poi si gira dall'altra parte e cominci a perdere punti, e alla juventus non te lo puoi permettere. Solo gli stolti non cambiano mai idea e non si adattano alle circostanze, le persone intelligenti variano, anche a costo di far rendere meno qualche giocatore se il suo lavoro è utile alla squadra e ne beneficia tutto il team (vedi dybala l'anno scorso). Sempre a proposito di dybala, queste sono le parole di Sarri in conferenza stampa :' ovvio che non si può levare a dybala il fatto di rientrare a centrocampo per far partire con lui l'azione da li, gli si toglie una buona parte del suo repertorio, di qualcosa che ha nelle corde". Somiglia tanto ad un'altra dichiarazione:" dybala è un giocatore aerobico, ha bisogno di fare più campo, di percorrere più metri, di essere maggiormente coinvolto al centro dell'azione, di toccare tante volte la palla, inoltre la maggior parte dei gol li fa a rimorchio, è quella la sua caratteristica principale". Questo in riferimento a chi vuole fare giocare un giocatore, si tecnico ma che è alto 1.78 e non brilla ne per spunto in velocità ne per capacità di tenere botta con i difensori ricevendo palla come ultimo giocatore in finalizzazione. Vuoi fare fraseggio nello stretto? Prendi giocatori come quelli che Sarri aveva a Napoli e fai quello che vuoi, ben sapendo che appena però becchi una squadra fisica come il Liverpool in giornata ti fa a fettine, ti domina e non ti fa giocare più. Di certo con questi giocatori è palese che non si può fare un certo tipo di gioco. Allegri lo capi dopo la partita con il Manchester Hnited e aveva intenzione di sostituire mezza squadra già da quel momento, se si voleva proporre qualcosa di diverso. Come al solito, si è scelto di sostituire l'allenatore perché più comodo piuttosto che intervenire pesantemente sul mercato. Non dico che Allegri dovesse rimanere, ci sta benissimo un cambio dopo tutti questi anni, le motivazioni vengono meno anche per lui. Ma francamente mi sono stufato di continuare a ripetere questo mantra che la colpa è sua etc etc. Lui, fino a quando ha potuto, ha fatto rendere al massimo con il materiale che aveva a disposizione e di sicuro molto meglio rispetto ad un altro integralista come Conte che però rispetto a lui dopo 1 anno non aveva più nulla da dare ad una squadra, perché i giocatori li spremeva mentalmente. Agnelli ha scelto di affidarsi ad i suoi collaboratori perché probabilmente avrebbe pure continuato con Allegri. Paratici e Nedved, anche a causa della dipartita di Marotta, hanno avuto l'arroganza di prendere una certa decisione e in una certa maniera che io certamente non ho condiviso. Adesso, che ci mettano la faccia e si assumano le proprie colpe in caso di fallimento, perché questo alla Juventus non è tollerato.
  4. Ognuno è responsabile delle proprie azioni. Negli altri paesi, chi sbaglia paga e si vede. Se fai una cavolata non te lo perdonano e le conseguenze sono a cascata su tutto. Se sei un manager e l'azienda per cui lavori potrebbe subire un danno di immagine a causa del tuo comportamento fanno le loro valutazioni e rischi. Non è che lo impone la legge di essere licenziato, sono scelte che vengono prese in autonomia da una società privata che sta in un mercato dove questo tema è molto sentito. La gente lo sa benissimo che li rischi molto se ti azzardi a fare una cosa del genere, per cui se nonostante questo lo fai, te le vai a cercare le rogne. Inutile piangere dopo se finisci sotto un ponte per un comportamento che tu hai scelto di adottare. Questa politica ha dimostrato di saper funzionare. La nostra, dove si derubrica tutto in nome di un falso buonismo, che di buono non ha nulla perché genera odio sociale i risultati sono infatti quelli che sono. Maggiore delinquenza negli stadi e violenza anche fuori.
  5. Tra l'altro a livello di motivazioni il primo anno parti con un bonus rispetto agli anni successivi dove giocoforza le motivazioni nel proporre sempre le stesse cose calano. Cmq sacrosanto il passaggio sul come si è giocato in Europa con allegri. Uno dei falsi miti peggiori di sempre alimentato dai soliti noti. Cmq ho scritto le stesse cose nel topic aperto da "the italian giants" sul momento di svolta della Juve. Siamo ad una sliding door, questo è il momento di raddrizzare il tiro, sarri si svegli da questo integralismo malato.
  6. Adesso faccio io un'analisi. Perché non se ne può più di questo luogo comune che ad allegri piace difendere. E sentirlo da chi si professa imparziale almeno nelle intenzioni fa specie. Allegri quando è venuto al posto di conte ha fatto giocare la squadra in maniera molto diversa e divertente. Non possesso palla sterile con risalita dei tre difensori fino al cerchio di centrocampo che si giravano la palla tra di loro ma salida lavolpiana con il regista che scendeva da libero aggiunto e faceva ripartire l'azione in maniera repentina con verticalizzazioni fulminee. Gioco sulle fasce e cross a ripetizione. Allegri è un maestro a fare rendere al meglio i giocatori che ha, non è un integralista difensivo, né offensivo. Infatti con gli stessi giocatori di Conte, dove lui è uscito ai gironi e poi contro un mediocre benfica, allegri ha portato la squadra a giocarsi una finale europea e se davano il rigore contro pogba a quest'ora magari stavamo raccontando altro. Inoltre quella Juventus in Europa ha dato spettacolo, così come lo diede quasi sempre in trasferta in tutte le edizioni successive della champions. La migliore qualità di Allegri è l'imprevedibilità e questo è stato elogiato da Sarri in conferenza stampa alla presentazione da allenatore. Quella Juventus sembrava che stesse un po dormendo gestendo in maniera sorniona il risultato, poi premeva improvvisamente sull'acceleratore e sbloccava il risultato. E dopo si metteva a riccio, provocando una frustrazione immensa in chi doveva attaccare essendo inferiore e andando a sbattere sistematicamente contro un muro. La qualità di quella squadra non era il pressing alto, il fraseggio nello stretto perché? Perché non ci sono i giocatori per fare quel tipo di gioco, specialmente il pressing alto. E allora cosa si fa? Si perdono le partite perché ci si intestardisce a giocare in quella maniera beccando gol a ripetizione? No perché sei la Juventus e devi fare risultato, devi vincere, in qualunque modo ma si deve vincere. Di conseguenza ci si deve adattare al momento della stagione e anche della singola partita. I giocatori sono responsabilizzati, devono imparare a gestirsi e capire quando accelerare e quando rallentare (douglas costa incapace di fare questo salto di qualità infatti lo gestiva lui, facendolo entrare a partita in corso). Becchi troppi gol e le caratteristiche dei giocatori non sono idonee per un certo tipo di calcio? Cambi, punti sulla forza difensiva visto che hai un reparto difensivo fra i migliori al mondo. Non sei in grado di portare la pressione alta perché fra khedira, bentancour, pjanic, matuidi, è tutta gente che non ha lo spunto in velocità e rischi pure che ti saltino la pressione beccando contropiede a campo aperto? Restringigli il campo, metti il baricentro basso, agisci portando la pressione non sull'uomo ma esclusivamente sulle linee di passaggio, impedendogli di andare per vie centrali e obbligando a dover fare continuamente cambi di gioco e fughe sulle fasce. Un allenatore esperto, intelligente, moderno, in un calcio dove tutto cambia e bisogna cambiare e adattarsi ogni volta ad una situazione di gioco specifica, variando sempre per garantire imprevedibilità, derubricato ad un catenacciaro difensivista. Uno scempio. Non seguo spesso le partite del calcio inglese ma a Sky stasera hanno detto che Guardiola non lo fa più il tiki taka, da un pezzo, preferisce andare in verticale direttamente. Proprio l'allenatore messo sempre a paragone con allegri dicendo che lui era il modello da seguire, lui con il suo integralismo tattico, neanche ci si accorge che non ha mai più replicato il modello Barcellona, semplicemente perché i giocatori sono diversi, i campionati e il ritmo stesso è diverso. Nel calcio di oggi un allenatore per definirsi moderno deve essere in grado di adattarsi e saper fare giocare la squadra in più maniera, con più moduli. Chi pensa di affidarsi ai santoni di turno che giocano alla stessa maniera si sbaglia di grosso. Non è intestardendosi a giocare nella stessa maniera, specialmente con giocatori poco adatti che si va lontano. Sarri si decida una volta per tutte a mettere un freno a questa deriva di gol a cui andiamo incontro. Non è solo il numero di gol ma il come li si prende che è inconcepibile. Mai mi è capitato di vedere un 3 contro 0, zero difensori che contrastavano la ripartenza della Lazio come successo ieri sera e su ripartenza da calcio d'angolo a nostro favore, cosa ancora più grave. Prima si decide di prendere atto di questo problema e prima si ritorna a vincere e a convincere, altrimenti di questo passo quest'anno la stagione finirà con zero titoli e con la macchia indelebile di avere interrotto la striscia di successo più lunga di sempre nella storia della Juventus e del calcio europeo (almeno per quanto riguarda le squadre importanti, nei principali campionati).
  7. L'anno scorso la colpa degli infortuni era di allegri, adesso della sfortuna, ma pensa te!
  8. Esattamente. L'infortunio del crociato anteriore e pure di menisco e collaterale ti tolgono la sicurezza e la stabilità dell'appoggio. E non ritorni più come prima. Perdi sempre troppo. E se giochi propria sul piantare bene il piede a terra come faceva lui questo è decisivo
  9. Angel&Devil

    Antonio Mirante: perché non lo abbiamo preso noi?

    È un mediocre
  10. Trovo che sarebbe molto illuminante per molti, questo: Analisi tattica Massimiliano Allegri Juventus Poi si sa: non c'è piu sordo di chi non vuole sentire e non c'è più cieco di chi non vuol vedere
  11. Se allenerà in premier cadrà l'ennesima bufala sul fatto che non dia intensità alla squadra e che staranno tutti a difendere. Così ve ne farete una ragione una volta e per tutte
  12. Messi ha vinto il triplo di Ronaldo? Cavolo tre Champions League di fila! Posa il fiasco su. Allegri è uno per esempio, l'anno scorso disse chiaramente che messi non aiutava completamente la squadra, aspettava il pallone sui piedi e quindi era più riposato, e questo nel confronto con dybala, manco con Ronaldo, perciò figurati, un altro sulla stessa lunghezza d'onda fu Del Piero. Se aspetti palla sui piedi e durante il resto della partita quando non sei in possesso passeggi per il campo, abbi pazienza non è essere il motore.
  13. Ma infatti chi sceglie di dire che quella coppa non la sente sua implicitamente offende la memoria di quelle 39 persone che vennero per seguire la propria squadra e si ritrovarono in quello scempio di stadio con quella pessima organizzazione.
  14. Messi è meglio di Ronaldo nei dribbling ma Ronaldo è meglio di messi nel gioco aereo, nei tiri da fuori di potenza. Non esiste il migliore in assoluto. Messi di mentalità è inferiore a Ronaldo. La squadra deve giocare per lui altrimenti sparisce dal campo, non porta nessun contributo alla squadra. Detto da allenatori di serie a non gente al bar. Poi ognuno può avere le sue preferenze
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.