Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

stramazzone77

Decisi i criteri per l'ammissione delle seconde squadre al campionato di serie C 2018-19. Juve seconda, dopo l'Inter, per i criteri

Recommended Posts

La FIGC ha comunicato i criteri e le procedure, valevoli per le seconde squadre delle società di Serie A, ai fini dell'integrazione dell'organico del campionato Serie C 2018/19:

In caso di vacanza di organico del Campionato Serie C 2018/2019, determinatasi all’esito delle procedure di rilascio delle Licenze Nazionali per l’ammissione al relativo campionato o determinatasi per revoca o decadenza dalla affiliazione, l’integrazione dell’organico con le Seconde squadre delle società di Serie A avverrà, con apposita delibera della F.I.G.C., secondo i criteri e le procedure di seguito trascritte.

A) Giovani calciatori convocati nelle Nazionali Italiane dalla Under 21 alla Under 15 (valore 40%) 
Per le Seconde squadre di Società partecipanti al Campionato di Serie A 2018/2019, ai fini dell’integrazione dell’organico del Campionato Serie C 2018/2019, sarà formata una graduatoria tenendo conto del numero delle convocazioni per gare internazionali, nelle stagioni sportive 2015/2016, 2016/2017 e 2017/2018, dei loro calciatori nelle Nazionali Italiane dalla Under 21 alla Under 15.

Saranno assegnati 20 punti alla società che risulterà aver collezionato, con propri calciatori, il maggior numero di convocazioni nelle suddette stagioni sportive e via via sarà assegnato un punteggio decrescente, fino alla attribuzione di un solo punto alla società che, con propri calciatori, avrà collezionato il minor numero di convocazioni nelle suddette stagioni sportive.

In caso di parità nel numero delle convocazioni, prevarrà la società che avrà collezionato il maggior numero di convocazioni nella Nazionale Under 21, in caso di ulteriore parità, la società con il maggior numero di convocazioni nella Nazionale Under 20; in caso di ulteriore parità, la società con il maggior numero di convocazioni nella Nazionale Under 19; in caso di ulteriore parità, la società con il maggior numero di convocazioni nella Nazionale Under 18; in caso di ulteriore parità, la società con il maggior numero di convocazioni nella Nazionale Under 17; in caso di ulteriore parità, la società con il maggior numero di convocazioni nella Nazionale Under 16; in caso di ulteriore parità, la società con il maggior numero di convocazioni nella Nazionale Under 15. Qualora permanga ancora una situazione di parità, si procederà a sorteggio. 

B) Classifica finale dell’ultimo Campionato (valore 30%)
Per le Seconde squadre di Società di Serie A, ai fini dell’integrazione dell’organico del Campionato Serie C 2018/2019, sarà formata una graduatoria così formulata:
- società classificatasi 1° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 20 punti 
- società classificatasi 2° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 19 punti 
- società classificatasi 3° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 18 punti
- società classificatasi 4° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 17 punti 
- società classificatasi 5° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 16 punti 
- società classificatasi 6° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 15 punti 
- società classificatasi 7° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 14 punti 
- società classificatasi 8° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 13 punti 
- società classificatasi 9° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 12 punti 
- società classificatasi 10° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 11 punti 
- società classificatasi 11° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 10 punti 
- società classificatasi 12° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 9 punti 
- società classificatasi 13° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 8 punti 
- società classificatasi 14° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 7 punti 
- società classificatasi 15° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 6 punti 
- società classificatasi 16° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 5 punti 
- società classificatasi 17° nel Campionato di Serie A (2017/2018) 4 punti
- società classificatasi 1° nel Campionato di Serie B (2017/2018) 3 punti 
- società classificatasi 2° nel Campionato di Serie B (2017/2018) 2 punti
-società vincente la finale dei play-off del Campionato di Serie B (2017/2018) 1 punto

C) Numero medio degli spettatori allo stadio dalla stagione 2012/2013 alla stagione 2016/2017 (valore 30%)
Il numero medio degli spettatori allo stadio, va riferito alle gare interne di regular season disputate dalla stagione sportiva 2012/2013 alla stagione sportiva 2016/2017 ed è ottenuto dividendo il totale degli spettatori (paganti e abbonati) risultante dai dati forniti dalla SIAE per il numero totale di incontri di regular season disputati dalla società nel periodo suddetto.

Alle società verrà attribuito un punteggio crescente di una unità per società, con valore più basso (1) assegnato alla società il cui numero medio degli spettatori risulti essere più basso, fino ad attribuire il maggior punteggio alla società il cui numero medio degli spettatori risulti più elevato.

In caso di parità, tra due o più società, per numero medio degli spettatori, prevarrà la società che nell’ultima stagione sportiva abbia il numero medio degli spettatori più elevato; in caso di ulteriore parità, si procederà a sorteggio.

Formazione della classifica

Si terrà conto del quoziente ottenuto con arrotondamento aritmetico alla prima cifra decimale.

Al criterio di cui alla lettera A) verrà attribuito un valore pari al 40%;
Al criterio di cui alla lettera B) verrà attribuito un valore pari al 30%;
Al criterio di cui alla lettera C) verrà attribuito un valore pari al 30%.

Pertanto la classifica finale si otterrà utilizzando la seguente formula: punteggio convocazioni Nazionali x 0,4 + punteggio classifica finale x 0,30 + punteggio numero medio spettatori x 0,30.

In caso di parità di punteggio nella classifica finale, prevarrà la società megIio classificata secondo il criterio di cui alla lettera B).

Le società di Serie A, per integrare l’organico del Campionato Serie C 2018/2019 con le loro Seconde squadre, dovranno versare un contributo straordinario alla Lega Italiana Calcio Professionistico di euro 1.200.000,00.

Con successivo Comunicato Ufficiale saranno stabiliti i termini e le procedure per richiedere l’integrazione dell’organico del Campionato Serie C 2018/2019.

 

 

COMUNICATO UFFICIALE N. 42 Il Commissario Straordinario - preso atto della esigenza di adottare ulteriori misure, oltre a quelle già avviate dalla FIGC e dalle Leghe, per favorire la crescita e la formazione dei giovani calciatori, anche a favore delle Nazionali giovanili; - tenuto conto che, nell’ambito di tale attività, ben si innesta il progetto di consentire alle società di Serie A di partecipare al Campionato Serie C con Seconde squadre, formate da giovani calciatori; - considerato che, per la prossima stagione sportiva, alcune società di Serie A hanno manifestato la disponibilità ad iscrivere Seconde squadre a detto campionato; - tenuto altresì conto che il format del Campionato Serie C è di 60 squadre e che, alla luce delle esperienze maturate negli ultimi anni, non sempre i ripescaggi hanno assicurato il completamento dell’organico del medesimo campionato; - ritenuto pertanto di stabilire che, fermo quanto previsto dall’art. 49 N.O.I.F. lett.c)-Lega Nazionale Dilettanti, sulla sostituzione delle società neopromosse, le eventuali carenze di organico del Campionato di Serie C siano colmate con società, in possesso dei requisiti, ammesse nel seguente ordine: una Seconda squadra di Serie A, una società retrocessa dalla Serie C e una società che abbia disputato il Campionato di Interregionale, invertendo l’ordine per la stagione sportiva successiva esclusivamente tra le società di Serie C e quelle del Campionato Interregionale; - considerato peraltro opportuno di stabilire sin d’ora i principi fondamentali che regoleranno la partecipazione al Campionato Serie C 2018/2019 delle Seconde squadre di Serie A, riservando in altra sede, ove necessaria, l’emanazione di ulteriori disposizioni; -visto l’art. 27 dello Statuto federale d e l i b e r a I. SERIE C CON SECONDE SQUADRE In caso di vacanza di organico nel Campionato Serie C 2018/2019, determinatasi all’esito delle procedure di rilascio delle Licenze Nazionali o per revoca o per decadenza dalla affiliazione, fermo

 

quanto previsto dall’art. 49 N.O.I.F. lett.c)-Lega Nazionale Dilettanti, sulla sostituzione delle società neopromosse, l’ordine di integrazione sarà il seguente: una Seconda squadra di Serie A, una società retrocessa dalla Serie C e una società che abbia disputato il Campionato di Interregionale. Nell’ipotesi in cui, le vacanze di organico della Serie C non consentissero di soddisfare le domande di iscrizione presentate dalle società interessate si formeranno, per ciascuna tipologia di società (Seconde squadre Serie A, società retrocesse dalla Serie C, società provenienti dal Campionato Interregionale), distinte graduatorie sulla base dei criteri che verranno definiti, nello specifico, con separato provvedimento. II. ADEMPIMENTI ISCRIZIONE SECONDE SQUADRE Le società di Serie A, interessate a partecipare al Campionato Serie C 2018/2019 con le Seconde squadre, dovranno entro il termine perentorio del 27 luglio 2018: - presentare domanda di iscrizione alla Lega Italiana Calcio Professionistico; - disporre di un impianto sportivo, ubicato nella regione in cui hanno sede, che soddisfi tutti i requisiti infrastrutturali previsti dalle Licenze Nazionali per l’iscrizione al Campionato Serie C 2018/2019 e presentare nel suddetto termine tutta la relativa documentazione di supporto, alla Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi; - depositare, presso la Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi, gli impegni a dotarsi entro il 1° agosto 2018, per la Seconda squadra, delle figure previste dal punto 2) lett. a), b), c), d), e), f), g), q) dell’allegato al Comunicato Ufficiale n. 28/A del 13 aprile 2018, secondo le modalità ivi stabilite. Il mancato rispetto del termine del 27 luglio 2018 e/o di quello dell’1 agosto 2018, comporterà l’applicazione delle medesime sanzioni previste per le società di Serie C dal suddetto Comunicato Ufficiale; - versare in favore della Lega Italiana Calcio Professionistico un contributo straordinario di euro 1.200.000,00, che verrà richiesto per ogni anno di iscrizione. L’ammissione della Seconda squadra al Campionato Serie C sarà altresì condizionata alla ammissione della società al campionato di Serie A. Eventuali ricorsi avverso la non ammissione della Seconda squadra al Campionato di Serie C potranno proporsi al Collegio di Garanzia dello Sport presso il CONI, nei termini e con le modalità previsti dall’apposito Regolamento, emanato ai sensi dell’art. 54 del Codice di Giustizia Sportiva del CONI. III. PASSAGGI DI CATEGORIA La Seconda squadra potrà al termine del Campionato Serie C essere promossa al Campionato di Serie B, ma non potrà mai partecipare al medesimo Campionato della prima squadra, né ad un Campionato superiore. Qualora al termine del Campionato di competenza, si verifichi un’ipotesi di compresenza della prima e della Seconda squadra nella medesima categoria, la Seconda squadra dovrà partecipare al campionato professionistico della categoria inferiore.

 

In caso di retrocessione della Seconda squadra al Campionato di Serie D, la società di riferimento non potrà iscriversi al Campionato dilettantistico e potrà accedere con la Seconda squadra al Campionato di Serie C successivo, soltanto se residui ancora disponibilità dopo che siano state soddisfatte le richieste delle nuove Seconde squadre. IV. CALCIATORI SECONDE SQUADRE Le Seconde squadre potranno inserire nella distinta di gara 23 calciatori, di cui 19 calciatori nati dal 1 gennaio 1996 e da non più di 4 calciatori, tra cui uno nel ruolo di portiere, nati prima del 1 gennaio 1996, a condizione che questi ultimi non siano inseriti nell’elenco dei 25 calciatori per il Campionato di Serie A e non abbiano disputato più di 50 gare nel Campionato di Serie A. Almeno 16 calciatori inseriti nella distinta di gara dovranno essere stati tesserati in una società di calcio affiliata alla FIGC per almeno sette stagioni sportive. Nel rispetto dei limiti numerici e di età sopra individuati, saranno sempre consentiti i passaggi fra la prima e la Seconda squadra, con la precisazione che nell’ipotesi in cui un calciatore raggiungesse le 5 presenze nel campionato disputato dalla prima squadra, non potrà essere utilizzato nel campionato disputato dalla Seconda squadra. In caso di squalifica, il calciatore sarà inutilizzabile tanto nella prima quanto nella Seconda squadra. V. RAPPORTI TRA SOCIETA DI SERIE A E LEGA PROFESSIONISTICA DI CATEGORIA INFERIORE La società di Serie A che partecipa con la Seconda squadra ad un Campionato professionistico di categoria inferiore non acquisisce diritti economici, né il diritto di voto, pur essendo rappresentata, nell’ambito di detta categoria. Le Seconde squadre delle società di Serie A non potranno partecipare alla Coppa Italia Serie A, mentre parteciperanno alla Coppa Italia Serie C. PUBBLICATO IN ROMA L’11 MAGGIO 2018

 

23 minuti fa, Chemical Brother ha scritto:

GRADUATORIA FINALE

Si terrà conto del quoziente ottenuto con arrotondamento aritmetico alla prima cifra decimale.
Al criterio di cui alla lettera A) verrà attribuito un valore pari al 40%;
Al criterio di cui alla lettera B) verrà attribuito un valore pari al 30%;
Al criterio di cui alla lettera C) verrà attribuito un valore pari al 30%.

Pertanto la classifica finale si otterrà utilizzando la seguente formula: punteggio convocazioni Nazionali x 0,4 + punteggio classifica finale x 0,30 + punteggio numero medio spettatori x 0,30.

 

Graduatoria: Inter 18.7, Juventus 18.2, Milan 17.4, Roma 16.9, Atalanta 14.9, Fiorentina 14.4, Napoli 12.5, Torino 12.2, Lazio 11.4, Genoa 10.8, Sassuolo 9.2, Sampdoria 8.8, Udinese 8.5, Chievo 7.1, Empoli 7, Bologna 6.6, Cagliari 6.3, Spal 4.6, Parma 3.5

 

(www.gazzetta.it)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il solito inciucio italiano. Che poi, mi sfugge la relazione tra seconde squadre e spettatori medi, vogliono far arrivare per una volta l'inter davanti a noi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Finalmente!

Ma vorrei anche sapere se verrà permesso alle squadre B di essere promosse in... B.

Comunque l'importante è che siano state autorizzate.  Era ora.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, BlascoForlan ha scritto:

Giusto per dare priorità ad altre società prima di noi.. solito schifo targato figc

Ma che hazzo dite... .doh

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si potrebbe abbozzare un calcolo...credo comunque che saremo abbondantemente primi, abbiamo di sicuro i 20 punti della classifica e probabilmente anche degli spettatori, tenendo conto di 5 stagioni in cui abbiamo sempre vinto e fatto solo out mentre gli altri avevano alti e bassi. Resta da vedere il numero di convocati, e qui è interessante capire se i giocatori prestati contano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho smesso di leggere alla seconda riga. qualcuno che ha più pazienza mi fa un sunto? ci ammettono? e se non ci ammettono perchè? 

in ogni caso: FIGCMERDA

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, fedreg ha scritto:

Si potrebbe abbozzare un calcolo...credo comunque che saremo abbondantemente primi, abbiamo di sicuro i 20 punti della classifica e probabilmente anche degli spettatori, tenendo conto di 5 stagioni in cui abbiamo sempre vinto e fatto solo out mentre gli altri avevano alti e bassi. Resta da vedere il numero di convocati, e qui è interessante capire se i giocatori prestati contano.

Riguardo i giocatori in prestito conta la squadra in cui giocano, non la proprietaria 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, dr.skid ha scritto:

ho smesso di leggere alla seconda riga. qualcuno che ha più pazienza mi fa un sunto? ci ammettono? e se non ci ammettono perchè? 

in ogni caso: FIGCMERDA

A naso, dovremmo essere i primi della lista. 

Poi, bisognerà vedere quanti posti si liberano. Questo dipende dal numero di società che falliscono.

Un posto si libererà di sicuro... .ghgh

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, stramazzone77 ha scritto:

Riguardo i giocatori in prestito conta la squadra in cui giocano, non la proprietaria 

Scusami, ma... Se la juve prende un giocatore che ha collezionato diverse presenze nelle under quando giocava in altre squadre, ecco che quelle vengono conteggiate a favore della juve. Di fatto, diventa anche un modo per creare mercato sui giovani più promettenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, velas ha scritto:

Scusami, ma... Se la juve prende un giocatore che ha collezionato diverse presenze nelle under quando giocava in altre squadre, ecco che quelle vengono conteggiate a favore della juve. Di fatto, diventa anche un modo per creare mercato sui giovani più promettenti.

Non è cosi. Se un orsolini viene convocato in under 21 le sue convocazioni vengono conteggiate per il Bologna . Ed è gusto sia così 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, stramazzone77 ha scritto:

Non è cosi. Se un orsolini viene convocato in under 21 le sue convocazioni vengono conteggiate per il Bologna . Ed è gusto sia così 

Perché adesso è a Bologna. ovvio. Ma se la Juve lo riportasse in rosa a giugno, ecco che le convocazioni verrebbero conteggiati a favore della Juve. 

Dai, è una questione di logica elementare...

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, velas ha scritto:

Scusami, ma... Se la juve prende un giocatore che ha collezionato diverse presenze nelle under quando giocava in altre squadre, ecco che quelle vengono conteggiate a favore della juve. Di fatto, diventa anche un modo per creare mercato sui giovani più promettenti.

Il merito, alla fine, deve andare alla squadra che lo butta in mezzo al campo e che grazie a ció ottiene la convocazione...poi tu altra squadra, vedendo che é omnipresente nelle nazionali, lo puoi prendere, ma per il suo futuro e nn per il suo passato 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Romamia ha scritto:

Il merito, alla fine, deve andare alla squadra che lo butta in mezzo al campo e che grazie a ció ottiene la convocazione...poi tu altra squadra, vedendo che é omnipresente nelle nazionali, lo puoi prendere, ma per il suo futuro e nn per il suo passato 

Ma dove hazzo le leggete ste cose?

Per fare domanda di iscrizione, bisogna presentare una rosa di giocatori. Di questi giocatori, si conteggiano le presenze nelle under. Punto.

Dove giocassero quando vennero selezionati nelle under non importa. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, velas ha scritto:

Perché adesso è a Bologna. ovvio. Ma se la Juve lo riportasse in rosa a giugno, ecco che le convocazioni verrebbero conteggiati a favore della Juve. 

Dai, è una questione di logica elementare...

Ma cosa stai dicendo??? È stato  convocato da giocatore del BOLOGNA e le sue convocazioni restano al BOLOGNA. La tua logica elementare fa acqua .asd

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Romamia ha scritto:

Il merito, alla fine, deve andare alla squadra che lo butta in mezzo al campo e che grazie a ció ottiene la convocazione...poi tu altra squadra, vedendo che é omnipresente nelle nazionali, lo puoi prendere, ma per il suo futuro e nn per il suo passato 

Esatto 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, stramazzone77 ha scritto:

Ma cosa stai dicendo??? È stato  convocato da giocatore del BOLOGNA e le sue convocazioni restano al BOLOGNA. La tua logica elementare fa acqua .asd

Boh, secondo me tu e romamia vi sbagliate. E comunque la questione è irrisoria.

Share this post


Link to post
Share on other sites

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.