Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Broke.

Coronavirus COVID-19 (topic unico)

LadyJay

È vietato parlare di politica e di religione.

Non postate fake news o cose che non hanno attinenza con l'argomento del topic.

Mettete video e articoli sotto quote. E mettete sempre la fonte di ogni notizia che riportate.

Evitate i battibecchi. Evitate di andare perennemente OT.

NOTA BENE: segnalate i post non consoni, non quotate e rispondete a tali post e, soprattutto, non pretendete che tali post vengano moderati nel giro di pochi secondi visto che lo staff non sta sul forum h24.

È VIETATO, come da regolamento generale, parlare della moderazione con post pubblici.

Message added by LadyJay

Recommended Posts

Pechino,  25 gennaio 2020 - Mentre continua a salire il numero delle vittime del terribile coronavirus cinese (sono 41, e 1300 i casi accertati), oggi si sarebbe dovuto festeggiare il 'Capodanno lunare', ma in tutto il Paese sono state bandite feste e manifestazioni. La Cina tenta di far fronte con tutti i mezzi all'epidemia: le città isolate sono salite a 13, sono state chiuse la Grande Muraglia e la Città proibita e il cordone sanitario è stato esteso e riguarda ora 56 milioni di persone. Vietata la vendita di pacchetti turistici. Ordinate misure a livello nazionale per identificare i casi sospetti su treni, aerei e autobus. Tra le vittime c'è anche un medico, Liang Wudong di 62 anni, morto dopo essere stato contagiato dal coronavirus mentre lavorava nell'Hubei Xinhua Hospital di Wuhan, epicentro dell'epidemia.

 

I casi di coronavirus fuori dalla Cina

 

Il virus rischia di dilagare in tutto il mondo: dopo i tre casi confermati in Francia  se ne contano altrettanti in Malaysia. Tre anche i casi accertati in Giappone e quattro in Australia, mentre Hong Kong dilaga l'emergenza. Nel Regno Unito le autorità sanitarie stanno cercando di rintracciare 2mila persone che di recente hanno viaggiato a Wuhan, focolaio dell'epidemia del coronavirus, per essere sottoposti a controlli. Al momento, 14 persone sono risultate negative al contagio. 

Tornando al Giappone, l'ultimo caso confermato è quello di una donna di circa 30 anni che al suo arrivo nel Paese, il 18 gennaio, non presentava sintomi. Ha iniziato ad avere tosse e febbre il 21 gennaio. La donna non avrebbe visitato il mercato del pesce di Wuhan, considerato il focolaio dove si è sviluppato il virus.

Quanto a Hong Kong, è stata dichiarata l'emergenza per l'epidemia del coronavirus: le autorità hanno aumentato le misure nel tentativo di ridurre il rischio di diffusione di ulteriori infezioni. "Oggi dichiaro di alzare il livello di risposta all'emergenza", ha detto ai giornalisti la governatrice di Hong Kong, Carrie Lam, la quale ha aggiunto che presiederà personalmente un comitato interdipartimentale per consentire una risposta più rapida alla diffusione del virus.
I quattro casi di contagio accertati in Australia si dividono così: uno a Melbourne e tre nel Nuovo Galles del Sud. Tutti e quattro i pazienti sono stati di recente in Cina e tre di loro, scrive The Guardian, di 43, 45 e 53 anni, sono arrivati direttamente da Wuhan, epicentro dell'epidemia. 

 

Virus cinese, falsi allarmi in Italia

 

"Anche il caso dell'ospedale Cotugno di Napoli non è coronavirus, ma una semplice influenza", precisa il ministero della Salute, dopo che questa mattina era circolata la notizia di un possibile terzo caso sospetto di infezione da 2019-nCov, dopo quello di Bari e di Parma, rivelatisi entrambi falsi allarmi.

 

Europa: possibili altri casi di coronavirus

 

I Centri di controllo europei per le malattie (Ecdc) sottolineano che è possibile che possano verificarsi in Europa altri casi importati del virus cinese 2019-nCoV, ma anche che la maggior parte dei Paesi europei ha gli strumenti per affrontare l'emergenza. 
"La conferma dei primi casi in Europa non era inattesa, considerando i recenti sviluppi relativi ai casi registrati al di fuori della Cina", si legge nella nota degli Ecdc. Il fatto che i casi in Francia siano stati identificati, si rileva, conferma che il sistema di prevenzione e allerta del Paese funziona. "Alla luce della situazione attuale - osservano ancora gli Ecdc - è verosimile che in Europa potranno esserci altri casi di importazione. Nonostante ci siano ancora molti aspetti sconosciuti del virus 2019-nCoV, i Paesi europei hanno le capacità necessarie a prevenire e controllare un epidemia subito dopo l'identificazione dei primi casi".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Finalmente un giorno positivo (tranne che per il numero di decessi). 

Serve tempo perché diventi una tendenza, ma va detto che sono dati incoraggianti. 

Invito tutti a ricordare la perla di Mr. Wolf

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque 812 morti in Spagna, oggi.

Curioso di vedere come gestiranno la vicenda in USA, invece.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie a tutti gli utenti che mi hanno risposto per darmi un chiarimento! Siete un bel po' e non riesco a quotarvi tutti, grazie!

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Il numero di nuovi positivi scende di poco perché, a mano a mano che diminuiscono i nuovi infettati e quindi il carico di lavoro, vanno a fare i tamponi a tutti quelli che non erano riusciti a farlo prima per mancanza di mezzi.

Questa almeno è la mia esperienza personale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, (Y) ha scritto:

Aggiornato alle 18:40

 

qTuVGgx.png

 

Alcuni dati sono davvero singolari...il numero dei guariti in Spagna ed Italia é altissimo se confrontato con quello degli USA ma anche dell'UK...al contempo però anche il numero dei decessi é incredibilmente maggiore...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senza polemica raga.

 

Il 12% di mortalitá non è un numero troppo elevato per questo virus?

 

Ci dicevano 1 o 2%, un pessimista poteva prevedere un 4% con la sanitá disastrata che ci ritroviamo.

 

Ma il 12%? Perché?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Segnalo che il dato dei tamponi pubblicato nelle schede della protezione civile è quasi certamente sbagliato.

Il dato dei tamponi dell'emilia Romagna è sbagliato grossolonamente, non so se e quando correggerano.

 

In realtà potrebbero essere molti di più dei 18.000 calcolati

 

in emilia ultimi 4 giorni 47798 52991 52991 50990-

 

Nel 52991 di ieri mancavano i 3500 di cui si faceva menzione in precedenza,

I 50990 secondo me potrebbero essere 60990 a causa di un banale errore di digitazione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da Ky tg24

 

l periodo compreso fra il 5 e il 16 maggio potrebbe vedere il possibile azzeramento dei casi di coronavirus in Italia. E' quanto emerge dai calcoli statistici pubblicati dall'Istituto Einaudi per l'Economia e la Finanzia (Eief), basati sui dati forniti ogni giorno dalla Protezione civile.

 

Così fosse sarebbero confermati più o meno i tempi cinesi, cioé 2 mesi abbondanti per uscire dall'epidemia.

  • Mi Piace 1
  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, garrison ha scritto:

Alcuni dati sono davvero singolari...il numero dei guariti in Spagna ed Italia é altissimo se confrontato con quello degli USA ma anche dell'UK...al contempo però anche il numero dei decessi é incredibilmente maggiore...

Questo è spiegabile con il fatto che siano ancora all'inizio dello sviluppo della malattia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, garrison ha scritto:

Alcuni dati sono davvero singolari...il numero dei guariti in Spagna ed Italia é altissimo se confrontato con quello degli USA ma anche dell'UK...al contempo però anche il numero dei decessi é incredibilmente maggiore...

Perché in Italia e Spagna il contagio è scoppiato prima (o per lo meno le rilevazioni)

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, garrison ha scritto:

Da Ky tg24

 

l periodo compreso fra il 5 e il 16 maggio potrebbe vedere il possibile azzeramento dei casi di coronavirus in Italia. E' quanto emerge dai calcoli statistici pubblicati dall'Istituto Einaudi per l'Economia e la Finanzia (Eief), basati sui dati forniti ogni giorno dalla Protezione civile.

Vorrei capire quando riterranno numeri "buoni" per poter cominciare ad allentare le restrizioni 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dal WEB - Autore Frank Merenda:

 

Quoto

Aggiornamento del 30 Marzo:

Prima di procedere con i dati italiani, vorrei farvi capire dove "abbiamo perso la guerra" rispetto ad altre nazioni nostre confinanti, in particolare nazioni come Germania, Svizzera ma anche Austria.
Tutte e tre queste nazioni hanno:
  • un sistema sanitario privato (o semi-privato) e non pubblico (non sto dicendo ora che sia un vantaggio, sto solo dicendo che è sempre stato tacciato come "causa di tutti i mali" e "lasceranno morire la gente per strada" ecc... cosa che non si è rivelata vera)
  • hanno iniziato tutti i blocchi DOPO di noi
  • due nazioni hanno la frontiere in comune con noi con nugoli di "transfrontalieri italiani" ogni giorno, in particolare la Svizzera ha 70.000 Lombardi che ogni giorno hanno varcato la frontiera per il Ticino
Ora, i dati di queste tre nazioni, anche se al momento è veramente troppo presto per trarre conclusioni ma almeno un'idea di massima ce la si può fare.
Certo solo la Germania si può confrontare per popolazione all'Italia. Ma facciamo che per comodità didattica Svizzera e Austria possano essere paragonate alla Lombardia.
Visto che dei tamponi parleremo dopo, facciamo il confronto dei morti che sono forse il dato che conta:
Italia: 11.591
Germania: 560
Lombardia: 6.700 (dato in aggiornamento)
Svizzera: 333
Austria: 108
Ora il dato è ovviamente impietoso, ma sappiamo anche che né in Germania, né in Svizzera e né in Austria le terapie intensive sono andate in tilt da settimane come in Lombardia. Per l'esattezza non ci sono proprio in tilt e come vedremo fra poco, da loro il virus sta già rallentando la corsa.
Ora permettetemi di mostrarvi la data nella quale abbiamo "perso la guerra". Se prima stavamo facendo comunque una sciocchezza dietro l'altra per causa di un esecutivo ridicolo, la vera mazzata di idiozia finale il governo Conte la sfodera in un giorno particolare: parliamo esattamente del 29 Febbraio.
Il 29 Febbraio, quando ancora tutto si sarebbe potuto controllare e se non fermare quantomeno arginare, il governo di inqualificabili dispone la morte per decreto di qualche migliaio di Lombardi lasciandoli completamente indifesi.
Il 29 Febbraio il governo infatti vieta ai medici di sottoporre a tampone le persone, limitandosi solamente ai sintomatici.

È la fine della Lombardia.

Il numero di contagi scoperti che fino ad allora era fermo al 6,5%, passa immediatamente in soli due giorni al 23% il primo Marzo per poi arrivare addirittura al 46,2% il 9 Marzo.
Questo dato nel brevissimo non significava che i contagi stessero aumentando, quanto proprio che si stava deliberatamente EVITANDO di individuare gli asintomatici pericolosi poiché portatori di virus che nei dati erano quindi la maggioranza.
Non a caso, senza più un argine per limitare la diffusione del virus, questo dopo una decina di giorni esplode mandando gli ospedali Lombardi in tilt e causando un numero di morti inutili ed evitabili realmente incalcolabile.
A onor del vero solo il Veneto si oppone a questa pratica barbara grazie al coraggio di Andrea Crisanti e esegue (in proporzione) il quintuplo dei tamponi della Lombardia, pur ricevendo pesanti critiche e attacchi da tutti i media di regime.
Il risultato è che il Veneto ha la metà della popolazione della Lombardia ma meno di un ventesimo dei morti Lombardi.
Ricordando che l'epidemia in Lombardia non è scoppiata in centro a Milano ma in piccoli centri come Codogno, questo significa che nella realtà UNA MORTE OGNI DIECI, seguendo la profilassi "veneta", si sarebbe potuta evitare.
Gli abitanti della Lombardia ma in particolare per ovvi motivi di Bergamo e Brescia, devono sapere che per decreto governativo che ha legato le mani ai medici ogni 10 morti che hanno avuto, 9 forse potevano essere evitati se fossero stati abitanti del Veneto ad esempio e non della loro troppo amata regione.
Parlo del Veneto perché non voglio passare per esterofilo ma mi tocca ora ripassare sulla Germania per spiegare come mai i dati tedeschi siano così "Veneti" (o sono i dati veneti ad essere "tedeschi", è uguale):
  • La Germania nonostante abbia "tentennato" inizialmente più dell'Italia (ci ricordiamo le dichiarazioni ottimistiche della Merkel poi ritrattate in qualche giorno) ha poi cambiato subito passo eseguendo una media di 500.000 tamponi a settimana alla popolazione. L'Italia ne ha fatti 17.500 la prima settimana arrivando a un massimo di circa 180.000 la settimana scorsa.
  • La Svizzera (con il Ticino in particolare) è prima al mondo per numero realtivo di tamponi sulla popolazione: “A oggi siamo a 13'621 tamponi per milione di abitanti, la Corea del Sud, che viene ‘promossa’ a leader mondiale per numero di tamponi è a 6'148 tamponi per milioni di abitanti, dunque la metà del Ticino. Per questo possiamo dire che in Ticino siamo primi al mondo”. -Paolo Ferrari, capo dell’Area medica dell’EOC.
Ora, al netto della propaganda, dell'orgoglio nazionale e tutto quello che si vuole, sembra evidente che i numeri siano impietosi nei confronti dell'Italia.
Non solo per il numero incredibile e ingiustificabile di morti, quanto proprio perché nazioni che sono entrate DOPO nell'epidemia e che hanno avuto curve di crescita dei contagiati simili a quella italiana (in particolare quella tedesca è stata per alcuni giorni anche più feroce), stiano anche uscendo PRIMA almeno apparentemente dal problema.
E la risposta pare ovvia quando si capisce che il numero di contagiati è relativo a un numero di tamponi estremamente superiore a quello italiano, "bloccato per decreto" ai soli sintomatici, quando si è capito in pratica sin da subito come siano gli asintomatici il problema.
Quindi la "migliore sanità del mondo perché è pubblica"
  • non solo si è fatta trovare con un numero sdegnosamente basso di posti letto per terapia intensiva,
  • non solo si è fatta trovare orribilmente disorganizzata
  • ma tranne in Veneto ha operato per decreto in maniera vergognosa nei confronti delle persone che le tasse per tenerla "gratis" le ha sempre pagate e sono invece stati bellamente traditi.

Il blocco tamponi ai soli sintomatici il 28 Febbraio decreta ad oggi 10.000 morti di Stato.

Così come questi terribili Stati con la sanità privata che lasciano le persone a morire per strada secondo propaganda filo-soviet, pare invece che non abbiano lasciato per strada proprio nessuno.
Perché davanti a un emergenza non conta se la sanità sia pubblica o privata. Conta chi c'è al governo. Ed evidentemente la carta peggiore del mazzo l'hanno pescata come sempre gli Italiani con "Giuseppi il grande presidenDe" che va a farsi le dirette Facebook raccontando * su * in maniera indegna insieme al capo della Protezione Civile mentre la gente muore.
Dico questo, e lo ripeto a prova di idiota, per spiegare due cose:
  • Trovo per il "benaltrismo" la più alta forma di disgusto possibile. Spiegato in termini semplici, chi davanti ai crimini di questo governo e alla totale incapacità nonché follia vera e propria gestionale di Conte e scherani risponde con "E se ci fosse stato Salveenee allora?" dimostra di essere un idiota.
    Un crimine o un'azione criminosa, da incompetente o idiota conclamata NON si contrasta sul piano dell'ideologia politica ma SOPRATTUTTO non si contrasta con un'azione di qualcun altro -chiunque esso sia- che non è però mai avvenuta. Il Kapitone o chi per lui avrebbe fatto peggio? Forse. Chissenefrega. Intanto 10.000 morti solo ad oggi di troppo stanno sulla coscienza di Conte. Fine.
  • Non sto facendo pubblicità alla sanità privata. Non mi interessa. Sto anzi facendo il contrario, cioè dimostrando che anche in casi presentati come pericolosi per la popolazione (Si Guranoh solo i riGGhih! Stalinunoh!11 W Fidell!!1), un governo capace PROTEGGE comunque e sempre il suo popolo. Quindi il problema è governativo, non di modello di sanità come vi hanno sempre fatto credere. Pubblica o privata non mi interessa e non è qui argomento di discussione. Mettete vie le magliette di CheGuevara, Bella Ciao e le Birkenstock. Avete fallito sempre davanti alla Storia. Oggi si aggiunge solo alla lunga lista dei fallimenti sia pratici che ideologici... ma non è questo il punto.
Sto dicendo un'altra cosa e che non ha colore politico, nonostante lo sdegno che ogni essere umano non ancora passato allo stato di mandria umana e quindi di bestia dovrebbe possedere per il governo attuale.
E cioè che l'Italia è entrata per prima in questo problema e di questo passo ne uscirà per ultima, rischiando di farci perdere ancora di più degli altri sul piano della forza e del commercio internazionale.
È necessario sin da subito adottare i protocolli Veneti/teutonici e tamponare a tappeto. Il Lockdown da solo non basta. Servirà solo a far morire l'italia.
Social distancing + tamponi a tappeto agli asintomatici è l'unico modo per risolvere il problema ed evitare che si ripresenti, altrimenti gli altri riapriranno in cancelli e noi non potremo mai perché il virus non sarà mai sotto controllo in questo modo.
A tal proposito sto sostenendo personalmente questa campagna a favore del dott. Andrea Crisanti, dal curriculum non discutibile nè per titol accademici, nè per ovvi meriti sul campo affinché possa coordinare l'attività sanitaria in tutta Italia. Se vorrete partecipare siete i benvenuti ==> https://www.change.org/p/giuseppe-conte-nominiamo-il-professor-crisanti-commissario-nazionale-per-la-lotta-al-coronavirus
È completamente inutile sia urlare "#Stateacasah!1" che invocare il lockdown ad oltranza se non si comincia immediatamente ad affiancare al lockdown l'esecuzione dei tamponi ad ampio raggio.

Ciò detto passiamo ai dati di oggi

  • Finalmente anche in Italia abbiamo un primo segnale concreto di inversione di trend con rottura netta dei minimi precedenti.
  • Scendiamo a 4050 casi totali e 1648 attualmente positivi.
  • Come già spiegato più volte, purtroppo però questi dati fluttuano in funzione del numero dei tamponi fatti e anche oggi dobbiamo registrare un calo nei tamponi molto grave, quasi la metà del record raggiunto il 26 Marzo.
  • È necessario che i tamponi vengano effettuati ad ampio spettro anche sugli asintomatici, come nel modello Veneto/teutonico.
  • Rimane comunque una curva di decrescita che segna un nuovo record positivo con un +4,1% dei casi totali rispetto al giorno precedente.

Vediamo i dati veramente buoni

  • I dati sui ricoveri sono i numeri che per quanto empirici ci danno la dimensione reale dell'andamento del contagio quindi abbiamo:
  • Incremento molto basso all'1,9% dei casi di terapia intensiva ma finalmente scendono tantissimo anche...
  • Ricoveri ospedalieri con un record positivo di solo +1,7% e anche i ricoverati a domicilio che scendono a un ottimo +2,7%
  • Record positivo assoluto anche per il numero di guariti che solo nella giornata di oggi tocca i 1590
  • La Lombardia, che da sola conta quasi la metà dei contagi totali, prosegue a sua volta nella tendenza calante incrementando la curva epidemica del 2,8% contro il 4% di ieri. In Regione prosegue un calo importante sia dei ricoveri, sia dei pazienti in terapia intensiva.
Dato purtroppo ancora stabile che non scende, quello dei decessi fermo a +812 che ovviamente hanno però a che fare con persone infettate nelle scorse settimane e per i quali saranno necessari ancora almeno una decina di giorni per vedere la curva prendere un trend verso il basso più deciso.
Se vogliamo ripartire, dobbiamo impegnarci affinché la politica del Veneto venga estesa immediatamente a tutta Italia, affiancando al lockdown anche i tamponi a tappeto eseguiti sugli asintomatici.
Se non lo faremo, saremo gli ultimi a uscire dalla crisi e quelli più proni a ricadute successive.
Buona serata a tutti.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, (Y) ha scritto:

Aggiornato alle 18:40

 

qTuVGgx.png

 

per me in cina mentono e in iran hanno smesso di contare

 

credo invece ai coreani. complimenti a loro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, airtotem ha scritto:

Senza polemica raga.

 

Il 12% di mortalitá non è un numero troppo elevato per questo virus?

 

Ci dicevano 1 o 2%, un pessimista poteva prevedere un 4% con la sanitá disastrata che ci ritroviamo.

 

Ma il 12%? Perché?

Perché i contagiati effettivi sono almeno 10 volte il numero che leggiamo di quello ufficialmente comunicato (ossia 100.000 e rotto).

 

Esempio lampante: oggi pomeriggio, a Tagadà (LA7), intervista ad una dottoressa che assiste a domicilio pazienti positivi al COVID-19 o che presentano tutti i sintomi.

Beh, la dottoressa ha detto che nella giornata di ieri ha assistito 10 pazienti, di cui solo 1 ha fatto il tampone. Ha detto che può tranquillamente sbilanciarsi sulla positività degli altri, anche senza l'ufficialità data dal tampone, visto che tutti i sintomi e tutti gli esami a cui sono stati sottoposti fanno pensare con quasi certezza alla positività.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, (Y) ha scritto:

Perché in Italia e Spagna il contagio è scoppiato prima (o per lo meno le rilevazioni)

Però ad esempio in Germania e Spagna é scoppiato pressoché insieme, eppure...non posso credere che ci siano così elevate differenze nei sistemi sanitari (non é Germania vs. Africa nera).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, nomevisualizzato ha scritto:

Intanto Orban diventa dittatore in Ungheria per “combattere il coronavirus” .ghgh 

pieni poteri .sisi 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, nomevisualizzato ha scritto:

Intanto Orban diventa dittatore in Ungheria per “combattere il coronavirus” .ghgh 

Assurdo....... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, nomevisualizzato ha scritto:

Intanto Orban diventa dittatore in Ungheria per “combattere il coronavirus” .ghgh 

Sta passando sottotraccia ma è un evento di una gravità assoluta 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.