Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Godai

Utenti
  • Content count

    492
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

633 Eccellente

6 Followers

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo

Contatti

  • Sito web
    http://

Recent Profile Visitors

8,354 profile views
  1. Io, invece, concordo pienamente con il senso generale della lettera. La stragrande maggioranza dei tifosi juventini si lamenta continuamente, e giustamente, del trattamento dei media (e quindi arbitrale, che ne è la naturale conseguenza) nei riguardi della Juve (qui dentro, ad esempio, vi è addirittura un topic apposito, talmente frequentato da essere permanente, che ne raccoglie "i deliri"....segno evidente dell'insofferenza ed indignazione verso la faziosità e la violenza verbale che sempre dobbiamo sopportare), poi, però, se si invoca il sacrosanto diritto ad essere difesi da parte della società (cosa che fanno tutti nel calcio; come anche nella vita del resto), allora si storce il nasino....no no no, perchè sennò saremmo "come gli interisti"; non rendendosi conto, in questo modo, che ci si contraddice da soli, poichè questa presunta indifferenza a ciò che i media dicono è figlia proprio dell'azione che essi esercitano sulle emozioni dei nostri tifosi, e quindi ammettendone implicitamente proprio quella incontestabile incidenza che, a parole, si dice di negare. Quando si viene attaccati, bisogna reagire; sui modi da adottare si può discutere a lungo, ma bisogna reagire. Perchè, altrimenti, se poi si piagnucola per diluvi perugini, giapponesi resi impiegabili 3 giorni prima della partita decisiva, o finali di Champions perse con furti a mano armata, allora, si è soltanto degli ipocriti. Intanto, giusto per rimanere a queste 4 partite di campionato...2 punti, forse di più, se li sono portati via lorsignori in giallo e sgabuzzini vari. Questo è quanto.
  2. Godai

    Crotone - Juventus 1-1, commenti post partita

    Complimenti ai signori in giallo.....2 partite, 2 rigori, due espulsioni e un goal annullato per robe che, in partite con squadre dai colori differenti, dallo sgabuzzino non arriva nemmeno un fiato.....4 punti borseggiati e via promozione per i signori in giallo! Dai che ce la fate a farci perdere un campionato dopo 10 anni! I miei complimenti vivissimi! E la società, dopo lo sterco napoletano e dei media di regime.....ovviamente.....muta
  3. Godai

    Il topic della Formula1 2020

    E qui andiamo sul tifo e sulle emozioni personali, ed è giusto e bello così. Io sono da sempre ferrarista; mio padre andava ai Gp nei tardi anni 70 primi 80 e mi ha passato il mito di Gilles (di cui ricordo, da bambino, la tragica fine)....sono naturalmente legatissimo al nostro Schumi, indimenticabile, immenso, e figlio di * in pista come tutti i grandi campioni di questo sport bellissimo. Detto questo però....a mente fredda, mi sento di dire che Fernando Alonso aveva forse qualcosina in più di lui (pur con 5 mondiali di meno), essendo più freddo, sbagliando un tantino meno sotto pressione, ed essendo competitivo con macchine anche nettamente inferiori alla concorrenza (ma in parte lo è stato anche Michael). Altri giudizi sparsi: considero Vettel un sopravvalutato che ha avuto molta fortuna (pur naturalmente pilota velocissimo per carità); Nigel Mansell il pilota più entusiasmante che ho visto; Ayrton Senna un grandissimo (sul bagnato, e in qualifica, non si è mai vista nè prima nè dopo una cosa del genere), ma, forse perchè avversario principe, non provavo molta simpatia per lui; Alain Prost un computer, ma non mi trasmetteva molte emozioni; Mika Hakkinen, un signore; Niki Lauda un personaggio unico e ....potrei continuare a lungo ma mi fermo qui
  4. Godai

    Il topic della Formula1 2020

    Hamilton è un grande campione, su questo nessuno ha il minimo dubbio; tuttavia i numeri non sono tutto.....dipende, naturalmente, dalle macchine che hai avuto in carriera e dagli avversari (auto e piloti) incrociati in dati momenti. Fernando Alonso, per esempio, è stato meno fortunato di lui in tal senso....ha vinto "solo" 2 titoli, ma io lo considero più forte del pilota inglese.
  5. Se gli chiedi di fare una buona demi-volè devono prima tornare dal maestro di tennis allenandosi per un annetto buono prima di capire di cosa si tratti Concordo, ovviamente, col tuo giudizio sull'immenso tocco di Federer. Altra eleganza, altra scuola, altra classe.
  6. Beh, Medvedev quest'anno ha comunque fatto un ottavo a Melbourne, dove ha perso da Wawrinka che, lo sai, anche se è in calando, quando sta bene è sempre capace di battere chiunque; e a New York ha fatto semi perdendo con Thiem (ma era una di quelle giornate stramboidi del russo...un pò giù di tono, questo sì); a Parigi è arrivato invece palesemente fuori forma (altrimenti, mai perde da Fucsovics, nemmeno se gioca bendato...). E' vero, allora era un altro tennis....soprattutto per via dei materiali (anche se McEnroe, passando dal legno alla grafite, per dire, comunque deliziava gli occhi a rete lo stesso...e già si serviva forte)......ma penso sarai d'accordo con me che oggi la maggior parte dei giocatori non sa giocare a rete, se non qualche stop volley buona sulla terra. Il resto, un pianto.
  7. Tsitsipas ha molto talento (bellissimo il suo rovescio), ma deve fortificarsi mentalmente, avere meno paura di venire a rete nei colpi di avanzamento...in molte occasioni, deve giocare 2/3 volte in più per chiudere, e non sempre ci riesce. Tutto ciò è un limite...perchè a questi livelli, non basta tirar forte, gli avversari migliori sono atleticamente preparatissimi e in difesa resistono, remano, rimandano, appunto, quel colpo in più che di solito, invece, non è necessario. Secondo me Medvedev è più forte; mi sembra più pronto. E' un pò, come dicevo, stramboide, ma molto consistente. E' migliorato molto in questi ultimi 2 anni. Se guardo i primi del ranking, posso dirti che: Zverev: potente sì, ma mi sembra privo del quel quid di ferocia che vedo nei fuoriclasse (e sì che lui sarebbe anche bravo a rete...ha una buona mano); Rublev: tira fortissimo, ma lo guardi in faccia e sembra che ogni partita si trovi davanti al plotone d'esecuzione...molto emotivo. E' un problema. Shapovalov: Ancora troppo incostante. Auger Aliassime: ancora un bambino. Dopo di che c'è una nutrita schiera di specialisti terraioli che sul rosso sono una bella rottura di * da affrontare: Schwartzman, Carreno, (che a onor del vero, è bravo anche sul veloce - cosa atipica per gli spagnoli), Garin, Ruud. Tutta gente forte, ma, per dire, tranquillamente alla portata di Berrettini e Sinner (e speriamo di Musetti) Ps: se non si fosse capito, io apprezzo il tennis vecchio stile (anche se mi piace Nadal, per le sue incredibili doti di forza mentale, carattere d'acciaio, grinta e ferocia da vendere...e poi...quelle traiettorie impossibili con rotazioni uncinate che non avevo mai visto in vita mia...), quello che da ragazzino guardavo estasiato....mi piace il serve and volley puro, che non vedo più dai tempi di Patrick Rafter e del mitico Max Mirnyi...nome che a molti non dirà nulla...ma che fu uno dei più forti doppisti di tutti i tempi. I miei tennisti preferiti erano John McEnroe e Stefan Edberg.
  8. Aggiungo: un altro tizio da tenere in considerazione è Daniil Medvedev....stramboide e molto, molto forte.
  9. E' vero. Forse sarà il primo ad approfittare del futuro calo di Djokovic (quest'anno, a Flushing, per dire, senza la squalifica del serbo, in finale sarebbe ancora stato preso a pallate); è potente, molto bravo in difesa e già dotato di parecchia esperienza. A Parigi, quando calerà Rafa, potrebbe certamente vincere qualche titolo, ma non molti, perchè mi pare abbia sui 27 anni, e Nadal, alla sua età , ne aveva già vinti 8 Sull'erba, invece....bisogna trovar qualcuno che abbia la risposta di rovescio di Djokovic; anche, come sai, contro le prime non perfettissime dei big server (perchè questo è necessario, a Wimbledon, per avere ambizioni serie di vittoria).....il che per adesso mi appare una chimera lontanissima.
  10. Nessuno degli attuali giovani tennisti che abbiam visto, almeno fino a questo momento, può battere Djokovic in uno slam su erba e cemento, o Nadal sul rosso, prima che questi 2 calino di rendimento fisico. Se poi (e nel tennis si fa presto), dovesse spuntar subito un nuovo fuoriclasse, vedremo....ma per ora, io la penso così.
  11. Più Slam di tutti li vincerà Djokovic, che può puntare su cemento ed erba, poi seguirà Rafa, e ultimo (si fa per dire) Federer, che, per smuovere la classifica, dovrà vincere un Wimbledon a 40 anni. Ps: ovviamente, sono contento per Rafa, per il quale tifo (tranne, ovviamente, quando gioca con gli azzurri). E 13 in rosso
  12. Rafa sta facendo sembrare Djokovic uno sparring partner.....incredibile......ora vediamo il 3°, perchè, con i fuoriclasse bisogna sempre stare ben attenti prima di darli per morti, ma, finora.....
  13. Godai

    ORA BASTA!

    Lo so. Ma queste sono domande che dovremmo porre, direttamente, alla proprietà. Comunque, l'unica cosa che possiamo fare noi tifosi, è tentare di unire le nostre voci, farci ascoltare in primis dalla nostra società e agire all'unisono, cercando, in maniera organizzata e compatta, di far intendere bene, ad Andrea Agnelli, che la misura è colma; ci siamo rotti i *, adesso basta. Come tifoseria, che, è bene ricordarlo, è ciò che fa grande un club, perchè porta passione, contratti, e denaro, abbiamo il diritto di essere tutelati. Soffriamo, gioiamo, e paghiamo....e meritiamo rispetto. Ma finchè le voci resteranno separate, confinate in un ghetto virtuale, incapaci di trovare un agire comune, basato sui grandi numeri, e non su un inutile "ognuno per conto suo", tutto questo non sarà mai possibile, rimanendo vittime di un fatalismo abulico e rassegnato, non degno dello spirito indomito che questi colori rappresentano, da sempre, sul campo. Bisogna credere, invece, nel cambiamento, come in ogni ambito della vita.....perchè se non combatti, e chini la testa, sempre....ebbene, non devi più lamentarti, non ne hai più il diritto. E lo sterco che ti tirano addosso...allora....te lo sarai soltanto meritato. Assolutamente.
  14. Godai

    ORA BASTA!

    Un uomo che prende sputi, insulti e schiaffi senza mai reagire, è un uomo senza dignità. La Juventus, purtroppo, non difende la propria tifoseria.
  15. In Italia invece di tifare i nostri atleti che si fanno valere a livello internazionale si riesce sempre a denigrarli, sminuirli e ad augurarsi che perdano per infantili convinzioni personali. E' una storia vecchia...l'abbiamo vista in molti sport...la pappardella la conosciamo; non mi pare sia utile darle la benchè minima importanza. Matteo ieri ha avuto una giornata storta; ha giocato male e perso meritatamente. Succede. E' chiaro che non sarà mai un fuoriclasse assoluto....ma se per avere la stima e il tifo degli appassionati (e connazionali) si deve per forza essere come Nadal, Djokovic e Federer...allora, qualunque giocatore sarà sempre considerato scarso e denigrato. E' un modo di giudicare rudimentale, rozzo e semplicistico dal quale mi dissocio totalmente. Berrettini ha vinto 3 titoli ATP, ha battuto Thiem, Monfils, Rublev, Bautista Agut, Schwartzman, Kachanov, Dimitrov, Auger - Aliassime ecc; ha fatto semifinale a Flushing, ottavi a Wimbledon, è entrato in top ten, ha disputato il Masters (primo italiano dopo 40 anni, vincendo anche una partita, unico a riuscirci, seppur a girone acquisito), e mi sembra meriti di essere rispettato come tutti gli altri nostri atleti. Dovremmo essere contenti, invece di essere, come al solito, disfattisti. E per fortuna, oltre a lui, abbiamo una nuova leva di giovani molto interessanti, di cui uno già fortissimo (l'abbiamo visto oggi....grande Jannik!), e un altro in rampa di lancio. Senza dimenticare gli altri, con Fognini che vanta ancora il miglior palmares in assoluto tra i nostri, e molti altri ragazzi che si stanno facendo rispettare in tutti tornei del globo (da Sonego a Travaglia, da Cecchinato a Mager, Da Caruso al buon vecchio Seppi che la sua bella carriera l'ha fatta, con 3 titoli vinti). Forse è meglio sostenere, invece che dividersi in sterili polemiche; ed essere contenti, soprattutto alla luce del lunghissimo, quarantennale, e buio tunnel da cui viene il nostro tennis maschile. Questa è la mia opinione.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.