Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'sturaro'.

  • Cerca per Tags

    Tag separati da virgole.
  • Cerca Per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Sport
    • Juventus forum
    • Calciomercato Juventus & Angolo del Guru
    • World Cup Russia 2018
    • Biglietti Juventus, Allianz Stadium e J-Museum
    • Scommesse sportive
    • Calciopoli & questione ultrà
    • Ju-Vision
    • Ju&Me
    • Video Juventus, PuntoJ: la zona erogena del tifoso juventino
    • Altri Sport
    • Archivio discussioni Vecchiasignora.com
  • Divertimento
    • Fantacalcio 2017-2018
    • Il diario bianconero
    • Off topic
    • Mercatino & Collezionismo
  • Supporto
    • Assistenza tecnica
    • Cestino

Calendari

  • VS Community
  • Partite Juventus
  • Il romanzo bianconero

Trova risultati in...

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Partenza

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Partenza

    End


Filtra per numero di...

Iscritto

  • Partenza

    End


Gruppo


Twitter


Facebook


MSN


Yahoo


Skype


Sito web


Provenienza


Interessi

Trovato 21 risultati

  1. Un’operazione come quella di Cristiano Ronaldo rischia di cancellare tutto il resto. Ma la Juve non si ferma qui. Un mese esatto rimane a disposizione prima della conclusione del calciomercato, prima di tornare a fare sul serio si dovrà però vendere. E bene. In una continua corsa fatta di sorpassi e controsorpassi, partenza Torino e traguardo a Londra sponda Chelsea, ora c’è Daniele Rugani in testa rispetto a Gonzalo Higuain. I Blues insistono, per il difensore sono pronti a sfondare abbondantemente il muro dei 40 milioni e nelle prossime ore potrebbe arrivare una nuova offerta sul tavolo della dirigenza bianconera da 45 milioni più bonus: una cifra sempre più vicina a far cedere la Juve, mentre il giocatore pur senza spingere particolarmente per la cessione ha già trovato un’intesa con i londinesi sulla base di un contratto quinquennale ad ingaggio più che raddoppiato rispetto a quello attuale. Saranno quindi queste giornate, forse ore, decisive per la cessione di Rugani al Chelsea. Più tempo invece ci vorrà per capire come andrà a finire la telenovela legata ad Higuain: il bomber argentino è in vendita ma non vuole fare sconti, allo stesso tempo alla Juve non è ancora arrivata la proposta giusta da (almeno) 60 milioni più bonus. Cifra che per ora il Chelsea non ha ancora toccato, mentre inizia a palesarsi un nuova proposta dall’estero che potrebbe assumere i connotati del Tottenham nel caso in cui fosse Harry Kane uno degli eredi di Cristiano Ronaldo al Real Madrid. Sempre in direzione Premier anche Stefano Sturaro, la lotta è ancora accesa con Newcastle, Leicester e West Ham particolarmente interessate: ma la Juve vuole 20 milioni. Questo l’elenco dei partenti senza che necessariamente ci siano novità in entrata. Ma la campagna acquisti della Juve è tutt’altro che conclusa, le altre posizioni in bilico di Alex Sandro e Mehdi Benatia, senza dimenticare le sirene che continuano a risuonare attorno al gioiello Miralem Pjanic: quelle che tengono in scacco per il momento l’avanzamento delle trattative da sogno per Marcelo e Diego Godin. Nuovi contatti ancora ieri per il centrale uruguaiano dell’Atletico Madrid, che spinge per il rinnovo proprio mentre la Juve non arretra di un centimetro. Decide il giocatore, che prende tempo. In questa fase, sarebbe una buona notizia per i bianconeri. Fonte: Corriere di Torino
  2. La situazione di Gonzalo Higuain va catalogata fra le notizie di secondo piano. Perché immaginare il Pipita assieme a CR7, Paulo Dybala, Mario Mandzukic e compagnia di ali pronte a volare sulla fascia pare più un esercizio di fantasia che non una seria prospettiva. Quella, semmai, conduce a Londra, a Stamford Bridge, a quel Chelsea che in attesa di separarsi da Antonio Conte (affare non semplice) tiene Sarri in standby. Higuain della Juve non è ancora un ex, ma la sua partenza - al netto dell’operazione Pallone d’Oro - non è mai sembrata davvero in dubbio. Pipita al Chelsea, in caso di fumata bianca, sarà il frutto di una trattativa da 60 milioni per evitare minusvalenze nel bilancio bianconero, e con lo stesso Rugani a rischio di cessione: il pacchetto da 100 milioni non è una certezza, però neppure si può escludere. In entrata, invece, non è detto che ci saranno altri cambiamenti consistenti. Sfoltire la rosa - Ronaldo o non Ronaldo - resta una necessità (dopo Mandragora all’Udinese si attende l’accelerata decisiva per la cessione di Sturaro, in pole c’è il Newcastle), prima di dar vita ad ulteriori modifiche nella rosa di Allegri. Niente da fare per Golovin, ormai diretto al Chelsea (che intanto tratta la cessione del brasiliano Willian al Barcellona) subito dopo la fine del Mondiale. A centrocampo la Juve non molla la pista che conduce al giovane Rabiot. Ecco, immaginare l’uscita di Sturaro e Claudio Marchisio con l’innesto dell’ex Tolosa è un’idea tutt’altro che irrealizzabile. Fonte: Tuttosport
  3. Al derby timbrato da Alex Sandro (secondo gol del brasiliano al Toro in questa stagione) la Juventus è arrivata senza un numero indecifrato di big, ma i sostituti scelti da Allegri conoscevano bene il copione e non hanno sbagliato neppure una battuta. Senza Matuidi, in mezzo Sturaro ha fatto il suo come mezzala di copertura, contrastando e pressando senza pause, fino al lancio della casacca ai tifosi bianconeri a fine partita. Con Benatia in panchina (acciaccato e stanco: non saltava un’intera gara da Juventus­-Torino di Coppa Italia del 3 gennaio) Daniele Rugani ha preso in consegna Belotti impedendogli ogni smarcamento pericoloso; con Alex Sandro promosso esterno offensivo (colpa della febbre di Mandzukic), Asamoah si è rimesso a correre e a fare il controllore sulla corsia di sinistra. Quando i big mancano, i gregari escono dalle quinte e recitano da primi attori. Pochi orpelli e tanta consistenza, ciò che serviva in un pomeriggio più da sciabola che da fioretto. Insieme i tre hanno giocato 35 gare da titolare, 4 in più di que le di Higuain. «Contava poco la tattica, solo chi andava di più e chi aveva più spirito», è la sintesi di Sturaro, una carriera da mediano con più critiche che presenze in questa stagione. Uno che non alza il tasso tecnico ma si esalta in mezzo alle battaglie, dando il meglio di sé. Allegri gli ha chiesto di metterci fisicità e carattere, lui ha risposo «Signor sì». Dal Toro al Toro: Rugani è tornato titolare più di un mese dopo (ultima il 3 gennaio). Senso della posizione e lettura delle situazioni: l’Oscar va al movimento difensivo con cui ha gestito l’uno contro due (Obi e Belotti) sull’infido contropiede del primo tempo. Asamoah è stato il fedele Sancho Panza di Alex Sandro in versione attaccante. Per il derby può bastare, poi l’Europa è un’altra cosa: a Londra serviranno gli Higuaines ben più dei peones, ma intanto la Juventus grazie ai gregari può continuare a inseguire il Napoli e il settimo scudetto. Fonte: La Gazzetta dello Sport
  4. Nessun fake. La storia degli insulti tra Stefano Sturaro e un ragazzo di dodici anni tifoso del Napoli, purtroppo, è tutta vera. Ad averla ammessa è stato lo stesso calciatore bianconero, che ha messo così la parola fine al tam tam social esploso nelle scorse ore, prendendo così posizione su Instagram: “Accade spesso che noi calciatori veniamo insultati sui social network. Bisognerebbe ignorare, ma purtroppo a volte l’istinto ha il sopravvento, soprattutto quando si tratta di pesanti provocazioni. Mi è successo con un ragazzino napoletano qualche giorno fa. Non avrei dovuto cadere in questo errore. Mi scuso con lui e con chi si è sentito toccato”. Da segnalare come questo post non permetta la possibilità di commentare, non una grande difesa considerando come gli inevitabili insulti continuino ad occupare lo spazio nel precedente post di Sturaro. IL FATTO – Di cosa si parla? Di uno sgradevole battibecco tramite la messaggistica privata di Instagram. Tutto risale all'immediato post Napoli-Juve, ed è nato da un insulto del tifoso in questione. Sturaro avrebbe prima risposto con la foto dell'esultanza di Higuain, poi ad altri insulti e provocazioni avrebbe perso la testa: “Vai a piangere dalla mamma, bambini di me...”, “Sono a casa con tua mamma”, “Stai buono che ti faccio fare una figura di m... che manco ti immagini e poi piangi per tre giorni”, “Vai a giocare con i Pokemon e non rempore il c...o ritardato che non sei altro”, alcune delle risposte di Sturaro (diffuse da FanPage.it in seguito alla denuncia del fratello maggiore del ragazzo coinvolto) che si descrivono da sole. C'è stata la provocazione, indubbiamente, ma un tale comportamento andava evitato. E forse le scuse potrebbero non bastare a questo punto. L'AGENTE – Un brutto scivolone, che in attesa delle scuse aveva generato un'ulteriore attacco a Sturaro sui social. In precedenza, l'agente Carlo Volpinon poteva credere fosse vero: “Non ho neanche bisogno di sentire Stefano, riceverà migliaia di insulti in ogni occasione, ritengo questa situazione improbabile al 100%. Si tratta di un ragazzo sempre molto attento anche in ambito sociale, generoso con i bambini e le persone in difficoltà. Piuttosto penso si debba aprire una riflessione sul fatto che in generale venga consentito a ragazzi minorenni un uso così indiscriminato dei social network”. Calciomercato.com
  5. 6 BUFFON 7 LICHTSTEINER S.V. DANI ALVES 6,5 BARZAGLI 6,5 RUGANI 6,5 ALEX SANDRO 6,5 MARCHISIO 7 KHEDIRA 6,5 CUADRADO 6 LEMINA 8 DYBALA 6,5 STURARO 6 BONUCCI 8 HIGUAIN 7,5 ALLEGRI Fonte: Tuttosport 6 BUFFON 6 LICHTSTEINER S.V. DANI ALVES 6,5 BARZAGLI 6,5 RUGANI 5,5 ALEX SANDRO 6 MARCHISIO 6,5 KHEDIRA 6 CUADRADO 5,5 LEMINA 8 DYBALA 5,5 STURARO 6,5 BONUCCI 8 HIGUAIN 6,5 ALLEGRI Fonte: GdS 6 BUFFON 6,5 LICHTSTEINER S.V. DANI ALVES 6,5 BARZAGLI 6,5 RUGANI 6 ALEX SANDRO 6 MARCHISIO 6,5 KHEDIRA 6 CUADRADO 6 LEMINA 7,5 DYBALA 6 STURARO 6 BONUCCI 8 HIGUAIN 6,5 ALLEGRI Fonte: CorSport Fonte: CorSera Fonte: La Stampa Fonte: La Repubblica Fonte: Libero Fonte: QS-La Nazione
  6. BUFFON 6,5 LICHTSTEINER 6,5 RUGANI 7,5 CHIELLINI 7 BARZAGLI 6 ALEX SANDRO 6,5 KHEDIRA 6,5 MARCHISIO 7 STURARO 6,5 PJANIC 6,5 CUADRADO 5,5 HIGUAIN 8 DYBALA S.V. MANDZUKIC 7 ALLEGRI 7,5 Fonte: Tuttosport BUFFON 6 LICHTSTEINER 6 RUGANI 7 CHIELLINI 6,5 BARZAGLI 6 ALEX SANDRO 6 KHEDIRA 6 MARCHISIO 7 STURARO 7 PJANIC 6 CUADRADO 6 HIGUAIN 7,5 DYBALA S.V. MANDZUKIC 6,5 ALLEGRI 7 Fonte: CorSport BUFFON 6 LICHTSTEINER 6 RUGANI 7 CHIELLINI 6,5 BARZAGLI 6 ALEX SANDRO 6,5 KHEDIRA 6,5 MARCHISIO 6 STURARO 7 PJANIC 6 CUADRADO 5,5 HIGUAIN 7,5 DYBALA S.V. MANDZUKIC 7 ALLEGRI 6,5 Fonte: La Gazzetta dello Sport Fonte: La Stampa Fonte: CorSera Fonte: La Repubblica Fonte: Il Giornale Fonte: Libero Fonte: Il Tempo Fonte: Il Messaggero Fonte: QS-Il Giorno
  7. Il centrocampista, appena arrivato dal Genoa, ha già sostenuto il primo allenamento con i nuovi compagni. Benvenuto!
×

Informazione Importante

Utilizziamo i cookie per migliorare questo sito web. Puoi regolare le tue impostazioni cookie o proseguire per confermare il tuo consenso.