Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Manu097

[VIDEO] Conferenza Allegri pre Juve-Milan: "Juve-Real evento mondiale, ma obiettivo è il campionato. Chiellini sta bene, Cuadrado verrà in panchina. Per Bernardeschi niente operazione"

Recommended Posts

 

 

 

Massimiliano Allegri si prepara a sfidare il suo passato. Alla vigilia della sfida con il Milan, il tecnico bianconero incontra i giornalista nella sala stampa del Media Center di Vinovo.  Tuttojuve.com riporta integralmente e in tempo reale i passaggi della sua conferenza stampa.

 

Volevo sapere la situazione di Chiellini e di Cuadrado.
"Prima di rispondere a questa domanda, ho due pensieri: il primo è rivolto alle famiglie delle due vittime che hanno perso la vita al porto di Livorno, quindi sono molto vicino alle famiglie; il secondo a Emiliano Mondonico. E' stato un uomo che ha dato l'esempio, un uomo che ha vissuto il calcio con grande passione e con grande semplicità, quindi credo che questi due pensieri nella conferenza di oggi siano a Mondonico e alle famiglie delle vittime del porto di Livorno. Chiellini sta bene, Cuadrado domani sarà a disposizione e verrà in panchina. Piano piano li recuperiamo tutti, non possiamo continuare a .... (sorride, ndr). Anche perchè iniziano due mesi.... bisogna avere l'ambizione e l'obiettivo di arrivare al 27 maggio, quindi se arriviamo là vuol dire che giocheremo fino al 13 maggio una partita ogni 3 giorni. Comunque, facendo un passo alla volta, intanto domani abbiamo il Milan, e poi abbiamo 7 partite fino alla partita col Napoli. Quindi credo sia un bellissimo momento, da affrontare con grande entusiasmo, prima cosa, con l'ambizione di arrivare in fondo e centrare tutti i risultati, e credo che lavoriamo tutti... tutti dovrebbero lavorare e noi lavoriamo per questo, per arrivare a questo momento della stagione. Perchè? Perchè quando eravamo all'inizio, che dicevo, a marzo...  a marzo siamo arrivati, siamo dentro tutte le competizioni, quindi anche quest'anno, anche quest'anno, se ci dovesse andare male, se ci dovesse andare male... io credo di no, ma se ci dovesse andare male, giocheremo tre partite in meno rispetto a tutta la stagione, a completamento dei quattro anni, su 232 partite, ne abbiamo giocate 224, se salteremo le due semifinali o la finale di Champions, credo non siano numeri da buttare".

 

La preoccupa un po' a livello mediatico, a livello di social,  a livello di tifoseria, quasi non ci si accorga che c'è Juventus-Milan domani. E tutta l'attenzione sia concentrata su martedì.
"Diciamo che noi siamo ancora arrabbiati per i due punti lasciati a Ferrara e ci siamo giocati un bonus a Ferrara. E domani abbiamo il Milan che nelle ultime 10 partite, ha vinto 8 volte e pareggiato 2 volte. Le ultime 5 partite le ha vinte tutte e 5, e comunque è sempre Juventus-Milan, una partita che sarà equilibrata come sono state le ultime, come sempre, quindi bisogna prepararsi per il Milan. Al Real Madrid ci penseremo da lunedì. II Real Madrid - lo ripeto e lo dico a tutti, poi chi vuol capire capisca, chi non vuol capire non capisca, chi non capisce non posso fare nulla - è una serata, sono due partite dove giochiamo contro la squadra più forte al mondo insieme al Barcellona, dobbiamo avere l'ambizione di batterli e quindi va vissuto come un evento sportivo mondiale. Ma l'obiettivo è il campionato. Molto chiaro".

Sei un po' preoccupato per i post-sosta visto che avete avuto qualche difficoltà nei mesi scorsi? Forte di quelle lezioni, stai cambiando qualcosa nell'avvicinamento alla partita?
"No, perchè la prima sosta che abbiamo fatto dopo il campionato abbiamo giocato con il Chievo e abbiamo vinto in casa, quindi un dato positivo c'è. Poi le altre due sono state due partite, diciamo, un po' strane. Però dobbiamo pensare a quelle che sono state le due partite dopo le ultime due soste. Però siamo in un momento decisivo, la squadra farà una grande partita, di attenzione, di grande rispetto verso il Milan. Il Milan è una squadra molto tecnica, tra l'altro Gattuso ha dato ordine e carattere ad una squadra che aveva già delle qualità importante, sta facendo molto bene"

 

Con tutte le città che ci sono al mondo e con tutti i ristoranti che ci sono al mondo, Dybala doveva proprio andare a Madrid e incontrarsi con Simeone? Ti ha dato fastidio?
"Spero magari che gli abbia offerto il pranzo Simeone a Dybala. Non lo so, ma capita che magari vai in una città, c'è il ristorante e trovi Simeone, non lo so. In questo momento credo che Dybala, la cosa importante per lui e per la Juventus, che lui faccia un gran finale di stagione. Deve essere motivato - e lo sarà - perchè per lui questo finale di stagione vale per la Juventus e per conquistarsi un posto al Mondiale. Io credo che alla fine al Mondiale Dybala ci andrà".

 

Immagino che la Juve non affronti il Real per partecipare. Visto che mancheranno Benatia e Pjanic, e visto che Chiellini è reduce da un problema, domani non è il caso di tenerlo buono per il Real?
"No, Chiellini domani gioca. La partita di domani è quella di domani, poi col Real Madrid chi ci sarà giocherà, chi non ci sarà non giocherà, è molto semplice. Non possiamo pensare a quello che succede tra 20 giorni, 25 giorni. L'immediato, il presente, è domani. Domani avremo una partita difficile da vincere, perchè noi da essere una settimana fa a giocare a +7 prima del Napoli, domani rischiamo di giocare a -1. il campionato è lungo, il Napoli sta facendo delle cose importanti e straordinarie, ha un obiettivo il Napoli, quello del campionato, è fuori da tutto, e quindi credo sia un anno troppo importante per loro, perchè sanno anche loro che poi l'anno prossimo vincere il campionato è difficile. Quindi quest'anno cercheranno di battere ferro e cercheranno di giocarsi tutte le loro chance. Per noi è uno stimolo importante e siccome è il nostro obiettivo principale perchè la Champions è dettata dagli episodi, dalla fortuna, non hai tempo di recuperare, ora però in campionato mancano 9 partite, ne abbiamo 5 in casa, e domani è una partita che va vinta. Ma giochiamo contro il Milan. E non sarà semplice. Col Real Madrid la Juve non partecipa, non gioca per partecipare, ma bisogna essere realisti che giochiamo contro la squadra più forte del mondo. Dobbiamo avere l'ambizione, come quando è uscito il sorteggio, che tutti... eh, ma il Real.... ho capito, ti giochi un quarto di finale di Champions, che pensavi di incontrare la Canovese... non so una squadra... perchè una volta ho detto il Collesalvetti e mi ha scritto subito il sondaco....Dio santo ...e la miseria.... porca miseria....la Canovese... non lo so....".

 

Viste le caratteristiche del Milan, e vista che sta alternando spesso il centrocampo a tre con quello a due, domani è più adatto quello a tre o a due?
"No, non è questione di adattamento alla partita di domani, se sarà più adatto il centrocampo a  due o a tre: dipende da chi sceglierò, da chi giocherà davanti; perchè se giocano Douglas Costa, Higuain e Mandzukic, o Douglas Costa, Dybala e Higuain, o Higuain, Mandzukic e Dybala.... dipende da quelli che giocano davanti, di conseguenza mi adatterò. Potremo giocare con un centrocampo a due, come potremo giocare con un centrocampo a tre, dipende da quelli davanti, le caratteristiche dei giocatori per metterli insieme. Se giocano Dybala, Mandzukic e Higuain insieme, bisogna che giochi con due o con tre...dipende un attimino... soprattutto le caratteristiche dei centrocampisti".

 

Parliamo di Bonucci?
"Cosa dobbiamo dire? (sorride, ndr)".

Quello che ti passa per la mente.
"Credo che per lui sia una serata speciale, una partita speciale. Leo ha dato molto alla Juventus, la Juventus ha dato tantissimo a lui. Poi questa estate è semplice: ha fatto una scelta, come fa un professionista, ha voluto cambiare aria, avrà avuto le sue motivazioni, ma credo che rimanga sempre innanzitutto nel cuore dei tifosi juventini, è molto legato alla banda dei tre, Buffon, Barzagli e Chiellini, perchè erano la difesa che è stata storica in questi sette anni, però ha fatto una scelta e domani lo troviamo da avversario".

C'è del rancore da parte sua o tua? Come mai la sua partenza non ha in nessun modo impoverito la vostra difesa?
"Il calcio è bello perchè all'inizio quando è partito Bonucci, Leo è andato via, diciamo che la difesa della Juve era indebolita perchè... è normale, avevamo perso un grande giocatore che aveva dato tanto, soprattutto negli equilibri di una difesa organizzata e collaudata. Sono cresciuti molto Benatia, Rugani, quindi la difesa, la difesa come squadra, alla fine sta facendo delle buone cose, anche se è ancora lunga arrivare in fondo perchè non abbiamo vinto ancora niente. Rancore non ce n'è. Quando è successo l'episodio di Porto, dove l'ho tenuto fuori, era una decisione per il bene suo e per il bene della squadra, non è che sono matto e prendo le decisioni da matto, era una decisione ponderata, giusta. Dopo Leo è rientrato, subito dopo ha fatto bene, nel calcio capitano queste cose, i rancori non ci devono essere e non ci sono da parte mia nè da parte sua, perchè con Leo ho un ottimo rapporto. Poi lui questa estate ha preso una decisione diversa, che sinceramente non mi aspettavo, ma è stata rispettata dalla società".

 

Dopo le gare della Nazionale, il ct del Brasile ha elogiato Douglas Costa, sottolineando quanto sia cresciuto in Italia. Può crescere ancora in termini di gol fatti? In cosa deve migliorare per arrivare a segnare con più frequenza?
"Deve migliorare, quando è lì davanti deve giocare con più convinzione nel fare gol, perchè le qualità che ha Douglas sono qualità che nel mondo hanno in pochi, come tecnica, come velocità, in termini di assist. Deve migliorare in termini di gol".

Ci puoi raccontare un aneddoto bello e meno bello con Rino Gattuso? Su Bernardeschi che sensazioni avete?
"A proposito, Bernardeschi  la prossima settimana si dovrebbe riaggregare con la squadra, quindi diciamo è scansata l'operazione. Ha lavorato bene da solo.... scansata l'operazione".

 

E' sicuro?
"E' sicuro... Si è allenato, la prossima settimana è con la squadra....A parte gli scherzi, è una notizia importante sia per lui che per Cuadrado. Alex Sandro ha questo fastidio e vediamo se è disponibile per domani. Al momento lo devo ancora valutare. E soprattutto la notizia positiva è che dalla prossima settimana saremo tutti in gruppo e questo è un bene perchè abbiamo una partita ogni tre giorni e c'è bisogno di tutti come è stato finora. Per quanto riguarda Rino, ora non mi viene in mente, però direi che c'è da fargli i complimenti perchè è arrivato al Milan con diffidenza quando ha preso la prima squadra e direi che se l'è conquistata con i risultati, con il gioco e trasmettendo quello che è il suo carattere".

 

Mi sembra di capire che con Gattuso vi siete chiariti in questi ultimi anni. Che partita sarà domani?
"Gattuso chiariti? Chiariti... gli dissi che era giusto smettesse  e venisse dentro lo staff, lui invece ha voluto continuare, dopo tre mesi ha smesso. Io capisco che è difficile quando uno arriva lì e deve smettere, però.... e l'aneddoto , mi ricordo che prima dell'ultimo derby e gli dissi: ìRino devi andare in tribuna'.  Lui imbufalito, vabbè...era un momento di sfogo, però, niente di che. Poi ha iniziato un percorso, il fatto di rimettersi in discussione ed essere ripartito.... è andato a Creta, è andato a Pisa ad allenare, ha fatto esperienze di un uomo che si è rimesso in discussione, ha messo da parte quella che è stata la sua prima vita, perchè come si dice sempre il calciatore muore due volte, quindi c'è da fargli solamente i complimenti per quello che sta facendo". 

 

Mandzukic e Higuain come sono tornati dalle Nazionali? Gonzalo quanto può aver patito iul 6-1 con l'Argentina?
"Quando perdi 6-1 contento non sei, però l'ha smaltita e quindi è a posto, ora dobbiamo concentrarci su questi due mesi. Mandzukic è tornato dalla Nazionale e sta bene. Da domani bisogna essere concentrati di partita in partita, perchè non abbiamo più tempo di poter sbagliare in campionato. Poi abbiamo la Champions, la finale di Coppa Italia, quindi un po' di partite importanti da giocare ce le abbiamo". 

De Sciglio o Lichtsteiner domani?
"Domani gioca quasi sicuramente Lichtsteiner. De Sciglio è tornato, ha fatto due partite, quindi domani quasi sicuramente gioca Lichtsteiner, che tra l'altro sta bene, è in un buon momento, è un giocatore importante, sia a partita in corso, sia dall'inizio, è un giocatore di temperamento, di grande professionalità, basta vederlo anche quando lo faccio entrare 4-5 minuti alla fine e deve essere un esempio per tutti gli altri".

 

Negli ultimi tempi l'intesa tra Dybala e Higuain si è affinata in maniera chirurgica? 
"I giocatori più stanno insieme, più giocano insieme, più si conoscono. Il calcio è molto semplice. Si migliora il gioco attraverso la conoscenza dei giocatori. Higuain e Dybala hanno avuto delle difficoltà l'anno scorso all'inizio a giocare insieme, perchè Dybala era abituato a giocare con Mandzukic che ha caratteristiche diverse da Higuain. E all'inizio hanno fatto un po' di fatica. E' normale che hanno giocato tante partite insieme, quindi la conoscenza è migliorata".

 

Ha visto la partita di Bentancur con l'Uruguay? Le ha dato ulteriori conferme? Ha visto anche Isco? La sorprende il fatto che un giocatore con quella forma non sia sempre titolare nel Real Madrid?
"Credo che il Real Madrid abbia diversi giocatori bravi, quindi ogni tanto anche Isco credo possa stare fuori, anche se è un grandissimo giocatore. Per quanto riguarda Bentancur, non è che ho avuto delle conferme dalla Nazionale, Rodrigo è un giocatore giovane, bravo, che ha giocato e che per me è un giocatore che vale gli altri".

 

Da diverse parti arrivano appelli alla Juventus di tenersi stretto Massimiliano Allegri. Anche ad Allegri arrivano gli stessi input da amici e addetti ai lavori?
"Amici e addetti ai lavori chi? Gli amici sono a Livorno e di calcio non se ne parla. Ho detto tante volte che ho un contratto con la Juventus fino al 2020, sto bene alla Juventus, quindi la mia idea è quella di rimanere alla Juventus".

 

Domanda di Edoardo Siddi (Tuttojuve.com) - Ha detto che c'è bisogno di tutti, c'è bisogno anche di Howedes. Quando potrà essere pienamente a disposizione e come potrà tornare utile in questa squadra?
"C'è bisogno di tutti e c'è bisogno anche di lui. Ora è a disposizione, lavora con la squadra, quando lo riterrò opportuno lo metterò dentro. E' un giocatore di valore mondiale, quando è stato con la Nazionale, quando è stato bene, può fare il centrale, il terzino destro, il terzino sinistro, è un giocatore che conosce il calcio e soprattutto è un giocatore affidabile".

 

Qual è il suo ricordo dell'ultima vittoria del Milan a Torino? Lei era in panchina. Il gol di Gattuso...
"Il gol di Gattuso... ci mise la mani Gigi... non ce le mise tanto... anche perchè tirò una ciabattata Rino e fu una vittoria importante, una vittoria che poi fu importante per la vittoria del campionato".

Domani gioca Buffon?
"Domani gioca Buffon, sì, sì".

 

(trascrizione Tuttojuve.com)

 

 

  • Mi Piace 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

- Chiellini sta bene

- Cuadrado in panchina

- "Ambizione di arrivare in fondo e centrare tutti i risultati, anche quest'anno se ci dovesse andar male (io credo di no) giocheremo tre partite in meno rispetto a tutta la stagione, a completamento dei quattro anni, su 232 partite, ne abbiamo giocate 224, se salteremo le due semifinali e la finale di Champions, non sono numeri da buttare"

 

- le due partite con il Real sono da vivere come un evento mondiale, con l'ambizione di andare avanti, ma l'obiettivo è il campionato --> per una volta andiamo daccordo .sisi a mali estremi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che disse?
Che se andasse male in tutti questi anni
La juve avrebbe perso 3 partite questo anno e 5 due anni fa su tutte le partite possibili da giocare nelle competizioni
Scusa se poco

Inviato dalle mura di gerico

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Chiellini domani gioca, la partita più importante è quella di domani, con il Real chi ci sarà giocherà, chi non ci sarà non giocherà" 

"per la Champions la Juve non gioca per partecipare, ma bisogna essere realisti" 

 

piglio i pop corn 

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Wembley ha scritto:

Allegri conferma con tutte le forze possibili che l'obiettivo è il campionato!

Dice così perchè dopo il pareggio casalingo con il Tottenham sono partite le richieste di dimissioni di massa,ora giustamente cerca di smorzare gli entusiasmi e di tenere l'ambiente con i piedi per terra visto che sembra tutto scontato.

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

dicevamo tanto di Del Neri ma pure Allegri appena alza il volume e parte con il dialetto livornese o qualsiasi cosa sia mica si capisce quello che dice .ghgh 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Indeciso sul cc.
In sostanza se Mandzukic gioca, cc a due, se non, a 3.
Conoscendo Max prepariamoci al cc a 2.

Inviato dal mio SM-A300FU utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.