Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Juvecentus84

Amazon: da evitare o da sfruttare?

Recommended Posts

Ciao a tutti, volevo un vostro parere su Amazon, da tanti bistrattato perchè si dice schiavizzi i suoi dipendenti, penalizza i negozi locali e in alcuni paesi sembra evada il fisco...però è comodo, nel giro di pochi giorni ti fa arrivare a casa o in ufficio cose che altrimenti si dovrebbe perderci ore, girare vari negozi e spesso pagarle anche di più.

 

Io ammetto di utilizzarlo spesso, l'ultimo acquisto (un ricambio per la macchina del caffè che non avrei nemmeno saputo dove cercare) l'ho ordinato sabato mattina ed è stato consegnato il giorno dopo, addirittura di domenica..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo utilizzo regolarmente e con una certa frequenza. L'ultimo acquisto solo ieri: una matassa di filo elettrico e delle canaline adesive particolari che, a cercarle in giro, ci avrei perso minimo minimo un pomeriggio. Invece le riceverò venerdi a domicilio.

Uso Amazon da sempre e non ho mai, dico mai, sofferto un danno. Qualche raro caso di disguido c'è stato e subito risolto, da parte loro, da una re-immissione dell'ordine nel circuito. In un caso, un libro, abbastanza costoso tra l'altro, acquistato sull' Amazon tedesco, mi è stato consegnato due volte solo perché il primo invio, stranamente in ritardo di circa 15 giorni rispetto ai termini massimi previsti, pareva fosse andato perduto.

Quindi dal punto di vista della customer satisfaction, basata su una esperienza diretta di letteralmente molte centinaia di acquisti, 110 e lode.

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono cliente Amazon prime dal 2013, sempre soddisfatto, oltre la comodità di ricevere il prodotto a domicilio mi da anche la possibilità di restituire l'articolo anche solo per acuisto errato, cosa che nei negozzi ti sogni, di recente ho acquistato anche grandi eletrodomestici, tra istallazione, montaggio ed il prezzo del prodotto ho risparmiato 400 euro rispetto ad unieuro, oltre che mi è arrivata in 2 giorni e non "tra 10 giorni lavorativi la contattiamo per la consegna".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non compro mai on line (motivi vari) e per fare i regali sto girando mezza lombardia... mio fratello compra regolarmente su amazon e praticamente non è uscito di casa per i regali .chet

Share this post


Link to post
Share on other sites
Io non compro mai on line (motivi vari) e per fare i regali sto girando mezza lombardia... mio fratello compra regolarmente su amazon e praticamente non è uscito di casa per i regali .chet
Come mai?
Io, al di là dei regali, sono appassionato di cucina e ci sono ingredienti e attrezzature che trovo solo on line che altrimenti non saprei nemmemo dove andare a cercare. (al netto dello sbattimento e del customer care, che on line è infinitamente migliore)

Share this post


Link to post
Share on other sites

io lo utilizzo, non con frequenza, ma quando mi serve una cosa che solo su Amazon trovo facilmente, vado sul sicuro li. Ultimamente ho comprato un cappello Adidas che mi piaceva un sacco, preso a meno di 6 euro scontato rispetto ai 15 che costava.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono un cliente soddisfattissimo di Amazon da circa 6 anni. Servizio imbattibile, così come i prezzi (spesso, non sempre). Per non parlare della comodità degli strumenti di tracking tipo Keepa. Sicuramente ha strangolato il mercato, ma IMHO non lo ha "ucciso" come immaginavo avrebbe fatto tempo fa. Non entro nel merito della schiavizzazione, un po' per egoismo e un po' perché preferisco non pontificare su cose che non conosco abbastanza. 😇

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo uso con costanza da qualche anno. E' comodo, puoi restituire le cose se hai sbagliato e sono velocissimi. Tra l'altro, particolare non da trascurare, è facilissimo trovare cose che non sapresti nemmeno dove cercare nei negozi fisici. Di contro, talvolta sei invogliato all'acquisto di cose che non ti servono. Ma la vita è fatta anche di gratificazioni...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sinceramente mi scoccia comprare da internet perchè è vero che un po' si danneggia l'economia locale (in senso stretto) però è innegabile che è parte del futuro, quindi è importante che possa diventare da minaccia a opportunità

Però non compro solo da amazon (anche se il servizio è perfetto per me) semplicemente cerco on line quindi è un po come comprare nei negozi 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il servizio che offre Amazon, almeno nella mia esperienza, é quasi perfetto, così come quello di altri shop online... non solo nell’acquisto ma anche e soprattutto nella gestione di eventuali problemi 

 

Non c’è paragone con lo spreco di tempo e risorse, e coi disservizi, che si affrontano cercando acquisti particolari andando in giro per negozi fisici 

 

Poi è chiaro che se possibile non ne abuso (per i noti motivi di cui sopra), ma in alcune situazioni farne a meno è poco intelligente 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto il servizio sia comodo rimango un fermo sostenitore del fatto che investire i propri soldi nell'economia locale sia la cosa migliore.

I negozi chiudono e le vie principali rischiano di rimanere deserte nel giro di pochi anni, facendo diminuire i posti di lavoro già scarsi.

Preferisco dare i soldi al piccolo commerciante che si fa il mazzo per campare anziché gonfiare le tasche di Bezos.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 4/12/2019 Alle 11:17, F_Scirea ha scritto:

Da evitare assolutamente! Strangolano l'economia evadendo continuamente il fisco e schiavizzando i lavoratori.

Eh, perchè non andiamo a vedere la percentuale di evasione delle piccole e medie imprese italiane e le forme e i trattamenti contrattuali dei loro impiegati?

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, elledani ha scritto:

Per quanto il servizio sia comodo rimango un fermo sostenitore del fatto che investire i propri soldi nell'economia locale sia la cosa migliore.

I negozi chiudono e le vie principali rischiano di rimanere deserte nel giro di pochi anni, facendo diminuire i posti di lavoro già scarsi.

Preferisco dare i soldi al piccolo commerciante che si fa il mazzo per campare anziché gonfiare le tasche di Bezos.

i piccoli commercianti dovrebbero anche adeguarsi ai tempi che corrono. 

oggi siamo ancora nell'idea che chiunque può aprire un attività imprenditoriale senza avere nessuna nozione di marketing e gestione di impresa. 

purtroppo non è così.

chi non si adegua è destinato a scomparire. ed è anche giusto così.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
28 minuti fa, francesco_86 ha scritto:

i piccoli commercianti dovrebbero anche adeguarsi ai tempi che corrono. 

oggi siamo ancora nell'idea che chiunque può aprire un attività imprenditoriale senza avere nessuna nozione di marketing e gestione di impresa. 

purtroppo non è così.

chi non si adegua è destinato a scomparire. ed è anche giusto così.

 

 

Purtroppo i commercianti con tutte le spese fisse più le tasse non riescono a star dietro ai prezzi super che offre il colosso Americano. 

Alla gente non frega nulla delle capacità di marketing del commerciante, alla gente interessa il prezzo e va dove di paga di meno anche a costo di abbassare le opportunitá di lavoro.

  • Triste 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, TirNando ha scritto:

Eh, perchè non andiamo a vedere la percentuale di evasione delle piccole e medie imprese italiane e le forme e i trattamenti contrattuali dei loro impiegati?

Hai centrato il punto. Può anche essere vero che Amazon schiavizza i suoi fattorini, ma se dobbiamo evitare tutto ciò che va contro la morale (e la legge) non la finiamo più. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Shiryu ha scritto:

Hai centrato il punto. Può anche essere vero che Amazon schiavizza i suoi fattorini, ma se dobbiamo evitare tutto ciò che va contro la morale (e la legge) non la finiamo più. 

Amazon non schiavizza nessuno...da amazon fai normalissimi turni, la paga è sempre nella media della nazione se non spesso leggermente più alta e tra l’altro, se qualcuno cerca il posto fisso, hai molte più garanzie la in tal proposito che nella piccola media impresa...la piccola media impresa italiana non è in crisi per colpa di terze parti ma unicamente per loro colpe...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, TirNando ha scritto:

Amazon non schiavizza nessuno...da amazon fai normalissimi turni, la paga è sempre nella media della nazione se non spesso leggermente più alta e tra l’altro, se qualcuno cerca il posto fisso, hai molte più garanzie la in tal proposito che nella piccola media impresa...la piccola media impresa italiana non è in crisi per colpa di terze parti ma unicamente per loro colpe...

 

Ho scritto "può anche essere vero" proprio perché non ne sapevo nulla, e onestamente non mi interessa. Se uno non si trova bene cambia lavoro, io ne avrò cambiati una ventina da quando avevo 18 anni .ghgh

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 ore fa, elledani ha scritto:

Purtroppo i commercianti con tutte le spese fisse più le tasse non riescono a star dietro ai prezzi super che offre il colosso Americano. 

Alla gente non frega nulla delle capacità di marketing del commerciante, alla gente interessa il prezzo e va dove di paga di meno anche a costo di abbassare le opportunitá di lavoro.

i piccoli commercianti non possono più competere sul prezzo. 

dovrebbero competere su qualcos'altro. 

io compro tutto on line, dall'elettronica ai vestiti fino alla carne. l'unica cosa che compro in un negozio fisico è il vino perchè ho trovato un'enoteca dove il titolare è un esperto sommelier che si ricorda il nome di tutti i clienti e ormai conosce i miei gusti e mi consiglia di conseguenza sulla base dell'occasione, del cibo da abbinare. assaggia quasi tutti i vini che vende (per ovvie ragioni i vini ultra costosi che porta su richiesta non assaggia) ed è un pozzo di conoscenza della materia. 

 

on line risparmierei e avrei più scelta ma non cambierò mai la mia enoteca di fiducia con nessun sito di e commerce al mondo. ed è un parere condiviso tra tutti i suoi clienti. 

 

e ripeto: io compro anche la carne on line.... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 ore fa, TirNando ha scritto:

Amazon non schiavizza nessuno...da amazon fai normalissimi turni, la paga è sempre nella media della nazione se non spesso leggermente più alta e tra l’altro, se qualcuno cerca il posto fisso, hai molte più garanzie la in tal proposito che nella piccola media impresa...la piccola media impresa italiana non è in crisi per colpa di terze parti ma unicamente per loro colpe... 

 

Amazon è da evitare per mille motivi, non ultimo il dumping sui prezzi attuato per guadagnare quote di mercato (non per nulla il settore che porta più utili ad Amazon è Aws e non l'e-commerce).

Aggiungiamo le tasse che (non) vengono pagate, mentre i piccoli artigiani e commercianti pagano eccome ed ecco che confermo quanto scritto sopra.

Ho anche diversi amici che lavorano nella sede di Castel s.Giovanni (PC) e mi raccontano spesso di come si lavori in magazzino.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il punto, credo, sia ragionare di volta in volta sulla convenienza, che è soggettiva.

 

Per esempio: attualmente ho necessità di ordinare dei salumi regionali non facilmente reperibili nei comuni supermercati. Su Amazon ci sono, ma con un costo di consegna che supera abbondantemente i 20€.

L'alternativa è scegliere un negozio online che effettua, su prodotti analoghi, consegna gratuita in tutta Italia al di sopra però di una cifra minima di acquisto.

Quindi o scelgo di spendere complessivamente  di meno con Amazon bruciandomi però oltre 20€ di consegna, oppure scelgo di spendere di più nel negozio online "girando" quei 20€ in prodotti ed aggiungendo ancora qualcosa alla spesa complessiva per superare il minimo della consegna gratuita.

 

In questo specifico caso sceglierò la seconda strada. Ma sicuramente ci sono invece persone che preferirebbero pagare la consegna per risparmiare sul complessivo.

Quindi le convenienze sono soggettive e vanno valutate di volta in volta. Non c'è una regola valida per tutti.

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 ore fa, Verba volant ha scritto:

Amazon è da evitare per mille motivi, non ultimo il dumping sui prezzi attuato per guadagnare quote di mercato (non per nulla il settore che porta più utili ad Amazon è Aws e non l'e-commerce).

Aggiungiamo le tasse che (non) vengono pagate, mentre i piccoli artigiani e commercianti pagano eccome ed ecco che confermo quanto scritto sopra.

Ho anche diversi amici che lavorano nella sede di Castel s.Giovanni (PC) e mi raccontano spesso di come si lavori in magazzino.

Che si lavora...

Figa io lavoro a Berlino e oltre a lavorare 40 ore studio più di quando ero all'università...il problema è che nel nostro Paese a troppi pesa il **** e si stupiscono che quando si va in grandi realtà gli standard di lavoro siano alti...io conosco tanti italiani che in queste realtà hanno iniziato dai lavori più umili e ora hanno in mano interi dipartimenti e team di decine di persone! Piaccia o meno realtà come Amazon pretendono alti standard dai lavoratori, ma il merito lo premiano e lo pagano bene. Ma sicuramente sarà meglio lavorare nella piccola media impresa italiana, con il primo contratto da apprendistato, poi 36 mesi di tempo determinato e poi grazie e arrivederci

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo di avere una visione del mondo in bianco e nero, come i colori per i  quali tifo.

Per me le cose andrebbero semplificate al massimo in modo da far vedere le eventuali storture.

Per farmi capire bene racconto un paio di episodi di cui il primo successo 6-7 anni fa e dopo il quale ho sempre più utilizzato amazon per i miei acquisti.

Avevo bisogno di un router e sono andato in una nota catena di informatica dove l'ho trovato a 52 euro che più o meno era la spesa che mi ero prefisso.

Volevo sapere se quello era l'ultimo modello oppure un modello precedente che era rimasto in giacenza, cosa che nei negozi fisici capita abbastanza ed ho aperto amazon per leggere caratteristiche e recensioni.

Ho trovato lo stesso oggetto a 22 euro consegnato il giorno dopo: l'ho ordinato in quel momento stesso.

Ora io non so come sia possibile ma mi interessa principalmente la mia tasca: ed ho speso meno della metà.

Se non pagano le tasse e schiavizzano i loro dipendenti è una cosa che riguarda le autorità competenti che evidentemente riscontrano cose diverse oppure fanno male il loro lavoro.

E' una attività alla luce del sole quindi  eventuali illegalità sono frutto della connivenza delle istituzioni ed io non ci voglio credere.

 

Secondo episodio: volevo comprare una cuffia

Spinto dalle recensioni ho preso una Grado SR60 ma il suono non mi è piaciuto: l'ho restituita e preso una Sennheiser HD 599 che da 176 era in offerta a 99 euro.

Ora io non so che fine ha fatto la mia grado  sostituita ma a me arrivano sempre prodotti nuovi imballati e mi basta.

La mia soddisfazione è fondamentale.

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.