Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

William Nemo

Utenti
  • Content count

    308
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

633 Eccellente

2 Followers

About William Nemo

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno
  • Provenienza
    Il regno dei non morti

Recent Profile Visitors

4,985 profile views
  1. 18 contro il Lecce e 16 contro il Genoa. 34 in totale (parecchi cmq) e tre gol segnati, tutti su calci da fermo.
  2. William Nemo

    Ancora problemi al ginocchio per Marko Pjaca

    Sì. Al conto in banca del Vaticano però...
  3. Beh sai, nei giorni scorsi qualcuno temeva - o magari si auspicava - che panchinandolo, Paulo non avrebbe saputo reagire, e sarebbe imploso direttamente sul terreno di gioco, lasciando la sua maglia n. 10 in brandelli, lì incustodita, senza più un padrone... Mi sembra invece che l'esultanza per l'assist confezionato sia stata equiparabile a un gol segnato e che la sintonia con CR7 sia sotto gli occhi di tutti. Ma sai com'è, in una realtà parallela tutto è possibile.
  4. Non c'entra nulla con il discorso. Nessuno ha sminuito le doti e l'importanza storica di Cabrini, ma il paragone è semplicemente assurdo. Cabrini era indubbiamente superiore nella doppia fase, ed era più costante nel rendimento, ma Alves è stato a sua volta un grandissimo terzino, con piedi e visione di gioco da trequartista. Due epoche e due modi di intendere il calcio troppo distanti tra loro per azzardare un paragone. Il nocciolo del discorso è a prescindere da Cabrini e Alves, ma è generale.
  5. Mi auguro tu stia scherzando. É già assurdo paragonare due epoche calcistiche così distanti, ma questo mitizzare tutto ciò che è appartenente al "passato" è semplicemente ridicolo. Cabrini è stato un grandissimo terzino nel suo tempo, Alves idem.
  6. E quale sarebbe la scusa?! E' un dato di fatto che il Tottenham sia più avanti nella preparazione, e che quindi abbia più corsa e più gamba, ma questo è un discorso generale che prescinde da Juve e Tottenham nello specifico, riguarda le inglesi e le italiane in generale. Il nostro campionato sarà l'ultimo a cominciare.
  7. Io ci andrei piano, in generale. L'Argentina escluso l'attacco é mediocre da almeno un decennio. Citami un grande portiere, difensore, terzino, centrocampista dell'Argentina attuale (e non solo). Il Portogallo ha vinto l'europeo allo stesso modo di come lo vinse la Grecia, solo che nei singoli erano più forti i lusitani. Ronaldo ha disputato un torneo al di sotto delle proprie possibilità, segnando tre reti, di cui due all'Ungheria. Ha trascinato la propria nazionale più per leadership che per un reale apporto tecnico in campo. Quello stesso anno Messi ha disputato una coppa America mostruosa, perdendo però in finale. Seguendo il vostro ragionamento Totti e Del Piero sono superiori a R.Baggio. La vittoria è importante, ma non tale da far pendere l'ago della bilancia a tal punto. Il Portogallo era come L'Argentina di Maradona, una squadra solida, cazzuta e cinica. Non dimentichiamo che L'Argentina nel 1990 ha raggiunto nuovamente la finale, e non certo grazie a Maradona (mondiale mediocre con un solo assist nell'intero torneo e nessun gol, rigore escluso). Messi e Cr7, numeri alla mano, supereranno Pelè per numero di gol in gare ufficiali; già questo dovrebbe rendere l'idea circa la grandezza di due fenomeni irripetibili. Sono già nell'olimpo dei più grandi.
  8. William Nemo

    Napoli - Juventus 1-2, commenti post partita

    Bentacur?!
  9. William Nemo

    Dybala, Douglas Costa e Alex Sandro e il dribbling perduto

    Completamente d'accordo. C'è anche da dire che molti confondono Sandro con Marcelo. Alex è superiore dal punto di vista fisico, atletico e tattico. Marcelo tecnicamente, velocità sul breve e dribbling sullo stretto. Il miglior Marcelo è un funambolo con un gran controllo di palla e un piede da esterno alto, fortissimo davanti; il miglior Sandro un treno, tecnicamente dotato (è pur sempre brasiliano) inferiore offensivamente, ma con una doppia fase migliore del connazionale.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.