Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Search the Community

Showing results for tags 'campionato'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Sport
    • Juventus forum
    • Calciomercato Juventus & Angolo del Guru
    • Biglietti Juventus, Allianz Stadium e J-Museum
    • Scommesse sportive
    • Calciopoli & questione ultrà
    • Ju-Vision
    • Ju&Me
    • Video Juventus, PuntoJ: la zona erogena del tifoso juventino
    • Altri Sport
    • Archivio discussioni Vecchiasignora.com
  • Divertimento
    • Fantacalcio 2019-2020
    • Il diario bianconero
    • Off topic
    • Mercatino & Collezionismo
  • Supporto
    • Assistenza tecnica
    • Cestino

Calendars

  • VS Community
  • Partite Juventus
  • Il romanzo bianconero

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Twitter


Facebook


MSN


Yahoo


Skype


Sito web


Provenienza


Interessi

Found 9 results

  1. MarcoPantani

    Tutti i record della Juventus

    Premesso che noi tifosi juventini non diamo molta importanza ai record, oggi leggendo in rete alcuni di questi record mi ha reso ancora più orgoglioso e fiero di tifare per questa meravigliosa squadra, e volevo condividere questo orgoglio con tutti voi, rimembrando, approfondendo alcuni di questi record. Record a livello internazionale: La Juventus vanta, tra tutti i club italiani, il maggior numero di stagioni disputate nelle coppe europee, 53 (considerando che nelle stagioni 2009-10 e 2013-14 ha partecipato prima alla fase a gironi di Champions League e, dopo la sosta invernale, a quella a eliminazione diretta di Europa League). Questa 2019-2020 è dunque la sua 56ª stagione sportiva, di cui 28 in maniera consecutiva (dalla stagione 1963-64 alla stagione 1990-91), anch'esso un record. Di esse, 52 sono relative a partecipazioni in tornei ufficiali dell'UEFA (34 in Coppa dei Campioni/Champions League, 4 in Coppe delle Coppe e 14 in Coppe UEFA/Europa League) e 6 alla Coppa delle Fiere; nel computo globale delle competizioni a livello confederale risulta il primo club italiano e quarto a livello europeo per numero di punti conquistati (563). Inoltre, è il club italiano con il maggior numero di partite disputate (430), partite vinte (234), gol realizzati (737), differenza reti (+344) e percentuale di vittorie (54,4%) a tutto il 18 settembre 2019.[38] I risultati nei tre tornei stagionali permisero al club di occupare il primo posto del ranking UEFA sette volte dalla sua istituzione nel 1979, corrispondenti ai quinquenni 1982-1986; 1983-1987; 1984-1988; 1987-1991; 1993-1997; 1995-1999 e 1996-2000 — primato italiano e secondo a livello europeo, ex aequo con il Barcellona, dopo il Real Madrid (15). La Juventus è anche l'unico club italiano ad aver vinto una manifestazione internazionale ufficiale con una rosa composta esclusivamente da calciatori provenienti da un solo Paese (Coppa UEFA 1976-77). La Juventus è l'unica società del mondo ad avere vinto tutte le competizioni per club maschili organizzate dalla confederazione di appartenenza e uno dei cinque club ad avere vinto tutte le tre principali competizioni dell'UEFA. La Juventus fu la prima a raggiungere tale traguardo nel 1985, oltreché l'unica a farlo sotto un'unica gestione tecnica; per tale ragione, le fu riconosciuta la speciale Targa UEFA. La Juventus è uno degli unici tre club italiani ad avere realizzato in due occasioni il cosiddetto double internazionale con i successi in campionato e Coppa UEFA e campionato e Coppa delle Coppe, rispettivamente nelle stagioni 1976-77 e 1983-84. La Juventus è, insieme ai tedeschi del Bayern Monaco, l'unica squadra europea ad aver disputato almeno una finale di Coppa dei Campioni-Champions League in ognuno degli ultimi cinque decenni, dagli anni 1970 in poi. La vittoria complessiva del club torinese in Coppa UEFA nella stagione 1992-93 contro il Borussia Dortmund per 6 reti a 1 rappresentò il trionfo con il maggior scarto in una finale della citata competizione. Record a livello nazionale; La Juventus, oltre a essere la squadra che ha totalizzato il maggior numero di punti nella storia del campionato di Serie A (4501 punti a tutto il 26 maggio 2019[16]), avendo vinto anche il maggior numero di edizioni disputate, vanta il primato per numero di partite vinte in campionato (1583), gol realizzati (5037), differenza reti (+2316), media di punti (1,90 a partita) e percentuale di vittorie (54,85%);[17] avendo completato il torneo con il miglior attacco in 24 occasioni (record) e la miglior difesa in 24, di cui 8 consecutivi dalle stagioni 2011-12 al 2018-19 (idem)[18] e detenendo la più lunga permanenza in vetta al massimo campionato italiano, sia per numero di giorni che per il numero di turni complessivi di Serie A (76 giornate consecutive dall'11 settembre 2004 al 14 maggio 2006). Il club torinese detiene il record di punti ottenuti in una singola edizione del campionato di Serie A — e quarto a livello europeo —, con 102 punti (un record di 33 vittorie, 3 pareggi e 2 sconfitte) riusciti nella stagione 2013-14 (equivalenti all'89,47% del totale di punti con una media di 2,68 punti a partita, anch'esso record); divenendo la prima squadra nella storia della competizione ad avere vinto tutti i suoi incontri casalinghi (19). La Juventus ha stabilito nella stagione 2015-16 un primato storico di imbattibilità: 973 minuti senza subire gol. Il precedente record apparteneva al Milan con 929 minuti. La Juventus detiene anche il record di punti per girone, con 53 punti (un record di 17 vittorie e 2 pareggi) nel girone d'andata della stagione 2018-19 (92,98% del totale di punti con una media di 2,79 punti a partita). Il 17 dicembre 2016 la squadra bianconera stabilì il record di punti nel campionato di massima serie in un anno solare: 100, a cavallo tra le stagioni 2015-16 e 2016-17, frutto di 33 vittorie, 1 pareggio e 4 sconfitte in 38 partite (85,71% del totale di punti con una media di 2,63 punti a partita, anch'essi record nazionali). La Juventus è inoltre una delle uniche due squadre ad aver vinto un campionato italiano di Serie A senza subire una sola sconfitta.[24] Nella stagione 2011-12, la prima sotto la conduzione tecnica di Antonio Conte, la squadra bianconera stabilì il record nazionale d'imbattibilità stagionale nel torneo (38 incontri ripartiti in 23 vittorie e 15 pareggi), segnando 68 reti e subendone solamente 20. Più genericamente, la squadra bianconera vanta la maggior serie di risultati utili consecutivi in competizioni ufficiali disputate nel corso di una singola stagione nella storia del calcio italiano: 42 partite incluse quattro nella coppa nazionale sino alla finale della sua 64ª edizione. Nel maggio 2017 il club stabilì la striscia record di vittorie casalinghe in campionato (33, a cavallo delle stagioni 2015-16 e 2016-17). Le tre formazioni affrontate il maggior numero di volte dalla Juventus in gare ufficiali sono, al 26 maggio 2019, l'Inter (235 scontri diretti distribuiti in 106 vittorie, 58 pareggi e 71 sconfitte), il Milan (229, distribuiti in 90 vittorie, 73 pareggi e 66 sconfitte) e il Torino (198, distribuiti in 86 vittorie, 56 pareggi e 56 sconfitte).[27] La squadra bianconera è anche quella che ha sconfitto tutte e tre i succitati club per il maggior numero di volte; per quanto concerne le sfide contro la formazione nerazzurra, inoltre, la Juventus rappresenta l'unico club nel calcio professionistico italiano che ha sconfitto un'altra squadra in oltre cento incontri ufficiali. Negli scontri diretti in gare ufficiali è in vantaggio contro tutti gli avversari italiani con due uniche eccezioni: la US Milanese (5 vittorie, 2 pareggi e 7 sconfitte in 14 gare disputate) e lo Spezia (4 pareggi e 2 sconfitte in 6 gare disputate) A livello di coppe nazionali la Juventus ha disputato un record di 18 finali di Coppa Italia (con un record di 13 vittorie) e un record di 15 finali di Supercoppa italiana (8 vittorie, idem) per un totale di 33 finali, più di ogni altra squadra nella Penisola. Nella stagione 1959-60 divenne la prima squadra a difendere con successo il trofeo della coppa nazionale vinto nell'edizione precedente, un traguardo bissato cinquantasei anni più tardi, divenendo in seguito la prima a vincerla per tre anni di fila (dal 2015 al 2017), ed estendendo il record di titoli vinti consecutivamente a quattro con la vittoria, senza aver subito reti durante il torneo, dell'edizione 2017-18. Il club ha vinto la Supercoppa italiana solo quando vi ha partecipato come campione d'Italia (1995; 1997; 2002; 2003; 2012; 2013; 2015 e 2018)oltre ad essere diventata la prima squadra italiana ad averlo vinto in quattro continenti diversi il titolo: vale a dire in Europa (1995), Africa (2002), America (2003) e Asia (2012). Alla Juventus appartiene anche il record di finali consecutive in Supercoppa italiana, dal 2012 al 2019, con 8 edizioni. In precedenza il primato apparteneva all'Inter, che aveva giocato 7 edizioni consecutive dal 2005 al 2011. La Juventus ha centrato in sei occasioni il cosiddetto double nazionale, ovvero aggiudicarsi il campionato italiano e la principale coppa nazionale in una stessa stagione, più di qualsiasi altra formazione del Paese — e di cui quattro volte consecutivamente, altro record —: la squadra bianconera ha realizzato la succitata doppietta con i successi in Serie A e Coppa Italia, rispettivamente nelle stagioni 1959-60, 1994-95, 2014-15, 2015-16, 2016-17 e 2017-18. Si invito a segnalarmi eventuali dimenticanze.
  2. RECORD ASSOLUTI: Juventus - Ajax 16/04/2019 Spettatori: 41.445 Incasso: 5.016.924 euro (record incassi) Juventus - Inter 07/12/2018 Spettatori: 41.495 (record spettatori) Incasso: 3.163.509 euro RECORD SERIE A: Juventus - Milan 06/04/2019 Spettatori: 40.057 Incasso: 3.221.678 euro (record incassi Serie A) Juventus - Inter 07/12/2018 Spettatori: 41.495 (record spettatori serie A) Incasso: 3.163.509 euro RECORD CHAMPIONS LEAGUE: Juventus - Ajax 16/04/2019 Spettatori: 41.445 Incasso: 5.016.924 euro (record incassi Champions League) Juventus - Manchester United 07/11/2018Spettatori: 41.470 (record spettatori Champions League) Incasso: 4.194.190 euro RECORD COPPA ITALIA: Juventus - Atalanta (TIM CUP) 28/02/2018 Spettatori: 38.417 Incasso: 1.205.744 euro (record incassi Coppa Italia) Juventus - Roma (TIM CUP) 22/01/2020Spettatori: 40.791 (record spettatori Coppa Italia) Incasso: 816.895,50 euro RECORD EUROPA LEAGUE: Juventus - Benfica (Europa League - semifinale) 01/05/2014Spettatori: 40.775 (record spettatori Europa League)Incasso: 2.459.949 euro (record incassi Europa League)
  3. "Sciarpa del Genoa al collo domani? Farà caldo per mettersi la sciarpa domani...". Tre punti conquistati contro il Milan allo Stadium (è finita 2-1), dunque per lo Scudetto ne mancano altri tre, a meno che il Napoli domani non perda contro il Genoa. E Massimiliano Allegri lo sa bene: "Comunque era importante vincere oggi, Juventus-Milan è sempre una partita stimolante. Ora ci manca o una vittoria o un pareggio nel caso in cui il Napoli riuscisse a vincere domani. Ho avuto una bella risposta - ha spiegato ai microfoni di SkySport -. Nel primo tempo non abbiamo fatto bene, nel secondo meglio invece, con belle trame di gioco e più ordinati in campo. Ajax? Non ci pensiamo e non ci abbiamo pensato perché avevamo difronte il Milan. Alex Sandro giocava per la prijma volta come terzso centrale, Bernardeschi mezzala, De Sciglio più alto che sentiva la partita; le difficoltà potevano esserci. Poi abbiamo fatto un bel secondo tempo anche dal punto di vista fisico. Difficile tenere fuori Kean? E' bravo a fare gol, è un giovane che sta facendo bene e lasciamolo crescere bene. Oggi ha fatto anche una bella esultanza. Tutti insieme a gennaio abbiamo deciso di tenerlo. Oltre a Mandzukic è lui il centravanti. E poi il ragazzo ne aveva bisogno per crescere tecnicamente e migliorare. Poi allenarsi e giocare con i campioni penso sia meglio per migliorare a livello mentale. Dybala contrariato per il cambio? E' giusto che sia arrabbiato perché tutti ci tengono a giocare, lui veniva da un periodo in cui non giocava e si allenava meno per la botta al polpaccio. Il gol gli ha dato fiducia ma in una grande squadra è così, stanno tutti lì pronti a rubarti il posto. Io poi devo cercare di mettere in campo i giocatori migliori. Nel primo tempo era giusto prendere gol su quella ripartenza, c'è stato poco e niente però. Quando arrangi la squadra come ho fatto io ieri, sapevo che avrei avuto difficoltà. Pjanic è stato molto bravo nella caccia alla palla, i giocatori vanno messi nelle loro posizioni per dare il meglio. Matuidi ogni tanto lo lascio a riposo, ieri l'ho provato ma ho preferito lasciarlo fuori. Chi ha giocato ha fatto bene ma a gara in corso si possono sistemare le cose. CR7 avrebbe voluto giocare oggi? Lui si sente sempre pronto, ma io gli ho detto che era meglio non farsi trovare pronto. Mercoledì? Siamo fiduciosi, sta viaggiando molto bene". Fonte: GDM
  4. Gli undici con più presenze, sono gli stessi sia in campionato che in champions. Fatta eccezione per Cancelo-Cuadrado. Il primo ha più minuti complessivi, il secondo più minuti in Champions. Sempre guardando gli 11 con più presenze...Si nota come il modulo prevalente è abbastanza definito. 4-3-3. Escludendo il portiere...I reparti con meno rotazione...Sono i difensori zona centrale, e gli attaccanti. In questa prima fase, penalizzati in particolare i "fantasisti". Con Dybala arretrato per giocare...Bernardeschi e Douglas Costa con % di presenze su partite effettive intorno al 30/31%. In teoria Bernardeschi e Douglas Costa dovrebbero dunque essere "freschi" in questa fase e dare il loro contributo... Dei 5244 minuti dei 6 difensori centrali...Ben 3693 sono ad appannaggio del duo Bonucci-Chiellini. In sostanza gli altri 4 centrali...al momento, in media, hanno giocato 4,31 partite a testa... Questo dato fa riflettere parecchio... Come fa riflettere il dato sui centrocampisti centrali. I tre "titolari" hanno giocato 5313 minuti su 6872 minuti. Partite medie delle "riserve", 8,66. Questi dati ci dicono, a mio modo di vedere, due cose: 1) Per far giocare di più Bernardeschi e Costa e dare respiro ai centrocampisti centrali...Probabilmente (soprattutto quando mancherà Pjanic) si giocherà con 4-4-2 o 4-2-3-1 2) La stagione prossima si dovrà puntellare la squadra soprattutto con un difensore centrale e un centrocampista A cura di: Fabio Franco Spero sia interessante
  5. Allora, direi che siamo tutti d'accordo sul fatto che i numeri della Juventus fino a questo punto della stagione sono a dir poco impressionanti 17 vittorie, 2 pari e 0 sconfitte in campionato, 4 vittorie e 2 sconfitte in champions per un totale di 21 vittorie, 2 pari e 2 perse, con 45 gol fatti e 15 gol subiti A me piace un sacco spulciare le varie statistiche riguardo a partite, tiri, punteggi, andamenti, gol ecc. ecc. e c'era un dato che mi è saltato all'occhio in questa stagione: Praticamente, in 5 partite su 25, quindi un discreto 20%, la Juventus è riuscita ad andare in vantaggio entro 3 minuti di gioco, questo denota partenze spesso e volentieri aggressive volte a indirizzare subito la partita in un certo modo Ma la cosa da notare è che in tutte e 5 le occasioni l'avversaria di turno è poi giunta al pareggio entro la fine del primo tempo, poi le partite sono state vinte in 4 occasioni e pareggiata in una, le partite sono le seguenti: Chievo-Juventus, in vantaggio con Khedira al 3 minuto, poi pareggiato al 38, partita vinta 3-2 Parma-Juventus, in vantaggio con Mandzukic al 2 minuto, poi pareggiato al 33, partita vinta 2-1 Juventus-Cagliari, in vantaggio con Dybala al 1 minuto, poi pareggiato al 36, partita vinta 3-1 Atalanta-Juventus, in vantaggio con autogol al 2 minuto, poi pareggiato al 24, partita pareggiata 2-2 Juventus-Sampdoria, in vantaggio con Ronaldo al 2 minuto, poi pareggiato al 33, partita vinta 2-1 In media passano circa 30-31 minuti tra il vantaggio e il successivo pareggio La mia teoria è che un vantaggio così prematuro porti inconsciamente i ragazzi ad allentare la tensione, con la convinzione che la partita sia ormai chiusa Voi cosa ne pensate? so benissimo che può voler dire assolutamente niente, ma è un dato che mi è saltato all'occhio e avevo voglia di discuterne con voi, dite la vostra
  6. Ritorna il graditissimo topic dello Striscione degli utenti di Vecchiasignora.com in vista della sfida di domenica prossima 11 novembre, Milan-Juventus. Sbizzarritevi... ma sempre seguendo le regole e lo stile del nostro forum! I messaggi non conformi al regolamento di VecchiaSignora saranno cancellati e verranno presi provvedimenti contro gli autori, quindi evitate insulti, slogan maleauguranti, a carattere razzista o politico e bypass delle parole non consentite. Cercate inoltre di proporre solo striscioni "originali", quelli con evidenti similitudini ad idee passate non saranno presi in considerazione per la finale. Avete tempo sino alle 19:00 di giovedì 8 novembre. NOTA DELLO STAFF: Tutti i partecipanti sono invitati ad evitare l'uso del grassetto, del maiuscolo e/o evitare anche il modificare la grandezza o il carattere del testo.
  7. Anche quest'anno riapre il topic delle proiezioni, con il consueto titolo che Lord Ludwig scelse all'inizio dell'incredibile rimonta della stagione 2015-16 che portò la Juventus ad aggiudicarsi il quinto scudetto consecutivo. L'intento è sempre quello di misurare la 'velocità' con cui la Juventus, o una squadra in generale, si avvicina ai vari obiettivi, la vittoria del campionato, la qualificazione alla Champions o all'Europa League, la retrocessione, e di misurare queste performance con lo storico. Per i confronti con i precedenti campionati prenderò in esame tutti i campionati dell'era dei tre punti e delle 20 squadre, ovvero quelli che si sono svolti dal 2004-05 fino alla scorsa stagione, non tenendo conto delle eventuali penalizzazioni ma solo dei risultati sportivi. Per quanto riguarda il primo posto, nel campione scelto 1 sola volta la vincitrice dello scudetto ha terminato il campionato sopra i 100 punti (Juventus 2013-14, 102) 1 sola volta la vincitrice ha ottenuto un punteggio tra 95 e 99 (Inter 2006-07, 97) 3 volte tra 90 e 94 (Juventus 2005-06, Juventus 2015-16, Juventus 2016-17, tutte e tre le volte a 91) 4 volte tra 85 e 89 (Juventus 2014-15 e Juventus 2012-13, con 87 punti; Juventus 2004-05 con 86; Inter 2007-08 con 85) 4 volte un punteggio inferiore a 85 punti (Inter 2008-09 e Juventus 2011-12, con 84 punti; Inter 2009-10 e Milan 2010-11, con 82 punti). Quindi possiamo distinguere tre fasce di punteggi: campionato a punteggio basso quando si vince con meno di 85 punti (4 casi); campionato a punteggio medio quando si vince con un punteggio tra 85 e 89 punti (4 casi); campionato a punteggio alto quando si vince con 90 punti o più (5 casi). I record positivi e negativi sono 102 e 82 punti. Analogamente possiamo confrontare i campionati per quanto riguarda la quota di qualificazione alla Champions League. A questo proposito va ricordato che fino al campionato 2010-11 l'Italia portava 4 squadre in champions league, successivamente si qualificavano solo le prime 3, ma da questa stagione torneranno a qualificarsi 4 squadre (tra l'altro senza spareggi). Per questo motivo per il confronto con le classifiche storiche si prenderà in esame solo il punteggio della quarta classificata senza preoccuparci del fatto che il quarto posto portasse la qualificazione oppure no, ben consapevoli dell'approssimazione che questo confronto comporta. Anche qui possiamo distinguere tre fasce di punteggi: campionato a punteggio basso quando si arriva quarti con 65 punti o meno (4 casi); campionato a punteggio medio quando si arriva quarti con un punteggio tra 66 e 69 (6 casi); campionato a punteggio alto quando si arriva quarti con 70 punti o più (3 casi). Il record positivo è stato nel 2005-06 con la quarta a 74 punti. La quota più bassa è stata nel 2011-12 e nel 2004-05 con la quarta a 62 punti. Per la qualificazione all'Europa League la questione è ancor più indeterminata, visto che il regolamento è cambiato molte volte in questi 12 anni, dall'Intertoto alla vincitrice o finalista di TIM Cup. Attualmente il regolamento prevede che la quinta classificata in campionato si qualifichi direttamente alla fase a gironi dell'Europa League, la sesta classificata si qualifica al secondo turno di qualificazione, mentre la vincitrice della Coppa Italia si qualifica sempre alla fase a gironi. Qualora la vincitrice sia già qualificata ad una competizione europea, sarà il settimo posto in campionato a qualificare la terza squadra italiana all'Europa League, sempre ovviamente dai turni preliminari. Non potendo prevedere attualmente se la TIM Cup contribuirà o meno a qualificare una formazione, ho scelto come riferimento il massimo punteggio della sesta classificata in campionato, anche perché statisticamente solo in tre casi il risultato della Coppa Italia è stato decisivo alla qualificazione all'Europa League (Lazio 2012-13, Palermo 2010-11, Lazio 2008-09). Eventualmente in seconda battuta si potrà aggiornare il dato prendendo in considerazione anche il settimo posto in campionato. Anche qui possiamo distinguere tre fasce di punteggi: campionato a punteggio basso quando si arriva sesti con 55 punti o meno (1 caso); campionato a punteggio medio quando si arriva sesti con un punteggio tra 56 e 60 (6 casi); campionato a punteggio alto quando si arriva sesti con oltre 60 punti (6 casi). Il record positivo è stato nel 2016-17, nel 2010-11 e nel 2008-09 con la sesta a 63 punti. La quota più bassa è stata nel 2004-05 con la sesta a 53 punti.
  8. Per capire cosa significhino 7 anni di vittorie ininterrotte del campionato (e non solo) bisognerebbe fare esercizi di memoria specifici. Facili, brevi, ma specifici, ricordando "com'eravamo" (perchè è possibile usare questa locuzione dopo 7 anni) e com'era il mondo intorno a noi (anch'esso cambiato in tante piccole cose). Probabilmente qui dentro c'è chi 7 anni fa doveva iniziare l'università e nel frattempo, in 5 anni, si è laureato (secchioni! ), o comunque ha ultimato un percorso triennale di studi (ma anche no eh ). Oppure chi doveva iniziare le scuole superiori e ora si trova all'università. Chi era all'università e oggi lavora. Chi si è sposato/a, magari con prole al seguito, e così via. Purtroppo in 7 anni avvengono anche cose spiacevoli, ma quelle lasciamole da parte. Insomma, parliamo di un lasso di tempo incredibile! E talvolta, nel corso della stagione, questa cosa giocoforza si dimentica, presi come siamo dalle dinamiche del "momento". Così come, partita dopo partita, maciniamo emozioni senza soluzione di continuità, fermandoci raramente a ripensare alle tante gare che ci hanno regalato sensazioni bellissime. E allora, sperando di continuare a viaggiare con questa velocità, ecco in un video riassuntivo una carrellata di gol delle partite indimenticabili vissute in questo Settennato bianconero, in Italia e in Europa, con telecronaca originale. Un modo per tirare il fiato e godere delle gioie che la Juve ci ha regalato in questo ciclo che speriamo sia ancora lungo e proficuo. Siccome ne manca qualcuna (almeno di quelle che avrei aggiunto io), se ne avete altre da segnalare ditelo (magari aggiungendo un video nel vostro post), sia tra quelle italiane che europee. Oppure dite semplicemente quella/e che ricordate con più piacere, con più emozione. Buona goduria! (nello spoiler la lista delle partite che trovate nel video) Video edit by JHTV Productions
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.