Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Search the Community

Showing results for tags 'champions'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Sport
    • Juventus forum
    • Calciomercato Juventus & Angolo del Guru
    • Biglietti Juventus, Allianz Stadium e J-Museum
    • Scommesse sportive
    • Calciopoli & questione ultrà
    • Ju-Vision
    • Ju&Me
    • Video Juventus, PuntoJ: la zona erogena del tifoso juventino
    • Altri Sport
    • Archivio discussioni Vecchiasignora.com
  • Divertimento
    • Fantacalcio 2019-2020
    • Il diario bianconero
    • Off topic
    • Mercatino & Collezionismo
  • Supporto
    • Assistenza tecnica
    • Cestino

Calendars

  • VS Community
  • Partite Juventus
  • Il romanzo bianconero

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Twitter


Facebook


MSN


Yahoo


Skype


Sito web


Provenienza


Interessi

Found 23 results

  1. Bene, siamo di nuovo nel periodo più magico dell'anno: i sorteggi di Champions League! Per ingannare l'attesa fino a lunedì ecco il link del simulatore dove potrete sorteggiare le vostre palline virtuali e compilare il tabellone degli ottavi di finale, volendo potete postare il risultato è vedere quali combinazioni solo le più ricorrenti https://draw.inker.one/#/cl/ko Buon divertimento e che la sorte ci assista Questo è il mio primo sorteggio
  2. RECORD ASSOLUTI: Juventus - Ajax 16/04/2019 Spettatori: 41.445 Incasso: 5.016.924 euro (record incassi) Juventus - Inter 07/12/2018 Spettatori: 41.495 (record spettatori) Incasso: 3.163.509 euro RECORD SERIE A: Juventus - Milan 06/04/2019 Spettatori: 40.057 Incasso: 3.221.678 euro (record incassi Serie A) Juventus - Inter 07/12/2018 Spettatori: 41.495 (record spettatori serie A) Incasso: 3.163.509 euro RECORD CHAMPIONS LEAGUE: Juventus - Ajax 16/04/2019 Spettatori: 41.445 Incasso: 5.016.924 euro (record incassi Champions League) Juventus - Manchester United 07/11/2018Spettatori: 41.470 (record spettatori Champions League) Incasso: 4.194.190 euro RECORD COPPA ITALIA: Juventus - Atalanta (TIM CUP) 28/02/2018 Spettatori: 38.417 Incasso: 1.205.744 euro (record incassi Coppa Italia) Juventus - Fiorentina (TIM CUP) 05/03/2015Spettatori: 40. 211 (record spettatori Coppa Italia) Incasso: 840.400 euro RECORD EUROPA LEAGUE: Juventus - Benfica (Europa League - semifinale) 01/05/2014Spettatori: 40.775 (record spettatori Europa League)Incasso: 2.459.949 (record incassi Europa League)
  3. Anche quest'anno riapre il topic delle proiezioni, con il consueto titolo che Lord Ludwig scelse all'inizio dell'incredibile rimonta della stagione 2015-16 che portò la Juventus ad aggiudicarsi il quinto scudetto consecutivo. L'intento è sempre quello di misurare la 'velocità' con cui la Juventus, o una squadra in generale, si avvicina ai vari obiettivi, la vittoria del campionato, la qualificazione alla Champions o all'Europa League, la retrocessione, e di misurare queste performance con lo storico. Per i confronti con i precedenti campionati prenderò in esame tutti i campionati dell'era dei tre punti e delle 20 squadre, ovvero quelli che si sono svolti dal 2004-05 fino alla scorsa stagione, non tenendo conto delle eventuali penalizzazioni ma solo dei risultati sportivi. Per i confronti tra le performance della Juventus prenderò in esame i campionati a partire dal 2011/12 alla stessa giornata attuale. Per quanto riguarda il primo posto, nel campione scelto: 1 sola volta la vincitrice dello scudetto ha terminato il campionato sopra i 100 punti (Juventus 2013-14, 102) 2 volte la vincitrice ha ottenuto un punteggio tra 95 e 99 (Inter 2006-07, 97 e Juventus 2017-18, 95) 7 volte tra 86 e 94 punti (Juventus 2004-05 con 86 punti; Juventus 2014-15 e 2012-13, con 87 punti; Juventus 2018-19, con 90 punti; Juventus 2005-06, 2015-16 e 2016-17, con 91 punti) 5 volte un punteggio uguale o inferiore a 85 punti (Inter 2007-08 con 85; Inter 2008-09 e Juventus 2011-12 con 84 punti; Inter 2009-10 e Milan 2010- 11 con 82 punti). I record positivi e negativi sono 102 e 82 punti. Quindi possiamo distinguere tre fasce di punteggi campionato a punteggio basso (5 casi): quando si vince con 85 punti o meno, corrisponde a una media uguale o inferiore a 2,25 punti a partita; campionato a punteggio medio (7 casi): quando si vince con un punteggio tra 86 e 94 punti; campionato a punteggio alto (3 casi): quando si vince con 95 punti o più, corrisponde a una media uguale o superiore a 2,5 punti a partita; Analogamente possiamo confrontare i campionati per quanto riguarda la quota di qualificazione alla Champions League. A questo proposito va ricordato che fino al campionato 2010-11 l'Italia portava 4 squadre in champions league, successivamente si qualificavano solo le prime 3, ma nelle ultime stagioni sono tornate a qualificarsi 4 squadre (tra l'altro senza spareggi). Per questo motivo per il confronto con le classifiche storiche si prenderà in esame solo il punteggio della quarta classificata senza preoccuparci del fatto che il quarto posto portasse la qualificazione oppure no, ben consapevoli dell'approssimazione che questo confronto comporta. Anche qui possiamo distinguere tre fasce di punteggi: campionato a punteggio basso (4 casi): quando si arriva quarti con 65 punti o meno; campionato a punteggio medio (7 casi): quando si arriva quarti con un punteggio tra 66 e 69; campionato a punteggio alto (4 casi): quando si arriva quarti con 70 punti o più; Il record positivo è stato nel 2005-06 con la quarta a 74 punti. La quota più bassa è stata nel 2011-12 e nel 2004-05 con la quarta a 62 punti. Per la qualificazione all'Europa League la questione è ancor più indeterminata, visto che il regolamento è cambiato molte volte in questi 12 anni, dall'Intertoto alla vincitrice o finalista di Coppa Italia. Attualmente il regolamento prevede che la quinta classificata in campionato e la squadra vincitrice della Coppa Italia si qualifichino direttamente alla fase a gironi dell'Europa League, la sesta classificata si qualifica al terzo turno di qualificazione. Qualora la vincitrice della Coppa Italia sia già qualificata ad una competizione europea, sarà il settimo posto in campionato a qualificare la terza squadra italiana all'Europa League, sempre ovviamente dai turni preliminari. Non potendo prevedere attualmente se la Coppa Italia contribuirà o meno a qualificare una formazione, ho scelto come riferimento il massimo punteggio della sesta classificata in campionato. Eventualmente in seconda battuta si potrà aggiornare il dato prendendo in considerazione anche il settimo posto in campionato. Anche qui possiamo distinguere tre fasce di punteggi: campionato a punteggio basso quando si arriva sesti con 60 punti o meno (7 casi); campionato a punteggio alto quando si arriva settimi con oltre 60 punti (8 casi); Il record positivo è stato nel 2018-19 con la sesta a 66 punti. La quota più bassa è stata nel 2004-05 con la sesta a 53 punti.
  4. Selezionare le partite che ci hanno fatto più godere in questi quasi 7 anni (a partire dal 2012/13, visto che il primo anno eravamo fuori dalle coppe) è un’operazione molto soggettiva. Le tenevo da parte da tempo pensando di aprirci un topic riassuntivo prima o poi, e vista la pausa nazionali mi sembra il periodo giusto per raccoglierle in una discussione. Proprio per questa ragione, mentre in questi giorni le ri-passavo in rassegna, pensavo “ma se poi qualcuno cita quest’altra?”, “se poi a qualcun altro piacerà quest’altra ancora?” (ah, le finali le ho tenute fuori, senò ci vorrebbe un topic a parte ). E allora, la personalissima selezione, l’ho abbastanza “allargata” con partite che magari non meriteranno di stare sul podio delle più belle, ma che comunque ci hanno regalato belle sensazioni, siano esse dovute a vittorie importanti, a fasi delicate del torneo o ancora alla qualità del gioco espresso. La lista quindi si è fatta “corposa”, ma forse è il modo migliore per riviverle insieme. Vi invito ad esprimere liberamente le vostre opinioni in merito, quelle che vi sono piaciute di più, o anche a quelle meno impresse nella memoria, e di cui avevate dimenticato qualche dettaglio. Insomma, via coi ricordi! 2012/13 19.09.2012: Chelsea-Juventus 2-2 [Vidal, Quagliarella] La partita del ritorno nell’Europa dei grandi proprio contro i campioni in carica. Andare a giocare in Inghilterra non è mai stato facile per le italiane, e a noi evocava ricordi “recenti” poco piacevoli. Quella doppietta di Oscar ci congelò gli entusiasmi, e sembrava nuovamente riproporre il copione delle trasferte d’Oltremanica capelliane. Poi la reazione, con Vidal che segna zoppicando e Quagliarella che pareggia nella ripresa (e sfiora il colpaccio). Per come s’era messa, quasi una vittoria! 20.11.2012: Juventus-Chelsea 3-0 [Quagliarella, Vidal, Giovinco] La miglior partita in Champions dell’era Conte! Una Juve perfetta portò a compimento la serata perfetta. Era uno spareggio! Situazione di classifica: Shakhtar e Chelsea 7 (coi primi che sarebbero andati facilmente a 10), Juve 6. Giocammo a viso aperto dal primo all’ultimo minuto, rischiando anche, perché quel buttarsi in avanti lasciava ampi spazi ai contropiedi dei Blues, e in due o tre occasioni servì la mano di Buffon, ma quella sera non ce n’era per nessuno: 3-0 e Stadium in estasi! 05.12.2012: Shakhtar-Juventus 0-1 [Autogol Kucher] Qualificazione e sorpasso! Primo posto nel girone conquistato contro la squadra rivelazione del torneo (con i futuri “inglesi” Fernandinho, Mkhitaryan e Willian pagati a suon di milioni). All’andata ci misero molto in difficoltà. Perdendo saremmo andati in Europa League, invece Giovinco “procurò” l’autogol decisivo di Kucher, e fu primo posto, dopo che a seguito delle prime tre giornate avevamo totalizzato solo 3 punti! 12.02.2013: Celtic-Juventus 0-3 [Matri, Marchisio, Vucinic] Andata degli ottavi di finale in quel di Glasgow, a casa di un Celtic capace di battere in casa propria il Barcellona. Tante discussioni sull’ambiente che avremmo trovato (e striscioni poco carini). Matri mette subito le cose in chiaro. Poi ci difendiamo, Conte urla a Bonucci “se lo rifai t’ammazzo”, Scott Brown che mena come un fabbro… ma alla fine Marchisio e Vucinic sanciscono un risultato rotondo, e Brown potè attaccarsi allo sciacquone. 2013/14 05.11.2013: Juventus- Real Madrid 2-2 [Vidal (r), Llorente] Sì, un pareggio, non una vittoria, ma un primo tempo di altissimo livello! Già all’andata facemmo una buona figura perdendo di misura, ma in 11vs10 (espulsione un po’ inventata su Chiellini). Al ritorno fu assurdo andare al riposo solo sull’1-0, con Casillas che si rese protagonista di tre parate miracolose. Fosse finito 3-0 (solo il 1°t) non ci sarebbe stato niente da dire. Peccato che nel 2°t combinammo la frittata (Conte chiamò a Caceres il passaggio arretrato) e la partita, pur in un sostanziale equilibrio, cambiò. Ma quanto pesò alla fine del girone non averla chiusa in quei (fantastici) 45 minuti! Curiosità: fu il primo pari tra le due squadre su 16 confronti ufficiali. 2014/15 04.11.2014: Juventus-Olympiakos 3-2 [Pirlo, Llorente, Pogba] Quarta giornata del girone e la Juve, al 65°, è fuori dalla Champions League! Dopo appena 4 giornate! Sarebbe stato un record negativo. Ma Allegri scelse di cambiare rispetto al passato: niente difesa a 3, si passa al 4-3-1-2, e la Juve ribalterà il risultato nel giro di un minuto, col primo gol di Pogba in Champions a sancire la vittoria, una nuova strada, un nuovo modulo, una nuova Juve. Curiosità: Vidal sbaglierà nel recupero il rigore del 4-2 che ci costrinse a qualche calcolo di troppo. 24.02.2015: Juventus-Borussia Dortmund 2-1 [Tevez, Morata] Il test della nuova Juve: per gli ottavi arriva a Torino il Borussia, finalista due anni prima, che a differenza nostra dopo 4 partite del girone aveva già ipotecato il primo posto. Quella di Klopp sembra più una squadra da coppa, visto il ritmo altalenante in campionato, ma riusciamo a regolarla bene, pur subendo un gol assurdo a causa di una scivolata di Chiellini che aprirà un’autostrada per Reus. 18.03.2015: Borussia Dortmund-Juventus 0-3 [Tevez, Morata, Tevez] Ritorno a Dortmund, la tana del leone, dove hanno una media di gol segnati che fa spavento (e quel gol di Reus all’andata quasi li fa stare tranquilli). Anche qui ci accoglie una coreografia non proprio “simpatica” del “muro giallo”, ad evocare brutti ricordi, e anche qui li puniamo subito! Tevez si inventa uno dei più bei gol da fermo della storia juventina, ed esplodiamo tutti dopo appena tre minuti. Poi ci si chiude per contenere i loro attacchi, ma sempre provando a colpirli in contropiede. E la punizione arriverà, con i due gol di Morata e ancora Tevez nella ripresa. Il Westfalenstadion ancora una volta è bianconero! 05.05.2015: Juventus-Real Madrid 2-1 [Morata, Tevez (r)] Le due partite che vanno in scena nel maggio 2015 contro il Real rappresentano un unicum non solo per la Juve, ma per il calcio europeo. In queste due partite realizziamo ciò che nessuna squadra è riuscita a fare in quel lasso di tempo: rompere quello che sarebbe potuto essere un “quinquennio” blancos (evitando al contempo una finale Barça-Real e diventando l’unica squadra non spagnola ad arrivare in finale in quattro anni). Nessuno mai, però, ha vinto la coppa battendo nella stessa edizione entrambe le spagnole, e questa “regola” non riusciremo ad infrangerla nemmeno noi. Morata contro la sua ex, la corsa di Tevez a prendersi il rigore, Sturaro che salva il risultato, Llorente che per poco non fa il 3-1… 13.05.2015: Real Madrid-Juventus 1-1 [Morata] Partire da un 2-1 al Bernabeu non ti pone proprio in una situazione ideale. E noi lo capiamo nel corso di un 1°t nel quale il Real prova a recuperare lo svantaggio in tutti i modi, ma riuscendo a reggere per quanto possiamo. Sarà solo un rigore a portare le merengues al riposo con la qualificazione in direzione Madrid. Ma tatticamente la Juve c’è, sa che partita deve fare, e riesce a colpire nella ripresa ancora una volta con l’ex, Morata, sempre più uomo di coppa. Il Real si riverserà nuovamente avanti, noi ci difenderemo provando a colpire in contropiede, e sfiorando il secondo gol con Marchisio e poi Pogba. Ma quei concitati minuti finali si giocano con “tutto”, col cuore, con l’anima, perchè rappresentano la riconquista di uno status che ci apparteneva, e che appena un anno prima sembrava impossibile da riconquistare a breve: la Juve è nuovamente in finale di Champions League! A Caselle la squadra è accolta in un tripudio di bandiere. 2015/16 15.09.2015: Manchester City-Juventus 1-2 [Mandzukic, Morata] E dopo tanti anni si torna a vincere in Inghilterra! Nel peggior inizio di stagione dell’intero nuovo ciclo juventino, senza più Pirlo, Vidal, Tevez, e con i postumi di Berlino, questa partita rappresentò un picco di goduria prima dell’inizio della rimonta in campionato. Peraltro andammo in svantaggio con un autogol sfortunato dopo un’ottima gara, ma rimontammo negli ultimi venti minuti con Mandzukic ed un gran gol di Morata. L’immagine dei ragazzi che scivolano sul prato dell’Etihad è ancora oggi impressa bene a mente. 30.09.2015: Juventus-Siviglia 2-0 [Morata, Zaza] Partita forse poco ricordata, ma tra le migliori dal punto di vista tecnico. Un dominio totale contro il Siviglia vincitore delle due ultime Europa League (la prima delle quali allo Stadium) e che quell’anno avrebbe vinto anche la terza. Il tutto si riassume in un dato : 25.11.2015: Juventus-Manchester City 1-0 [Mandzukic] La vittoria nel ritorno col City non è paragonabile alla vittoria ottenuta in trasferta, ma in realtà significò sorpasso in classifica! E battere due volte un’altra grande d’Europa nel girone non è cosa trascurabile. Peccato che l’ultima mezzora dell’ultima giornata sarà kafkiana, ribaltando la classifica del girone, e consegnandoci il secondo posto (nonostante due vittorie contro quella che si classificherà prima). 23.02.2016: Juventus-Bayern Monaco 2-2 [Dybala, Sturaro] Sì, la grande partita fu quella del ritorno, ma senza l’ultima mezzora della gara d’andata non ci sarebbe stato alcun ritorno! E la cosa peraltro, dopo la prima ora di gioco, sembrava palese. Guardiola ce la incartò col tiki taka in versione tedesca senza farci capire niente, e i fantasmi del fortissimo Bayern di tre anni prima sembravano materializzarsi. Ma il modo in cui ci rialzammo ebbe quasi dell’incredibile, e nell’ultima mezzora non solo riuscimmo a portare risultato e statistiche in equilibrio, ma persino a sfiorare il 3-2! Una delle tante dimostrazioni delle sette vite della Juve (cit. Trap) 16.03.2016: Bayern Monaco-Juventus 2-2 (4-2 dts) [Pogba, Cuadrado] Sì, bello la rimonta dell’andata, ma quel 2-2 costituiva pur sempre un’autostrada verso la qualificazione per il Bayern, assoluto rullo compressore in casa e candidata forte alla vittoria finale. Inoltre arrivavamo all’appuntamento in formazione rimaneggiata, senza Chiellini, Dybala e Marchisio, e con Mandzukic che dovrà stringere i denti (non avevamo certo la rosa folta di oggi). Allegri si inventa una formazione miracolosa per ciò che si vedrà in campo, con Hernanes titolare, Morata unica punta, ed Evra a fare per larghi tratti il centrale di una difesa a 3 in fase difensiva. La Juve gioca una delle sue migliori partite europee, dominando letteralmente il Bayern per quasi 70 minuti a casa sua. Il 1°t chiuso sullo 0-2 non ci rende merito perché il risultato più giusto sarebbe stato lo 0-3. Neur fa letteralmente un miracolo su Cuadrado (o Cuadrado si mangia il gol, fate voi). Poi alla lunga un po’ la fatica iniziò a farsi sentire, e forse il pensare di non poter reggere quei ritmi ci portò a difendere un comunque importante doppio vantaggio. Il fatto che loro trovarono subito il gol con Lewandoski accentuò questo atteggiamento (che a Madrid ci permise di condurre la gara in porto), ma in pieno recupero su una palla in uscita dalla nostra area Evra decide di giocarla invece di spazzare, consegnandola a loro, e sarà una delle docce più gelate di sempre! Ai supplementari eravamo ancora storditi, Licht ebbe anche la palla per il 3° gol, ma se già eravamo stanchi negli ultimi 20 minuti di partita, ora eravamo proprio cotti, e devastati psicologicamente dalla rimonta subita. E il Bayern si qualificò sulle ali dell’entusiasmo. Beffa atroce, condita da sette (7, non 1) episodi arbitrali ai limiti dell’assurdo tra andata e ritorno, tutti contro di noi (parliamo di robe grosse, gol annullati, gol da annullare, rigori palesi non dati, espulsioni negate, ecc). Più che una doppia sfida fu un’Odissea! 2016/17 18.10.2016: Lione-Juventus 0-1 [Cuadrado] (in 10vs11 e rigore parato) A prima vista un risultato buono, ma non indimenticabile. In realtà una vittoria presa con le unghie e con i denti in una situazione difficile, una delle tre in trasferta ottenute in inferiorità numerica in questi anni. Buffon da 9 in pagella, para un rigore a Lacazette, ma in realtà parerà anche gli spifferi (un intervento nel secondo tempo entra tra le migliori parate della sua carriera). Fino all’espulsione di Lemina la Juve crea senza concretizzare, una volta rimasti in 10 ci pensano Buffon e Cuadrado, che la piazza “piano” sotto la traversa da posizione decentrata, ad evitare che il Lione ci sopravanzi nel girone. 22.11.2016: Siviglia-Juventus 1-3 [Marchisio (r), Bonucci, Mandzukic] Si arriva al Sanchez Pizjuan alla penultima col Siviglia in testa al girone, due punti sopra di noi. Ci si gioca il primo posto in un ambiente caldissimo. Andiamo sotto, ma poco dopo la mezzora restiamo con un uomo in più, ma loro alzano il fortino perché gli starebbe bene pure il pareggio, figuriamoci la vittoria. Riusciamo a non cadere nelle provocazioni e troviamo il pari con Marchisio su rigore a fine primo tempo, poi non riusciamo a sfondare. Si gioca sul filo del rasoio, fino a quando proprio una rasoiata di Bonucci all’84° e un gol di Mandzukic nel recupero ci daranno i tre punti e il primato. Dopo il fischio finale da ricordare Buffon che zittisce Vitolo che non voleva che andassimo ad esultare sotto i nostri tifosi. 22.02.2017: Porto-Juventus 0-2 [Pjaca, Dani Alves] La prima partita europea di una “nuova” Juve, quella del 4-2-3-1, con tutte e cinque le “stelle” in campo. In campionato fu subito un successo. Ma affinchè quell’assetto reggesse era necessario che giocasse costantemente in avanti, quindi eravamo attesi alla riprova europea su un campo comunque non facile. Funzionò, fu dominio sin dal primo minuto. L’autorevolezza con cui giocammo lasciò presagire un proseguo importante nel torneo. La partita si mise ancora meglio quando restammo con un uomo in più, ma riuscimmo a sfondare il muro portoghese solo negli ultimi venti minuti con Pjaca (!) e Dani Alves. 11.04.2017: Juventus-Barcellona 3-0 [Dybala, Dybala, Chiellini] Probabilmente “LA” partita! I pronostici, inutile negarlo, erano tutti per i blaugrana, reduci da una delle più grandi imprese di sempre (il 6-1 al PSG) e con il terzetto offensivo Messi-Suarez-Neymar che innescato da Iniesta in tre anni aveva collezionato oltre 300 gol! Contro di noi non ne segneranno nemmeno uno in due partite! E sarà solo la seconda volta che capiterà una cosa del genere in Champions al Barça dell’era tiki-taka. Non li aspettammo, fummo aggressivi sin da subito. Dybala segnò il primo, Buffon mise una toppa grossa come una casa su Iniesta, pescato da un assist pazzesco di Messi, evitando così l’1-1, e Paulo concederà il bis difronte a sua maestà Leo. Nel secondo tempo Chiellini chiuderà il discorso trascinandosi Mascherano aggrappato alla sua maglia, Buffon chiuderà la porta su Suarez, e fu apoteosi pura! Stadium praticamente in lacrime dalla gioia! Perfetti! 19.04.2017: Barcellona-Juventus 0-0 Che il Barcellona non vinca in casa è un evento raro, che non vinca in casa in Champions lo è altrettanto, che non vinca e non segni lo è ancora di più! Per contare le volte in cui quest’ultima cosa è successa nell’era Messi, le dita di una mano sono anche troppe. Contro una squadra del genere nemmeno un 3-0 può farti stare totalmente tranquillo. Ecco perché lo 0-0 del Camp Nou appare come un’altra impresa, che coronò il lavoro di un pacchetto difensivo clamoroso. 03.05.2017: Monaco-Juventus 0-2 [Higuain, Higuain] A casa della rivelazione della Champions, il Monaco di Jardim, Mbappè, Falcao e Bernardo Silva, che aveva eliminato Manchester City e Borussia Dortmund, va in scena lo show del Pipita (doppietta) e di Dani Alves (doppio assist, il primo dei quali sontuoso, di tacco, al termine di un’azione straordinaria). Barzagli frena Mbappè, Buffon continua ad abbassare le saracinesche. Finale ipotecata. Uno spettacolo l’esultanza di Higuain sotto il settore ospiti. Godiamo con Glik! 2017/18 07.03.2018: Tottenham-Juventus 1-2 [Higuain, Dybala] La presa di Wembley! La radiocronaca di Repice! Un intero stadio che mentre canta a squarciagola “When the Saints go marching in” viene interrotto dal boato dei nostri tifosi per il pareggio di Higuain! Dybala che li fa esplodere! Barzagli e Chiellini mastodontici che alzano il muro difronte all’assalto finale degli Spurs! Ci sono emozioni che non possono essere misurate solo con i dati, la tattica, le statistiche. Ci sono partite che per come si mettono tra andata e ritorno devi fare di tutto per portarle a casa. E noi lo abbiamo fatto. Un’ora di sofferenza vera, poi due sostituzioni che cambiano la gara (Licht e Asa!). Fortino finale contro tutto e tutti (compreso l’arbitro che negò un rigore clamoroso su Douglas Costa e a momenti fa segnare Kane in fuorigioco). E godemmo della goduria più pura! 11.04.2018: Real Madrid-Juventus 1-3 [Mandzukic, Mandzukic, Matuidi] Una sconfitta? Eh, sì, ma che fino ad un secondo prima era una delle più grandi imprese di sempre nella storia del calcio, svanita all’ultimo minuto nel modo che conosciamo. Lo 0-3 dell’andata, con il gol in rovesciata di Cristiano e l’applauso tifosi dello Stadium (ignari che sarebbe stato solo il primo di tanti) viene ribaltato al ritorno a casa del Real, che mai prima di allora aveva perso una partita di Champions al Bernabeu con 3 gol di scarto. Lo stava facendo contro di noi, che siamo stati i primi a batterli a casa loro nella storia della Coppa dei Campioni. Pronti via e Mandzukic ci porta già sull’1-0. In meno di 40 minuti siamo avanti di 2, controllando in modo quasi totale una partita nella quale non si poteva non mettere in conto di non concedere qualche avanzata e qualche tiro al Real. Ma sembriamo ignifughi, ci scivola tutto addosso. Nel 2°t Matuidi suggella la rimonta. Poi tiriamo il fiato, il Real si ripropone in avanti, ma le occasioni non sono così tante. Fino a quando Oliver diventa protagonista, decidendo di concedere un rigore come minimo dubbio, quando all’andata, allo stesso minuto, ce ne venne negato uno netto su Cuadrado. Buffon espulso alla sua ultima in Europa in bianconero. La nostra vittoria più ampia a Madrid coincide con una delle delusioni maggiori. Ma quello 0-3… 2018/19 19.09.2018: Valencia-Juventus 0-2 (in 10vs11 dal 29°, senza Ronaldo) [Pjanic(r), Pjanic(r)] La prima in Champions della Juve di Ronaldo… costretta a rinunciare a Ronaldo! A chi poteva capitare una cosa del genere se non a noi? Espulsione inventata dopo mezzora, un mattone tra capo e collo! La squadra andava benissimo, stava dominando, aveva già sbagliato 3 o 4 chiare occasioni da gol… il contraccolpo poteva farsi sentire. E invece i ragazzi sollevano Ronaldo da terra e ci pensano loro! Si continua a comandare il gioco anche in 10vs11, soffrendo il giusto, e si vince grazie a due rigori di Pjanic. Sul finale Szczesny firma la goduria parando un rigore inventato. 23.10.2018: Manchester Utd-Juventus 0-1 [Dybala] Terza vittoria consecutiva in Inghilterra. Impensabile fino a pochi anni prima, quando il solo pensare di dover andare a giocare Oltremanica faceva tremare i polsi alle italiane. Vittoria autoritaria dal risultato bugiardo, per la mole di gioco espressa. Sin dal 1°minuto United chiuso nella sua metà campo e noi padroni di Old Trafford! Alla sua terza uscita la Juve europea sembra persino più convincente di quella italiana! 07.11.2018: Juventus-Manchestr Utd 1-2 [Ronaldo] Altra sconfitta, che forse non dovrebbe stare in lista, ma a posteriori… come non ricordare una prestazione ancora più schiacciante rispetto a quella dell’andata, con la vittoria sfuggita solo negli ultimi minuti per una serie di errori banali? E come non ricordare il primo gol di Cristiano Ronaldo in Champions con la Juve, un capolavoro di destro al volo su lancio di Bonucci? 12.03.2019: Juventus-Atletico Madrid 3-0 [Ronaldo, Ronaldo, Ronaldo (r)] La perfezione. Una rimonta storica! Mai la Juve aveva passato il turno dopo un 2-0 dell’andata! Eravamo dati ormai per spacciati. Gli “anti” iniziavano a parlare di fallimento citando “gli ottavi” (non considerando “chi peschi”, agli ottavi, non è una corsa che funziona a chilometraggio…). Senza aver mai segnato all’Atletico di Simeone in tre precedenti, stavolta bisognava fargliene tre per passare (a una delle migliori difese al mondo), o due per sperare nei supplementari. E senza subire nemmeno un gol! Ebbene, la Juve non concede neppure un corner! E gliene fa tre con l’Ufo di Madeira, due di testa dominando i centrali colchoneros, uno su rigore conquistato da un Bernardeschi alla sua miglior partita in carriera! Capolavoro tattico di Allegri che si inventa un paio di mosse che scompaginano l’11 di Simeone, tra cui la posizione “fluida” di Emre Can. Partita EPICA, MONUMENTALE, da lustrarsi gli occhi. ... E a voi, quale partita ha emozionato di più? Quale ricordate con maggiore gioia o soddisfazione in tutti questi anni? Quali dettagli, esultanze, momenti, vi ritornano alla mente? - Leevancleef -
  5. Chi sono i nostri avversari di champions? Qui qualche dato che ci può aiutare a conoscere meglio le otto pretendenti alla coppa dalle grandi orecchie... *** Altre statistiche in aggiornamento ***
  6. Come sempre non potevano mancare i mitici video del grande Pagno!! 1-0 C. Ronaldo 2-0 C. Ronaldo 3-0 C. Ronaldo (penalty)
  7. Gli undici con più presenze, sono gli stessi sia in campionato che in champions. Fatta eccezione per Cancelo-Cuadrado. Il primo ha più minuti complessivi, il secondo più minuti in Champions. Sempre guardando gli 11 con più presenze...Si nota come il modulo prevalente è abbastanza definito. 4-3-3. Escludendo il portiere...I reparti con meno rotazione...Sono i difensori zona centrale, e gli attaccanti. In questa prima fase, penalizzati in particolare i "fantasisti". Con Dybala arretrato per giocare...Bernardeschi e Douglas Costa con % di presenze su partite effettive intorno al 30/31%. In teoria Bernardeschi e Douglas Costa dovrebbero dunque essere "freschi" in questa fase e dare il loro contributo... Dei 5244 minuti dei 6 difensori centrali...Ben 3693 sono ad appannaggio del duo Bonucci-Chiellini. In sostanza gli altri 4 centrali...al momento, in media, hanno giocato 4,31 partite a testa... Questo dato fa riflettere parecchio... Come fa riflettere il dato sui centrocampisti centrali. I tre "titolari" hanno giocato 5313 minuti su 6872 minuti. Partite medie delle "riserve", 8,66. Questi dati ci dicono, a mio modo di vedere, due cose: 1) Per far giocare di più Bernardeschi e Costa e dare respiro ai centrocampisti centrali...Probabilmente (soprattutto quando mancherà Pjanic) si giocherà con 4-4-2 o 4-2-3-1 2) La stagione prossima si dovrà puntellare la squadra soprattutto con un difensore centrale e un centrocampista A cura di: Fabio Franco Spero sia interessante
  8. Anche quest'anno riapre il topic delle proiezioni, con il consueto titolo che Lord Ludwig scelse all'inizio dell'incredibile rimonta della stagione 2015-16 che portò la Juventus ad aggiudicarsi il quinto scudetto consecutivo. L'intento è sempre quello di misurare la 'velocità' con cui la Juventus, o una squadra in generale, si avvicina ai vari obiettivi, la vittoria del campionato, la qualificazione alla Champions o all'Europa League, la retrocessione, e di misurare queste performance con lo storico. Per i confronti con i precedenti campionati prenderò in esame tutti i campionati dell'era dei tre punti e delle 20 squadre, ovvero quelli che si sono svolti dal 2004-05 fino alla scorsa stagione, non tenendo conto delle eventuali penalizzazioni ma solo dei risultati sportivi. Per quanto riguarda il primo posto, nel campione scelto 1 sola volta la vincitrice dello scudetto ha terminato il campionato sopra i 100 punti (Juventus 2013-14, 102) 1 sola volta la vincitrice ha ottenuto un punteggio tra 95 e 99 (Inter 2006-07, 97) 3 volte tra 90 e 94 (Juventus 2005-06, Juventus 2015-16, Juventus 2016-17, tutte e tre le volte a 91) 4 volte tra 85 e 89 (Juventus 2014-15 e Juventus 2012-13, con 87 punti; Juventus 2004-05 con 86; Inter 2007-08 con 85) 4 volte un punteggio inferiore a 85 punti (Inter 2008-09 e Juventus 2011-12, con 84 punti; Inter 2009-10 e Milan 2010-11, con 82 punti). Quindi possiamo distinguere tre fasce di punteggi: campionato a punteggio basso quando si vince con meno di 85 punti (4 casi); campionato a punteggio medio quando si vince con un punteggio tra 85 e 89 punti (4 casi); campionato a punteggio alto quando si vince con 90 punti o più (5 casi). I record positivi e negativi sono 102 e 82 punti. Analogamente possiamo confrontare i campionati per quanto riguarda la quota di qualificazione alla Champions League. A questo proposito va ricordato che fino al campionato 2010-11 l'Italia portava 4 squadre in champions league, successivamente si qualificavano solo le prime 3, ma da questa stagione torneranno a qualificarsi 4 squadre (tra l'altro senza spareggi). Per questo motivo per il confronto con le classifiche storiche si prenderà in esame solo il punteggio della quarta classificata senza preoccuparci del fatto che il quarto posto portasse la qualificazione oppure no, ben consapevoli dell'approssimazione che questo confronto comporta. Anche qui possiamo distinguere tre fasce di punteggi: campionato a punteggio basso quando si arriva quarti con 65 punti o meno (4 casi); campionato a punteggio medio quando si arriva quarti con un punteggio tra 66 e 69 (6 casi); campionato a punteggio alto quando si arriva quarti con 70 punti o più (3 casi). Il record positivo è stato nel 2005-06 con la quarta a 74 punti. La quota più bassa è stata nel 2011-12 e nel 2004-05 con la quarta a 62 punti. Per la qualificazione all'Europa League la questione è ancor più indeterminata, visto che il regolamento è cambiato molte volte in questi 12 anni, dall'Intertoto alla vincitrice o finalista di TIM Cup. Attualmente il regolamento prevede che la quinta classificata in campionato si qualifichi direttamente alla fase a gironi dell'Europa League, la sesta classificata si qualifica al secondo turno di qualificazione, mentre la vincitrice della Coppa Italia si qualifica sempre alla fase a gironi. Qualora la vincitrice sia già qualificata ad una competizione europea, sarà il settimo posto in campionato a qualificare la terza squadra italiana all'Europa League, sempre ovviamente dai turni preliminari. Non potendo prevedere attualmente se la TIM Cup contribuirà o meno a qualificare una formazione, ho scelto come riferimento il massimo punteggio della sesta classificata in campionato, anche perché statisticamente solo in tre casi il risultato della Coppa Italia è stato decisivo alla qualificazione all'Europa League (Lazio 2012-13, Palermo 2010-11, Lazio 2008-09). Eventualmente in seconda battuta si potrà aggiornare il dato prendendo in considerazione anche il settimo posto in campionato. Anche qui possiamo distinguere tre fasce di punteggi: campionato a punteggio basso quando si arriva sesti con 55 punti o meno (1 caso); campionato a punteggio medio quando si arriva sesti con un punteggio tra 56 e 60 (6 casi); campionato a punteggio alto quando si arriva sesti con oltre 60 punti (6 casi). Il record positivo è stato nel 2016-17, nel 2010-11 e nel 2008-09 con la sesta a 63 punti. La quota più bassa è stata nel 2004-05 con la sesta a 53 punti.
  9. Di cosa si tratta Si tratta di un gioco sottoforma di Quiz. Ogni utente che vuole partecipare, prima dell'inizio della fase a gironi, dovra' esprimere il suo pronostico riguardante Squadra prima classificata di ogni singolo girone, squadra che subisce meno goal nella fase a gironi e quella che ne segna di piu (20 punti) Squadra seconda classificata di ogni singolo girone (10 punti) Testa a testa (20 punti) Match con più marcature e match con meno marcature della fase a gironi (15 punti ciascuno dei due pronostici) Squadre semifinaliste della competizione (ogni singola squadra indovinata 15 punti) Squadre finaliste della competizione (ogni singola squadra indovinata 30 punti) Squadra vincente della competizione (50 punti) Capocannoniere della competizione (30 punti) Assist Man della competizione (30 punti) Marcatore più anziano e più giovane (10 punti) Fase a gironi Per ogni partita da disputarsi della fase a gironi, ogni utente dovra' esprimere il suo pronostico riguardante il risultato esatto delle singole partite. (16 partite, 8 il martedi' ed 8 il mercoledi') Per essere considerati validi i pronostici dovranno essere presentati 15 minuti prima del fischio d'inizio del primo match in programma, 17.45 se si gioca una partita in Russia, 20.30 altrimenti (quindi se ad esempio si gioca CSKA-Wolfsburg, i pronostici delle 16 gare in programma devono essere presentati TUTTI entro le 17.45) Per ogni pronostico: Segno del match indovinato 1/X/2 (5 punti) Risultato esatto indovinato (10 punti) Eliminazione diretta Dagli ottavi in poi verra' inoltre richiesto, oltre al risultato esatto, le squadre che si qualificheranno al turno successivo. Anche in questo caso, le squadre qualificate dovranno essere presentate 15 minuti prima del fischio d'inizio del primo match in programma. Per ogni pronostico Segno del match indovinato 1/X/2 (10 punti) Risultato esatto indovinato (20 punti) Squadra qualificata al turno successivo (15 punti per ogni squadra indovinata) Finale Per la finale il punteggio dei pronostici verra' aumentato e verra' richiesto anche il primo marcatore del match Segno del Match indovinato (15 punti) Risultato esatto indovinato (30 punti) Squadra vincitrice (20 punti ai quali si possono aggiungere i 50 se pronosticata in modo corretto dalla fase iniziale) Primo marcatore finale (20 punti) Regole Gli orari sono da seguire in modo rigoroso. I pronostici che arriveranno in ritardo, dalle 17.46 in poi o dalle 20.31 in poi, NON saranno considerati validi. Si potra' partecipare anche in corsa, il fatto che la competizione sia iniziata non vi preclude la partecipazione. Se parteciperete in corsa alla fase a gironi, per esempio date i pronostici dalla 2 giornata in poi, dato che essendo la competizione gia' iniziata, i punteggi per la prima e seconda classificata saranno calcolati tramite questi coefficienti 2 giornata [18 punti per la squadra prima classificata e quella che ha subito meno goal e fatto piu' goal, 9 per la seconda] 3 giornata [15 punti per la prima e quella che ha subito meno goal e fatto piu' goal ,8 per la seconda] 4 giornata [12 punti per la prima e quella che ha subito meno goal e fatto piu' goal, 6 per la seconda] 5 giornata [9 punti per la prima e quella che ha subito meno goal e fatto piu' goal, 5 per la seconda] 6 giornata [6 punti per la prima e quella che ha subito meno goal e fatto piu' goal, 3 per la seconda] I punteggi per le squadre qualificate NON verranno erogati nel caso di squadre gia' qualificate (preferibilmente evitate di scrivere quel pronostico) Nel caso della squadra vincitrice, del capocannoniere, e delle finaliste, al punteggio iniziale verra' applicato il seguente coefficiente Fase a gironi [42 punti per la vincente, 25 per finaliste e capocannoniere] Ottavi di finale [35 punti per la vincente, 21 per finaliste e capocannoniere] Quarti di finale [27 punti per la vincente, 16 per finaliste e capocannoniere] Semifinale [20 punti per la vincente, 12 per finaliste e capocannoniere] Finale [12 punti per la vincente, 8 punti per il capocannoniere] Albo d'oro: 1a edizione: 1° coscap, 2° Sylar 87, 3° Noah 2a edizione: 1° The Answer, 2° Diablo2289, 3° Mormegil 3a edizione: 1° VirescoBiancoNero, 2° Diablo2289, 3° marcelo danubio 4a edizione: 1° Diegoal, 2° Diablo2289, 3° beorht
  10. Investimenti importanti per un progetto ambizioso: la Champions League. La Juventus versione 9.0 ha un obiettivo dichiarato e un dolce tormento: l’Europa. Se il campionato iniziasse ora, la Juve sarebbe ancora in pole position per il tricolore. Con i 5 nuovi innesti la rosa attuale garantisce due giocatori per ogni ruolo: trattenendo i big più appetibili (Pjanic, Alex Sandro, Dybala) e con altri acquisti pesanti il club vuole ripartire all’assalto della coppa agognata e maledetta. In quest’ottica va letto il rilancio per Golovin per il quale la Juve ieri è tornata all’attacco con un’offerta da 19 milioni di euro, rifiutata dal club russo, ma la dirigenza bianconera non si rassegnerà. A fine giugno la Juventus ha già rimpiazzato, e bene, tutti i partenti. Gigi Buffon lascia un vuoto incolmabile nel cuore dei tifosi dopo 17 anni ma Szczesny ha già dimostrato nella prima stagione da secondo di essere all’altezza del numero uno. In più Beppe Marotta gli ha piazzato accanto Mattia Perin, che è più di un vice. Sulla corsia di destra, la Juve si è regalata Joao Cancelo, per ora il colpo più importante. Fonte: La Gazzetta dello Sport
  11. Ragazzi, riporto questa intervista al mitico Bruce Grobbelaar che ci riguarda da molto vicino. Leggetela, ne vale la pena. ________________________________ La Roma ha pescato il Liverpool nel sorteggio delle semifinali in Champions League. Sarà la rivincita della finale del 1984, persa in finale ai rigori dai giallorossi all'Olimpico. Il protagonista fu Bruce Grobbelaar, che ipnotizzò Bruno Conti e Ciccio Graziani con la "danza dello spaghetto". L'ex portiere dei Reds ha dichiarato in un'intervista a La Repubblica: "Anche stavolta vincerà il Liverpool e poi anche la finale. Sono passato alla storia come un clown? Ma sono ancora qui che rido. Non so come mi saltò in mente quel balletto, improvvisai. Mi sentivo le gambe come due spaghetti flosci, anche la rete sembrava uno spaghetto e così la mangiai. I fotografi erano impazziti, io strizzavo l'occhio e scuotevo la testa. Così Bruno Conti sbagliò, forse per colpa mia. Mi misi a ballare come negli anni Sessanta, le mani sulle ginocchia, sapete, quando poi si incrociano. Dovevo tenere i piedi sulla linea di porta, non avevo molta scelta e funzionò. Si capiva che erano nervosi. Ricordo che Conti saltellava e Graziani prese il pallone dicendo qualcosa all'arbitro, poi si fece il segno della croce prima di calciare. Io ormai ci avevo preso gusto e ridevo: tirò alto. Non ho fatto neanche una parata in quei rigori, ma ho fatto qualcosa di meglio e di più difficile: ho paralizzato la Roma. E comunque giocammo molto bene, eravamo la migliore squadra d'Europa. Voi ricordate solo il balletto, però quel Liverpool era formidabile: Souness, Kennedy, Ian Rush". "Un anno dopo, l'Heysel. Pensai di smettere col calcio, non lo feci solo per l'aiuto della mia famiglia. Ma la strage fu provocata dai fascisti di Londra, non dai nostri tifosi, sono sicuro di questo. Come sono sicuro che non si doveva giocare, ma che la Juve vinse meritatamente una gara vera e festeggiò come doveva". "Real Madrid-Juventus? Il portiere ha sempre ragione e Buffon più di tutti. Nessuno come lui, ma io amavo Zoff". "Roma-Barcellona? Non ho visto la partita d'andata, però che noia il Barcellona. Sono contento che qualcuno l'abbia eliminato: il calcio è velocità, corsa, cross e tiri, non palleggio infinito, anche se ormai gli spagnoli hanno un po' cambiato il loro modo di giocare. Il calcio è quello del mio vecchio Liverpool e anche del Liverpool di oggi. Uno spettacolo. Il calcio è una faccenda inglese, mica per niente l'hanno inventato loro". "Salah? Bisogna essere matti per vendere un giocatore del genere, oppure aver bisogno di molti soldi". "Mi piace ancora il calcio, soprattutto quello dei ragazzi. Fino a gennaio ho allenato i portieri dell'Ottawa Fury, in Canada, poi ho smesso. Ma il football rimane assai migliore di tutto quello che lo circonda, e di certa gente. Mi accusarono di partite truccate e i giudici mi hanno portato via tutto, ma alla fine nessuno ha saputo dimostrare la mia colpevolezza per il semplice fatto che ero innocente. Non sono ricco, ma va bene così. Ha fatto anche il concorrente di un reality per cuochi, non mi sono mai vergognato di niente in vita mia. Quando ero in guerra dicevo ai compagni che un giorno avrei giocato in Europa e loro mi rispondevano sì, sogna pure che magari stasera una granata ti stacca la testa. Ho combattuto la guerra civile in Rhodesia, come si chiamava allora, a 18 anni ho ucciso il mio primo nemico, ho rischiato la paralisi per colpa della poliomielite: quando vivi e superi tutto questo, o diventi matto oppure hai solo voglia di ridere. E poi parliamo di calcio, ragazzi. Una magnifica fesseria". cm.com
  12. A pochi giorni dalla partita di Champions League Juventus-Real Madrid, ripropongo il topic ormai storico qui su VS: A cosa sareste disposti a rinunciare, o cosa sareste disposti a fare pur di approdare alla semifinale? La posta in ballo questa volta è davvero importantissima e pesante.... perciò, non risparmiatevi e tirate fuori tutta la vostra fantasia!
  13. Oggi come tutti i gobbi sono deluso e amareggiato, in testa rivedo quella maledetta (e meravigliosa) rovesciata in continuazione, ma a differenza di tanti altri non voglio focalizzarmi sui singoli, su Allegri, ecc. Quello di cui voglio parlare è un problema di mentalità, un limite che secondo me tra Cardiff e ieri sera si è palesato in modo clamoroso, ovvero quello di arrendersi troppo presto. In Italia siamo quelli del "fino alla fine", quelli che non si molla mai, che si lotta per 95 minuti, ecc. In Europa, dove gli avversari sono di un altro livello, la sensazione è che la resa arrivi troppo presto. A Cardiff sei sul 3-1 e mancano trenta minuti, non tre, trenta, ma di fatto smetti di giocare, hai alzato bandiera bianca a mezz'ora dal termine come se fosse impossibile in una partita fare 2 goal in 30 minuti! Ieri becchi il 2-0, hai ancora 25 minuti più 90 del Bernabeu, con un goal di fatto riapri tutto e te la vai a giocare lì. E invece no, la solita resa totale. Non riesco a capire se il problema sta nel carattere di alcuni elementi della rosa, nella mentalità dell'allenatore o nella poca abitudine a trovarsi in certe situazioni, perché bene o male in Italia di squadre che ti mettono sotto di 2 goal ormai non ne trovi. Cosa ne pensate?
  14. Buongiorno a tutti! Torno a scrivere qualcosa sul forum dopo un pò di tempo. E come al solito lo faccio analiticamente, numeri alla mano. Prima della sfida di Londra, contro il Tottenham, i nostri avversari, considerando le sole partite interne di Premier League e Campionato avevano il seguente score: 18 partite casalinghe tra Premier League e Champions. 13 vittorie, 4 pareggi, 1 sconfitta. Solo in un'occasione il Tottenham non ha segnato in casa in questa stagione. In 9 occasioni casalinghe su 18 non ha subito gol, 7 volte ha subito 1 gol, 3 volte ha subito 2 gol. In Champions nelle partite casalinghe, vige la "regola del 3". Il Tottenham ha sempre segnato 3 gol contro il Borussia Dortmund, 3 gol contro il Real Madrid, 3 gol contro l'Apoel Nicosia. Unica sconfitta in casa della stagione risale al 20 agosto contro il Chelsea. Nelle ultime 12 partite casalinghe: 9 vittorie, 3 pareggi. 7 di queste partite senza subir gol. In casa del Tottenham solo due squadre hanno segnato 2 gol in casa loro, prima di noi: il Chelsea (che vinse 1-2), e il Southempton (subissato da 5 gol però)... Spero sia interessante, grande merito ai nostri ragazzi e al mister A cura di: Fabio Franco
  15. Il video è dell'altra sera, quando sono andati in onda tutti gli approfondimenti sulle probabili avversarie http://www.dailymotion.com/video/x5j5g9t
  16. In onore dei 5000 che hanno avuto la fortuna di esserci per godersi dal vivo una serata storica...
  17. Campionato Primavera 2014/2015 - Girone A ANDATA [30 08 2014] Varese - Juventus 1-4 | (Donis - Hromada - Udoh - Kastanos) | Cronaca Partita [13 09 2014] Juventus - Spezia 3-2 | (Udoh - Donis - Bnou-Marzouk) | Cronaca Partita [20 09 2014] Trapani - Juventus 2-2 | (Donis - Sakor) | Cronaca Partita [27 09 2014] Juventus - Virtus Entella 4-0 | (Udoh - Soumah - Clemenza - Pellini) | Cronaca Partita [18 10 2014] Juventus - Pro Vercelli 0-2 | Cronaca Partita [25 10 2014] Fiorentina - Juventus 2-1 | (Donis) | Video Partita [01 11 2014] Juventus - Carpi 3-1 | (Clemenza (2) - Udoh) | Video Partita [09 11 2014] Bologna - Juventus 1-0 | Cronaca Partita [22 11 2014] Juventus - Torino 2-1 | (Clemenza - Buenacasa) | Video Partita [29 11 2014] Sampdoria - Juventus 1-2 | (Clemenza (2)) | Cronaca Partita [06 12 2014] Juventus - Modena 2-0 | (Varga - Sakor) | Cronaca Partita [13 12 2014] Parma - Juventus 2-1 | (Roussos) | Video Partita [10 01 2015] Genoa - Juventus 0-0 | Cronaca Partita RITORNO [17 01 2015] Juventus - Varese 4-3 | (Clemenza - Bnou-Marzouk (2) - Vitale) | Cronaca Partita [24 01 2015] Spezia - Juventus 1-0 | Cronaca Partita [31 01 2015] Juventus - Trapani 4-0 | (Bnou-Marzouk (2) - Udoh (2)) | Video Partita [21 02 2015] Virtus Entella - Juventus 0-1 | (Vitale) | Video Partita [28 02 2015] Juventus - Genoa 1-0 | (Clemenza) | Cronaca Partita [08 03 2015] Pro Vercelli - Juventus 1-4 | (Blanco Moreno - Udoh - Favilli - Vitale) | Cronaca e Video [15 03 2015] Juventus - Fiorentina 2-3 | (Clemenza - Macek) | Cronaca e Video [04 04 2015] Carpi - Juventus 1-2 | (Bnou-Marzouk - Cassata) | Cronaca e Video [10 04 2015] Juventus - Bologna 2-1 | (Clemenza - Udoh) | Cronaca e Video-Intervista a Mr.Grosso [19 04 2015] Torino - Juventus 2-1 | (Clemenza) | Cronaca Partita [02 05 2015] Juventus - Sampdoria 1-0 | (Clemenza) | Cronaca Partita [08 05 2015] Modena - Juventus 1-4 | (Muratore - Cassata - Udoh (2) ) | Cronaca e Video [16 05 2015] Juventus - Parma 6-2 | (Lirola - Clemenza (2) - Favilli - Udoh - Kastanos ) | Cronaca Partita QUALIFICAZIONE ALLA FASE FINALE - QUARTI DI FINALE [23 05 2015] Juventus - Palermo 1-2 | (Clemenza) | Cronaca Partita | FOTO-GALLERY Classifica Campionato Primavera 2014/2015 - Girone A
  18. Campionato Primavera 2013/2014 - Girone A [24 08 2013] Juventus - Spezia 2-1 | (Gerbaudo - Pepe) | Video Partita [31 08 2013] Cesena - Juventus 2-1 | (Bnou-Marzouk) | Cronaca Partita [14 09 2013] Juventus - Empoli 2-1 | (Donis - Emmanuello) | Video Partita [21 09 2013] Torino - Juventus 3-2 | (Bnou-Marzouk - Ceria) | Cronaca Partita [29 09 2013] Juventus - Genoa 2-1 | (Garcia Tena - Soumah) | Video Partita [02 11 2013] Parma - Juventus 2-3 | (Otin - Penna - Tavanti) | Cronaca Partita [09 11 2013] Juventus - Carpi 3-1 | (Buenacasa (2) - Ceria) | Cronaca Partita [16 11 2013] Bologna - Juventus 1-0 | Cronaca Partita [23 11 2013] Sassuolo - Juventus 1-3 | (Mattiello (2) - Bnou-Marzouk) | Cronaca Partita [30 11 2013] Juventus - Modena 4-2 | (Buenacasa - Emmanuello - Romagna - Bnou-Marzouk) | Cronaca Partita [14 12 2013] Juventus - Sampdoria 0-1 | Cronaca Partita [11 01 2014] Siena - Juventus 1-4 | (Donis (2) - Gerbaudo - Soumah) | Video Partita [18 01 2014] Novara - Juventus 0-1 | (Gerbaudo) | Video Partita [25 01 2014] Spezia - Juventus 4-4 | (Donis (3) - Soumah) | Cronaca Partita [15 02 2014] Empoli - Juventus 1-2 | (Donis - Bnou-Marzouk) | Video Partita [22 02 2014] Juventus - Torino 0-1 | Cronaca Partita [26 02 2014] Juventus - Cesena 3-1 | (Donis (2) - Gerbaudo) | Video Partita [02 03 2014] Genoa - Juventus 3-2 | (Bnou-Marzouk - Roussos) | Video Partita [08 03 2014] Juventus - Parma 1-2 | (Buenacasa) | Cronaca Partita [15 03 2014] Carpi - Juventus 0-3 | (Gerbaudo - Soumah (2)) | Cronaca Partita [22 03 2014] Juventus - Bologna 1-0 | (Slivka) | Video Partita [29 03 2014] Juventus - Sassuolo 3-3 | (Slivka - Tavanti - Sakor) | Cronaca Partita [05 04 2014] Modena - Juventus 1-4 | (Gerbaudo - Donis - Cevallos - Soumah) | Cronaca Partita [12 04 2014] Juventus - Siena 3-1 | (Sakor - Gerbaudo (2)) | Cronaca Partita [26 04 2014] Sampdoria - Juventus 1-0 | Cronaca Partita [03 05 2014] Juventus - Novara 1-1 | (.aut) | Cronaca Partita FINAL EIGHT QUARTI DI FINALE [05 06 2014] Juventus - Chievo Verona 0-1 | Video Partita Classifica Campionato Primavera 2013/2014 - Girone A
  19. Classifica Campionato Primavera 2012/2013 - Girone A Risultati Campionato Primavera 2012/2013 - Girone A [25 08 2012] Juventus - Pro Vercelli 3-0 | (Padovan (2) - Beltrame ®) | Video Partita [01 09 2012] Spezia - Juventus 0-1 | (Magnusson) | Cronaca Partita [08 09 2012] Juventus - Cagliari 0-5 | Cronaca Partita [22 09 2012] Grosseto - Juventus 0-0 | Video Partita [29 09 2012] Fiorentina - Juventus 3-0 | Cronaca Partita [20 10 2012] Genoa - Juventus 2-2 | (Padovan (2)) | Video Partita [27 10 2012] Juventus - Torino 1-0 | (Beltrame) | Video Partita [04 11 2012] Juventus - Empoli 4-0 | (Mattiello - Rugani - Padovan - Bonatini) | Cronaca Partita [11 11 2012] Siena - Juventus 0-1 | (Pepe ®) | Cronaca Partita [18 11 2012] Juventus - Novara 2-0 | (Beltrame - Padovan) | Video Partita [21 11 2012] Juventus - Parma 2-0 | (Bonatini - Beltrame) | Video Partita [25 11 2012] Livorno - Juventus 1-2 | (Kabashi - Padovan ®) | Cronaca Partita [01 12 2012] Juventus - Sampdoria 1-0 | (Beltrame) Video Partita [12 01 2013] Pro Vercelli - Juventus 0-1 | (Gerbaudo) | Cronaca Partita [19 01 2013] Juventus - Spezia 2-1 | (Lanini (2)) | Cronaca Partita [26 01 2013] Cagliari - Juventus 0-1 | (Schiavone ®) | Cronaca Partita [02 02 2013] Juventus - Grosseto 3-1 | (Gerbaudo - Lanini - Magnusson) | Cronaca Partita [08 02 2013] Juventus - Fiorentina 2-0 | (Padovan (2)) | Cronaca Partita [02 03 2013] Juventus - Genoa 1-2 | (Beltrame) | Cronaca Partita [09 03 2013] Torino - Juventus 1-1 | ( Padovan ®) | Video Partita [23 03 2013] Parma - Juventus 1-5 | (Padovan (3[1®]) - Ruggiero - Beltrame ®) | Video Partita [06 04 2013] Juventus - Siena 2-0 | (Padovan - Beltrame) | Cronaca Partita [06 04 2013] Novara - Juventus 1-2 (Bonatini (2[1®])) | Video Partita [09 04 2013] Empoli - Juventus 0-3 | (Padovan (2) - Lanini) | Cronaca Partita [13 04 2013] Juventus - Livorno 6-0 | (Bertinetti (2) - Lanini (2[1®]) - Kabashi - Beltrame) | Cronaca Partita [20 04 2013] Sampdoria - Juventus 1-1 | (Bonatini) | Cronaca Partita FINAL EIGHT QUARTI DI FINALE [01 06 2013] Chievo Verona - Juventus 2-1 | (Magnusson) | Video Partita
  20. http://www.metacafe.com/watch/9422683/juventus_chelsea_3_0_la_partita_in_tribuna_di_andrea_agnelli/
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.