Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

  • Annunci

    • VS Info

      Nuova versione VecchiaSignora.com: nuovo login e nuove funzioni   10/01/2018

      Benvenuti nella nuova versione di VecchiaSignora.com. L'aggiornamento all'ultima versione disponibile vi permetterà un'esperienza d'uso moderna e velocizzata dei contenuti del forum. Abbiamo così deciso di raccogliere alcune delle nuove funzioni a vostra disposizione.   Nuovo login In questa nuova versione del forum non esistono più gli username ma soltanto i nomi visualizzati. Questo significa che per effettuare l'accesso al forum il nome utente che dovete utilizzare è quello che vedete accanto ai vostri post! Ovviamente resta invariata la vostra password d'accesso           Nuova modalità provvedimenti Modalità provvedimenti completamente rivoluzionata. È presente una lista di infrazioni standard alla quale corrisponderà un punteggio di provvedimento. Raggiunti i 10 punti di provvedimento il ban è automatico e irreversibile. Ogni punto di provvedimento può avere una sua scadenza. Indipendentemente dall'entità del provvedimento, l'utente sanzionato sarà obbligato ad accettare il provvedimento ricevuto prima di poter di nuovo interagire nel forum     Per uniformare le vecchie sanzioni alle nuove abbiamo deciso di resettare tutte le barre dei provvedimenti. Si riparte tutti da zero qui, ferme restando le sospensioni e i ban già assegnati.     Citazioni parziali Tra le nuove funzioni di questa versione del forum una della più utili sarà sicuramente quella che permette di citare soltanto una parte selezionata di un post. Basta soltanto selezionare il testo al quale si vuole rispondere e poi cliccare su "cita questa parte"         Menzioni dirette Altra utilissima funzione del nuovo forum sarà sicuramente la menzione diretta; all'interno di un post è sufficiente digitare la @ e poi il nome dell'utente, scegliendo dal menu a cascata, per far apparire una menzione diretta. L'utente menzionato riceverà una notifica.       Emoticon istantanee L'istantaneità di utilizzo di questa nuova versione del forum è palese anche nell'inserimento delle emoticon nei messaggi: basta digitare il codice relativo e verrà immediatamente visualizzata la relativa emoticon durante la composizione del messaggio
          Inserimento media   L'inserimento di un media non è mai stato così istantaneo. Basterà solo incollare il relativo link nell'editor per veder comparire immediatamente il contenuto che si vuole inserire nel post. Questa funzione permette così la visualizzazione istantanea di foto, video, tweet, post di Facebook, altri topic del forum e molto altro!
            Queste e molte altre sono le nuove funzioni del forum. Non vi resta che provarle e iniziare a postare! Usate questa discussione per commentare la nuova versione del forum!

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'champions'.

  • Cerca per Tags

    Tag separati da virgole.
  • Cerca Per Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Sport
    • Juventus forum
    • Calciomercato Juventus & Angolo del Guru
    • Biglietti Juventus, Allianz Stadium e J-Museum
    • Scommesse sportive
    • Calciopoli & questione ultrà
    • Ju-Vision
    • Ju&Me
    • Video Juventus, PuntoJ: la zona erogena del tifoso juventino
    • Altri Sport
    • Archivio discussioni Vecchiasignora.com
  • Divertimento
    • Fantacalcio 2017-2018
    • Il diario bianconero
    • Off topic
    • Mercatino & Collezionismo
  • Supporto
    • Assistenza tecnica
    • Cestino

Calendari

  • VS Community
  • Partite Juventus
  • Il romanzo bianconero

Trovato 371 risultati

  1. I due gol segnati in questa Champions League sono stati pesanti, quelle reti infilate contro l’Olympiacos e a Lisbona contro lo Sporting hanno di fatto regalato più morale, certezze e chance a questa Juventus arrivata seconda nel Gruppo D dietro al Barcellona. Pochi ma buoni insomma, e in fondo è il Bignami di Champions del nuovo sistema-Higuain, nel senso «che sono pronto anche a segnare meno gol degli anni scorsi ma più pesanti» ha detto il Pipita dopo lo sblocco in campionato contro il Chievo il 27 gennaio scorso. Il primo sigillo, quello ai greci, Higuain lo mise dentro alla seconda giornata di Champions—quindi dopo la legnata del Camp Nou, 0-3 — e soprattutto alzandosi dalla sua seconda panchina di fila: gara che non si sblocca e la frantuma lui (assieme a Mandzukic) nove minuti dopo aver messo piede in campo. Resurrezione. Il secondo gol, al do Dragao, permise alla Juventus di mantenere lo Sporting a «meno-3» in classifica con lo scontro diretto a favore e a due giornate dalla fine del Girone. Reti toste, ciò che la Juve adesso gli chiede in un Ottavo elettrico, Kane davanti e la necessità di mostrare al popolo-Juve, al Tottenham e allo stesso rampantissimo Uragano che l’età ha un peso, l’esperienza conta e la Juve (possibilmente) di più. Il momento di Pipita fa pensare a un magic-moment: ha appena tagliato il traguardo dei 50 gol in maglia juventina in una stagione e un po’. Botti. Rispetto a Kane, Higuain ha una media un po' più bassa in Champions (0,27 a 1). È proprio e pure per questo che Pipita deve darsi un vestito europeo, «spaccare» la Champions: una edizione fa, Golzalo trascinò la Juve a Cardiff piazzando una doppietta squassante al Monaco. Fonte: La Gazzetta dello Sport
  2. Matuidi, che ha un problema muscolare agli adduttori e proverà a bruciare le tappe in modo da essere convocabile almeno per la sfida di Wembley, a marzo. Per il match di andata dello Stadium (e pure per quello di ritorno) sarà assente anche il lungodegente Juan Cuadrado (l’altro è Benedikt Höwedes che però non è più in lista Uefa). Allegri punta al pieno recupero dei fantasisti Douglas Costa e Paulo Dybala, determinanti nel piano partita del tecnico livornese, anche se le condizioni fisiche dovessero imporre un utilizzo solo a partita in corso. Douglas Costa, ieri parzialmente in gruppo, potrebbe anche farcela per venerdì: la Juventus sfiderà la Fiorentina in campionato. Ma Allegri non vuole correre troppi rischi e gestirà con attenzione il brasiliano, pensando al Tottenham. Corsa contro il tempo per avere anche Dybala: l’obiettivo è quantomeno quello di convocare l’argentino.Numeri alla mano, valutando la generale condizione di forma e di fiducia, Gonzalo Higuain è in questa fase il giocatore più determinante della Juventus. E non solo per la recente tripletta al Sassuolo. E’ uno dei centravanti più forti e la sfida diretta con Kane rappresenta uno dei principali motivi di interesse di questo scontro negli ottavi di Champions L’assenza di Dybala e l’inserimento nel tridente di giocatori avvezzi all’assist (come Douglas Costa e Bernardeschi) ha consentito al Pipita di ritrovare il feeling con il gol e di essere decisivo. Anche i centrocampisti meritano una citazione: ora come ora Miralem Pjanic e Sami Khedira, chi in impostazione e chi con gli inserimenti, stanno cambiando ritmo alla Juventus. Bernardeschi ha dato imprevedibilità all’attacco bianconero e potrebbe rivelarsi la sorpresa del duello con il Tottenham. E’ alle prime esperienze in Champions League in carriera e nel girone ha raccolto poco spazio: 4 presenze per un totale di 46 minuti, sempre partendo dalla panchina. Eppure è riuscito a realizzare un gol e a rendere produttivi gli spezzoni che ha avuto a disposizione. Ora è in fiducia e in crescita: soprattutto a partita in corso e a squadra più lunghe, l’ex viola può risultare letale con la sua capacità di sfornare assist per gli altri attaccanti. E’ un’arma in più che Allegri non esiterà ad utilizzare. Fonte: Tuttosport
  3. E pensare che allo... Scansuolo hanno creduto in tanti, dall’antijuventino incallito a chi vanta di avere altri interessi rispetto alle sorti del campionato italiano, però vuoi mettere che vinca finalmente una squadra alternativa alla Juventus dopo sei anni di dominio incontrastato? E se per ipotesi assurda fosse vera la “teoria” delle squadre che si aprono dinanzi all’avanzata dei campioni d’Italia, vorrebbe dire che i Mosè vestiti di bianco e nero non avrebbero fatto distinzioni tra figli e figliastri: negli ultimi sei anni, visti i numeri, si sono scansati tutti. Si sono spostati per far passare il nemico di una vita nonostante dichiarazioni bellicose e previsioni intrepide su quel pezzo di stoffa che adorna la casacca degli juventini dal 2012 a oggi, un tricolore dopo l’altro. I numeri rappresentano la garanzia più fedele di un monologo che in Europa vale la medaglia d’argento: già, soltanto il Barcellona è stato capace di infilare più punti di Gigi Buffon e compagni, 611 contro 601 dal 2011 a oggi. Il resto è noia, o «chiacchiere da bar», direbbe Max. Allegri è il prosecutore di un’epopea inaugurata da quel «Fate schifo» che frastornò Bardonecchia e il cui copyright ha un nome e un cognome: Antonio Conte. Il rodotto finale è una Juventus da fare invidia. La classifica dei punti conquistati a partire dalla prima gara ufficiale allo Stadium recita: Barcellona 611 (tre Liga in archivio), Juventus 601 (sei scudetti consecutivi), Paris Saint-Germain 587 (quattro Ligue 1), Real Madrid 586 (due campionati), Bayern Monaco 556 (cinque Bundesliga in fila). Bianconeri sul podio: ci sta, perché la concorrenza in Italia ti rosicchia punti nonostante i 102 di Conte, da record. Il 7-0 contro il Sassuolo alla 251ª partita della serie è la certificazione definita del panta gruelismo bianconero: quel mix tra leggerezza di spirito e fame ancestrale che contraddistingue la Juve da sempre. Fonte: Tuttosport
  4. Il gol di Wanyama candidato a essere uno dei più belli della stagione, il 2­2 al 95’ di Kane che si fa perdonare il rigore precedente parato da Karius, ma, soprattutto, una dimostrazione di carattere che in trasferta, con le grandi, era sempre stata la grande lacuna del Tottenham. Dietro al romanzesco pareggio dell’Anfield, ci sono molte cose che ci ricordano perché la Premier sia il campionato più seguito al mondo, ma c’è anche un piccolo messaggio per la Juve, a otto giorni dalla sfida di Champions: gli Spurs stanno acquistando una personalità sconosciuta.I ragazzi di Pochettino stanno diventando uomini. La gara di Liverpool ha due volti: primo tempo nel segno della banda di Klopp, ripresa con il Tottenham padrone del campo. Dall’80’ in poi,succede tutto e il contrario di tutto: tre gol, un rigore fallito, un guardalinee – Eddie Smart – che sale sul palcoscenico e diventa determinante quando, al 95’, vede un fallo al centro dell’area sfuggito all’occhio stanco di Moss. Smart segnala all’arbitro il calcione rifilato da Van Dijk a Lamela. Il contatto c’è. E stavolta Kane non sbaglia: 2­2 e tutti a casa. Fonte: La Gazzetta dello Sport
  5. «Il City è la mia preferita ed è più forte dello United Il Real in crisi? No, anzi Questa Juve è da finale Ma ora sarà più dura per tutti: occhio al Psg Nazionale?Ci si può pensare ma punto a guidare un club» La Juve ha fatto due finali nelle ultime tre edizioni. Va inserita fra le candidate anche in questa stagione, o no? «La finale è il suo obiettivo, ma l’ho detto prima, quest’anno è più difficile arrivare a Kiev. La lotta è più ampia». La Juve è al primo posto di tutte le difese d’Europa negli ultimi due mesi e mezzo. «E’ la sua forza. Solida e continua, questa è la Juve, una squadra che difficilmente sbaglia una partita e ancora più difficilmente sbaglia un periodo. Anche quando sul campo incontra dei problemi trova sempre il risultato, proprio come sta accadendo adesso e questo perché ha un’assoluta solidità difensiva. Però col Tottenham non è mica semplice». A proposito del Tottenham, si può dire che Kane in questa stagione è finora il miglior attaccante d’Europa? «Fra i migliori, insieme ai soliti Messi, Suarez, Ronaldo, Lewandowski, Neymar, Cavani e ci metterei anche Mbappé. Fonte: Il Corriere dello Sport
  6. Non doveva finire così. Il più forte portiere di tutti i tempi non meritava di concludere la sua carriera in Nazionale, subendo passivamente il fallimento totale epocale dell’inadeguata coppia Tavecchio – Ventura. Buffon, l’Italia piange con te. Le lacrime di Buffon sono quelle di un’intera generazione (anzi due, in parte tre) che nemmeno sapeva esistesse un mondiale di calcio senza l’Italia. Erano 60 anni che non capitava una disfatta del genere. Una tragedia sportiva nazionale immensa. Vederlo cercare di fare gol lui stesso nel finale di gara contro la Svezia mi ha creato un misto di tenerezza/amarezza. E’ davvero la chiusura di un’epoca. Intorno la mediocrità del calcio italiano post-Calciopoli che ormai ha raschiato il barile in maniera vergognosa. Non doveva andare così. Dispiace anche per Barzagli, anche lui all’ultima gara in Nazionale (e probabilmente anche Chiellini seguirà il loro percorso). Champions, ultima chiamata. Ho iniziato a scrivere per la rubrica Juvemania oltre un anno fa chiedendo, in uno dei miei primi editoriali, un mercato bianconero da Champions per permettere proprio a questi due immensi campioni di potersi rifare dalle delusioni azzurre (all’epoca si trattava dell’eliminazione ai calci di rigore contro la Germania agli Europei) alzando la "coppa maledetta" con la maglia della Juventus. Purtroppo Cardiff ha negato il lieto fine ma resta ancora una possibilità. Sarebbe fantastico se Buffon riuscisse a concludere la sua carriera calcistica alzando la Coppa che più di tutto viene da lui sognata in simbiosi con la tifoseria juventina. Sarebbe il degno coronamento di una carriera irripetibile. Immensa. Di certo Gigi non merita di finire con le lacrime agli occhi giustificando un fallimento contro avversari inferiori come successo invece in Nazionale contro la Svezia. Kiev è l’ultima chiamata per Buffon e allora la Juve ha l’obbligo di provare a regalargli questa uscita di scena trionfale. Per lui, per se stessa. Per tutti. Fino alla fine. Capitano. @stefanodiscreti Calciomercato.com