Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Fimow

{Ex Staffer}
  • Content count

    3,688
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Fimow last won the day on December 10 2017

Fimow had the most liked content!

Community Reputation

6,069 Guru

About Fimow

  • Rank
    Titolare

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno

Recent Profile Visitors

21,788 profile views
  1. Ma è tipo un anno e mezzo che tra i migliori centrocampisti del campionato
  2. Sfortunatamente non si riescono a sbloccare queste regole sul geoblocking europeo. In Olanda lo stesso servizio di Dazn con Ziggo costa 12 euro al mese. Una vera concorrenza a livello europeo porterebbe finalmente a prezzi decenti e forse a una nuova visione di calcio che abbraccerebbe il cambiamento necessario per restare vivi
  3. Fimow

    [Topic Unico] Mondiale per Club 2025: la Juventus c'è!

    Secondo me per i soldi che muoverà 'sta cosa (e per quelli che già hanno) il Salisburgo potrebbe addirittura mettere una squadra per vincerla, questa competizione
  4. Quanto non le posso soffrire ste menate falsamente umili che mirano a una presunta riduzione dell'esposizione mediatica. Stesso livello di Mourinho e non lo dico come complimento, anzi
  5. Questo è un punto essenziale, c'è una ritrosia al cambiamento perché non si riesce a pensare a un altro modo di intendere il sistema. Obiettivamente non c'è grande visione nel mondo del calcio e per tanti anni ha attirato investitori che vogliono mungere quanti più soldi possibili. Chi ha avuto idee per cambiare il prodotto è stato marginalizzato o letteralmente fatto fuori ma questo porterà sul lungo a penalizzare il calcio in sé creando distacco e allontanamento. Io stesso sono ormai distaccato dal calcio, mi resta forse un 10-15% di quello che facevo anche solo 10 anni fa e non ha a che fare con l'essere meno appassionato di altri. Il calcio non si è adattato alle mutate esigenze di me e di molti altri riproducendo essenzialmente lo stesso prodotto. Il calcio in sé resterà ed è sempre appetibile, ciò che non funziona è l'attuale sistema. È una situazione simile al rifiuto dell'industria discografica verso lo streaming, si vede abbastanza bene nella miniserie netflix The Playlist sull'ascesa di Spotify. L'industria aveva creato un modo di fare soldi ed essenzialmente voleva difendere quello, nascondendosi dietro la difesa della musica. Ma non c'è un solo modo di fare soldi che fa prosperare un sistema (musica o calcio) bensì diversi e alcuni sono più adatti alle esigenze dell'audience di riferimento
  6. È un po' tutto il sistema calcio che è in crisi, i numeri sono ancora molto grandi per cui vale la pena investire ma la crescita è quasi assente ovunque e dipende da un audience molto volatile (perlopiù gente non radicata culturalmente alla lega di riferimento e che si potrebbe stancare più facilmente). Il prodotto calcio oltretutto si è slegato dal guardare le partite in sé come principale forma di intrattenimento, ormai l'universo esterno alla partita è quello che porta quasi più persone al brand. Ad esempio il merch, o i videogiochi o le scommesse o altre forme di gioco (io praticamente non vedo partite extra Juve della Serie A da anni e resto attaccato al brand Serie A in sostanza solo per il fantacalcio)
  7. Fimow

    Vlahovic-Chiesa: prime impressioni?

    Ci vuole tempo, hanno qualità per essere un'ottima coppia d'attacco. Un po' di Spalletti a Chiesa non farà male, tra l'altro
  8. Quello che non si capisce è che questo clima costante di accuse e stare in trincea poteva andare bene 30-20 anni fa, ma con l'esplosione di alternative da fare e seguire questo approccio al calcio italiano porterà alla sua estinzione. Quando leggo queste notizie semplicemente balzo, se inizia una discussione su qualsiasi errore arbitrale cambio aria. È noioso, porta il peggio delle persone fuori e ti guasti la giornata per delle *
  9. Sì ma non è che puoi vincerne 38 di fila. Prima o poi si perderà pure eh... bisogna guardare a queste partite in ottica progressiva, cioè più a come si sta sviluppando una squadra che vuole stare in campo in modo diverso dall'anno scorso. Una continuazione del lavoro visto a Udine c'è stata, ovviamente quell'impostazione non è da sola abbastanza a vincerle tutte.
  10. domenica ero a Liverpool e ho "visto" (si fa per dire considerando la visibilità in quel * di stadio che è il Goodison Park) Everton - Man City. La cosa che mi ha colpito è l'ostinazione quasi zen dei loro attacchi. Sono sempre gli stessi, ogni tanto impattano contro la difesa avversaria ma non importa, loro continuano a insistere con una fiducia pressocché totale sul fatto che prima o poi funzionerà. Roba che se i primi venti minuti li avesse giocati Vlahovic o un qualsiasi altro attaccante degli ultimi dieci anni della Juve invece di Haaland, si sarebbe sbracciato mandando a * i compagni perché non arrivavano palloni. Lo stile di gioco non è mai messo in dubbio, in nessun momento della partita. Motivo per cui, secondo me potrebbe soffrire più squadre che fanno la partita, piuttosto che quelle che si chiudono.
  11. Ma infatti bisogna anche considerare che il calcio è cambiato, nel senso che ogni 'gioco', più si va avanti con il suo studio e la pratica, più verrà 'risolto' (il termine giusto è l'inglese 'hacked' che non va reso come nel gergo tecnico hackerizzato ma più come compreso nei suoi meccanismi e approcciato sulla base di quanto compreso). Haalaand è l'esempio estremo dell'interpretazione 'risolta' dell'attaccante e si basa su tanti studi precedenti, da Van Nistelrooy a Inzaghi, passando per il riferimento Ronaldo, più ovviamente gli studi sui centrocampisti offensivi e su come permettere giocatori con queste caratteristiche di fare goal. Ma il calcio è sempre stato un gioco di caratteristiche, a parte alcuni rarissimi esempi di giocatori universali come Beckenbauer o comunque superiori tecnicamente tipo Zidane o Pirlo. Quasi tutti i grandi campioni hanno avuto la possibilità di mettere in risalto due o tre caratteristiche massimo, perché risaltate in un certo contesto.
  12. Molti di quelli citati erano top generazionali, quello che secondo me è cambiato è un aumento del livello medio dei calciatori che, unito a un maggiore ingabbiamento tattico, rende gli attuali top generazionali più 'umani'. Ho recentemente visto dal vivo De Bruyne con Belgio e, per carità, nessuno mette in dubbio sia un top generazionale. Eppure non credo sarà ricordato in modo 'romantico' come un Figo, per quanto per me è di gran lunga superiore. L'altro aspetto è che le troppe partite effettivamente diluiscono le capacità di lasciare segno. Molti di quelli citati nel primo post hanno letteralmente azzeccato un paio di stagioni ad alto livello se non una manciata di partite in carriera. Giocatori dell'attuale generazione che hanno fatto cose simili tipo un James Rodriguez sono comunque caduti nel dimenticatoio perché al giorno d'oggi si richiede una continuità di rendimento pluriennale per essere 'considerati'.
  13. Sul forum: Allegri non fa giocare i giovani Sempre sul forum: se c'era un altro al posto di Soulè si vinceva 8 a 0
  14. Se non ricordo male quello di Giraudo è un ricorso alla corte europea dei diritti dell'uomo che è la corte del Consiglio d'Europa e non la corte di giustizia dell'Ue. A parte il titolo del topic che è, dunque, sbagliato, di persone che manco sanno contestualizzare cosa sta succedendo non mi fiderei per quanto riguarda previsioni di possibili sviluppi
  15. Fimow

    Sondaggio generazione zeta

    Solito topic in cui per trovare cose interessanti devi schivare i tromboni del 'ai miei tempi' e 'sui giovani di oggi ci scatarro su'. Ma questo era normale anche quando il calcio era seguito. Fatta questa premessa, il calcio sarà ridimensionato per 3 motivi principali: -non è adatto al mondo moderno: con un collega coprivamo la questione Superlega e lui seguiva ambito FIFA (mentre scrivo, il correttore ha corretto in altro, ma tant'è) e fu invitato a Nyon per vedere come funziona la cosa. C'è una crisi di ricavi palese che loro sperano di monetizzare soprattutto con diritti TV ed eventi (cioè partite), e il risultato è quel boom di partite che ci troviamo davanti. Il calendario calcistico è a stento seguibile per la propria squadra, praticamente impossibile per calcio generale a meno di, non dico passione ma proprio patologie. Lo si vede da alcuni trend come il nuovo ruolo coperto dagli highlights (sarà un mercato anche maggiore delle partite) e dal magnetismo della vittoria (es. ora il Napoli o l'Atalanta o chiunque vince e lo segue una quantità sproporzionata di chi si dice di quella squadra, buona parte della quale si dissolverà quando la situazione andrà male). Io stesso non seguo molto, nel 2023 non ho ancora visto una partita intera (inclusa la Juve) soprattutto perché l'idea di fermarsi 2 ore per una partita di calcio quando ce ne sono 70-75 a stagione mi sa di tempo perso. -le persone che seguono il calcio sono diventate orribili. Per carità, ho vissuto in un periodo in cui ci si menava a scuola per difendere una squadra, ma il livello di odio misto a megalomania raggiunto ora semplicemente ti allontana. Il clima attorno al calcio è polarizzato e, se posso, non solo è tossico ma è diventato molto stupido. Accapigliarsi su discorsi tipo chi è il GOAT, è più forte questo o quell'altro etc... potevano avere senso quando hai 10 anni ma da adulto non hai più tempo da perdere appresso a cose sciocche (citazione de the Banshees of Inisherin, film che ad esempio ho visto invece di un Juve-Spezia o un Juve-Fiorentina, manco ricordo) -competizione con altri sport (inclusi e-sport): il calcio ha ricevuto un trattamento privilegiato per troppo tempo, sostanzialmente perché gli italiani sono guidati dai soldi. Si guadagna più in Svizzera o altrove? Parte degli italiani è spinta o effettivamente va altrove. Puoi campare facendo uno sport solo se giochi a calcio? Tutti a giocare a calcio. La situazione è un po' cambiata perché la società italiana è cambiata e c'è una rassegnazione generale alla mancanza di guadagno che porta a fare scelte di vita diverse. Dicevo gli e-sport perché già ora non sarei stupito se un 40% dei fan calcistici interagisse più con FIFA il videogioco che con le partite (e questo senza considerare altri e-sport)
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.