Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Fimow

{Ex Staffer}
  • Content count

    3,438
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Fimow last won the day on December 10 2017

Fimow had the most liked content!

Community Reputation

5,842 Guru

About Fimow

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno

Recent Profile Visitors

19,714 profile views
  1. se sei il leader di un trio jazz e chiamo uno che ha sempre fatto il pianista, non lo metti a suonare la batteria. Può darsi pure che impari un po' di ritmi dopo due-tre settimane, ma semplicemente non è il suo strumento. Non è che puoi chiedere ad Allegri concetti tattici dal nulla, non ne ha. Gli abbiamo visto fare gioco di possesso quando aveva Marchisio-Pirlo-Pogba-Vidal e recupero alto del pallone, giocare con centro nevralgico offensivo con Ibra e senza centro, giocare con la mediana di cagnacci e giocare con una mediana leggerissima tipo Pjanic-Khedira, giocare col trequartista al Cagliari e giocare senza trequartista, giocare con il regista e senza regista, giocare verticale e giocare orizzontale. Allegri non ha un credo se non quello di capire chi sono quelli forti e cercare di metterli assieme in qualche modo. Per fare questo serve tempo, a maggior ragione se il centrocampo è deficitario. Può pure non trovarla senza un aiutino dal mercato, per dire. Ma non è come un Inzaghi o un Sarri con un'idea di calcio abbastanza precisa e che applicano ovunque vadano.
  2. ho capito, ma ripeto, non c'è alternativa. Ad oggi non c'è una formazione o anche solo un assetto di gioco su cui puntare nel frattempo che si trova la quadra. Bisogna provare e avere pazienza. Anche perché bisogna trovare un modo per recuperare alcuni elementi della rosa pure, non possiamo far fare 80 partite a Chiesa, Cuadrado, Alex Sandro e Locatelli.
  3. 442 433 532 910 sono tutti numerini che piacciono alla stampa. Il concetto è sempre il solito: bisogna far giocare i migliori, trovare loro un posto e fare modo che giochino assieme agli altri. Nella Juve attuale i giocatori migliori sono esterni o attaccanti: Dybala (bistrattato solo perché non ha segnato) è quello che ha tirato di più ieri; Chiesa è un giocatore fenomenale; Cuadrado è il nostro regista; Morata raddoppia la pericolosità della manovra perché sa fare tutto; Kean ha 21 anni è già si sa che fare i suoi +100 goal in Serie A; Kulusevski è un diamante grezzo e un po' fuori fase ma ha dimostrato di avere i numeri. Dall'altro lato hai una mediana che fa impressione. Esclusi i soli Locatelli e McKennie, abbiamo poi Rabiot è un giocatore incomprensibile, Bentancur forse è in una fase particolare della sua carriera ma ha subito un'involuzione evidente, Ramsey come fisicità e passo sembra un ex giocatore, Bernardeschi non è neanche così tanto malvagio se paragonato a Rabiot, ma quando messo in un contesto mediocre è ancora più brocco. Non è che si fa il 442 perché si è scemi. Si fa il 442 (o 451 o 4231) perché più di due di quelli là non ne puoi mettere. Secondo me si deve provare a recuperare Bentancur e incrociare le dita per Arthur, ma diversamente la mediana è da sciagura.
  4. c'è questa tendenza all'esagerazione delle problematiche della squadra, che pure ci sono. Quella sulla mancanza di identità/gioco è particolarmente significativa. Allegri non ha e non ha mai avuto un suo gioco, è sempre stato un maneggione. Non ci sono concetti tattici predominanti nel suo modo di vedere il calcio che è invece dominato dalla teoria delle "fasi" della partita (quando si attacca perché te lo concedono si attacca, ma quando c'è da difendersi bisogna farlo). Allegri assembla, sposta, prova finché non trova la famosa quadra. Sempre stato il suo punto di forza che gli ha permesso di fare stagioni decenti anche con squadre arrabbattate alla bene e meglio (il suo ultimo Milan, la Juve 2015-16). Questa cosa la sa la dirigenza, la sa l'ambiente Juve compresi i tifosi. Selettivamente se lo dimentica sempre la stampa (e La Stampa in questo caso).
  5. Però ragazzi, va bene che siam partiti male quest'anno, ma non è che le squadre che vincono gli scudetto non soffrano mai in casa di quelle di bassa classifica. Poi a me il ciulo mi è sembrato al contrario , nel senso che prima del secondo goal abbiamo avuto almeno 4 occasioni e sembrava non potessimo segnare neanche con le mani.
  6. Rabiot è davvero uno dei giocatori più strani che abbia mai visto giocare. A volte sembra come se non avesse mai giocato nel calcio giovanile o nessuno gli abbia mai spiegato certe basi tecniche e attitudinali per giocare a pallone
  7. Per me la cosa inspiegabile non è la pessima prestazione di ieri, quella era abbastanza normale. La cosa inspiegabile è piuttosto l'assenza di tutela in vista delle nazionali. Praticamente siamo arrivati a questo match senza almeno 3 delle nostre chiavi di gioco, cioè Cuadrado, Chiesa e Dybala, nonché i terzini titolari (e lo sappiamo che sono almeno 3 anni che la squadra è incompleta in quel settore). Poi che questa squadra abbia grossi problemi identitari nonché individuali (Bernardeschi, Rabiot, Ramsey e purtroppo Sczesny non si ricordano più come si gioca a pallone) è un altro conto, ma proprio per quello non puoi affidarti a loro e basta in partite così delicate.
  8. Comunque al di là della situazione che ci riguarda, questo se ne esce e dice che una competizione può fare a meno dei club che ne hanno fatto la storia (uno dei quali con il record di trofei vinti). Cioè se ci pensate è come dire, che ne so, che può esistere una formula 1 senza Ferrari o una sei nazioni senza Inghilterra, o un MLB senza New York Yankees. Boh, proprio dal punto di vista comunicativo mi sembra una pessima sparata di uno che pensa solo alla vendetta.
  9. questo al secondo tentativo però. Da quello che avevo capito io, ma potrei sbagliarmi, né la Juve né il Man Utd comunque l'avrebbero preso nella sessione invernale ed è arrivato il Borussia con i soldi e il campionato già finito (arrivò secondo alla fine ma alla pausa era abbastanza giù), quindi con possibilità di pianificare già per l'anno successivo. Capisco il rimpianto, assolutamente, ma a volte per tutti i trasferimenti ci vogliono particolari incastri. L'opera di ristrutturazione del monte ingaggi è fatta anche per aumentare le possibilità di arrivare pronti a queste occasioni secondo me, non va vista come il tentativo di diventare come l'Ajax. Semplicemente giocatori giovani si "vendono" meglio in caso di necessità. Il problema è trovare giovani che siano anche già pronti.
  10. e anche vero che nessun club europeo top avrebbe puntato su un diciottenne con due anni di esperienza nel campionato norvegese (senza contare che Higuain con quello stipendio dovevi pure piazzarlo prima)
  11. Attenzione ragazzi, sfatiamo questo mito di Balotelli che non si è espresso perché faceva stupidate. Il problema di Balotelli è che non si è mai allenato per migliorarsi. È partito con un vantaggio notevole e ha bruciato i suoi anni di vantaggio senza migliorare mai. A un certo punto della carriera si è accontentato della base che aveva, poi quando è calato di fisico manco quello è bastato. Balotelli le stupidate le ha fatte pure quando prometteva bene. Il fatto è che non ha avuto quell'ansia maniacale di miglioramento che ha contraddistinto gente come Ronaldo. Anche Totti è partito sfruttando il suo grande talento e poco altro, eppure a una certa a iniziato a chiedere di più ed è stato il momento della scarpa d'oro e il suo top di carriera.
  12. Secondo me Kean ce l'ha il potenziale per fare molti goal alle piccole o con difese schierate, lo vedo come punta molto mobile. Ha dei piccoli limiti tecnici che ormai non può più aggiustare, ma non toglie che può fare grandi cose, se incanalato bene
  13. Il conflitto sarà molto lungo, abituatevi. Se Ceferin e i suoi amici pensano di averla già vinta si sbagliano. La situazione è tale che può cambiare tutto anche nel giro di pochi mesi.
  14. Il ruolo perfetto di Chiesa è il Kakà, il trequartista che non fa l'ala ma non fa neanche l'attaccante perché deve avere campo per correre e spaccare le difese. In questa fase di carriera, più lo avvicini alla porta, più ne comprimi il potenziale. Poi tra qualche anno potrà fare anche l'attaccante, ma al momento deve giocare lì. Quindi, a meno che non si trasformi in albero di natale, questa formazione non ha molto senso
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.