Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Stile&Stiletto

Utenti
  • Content count

    1,391
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

Stile&Stiletto last won the day on January 23 2017

Stile&Stiletto had the most liked content!

Community Reputation

4,940 Guru

About Stile&Stiletto

  • Rank
    la vittoria è del forte che ha fede

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno

Recent Profile Visitors

11,947 profile views
  1. Insomma, se vinci lo scudetto vai nella competizione inferiore, tipo come se adesso andassi in conference...Non mi piace. E' un sistema "aperto" solo per modo di dire, e annulla in sostanza i campionati domestici. Così si dà un'arma alla Uefa, perchè se vinci i campionati, o ti piazzi tra le prime 4, non parti dall'ultima competizione europea ma dalla prima (e con lo scudetto da testa di serie).
  2. Zoff e Ancelotti. Il primo, con rose inferiori a molte avversarie (dominava il Milan ai tempi) vinse una coppa Italia (con Galia a San Siro contro il Milan...) e una coppa Uefa (e non la EL attenzione) nello stesso anno. Ancelotti con una delle solite superne Juventus allestite da Moggi-Giraudo, in due anni nemmeno un campionato...e quello perduto contro la Lazio, dopo aver dilapidato un gran vantaggio, ancora oggi provoca orticaria.
  3. Stile&Stiletto

    Nuovo FPF: Juve strada in salita e rosso di 75 mln

    Sì è assurda. Vale ovunque la regola del bacino di utenza e del pubblico che ti segue. Anche sui social, per dire, chi ha più follower e visualizzazioni più guadagna; gli sponsor in tutto il mondo pagano in base al seguito che hai; un attore che porta più pubblico al cinema o a teatro prende più di uno che ha dietro due gatti...e in Italia la prima squadra per tifo, che da sola assomma il bacino complessivo di Milan e Inter, prende meno dell'Inter. Solo qui, in questo Paese e in questo calcio ormai degenerato e degenerescente.
  4. Sul "castello" di Villar Perosa ci andrei cauto, perchè ne dà conto solo il Foglio e può essere una confusione del giornalista che non sa fare differenza tra villa Frescot (la residenza dell'Avvocato sulle colline torinesi e questa sì in vendita come l'appartamento romano) e la residenza avita degli Agnelli (con accanto il cimitero con la nota cappella familiare dove sono tutti sepolti) a Villar Perosa in Val Chisone. Tutte le altre fonti giornalistiche riportano che in vendita sono villa Frescot e l'appartamento romano. Del "Castello" di Villar Perosa non ne parla nessuno. Non credo che Margherita voglia vendere la casa d'origine degli Agnelli, dove tra l'altro appunto c'è la cappella di famiglia.
  5. Non c'entrano niente tutti i discorsi che si stanno facendo qui e nè gli Elkann e nè che "vogliono andarsene dall'Italia" ecc... La questione è invece molto semplice: trattasi di decisione dell'unica proprietaria di quegli immobili e dunque avente diritto, cioè Margherita Agnelli, da anni ed anni residente a Ginevra e da anni in causa coi 3 figli Elkann per questioni di eredità. Le case sono state lasciate per testamento a Margherita e ora ha deciso (pare) di venderle. E' tutto qui. Non c'entra la Juve, non c'entra Exor, non c'èntrano gli Agnelli in senso lato: c'entra Margherita.
  6. Chinè può sospettare quello che vuole, ma ci vuole almeno non dico una prova (che nella giustizia sportiva lasciamo perdere...) ma uno straccio di parvenza di prova per contestare l'omessa denuncia ai soggetti a cui si è rivolto Fagioli per chiedere un prestito. Fagioli ha deposto che Dragusin e Gatti nulla sapevano e ad essi nulla disse circa le scommesse. Se Chinè non ha in mano niente che possa smontare quella deposizione, deve tenersi i sospetti per sè.
  7. Questo (ad oggi) non è il "calcioscommesse" ma le accuse riguardano lo scommettere online (su calcio od altro) utilizzando siti illegali. Penalmente si rischia al più una multa. Sportivamente, se ti limiti a scommettere (e non ad alterare i risultati delle partite, questo si intende per "calcioscommesse") forse qualche giornata di squalifica.
  8. Insomma tutti sapevano che Fagioli era un malato di gioco fin dai primi suoi anni nel mondo del calcio...tutti (lo sapevano) tranne la Juve...che casca un'altra volta dal pero arrivando a saperlo dallo stesso giocatore, che confessa di avere il vizio del gioco. Una volta la Juventus era famosa (anzi ha fatto proprio scuola) per il "controllo" sui suoi giocatori: analisi del profilo umano e professionale; raccolta di referenze e "voci" sul giocatore che ci si andava a mettere in casa; una volta in casa, ferrea presa sugli aspetti professionali e "privati" (tra virgolette, perchè per un calciatore, le cui azioni possono avere ricadute sul Club, non esiste il "privato") proprio per non farsi cogliere di "sorpresa". Di Fagioli non me ne frega niente. Mi importa della Juve: spero che tutte queste "sorprese" (ci metto pure Pogba) ci facciano ritrovare le buone, vecchie usanze.
  9. Il "caso Orsolini" non c'entra niente. Orsolini ha ben raggiunto la destinazione verso la quale era stato ceduto ed ivi ha giocato pure titolare. I 3 ragazzi del Napoli ceduti al Lille nell'ambito della operazione Osimehn non hanno (per loro stessa ammissione agli atti) mai messo mezzo piede in quella città e in tutta la Francia. Grassani pensi ad una difesa più efficace, che è meglio.
  10. Elkann, se la si vuol mettere su quel piano ("ramo Rothschild"...traduco io, visto che hai preferito essere criptico: dai ad intendere che sia ebreo) è figlio di una Agnelli, di Margherita, la figlia dell'Avvocato e di Marella Caracciolo - e siccome per essere ebreo, secondo l'ortodossia devi provenire da madre ebrea, già non ci siamo. Come da tradizione di famiglia poi ha sposato anch'egli una nobile (una Borromeo) come tutti i suoi ascendenti Agnelli, in chiesa, dunque matrimonio religioso cattolico. I figli della coppia sono tutti battezzati secondo il rito cattolico...come lo sono sempre stati tutti gli Agnelli. I Rothschild sono invece una nota famiglia di banchieri ebrei. Tutto questo, visto che invitavi ad "informarsi", è per l'appunto per infomazione. Io però suggerirei di restare alle cose di calcio, forse è meglio.
  11. Un attimo: se la prescrizione incorre nel mentre devi terminare tutto l'iter giudiziario penale (o civile) ma è un iter dove sono state fatte indagini, dove c'è stato un rinvio a giudizio, dove magari sono stati anche celebrati dei gradi di giudizio, quella prescrizione è di grado completamente differente rispetto a chi (per sopraggiunta prescrizione) non ha mai messo nemmeno piede in tribunale. La prescrizione a iter processuale in corso è un istituto a garanzia del cittadino, perchè si statuisce che l'organo giudiziario ha un arco di tempo predefinito entro il quale assicurare un verdetto definitivo, altrimenti si tratta di vera e propria persecuzione senza termine. La prescrizione dei Prescritti è invece intervenuta a salvarli da un processo (sportivo). E' intervenuta prima di qualunque esame giudiziale, di qualunque dibattimento e/o di uno straccio di sentenza. Per questo sono, in senso pieno, fattuale, ontologico dei Prescritti.
  12. Non sono delle procure a dover "confermare un reato": per quello solo dei giudici possono, e dopo 3 gradi di giudizio. Le procure possono solo formulare ipotesi accusatorie, che dovranno semmai trovare accoglienza presso una corte giudicante. Bisogna ora vedere se le teorie di Santoriello saranno sposate anche dai PM romani...e cosa di quelle teorie resterà o passerà in tribunale dove giudicheranno dei giudici romani e non più torinesi.
  13. Ero favorevole all'arrivo di Lukaku ma adesso, a campionato iniziato e spirito di rivalsa che pare permeare il gruppo, è meglio chiudere il mercato senza modificare le alchimie interne. Lukaku se sarà un di più (al posto di Kean) ok, sennò lasciamo stare.
  14. Stile&Stiletto

    Ritrovare identità

    Proprio stamattina sono uscite le indagini demoscopiche sui tifosi. La Juventus è largamente prima con quasi 8 milioni di tifosi: in questo anno orrendo, con media e tv tutti contro, ha perso solo il 2%. Il Milan per dire ha perso un 5%...e gode di narrativa mediatica molto migliore della nostra. C'è un patrimonio di tifosi che resta al fianco del Club da oltre 100 anni, al di là delle contingenze del momento. Non è stato perso niente, la nostra identità è data in primis dal più enorme e popolare seguito di tifosi italiano, diffuso ai quattro angoli della nazione. Si tratta solo di sistemare le cose in campo e tornare a fare quello che sappiamo e dobbiamo fare: vincere.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.