Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Stile&Stiletto

Utenti
  • Content count

    787
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

Stile&Stiletto last won the day on January 23 2017

Stile&Stiletto had the most liked content!

Community Reputation

4,350 Guru

About Stile&Stiletto

  • Rank
    la vittoria è del forte che ha fede

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno

Recent Profile Visitors

7,626 profile views
  1. Stile&Stiletto

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    Sarri andrebbe più che bene. E' più maturo di Inzaghi anche se ancora "giovane e fresco" per gli alti livelli, essendoci arrivato da poco. Ha sfiorato lo scudetto l'anno scorso. In Europa ha imparato come si fa, essendo in finale di EL. Le sue squadre giocano bene. Tra i prendibili è l'opzione migliore. Lui e la Juve: un binomio apparentemente così incongruo da poter essere perfetto. Forse è questa la sorpresa di cui tanti parlano.
  2. Stile&Stiletto

    [Topic Unico] L'Angolo del Guru

    Ci sono state notizie/gurate di Conte che avrebbe firmato per l'Inter? Non riesco a recuperare tutto il topic vecchio...ma leggendo vari post qua e là, e vedendo la sicurezza con la quale lo si afferma, mi chiedevo se ci fossero novità recentissime al riguardo...
  3. Sì davvero, è stata una conferenza che è un piccolo grande sunto magisteriale di chi e cosa è la Juventus. Questa appartenenza, questi legami immateriali che uniscono tutte le componenti (dalla dirigenza ai tecnici ai giocatori ai tifosi, che poi vediamo plasticamente riuniti, ad esempio, a Villar d'estate, tutti assieme), questo profondo essere radicati nella Storia, che respiri ovunque, come autentico Club dinastico, per cui vive, si sviluppa, cambia e allo stesso modo resta sempre se stesso negli anni, nei decenni, nei secoli, senza mai morire, nel succedersi delle generazioni - di dirigenti, calciatori, tifosi e anche di allenatori. L'identità juventina, la summa di tutto ciò che è e che ci indica sempre, come focolare che rassicura al di là e al di sopra di ogni possibile inquietudine, ciò che sarà. Innestati in queste certezze, siamo tifosi da invidiare: come tali, dovremmo sempre ricordarci di essere all'altezza del Club che amiamo. Ad Allegri un grazie enorme. Per l'ultimo suo atto ha scelto il terreno dei sentimenti, come si conviene in un addio tra cavalieri e gentiluomini, e così juventino, con un trionfo ancora da celebrare, domani...e per noi, lo sappiamo, domani ancora e ancora. Che la vittoria ci assista sempre!
  4. Siamo una società enorme. Non c'è paragone possibile con nessuna in Italia e forse solo con pochissime all'estero.
  5. Ci lascia un grande allenatore, dico solo questo. Ha fatto numeri impressionanti. Chi lo sostituirà avrà un compito gravoso ed enorme.
  6. A me pare di ricordare che nella storia della Juventus ci sono sempre state gerarchie stabilite e intangibili. Sivori fu spedito al Napoli perchè criticava e si opponeva ad Heriberto Herrera, l'allenatore. Se Dybala manda avanti il fratello per sobillare lo spogliatoio e delegittimare il tecnico deve essere ceduto seduta stante. Non conta se Allegri piace o meno: è l'allenatore. Conta dunque il principio gerarchico: se vieni meno, rischierai sempre di trovarti dei gruppetti che poi faranno come vogliono (stile Inda o Roma) tenendo sotto scacco o "ricatto" il Club. Alla Juve la società dirige, gli allenatori allenano, i giocatori giocano: è così da oltre cento anni. Se l'allenatore non ti piace cambi aria. Se lo ha fatto Sivori, possiamo farlo anche con Dybala.
  7. Stile&Stiletto

    Il pre-partita di VecchiaSignora: Roma-Juventus

    A me di perdere contro la Roma non va per niente, anzi spero in una vittoria, tanto in champions non ci vanno. Preferisco poi regalare un punto all'Atalanta. Questi invasati di romanisti si coccolino i loro stadi virtuali, le loro millemila radio, i loro go' de Turone, i violini, gli "amo ucciso il campionato", i Lecce, i Liverpool, i campionati a parte e tutto lo scibile calcistico di anni di pianti.
  8. All'Atalanta serve almeno un pareggio a Torino per andare in champions, o assurdamente ci andrebbero quegli incapaci, quelle ciabatte del Milan. E' imperativo biscottare.
  9. Ma quali "stagioni di transizione"...proprio ora che siamo all'apogeo? Va vinto tutto il vincibile, perchè quando poi perderai il bandolo della vittoria sarà difficile ritrovarlo e, soprattutto, non sai quando riaccadrà. Nel calcio si fa subito a perdere. E' più comune la sconfitta che la vittoria. Nonostante si sia su di una colonna di 8 scudetti non si puo' ragionare guardando la seduta ma su in alto, dove ancora è da costruire, lì dove è ancora tutto da raggiungere. Lo spirito juventino è questo. Tutti vorrebbero soffiarci il trono (anche solo quello d'Italia ma sempre trono è) e sta a noi tenercelo. Sappiamo che se dovesse vincere l'Inda di Conte, all'improvviso quel campionato diverrebbe il massimo torneo mondiale...e che gli avversari che ora fanno finta di non curarsene è perchè è il modo migliore di far passare questo tempo pienamente juventino: una tattica di sopravvivenza, solo questo, ma tutti aspirano ad essere dove siamo noi, altrimenti non cercherebbero i Marotta ed i Conte: tutti vogliono essere noi. Indi per cui, si deve ragionare con freddezza. Se a Guardiola non si puo' arrivare, se Conte va all'Inter, un allenatore noi l'abbiamo e si chiama Allegri. Si lavora sulla rosa per rigenerare le motivazioni, se non si puo avere un cambio in panchina o se il cambio in panchina rappresenta un rischio (non si vorrà mica lottare un campionato contro l'Inda di Conte coi Gasperini od i Mihajlovic, vero?). Va respinto l'assalto dei barbari. Vanno aumentati i titoli, le coppe, i campionati. Conta solo questo.
  10. Intanto la gazzetta fa subito disinformazione scrivendo che lo scudetto fu assegnato all'Inda da Guido Rossi: Peccato che i saggi scrissero il contrario, citando cioè l'unico precedente storico, ovvero lo scudetto revocato al Torino e non assegnato al Bologna secondo in classifica, tracciando quindi una strada che Guido Rossi, di sua iniziativa, ignorò, andando contro agli stessi precedenti federali.
  11. Dopo Adidas abbiamo la carta Jeep da giocare (se la si vuole giocare). Adidas è passato (di base) a 51 milioni l'anno...lo sponsor di maglia non puo' restare a 20 o giù di lì, c'è una differenza notevole con quanto pesa e vale oggi la Juve sul mercato degli sponsor. Inoltre, si potrebbe sponsorizzare il centro di allenamento. L'Inda lo ha fatto coi cinesi: il nostro è senza nome, anche quello è uno spazio possibile da riempire.
  12. Se deve arrivare Deschamps mi tengo Allegri molto volentieri. Non faccio il salto carpiato all'indietro.
  13. Stile&Stiletto

    Inter - Juventus 1-1, commenti post partita

    Adani è un saccente (sulla base del nulla cosmico del quale è fatto il suo piedistallo, si regge sull'etere) maleducato. Se chi sta in poltrona a dispensare teorie cerca di (stra)parlare sulla voce di un allenatore che ha vinto 5 campionati italiani consecutivi - e disputato 2 finali di coppa campioni su 5 edizioni - allora qualcosa a casa mia non torna nel rapporto che il servizio televisivo deve offrire al pubblico...che forse è interessato a conoscere le ragioni di chi siede in panchina e allena e schiera calciatori piuttosto che le teorie di chi si inventa il calcio via etere.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.