Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Mormegil

Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

Recommended Posts

1 minuto fa, JuventusOnly ha scritto:

La situazione etnica è il fulcro di tutto, non possiamo liquidarla così, non mi esprimo sulla veridicità del referendum ma è palese che hai una componente importante della popolazione in Crimea che si sente russa e non ucraina e da questo fatto scaturiscono tutti gli atteggiamenti della Russia verso la Crimea, non si può dire la stessa cosa per Israele con il Golan. 

Ho capito Only: ma politico etnico (come in Crimea) o politico militare (come nel Golan) conta zero ai fini del diritto internazionale: si tratta sempre di una annessione unilaterale prodotta da una situazione di forza: là un conflitto non convenzionale vinto dalla Russia, qua un conflitto convenzionale vinto da Israele.

Oltretutto in entrambi i casi ci sono pesanti ragioni strategiche alla base: là Sebastopoli e la flotta del mar Nero, qua il dominio sulla pianura siriana.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, baudolino ha scritto:

...... allora non ci siamo , lascia perdere  ( queste cose si sanno o non si sanno ) .... malasciastare

Appunto. E tu non le sai. Mai sentito parlare di Terza Guerra di Indipendenza?  guerra ---> vittoria in guerra ---> annessione del Veneto

Per il Golan il meccanismo è stato identico: guerra (dei 6 giorni) ---> vittoria in guerra ---> occupazione  e quindi annessione del Golan

 

Non capisco dove sia il problema.

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, sol invictus ha scritto:

Ho capito Only: ma politico etnico (come in Crimea) o politico militare (come nel Golan) conta zero ai fini del diritto internazionale: si tratta sempre di una annessione unilaterale prodotta da una situazione di forza: là un conflitto non convenzionale vinto dalla Russia, qua un conflitto convenzionale vinto da Israele.

Oltretutto in entrambi i casi ci sono pesanti ragioni strategiche alla base: là Sebastopoli e la flotta del mar Nero, qua il dominio sulla pianura siriana.

E infatti per il diritto internazionale sono due situazioni di illegalità, sei tu che giustifichi il Golan con la Crimea e io ti sto facendo notare che sono entrambe situazioni di illegalità ma che il Golan è perfino più grave, proprio per gli elementi politici e demografici che possono fornire un "alibi" ai russi in Crimea e che mancano agli israeliani in Golan. 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, JuventusOnly ha scritto:

E infatti per il diritto internazionale sono due situazioni di illegalità, sei tu che giustifichi il Golan con la Crimea e io ti sto facendo notare che sono entrambe situazioni di illegalità ma che il Golan è perfino più grave, proprio per gli elementi politici e demografici che possono fornire un "alibi" ai russi in Crimea e che mancano agli israeliani in Golan. 

Tutto il contrario.

Io chiedo che la situazione Crimea sia giudicata alla stessa stregua della situazione Golan: ma questo per una certa narrativa non avviene, cioè si condanna il Golan MA si fa passare la Crimea come un diritto esercitato da Mosca, cosa che ovviamente NON È sotto nessun punto di vista: e l'etnia c'entra poco o nulla come giustificazione: anche perché se la "protezione dell'etnia" diventa un "alibi",  allora diventano automaticamente valide moralmente, anche le annessioni naziste ai danni di Cecoslovacchia e Polonia effettuate, secondo Berlino, per proteggere le minoranze tedesche di quei due paesi.

Se si dà la stura all'etnia allora si apre il vaso di Pandora: ed è per questo che io, invece, considero la Crimea addirittura più grave: perché fornisce un precedente tremendo a chiunque, dotato di sufficiente potenza, pretenda diritti che non ha ai danni di uno stato vicino più debole.

Per farla breve: il Golan è frutto di una scazzottata faccia a faccia dove uno perde e l'altro resta in piedi; la Crimea invece,  è come un buzzurro grande grosso che sbuca da un vicolo ed aggredisce un passante alle spalle mandandolo al tappeto. Per me è molto, molto, diverso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, sol invictus ha scritto:

Tutto il contrario.

Io chiedo che la situazione Crimea sia giudicata alla stessa stregua della situazione Golan: ma questo per una certa narrativa non avviene, cioè si condanna il Golan MA si fa passare la Crimea come un diritto esercitato da Mosca, cosa che ovviamente NON È sotto nessun punto di vista: e l'etnia c'entra poco o nulla come giustificazione: anche perché se la "protezione dell'etnia" diventa un "alibi",  allora diventano automaticamente valide moralmente, anche le annessioni naziste ai danni di Cecoslovacchia e Polonia effettuate, secondo Berlino, per proteggere le minoranze tedesche di quei due paesi.

Se si dà la stura all'etnia allora si apre il vaso di Pandora: ed è per questo che io, invece, considero la Crimea addirittura più grave: perché fornisce un precedente tremendo a chiunque, dotato di sufficiente potenza, pretenda diritti che non ha ai danni di uno stato vicino più debole.

Per farla breve: il Golan è frutto di una scazzottata faccia a faccia dove uno perde e l'altro resta in piedi; la Crimea invece,  è come un buzzurro grande grosso che sbuca da un vicolo ed aggredisce un passante alle spalle mandandolo al tappeto. Per me è molto, molto, diverso.

La narrativa non c'entra nulla con il diritto internazionale, la moda di Putin salvatore del mondo e i venti filo-russi possono raccontare quello che gli pare, poi però esiste il diritto internazionale e quello in genere è roba troppo sofisticata per certi giornalisti. 

Comunque almeno siamo d'accordo sul fatto che sono due situazioni di illegalità e quindi, in un mondo "normale", andrebbero risolte. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, JuventusOnly ha scritto:

La narrativa non c'entra nulla con il diritto internazionale, la moda di Putin salvatore del mondo e i venti filo-russi possono raccontare quello che gli pare, poi però esiste il diritto internazionale e quello in genere è roba troppo sofisticata per certi giornalisti. 

Comunque almeno siamo d'accordo sul fatto che sono due situazioni di illegalità e quindi, in un mondo "normale", andrebbero risolte. 

Ok, in questi termini mi sta bene. E certamente, in un mondo ideale sarebbe bene venissero risolte.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, sol invictus ha scritto:

Appunto. E tu non le sai. Mai sentito parlare di Terza Guerra di Indipendenza?  guerra ---> vittoria in guerra ---> annessione del Veneto

Per il Golan il meccanismo è stato identico: guerra (dei 6 giorni) ---> vittoria in guerra ---> occupazione  e quindi annessione del Golan

 

Non capisco dove sia il problema.

Se non capisci dove sia il problema :  Stai messo male !!!

( allora io rivoglio ...... Questo !!!) :

Risultati immagini per L'impero Romano

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, baudolino ha scritto:

Se non capisci dove sia il problema :  Stai messo male !!!

( allora io rivoglio ...... Questo !!!) :

Risultati immagini per L'impero Romano

Come al solito non hai capito una mazza, oppure, più probabilmente preferisci capire a modo tuo. 

Se tu pretendi di considerare illegale l'occupazione e annessione del Golan allora DEVI considerare illegale ANCHE l'occupazione della Crimea da parte russa.

Altrimenti usi due pesi e due misure.

 

Il Golan è stato occupato a causa di una sconfitta militare = atto di forza

Il Veneto è stato occupato a causa di una sconfitta militare = atto di forza

La Crimea è stata occupata a causa di una sconfitta militare (e politica) = atto di forza

Lo vuoi capire o no che il principio che sta alla base di tutte queste situazioni è l'uso della forza, ovvero l'esercizio del potere del vincitore sul nemico sconfitto?

 

Cosa cacchio c'entrano i romani lo sai solo tu. Qui si parla di principi e di dinamiche. Più chiaro adesso?

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, sol invictus ha scritto:

Come al solito non hai capito una mazza, oppure, più probabilmente preferisci capire a modo tuo. 

Se tu pretendi di considerare illegale l'occupazione e annessione del Golan allora DEVI considerare illegale ANCHE l'occupazione della Crimea da parte russa.

Altrimenti usi due pesi e due misure.

 

Il Golan è stato occupato a causa di una sconfitta militare = atto di forza

Il Veneto è stato occupato a causa di una sconfitta militare = atto di forza

La Crimea è stata occupata a causa di una sconfitta militare (e politica) = atto di forza

Lo vuoi capire o no che il principio che sta alla base di tutte queste situazioni è l'uso della forza, ovvero l'esercizio del potere del vincitore sul nemico sconfitto?

 

Cosa cacchio c'entrano i romani lo sai solo tu. Qui si parla di principi e di dinamiche. Più chiaro adesso?

.uhm basta guardare su Wikipedia ....

... trattati bilaterali , "Società delle Nazioni " , accordi tra Stati , ecc. , ecc. , ovviamente tutti  riconosciuti  e validati  ufficialmente da  tutti  gli altri Governi . 

 

La Crimea è un'altra storia ( non c'entra un tubo ) 

 

uum.... " Atto di Forza" ......  : è un film ( che ho visto)  con Arnold  Schwarzenegger .... bellissimo  !!    .ok

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, baudolino ha scritto:

.uhm basta guardare su Wikipedia ....

... trattati bilaterali , "Società delle Nazioni " , accordi tra Stati , ecc. , ecc. , ovviamente tutti  riconosciuti  e validati  ufficialmente da  tutti  gli altri Governi . 

 

La Crimea è un'altra storia ( non c'entra un tubo ) 

 

uum.... " Atto di Forza" ......  : è un film ( che ho visto)  con Arnold  Schwarzenegger .... bellissimo  !!    .ok

 

:p :p   :d

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da La Stampa di ieri. Si parla dell'Iran.

 

Quoto

 

 


La paura di nuove sanzioni può portare il Paese al collasso monetario

 

GIORDANO STABILE

 

Il 12 maggio incombe, e con il possibile ritiro degli Stati Unti dall’accordo sul programma nucleare, nuove sanzioni. I timori su una stretta alle esportazioni di gas e petrolio sono così forti che l’Iran si ritrova sotto assedio economico, almeno a livello psicologico. Il rischio di un crollo dell’economia fa passare in secondo piano le minacce dell’Isis e la possibilità di una guerra diretta con Israele in Siria. Il termometro è la moneta, il rial, che ha subito una svalutazione del 60 per cento da settembre. Allora ci volevano 36 mila rial per un biglietto verde, all’inizio di aprile il cambio è crollato fino a 60 mila e ha costretto il governo a misure estreme. L’11 aprile annullato il doppio cambio, ufficiale e di mercato, e ha unificato le quotazioni a un tasso legale di 42 mila rial. E due giorni fa ha messo fuorilegge tutte le «criptomonete» che venivano usate come alternativa al rial. 

 

 I risparmiatori hanno «scommesso contro» il rial, perché temono di ritrovarsi con un mucchio di carta straccia se le sanzioni verranno reintrodotte. Hanno investito in oro, dollari, euro e bitcoin, venduto valuta locale e contribuito al collasso. Il cambio fisso era già stato sperimentato dall’ex presidente Mahmoud Ahmadinejad all’inizio del 2012, con scarsi risultati. Già nel 2013 si era tornati al doppio binario ma l’elezione del riformista Hassan Rohani aveva ridato fiato al rial. Fino all’irruzione sulla scena di Donald Trump. Rohani ha puntato tutto sull’accordo con l’Occidente e la fine delle sanzioni. La scommessa sembrava vinta nel 2016 quando la crescita del Pil è balzata all’invidiabile ritmo del 13,4 per cento, trascinata da un più 62 nel settore petrolifero. Nel 2017-2018 il boom ha frenato a un più 4,2, secondo le ultime previsioni della Banca mondiale, ma negli ultimi mesi la decelerazione si è fatta brusca. 

 

Ha pesato l’impatto del terremoto del novembre scorso, con oltre 1700 morti, poi le proteste a cavallo di Capodanno legate al fallimento di finanziarie speculative. Ma pesa anche una politica monetaria interna che, per cercare di calmare il malcontento e ridurre la disoccupazione, pompa cartamoneta a più non posso, con la massa monetaria che ha raggiunto l’incredibile cifra di 15 «quadrillioni» di rial, 15 milioni di miliardi, circa 357 miliardi di dollari. Tanti in un’economia che nel 2017 era pari a 600 miliardi di dollari. La liquidità eccessiva genera inflazione, ora al 9,4 per cento, e il circolo vizioso rischia di affossare anche le ambizioni geopolitiche. «L’autostrada sciita», aperta da Baghdad a Beirut, ha portato i Pasdaran a confrontarsi faccia a faccia con Israele. Un collasso economico è destinato a ridimensionare queste pretese. Anche perché lo stesso Isis non è finito e dopo 10 mesi si è rifatto vivo il portavoce di Abu Bakr al-Baghdadi, Abu Hassan al-Muhajir. E in cima alla lista dei nemici da colpire, prima dell’America, ha messo la Russia e i «pagani», cioè gli sciiti, iraniani
 

 

 

Vediamo quello che succederà,  ma l'Iran sta pompando denaro in Siria a ritmi insostenibili (si veda mio post del 2 marzo, pag. 64) che finora non hanno avuto alcun ritorno economico, anche perché gli appalti per la ricostruzione della Siria, fagocitati in massima parte da imprese iraniane non possono partire fintanto che in Siria continua ad esserci guerra. Quindi, a parte i vantaggi prodotti dal grande disegno strategico della mezzaluna sciita, per l’Iran la Siria continua ad essere un formidabile inghiottitoio di risorse. L' Iran ha una economia fragilissima per due terzi statalizzata ed in parte  monopolizzata da fondazioni in mano ai pasdaran,  che la ingessano bloccando ogni seria iniziativa privata indipendente: tali fondazioni,  controllate dai mullah, esenti da imposte, che sfuggono alle regole del libero mercato e che producono corruzione sistemica, controllano ben il 20% del PIL iraniano complessivo. Secondo i dati del 2015, 50 milioni di iraniani vivono sotto la soglia della povertà e sopravvivono solo grazie ad un regime di prezzi calmierati artificialmente dallo Stato, che però deprimono l'economia. Circa l'80% delle entrate finanziarie iraniane deriva dalla vendita di petrolio, gas e derivati (78 mld USD nel 2015) , percentuale che ne fa un paese monoesportatore , estremamente vulnerabile alle oscillazioni del prezzo del greggio ed il fatto che non sia ridotto  come il Venezuela  lo si deve all'inflazione, ancora ragionevolmente bassa (9,6%, mentre in Venezuela è al 2.600% a fine 2017).

In questo quadro, l'Iran ha bruciato finora in Siria e Iraq  qualcosa come 25mld USD/anno,  che corrispondono a circa un quarto delle entrate finanziarie complessive da esportazioni, sottraendoli alla crescita interna del paese. Un'emorragia insostenibile sul medio/lungo periodo, che rischia di portare al collasso. 

In questi anni l'Iran ha perseguito una politica espansionistica da grande potenza regionale rimanendo però un nano dal punto di vista economico: un nodo che in qualche modo dovrà venire al pettine, prima o poi.

D'altra parte per fare crollare l'Unione Sovietica, gigante politico e  nano economico, non sono servite le bombe esplosive, ma sono bastate quelle economiche sganciate dal buon Reagan.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il 17 aprile scorso Abu Luqman che era considerato leader di altissimo livello dello Stato Islamico in Siraq,  molto vicino ad Al Baghdadi sarebbe stato eliminato con targeted killing nel corso di una operazione combinata tra intelligence e aeronautica USA nella cittadina siriana di Hajin. 

L'operazione sarebbe stata effettuata sulla base di info di intelligence, trasmesse ad un team di osservatori sul terreno, che individuato il bersaglio avrebbero guidato un velivolo, il quale avrebbe poi materialmente colpito l'edificio dove Abu Luqman si trovava assieme ad un leader jihadista indonesiano,  Benarkah Bahrumsyah, anch'esso rimasto ucciso.

 

Luqman aveva effettuato una rapida carriera nelle file dell'ISIS scalando posizioni su posizioni, fino a diventare governatore della provincia di Raqqa, anche grazie alla morìa di leaders ISIS,  che gli aveva spianato la strada fino al vertice.

La cosa interessante è che Luqman era uno delle centinaia di jihadisti detenuti nel carcere siriano di Sednayya e poi liberati nel 2011,  all'inizio della rivolta, su ordine di Assad. 

Una ulteriore prova,  qualora ce ne fosse ancora bisogno, del ruolo giocato dai servizi segreti di Assad nell'espansione dell'ISIS in Siria,  quale elemento per dividere e screditare l'opposizione siriana.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, sol invictus ha scritto:

.............. ecc. , ecc..............................

La cosa interessante è che Luqman era uno delle centinaia di jihadisti detenuti nel carcere siriano di Sednayya e poi liberati nel 2011,  all'inizio della rivolta, su ordine di Assad. 

Una ulteriore prova,  qualora ce ne fosse ancora bisogno, del ruolo giocato dai servizi segreti di Assad nell'espansione dell'ISIS in Siria,  quale elemento per dividere e screditare l'opposizione siriana.

.uhm-" Ripetete una bugia , cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità "- (cit.)

 

Premetto che : invidio la Tua  perseveranza , il Tuo impegno ( ed il tempo che hai da dedicare )  nel continuare a fare l'avv. delle cause perse  esclusivamente ( o quasi ) a questa discussione .

Per Te , in pratica, Off Topic ( e le sue sottosezioni /discussioni di argomenti vari  ) non esiste , esiste SOLO la spasmodica difesa del pensiero unico Neocon-Capital-Imperialista ( che ci costringe in uno stato permanente di guerra/e ) e  la diffamazione/calunnia di tutto  ciò che si contrappone , resiste , in nome della Libertà/Neutralità al Loro  disegno sciagurato .

Eppure Sai benissimo che  Chi segue questa discussione da  tre  anni  ,  ormai  , una sua idea abbastanza precisa già se la è costruita /assemblata .

 

( sarò breve : dopo tre anni , ormai non è più il caso di scrivere delle "tesi" per spiegare  i fatti  che ormai già sappiamo )

Al-Assad ,  che avrà anche  le Sue colpe ( quale Presidente USA & vassallo degli usa non le ha ?!?!) , 

 per Te , rappresenta il "dittatore" che bombarda il Suo popolo , usa le " Armi Chimiche " , gasa suoi  i bambini ,  ecc., ecc. ;   

 presenti  Assad come  " complice " dei famigerati miliziani dell’ISIS, ultimo  " brand "  delle tante bande che da anni insanguinano la Siria ... !!! (Assad avrebbe liberato di proposito  dalle sue prigioni terroristi poi confluiti tutti nell’Isis !!! )

 

Eppure, chiunque cerca di documentare sulla guerra alla Siria dovrebbe sapere che i cablogrammi del Dipartimento di Stato, svelati da Wikileaks, pianificavano la guerra alla Siria già nel 2006... !!!.

http://www.eunews.it/2017/04/10/siria-una-guerra-made-in-usa/82716

 

Ancora più clamorosa “la nascita dell’ISIS” addebitata ad Assad  : I Servizi segreti Siriani reagiscono liberando migliaia di detenuti militanti di Al Qaeda dal carcere di Saydnaya, vicino a Damasco... !!!  una menzogna mostruosa

es. :: http://www.sibialiria.org/wordpress/?p=2676

 

(( mi fermo quì  : dopo tre anni , ormai non è più il caso di scrivere delle "tesi" per spiegare  i fatti  fritti & rifritti che ormai già sappiamo ;

piuttosto , ( so benissimo che i consigli gratis non vengono mai ascoltati/percepiti ... ma tantè ) , ti consiglio di usare il  Tuo tempo libero in modo più oculato  e/o  di partecipare anche a qualche altra discussione (  Noi di Off Topic siamo di intelligenza media e personaggi come Te alzerebbero il livello ...  saluto : .ok))

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
59 minuti fa, baudolino ha scritto:

.uhm-" Ripetete una bugia , cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità "- (cit.)

 

Premetto che : invidio la Tua  perseveranza , il Tuo impegno ( ed il tempo che hai da dedicare )  nel continuare a fare l'avv. delle cause perse  esclusivamente ( o quasi ) a questa discussione .

Per Te , in pratica, Off Topic ( e le sue sottosezioni /discussioni di argomenti vari  ) non esiste , esiste SOLO la spasmodica difesa del pensiero unico Neocon-Imperialista ( che ci costringe in uno stato permanente di guerra/e ) e  la diffamazione/calunnia di tutto  ciò che si contrappone , resiste , in nome della Libertà/Neutralità al Loro  disegno sciagurato .

Eppure Sai benissimo che  Chi segue questa discussione da  tre  anni  ,  ormai  , una sua idea abbastanza precisa già se la è costruita /assemblata .

 

(( mi fermo quì  : dopo tre anni , ormai non è più il caso di scrivere delle "tesi" per spiegare  i fatti  fritti & rifritti che ormai già sappiamo ;

piuttosto , ( so benissimo che i consigli gratis non vengono mai ascoltati/percepiti ... ma tantè ) , ti consiglio di usare il  Tuo tempo libero in modo più oculato  e/o  di partecipare anche a qualche altra discussione (  Noi di Off Topic siamo di intelligenza media e personaggi come Te alzerebbero il livello ...  saluto : .ok))

 

 

 

1) il tempo che ho è poco, ma visto che seguo questa discussione,  il software mi avvisa quando ci sono novità. Dopodiché partecipo solo ed esclusivamente a ciò che mi interessa e che trovo stimolante, senza per questo dovere rendere conto al primo Baudolino che passa. È chiaro come concetto o devo farti un disegnino?

 

2) non ti piace quello che scrivo? Non me ne fotte uno stracazzo di niente. Ma proprio zero.Te lo ripeto anche in maiuscolo bold: ZERO. Mettimi in ignore list e risolverai il tuo problema. Che è solo tuo peraltro, visto che mi confronto civilmente con quasi tutti tutti gli altri utenti, anche con chi non la pensa esattamente come me. Il fatto con te non sia possibile, francamente non mi fa né caldo né freddo: non siamo obbligati ad andare d'accordo con tutti.

Dopodiché,  visto che non puoi impedire a me di scrivere, né agli altri di leggermi, puoi sempre ignorare i miei post: sai, è sufficiente scrollare la pagina e passare oltre. Puoi farcela anche tu, non è difficile.

 

3) non hai il monopolio di questo Topic né ti ho chiesto alcun consiglio: quindi non provare  mai più a darmene in questi termini o a dirmi a quale fottuta discussione partecipare o meno. Ma soprattutto non pensare di potermi impedire di scrivere ciò che ritengo opportuno perché con me caschi male.

In altre parole: ma chi * ti credi di essere per dirmi ciò che devo o non devo fare?

 

4) non parlare per bocca degli altri utenti: che non ci fai una bella figura. Ti informo, che non tutti la pensano come te  :statbuon:   e che non tutti abboccano ai tuoi sgrammaticati e sconclusionati post copia - incolla prelevati dai soliti blog che ti piacciono tanto.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giusto come riferimento su Abu Luqman e gli altri jihadisti deliberatamente rilasciati dalle galere di Assad nel 2011 grazie ad una "provvidenziale" ( .ghgh ) amnistia propongo questo link

https://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/middleeast/syria/11291469/Islamic-State-adopts-Assads-methods-of-torture.html

 

da cui questo estratto:

 



Meanwhile, in Raqqa and elsewhere, Amnesty recorded that torture in Isil prisons had also reached "chilling" levels. Prisoners, though, generally say the regime's torture is worse.

 

The cause and effect is no mystery. It is a universal phenomenon that the tortured can become torturers. Hazm said his incarceration and punishment was overseen by an Isil "emir" known as Abu Luqman, head of security in Raqqa. Although he wore a mask, Abu Luqman is well known, and Hazm recognised his voice immediately.

 

His real name is Ali al-Shawaq, and he is a lawyer from Raqqa. A well-known Islamist radical, when the revolution broke out, he was serving time in the regime's notorious Sednaya prison.

 

Along with many other Islamists who went on to form militant cells, he was released under an amnesty in June 2011, a still controversial move many secular activists say was a deliberate attempt by the regime to give the uprising a jihadist flavour, to win support from the West

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, sol invictus ha scritto:

1) il tempo che ho è poco, ma visto che seguo questa discussione,  il software mi avvisa quando ci sono novità. Dopodiché partecipo solo ed esclusivamente a ciò che mi interessa e che trovo stimolante, senza per questo dovere rendere conto al primo Baudolino che passa. È chiaro come concetto o devo farti un disegnino?

 

2) non ti piace quello che scrivo? Non me ne fotte uno stracazzo di niente. Ma proprio zero.Te lo ripeto anche in maiuscolo bold: ZERO. Mettimi in ignore list e risolverai il tuo problema. Che è solo tuo peraltro, visto che mi confronto civilmente con quasi tutti tutti gli altri utenti, anche con chi non la pensa esattamente come me. Il fatto con te non sia possibile, francamente non mi fa né caldo né freddo: non siamo obbligati ad andare d'accordo con tutti.

Dopodiché,  visto che non puoi impedire a me di scrivere, né agli altri di leggermi, puoi sempre ignorare i miei post: sai, è sufficiente scrollare la pagina e passare oltre. Puoi farcela anche tu, non è difficile.

 

3) non hai il monopolio di questo Topic né ti ho chiesto alcun consiglio: quindi non provare  mai più a darmene in questi termini o a dirmi a quale fottuta discussione partecipare o meno. Ma soprattutto non pensare di potermi impedire di scrivere ciò che ritengo opportuno perché con me caschi male.

In altre parole: ma chi * ti credi di essere per dirmi ciò che devo o non devo fare?

 

4) non parlare per bocca degli altri utenti: che non ci fai una bella figura. Ti informo, che non tutti la pensano come te  :statbuon:   e che non tutti abboccano ai tuoi sgrammaticati e sconclusionati post copia - incolla prelevati dai soliti blog che ti piacciono tanto.

 

 

 

Immaginavo che l'avresti mandata in caciara : è quello che ti riesce meglio ( non ti  mando  "faccine  " offensive da bimbominchia  perchè , se permetti , mi sento moralmente superiore )

 

Se pensi che insultando    o scrivendo sempre un post  per ultimo (tipico della Tua immaturità e della insicurezza delle tue deduzioni  che oltre tutto non smentisce  i miei Link  suddetti  . Chi è sicuro di quello che dice  non ha bisogno di riscriverlo all'infinito )    di avere ragione a prescindere per una sorta di sovranità divina  : Ti sbagli di grosso ! 

Lascia giudicare i N/S. amici-utenti ( ed al tempo che è sempre galantuomo ) .

Io non ho mai detto che non mi piace quello che scrivi . Io ho sempre detto che scrivi sfacciatamente & SOLO guardando da UNA  parte (dalla stessa parte )  e che molte  volte il tempo è stato galantuomo ( Ti ha smentito ) .

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 minuti fa, baudolino ha scritto:

 

Immaginavo che l'avresti mandata in caciara : è quello che ti riesce meglio ( non ti  mando  "faccine  " da bimbominchia  perchè , se permetti , mi sento moralmente superiore )

 

Se pensi che insultando    o scrivendo sempre un post  per ultimo (tipico della Tua immaturità e della insicurezza delle tue deduzioni  che oltre tutto non smentisce  i miei Link  suddetti  . Chi è sicuro di quello che dice  non ha bisogno di riscriverlo all'infinito )    di avere ragione a prescindere per una sorta di sovranità divina  : Ti sbagli di grosso ! 

Lascia giudicare i N/S. amici-utenti ( ed al tempo che è sempre galantuomo ) .

Io non ho mai detto che non mi piace quello che scrivi . Io ho sempre detto che scrivi sfacciatamente & SOLO guardando da UNA  parte (dalla stessa parte )  e che molte  volte il tempo è stato galantuomo ( Ti ha smentito ) .

 

 

 

Non pigliarmi per il *,  uomo: mi quoti suggerendomi di occuparmi d'altro, di fare l'"avvocato delle cause perse", mi dai consigli non chiesti e io non dovrei manco risponderti come meriti?

Dici che "la butto in caciara" , quando invece ho solo risposto ad un tuo "quote" che definire provocatorio è un eufemismo.

Dici addirittura che rispondo "insultando": e dove siano questi insulti lo sai solo tu nei tuoi ragionamenti distorti.

 

Ripeto quindi la domanda: ma chi * ti credi di essere Baudolino? 

 

Dopodiché:

1) puoi sentirti moralmente superiore a chi * ti pare. L'importante è esserne convinti

2) io sono di parte e scrivo di parte. Il Sig.  Baudolino è di parte e scrive di parte.

 

Fine della storia, per quanto mi riguarda.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, JuventusOnly ha scritto:

Halma ragazzi, halma! :d

Tranquillo : ormai sono anni che  Ci conosciamo .

Anche tra fratelli ogni tanto si litiga ... poi si fa pace .... poi si ri-litiga , ma rimaniamo sempre fratelli e... Juventini !!.ok.cartel1

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, sol invictus ha scritto:

È che a volte mi esprimo in maniera un po' colorita....uhuhuhuh 

 

:d

Ma poi dimmi te se con Inter-Juve che incombe possiamo sprecare energie pensando a siriani e iracheni! :patpat:

  • Mi Piace 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, JuventusOnly ha scritto:

Ma poi dimmi te se con Inter-Juve che incombe possiamo sprecare energie pensando a siriani e iracheni! :patpat:

È per stemperare la tensione pre-match ... :|:|

Share this post


Link to post
Share on other sites

È già stato scritto che i fantomatici attacchi con i gas di Assad, sta venendo a galla siano delle miserabili messinscena dei caschi bianchi?
quando li addestrate alla CIA, fateglielo fare un corso di cinema ad Hollywood, che così li sgamano facili


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, colpodimano ha scritto:

È già stato scritto che i fantomatici attacchi con i gas di Assad, sta venendo a galla siano delle miserabili messinscena dei caschi bianchi?
quando li addestrate alla CIA, fateglielo fare un corso di cinema ad Hollywood, che così li sgamano facili


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Allora avete proprio deciso di far incacchiare sol........:d

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Granpasso ha scritto:

Allora avete proprio deciso di far incacchiare sol........:d

Ma io non sono cattivo... .boh È la mia penna che scrive così.... uhuh

 

:d

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.