Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Juventinello

Processo ultras-biglietti: quale il vero ruolo della Digos?

Post in rilievo

All'indopodomani della pubblicazione della sentenza di primo grado relativo all'inchiesta Alto Piemonte (caso infiltrazioni dell'ndrangheta in frange ultras juventine) e in attesa del ricorso della Juventus S.P.A. sul giudizio sportivo (questione biglietti venduti in eccesso) mi sembra che sia il caso di provare a fare chiarezza su un aspetto che ritengo fondamentale: il ruolo della Digos e delle forze dell'ordine nel rapporto Juventus - Ultras.

 

Sgomberiamo subito il campo da un equivoco. In questo caso nulla ha a che vedere la criminalità organizzata. Giustizia ordinaria e sportiva sono state molto chiare a tale proposito.

 

A noi interessa solo la questione inerente alla cessione di biglietti ad ultras in un quantitativo superiore a quello autorizzato al fine di manetenere la pax nella curva e in definitiva l'ordine pubblico. Per la giustizia sportiva questo avveniva senza intimdiazione, per la giustizia ordinaria attraverso ricatti (del tipo se non mi favorisci ti faccio scoppiare casino in curva e paghi un sacco di soldi).

 

Nella nota ufficiale del 25 settembre 2017 la Juventus conclude con queste parole

 

Juventus Football Club ha fiducia nella giustizia sportiva e ribadisce di aver sempre agito in un percorso condiviso con le Forze dell’Ordine con l’obiettivo di contribuire alla piena salvaguardia della sicurezza e dell’ordine pubblico.

 

E' un passaggio a mio avviso molto importante ma non abbastanza approfondito e che fa sorgere più domande che risposte.

 

1) Cosa vuol dire percorso condiviso?

2) Di cosa erano informate le forze dell'ordine? Genericamente degli incontri? Delle pressioni degli Ultras? Della vendita dei biglietti in eccesso?

3) E se sapevamo le forze dell'ordine, hanno dato (non ufficialmente ovviamente) il proprio consenso a questo modus operandi?

4) Chi erano esattamente gli interlocutori nelle forze dell'ordine per la Juventus?

 

Se ne parla poco e in maniera confusa, e non se ne fa menzione da nessuna parte nel dispositivo del TFN. Che la Juventus non l'abbia sollevato in fase dibattimentale? E se non l'ha fatto, perché ribadirlo nella nota ufficiale del 25 settembre? Del resto la Juventus è una azienda quotata in borsa e le sue comunicazioni ufficiali hanno valore legale...

 

A tale proposito secondo me è utile un bell'articolo di Nerozzi, sulla Stampa del settembre 2016. Quando si era ancora lontani da tutto il polverone dell'inchiesta. In tal senso un articolo che non può essere tacciato di partigianeria, visto il taglio e soprattutto la datazione

 

http://www.lastampa.it/2016/09/04/italia/cronache/biglietti-e-favori-la-pace-malata-tra-gli-ultr-e-i-club-di-serie-a-SqitUjeUAr4f2qBwUzDkjP/pagina.html

 

E in questo articolo si leggono le dichiarazioni agghiaccianti del responsabile sport del più importante partito di governo che confessa candidamente:

 

Ormai la presenza di gruppi criminali all’interno degli ultrà è tollerata dallo Stato

 

Io ritengo da cittadino molto prima che da tifoso, che sia un DOVERE fare chiarezza sul ruolo delle Forze dell'Ordine in questa storia. Ruolo che è rimasto molto opaco come se si preferisse non parlarne, meglio far passare la cosa sotto silenzio. E non è assolutamente un atto di accusa nei confronti della Polizia, dei Carabinieri o di chicchessia, ma semplicemente la necessità di ristabilire un principio basilare di verità...

  • Mi Piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ritengo da cittadino molto prima che da tifoso, che sia un DOVERE fare chiarezza sul ruolo delle Forze dell'Ordine in questa storia. Ruolo che è rimasto molto opaco come se si preferisse non parlarne, meglio far passare la cosa sotto silenzio. E non è assolutamente un atto di accusa nei confronti della Polizia, dei Carabinieri o di chicchessia, ma semplicemente la necessità di ristabilire un principio basilare di verità...

 

C'è una parola inglese che definisce abbastanza bene lo stato di cose: appeasement.

Un po' come quando ci sono delle manifestazioni. La Digos è sempre in contatto con i manifestanti, già da prima, per cercare di impedire derive violente.

 

Nel caso degli stadi, direi che in italiano si potrebbe dire "chiudere un occhio". Ci sono cose più importanti da sbrigare e, davanti alla difficoltà di far rispettare la legge per un reato "minore" quale il bagarinaggio, si cerca almeno di ragionare in termini di mantenimento dell'ordine pubblico.

 

Tu potrai anche chiederti come mai il ruolo delle forze dell'ordine non è emerso dal processo. La risposta è semplice. I magistrati si servono delle forze dell'ordine per svolgere le indagini. Difficilmente si muovono contro di esse, a meno che non si trovino davanti a palesi attività delittuose (vedi il caso di violenza carnale dei due carabinieri a Firenze).

 

Così va il mondo, ahimé. Ti pare che la questura di Napoli, "una città a caso", non abbia problemi più seri da affrontare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La digos è sempre presente in curva...da anni.

Lavora a stretto contatto con società e ultras in un'ottica di prevenzione e di salvaguardia dell'ordine pubblico.

Ma questo succede ovunque in occidente, ogni qualvolta un assembramento di persone sufficientemente organizzato possa creare una situazione di potenziale pericolo.

In quest'ottica non solo e' probabile ma e' quasi scontato che i rapporti juve - ultras fossero condivisi con le forze dell' ordine.

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi viene in mente la barzelletta

 

posto di blocco dei carabinieri, fermano una vettura e chiedono al conducente: "documenti prego"

il conducente: "digos?"

e il carabiniere: "los documentos por favor"

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi domando invece come stiano facendo ira, dopo il processo.

I biglietti agli ultras continuano a darglieli come prima e come se nulla fosse oppure hanno cambiato sistema e se hanno cambiato come fanno?

Come è finita la.polemica coi Vikings?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma guarda che la presenza della digos ...non implica necessariamente che acconsentivano o che addirittura assistevano alla consegna materiale dei biglietti.

 

Loro facevano ufficialmente solo il loro lavoro di prevenzione...per questo non vengono mai citati in processo.

 

Che poi agnelli li tiri in ballo...per lasciar sottintendere chissà che...lo trovo persino scorretto. I loro servizi saranno chiaramente documentati e noti a chi di dovere....inutile rimarcarlo in conferenza.

 

Insomma a farla breve ...fossi stato uno di loro mi sarei sentito offeso....cioè non solo sono costreyto per lavoro a venire da te per salvaguardare la tua incolumità... Addirittura mi tiri in ballo per in qualche modo giustificarti ...o insinuare un pensiero distorto ?....dai non si fa.

 

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa questione è uscita nel dibattimento in parlamento e la Bindi ha chiaramente detto che dovrà occuparsene l'antimafia di questa cosa. Lo sanno tutti che gli ultrà sono poco puliti. Vorrebbero semplicemente evitare che la mafia mettesse mani sul business del calcio. A guadagnarci in primis sarebbero le società

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma guarda che la presenza della digos ...non implica necessariamente che acconsentivano o che addirittura assistevano alla consegna materiale dei biglietti.

 

Loro facevano ufficialmente solo il loro lavoro di prevenzione...per questo non vengono mai citati in processo.

 

Che poi agnelli li tiri in ballo...per lasciar sottintendere chissà che...lo trovo persino scorretto. I loro servizi saranno chiaramente documentati e noti a chi di dovere....inutile rimarcarlo in conferenza.

 

Insomma a farla breve ...fossi stato uno di loro mi sarei sentito offeso....cioè non solo sono costreyto per lavoro a venire da te per salvaguardare la tua incolumità... Addirittura mi tiri in ballo per in qualche modo giustificarti ...o insinuare un pensiero distorto ?....dai non si fa.

 

Ci sono due dettagli banali in più però che non sfuggirebbero neanche a un interista sefz

 

1) Tu parli di conferenza, ma qui c'è un comunicato ufficiale di una S.P.A. che ha valore di documento legale. Se fosse scritto il falso, Agnelli e la Juventus potrebbero essere perseguiti per aggiotaggio..

 

2) Un anno fa, quando ancora tutto il polverone era lontano, ci sono funzionari delle forze dell'ordine che dichiarano "lo sanno tutti come funziona", relativamente alla gestione dei biglietti fra società e tifosi...

 

Se aggiungi che il fatto che la Digos fosse informata dello svolgimento di tutte le riunioni ufficiali tra Juventus e Gruppi della Curva, non dico che abbiamo delle risposte, ma per lo meno delle domande è lecito porsele...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi viene in mente la barzelletta

 

posto di blocco dei carabinieri, fermano una vettura e chiedono al conducente: "documenti prego"

il conducente: "digos?"

e il carabiniere: "los documentos por favor"

:risata3: :risata3: :risata3:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma guarda che la presenza della digos ...non implica necessariamente che acconsentivano o che addirittura assistevano alla consegna materiale dei biglietti.

 

Loro facevano ufficialmente solo il loro lavoro di prevenzione...per questo non vengono mai citati in processo.

 

Che poi agnelli li tiri in ballo...per lasciar sottintendere chissà che...lo trovo persino scorretto. I loro servizi saranno chiaramente documentati e noti a chi di dovere....inutile rimarcarlo in conferenza.

 

Insomma a farla breve ...fossi stato uno di loro mi sarei sentito offeso....cioè non solo sono costreyto per lavoro a venire da te per salvaguardare la tua incolumità... Addirittura mi tiri in ballo per in qualche modo giustificarti ...o insinuare un pensiero distorto ?....dai non si fa.

 

... il teorema accusatorio ha ruotato intorno al placet da parte dei vertici societari, non solo della cessione di pacchetti di biglietti, ma della finalità di questa; la chiamata in causa della Digos ha la finalità di rappresentare uno status quo 'tollerato' per la conservazione dell'ordine pubblico, ovvero che in assenza di singoli e specifici episodi in cui i vertici apicali hanno direttamente negoziato la pax, la acquiescenza a certe pratiche non sarebbe censurabile per una mera responsabilità oggettiva fondata sul "non potevano non sapere" visto e considerato che la Digos nulla aveva rilevato sino ad allora pur partecipando 'quotidianamente' alla programmazione ed alla gestione degli eventi !

 

Ho manifestato in passato il mio 'scetticismo' sulla conferenza stampa di Agnelli e sulla linea difensiva assunta da Chiappero di cui trovo emblematico il rilievo della Bindi in Commissione di questo tenore: 'avvocato, la Juventus non ha mai denunciato una tentata estorsione od intimidazioni, e sa bene che nei reati associativi le condotte estortive/ricattatorie ove non denunciate esprimono l'utilità del soggetto offeso, quindi non ci parli oggi delle implicazioni penali (stralcio e derubricazione della posizione nel processo "Alto Piemonte") ... ma ci dica cosa rende vulnerabile una società come la Juventus e come questa intende reagire alla situazione emersa, noi siamo un organo conoscitivo, non giudiziario" ... mi vien da pensare che più facile e sicuro puntare il dito sulla DIGOS che denunciare un n'dranghetista !!!

 

Purtroppo è nella cultura italiana avere indulgenza con chi si considera vicino od affine; ci troviamo a criticare il Procuratore Federale (che ha effettivamente portato argomentazioni ultronee rispetto alle violazioni sportive) ed una sentenza di interdizione, quando è semplicemente da constatare come sia stato fatto un ottimo lavoro da parte della Procura e del Tribunale di Torino, che un po di pulizia è stata fatta e che la Juventus ed i suoi dirigenti hanno violato l'art. 12 CGS e per questo sono stati sanzionati ... that'all !!!

 

p.s. una quindicina di anni fa conobbi un poliziotto di Torino, era il post G8 con un grande fervore dei centri sociali, mi disse: "abbiamo grossi problemi, durante un accesso in un centro sociale abbiamo trovato un dossier sugli organici delle forze dell'ordine di Torino, siamo tutti schedati !" e questo per dire che il problema è di politica giudiziaria, un singolo dirigente della DIGOS non si mette a 'fare Serpico' con la n'drangheta di mezzo senza che ci sia un input del soggetto offeso (denuncia Juventus) o della magistratura ...

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

l'ho detto dal primo minuto che era uscita la notizia di questa indagine...lo stato non solo tollera, ma incentiva questi rapporti fra ultras e club...

nello juventus stadium, ma non solo, c'è uno smercio di materiale e merchandising dei gruppi ultras che avviene a pochi metri dalle camionette di gdf e carabinieri, il tutto senza l'ombra di uno scontrino...

gli ultras hanno disponibilità di biglietti per qualsiasi partita, anche quelle sold out, basta pagare bene e si entra...idem per le trasferte....

in cambio dell'ordine in curva, concedono agli ultras di lucrare e fare il bello e cattivo tempo

  • Mi Piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

... il teorema accusatorio ha ruotato intorno al placet da parte dei vertici societari, non solo della cessione di pacchetti di biglietti, ma della finalità di questa; la chiamata in causa della Digos ha la finalità di rappresentare uno status quo 'tollerato' per la conservazione dell'ordine pubblico, ovvero che in assenza di singoli e specifici episodi in cui i vertici apicali hanno direttamente negoziato la pax, la acquiescenza a certe pratiche non sarebbe censurabile per una mera responsabilità oggettiva fondata sul "non potevano non sapere" visto e considerato che la Digos nulla aveva rilevato sino ad allora pur partecipando 'quotidianamente' alla programmazione ed alla gestione degli eventi !

 

Ho manifestato in passato il mio 'scetticismo' sulla conferenza stampa di Agnelli e sulla linea difensiva assunta da Chiappero di cui trovo emblematico il rilievo della Bindi in Commissione di questo tenore: 'avvocato, la Juventus non ha mai denunciato una tentata estorsione od intimidazioni, e sa bene che nei reati associativi le condotte estortive/ricattatorie ove non denunciate esprimono l'utilità del soggetto offeso, quindi non ci parli oggi delle implicazioni penali (stralcio e derubricazione della posizione nel processo "Alto Piemonte") ... ma ci dica cosa rende vulnerabile una società come la Juventus e come questa intende reagire alla situazione emersa, noi siamo un organo conoscitivo, non giudiziario" ... mi vien da pensare che più facile e sicuro puntare il dito sulla DIGOS che denunciare un n'dranghetista !!!

 

Purtroppo è nella cultura italiana avere indulgenza con chi si considera vicino od affine; ci troviamo a criticare il Procuratore Federale (che ha effettivamente portato argomentazioni ultronee rispetto alle violazioni sportive) ed una sentenza di interdizione, quando è semplicemente da constatare come sia stato fatto un ottimo lavoro da parte della Procura e del Tribunale di Torino, che un po di pulizia è stata fatta e che la Juventus ed i suoi dirigenti hanno violato l'art. 12 CGS e per questo sono stati sanzionati ... that'all !!!

 

p.s. una quindicina di anni fa conobbi un poliziotto di Torino, era il post G8 con un grande fervore dei centri sociali, mi disse: "abbiamo grossi problemi, durante un accesso in un centro sociale abbiamo trovato un dossier sugli organici delle forze dell'ordine di Torino, siamo tutti schedati !" e questo per dire che il problema è di politica giudiziaria, un singolo dirigente della DIGOS non si mette a 'fare Serpico' con la n'drangheta di mezzo senza che ci sia un input del soggetto offeso (denuncia Juventus) o della magistratura ...

 

Perdonami ma il tuo discorso che ha molto senso in astratto, poco ha a che vedere con i dati di fatto sin ora emersi.

Giustizia sportiva e penale ci dicono che la Juventus non aveva alcuna consapevolezza delle infiltrazioni dell'Ndrangheta e che quest'ultima non ha MAI esercitato alcuna pressione diretta sulla società. Quindi cosa c'era da denunciare? uum

 

Il discorso qui è un altro, e non (dico non) ha a che vedere con i discorsi con la criminalità organizzata. Le pressioni degli ultras sono indipendenti dalle avvenute infiltrazioni (vale a dire che sussistevano e sarebbero continuate anche in assenza di queste ovviamente). La Juve accettava una situazione di compromesso con gli ultras - leggi cessione biglietti in eccesso - in nome della sicurezza nello stadio. Di quest'ultima situazione, e solo di quest'ultima, le forze dell'ordine erano informate come sembra evocare la nota della società e le stesse dichiarazioni di fonti interne delle polizia citate dall'articolo dello scorso anno dell'ottimo Nerozzi?

 

Si o No?

 

Cerchiamo di non divagare....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perdonami ma il tuo discorso che ha molto senso in astratto, poco ha a che vedere con i dati di fatto sin ora emersi.

Giustizia sportiva e penale ci dicono che la Juventus non aveva alcuna consapevolezza delle infiltrazioni dell'Ndrangheta e che quest'ultima non ha MAI esercitato alcuna pressione diretta sulla società. Quindi cosa c'era da denunciare? uum

 

Il discorso qui è un altro, e non (dico non) ha a che vedere con i discorsi con la criminalità organizzata. Le pressioni degli ultras sono indipendenti dalle avvenute infiltrazioni (vale a dire che sussistevano e sarebbero continuate anche in assenza di queste ovviamente). La Juve accettava una situazione di compromesso con gli ultras - leggi cessione biglietti in eccesso - in nome della sicurezza nello stadio. Di quest'ultima situazione, e solo di quest'ultima, le forze dell'ordine erano informate come sembra evocare la nota della società e le stesse dichiarazioni di fonti interne delle polizia citate dall'articolo dello scorso anno dell'ottimo Nerozzi?

 

Si o No?

 

Cerchiamo di non divagare....

 

... la Juventus cedeva pacchetti ad alcuni gruppi Ultras per assicurarsi la pax interna allo Stadium !?

Si ... ergo la Juventus ed i suoi dirigenti hanno violato l'art. 12 CGS !

 

Suvvia, tirare in mezzo la DIGOS è esso stesso divagare !

... evocazioni e fonti al momento sono mere congetture mediatiche e men che mai possono costituire delle scriminanti per una società che, quale parte offesa, avrebbe dovuto denunciare le condotte in suo danno, essendo quelle che tu chiami 'pressioni degli Ultras' reati comuni che prescindono dalla qualifica di chi li pone in essere !

 

Secondo te è più facile denunciare un 'semplice capo ultrà' o un affiliato ad una n'drina ?!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

... la Juventus cedeva pacchetti ad alcuni gruppi Ultras per assicurarsi la pax interna allo Stadium !?

Si ... ergo la Juventus ed i suoi dirigenti hanno violato l'art. 12 CGS !

 

Suvvia, tirare in mezzo la DIGOS è esso stesso divagare !

... evocazioni e fonti al momento sono mere congetture mediatiche e men che mai possono costituire delle scriminanti per una società che, quale parte offesa, avrebbe dovuto denunciare le condotte in suo danno, essendo quelle che tu chiami 'pressioni degli Ultras' reati comuni che prescindono dalla qualifica di chi li pone in essere !

 

Secondo te è più facile denunciare un 'semplice capo ultrà' o un affiliato ad una n'drina ?!

 

Perdonami nuovamente ma secondo me non ci stiamo capendo. La violazione dell'art. 12 del CdS non è in discussione. Qui ripeto si sta parlando di un'altra questione che ritengo di profondo interesse dal punto di vista del cittadino ancora più che del tifoso: ovvero se le forze dell'ordine fossero a conoscenza, e avallassero o quanto meno non impedissero (per usare una dicitura cara al TSN) l'attività di bagarinaggio in ragione dell'ordine nello stadium.

 

Per quanto riguarda quanto evocato nella nota della società, non riesco davvero come si faccia a derubricarla a livello di congettura. Le note ufficiali delle SPA hanno valore legale, ci sono kilometri e kilometri di sentenze a riguardo.

 

Per quanto riguarda la fonte citata da Nerozzi è sicuramente un retroscena, ma è quantomeno curioso - spero ne converrai - che risalga al settembre 2016.

 

Qui, lo ripeterò fino allo sfinimento, non è in questione la violazione dell'art. di un codice di una federazione sportiva, ma si sta discutendo del ruolo delle forze dell'ordine nel rapporto tra società di calcio (in questo caso anche un SPA) e tifo organizzato nella gestione delle manifestazioni sportive. Se poi l'argomento è di scarso interesse, ne prenderò atto.

 

Spero che il punto ora sia chiaro :)

  • Mi Piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Perdonami nuovamente ma secondo me non ci stiamo capendo. La violazione dell'art. 12 del CdS non è in discussione. Qui ripeto si sta parlando di un'altra questione che ritengo di profondo interesse dal punto di vista del cittadino ancora più che del tifoso: ovvero se le forze dell'ordine fossero a conoscenza, e avallassero o quanto meno non impedissero (per usare una dicitura cara al TSN) l'attività di bagarinaggio in ragione dell'ordine nello stadium.

 

Per quanto riguarda quanto evocato nella nota della società, non riesco davvero come si faccia a derubricarla a livello di congettura. Le note ufficiali delle SPA hanno valore legale, ci sono kilometri e kilometri di sentenze a riguardo.

 

Per quanto riguarda la fonte citata da Nerozzi è sicuramente un retroscena, ma è quantomeno curioso - spero ne converrai - che risalga al settembre 2016.

 

Qui, lo ripeterò fino allo sfinimento, non è in questione la violazione dell'art. di un codice di una federazione sportiva, ma si sta discutendo del ruolo delle forze dell'ordine nel rapporto tra società di calcio (in questo caso anche un SPA) e tifo organizzato nella gestione delle manifestazioni sportive. Se poi l'argomento è di scarso interesse, ne prenderò atto.

 

Spero che il punto ora sia chiaro :)

 

... no, ci siamo intesi.

Purtroppo ci si muove in una zona grigia ed è per questo che ho parlato di politica giudiziaria e di input dato alla Digos.

Se hai in piedi una indagine come 'Alto Piemonte' non vai a metter mano in una attività collaterale prima del tempo, quindi mi viene più facile pensare che la Digos sia stata tenuta al palo, per le questioni curva-biglietti-sicurezza, dalla esigenza di preservare filoni di indagine di maggior rilievo.

 

La Digos ed il ruolo che ha avuto ... secondo me inconferente ! ... e questo ai miei occhi rende più fastidioso sentirla tirare in ballo.

 

... diverso se vogliamo parlare del ruolo di prevenzione e repressione di alcuni fenomeni, e di quello che deve essere fatto; affronterei prima il problema della 'responsabilità oggettiva' delle Società e di trasparenza e collaborazione che da queste si deve pretendere ... mi duole dirlo, ma il comportamento coerente con l'attuale quadro normativo è stato quello di Lotito, con Pecoraro Prefetto di Roma !

 

p.s. sulla nota ufficiale non conosco la giurisprudenza che ne riconosce il valore legale, ma guarderei più al valore probatorio di quanto vi è dichiarato ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho letto ora l'articolo di Nerozzi della Stampa che parla a 360 gradi del mondo ultras e i rapporti con le società un po' meno anzi poco nulla sul ruolo dei gruppi criminali che viene solo citato anche perchè riscontri veri e propri non ce ne sono ( poi emerse Rocco Dominiello che però non ha incolpato la Juve ed Agnelli anzi ) .

 

Due cose :

 

1 La Juventus è quella che opera in modo più limpido e trasparente ha la colpa di aver accettato una sorta di compromesso, e da qui le condanne , in modo pubblico e trasparente . Da li le condanne per Agnelli e i dirigenti suoi dipendenti. Purtroppo legittime avendo violato degli articoli pur con un lodevole interesse e fine. Altre società negando tutto si sono salvate ( Napoli, Genova , Bergamo e pure a Mllano e Roma ).

 

2 La Juve ha agito per l'interesse dell'ordine pubblico tanto quanto le forze dell'ordine informate ( Polizia, Digos e Carabinieri ) bene sui fatti. Poi la Juve paga interessi economici e altro che sono derivati dal nuovo stadio che solo la Juve aveva .

 

3 La Juventus è estranea a ogni rapporto con clan mafiosi o criminale di ogni sorta essendo escluso il rapporto di tipo penale della Juventus F.C.

 

La difesa dovrebbe puntare tutto sui primi due elementi per una condanna lieve se non lievissima che spesso paga anche echi mediatici ( Fatto Quotidiano web e pure ma meno Repubblica ) iniziali e spesso anche non in buona fede al limite della querela ( io l'avrei fatta al giornale il Fatto ).

Non so quanto si possa puntare sulla assoluzione che forse sarebbe forzata ma non sono un Avvocato della Giustizia sportiva.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La cosa più agghiacciante è questo pezzo:

 

"...Specie quando la partita sta per iniziare e i tifosi s’affollano ai cancelli: da Bologna a Verona, da Napoli a Milano, nei big-match spesso i controlli si allentano, per evitare problemi di ordine pubblico fuori..."

 

I controlli non servono più per mantenere l'ordine ma paradossalmente si trasformano in elemento che mette a repentaglio l'ordine pubblico.

 

Sul caso biglietti-Juve io ho sempre sentito puzza di bruciato, specie quando andando per tempo in tabaccheria non si trovavano i biglietti.

Comunque l'articolo mi sembra abbastanza obiettivo e guarda il problema da un prospettiva abbastanza ampia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chi è entrato un po' di volte in Sud conosce bene le varie dinamiche. Ormai Ultras & DIGOS vanno pure a cena assieme.

 

Capisco tutto.....ma non essere così certo di ciò che scrivi.....fidati... se vuoi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

 

Capisco tutto.....ma non essere così certo di ciò che scrivi.....fidati... se vuoi

Diciamo che si è scesi a compromessi da ambo le parti, mettiamola così

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Diciamo che si è scesi a compromessi da ambo le parti, mettiamola così

 

Ripeto.....compromessi è una parola molto grossa....e visti alcuni fatti accaduti.....

 

penso che di compromessi proprio non ce ne siano..... anzi....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi Subito

Sei già registrato? Accedi da qui.

Accedi Adesso


  • Chi sta visualizzando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

×