Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Mormegil

Guerra di Siria e situazione mediorientale: news e commenti

Recommended Posts

1 ora fa, Pogba88 ha scritto:

All'inizio capivo poco il perché i palestinesi non potevano vedere gli israeliani, poi informandomi ho capito il motivo. Le intenzioni sono giuste ma come agiscono è sbagliata ma i motivi che spingono i palestinesi a quello è comprensibilissimo. Purtroppo è vero che gli israeliani hanno una tale influenza alla casa bianca da far paura....

In un conflitto l'unico modo per risolvere le cose è mettere un arbitro realmente imparziale, cosa che non sono di certo gli USA nel conflitto arabo-israeliano vista l'influenza a dir poco enorme della lobby ebraica nella politica americana. 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma parliamo di  Bergoglio?

Di quel Bergoglio che vorrebbe aprire le porte dell'Europa a mezzo miliardo di africani?  

O forse in questo caso gli appelli alla preservazione non valgono?  uum uum  uum 

  • Mi Piace 1
  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 1/4/2019 Alle 09:22, sol invictus ha scritto:

Ma parliamo di  Bergoglio?

Di quel Bergoglio che vorrebbe aprire le porte dell'Europa a mezzo miliardo di africani?  

O forse in questo caso gli appelli alla preservazione non valgono?  uum uum  uum 

no si parlava di israele

uno stato che viola ripetutemente tutte le risoluzioni Onu

dove vige un APARTHEID di fatto

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, Vonpalace ha scritto:

no si parlava di israele

uno stato che viola ripetutemente tutte le risoluzioni Onu

dove vige un APARTHEID di fatto

uum  .boh   Mi spiace... non avevo capito di cosa Sua Santità avesse parlato...

 

D'altra parte per un povero... come mi avevi definito? Ah si...fasciorazzista, per definizione ignorante e troglodita,  è impossibile arrivare a comprendere le raffinate elaborazioni dialettiche e gli apodittici dogmi ideologici da intellò de la gauche au caviar.... Con noi bisogna parlare semplice, terra terra... Siamo gente da pane e da vino, non sappiamo usare i congiuntivi e coniughiamo i verbi solo all'infinito..., tipo  salire albero,  mangiare banana...

Però adesso dovrai perdonarmi, perché mi hanno appena citofonato i miei camerati della sezione Fiamme Nere e quindi mi tocca andare.

Sai, di solito il sabato sera lo passiamo dando fuoco ai barboni... .ehm

 

sefz

 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Risultati immagini per harta geografica a iranului

 

Risultati immagini per L'IRAN sta spostando i suoi confini vicino alle nostre truppe

 

(  "  ...  L’IRAN STA SPOSTANDO IL SUO PAESE SEMPRE PIÙ VICINO ALLE NOSTRE TRUPPE ! "   ) 

 

.giornale... Fonte Link Originale:https://israeltodaynews.blogspot.com/2019/04/iran-war-planned-by-trump-2019.html

 

Dopo 3 anni , Avevo deciso di non occuparmi più di questa Discussione , 

 ritengo il mio contributo esaurito/completato nel momento in cui si è capito Chi sono i "buoni" & Chi sono i "cattivi " (in Siria & nella situazione medioreintale   )

Ma per una sorta di etica personale/morale non posso esimermi nel dare una informazione così importante  a tutti Voi che ancora "stoicamente" partecipate

(( Il diritto internazionale e la carta dell’ONU non contano nulla per la dirigenza neocon di Washington/Pentagono 

che piuttosto presenta il comportamento tipico dei Gangster : Non accetti la nostra " protezione"??  Ti puniremo. ))  :

——————-

Staff di Israel Today News ::: 

Il Presidente Donald Trump e la sua cerchia ristretta stanno pianificando l’invasione dell’Iran,

secondo una fonte interna e ben informata della Casa Bianca.

Il piano prevede un’invasione di terra per il prossimo Autunno e l’ampio utilizzo di armi nucleari tattiche.

Secondo la fonte citata, l’Iran sarà “cancellato dalla mappa geografica” e lo sforzo bellico “dovrebbe costare due volte e mezzo quello della guerra in Iraq”.

La guerra sarà appoggiata dai media occidentali e Trump procederà spedito in quella direzione, subito dopo “l’incidente False Flag "(casus belli)

mirato sull’Iran.

Sarà un qualcosa che riguarderà probabilmente la navigazione nello " Stretto di Hormuz”.

Secondo l’informatrice,

l’evento False Flag è “parte integrante del piano perché l’Iran non ha alcun desiderio o intenzione di dar inizio ad una guerra”.

I piani di guerra hanno messo in vertiginosa eccitazione lo staff della Casa Bianca, con i falchi come John Bolton che stanno mettendo a punto gli ultimi  "ritocchi ".

All’inizio del suo mandato il Presidente Trump aveva resistito, ma ora è salito a bordo ,

convinto che l’Iran sia una “minaccia esistenziale per Israele” e quindi, in quanto tale, è necessaria una guerra per “eliminarla”.

Sono stati rivelati ulteriori dettagli, fra i quali elenchiamo:

• Saranno utilizzati

100 ordigni nucleari tattici per eliminare l’esercito iraniano.

• Nell’invasione saranno usate truppe di terra statunitensi pari a 120.000 unità.

• Francia, UK, Canada, Arabia Saudita e Israele dovrebbero unirsi alla “coalizione” e sostenere lo sforzo bellico.

• Per contribuire alla sua messa a punto, fin dallo scorso anno sono state intensificate sia le attività della CIA che quelle tipiche del controspionaggio.

• E’ in preparazione un classico  incidente “False Flag” che precederà la guerra con l’Iran.

• La Casa Bianca e le controparti israeliane stanno preparando un’adeguata campagna propagandistica.

• Israele sosterrà lo sforzo militare. E’ stato riferito che Benjamin Netanyahu aveva stampato sul viso un sorriso che arrivava “da un orecchio all’altro”, dopo il recente incontro con John Bolton.

• Ci sono alcune preoccupazioni sul fatto che la “base elettorale” di Trump possa resistere o criticare gli sforzi militari, di conseguenza verranno effettuati ulteriori sforzi propagandistici per “rendere popolare il sostegno alla guerra”.

• Le perdite previste sono comprese tra 1,2 e 2 milioni di iraniani e di ca. 5.000 soldati statunitensi.

Conseguenza della stretta relazione del Presidente Trump con Jared Kushner [ne è il genero], è stato dato allo sforzo bellico un senso di “sobria importanza”,

presentandolo all’interno dei circoli della Casa Bianca come l’adempimento della “profezia ebraica”.

Molti alla Casa Bianca ( filo sionisti)  credono che Jared Kushner sia il “Messia”, ovvero il “Moshiaco” Ebreo che non può raggiungere il suo “trono”

finché l’Iran non sarà stato spazzato via.

L’insider della Casa Bianca è una funzionaria di alto livello che in passato ha dato le giuste informazioni su molte altre cose,

la cui identità è stata verificata.

Ulteriori informazioni sulla guerra con l’Iran sono svelate nel video qui sotto [in Inglese]:

 

 


Le informazioni contenute in quest’articolo sono state fornite a David Goldberg – un avvocato Ebreo  presso il “Jewish Center for Antisemitic Study” – da una ex dipendente della Casa Bianca nota solo con il nome di “Isabel”.

La sua storia è stata trasmessa sul canale YouTube di Goldberg [ https://www.youtube.com/channel/UCjSL2D4cTt6Rx-QHVydEqSg ] e lei continua a fornire preziose informazioni su ciò che sta accadendo nella Casa Bianca di Trump.

Nel frattempo continuano gli attacchi antisemiti contro Goldberg, documentati in una serie di video.

Gli sforzi per bloccare la pubblicazione di queste informazioni e chiudere gli account dei social media facenti capo a Goldberg continuano a rappresentare un problema.

................

..............................Ad maiora , ... !!!

 

Edited by baudolino
aggiornamento cartina
  • Triste 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una guerra con l'Iran durerebbe 10 anni, con MILIONI di vittime, oltre al fatto che sono implicati pure russi e cinesi.
Non succederà mai, Trump fa solo la voce grossa per ottenere risultati politici, è sempre stata la sua strategia.

EDIT: A causa di recenti eventi...direi che inizia a farsi preoccupante la cosa..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trump che fa il saggio che non vuole la guerra e cancella il bombardamento all'ultimo, chi l'avrebbe mai detto!

Vedi che alla fine questi americani non sono fessi come sembrano, hanno capito che fare la guerra all'Iran non è come bombardare 4 esaltati in Iraq o in Afghanistan, qui se fanno la catzata scatenano la terza guerra mondiale. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, JuventusOnly ha scritto:

Trump che fa il saggio che non vuole la guerra e cancella il bombardamento all'ultimo, chi l'avrebbe mai detto!

Vedi che alla fine questi americani non sono fessi come sembrano, hanno capito che fare la guerra all'Iran non è come bombardare 4 esaltati in Iraq o in Afghanistan, qui se fanno la catzata scatenano la terza guerra mondiale. 

Che tristezza non riuscire a trovare un compromesso...l'Iran è una delle culle della civiltà a mio avviso.

Tra l'altro molte compagnie aeree stanno cambiando le rotte da e verso l'Iran per timori...

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Jorge Valdivia ha scritto:

Che tristezza non riuscire a trovare un compromesso...l'Iran è una delle culle della civiltà a mio avviso.

Tra l'altro molte compagnie aeree stanno cambiando le rotte da e verso l'Iran per timori...

Beh diciamo che è già un miracolo essere arrivati ad oggi senza una guerra visto che i maggiori alleati degli USA nella regione (Israele e Arabia) vorrebbero una guerra all'Iran il prima possibile per la presunta minaccia nucleare e spingono parecchio in questo senso. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, JuventusOnly ha scritto:

Beh diciamo che è già un miracolo essere arrivati ad oggi senza una guerra visto che i maggiori alleati degli USA nella regione (Israele e Arabia) vorrebbero una guerra all'Iran il prima possibile per la presunta minaccia nucleare e spingono parecchio in questo senso. 

Penso che mai come stavolta l'opinione pubblica occidentale (esclusi ovviamente gli americani) sia tutta pro-Iran e contro gli USA.

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, Ste88 ha scritto:

Penso che mai come stavolta l'opinione pubblica occidentale (esclusi ovviamente gli americani) sia tutta pro-Iran e contro gli USA.

Beh insomma, anche la guerra in Iraq non la voleva nessuno, manifestazioni oceaniche in tutte le capitali europee, ecc. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Vista la situazione bisorrebbe iniziare a parlare di nuovo della situazione tra russi e americani che passa per l'Africa.

Perchè le parole di Putin , molto gravi e allarmiste, non vengono mai citate dai media occidentali?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, ValerioBncnr ha scritto:

 

Vista la situazione bisorrebbe iniziare a parlare di nuovo della situazione tra russi e americani che passa per l'Africa.

Perchè le parole di Putin , molto gravi e allarmiste, non vengono mai citate dai media occidentali?

 

Eh ma per parlare di Guerra fredda bisognerebbe aprire un topic apposito: che però verrebbe immancabilmente invaso dai soliti antiamericani, antiNato, antioccidentali a prescindere, i quali buttandola in caciara, costringerebbero poi il sottoscritto (che notoriamente detesta visceralmente la Russia) ad intervenire a sua volta. E finiremmo probabilmente in rissa. .ghgh

Ergo, una discussione seria, serena e storicamente ragionata temo sia impossibile: quindi alla fine credo sia meglio evitare perché non ne uscirebbe nulla di costruttivo. sefz

 

Mi limito quindi a qualche considerazione asettica e tranquillizzante.

 

Ho visto il video. Il tipo trovo dica alcune cose giuste e soprattutto verso la fine diverse banalità: soprattutto quando paventa il ritorno alla Guerra fredda come se fosse il preludio a chissà quale apocalisse prossima ventura, dimenticando che anche negli anni della finta distensione (ovvero tra la caduta del Muro e la fine del regno di Eltsin) non è  MAI venuta meno la possibilità che scoppiasse (anche per errore) un conflitto nucleare su larga scala. Anzi, con il caos che regnava in Russia in quel periodo, il rischio per certi versi era anche più elevato, visto che la capacità della leadership politica e militare di gestione di una crisi era inferiore e le possibilità che qualcosa sfuggisse di mano ben superiori.

 

In nessun caso, poi, si era giunti al punto di un disarmo reciproco che escludesse il MAD, ed ambedue le parti avevano SEMPRE mantenuto (allora come adesso) un livello di deterrenza reciproca  (leggi capacità offensive) tale da distruggere completamente il mondo innumerevoli volte. Non è quindi che una eventuale nuova corsa agli armamenti (tipo abbandono del trattato START) possa in questo senso peggiorare le cose, visto che di fatto non cambierebbe nulla.

 

Del tutto fuorviante è poi il discorso sul pericolo aumentato da missili ultraprecisi ed ultrapotenti che potrebbero adesso partire dai rispettivi territori: ricordo che gli ICBM con fino a 10 testate MIRV, ciascuno in grado di colpire obiettivi nemici partendo dal proprio territorio sono una costante che ha accompagnato la Guerra fredda dagli anni Sessanta ad oggi e quindi anche qui non è che ci sia nulla di nuovo all'orizzonte: al massimo sono state migliorate le capacità intrusive e la precisione delle singole testate, con riduzione del CEP: che poi capirai cosa cambia migliorare di 100 metri la precisione quando hai una testata di un megaton che ti esplode sulla capa producendo un raggio di distruzione totale di diversi km...sefz

 

Quanto alla presunta capacità delle "nuove mirabolanti armi russe in grado di perforare tutte le difese...": sono tutte càzzate raccontate ai russi per esaltarli ed ai babbei occidentali per terrorizzarli.

 Non è mai esistito uno scudo, né  americano né russo, in grado di garantire protezione impermeabile alla pioggia di MIRV che cadrebbe sulla testa di tutti in caso di conflitto nucleare globale. Non esiste semplicemente la capacità di progettarlo in modo che non possa essere saturato da un adeguato numero di MIRV. Anche nel migliore dei casi solo una minima parte delle testate verrebbe intercettata dai sistemi  ABM mentre la gran parte passerebbe andando a fare il suo sporco lavoro.

 

Quindi quelle di Putin sono sboronate ad uso e consumo dell'orgoglio russo, dato che non è mai venuta meno (neanche ai tempi di Eltsin) la capacità russa di distruggere completamente il mondo. E lo stesso vale ovviamente per gli USA.

 

Quindi di che parliamo esattamente?

Di una Guerra fredda 2.0?

 

Mammagari! Almeno riporterebbe un po' d'ordine nel caos. ;)

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come vedete l'attacco turco sul fronte nordsiriano??

 

Parlando con qualche turco mi dice che Erdogan vuole ristabilire l'ordine cacciando i "terroristi" e ridare quel pezzo di terra ai Siriani... sentendo altri turchi mi dicono che Erdogan è un pazzo che vuole aiutare l'Isis in quelle terre per ricevere il petrolio a prezzo di saldo, come già fatto in passato con suo figlio.

 

 

Io sono più propenso a pensare alla follia di Erdogan che sta veramente giocando col fuoco

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Fox88 ha scritto:

Come vedete l'attacco turco sul fronte nordsiriano??

 

Parlando con qualche turco mi dice che Erdogan vuole ristabilire l'ordine cacciando i "terroristi" e ridare quel pezzo di terra ai Siriani... sentendo altri turchi mi dicono che Erdogan è un pazzo che vuole aiutare l'Isis in quelle terre per ricevere il petrolio a prezzo di saldo, come già fatto in passato con suo figlio.

 

 

Io sono più propenso a pensare alla follia di Erdogan che sta veramente giocando col fuoco

Trappolone in cui è caduto il "sultano".

Vedremo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Fox88 ha scritto:

Come vedete l'attacco turco sul fronte nordsiriano??

 

Parlando con qualche turco mi dice che Erdogan vuole ristabilire l'ordine cacciando i "terroristi" e ridare quel pezzo di terra ai Siriani... sentendo altri turchi mi dicono che Erdogan è un pazzo che vuole aiutare l'Isis in quelle terre per ricevere il petrolio a prezzo di saldo, come già fatto in passato con suo figlio.

 

 

Io sono più propenso a pensare alla follia di Erdogan che sta veramente giocando col fuoco

Come ho detto nel post ora chiuso in JF (sefz) credo che Erdy si sia mosso avendo il * parato: da una parte avendo avuto luce verde da Mosca e dall'altra parte approfittando della schizofrenia politica do Trump che in tre giorni è capace di sfoderare tre tweet diversi ed opposti sulle operazioni turche nel Rojave. .doh

 

Per come la vedo io Erdy rosicchierà un altro pezzo del Rojave ad est dell'Eufrate e stabilirà una fascia di sicurezza oltre il confine turco magari affidandola alla sorveglianza di qualche milizia filoturca come già fatto nel cantone di Afrin. 

Poi fermerà i suoi carri fino al prossimo round

La politica del carciofo.

Mi pare comunque evidente come si stia consolidando nella "Siria che conta" una specie di ripartizione tripartitica tra russi, iraniani e turchi: con Assad a pagare cambiali per la sua sopravvivenza in sella.

Ne avevamo parlato qua dentro (in questo topic o in uno dei quelli precedenti a questo) due anni fa quando infuriava la guerra civile in Siria.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, sol invictus ha scritto:

Come ho detto nel post ora chiuso in JF (sefz) credo che Erdy si sia mosso avendo il * parato: da una parte avendo avuto luce verde da Mosca e dall'altra parte approfittando della schizofrenia politica do Trump che in tre giorni è capace di sfoderare tre tweet diversi ed opposti sulle operazioni turche nel Rojave. .doh

 

Per come la vedo io Erdy rosicchierà un altro pezzo del Rojave ad est dell'Eufrate e stabilirà una fascia di sicurezza oltre il confine turco magari affidandola alla sorveglianza di qualche milizia filoturca come già fatto nel cantone di Afrin. 

Poi fermerà i suoi carri fino al prossimo round

La politica del carciofo.

Mi pare comunque evidente come si stia consolidando nella "Siria che conta" una specie di ripartizione tripartitica tra russi, iraniani e turchi: con Assad a pagare cambiali per la sua sopravvivenza in sella.

Ne avevamo parlato qua dentro (in questo topic o in uno dei quelli precedenti a questo) due anni fa quando infuriava la guerra civile in Siria.

Beh ma era ovvio che la Turchia volesse allungare i suoi confini...

 

Il c... parato da chi?? 

 

Lavrov che ha accolto il capo dei miliziani curdi, con Trump che cambia opinione come cambia pannolini, sicuramente avrà il c.. parato dell'Arabia Saudita,lo stesso Israele penso che non si tanto contento... insomma c è come sempre un bel casotto

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 ore fa, Fox88 ha scritto:

Beh ma era ovvio che la Turchia volesse allungare i suoi confini...

 

Il c... parato da chi?? 

 

Lavrov che ha accolto il capo dei miliziani curdi, con Trump che cambia opinione come cambia pannolini, sicuramente avrà il c.. parato dell'Arabia Saudita,lo stesso Israele penso che non si tanto contento... insomma c è come sempre un bel casotto

Parato nel senso che non credo che Erdy abbia agito senza il preventivo silenzio/assenso di Mosca, che ora come ora è (ahimè) il dominus della scena siriana.

Le relazioni tra il boss turco e i sauditi sono pessime, e questo per diversi ordini di ragioni.

 

I sauditi, dopo avere incassato l'insuccesso in Siria con il fronte anti-Assad sono rientrati in gioco questa volta facendo da sponda ai curdi dello YPG che amministrano il Rojave e che i turchi considerano affiliati al PKK dei curdi di Turchia. Significativa è stata la visita in Rojava di alcuni ufficiali degli Emirati, stretti alleati dei sauditi, che Ankara non ha gradito: evento doppiato dalla visita a Raqqa sotto controllo curdo-USA di un inviato di MBS, con successivo stanziamento di un centinaio di milioni di USD a favore dello YPG da parte di Ryadh.

 

In secondo luogo gli equilibri regionali. Ryadh ha intessuto relazioni con i curdi per controbilanciare l'avvicinamento di Ankara a Teheran. Sauditi e iraniani sono da sempre ai ferri corti e l'intervento di Ryadh in Rojave punta ad assicurarsi la sponda curda in funzione principalmente anti-iraniana, ma anche anti-turca. Ryadh non ha gradito il voltafaccia turco in Siria e teme che si possa realizzare un'asse tra Ankara e Teheran: da qui la rinnovata presenza saudita in Siria dopo circa uno o due anni di assenza seguita  allo sconfitta subita dal fronte anti-Assad sponsorizzato da Ryadh.

 

In terzo luogo le elezioni regionali in Turchia che hanno visto la pesante sconfitta del partito di Erdogan complice anche l'appoggio fornito dal partito curdo di Turchia alle opposizioni anti-Erdogan. Erdy ovviamente non ha dimenticato e quindi adesso punta a far pagare la sua sconfitta elettorale ai curdi, di qua e di là del confine.

 

In quarto luogo Erdy ha necessità di compattare il proprio elettorato uscito indebolito dalle elezioni e  come ogni autocrate che (non) si rispetti, ha scelto di distrarlo con una campagna militare che vellichi il nazionalismo in generale e riporti lui come unico duce. Ovviamente si è scelto il bersaglio più debole, i curdi, nonchè quello che può maggiormente garantirgli il favore dei suoi sostenitori sventolando il pretesto del terrorismo del PKK.

 

Queste, in poche parole, credo siano le ragioni che hanno spinto il duce turco ad attraversare il confine col Rojave. Il terrorismo del PKK in Turchia e la protezione dei confini solo solo un pretesto da dare in pasto all'opinione pubblica. 

 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

È solo la punta dell'iceberg di una complicata partita che vede schierati da una parte USA, Israele, Arabia Saudita ed Emirati e dall'altra Russia, Iran e Turchia per il controllo del medioriente, con conflitti anche all'interno delle stesse alleanze per l'alta posta in gioco.

Intanto la Cina si pappa l'Africa, poi arriverà a riscuotere anche qui.

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel mentre i Curdi, che avevano combattuto in prima fila l'isis, pagando con migliaia di vite, vengono abbandonati allo sterminio Turco.
Tutti chiacchierano ma nessuno fa nulla, l'Europa non esiste e mai esisterà.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 ore fa, OaOx ha scritto:

Nel mentre i Curdi, che avevano combattuto in prima fila l'isis, pagando con migliaia di vite, vengono abbandonati allo sterminio Turco.
Tutti chiacchierano ma nessuno fa nulla, l'Europa non esiste e mai esisterà.

Non era necessario aspettare tutto ciò per saperlo.

 

Intanto i turchi colpiscono, almeno pare, pure i soldati USA.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.