Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

stramazzone77

Decisi i criteri per l'ammissione delle seconde squadre al campionato di serie C 2018-19. Juve seconda, dopo l'Inter, per i criteri

Recommended Posts

5 ore fa, velas ha scritto:

Siamo stati tutti a chiederci, di qua e di là, rispetto a una cosa nuova che ancora non conosciamo. Chi gioca? Dove giocheranno? ecc ecc. Molte cose ancora non le sappiamo, ma.... Poco a poco tante cose sono state esaminate. Poi, a luglio, ne sapremo di più, ma.... ottimo topic! Poche storie.

Proprio perché è una cosa nuova la squadra b si fa il tredd e si fanno ipotesi. Previsioni. Noi juventini guardiamo avanti e siamo avanti. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, stramazzone77 ha scritto:

bah 

Che è successo? Questo è uno dei pochi topic decenti del forum, se vuoi la mia opinione ed è questo il problema

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 4/6/2018 Alle 12:34, glk11 ha scritto:

Io sono di Busto e spero tanto in Pro Patria - Juventus B.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

se la fanno teniamoci in contatto che vengo sicuro!

se ti va

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Bea1998 ha scritto:

Che è successo? Questo è uno dei pochi topic decenti del forum, se vuoi la mia opinione ed è questo il problema

Grazie anche a te :)

 

qualcuno voleva rovinarlo ma non ci è riuscito. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma c'è un termine?

 

quando decideranno le escluse dalla C?

 

 

essendo in Itaglia immagino 3 o 4 giorni prima dell'inizio dei campionati .ehm

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, jimmyw ha scritto:

ma c'è un termine?

 

quando decideranno le escluse dalla C?

 

 

essendo in Itaglia immagino 3 o 4 giorni prima dell'inizio dei campionati .ehm

In realtà, in caso di ricorsi, anche a campionati iniziati.

Quest'anno la Vibonese in D è partita a metà settembre dovendo attendere il ripescaggio in C. Era nel girone con la squadra della mia città e ho vissuto tutta la vicenda da vicino... uno schifo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aggiornamento da sito sfinterato dell'ultim'ora. 

 

 

Un anno di tempo per fare le cose come si deve. 

Vi avevamo già anticipato lo scetticismo da parte dell’Inter per quanto riguarda l’iscrizione da presentare in tempi brevi. Secondo nostre indiscrezioni, la società nerazzurra (che sarebbe ai primi posti nella graduatoria) avrebbe quindi valutato che per iscrivere una squadra in Lega Pro già a partire da questo anno non ci sarebbero i presupposti. I problemi sono di ordine organizzativo e le tempistiche troppo serrate. Ci vogliono un centro sportivo e uno stadio idonei. La squadra dovrebbe essere pronta già per il ritiro, ritiro che si svolgerà tra un mese circa. E non si tratta più di iscrivere semplicemente una squadra ad un torneo giovanile, ma di creare una vera e propria prima squadra. Non solo. Una squadra competitiva e non semplicemente abbozzata. Una squadra che non si squagli alle prime difficoltà.

Al momento Piero Ausilio è impegnatissimo sul fronte plusvalenze. Entro la fine del mese il bilancio andrà sistemato e le priorità della società nerazzurra guardano tutte in quella direzione. Nel panorama delle società di serie A una delle poche squadre che potrebbe iscriversi in Lega Pro è la Juventus (in virtù della congiuntura tra centro sportivo e stadio e naturalmente per l’ampia disponibilità di giocatori in prestito). Il costo totale dell’avventura in Lega Pro ammonterebbe a circa 5 milioni di euro (di cui 1,2 mln da mettere nell’iscrizione subito). Un costo al quale dovrà corrispondere un’adeguata organizzazione a più livelli.

 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, ★Lewis★ ha scritto:

In realtà, in caso di ricorsi, anche a campionati iniziati.

Quest'anno la Vibonese in D è partita a metà settembre dovendo attendere il ripescaggio in C. Era nel girone con la squadra della mia città e ho vissuto tutta la vicenda da vicino... uno schifo

.doh

Share this post


Link to post
Share on other sites

E ti pareva che non alzava la voce pure la lega di B:

 

Lega di B:  "Figc tolga promozione seconde squadre"

L'istanza della Lega di B

 

 

(ANSA) - MILANO, 5 GIU - "La Figc deve chiarire che il progetto delle seconde squadre deve essere limitato alla Lega Pro".

La Lega B non cambia posizione e il presidente Mauro Balata nelle prossime ore invierà "un'istanza formale al commissario Fabbricini affinché la Federcalcio modifichi la delibera escludendo la possibilità che le seconde squadre vengano promosse in Serie B". In caso contrario, ha aggiunto il presidente della Lega B, "l'assemblea ha deliberato di presentare il ricorso al Tribunale federale per chiedere l'annullamento della delibera".

"All'esito dell'istanza, ci siederemo a un tavolo come già concordato con il vice commissario Costacurta per confrontarci e valutare se questo progetto delle seconde squadre è inseribile in un campionato come il nostro, con specificità e natura ben precise - ha spiegato Balata -. A nostro avviso, vi sono anche problemi di natura giuridica che attengono la salvaguardia della Serie B".

Share this post


Link to post
Share on other sites
32 minuti fa, Fuorionda ha scritto:

E ti pareva che non alzava la voce pure la lega di B:

 

Lega di B:  "Figc tolga promozione seconde squadre"

L'istanza della Lega di B

 

 

(ANSA) - MILANO, 5 GIU - "La Figc deve chiarire che il progetto delle seconde squadre deve essere limitato alla Lega Pro".

La Lega B non cambia posizione e il presidente Mauro Balata nelle prossime ore invierà "un'istanza formale al commissario Fabbricini affinché la Federcalcio modifichi la delibera escludendo la possibilità che le seconde squadre vengano promosse in Serie B". In caso contrario, ha aggiunto il presidente della Lega B, "l'assemblea ha deliberato di presentare il ricorso al Tribunale federale per chiedere l'annullamento della delibera".

"All'esito dell'istanza, ci siederemo a un tavolo come già concordato con il vice commissario Costacurta per confrontarci e valutare se questo progetto delle seconde squadre è inseribile in un campionato come il nostro, con specificità e natura ben precise - ha spiegato Balata -. A nostro avviso, vi sono anche problemi di natura giuridica che attengono la salvaguardia della Serie B".

e questo chi è? .ghgh

 

si attenga alle decisioni della FIGC invece di rompere.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Fuorionda ha scritto:

Aggiornamento da sito sfinterato dell'ultim'ora. 

 

 

Un anno di tempo per fare le cose come si deve. 

Vi avevamo già anticipato lo scetticismo da parte dell’Inter per quanto riguarda l’iscrizione da presentare in tempi brevi. Secondo nostre indiscrezioni, la società nerazzurra (che sarebbe ai primi posti nella graduatoria) avrebbe quindi valutato che per iscrivere una squadra in Lega Pro già a partire da questo anno non ci sarebbero i presupposti. I problemi sono di ordine organizzativo e le tempistiche troppo serrate. Ci vogliono un centro sportivo e uno stadio idonei. La squadra dovrebbe essere pronta già per il ritiro, ritiro che si svolgerà tra un mese circa. E non si tratta più di iscrivere semplicemente una squadra ad un torneo giovanile, ma di creare una vera e propria prima squadra. Non solo. Una squadra competitiva e non semplicemente abbozzata. Una squadra che non si squagli alle prime difficoltà.

Al momento Piero Ausilio è impegnatissimo sul fronte plusvalenze. Entro la fine del mese il bilancio andrà sistemato e le priorità della società nerazzurra guardano tutte in quella direzione. Nel panorama delle società di serie A una delle poche squadre che potrebbe iscriversi in Lega Pro è la Juventus (in virtù della congiuntura tra centro sportivo e stadio e naturalmente per l’ampia disponibilità di giocatori in prestito). Il costo totale dell’avventura in Lega Pro ammonterebbe a circa 5 milioni di euro (di cui 1,2 mln da mettere nell’iscrizione subito). Un costo al quale dovrà corrispondere un’adeguata organizzazione a più livelli.

 

 

In pratica stanno con le pezze al cu*o... .ghgh

 

2 ore fa, stramazzone77 ha scritto:

e questo chi è? .ghgh

 

si attenga alle decisioni della FIGC invece di rompere.

Quando fanno così significa che vogliono dei soldi .sisi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le squadre B delle grandi di serie A, porterebbero maggior interesse per la serie B. Oggi la seguono in pochi ma un Juve B- Perugia o un'Inter B-Novara, sarebbero seguite con maggiore interesse

Share this post


Link to post
Share on other sites
32 minuti fa, rocciaj ha scritto:

Secondo voi è possibile che si pensi anche ad una Juventus categoria Berretti?

A parte che siamo OT, ma mi risulta che da quando c'è AA non abbiamo mai partecipato. E giustamente direi, mi pare che siano rimasti solo bovini e prescritti

Share this post


Link to post
Share on other sites
37 minuti fa, xciaoxp ha scritto:

Scusate la domanda stupida, ma questa classifica a cosa serve? 

Nn sará sufficente presentare domanda d'iscrizione, ma tutto dipenderá da quante squadre della serie C falliranno e quindi da quanti spazi vuoti ci saranno.

Questa classifica servirá per dare un ordine di precedenza per l'iscrizione delle squadre B.

Es. fanno domanda: Inter, Juve, Milan, Atalanta, Roma....ma risulta che ci sta lo spazio per solo 2 squadre, quindi si guarda la classifica ed alle prime due gli si da il permesso d'iscrizione. 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minuti fa, Hookie ha scritto:

A parte che siamo OT, ma mi risulta che da quando c'è AA non abbiamo mai partecipato. E giustamente direi, mi pare che siano rimasti solo bovini e prescritti

L'ho scritto qui in quanto lo berretti è un po' la primavera di C.

Forse avendo una formazione b

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sbaglio o se ne parla un po' poco di queste squadre b (a parte noi nei forum)? Quando viene nominato un giovane di proprietà  juventus si dice che andrà ancora in prestito qua o là.....ma mai che potrebbe andare nella squadra b. Non vorrei che la dirigenza della juventus stia sottovalutando la grande importanza di avere una squadra b , soprattutto dal punto di vista commerciale . 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 5/6/2018 Alle 00:52, Bea1998 ha scritto:

E' un aspetto significativo ma francamente secondario. Non credo proprio che capiterà spesso di attingere dalla squadra B, o comunque non più di quanto non si attinga ora dalla Primavera da cui vengono convocati saltuariamente alcuni giocatori. Il vero punto è che continuano ad essere tuoi, li fai allenare con la squadra A e li puoi valutare da vicino, li puoi gestire come credi più conveniente tu sotto tutti i punti di vista e negli anni più importanti della loro formazione, intorno ai 20, quando finora erano costretti ad andarsene in qualche squadra di quart'ordine per poi nella gran parte dei casi perdersi, per una ragione o per l'altra. 

In primavera ci sono ragazzi dai 15 ai 19 anni senza alcuna esperienza del calcio vero. Nella squadra B ci saranno ragazzi già pronti, di 21/22 anni e che giocheranno (magari tra qualche anno) già in serie B. Attingere alla squadra B sarà tutta un'altra cosa rispetto ad attingere alla primavera.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non mi pare sia stato già postato. Da Juventibus:

 

di Fabio Giambò

Juve B e seconde squadre: tutto quello che c’è da sapere

Le abbiamo guardate con distacco quando il nostro calcio era il migliore d’Europa, abbiamo cominciato ad avere qualche curiosità in più nel momento in cui si sono presentati i primi scricchiolii, adesso rappresentano uno dei paletti che il governo pallonaro italiano vorrebbe fissare per tentare di riaccendere il furore di una macchina ormai passata di moda: stiamo parlando delle seconde squadre, uno dei cavalli di battaglia politici della dirigenza della Juventus, non a caso l’unica società italiana che negli ultimi anni ha retto il confronto con i migliori club continentali, e che ha le idee chiare su quello che potrebbe essere un importante strumento per presentarsi ai nastri di partenza delle coppe europee con una rosa al completo e dunque non con caselle vuote alla voce Club-trained player (CTP), quei calciatori che per regolamento Uefa devono aver disputato nel club di appartenenza almeno tre stagioni fra i 15 ed i 21 anni di età. Per chiarire meglio la posizione della Vecchia Signora, nella stagione 2016/2017 nella lista dei 25 due posti sono rimasti sempre scoperti poiché dei 4 obbligatoriamente riservati ai CTP solamente due sono stati occupati da Marchisio e Pinsoglio.

 

I PARAMETRI

L’idea della Figc, ormai ufficiale, è quella di introdurre appunto le seconde squadre delle società di Serie A per colmare eventuali vuoti d’organico in Serie C, e dunque risolvere parzialmente così gli infiniti problemi con i quali si è avuto a che fare relativamente ad inadempienze amministrative e annesse penalizzazioni o fallimenti vari: ogni tre squadre ripescati in C, dunque, una sarà una seconda squadra, una un club retrocesso dalla C, una un club vincitore di playoff di Serie D. Questi i criteri sportivi, poi ci sono quelli legati alla graduatoria delle seconde squadre: è stato stabilito un coefficiente costituito da tre voci. Innanzitutto il coefficiente azzurro: peserà al 40%, si terrà conto del numero di calciatori convocati nella Nazionale italiana dalla rappresentativa under-15 all’under-21. Poi il coefficiente campionato che peserà al 30%: più alta è la posizione in classifica nel campionato di Serie A 2017/2018, più alto sarà il punteggio ricevuto. Infine, sempre al 30%, verrà considerato il coefficiente spettatori: conta la media spettatori nelle partite interne dalla stagione 2012/2013 alla stagione 2016/2017, verranno ovviamente premiate le società più seguite. Nota importante: la seconda squadra che partecipa al campionato di Serie C può essere promossa in Serie B, ma non potrà mai partecipare alla stessa competizione della prima squadra, e dunque neanche in lega superiore. In caso di retrocessione dalla C alla D, non si potrà procedere all’iscrizione in D, ma si ripartirebbe con l’eventuale trafila per il ripescaggio in C. Tenuto conto di tutto quanto detto fino ad ora, la Juventus sarebbe seconda nella graduatoria delle seconde squadre, davanti solo l’Inter, subito dietro Milan, Roma e via via tutte le altre sino al Parma fanalino di coda.

 

Riepilogando schematicamente:

– coefficiente azzurro (40%);
– coefficiente campionato (30%);
– coefficiente spettatori (30%).

 

LE REGOLE DI COMPOSIZIONE

Chiariti i concetti burocratici, come dovranno essere costituite sul campo queste seconde squadre? Massimo 23 calciatori per squadra, 19 nati dopo l’1/1/1996, 4 fuori-quota di cui almeno 1 portiere, ogni calciatore non deve aver disputato più di 50 partite nel campionato di Serie A, ed ovviamente non può far parte dell’elenco dei 25 della prima squadra. Inoltre nei calciatori inseriti nella distinta di una partita, almeno 16 dovranno essere tesserati in una società affiliata alla Figc da 7 stagioni. Sono consentiti i passaggi fra prima e seconda squadra a campionato in corso, nel rispetto dei limiti già specificati: nel caso in cui un calciatore venisse impiegato per 5 volte in prima squadra, però, non potrebbe più essere riutilizzato in seconda squadra.

Riepilogando schematicamente:

– rosa da 23 calciatori con max 50 partite in A;
– 19 nati dopo l’1/1/96;
– 4 fuori-quota;
– 16 tesserati Figc da 7 anni.

Proviamo dunque ad immaginare da chi sarebbe costituita la rosa della Juventus B rispettando le limitazioni specificate.

 

LA SQUADRA

I due portieri sarebbero coloro che si sono alternati nella Primavera bianconera quest’anno, Mattia Del Favero e Leonardo Loria. Potrebbero rientrare nel giro anche Emil Audero, Alberto Brignoli e Lairentiniu Branescu, ma chi per motivi di mercato, chi per motivi di età, difficilmente faranno parte della seconda squadra bianconera. Folto il gruppo dei difensori con gli “esperti” Del Fabro e Pol Garcia ad agire da fuori-quota ed aprire il resto della lista che comprenderebbe i classe ’97 Parodi, Pellizzari e Zappa, i ’98 Coccolo e Vogliacco, e i ’99 Zanandrea e Delli Carri. Tutti calciatori con esperienza fra B, C e Primavera. Non prendiamo in considerazione Rogerio, nell’ultima stagione in prestito al Sassuolo, perché molto probabilmente il terzino brasiliano verrà girato in qualche squadra di categoria superiore. Nella lista potrebbero rientrare anche Mattias Andersson e Alessandro Tripaldelli, rispettivamente in prestito nell’ultima stagione e non più in età da “Primavera” per la prossima se non da fuori-quota. Mediana di una certa esperienza con Tello e Macek, già “navigati” in Serie B (ma con ottimo mercato all’estero), poi Muratore (largamente impiegato in Primavera quest’anno, ma nuovamente infortunato) con Tamba M’Pinda e Kameraj (anche quest’ultimo coi giovani bianconeri nella stagione 17/18). Sarebbe arruolabile sia come età che come anni da tesserato Figc anche Rolando Mandragora, ma per lui, che vanta già un discreto curriculum fra A, B e Nazionale, il destino ha già in programma altre mete. Fuori discussione Luca Marrone, già da tempo non rientra più nei piani societari. Nutrita la lista dei trequartisti, Luca Clemenza il nome più noto, poi la speranza Matheus Pereira (non facile però immaginare un suo rientro in Italia), e i gioiellini non sempre espressi Mosti e Siani. Escludiamo dai 23 Ferdinando Del Sole, Riccardo Orsolini e Grigoris Kastanos per l’interesse di diverse società di A e B, e Leonardo Mancuso (classe 1992) per questioni d’età. Infine i tre attaccanti prescelti: Arnel Jakupovic, Nicolò Pozzebon e Luka Oliveira. Il primo punta di diamante della Primavera di quest’anno, il secondo al rientro da un’esperienza in C, l’ultimo giovane speranza che tornerà alla base dopo un girovagare fra B e Portogallo. Per gli stessi motivi di mercato di cui prima, non sono stati inseriti in lista Moise Kean ed Alberto Cerri.

 

N.B.: non sono stati presi in considerazione calciatori nati dall’1/1/2000 in avanti, ritenuti ancora esclusivamente Primavera, fermo restando che anche questi potrebbero liberamente “transitare” in prima o seconda squadra in caso di volontà/necessità. 

In definitiva, eccola la possibile lista dei 23 che comporrebbero oggi la Juventus B 2018/2019:

 

PORTIERI

Mattia Del Favero 5/6/98
Leonardo Loria 29/3/99

 

DIFENSORI

Dario Del Fabro 24/3/95*
Pol Garcia 18/2/95*
Giulio Parodi 30/9/97
Stefano Pellizzari 3/1/1997
Luca Coccolo 23/2/98
Claudio Zappa 30/3/97
Gianmaria Zanandrea 26/5/99
Alessandro Vogliacco 14/9/98
Filippo Delli Carri 3/5/99

 

CENTROCAMPISTI

Simone Muratore 30/5/98 (centrale)
Roger Tamba M’Pinda 13/8/98**
Andres Tello 6/9/96**
Roman Macek 18/4/97**
Cendrim Kameraj 13/3/99**

 

TREQUARTISTI

Luca Clemenza 9/7/97
Matheus Pereira 25/2/98**
Nicola Mosti 7/2/98
Giorgio Siani 9/1/97

 

ATTACCANTI

Arnel Jakupovic 29/5/98**
Luka Oliveira 8/1/98**
Nicolò Pozzebon 3/5/97

 

*fuori-quota
**non è tesserato Figc da 7 stagioni

 

Altri calciatori di proprietà della Juve attualmente non in prima squadra:

 

PORTIERI

Emil Audero 18/1/97, Alberto Brignoli 19/8/91, Lairentiniu Branescu 30/3/94, Timothy Nocchi 7/7/90, Alberto Gallinetta 16/4/92

 

DIFENSORI

Mattias Andersson 13/3/98, Rogerio 13/1/98, Alessandro Tripaldelli 9/2/99, Luca Barlocco 20/2/95, Nazareno Belfasti 15/7/93, Matteo Vitale 14/1/99

 

CENTROCAMPISTI

Rolando Mandragora 29/6/97, Luca Marrone 28/3/90, Alessandro Di Pardo 18/7/99, Leandro Fernandes 25/12/99

 

ALI/TREQUARTISTI

Ferdinando Del Sole 17/1/98, Riccardo Orsolini 24/1/97, Leonardo Mancuso 26/5/92, Grigoris Kastanos 30/1/98, Stefano Beltrame 8/2/93

 

ATTACCANTI

Moise Kean 28/2/2000, Alberto Cerri 16/4/96, Alhassanae Soumah 2/3/96, King Udoh 5/9/97, Stefano Padovan 16/4/94, Eric Lanini 25/2/94, Davide Cais 17/2/94, Marco Olivieri 30/6/99

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, jurgen kohler ha scritto:

Non mi pare sia stato già postato. Da Juventibus:

 

di Fabio Giambò

Juve B e seconde squadre: tutto quello che c’è da sapere

ok, articolo esaustivo. 

Probabile che l'autore abbia avuto un'imbeccata dalla società. Mi chiedo solo se sia definitiva l'esclusione di Marrone. Immagino che il discorso riguardi l'ingaggio, ma tutto sommato, invece che sbattersi in campetti di provincia di qua e di là, in serie B, non vedo perché Marrone non possa preferire la Juventus B, e quindi tornare alla casa madre. Ma insomma, sono dettagli...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.