Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Deborah J

TS, Inchiesta Ultras. Il Questore: "Fate tutti come la Juve". De Matteis: "Indagine che può essere replicata in tutt'Italia". Capo della Digos: "Juve parte lesa, ha collaborato"

Recommended Posts

Adesso, Lagavulin84 ha scritto:

infatti in inghilterra, patria del calcio, non ci sono .sisi 

infatti Ferguson (non uno qualunque) ha espresso più volte il suo pensiero 

Share this post


Link to post
Share on other sites
36 minuti fa, ArturoCR93 ha scritto:

in Germania addirittura i settori riservati agli ultras non hanno i seggiolini, solo gradoni, poi non ho capito come fanno a montarli per le partite europee dove vigono altre regole

Sono fatti di Lego 😁

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, dadapavel ha scritto:

infatti Ferguson (non uno qualunque) ha espresso più volte il suo pensiero 

non so cosa abbia detto, ma non mi interessa molto .sisi 

Share this post


Link to post
Share on other sites
34 minuti fa, Lagavulin84 ha scritto:

non mi hai risposto, vige una legge diversa in curva?

Dai, capita in ogni ambito che ci siano regole non scritte... pure in alcuni settori di lavoro non c'è una legge che ti dica di metterti la cravatta, ma la metti. A meno che tu non sia Marchionne. Lo sai e ti adegui, oppure fai altro. Non c'entra nulla con comportamenti illegali, che invece vanno estirpati. 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Lagavulin84 ha scritto:

caro amico, sbagli già qui. il senso di rispetto delle regole parte proprio dal basso: rispettare una fila, una distribuzione del posto, un divieto come quello del fumo, sono basi elementari di comportamento e sostanziano rispetto di regole superiori per rilevanza sociale.

 

premesso ovviamente che tu ritieni le ritieni piccolezze, ma non le sono. vuol dire sfavorire gente che magari ha pagato caro un posto migliore del tuo, non lasciare una persona di bassa statura come ad esempio un bambino la possibilità di vedere, o non permettere ad una persona ad esempio con l'asma di godersi la partita in santa pace.

 

ma alla radice, vuol dire creare un clima di dove la regola non conta a prescindere, e la mancanza di rispetto delle regole più basilare è il preludio alla mancanza di rispetto di regole più rilevanti. e infatti in tutte le curve i delinquenti sguazzano, perché per loro è un humus naturale. vai in tribuna a impedire alla gente di sedersi al proprio posto! ti sbattono fuori in cinque minuti. 

 

e non parlarmi della germania: con tutti i difetti del caso qui la gente è molto più civile. può piacere o no (e anche i tedeschi hanno i loro difetti), ma c'è un livello di civiltà e rispetto delle regole che in italia ci sogniamo. questo rende tollerabili anche situazioni borderline, proprio perché alla radice c'è un senso del comportamento diverso. ovvio ci sono le teste di c anche qui, ma alla fine tutto funziona. dove vivo non ci sono i tornelli all'entrata della metro. chi pagherebbe in italia, se fosse così?

Lagavulin, apprezzo il motdo in cui ti poni ed è questo il confronto che mi piace, anche se di quanto scrivi condivido ben poco.

Quelle che tu indichi basi elementari di comportamento, si possono individuare in molte sfaccettature della socialità e possono implicare risvolti pratici ben diversi a seconda delle prospettive da cui si guarda.
Per esempio, per me, la più elementare delle basi di comportamento è la tolleranza della diversa natura delle persone che mi circondano e della loro libertà di espressione. Ovviamente fino a che si rimane dell'ambito di comportamenti civili, legali e che non ledono le libertà altrui.
A molte persone piace vedere la partita in piedi e sottostare all'imposizione di posti numerati da più svantaggi che vantaggi. Dal momento che, se si decidesse che in curva sud si può stare in piedi e che si vendono biglietti non numerati, non si limiterebbe la libertà di godersi la partita come meglio crede a nessuno, non vedo per quale motivo non lo si possa fare.
Esistono le alternative: in curva si vive la partita così, se non mi piace ci sono altri 3/4 di stadio a disposizione. Se mai io dovessi vedere una partita un curva nord, stai certo che la guarderei seduto al mio posto per rispetto di tutti quelli che hanno scelto quel settore proprio per poterla guardare così. E' il loro modo di fare, a loro piace così... Se sono fuoriluogo mi adeguo. Allo stesso tempo se una persona che non ama vedere la partita in piedi o una bandiera che sventola, trovasse un biglietto in curva sud gradirei che si adeguasse lui a noi.

Tiri in ballo le regole accusandomi velatamente di essere in fondo mosso da amore per l'illegalità. 
Guarda che io, come moltissimi, non siamo contro le regole. Solo che nel mio mondo ideale le regole devono essere poche e chiare, solo dove effettivamente servono. Invocare più regole, per il mero gusto di sentirsi fantasticamente "civili" nel rispettarle tutte mi è sempre sembrato puro onanismo.

Chi fa bagarinaggio, chi impone linee di condotta con la violenza, chi fa del razzismo e della politica (per di più se estremista) in curva va allontanato: però che ognuno paghi per le proprie azioni e nessuno paghi colpe non sue. Le possibilità di farlo ci sono e tra tdt, tornelli e vidosorveglianza siamo già scesi ad abbondanti compromessi "per la nostra sicurezza". Il discorso dei grandi numeri, che mi faceva qualcuno poco prima lo trovo semplicemente aberrante. Ma li entra in gioco proprio la visione della vita stessa e probabilmente anche l'ideale politico che si persegue, quindi eviterò di rispondere e trascinare la discussione off topic.
Però imporre il posto numerato, la partita vista da seduto, l'eliminare bandiere, megafoni, fumogeni e tamburi, non ha niente a che vedere con l'illegalità. E' semplicemente una vessazione, seppur lecita e legale.
Quale sarebbe lo scopo: beh, evidentemente eliminare quel modo di tifare a cui molti sono affezionati.
Per quale motivo: io ci leggo solo interessi economici come già ho detto prima, perchè un  altro tipo di fruizione sarebbe sicuramente meno remunerativa. 
Io credo che da tifosi e frequentatori assidui della curva, o se preferiscono i commercialisti del forum, da "clienti affezionati" (mi fa senso anche solo scriverlo) abbiamo tutto il diritto di discutere sull'opportunità o meno di fare saltare tutti quei codici non scritti che autoregolano le curve da quando esistono. E spero bene che su questo ultimo punto non mi si fraintenda e non mi si voglia fraintendere visto che ho ampiamente introdotto il discorso.  

In ultimo, il discorso che fai sulla Germania potrà anche essere vero, ma che in Italia certi discorsi siano del tutto improponibili è un tuo personalissimo pregiudizio. 

  • Mi Piace 2
  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, PiazzaSanCarlo ha scritto:

Lagavulin, apprezzo il motdo in cui ti poni ed è questo il confronto che mi piace, anche se di quanto scrivi condivido ben poco.

Quelle che tu indichi basi elementari di comportamento, si possono individuare in molte sfaccettature della socialità e possono implicare risvolti pratici ben diversi a seconda delle prospettive da cui si guarda.
Per esempio, per me, la più elementare delle basi di comportamento è la tolleranza della diversa natura delle persone che mi circondano e della loro libertà di espressione. Ovviamente fino a che si rimane dell'ambito di comportamenti civili, legali e che non ledono le libertà altrui.
A molte persone piace vedere la partita in piedi e sottostare all'imposizione di posti numerati da più svantaggi che vantaggi. Dal momento che, se si decidesse che in curva sud si può stare in piedi e che si vendono biglietti non numerati, non si limiterebbe la libertà di godersi la partita come meglio crede a nessuno, non vedo per quale motivo non lo si possa fare.
Esistono le alternative: in curva si vive la partita così, se non mi piace ci sono altri 3/4 di stadio a disposizione. Se mai io dovessi vedere una partita un curva nord, stai certo che la guarderei seduto al mio posto per rispetto di tutti quelli che hanno scelto quel settore proprio per poterla guardare così. E' il loro modo di fare, a loro piace così... Se sono fuoriluogo mi adeguo. Allo stesso tempo se una persona che non ama vedere la partita in piedi o una bandiera che sventola, trovasse un biglietto in curva sud gradirei che si adeguasse lui a noi.

Tiri in ballo le regole accusandomi velatamente di essere in fondo mosso da amore per l'illegalità. 
Guarda che io, come moltissimi, non siamo contro le regole. Solo che nel mio mondo ideale le regole devono essere poche e chiare, solo dove effettivamente servono. Invocare più regole, per il mero gusto di sentirsi fantasticamente "civili" nel rispettarle tutte mi è sempre sembrato puro onanismo.

Chi fa bagarinaggio, chi impone linee di condotta con la violenza, chi fa del razzismo e della politica (per di più se estremista) in curva va allontanato: però che ognuno paghi per le proprie azioni e nessuno paghi colpe non sue. Le possibilità di farlo ci sono e tra tdt, tornelli e vidosorveglianza siamo già scesi ad abbondanti compromessi "per la nostra sicurezza". Il discorso dei grandi numeri, che mi faceva qualcuno poco prima lo trovo semplicemente aberrante. Ma li entra in gioco proprio la visione della vita stessa e probabilmente anche l'ideale politico che si persegue, quindi eviterò di rispondere e trascinare la discussione off topic.
Però imporre il posto numerato, la partita vista da seduto, l'eliminare bandiere, megafoni, fumogeni e tamburi, non ha niente a che vedere con l'illegalità. E' semplicemente una vessazione, seppur lecita e legale.
Quale sarebbe lo scopo: beh, evidentemente eliminare quel modo di tifare a cui molti sono affezionati.
Per quale motivo: io ci leggo solo interessi economici come già ho detto prima, perchè un  altro tipo di fruizione sarebbe sicuramente meno remunerativa. 
Io credo che da tifosi e frequentatori assidui della curva, o se preferiscono i commercialisti del forum, da "clienti affezionati" (mi fa senso anche solo scriverlo) abbiamo tutto il diritto di discutere sull'opportunità o meno di fare saltare tutti quei codici non scritti che autoregolano le curve da quando esistono. E spero bene che su questo ultimo punto non mi si fraintenda e non mi si voglia fraintendere visto che ho ampiamente introdotto il discorso.  

In ultimo, il discorso che fai sulla Germania potrà anche essere vero, ma che in Italia certi discorsi siano del tutto improponibili è un tuo personalissimo pregiudizio. 

Non sei tu che decidi se in curva ci vogliono i posti numerati o no. Ma la società che è la proprietaria. Se ha deciso cosi, sei tu che ti adegui. Non ti va di seguire la logica del posto numerato? Te la guardi da casa. Non è che siccome, secondo te non è giusto, fai come ti pare. Mi pare abbastanza semplice come discorso. O no?

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, the killing hand ha scritto:

Non sei tu che decidi se in curva ci vogliono i posti numerati o no. Ma la società che è la proprietaria. Se ha deciso cosi, sei tu che ti adegui. Non ti va di seguire la logica del posto numerato? Te la guardi da casa. Non è che siccome, secondo te non è giusto, fai come ti pare. Mi pare abbastanza semplice come discorso. O no?

Sarebbe bello se tutti i club (che già si sono lamentati) stessero a casa....ma tenendosi il biglietto....

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, the killing hand ha scritto:

Non sei tu che decidi se in curva ci vogliono i posti numerati o no. Ma la società che è la proprietaria. Se ha deciso cosi, sei tu che ti adegui. Non ti va di seguire la logica del posto numerato? Te la guardi da casa. Non è che siccome, secondo te non è giusto, fai come ti pare. Mi pare abbastanza semplice come discorso. O no?

Certo, è molto semplice come discorso.
Azione - Reazione. Il più semplice di tutti.

Mi ponevo ad un livello di discussione diverso, a disposizione per chi ne vuole parlare.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, dadapavel ha scritto:

 

Semplicemente sembrate difendere la curva sud che, e cito un fatto reale, ha esposto striscioni di dissenso verso la società e solidarietà verso i criminali (VERI AUTENTICI CRIMINALI CERTIFICATI. qui non c'è nessuna possibilità di smentita vista la quantità enorme di prove e delle molteplici fonti da cui derivano).

 

Nel momento in cui vi dissociate da questo, è evidente non siate criminali, ma dovreste farlo. Io lo farei. Ma per me stesso, non vorrei essere associato a criminalità organizzata

 

Per quel che si parlava del tifo ultras, quando era sano era bello, sulla legittimità dello stare seduti etc, purtroppo l'allianz è privato, c'è poco da fare. 

 

Ma onestamente non credo ci possa esser correlazione tra associazioni a delinquere e caro biglietti/gestione capitalista stadio. Semmai si protesta, ma la correlazione causale con la delinquenza sistematica programmata non sussiste proprio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forse a qualcuno NON è ben chiara una cosa:

 

- avere il permesso per vendere i propri prodotti ALL’ INTERNO della curva sud, è una CONCESSIONE da parte della società (non di poco conto), che permette così di far guadagnare UN SACCO DI EURO ai gruppi in questione. 

 

- avere il permesso  di esporre lo striscione gigantesco, permette ti ottenere una vastissima visibilità. Anche questa è una CONCESSIONE da parte della società 

 

 

- avere il permesso di occupare i posti a proprio piacimento in sud, a differenza degli altri settori, è una CONCESSIONE da parte della società. Che per altro, ha trovato una soluzione che permetteva la convivenza pacifica ai gruppi, separandoli fra il primo ed il secondo anello

 

Quando tutti questi PRIVILEGI non dovuti non bastano più, è chiaro che poi tira e tira, la corda si spezza. Ricattare i propri tifosi, minacciando di sbandierare per tutta la partita i bandieroni, con lo scopo di oscurare la visibilità, se non si canta, NON VA BENE. Minacciare i propri tifosi con la violenza se cantano senza il permesso, NON VA BENE. Minacciare la società, creando disordini per avere ALTRI PRIVILEGI, NON VA BENE

 

Se tutto questo non vi è chiaro, evitate di scrivere. E vi posso assicurare che ne ho lasciate di cose non dette. Che poi questo accade in TUTTI gli stadi, non è una giustificazione.

 

La curva, può tornare ad essere bellissima e calorosa, anche senza questi 4 barboni vagabondi che si fingono ultras della Juve, ma che vogliono solo lucrare, sfruttando una potenza come la Juventus, che richiama un attenzione, che altri club in Italia e nel mondo, non hanno...

 

Chi difende questi barboni, è uno di loro...oppure non capisce un Kaiser , ma scrive tanto per...

 

Gli ultras sono tutti quei tifosi che amano la Juve e fanno sacrifici economici ed anche di fatica per assistere alla partita. Che tifano per passione. Quindi gli ultras sono presenti anche nelle tribune...

 

Quelli che sono indagati, NON sono ultras, sono dei barboni che non hanno voglia di lavorare PUNTO 

 

FORZA JUVENTUS 

  • Mi Piace 7

Share this post


Link to post
Share on other sites

In ogni caso pochi post fa ho lanciato uno spunto di riflessione che in mezzo a questi botta e risposta avvelenato non è stato colto, ma mi piacerebbe che qualcuno ne ragionasse con me.

La dinamiche delle cose mi sembra abbastanza chiara: la delinquenza entra in curva per fare business. Il business più remunerativo è quello del bagarinaggio. Il bagarinaggio frutta cifre spropositate perchè alle società conviene sovvenzionare i delinquenti con biglietti omaggio piuttosto che ricevere multe che arrecherebbero maggior danno al club.
 
Perchè, secondo voi nessuno si è mai battuto per andare alla radice del problema?
Perchè sono decenni che le società sono ricattabili e nessuna di loro si è mai realmente battuta per eliminare l'assurda responsabilità oggettiva?

Se le società non fossero ricattabili, se ci fossero dei veri controlli antibagarinaggio, il business si ridurrebbe ai minimi termini e a nessuno interesserebbe imporsi a tutti i costi pur di mantenerne il controllo. 
Invece si preferisce, dopo anni di connivenza tra società, polizia e delinquenti, mettere in piedi un teatrino da migliaia di intercettazioni che porta a conseguenze drastiche ed immediate quando per assurdo in questo momento nessuno è ancora colpevole di nulla.

Questa cosa fatico a capirla, a prescindere da ogni discorso pro/contro Ultras.  

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, PiazzaSanCarlo ha scritto:

In ogni caso pochi post fa ho lanciato uno spunto di riflessione che in mezzo a questi botta e risposta avvelenato non è stato colto, ma mi piacerebbe che qualcuno ne ragionasse con me.

La dinamiche delle cose mi sembra abbastanza chiara: la delinquenza entra in curva per fare business. Il business più remunerativo è quello del bagarinaggio. Il bagarinaggio frutta cifre spropositate perchè alle società conviene sovvenzionare i delinquenti con biglietti omaggio piuttosto che ricevere multe che arrecherebbero maggior danno al club.
 
Perchè, secondo voi nessuno si è mai battuto per andare alla radice del problema?
Perchè sono decenni che le società sono ricattabili e nessuna di loro si è mai realmente battuta per eliminare l'assurda responsabilità oggettiva?

Se le società non fossero ricattabili, se ci fossero dei veri controlli antibagarinaggio, il business si ridurrebbe ai minimi termini e a nessuno interesserebbe imporsi a tutti i costi pur di mantenerne il controllo. 
Invece si preferisce, dopo anni di connivenza tra società, polizia e delinquenti, mettere in piedi un teatrino da migliaia di intercettazioni che porta a conseguenze drastiche ed immediate quando per assurdo in questo momento nessuno è ancora colpevole di nulla.

Questa cosa fatico a capirla, a prescindere da ogni discorso pro/contro Ultras.  

Evidentemente il problema non è solo il bagarinaggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Pavel Christ Superstar ha scritto:

Semplicemente sembrate difendere la curva sud che, e cito un fatto reale, ha esposto striscioni di dissenso verso la società e solidarietà verso i criminali (VERI AUTENTICI CRIMINALI CERTIFICATI. qui non c'è nessuna possibilità di smentita vista la quantità enorme di prove e delle molteplivi fonti fa cui derivano).

 

Nel momento in cui vi dissociate da questo, è evidente non siate criminali, ma dovreste farlo. Io lo farei. Ma per me stesso, non vorrei essere associato a criminalità organizzata

 

Per quel che si parlava del tifo ultras, quando era sano era bello, sulla legittimità dello stare seduti etc, purtroppo l'allianz è privato, c'è poco da fare. 

 

Ma onestamente non credo ci possa esser correlazione tra associazioni a delinquere e caro biglietti/gestione capitalista stadio. Semmai si protesta, ma la correlazione causale con la delinquenza sistematica programmata non sussiste proprio.

sembrate? io, noi, difendiamo la parte buona della curva sud!

La curva ha esposto uno striscione?

Firmato Curva Sud?

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, PiazzaSanCarlo ha scritto:

In ogni caso pochi post fa ho lanciato uno spunto di riflessione che in mezzo a questi botta e risposta avvelenato non è stato colto, ma mi piacerebbe che qualcuno ne ragionasse con me.

La dinamiche delle cose mi sembra abbastanza chiara: la delinquenza entra in curva per fare business. Il business più remunerativo è quello del bagarinaggio. Il bagarinaggio frutta cifre spropositate perchè alle società conviene sovvenzionare i delinquenti con biglietti omaggio piuttosto che ricevere multe che arrecherebbero maggior danno al club.
 
Perchè, secondo voi nessuno si è mai battuto per andare alla radice del problema?
Perchè sono decenni che le società sono ricattabili e nessuna di loro si è mai realmente battuta per eliminare l'assurda responsabilità oggettiva?

Se le società non fossero ricattabili, se ci fossero dei veri controlli antibagarinaggio, il business si ridurrebbe ai minimi termini e a nessuno interesserebbe imporsi a tutti i costi pur di mantenerne il controllo. 
Invece si preferisce, dopo anni di connivenza tra società, polizia e delinquenti, mettere in piedi un teatrino da migliaia di intercettazioni che porta a conseguenze drastiche ed immediate quando per assurdo in questo momento nessuno è ancora colpevole di nulla.

Questa cosa fatico a capirla, a prescindere da ogni discorso pro/contro Ultras.  

teatrino?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 17/9/2019 Alle 07:43, Ggggggggggggg ha scritto:

Attenzione a Pecoraro e soci.

chiedera gli atti dell’inchiesta (atto dovuto) e poi cercherà ogni modo per fare casino.

Io credo che debbano stare attenti Pecoraro e soci, in quanto da qualche intercettazione può venir fuori qualcosa di loro ... ne sono quasi certo... ed occhio a qualche giornalista ... 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non sono un assiduo frequentatore della curva ma quelle 4 volte che vado allo Stadium all’anno cerco di andare in quel settore perchè mi piace seguire la partita in quel modo... NON sono un ULTRÀ e son rimasto deluso per lo ‘sciopero’ che ho trovato lo scorso anno per il quale i motivi in fondo si son sempre più o meno saputi... ma vorrei chiedere,  le persone perbene della curva cosa dovrebbero fare contro la delinquenza ? A quale scopo ? Per prendersele ? Per fare l’eroe ? Sono altri che se ne devono occupare, cioè quelli che se ne stanno occupando ora... 

 

Fare di tutta l’erba un fascio non va mai bene...

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, Fritz1108 ha scritto:

teatrino?

Tatrino, sì. Perchè di certe pratiche ne erano a conoscenza in molti, società e polizia comprese.
Invece sembra che i giornalisti cadano tutti dal pero e che la società e le FFOO abbiano compiuto un'impresa eccezionale.

Io credo che se si conosce bene un problema, si debba cercare la via più facile per ridurlo ai minimi termini o debellarlo.
Mettiamo anche che tutti gli arrestati finiscanoin galera, sciolgano tutti i gruppi della sud etc... Il movimento calcistico italiano cosa avrebbe risolto? Ci sarebbero altre decine di realtà nella stessa situazione, ma non è detto che tutte abbiano l'interesse di cambiare lo stato delle cose.
Se invece si intervenisse alla radice del problema, si potrebbe in gran parte debellare il fenomeno delle infiltrazioni mafiose e dei business sporchi nelle curve, non solo dello Stadium ma di tutta Italia. Perchè non lo si è mai voluto fare?
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, PiazzaSanCarlo ha scritto:

Tatrino, sì. Perchè di certe pratiche ne erano a conoscenza in molti, società e polizia comprese.
Invece sembra che i giornalisti cadano tutti dal pero e che la società e le FFOO abbiano compiuto un'impresa eccezionale.

Io credo che se si conosce bene un problema, si debba cercare la via più facile per ridurlo ai minimi termini o debellarlo.
Mettiamo anche che tutti gli arrestati finiscanoin galera, sciolgano tutti i gruppi della sud etc... Il movimento calcistico italiano cosa avrebbe risolto? Ci sarebbero altre decine di realtà nella stessa situazione, ma non è detto che tutte abbiano l'interesse di cambiare lo stato delle cose.
Se invece si intervenisse alla radice del problema, si potrebbe in gran parte debellare il fenomeno delle infiltrazioni mafiose e dei business sporchi nelle curve, non solo dello Stadium ma di tutta Italia. Perchè non lo si è mai voluto fare?
 

quindi per te questo è un teatrino, non il primo passo verso la risoluzione del problema?

Quindi era meglio continuare a non far nulla?

Share this post


Link to post
Share on other sites
47 minuti fa, Fritz1108 ha scritto:

quindi per te questo è un teatrino, non il primo passo verso la risoluzione del problema?

Quindi era meglio continuare a non far nulla?

è la stessa, ridicola, roba di sempre : "eh ma gli altri?"

invece di dire "ecco, bravi che si inizia a togliere la feccia dalla curva juve".

 

cultura.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Lagavulin84 ha scritto:

infatti in inghilterra, patria del calcio, non ci sono .sisi 

Hai scelto l'inghilterra perchè ti fa comodo...e onestamente se fossimo come gli inglesi avremmo ben altre cose di cui essere contenti (fare la coda, i mezzi pubblici, gli stipendi...) anzichè le bandiere e altri molto meno. Ma noi non siamo inglese e non è che tutto il mondo deve essere uguale perchè deve essere come lo vuoi tu.

A parte che noi siamo latini e prendi ad esempio quindi popoli simili al nostro, anche nel vivere il calcio siamo simili

Share this post


Link to post
Share on other sites

Apprezzo (sinceramente) alcuni interventi di frequentatori abituali della curva sud; ma leggo anche cose che hanno dell'incredibile; sono kafkiane. 

 

Fino a due mesi fa c'era gente qui dentro che sosteneva che i cosiddetti scioperi del tifo in Sud erano dovuti solo ed unicamente al caro biglietti/abbonamenti; non serve una sentenza passata in giudicato per rendersi conto già oggi - da quanto emerso - che la sud era di fatto ostaggio di un gruppo di delinquenti, tra cui almeno un omicida ai suoi vertici. 

Ora, delle due l'una: 

1) o chi sosteneva la panzana dello sciopero organizzato solo ed esclusivamente per il caro abbonamenti aveva interesse a farlo, e quindi era connivente a vari livelli con i delinquenti di cui sopra, di conseguenza mentiva spudoratamente sapendo di farlo; 

2) oppure credeva veramente alla panzana ed era semplicemente uno sprovveduto (si può dire i.dio.ta?) in buona fede. 

 

Delle due l’una, tertium non datur; ma è qui che entriamo nel kafkiano: alcuni di lor signori - che appartenessero alla categoria a) o alla categoria b) (o all'insieme unione delle due) nella fattispecie NON importa - invece di trincerarsi dietro ad un doveroso ed inevitabile silenzio, in spregio al più elementare senso della vergogna e del pudore - quello che hanno anche i bambini di tre anni che non vogliono mostrare in pubblico il loro pisellino  - perseverano scrivendo delle cose che hanno del surreale, prodigandosi in distinguo, excursus storici, apologia dell'ultrà, interpretazioni perverse del garantismo, accuse strumentali di qualunquismo scagliate ai quattro venti che vanno oltre la vergogna. 

xxx

Il tifo caloroso e passionale è bello, spettacolare e propulsore alla squadra? E sticazzi, e chi lo può negare avendo un minimo di passione per i propri colori? Chi, sano di mente, lo vorrebbe semplicemente impedire per il gusto di farlo?

Ma qui la questione è un’altra: qui si sta parlando di un cancro da estirpare, anche a costo di tagli dolorosi, e mi sembra ridicolo persino doverlo rimarcare.

A tal proposito, stamattina avevo lanciato una provocazione, ma nessuno l’ha raccolta:

se in sud vi sono all’incirca 8.000 persone; se, come si dici e come io stesso credo, la stragrande maggioranza di loro è gente per bene che nulla ha a che fare con i delinquenti e i loro sodali del qazzo - anzi: si dissocia e ne condanna la condotta delinquenziale - ne deduco che sabato, se sarà indetto lo sciopero, in sud ci saranno comunque 8.000 meno 200/300 persone; cioè, in pratica la Sud sarà quasi piena.

Sarà così o no?  

  • Mi Piace 6
  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Miocuggino ha scritto:

Occhio perché adesso ti posteranno mille foto PRE PARTITA. 

 

tutto già visto.  sefz

A proposito delle bandiere .

Nella civilissima Germania : ho visto l'altro giorno Bayern-Stella Rossa , nella curva del Bayern , in corrispondenza del nostro primo anello, striscioni, gonfaloni ,bandieroni enormi come se non ci fosse un domani, sventolati dal primo minuto all'ultimo. Roba da fare impallidire il Delle Alpi anni 90. Non è che li sventolano nel prepartita o al gol , vanno proprio avanti ininterrottamente fino al fischio finale

Basta guardare un highlight 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.