Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

BW4ever

In difesa del mister - Parliamo di calcio

Recommended Posts

Devo essere delicato perché dopo aver scritto che Mister e Calcio non possono coesistere nella stessa frase sono stato sospeso per un giorno (non lo sto dicendo eh, il Mister è il Calcio sia chiaro) quindi dico solo che:

 

ci meritiamo tutto questo. Avanti Mister!!!

 

  • Mi Piace 2
  • Grazie 1
  • Haha 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rispondo dopo tanto tempo a una discussione perché è molto bello vedere chi esprime passione per la Juventus ma a un certo punto se si insiste con commenti e considerazioni emotive o si è in malafede o mancano delle nozioni di base di calcio e sport. 

 

Parto con la lettura delle due panchine di Monza e Juventus di oggi: erano quasi più conosciuti i giocatori del Monza che quelli della Juventus. 

Questo perché le assenze sono veramente tante, in un periodo critico dal punto di vista atletico e psicologico, a inizio stagione a con diversi impegni ravvicinati e stressanti in poco tempo. 

Diversi dei giocatori presenti non sono neanche in condizione: Vlahovic ha fatto una preparazione parziale, Cuadrado ha avuto problemi, Di Maria pure, Miretti o Gatti non possono di certo trascinare la, squadra, Kostic è arrivato ed è stato subito buttato nella mischia diverse volte in pochi giorni, Mckennie fa quello che può da giocatore con dei limiti costretto a giocare sempre. 

In tutto questo qual è la responsabilità di Allegri? Di non attaccare i giocatori al muro come forse farebbe un Conte o un Mourinho? Che idea di gioco vuoi sviluppare con giocatori che dopo venti trenta minuti già non corrono più, che idee brillanti vuoi trovare se ti volti verso la panchina e trovi Kean e qualche bambino? 

Chiudo con quello che forse l'elemento più carente della Juventus di quest'anno: il carattere. Anche se non ho mai sopportato Cristiano Ronaldo, almeno lui portava il carattere, oltre a qualche sua giocata da fenomeno. Magari in altri anni avevamo Buffon, o Chiellini, e andando indietro ne avevamo di giocatori con carattere. Ora abbiamo Vlahovic che a momenti piange in campo, Mckennie che appena sbaglia una giocata va nel pallone, Di Maria stesso, che dovrebbe essere il faro della squadra, che alla prima provocazione sbrocca. Con tutti i soldi che può investire una società come la Juventus, dove sono gli sport coach, i motivatori, le persone che lavorano sul cervello degli atleti? Anche questo deve farlo Allegri da solo? 

 

È sempre facile parlare dell'allenatore, perché all'apparenza è il regista di come dovrebbe girare il film della partita : peccato che se vuoi girare il Gladiatore senza effetti speciali, senza costumi e con gli attori che si dimenticano le battute, può darsi che il regista non farà una bella figura. 

  • Haha 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, giuann ha scritto:

Rispondo dopo tanto tempo a una discussione perché è molto bello vedere chi esprime passione per la Juventus ma a un certo punto se si insiste con commenti e considerazioni emotive o si è in malafede o mancano delle nozioni di base di calcio e sport. 

 

Parto con la lettura delle due panchine di Monza e Juventus di oggi: erano quasi più conosciuti i giocatori del Monza che quelli della Juventus. 

Questo perché le assenze sono veramente tante, in un periodo critico dal punto di vista atletico e psicologico, a inizio stagione a con diversi impegni ravvicinati e stressanti in poco tempo. 

Diversi dei giocatori presenti non sono neanche in condizione: Vlahovic ha fatto una preparazione parziale, Cuadrado ha avuto problemi, Di Maria pure, Miretti o Gatti non possono di certo trascinare la, squadra, Kostic è arrivato ed è stato subito buttato nella mischia diverse volte in pochi giorni, Mckennie fa quello che può da giocatore con dei limiti costretto a giocare sempre. 

In tutto questo qual è la responsabilità di Allegri? Di non attaccare i giocatori al muro come forse farebbe un Conte o un Mourinho? Che idea di gioco vuoi sviluppare con giocatori che dopo venti trenta minuti già non corrono più, che idee brillanti vuoi trovare se ti volti verso la panchina e trovi Kean e qualche bambino? 

Chiudo con quello che forse l'elemento più carente della Juventus di quest'anno: il carattere. Anche se non ho mai sopportato Cristiano Ronaldo, almeno lui portava il carattere, oltre a qualche sua giocata da fenomeno. Magari in altri anni avevamo Buffon, o Chiellini, e andando indietro ne avevamo di giocatori con carattere. Ora abbiamo Vlahovic che a momenti piange in campo, Mckennie che appena sbaglia una giocata va nel pallone, Di Maria stesso, che dovrebbe essere il faro della squadra, che alla prima provocazione sbrocca. Con tutti i soldi che può investire una società come la Juventus, dove sono gli sport coach, i motivatori, le persone che lavorano sul cervello degli atleti? Anche questo deve farlo Allegri da solo? 

 

È sempre facile parlare dell'allenatore, perché all'apparenza è il regista di come dovrebbe girare il film della partita : peccato che se vuoi girare il Gladiatore senza effetti speciali, senza costumi e con gli attori che si dimenticano le battute, può darsi che il regista non farà una bella figura. 

Avessero fatto Monza vs juventus primavera probabilmente avremmo vinto ..siamo ai livelli che dobbiamo difendere una sconfitta contro una neopromossa appellandoci alle assenze che non contavano minimamente contro una squadra scarsa come il Monza? ..siamo da zona salvezza? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
56 minuti fa, Marlow ha scritto:

L'utente Iocalpero non scrive più si questo forum? Chiedo per un amico.

Si vede che pure lui è caduto dal pero .sisi.sisi

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, giuann ha scritto:

Rispondo dopo tanto tempo a una discussione perché è molto bello vedere chi esprime passione per la Juventus ma a un certo punto se si insiste con commenti e considerazioni emotive o si è in malafede o mancano delle nozioni di base di calcio e sport. 

 

Parto con la lettura delle due panchine di Monza e Juventus di oggi: erano quasi più conosciuti i giocatori del Monza che quelli della Juventus. 

Questo perché le assenze sono veramente tante, in un periodo critico dal punto di vista atletico e psicologico, a inizio stagione a con diversi impegni ravvicinati e stressanti in poco tempo. 

Diversi dei giocatori presenti non sono neanche in condizione: Vlahovic ha fatto una preparazione parziale, Cuadrado ha avuto problemi, Di Maria pure, Miretti o Gatti non possono di certo trascinare la, squadra, Kostic è arrivato ed è stato subito buttato nella mischia diverse volte in pochi giorni, Mckennie fa quello che può da giocatore con dei limiti costretto a giocare sempre. 

In tutto questo qual è la responsabilità di Allegri? Di non attaccare i giocatori al muro come forse farebbe un Conte o un Mourinho? Che idea di gioco vuoi sviluppare con giocatori che dopo venti trenta minuti già non corrono più, che idee brillanti vuoi trovare se ti volti verso la panchina e trovi Kean e qualche bambino? 

Chiudo con quello che forse l'elemento più carente della Juventus di quest'anno: il carattere. Anche se non ho mai sopportato Cristiano Ronaldo, almeno lui portava il carattere, oltre a qualche sua giocata da fenomeno. Magari in altri anni avevamo Buffon, o Chiellini, e andando indietro ne avevamo di giocatori con carattere. Ora abbiamo Vlahovic che a momenti piange in campo, Mckennie che appena sbaglia una giocata va nel pallone, Di Maria stesso, che dovrebbe essere il faro della squadra, che alla prima provocazione sbrocca. Con tutti i soldi che può investire una società come la Juventus, dove sono gli sport coach, i motivatori, le persone che lavorano sul cervello degli atleti? Anche questo deve farlo Allegri da solo? 

 

È sempre facile parlare dell'allenatore, perché all'apparenza è il regista di come dovrebbe girare il film della partita : peccato che se vuoi girare il Gladiatore senza effetti speciali, senza costumi e con gli attori che si dimenticano le battute, può darsi che il regista non farà una bella figura. 

Indifendibile perché la maggioranza degli assenti i ha rotti il suo staff.

Allegri va buttato fuori a calci, di notte, in una macchina nera con i vetri oscurati.

Indegno lui e indegno chi difende questo scempio sotto gli occhi di tutti.

 

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 15/9/2022 Alle 14:39, sturaroway ha scritto:

Si, il problema non è la partita di ieri, il Benfica è tosto. Però poi se andiamo a vedere come abbiamo giocato per diversi periodi contro Spezia, Samp, Salernitana e Fiorentina, ed andiamo ad analizzare i loro singoli, non c'è scusa che tenga.

aggiungici anche Empoli, Bologna e Venezia dello scorso anno...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo lo schifo che stiamo vedendo da un anno a questa parte, io mi sento di chiedere scusa a Del Neri.

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, giuann ha scritto:

Rispondo dopo tanto tempo a una discussione perché è molto bello vedere chi esprime passione per la Juventus ma a un certo punto se si insiste con commenti e considerazioni emotive o si è in malafede o mancano delle nozioni di base di calcio e sport. 

 

Parto con la lettura delle due panchine di Monza e Juventus di oggi: erano quasi più conosciuti i giocatori del Monza che quelli della Juventus. 

Questo perché le assenze sono veramente tante, in un periodo critico dal punto di vista atletico e psicologico, a inizio stagione a con diversi impegni ravvicinati e stressanti in poco tempo. 

Diversi dei giocatori presenti non sono neanche in condizione: Vlahovic ha fatto una preparazione parziale, Cuadrado ha avuto problemi, Di Maria pure, Miretti o Gatti non possono di certo trascinare la, squadra, Kostic è arrivato ed è stato subito buttato nella mischia diverse volte in pochi giorni, Mckennie fa quello che può da giocatore con dei limiti costretto a giocare sempre. 

In tutto questo qual è la responsabilità di Allegri? Di non attaccare i giocatori al muro come forse farebbe un Conte o un Mourinho? Che idea di gioco vuoi sviluppare con giocatori che dopo venti trenta minuti già non corrono più, che idee brillanti vuoi trovare se ti volti verso la panchina e trovi Kean e qualche bambino? 

Chiudo con quello che forse l'elemento più carente della Juventus di quest'anno: il carattere. Anche se non ho mai sopportato Cristiano Ronaldo, almeno lui portava il carattere, oltre a qualche sua giocata da fenomeno. Magari in altri anni avevamo Buffon, o Chiellini, e andando indietro ne avevamo di giocatori con carattere. Ora abbiamo Vlahovic che a momenti piange in campo, Mckennie che appena sbaglia una giocata va nel pallone, Di Maria stesso, che dovrebbe essere il faro della squadra, che alla prima provocazione sbrocca. Con tutti i soldi che può investire una società come la Juventus, dove sono gli sport coach, i motivatori, le persone che lavorano sul cervello degli atleti? Anche questo deve farlo Allegri da solo? 

 

È sempre facile parlare dell'allenatore, perché all'apparenza è il regista di come dovrebbe girare il film della partita : peccato che se vuoi girare il Gladiatore senza effetti speciali, senza costumi e con gli attori che si dimenticano le battute, può darsi che il regista non farà una bella figura. 

E' parzialmente vero quello che dici. Ma. Laddove è il regista a scegliere gli attori, e poi loro dimenticano le battute, il regista diviene compartecipe.

 

Al di là di questo, io sono convinto che con le risorse che ha a disposizione si possa fare molto più di quanto si stia facendo.

 

E se la condizione atletica generale è scadente (potrei fare il nome di Locatelli, che ha iniziato la stagione in modo pessimo) l'allenatore, che sceglie i preparatori, non può in alcun modo essere considerato estraneo a quest'aspetto.

 

Tralascio poi gli aspetti psicologici e motivazionali, aspetti sui quali alcuni allenatori hanno costruito la propria carriera.

 

In sintesi, ciò che scrivi poteva esser vero (forse) la scorsa stagione, ed infatti io difesi Allegri con questi stessi argomenti. In questa l'allenatore e' e deve essere considerato uno dei protagonisti negativi nello scenario che e' sotto gli occhi di tutti.

 

Perché un allenatore non e' solo uno deve dire: tu fai questo e quello, poi sedersi e guardare a braccia conserte. E' e deve essere molto molto più di questo

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, giuann ha scritto:

Rispondo dopo tanto tempo a una discussione perché è molto bello vedere chi esprime passione per la Juventus ma a un certo punto se si insiste con commenti e considerazioni emotive o si è in malafede o mancano delle nozioni di base di calcio e sport. 

 

Parto con la lettura delle due panchine di Monza e Juventus di oggi: erano quasi più conosciuti i giocatori del Monza che quelli della Juventus. 

Questo perché le assenze sono veramente tante, in un periodo critico dal punto di vista atletico e psicologico, a inizio stagione a con diversi impegni ravvicinati e stressanti in poco tempo. 

Diversi dei giocatori presenti non sono neanche in condizione: Vlahovic ha fatto una preparazione parziale, Cuadrado ha avuto problemi, Di Maria pure, Miretti o Gatti non possono di certo trascinare la, squadra, Kostic è arrivato ed è stato subito buttato nella mischia diverse volte in pochi giorni, Mckennie fa quello che può da giocatore con dei limiti costretto a giocare sempre. 

In tutto questo qual è la responsabilità di Allegri? Di non attaccare i giocatori al muro come forse farebbe un Conte o un Mourinho? Che idea di gioco vuoi sviluppare con giocatori che dopo venti trenta minuti già non corrono più, che idee brillanti vuoi trovare se ti volti verso la panchina e trovi Kean e qualche bambino? 

Chiudo con quello che forse l'elemento più carente della Juventus di quest'anno: il carattere. Anche se non ho mai sopportato Cristiano Ronaldo, almeno lui portava il carattere, oltre a qualche sua giocata da fenomeno. Magari in altri anni avevamo Buffon, o Chiellini, e andando indietro ne avevamo di giocatori con carattere. Ora abbiamo Vlahovic che a momenti piange in campo, Mckennie che appena sbaglia una giocata va nel pallone, Di Maria stesso, che dovrebbe essere il faro della squadra, che alla prima provocazione sbrocca. Con tutti i soldi che può investire una società come la Juventus, dove sono gli sport coach, i motivatori, le persone che lavorano sul cervello degli atleti? Anche questo deve farlo Allegri da solo? 

 

È sempre facile parlare dell'allenatore, perché all'apparenza è il regista di come dovrebbe girare il film della partita : peccato che se vuoi girare il Gladiatore senza effetti speciali, senza costumi e con gli attori che si dimenticano le battute, può darsi che il regista non farà una bella figura. 

Ma i giocatori che non corrono o i 3689 infortuni muscolari di chi sarebbe la colpa, fammi capire? Lo staff di preparatori è in simbiosi con l'allenatore, quindi le responsabilità sono sue. 

Detto ciò, ma una squadra che non gioca mai di prima, con gente che corre a vuoto, lunga e sfilacciata, è figlia di cosa se non tanta improvvisazione? 

Allegri non è l'unico colpevole di sto schifo, ma è uno dei principali. 

Ah dimenticavo, oggi ho visto un Rovella sontuoso e un Paredes osceno, chi ha deciso chi doveva arrivare e chi doveva andare via? Siamo sempre lì... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, BaroneBirra87 ha scritto:

Se ci dovesse essere ancora un utente che prenderà le sue difese, a questo punto non potrà che essere Allegri stesso che s'è iscritto al forum

Con utenti multipli oserei dire

4 minuti fa, Lucifer_MorningSTAR ha scritto:

A Del Neri no, ma a Pirlo sì.

Per chiedere scusa a Pielo bastava mezzo campionato scorso

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nelle partite dove non avevamo ancora Paredes i capiscer dicevano che non potevamo mettere Rovella, oggi migliore in campo…

Un altro giovane che Allegri poteva bruciare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 minuti fa, giuann ha scritto:

Rispondo dopo tanto tempo a una discussione perché è molto bello vedere chi esprime passione per la Juventus ma a un certo punto se si insiste con commenti e considerazioni emotive o si è in malafede o mancano delle nozioni di base di calcio e sport. 

 

Parto con la lettura delle due panchine di Monza e Juventus di oggi: erano quasi più conosciuti i giocatori del Monza che quelli della Juventus. 

Questo perché le assenze sono veramente tante, in un periodo critico dal punto di vista atletico e psicologico, a inizio stagione a con diversi impegni ravvicinati e stressanti in poco tempo. 

Diversi dei giocatori presenti non sono neanche in condizione: Vlahovic ha fatto una preparazione parziale, Cuadrado ha avuto problemi, Di Maria pure, Miretti o Gatti non possono di certo trascinare la, squadra, Kostic è arrivato ed è stato subito buttato nella mischia diverse volte in pochi giorni, Mckennie fa quello che può da giocatore con dei limiti costretto a giocare sempre. 

In tutto questo qual è la responsabilità di Allegri? Di non attaccare i giocatori al muro come forse farebbe un Conte o un Mourinho? Che idea di gioco vuoi sviluppare con giocatori che dopo venti trenta minuti già non corrono più, che idee brillanti vuoi trovare se ti volti verso la panchina e trovi Kean e qualche bambino? 

Chiudo con quello che forse l'elemento più carente della Juventus di quest'anno: il carattere. Anche se non ho mai sopportato Cristiano Ronaldo, almeno lui portava il carattere, oltre a qualche sua giocata da fenomeno. Magari in altri anni avevamo Buffon, o Chiellini, e andando indietro ne avevamo di giocatori con carattere. Ora abbiamo Vlahovic che a momenti piange in campo, Mckennie che appena sbaglia una giocata va nel pallone, Di Maria stesso, che dovrebbe essere il faro della squadra, che alla prima provocazione sbrocca. Con tutti i soldi che può investire una società come la Juventus, dove sono gli sport coach, i motivatori, le persone che lavorano sul cervello degli atleti? Anche questo deve farlo Allegri da solo? 

 

È sempre facile parlare dell'allenatore, perché all'apparenza è il regista di come dovrebbe girare il film della partita : peccato che se vuoi girare il Gladiatore senza effetti speciali, senza costumi e con gli attori che si dimenticano le battute, può darsi che il regista non farà una bella figura. 

tutto apposto insomma, avanti così con il condottiero in panca! .ghgh

 

Che poi noi più che il gladiatore si sta girando il Titanic, ma vabbè

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, giuann ha scritto:

Rispondo dopo tanto tempo a una discussione perché è molto bello vedere chi esprime passione per la Juventus ma a un certo punto se si insiste con commenti e considerazioni emotive o si è in malafede o mancano delle nozioni di base di calcio e sport. 

 

Parto con la lettura delle due panchine di Monza e Juventus di oggi: erano quasi più conosciuti i giocatori del Monza che quelli della Juventus. 

Questo perché le assenze sono veramente tante, in un periodo critico dal punto di vista atletico e psicologico, a inizio stagione a con diversi impegni ravvicinati e stressanti in poco tempo. 

Diversi dei giocatori presenti non sono neanche in condizione: Vlahovic ha fatto una preparazione parziale, Cuadrado ha avuto problemi, Di Maria pure, Miretti o Gatti non possono di certo trascinare la, squadra, Kostic è arrivato ed è stato subito buttato nella mischia diverse volte in pochi giorni, Mckennie fa quello che può da giocatore con dei limiti costretto a giocare sempre. 

In tutto questo qual è la responsabilità di Allegri? Di non attaccare i giocatori al muro come forse farebbe un Conte o un Mourinho? Che idea di gioco vuoi sviluppare con giocatori che dopo venti trenta minuti già non corrono più, che idee brillanti vuoi trovare se ti volti verso la panchina e trovi Kean e qualche bambino? 

Chiudo con quello che forse l'elemento più carente della Juventus di quest'anno: il carattere. Anche se non ho mai sopportato Cristiano Ronaldo, almeno lui portava il carattere, oltre a qualche sua giocata da fenomeno. Magari in altri anni avevamo Buffon, o Chiellini, e andando indietro ne avevamo di giocatori con carattere. Ora abbiamo Vlahovic che a momenti piange in campo, Mckennie che appena sbaglia una giocata va nel pallone, Di Maria stesso, che dovrebbe essere il faro della squadra, che alla prima provocazione sbrocca. Con tutti i soldi che può investire una società come la Juventus, dove sono gli sport coach, i motivatori, le persone che lavorano sul cervello degli atleti? Anche questo deve farlo Allegri da solo? 

 

È sempre facile parlare dell'allenatore, perché all'apparenza è il regista di come dovrebbe girare il film della partita : peccato che se vuoi girare il Gladiatore senza effetti speciali, senza costumi e con gli attori che si dimenticano le battute, può darsi che il regista non farà una bella figura. 

Capisci parecchio

Share this post


Link to post
Share on other sites
52 minuti fa, zalayeta ha scritto:

Devo essere delicato perché dopo aver scritto che Mister e Calcio non possono coesistere nella stessa frase sono stato sospeso per un giorno (non lo sto dicendo eh, il Mister è il Calcio sia chiaro) quindi dico solo che:

 

ci meritiamo tutto questo. Avanti Mister!!!

 

Sei stati sospeso x quello???!!?!?!???!!!

Non può essere

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.