Vai al contenuto

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Antojuve66

Special
  • Numero contenuti

    4.693
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni con più "mi piace"

    6

L'ultima giornata che Antojuve66 ha vinto risale al 30 Novembre 2017

Antojuve66 ha ottenuto più mi piace in un giorno nei suoi contenuti!

Reputazione Comunità

7.730 Guru

Su Antojuve66

  • Titolo utente
    Titolare
  • Compleanno 08/09/1966

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Eboli

Visite recenti

8.273 visite nel profilo
  1. Antojuve66

    VIDEO: Primo goal con la Juventus di grandi giocatori

    ... io invece me lo sono goduto in radio e per quel poco che passava il convento in video e una sola volta allo stadio ... quando prendeva palla avevi la sensazione che stesse per accadere qualcosa di bello ...
  2. Il fondo lo abbiamo toccato nell'anno di Ferrara mentre cominciammo a risalire con Del Neri. A parità di settimi posti c'è una grande differenza tra queste due annate. In quella di Ferrara si fece un mercato scriteriato prendendo dei vecchi come Cannavaro e Grosso che si aggiunsero ai vari Legrottaglie e Salihamidzic. Prendemmo con grandi speranze Melo e Diego. Rinnovammo per x anni a Iaquinta e avevamo preso negli anni precedenti anche Amauri e Poulsen, Grygera e Tiago, Almiron e Molinaro. Tutta gente che ci rimase sullo stomaco per qualche anno ancora. E pensare che negli stessi anni il Palermo prendeva Cavani, Pastore e il nostro Cassani (sarebbe stato sicuramente meglio di un Grygera). Del Neri arrivò con Marotta reduce da una qualificazione Champions. Ma arrivarono a Maggio in una condizione disastrosa della società e del parco calciatori e si fece il mercato che si poteva fare comprando qualcuno che avrebbe dato importanti contributi più o meno importanti negli anni a venire (Storari, Bonucci, Barzagli, Pepe, Quagliarella, Matri), tappando i buchi con riempitivi improvvisati in prestito (Traorè, Rinaudo, Aquilani) tenendosi qualcuno nonostante tutto (Sissoko, Melo, Salihamidzic) o lo zoccolo duro (Marchisio, Del Piero, Buffon, Chiellini) pensionando i calciatori finiti (Chimenti, Cannavaro, Legrottaglie, Grosso, Camoranesi, Trezeguet) dando in prestito qualcun altro (Tiago, Molinaro) o ricavandoci qualcosa (Diego) con qualcuno che rimaneva imperterrito sullo stomaco (Iaquinta, Amauri) con qualche errore di mercato (Krasic) e con qualche altro nostro ex primavera (De Ceglie, Giovinco). Un anno in cui ci trovammo a giocare in Europa League con Libertazzi e Camilleri. Per me fu quello l'anno della rinascita. Il fondo fu toccato con Ferrara.
  3. Antojuve66

    Circo inter - Fanno ridere dal 1908

    Dato che è fallo netto chiedigli se si è ammazzato coerentemente con quanto detto.
  4. Oh piccolo ... ti fanno tanta paura gli antijuventini che deve difenderti la Juventus? In attesa che facciano qualche trazione posteriore ...
  5. E' lo stesso fenomeno che coinvolge marchi addirittura caduti in disuso ma che hanno un valore evocativo notevole. Per dire "Lancia" è un marchio che ormai oggi non è associabile ad un realtà produttiva alle spalle. Tuttavia conserva un fascino evocativo notevole per la sua Storia.
  6. E se vende l'azionista di maggioranza che ne detiene il controllo il messaggio che arriva è chiaro "Il rialzo è finito tant'è che anch'io che avrei interesse a tenerli in portafoglio e che conosco precisamente le strategie future, lo vendo".
  7. Il fatto che ci trovi tante squadre inglesi ai vertici ti dovrebbe suggerire che c'è tanto da fare soprattutto nella gestione federale e di lega. Ci sono cose che sicuramente possono dipendere da una società ma ce ne sono altre (e in questo caso son la maggioranza) che dipendono dal sistema dentro il quale quella società è collocata. Una cosa è il Sistema Permier Legue ed un altro è il Sistema Serie A.
  8. Esatto. Quando si leggono dei numeri bisogna chiedersi cosa sto leggendo. Se dietro un criterio di valorizzazione del brand ci metto il valore delle sponsorizzazioni allora basta che Berlusconi si prenda il Monza, gli metta una sponsorizzazione farlocca di Rete 4 per scaricare utili di Mediaset e il marchio del Monza diventerebbe improvvisamente più performante di quello, ad esempio, della Lazio. La qual cosa è ovviamente ridicola e falsa.
  9. Come sempre quando s leggono i numeri bisogna capire cosa sono quei numeri. E' chiaro che se si parla di valore del brand e come variabile per la determinazione del valore ci si mette il valore delle sponsorizzazioni, va da sè che in quella dell'Inter risulta determinante il peso della sponsorizzazione fittizie di Suning ad Appiano Gentile o quelle analoghe di PSG o Red Bull. Lo studio di Brande Finance è ben fatto ed oggettivo ma è uno studio basato su quei dati e soprattutto a consuntivo.
  10. Sono questi gli argomenti che andrebbero trattati in un topic che invece ha preso la piega della rivendicazione delle vedove di Conte. E' l'odio che ci accompagna di nuovo e più forte di prima dopo un periodo di "simpatia". E' il rinnovare il ricordo di quella grande ingiustizia che fu Farsopoli. E' rinnovare il ricordo di tutto ciò che la partorì dal rigore di Ronaldo in poi ma forse ancora prima. E' rinnovar il ricordo di cosa è la Porchetta con le sue campagne di stampa. E' ricordarsi dove stanno oggi Narducci e Auricchio e Baldini. E' ricordarsi l'orgoglio con il quale comunque calcammo quei campi di serie B mentre certi pseudotifosi si allontanavano. Questo dovrebbe essere argomento di questo anniversario.
  11. Solo su questo forum si può confondere una rinascita dovuta a molteplici fattori tra cui lo Stadium con la ridicola tesi della "Benzina di Conte". Conte ha dato il suo contributo ma ha gli è stata messo a disposizione il centrocampo più forte che la Juventus abbia avuto almeno negli ultimi 20 anni. Lui che voleva Inler e non Pirlo. Nel 2009-10 avevamo appena toccato il punto più basso del post Calciopoli con una rosa di pensionati (Salihamidzc, Camoranesi, Trezeguet, Iaquinta, Grosso, Cannavaro, Zebina, Sissoko, Amauri, Chimenti ... continuo?) con condizioni finanziarie pietose (rosso da 90 milioni e fatturato a 150 milioni). Facemmo il mercato che si poteva fare in quelle condizionie senza programmazione e mettemmo sulla panchina un onesto allenatore che aveva appena portato la Samp in Champions League. L'anno dopo potemmo fare un mercato eccellente perchè programmato e ci ritrovammo con un Lichtsteiner al posto di Grygera, Barzagli (arrivato per 300mila euro il Gennaio precedente) al posto Legrottaglie, Pirlo e Vidal al posto di Poulsen e Melo, e Vucinic al posto di Trezeget. Ma poi anche Giaccherini o altri presi il primo anno (Pepe, Matri) diedero il loro bel contributo. E Bonucci che era cresciuto dopo l'anno di Del Neri (ma che la sua consacrazione l'ebbe con la difesa a tre, questa si intuizione e grande merito di Conte) E arrivò lo Stadium. Però per qualcuno la Storia l'ha cambiata solo Conte e se continuiamo a vincere è per la benzina di Conte. Quella che a singhiozzi alterni era finita a Sassuolo nel 2015 ma poi era magicamente tornata. Non vado oltre. Dico solo che esiste, per chi vuole, la possibilità di ragionare basandosi su dati concreti ed oggettivi. Per chi vuole credere ciecamente ad una verità quella della "benzina di Conte" non ci potrà mai essere oggettività perchè il ragionamento non vale quando si incontra il fanatismo.
  12. Ho visto buona parte del secondo tempo di Sassuolo Genoa con Favilli in campo. Ha aumentato la pericolosità del Genoa ma si è perso Ferrari in marcatura sulla rete numero 5 del Sassuolo. Ha poi contribuito al secondo gol del Genoa con un bell'assist dopo aver tagliato alle spalle di Lirola. Lirola sfortunato sul primo gol del Genoa che nasce da un rilancio suo che incoccia sull'avversario e lo mette davanti al portiere. Poi sul terzo si fa tagliare alle spalle anche se Favilli non era il suo uomo. Poi fa il gol del 2-1 con sicurezza e velocità sulla respinta di Marchetti. Così così Rogerio.
  13. Beh ci sta. Finalmente un pò di autenticità e niente ipocrisia. Ovviamente ogni velleità di dimostrarsi obiettivi quando si parla di Juventus spero la mettano da parte. Sono faziosi. CI sta. Basta dirlo ed esserne consapevoli senza voler passare per obiettivo.
×

Informazione Importante

Utilizziamo i cookie per migliorare questo sito web. Puoi regolare le tue impostazioni cookie o proseguire per confermare il tuo consenso.