Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

AllenIverson

[VIDEO] Primavera TimCup, Finale di Ritorno: Inter - Juventus 2-1 (Kastanos)

Recommended Posts

Coppa Italia Primavera 2015/2016 - Finale di Ritorno

 

INTER - JUVENTUS 2-1

 

 

Stadio Giuseppe Meazza - Milano

Mercoledì 13 Aprile 2016, ore 19.00

 

INTER : Radu; Gyamfi, Gravillon, Della Giovanna, Miangue; Zonta, Gnoukouri, Bonetto (70' Bakayoko); Kouame (74' Pinamonti), Manaj, Baldini (89' Popa)

A disp.: Pissardo, Di Gregorio, Delgado, De Micheli, Sobacchi, Rapaic, Appiah, Mattioli, Tchaoule

All. Stefano Vecchi

 

JUVENTUS : Audero; Blanco Moreno, Romagna (63' Severin), Lirola, Zappa (80' Di Massimo); Bove (80' Toure), Cassata, Macek; Kastanos; Vadalá, Favilli

A disp.: Vitali, Del Favero, Coccolo, Beruatto, Didiba, Parodi, Pozzebon, Pellini, Kean

All. Fabio Grosso

 

Marcatori: 34′ Kastanos (J), 77' Manaj (I), 94' Zonta (I)

 

Ammoniti: 43' Cassata (J), 60' Bonetto (I), 65' Gravillon (I), 68' Lirola (J), 77' e 88' Manaj (I)

Espulsi: 88' Manaj (I) per doppia ammonizione

 

FOTO-GALLERY

Share this post


Link to post
Share on other sites

13.04.2016 21:00 - in: Primavera

Primavera: la Coppa Italia va all’Inter

Emozionante e intensa partita di ritorno a San Siro: la Juve passa in vantaggio ma subisce il ritorno dei nerazzurri nella ripresa

 

Cf8NJ7AWIAA_aHH.jpg

 

La Juventus disputa un match di alto livello al “Meazza”, non sufficiente però a portare a casa la Tim Cup Primavera, che va all’Inter, dopo una vittoria in rimonta. Anche a San Siro, così come la scorsa settimana allo Stadium, la cornice di pubblicoè di tutto rispetto: i bianconeri hanno a disposizione un solo risultato, la vittoria, e partono subito con il piede sull’acceleratore.

A differenza di quanto visto sei giorni fa, la manovra è fluida fin dal primo minuto, sia per vie centrali che sulle fasce; Kastanos e Cassata si caricano il centrocampo sulle spalle, aiutati ai lati da Vadalà e Macek: ne esce un attacco di qualità e quantità, che mette in difficoltà l’Inter in più di un’occasione. Tuttavia, i bianconeri premono molto, ma non trovano la via del gol.

Proprio Kastanos al 16’ va vicino alla rete, ma alla sua conclusione da buona posizione, in area, si oppone il portiere nerazzurro Radu.

Nulla può, però, l’estremo difensore interista, sulla splendida azione che al 34’ porta in vantaggio la Juve: palla con il goniometro di Macek da destra, al limite dell’area controlla il filtrante ancora Kastanos che infila l’Inter con un gran tiro a giro.

Bianconeri avanti, svantaggio recuperato.

Fra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo i ragazzi di Grosso spingono per trovare la rete del 2-0, e ci vanno molto vicini al 3’ della ripresa, con Macek che dal limite sfiora di piatto il palo alla sinistra di Radu.

Scampato il pericolo, l’Inter riassesta però le fila e alza la pressione. Manaj, il giocatore più esperto (visto in campo con la prima squadra) prende per mano i suoi e va anche molto vicino al gol al 29’ della ripresa, con un doppio dribbling e una conclusione da dentro l’area, alta di pochissimo.

Due minuti dopo il forcing nerazzurro porta al pareggio: ancora Manaj controlla palla da sinistra, evita l’uscita di Audero in dribbling e segna. Uno a uno e un quarto d’ora a disposizione dei bianconeri per compiere l’impresa.

E la Juve ci prova fino alla fine, a portare a casa la Coppa: prima con Lirola al 37’ (tiro da destra ribattuto da Radu) poi con Di Massimo, su punizione, al 39’, ma la sua conclusione è alta. Il gol, solo sfiorato dai bianconeri, arriva però per l’Inter, a pochi secondi dalla fine del recupero, e viene segnato in contropiede da Zonta.

L’Inter porta a casa la Coppa, ai bianconeri resta l’orgoglio di aver disputato una doppia finale di altissimo livello, e gli applausi dei numerosi tifosi arrivati a San Siro per sostenerli.

 

Fonte: juventus.com

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

12.04.2016 16:30 - in: Serie A

L’attesa della Finale, secondo Roman Macek

La mezzala della nostra Primavera racconta la vigilia, a poche ore dalla partita di ritorno

 

Cf2dD7AUIAETydh.jpg

 

Che la stagione della nostra Primavera sia intensa ed emozionante è fuori di dubbio. Il Viareggio prima, il ritorno della Finale di Coppa Italia domani. E poi un campionato da protagonisti.

«Adesso pensiamo solo alla partita contro l’Inter, poi ragioneremo sul campionato». È giovane ma parla già da grande Roman Macek, mezzala della Primavera di Fabio Grosso, originario della Repubblica Ceca: lo stesso paese di provenienza, come certamente sapete tutti, del nostro Vicepresidente Pavel Nedved.

«Nedved è un modello per me: posso dire che secondo me è il più grande calciatore ceco di tutti i tempi, è il mio punto di riferimento, come temperamento e come tecnica - spiega ai microfoni di Sportitalia - Ha sempre giocato con entrambi i piedi, è un grandissimo: mi basterebbe un giorno diventare la metà di lui…»

Tornando a lui e alla sua Primavera, indubbiamente questa è una grande stagione, che può continuare a dare soddisfazioni ai bianconeri: «La nostra forza è il gruppo, davvero molto unito; sono però molto soddisfatto di come sta andando anche a livello personale. Se devo trovarmi un difetto, che è quello che spesso mi dice il Mister, è che segno poco. Prediligo l’assist, ma una mezzala deve fare male anche sotto porta». Quanto ai prossimi appuntamenti: «L’Inter è una grande squadra, ci vorrà molta attenzione, specie nel gioco senza palla. Poi dopo il match di San Siro penseremo all’altro grande obiettivo, quello del campionato. Una partita per volta»

 

Fonte: juventus.com

Share this post


Link to post
Share on other sites

12.04.2016 16:34 - in: Primavera

Inter-Juve Primavera, i convocati di Mister Grosso

Ultimo allenamento a Vinovo per la nostra Under 19, che domani tenterà la rimonta a San Siro

 

Cf2_YPFWwAUBDKx.jpg

 

San Siro, meno uno. Nel pomeriggio la Primavera di Fabio Grosso ha sostenuto l'ultimo allenamento a Vinovo, in preparazione alla partita di domani sera, a Milano, contro l'Inter. Un match, la finale di ritorno della Tim Cup, nel quale i bianconeri sono chiamati a un solo risultato: la vittoria. C'è infatti da ribaltare lo 0-1 subito allo Stadium, giovedì scorso, e per farlo, questi sono i convocati del Mister:

 

Emil Audero

Pietro Beruatto

Carlos Blanco Moreno

Gabriele Bove

Francesco Cassata

Luca Coccolo

Patrick Consol

Mattia Del Favero

Alessio Di Massimo

Alessandro Eleuteri

Andrea Favilli

Grigoris Kastanos

Bioty Moise Kean

Pol Lirola Kosok

Roman Macek

Fabio Morselli

Joss Didiba

Giulio Parodi

Stefano Pellini

Nicolo’ Pozzebon

Filippo Romagna

Yoan Severin

Oumar Toure

Guido Vadalà

Leonardo Vitali

Alessandro Vogliacco

Claudio Zappa

 

Fonte: juventus.com

Share this post


Link to post
Share on other sites

Formazione iniziale, direi, quasi scritta...

 

Audero; Lirola, Romagna, Blanco Moreno, ***; Macek, ***, Cassata; Kastanos; Vadalà, Favilli

 

I miei dubbi sono: il terzino sinistro, poichè penso, come all'andata, ci sarà un ballottaggio tra Zappa (che non mi sembra in grandissima condizione già da un po') e Coccolo (più difensore, non grandissima spinta)

e il regista...io vorrei vedere Didiba...però boh...già all'andata pensavo giocasse lui...invece ha messo a sorpresa Bove (con risultati non eccezionali, nonostante sia un giocatore che mi piace molto).

 

Alla fine Grosso tirerà un Pellini fuori dal cilindro che segnerà il gol decisivo con una punizione delle sue dai 25 metri :d

Share this post


Link to post
Share on other sites

Col commento tecnico di Beppe Baresi, si può già immginare l'imparzialità della telecronaca di Sport Italia.

 

e stato fatto apposta, all andata c era Iuliano dalla nostra parte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Formazione iniziale, direi, quasi scritta...

 

Audero; Lirola, Romagna, Blanco Moreno, ***; Macek, ***, Cassata; Kastanos; Vadalà, Favilli

 

I miei dubbi sono: il terzino sinistro, poichè penso, come all'andata, ci sarà un ballottaggio tra Zappa (che non mi sembra in grandissima condizione già da un po') e Coccolo (più difensore, non grandissima spinta)

e il regista...io vorrei vedere Didiba...però boh...già all'andata pensavo giocasse lui...invece ha messo a sorpresa Bove (con risultati non eccezionali, nonostante sia un giocatore che mi piace molto).

 

Alla fine Grosso tirerà un Pellini fuori dal cilindro che segnerà il gol decisivo con una punizione delle sue dai 25 metri :d

se pellini è apposto sarebbe la soluzione più logica ma 6 giorni fa non è andato neppure in panchina quindi non so quali siano le sue condizioni e anche se fosse disponibile non so se lo rischierà mai titolare domani sera..

per terzino sinistro ci sarebbe anche l'opzione Beruatto come alternativa, ma credo che Grosso punterà su Zappa.

... oppure per scompaginare le carte perchè non mettere Cassata sull'esterno?? :d

Share this post


Link to post
Share on other sites

dal cile dico presente!!! ... mi godro questa partita consapevole che qualsiasi sia il risultato ho visto questi ragazzi crescere da 2 anni a questa parte e son diventati una squadra monstruosa, mi auguro per loro veramente di arrivare fino in fondo alla loro carriera professionale pero anche se il risultato non conta piu di tanto ... voglio che vincano perche sarebbe la consacrazione di una annata molto interessante ed anche una bella dedica a clemenza, ci vediamo domani !

Share this post


Link to post
Share on other sites

e se mettesse romagna?

 

Centrocampista, dici? Parere personale, preferirei il doppio play, con lui nel ruolo di Bonucci. Penso che sia una disposizione che dà più soluzioni di gioco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alle 19 non è un orario molto buono per me; potrei perdermi anche tutto il primo tempo ma non posso rubare tempo al lavoro nemmeno per questo evento : pazienza e penso a “mail aperta” ora.

Sicuramente il mister ed i ragazzi avranno preparato al meglio la partita nella consapevolezza che così restando la coppa va a loro, quindi non abbiamo molto (nulla, direi) da perdere.

Avranno rivisto ed analizzato la partita di andata, avranno capito dove migliorare ed avranno sicuramente preso consapevolezza del fatto che siamo migliori (ma nel calcio contano i gol) anche in ragione della difficoltà con la quale l’inter ha fatto (e finito) la gara di andata : come noi, anche loro avranno fatto le loro considerazioni e la tensione non mancherà nemmeno a loro, per cui è prevalente l’approccio mentale, come in tutte le finali dove non c’è superiorità netta dell’uno rispetto all’altro, e noi dovremo essere migliori innanzitutto in questo.

Tatticamente la gara la prevedo caratterizzata da “pazienza” e piuttosto “semplice” almeno nel primo tempo, o sino ad una variazione di risultato, perché loro partono da una situazione di vantaggio e la partita la dobbiamo fare noi.

A loro basterà tenerci sulla corda attaccando gli spazi in ripartenza (metteranno uno-due velocisti ad attaccare le zone di Blanco e/o la fascia aperta che dovessero trovare), mentre noi, anche sulla scorta delle loro difficoltà evidenziate all’andata, proveremo ad attaccare lo loro fasce in velocità per aprire la difesa (elementare, ma bisogna riuscirci) ed in questo caso avremmo grosse possibilità di far loro molto male.

In mezzo non farei giocare Romagna con un difensore dietro, perché lui può fare il metronomo a stretto ridosso dei mediani, che devono impedire le ripartenze di cui sopra, e perché è proprio fondamentale non prendere gol (dovremmo comunque farne uno più di loro, ed all’andata abbiamo un pò ballato dietro …).

Il mister ha qualche esperienza di gare di finale : dovrà essere bravo nel metterla a disposizione dei ragazzi.

I ragazzi hanno le qualità per prevalere se giocheranno da squadra.

Io sono confidente che la coppa la possiamo portare a casa, e come sempre “mi garba di molto” l’idea di alzarla a casa degli altri (loro in particolare).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Formazione iniziale, direi, quasi scritta... Audero; Lirola, Romagna, Blanco Moreno, ***; Macek, ***, Cassata; Kastanos; Vadalà, Favilli I miei dubbi sono: il terzino sinistro, poichè penso, come all'andata, ci sarà un ballottaggio tra Zappa (che non mi sembra in grandissima condizione già da un po') e Coccolo (più difensore, non grandissima spinta) e il regista...io vorrei vedere Didiba...però boh...già all'andata pensavo giocasse lui...invece ha messo a sorpresa Bove (con risultati non eccezionali, nonostante sia un giocatore che mi piace molto). Alla fine Grosso tirerà un Pellini fuori dal cilindro che segnerà il gol decisivo con una punizione delle sue dai 25 metri :d

 

Oppure metti Severin centrale e Romagna regista basso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oppure metti Severin centrale e Romagna regista basso.

Okkio che l'unica qualità di Severin é la velocità : può risultare fondamentale se lo schieri per annullare le loro ripartenze ma se te lo giochi come difensore al posto di Romagna ho grossi/enormi dubbi sulla bontà della scelta, anche perché a noi può servire di più un certo tipo di valore aggiunto a centrocampo che può dare Romagna come difensore in fase di possesso palla.

Romagna a centrocampo può fare sicuramente bene, sia chiaro, ma ti levi un altro cc (e magari un cc offensivo, per "ricaduta") che deve andare a limitare l'azione di Gnoukuri, che é il loro metronomo, mentre lui (Romagna) può anche limitare le due mezze ali che si alternano in fase di attacco (uno ha anche segnato all'andata : con Romagna era a brucare l'erba due metri fuori area, altro che in percussione fin quasi sul dischetto di rigore).

Share this post


Link to post
Share on other sites

io sono convinto che perdiamo anche stasera

 

loro faranno il loro NON gioco e in finale questo paga, soprattutto se hai qualcuno smaliziato

 

 

 

ciò non toglie che siamo siamo migliori e giochiamo meglio. e tanto mi basta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chissà se farà giocare Kean sarebbe un palcoscenico importantissimo e potremmo capire quanto sia realmente il suo valore e' vero che non basta una partita per giudicarlo ma questa ci direbbe parecchio su quelli che tutti considerano un fenomeno

Share this post


Link to post
Share on other sites

io sono convinto che perdiamo anche stasera

 

loro faranno il loro NON gioco e in finale questo paga, soprattutto se hai qualcuno smaliziato

 

 

 

ciò non toglie che siamo siamo migliori e giochiamo meglio. e tanto mi basta

Può essere...ma le cose potrebbero cambiare (anzi, cambierebbero sicuramente) se noi riuscissimo a fare 2 gol abbastanza velocemente...

E i Nostri sono capacissimi di farlo...ci vorrà una partenza a dir poco perfetta...ci voglio credere perchè Meritano questo trofeo più di chiunque altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

io sono convinto che perdiamo anche stasera

 

loro faranno il loro NON gioco e in finale questo paga, soprattutto se hai qualcuno smaliziato

 

 

 

ciò non toglie che siamo siamo migliori e giochiamo meglio. e tanto mi basta

Magari se evitiamo di divorarci i gol come all'andata già è un bel passo in avanti, oltre a non regalare gol.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Può essere...ma le cose potrebbero cambiare (anzi, cambierebbero sicuramente) se noi riuscissimo a fare 2 gol abbastanza velocemente...

E i Nostri sono capacissimi di farlo...ci vorrà una partenza a dir poco perfetta...ci voglio credere perchè Meritano questo trofeo più di chiunque altro.

Basta anche un gol, e poi ci mettiamo a giocare (se vogliono giocare e non puntare ai rigori) altrimenti giochiamo noi e vediamo cosa succede. Non ti dico, perché lo sai sicuramente anche tu, cosa potrebbe succedere se noi ne faccessimo due, di gol.

Share this post


Link to post
Share on other sites

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.