Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Sign in to follow this  
bob66

La magia di un proiettore super 8

Recommended Posts

Nel 1986, in gita scolastica a Firenze, io e un mio compagno avevamo una Canon Super8 con la quale fingevamo di essere di Videomusic e intervistavamo le ragazze locali.

  • Mi Piace 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

le partite negli anni 70 con mio padre le sentivamo alla radio......una mega-radio di legno rauca e stonata......ma ad ogni goal ed ogni vittoria era una festa..... Momenti magici......di 40 anni fá.......mai dimenticati.....

 

p.s. Mai andato allo stadio in vita mia.....

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lacrimoni!!!

 

se penso a mio nonno e ai suoi racconti su Gaetano Scirea, non c'era il Super 8 ma le oramai obsolete VHS. Altri tempi, altro sport. I nostri valori rimangono però immutati. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, ughito1970 ha scritto:

le partite negli anni 70 con mio padre le sentivamo alla radio......una mega-radio di legno rauca e stonata......ma ad ogni goal ed ogni vittoria era una festa..... Momenti magici......di 40 anni fá.......mai dimenticati.....

 

p.s. Mai andato allo stadio in vita mia.....

Non sai che ti perdi....

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, bob66 ha scritto:

Perché la Juve è una fiaba, è una leggenda, perché la Juve è amore.

E l'amore non s'insudicia.

Mai."

.allah.allah

.juve

.juve.juve

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io un Padre non l'ho avuto, (l'ho perso in tenera età purtoppo), la passione è sorta dentro il mio cuore in maniera naturale e ancora oggi mi accompagna quotidianamente in tutto cio' che faccio...
Seppur nemmeno paragonabile, personalmente non posso negarti, che allo Stadium rimpiango la pessima visuale del Delle Alpi e il caos generale del Comunale...tempi che furono, tempi splendidi...
Complimenti Bob66

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quelle tramandate da padre in figlio o comunque all'interno di un contesto familiare sono delle emozioni particolari... talmente forti che ti rimangono appiccicate addosso per sempre. Semplici storie in bianconero ma ricche di caldissimi colori.

 

Molto emozionante.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, ughito1970 ha scritto:

p.s. Mai andato allo stadio in vita mia.....

cerca di andarci prima o poi, io ci vado pochissimo ma quello che ti da una partita dal vivo

nessun televisore a 50000 pollici in 40K HHHHDDDD te lo puo dare

va bene la nostalgia per i bei tempi andati, il vintage, etc pero' certe cose bisogna provarle nella vita,

specie se si ama il calcio:)

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, eternobianconero ha scritto:

Quelle tramandate da padre in figlio o comunque all'interno di un contesto familiare sono delle emozioni particolari... talmente forti che ti rimangono appiccicate addosso per sempre. Semplici storie in bianconero ma ricche di caldissimi colori.

 

Molto emozionante.

mica  sempre.... 

un figlio mi è diventato col tempo milanista

e l'altro rifiuta di guardarsi la juve di Allegri... é in sciopero  

 

sefz

  • Mi Piace 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

tutto bellissimo, io ho 56 anni e certi ricordi rimangono impressi pero non esageriamo.

oggi rimpiangi il super8,  50 anni fa si rimpiangeva quando c era solo la radio, e quando c era solo la radio si rimpiangeva

quando avevano inventato la juve e quando hanno invaentato la juve e il calcio moderno si

rimpiangeva il calcio fiorentino......tra 40 anni rimpiangeranno il tv oled 8k hd 3d 80 pollici a schermo curvo......

in questo modo non se ne esce piu' dai .doh

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Dino64 ha scritto:

mica  sempre.... 

un figlio mi è diventato col tempo milanista

e l'altro rifiuta di guardarsi la juve di Allegri... é in sciopero  

 

sefz

Tu chiamale, se vuoi... emozioni uhuh

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me cmq il televisore piatto ultra hd piace molto .ghgh 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Juve è la più "tradizionale" delle squadre di tutto il mondo.

Nel 2018 si parla ancora di stile-Juve,di soldatini,di camicie bianche il giorno della presentazione.

La Juve fa innamorare ancora oggi,nonostante il calcio-business e un giornalismo morto e sepolto.

La Juve ti fa essere orgoglioso perché juventino,non quando vince qualcosa.

 

 

 

Complimenti all'autore del topic !!!

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 ore fa, Antojuve66 ha scritto:

Un mi piace non basta. Non ne basterebbero cento!

Racconto che trasuda emozioni incredibili. Grazie!!!! 

Grazie a te, per avermi letto! Siamo coscritti...:)

20 ore fa, Black Sabbath ha scritto:

Bello!

 

 

Grazie grazie...

20 ore fa, ElBrujo ha scritto:

Nel 1986, in gita scolastica a Firenze, io e un mio compagno avevamo una Canon Super8 con la quale fingevamo di essere di Videomusic e intervistavamo le ragazze locali.

Furbacchioni! :siciao:

20 ore fa, Lincoln ha scritto:

Un vecchietto come me apprezza il tuo bellissimo post. Grazie bob66. E felice di rileggerti.

Grazie a te vecchietto, per avermi dedicato del tempo. E per esserti ricordato di me...

 

20 ore fa, ughito1970 ha scritto:

le partite negli anni 70 con mio padre le sentivamo alla radio......una mega-radio di legno rauca e stonata......ma ad ogni goal ed ogni vittoria era una festa..... Momenti magici......di 40 anni fá.......mai dimenticati.....

 

p.s. Mai andato allo stadio in vita mia.....

Vero, verissimo. Ma allo stadio ci devi andare...

20 ore fa, Scirea1982 ha scritto:

Lacrimoni!!!

 

se penso a mio nonno e ai suoi racconti su Gaetano Scirea, non c'era il Super 8 ma le oramai obsolete VHS. Altri tempi, altro sport. I nostri valori rimangono però immutati. 

Conosciuto Gaetano, ero proprio un bocia.

Conosciuto a Villar Perosa.

Ti conto questa, per dirti chi fosse.

Abitava vicinissimo all'oratorio che frequentavamo io e i miei amici.

E sovente lo vedevo passeggiare nei paraggi con sua moglie Mariella.

Ma non mi osavo mai a fermarlo, proprio perché avevo paura di disturbarlo.

In ritiro a Villar, andammo mio padre, mio fratello ed io.

Tanto per farti capire che dimensione aveva il calcio dell'epoca.

Finito l'allenamento, riuscimmo ad entrare nell'albergo, mio padre era del Juventus Club 77.

Bastò che ricordasse al Trap una cena sociale del club a cui il mister aveva partecipato come ospite d'onore.

Gli chiese se ci poteva far entrare in albergo a conoscere qualche giocatore.

Il mister lo accontentò.

Io vidi per primo Gaetano e andai verso di lui, raccontandogli di tutte le volte che lo vedevo camminare per strada in via Caboto.

E gli dissi che avrei voluto fermarlo, ma la presenza della mogli e mi inibiva.

mi sorrise, mi chiese il mio nome, e scattammo diverse fotografie.

Così come con altri calciatori.

Passato neanche un mese, ci incrociammo per strada.

Era sempre con Mariella.

Dal mio nome no, ma del mio viso incantato di fronte al mio eroe, forse si ricordò.

Si fermò, e raccontò a Mariella la storia di Villar.

Sorrisero entrambi, io ero un po' in imbarazzo.

Da quel giorno, per strada, ci si salutava, quando ci si incrociava.

Un signore, una persona meravigliosa.

  • Mi Piace 5
  • Grazie 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.