Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Snow Syfer

Miglior giocatore di basket di sempre?

miglior giocatore di basket di sempre?  

  1. 1. miglior giocatore di basket di sempre?

    • jordan
      78
    • magic johnson
      9
    • bird
      10
    • james
      7
    • jabbar
      4
    • chamberlain
      2
    • o'neal
      0
    • russell
      0
    • duncan
      0
    • malone
      0
    • robertson
      0
    • bryant
      5
    • west
      0


Recommended Posts

Il 18/8/2019 Alle 14:26, Lorenzojuventino76 ha scritto:

Ma erving come può  non stare in questa lista prima di Jordan è  stato quello che ha cambiato il modo di vedere il basket aggiornare prego.... doctor j  😱😱😱😱

Chiedi a chiunque non appassionato di basket di Erving e non sapranno chi è ...... diversamente non solo da Jordan, manche da Bird, Magic, Jabbar e qualcun altro

 

Come statistiche e titoli, niente di stratosferico.

Certo è stato un talento eccezionale, un artista e un ispiratore ..... ma qui si sta parlando del migliore di tutti i tempi....

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 18/7/2019 Alle 20:29, ejuventus ha scritto:

Presente dal 1991 fino al 1998...... ho visto in diretta il "the move" in gara 2 del 1991 contro i Lakers, i 6 canestri da 3 consecutivi in gara-1 del 92 contro Portland con 35 punti all'intervallo, il tiro da 3 di Paxson a Phoenix in gara-6 del 93 ..... e poi il secondo three-peat ... il buzzer vincente in gara-1, i 38 punti nel flu-game, il canestro di Kerr nel 97 ..... e poi l'apoteosi del 14 giugno 1998...... il basket  e tutta una generazione di sportivi si è fermata lì.

 

Poi c'è stato il 2000, Shaq e Bryant, ma era un'altra pagina..... con molti meno lettori e meno appassionati

 

Nelle Finali dei Bulls si percepiva un qualcosa di mondiale......palazzetti e televisioni tremavano....stavi 3-4  ore di notte incollato alla tv e non ti stancavi un secondo....... nemmeno durante time-out e replay.......  sapevi che si stava scrivendo la storia, eri parte di una coscienza comune a tutto il mondo.....il #23 aveva un'aura anche in televisione che non si può descrivere. 

Personalmente tifavo Jordan e i Bulls come e più della Juve, e nelle più grandi imprese di quelle Finali faticavo a non urlare mentre saltavo sul divano quando tutti dormivano. Il tifo che suscitava Jordan era genuino e viscerale .... il successo mediatico era conseguenza di questo, e non viceversa come per tutti gli altri. almeno per me che lo tifavo fin dal 1989...quando aveva addosso l'etichetta del perdente.

 

Nel 1998 il regno era veramente in pericolo...... Utah era ormai probabilmente una squadra migliore ....con Rodman ormai agli sgoccioli, Pippen con la schiena a pezzi e Michael ormai 35enne....... ma c'era qualcosa che ti diceva che il 23 ce l'avrebbe fatta ...... e non si può spiegare

Pienamente d'accordo. E lo dico da persona che tifava contro i Bulls e avrebbe tanto voluto vedere la coppia Stockton-Malone vincere un titolo che sarebbe stato meritato. Ma MJ non aveva intenzione di mollare niente.....

Tutti quelli citati sono fenomeni (ma io avrei messo nella lista anche John Stockton, il più grande assist-man della storia dell'Nba e tra i migliori play di tutti i tempi) ma Jordan era qualcosa di unico ed inarrivabile. Il miglior Lebron ci si è avvicinato ma a mio giudizio non lo ha raggiunto.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 7/9/2019 Alle 09:19, Granpasso ha scritto:

Pienamente d'accordo. E lo dico da persona che tifava contro i Bulls e avrebbe tanto voluto vedere la coppia Stockton-Malone vincere un titolo che sarebbe stato meritato. Ma MJ non aveva intenzione di mollare niente.....

Tutti quelli citati sono fenomeni (ma io avrei messo nella lista anche John Stockton, il più grande assist-man della storia dell'Nba e tra i migliori play di tutti i tempi) ma Jordan era qualcosa di unico ed inarrivabile. Il miglior Lebron ci si è avvicinato ma a mio giudizio non lo ha raggiunto.

Mmmmh......nah...

 

È un fatto di qualità, non di quantità

Si è o non si è..... e l'essere non si può spiegare.

 

Nel basket e penso in tutto lo sport è stato Jordan.

Dal 2000 in poi viviamo un altro mondo e nella società c'è un'altra sensibilità. ..e lo sport anche non è più lo stesso 

 

Non ci sono più i Mennea, i Pantani, i Tomba, i Senna, i McEnroe, i Maradona, Platini, Baggio... non è un fatto di capacità tecniche e titoli vinti  ....... è un discorso su un altro livello

 

Stessa cosa si può dire per musica e film

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 19/9/2019 Alle 16:21, gdm1897 ha scritto:

Ma non si può dire.

È la stessa cosa come nel calcio.

Questi erano tutti fenomeni e anche giocatori molti diversi.

 

 

Infatti..

Come nel calcio se parli con un brasiliano Pelé era un giocatore altro che Maradona, un argentino dirà il contrario, un olandese dirà che cruijff era meglio di tutti e due messi insieme.

Da profano pur ascoltando ma non seguendo altri sport so chi era mj, forse qualcosa vorrà dire.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chi lo ha visto giocare non può non votare Michael Jordan. 

Talmente sopra tutto il resto da risultare alieno.

 

Per chi non lo ha visto giocare, mi spiace per loro, si sono persi il miglior giocatore di basket e uno dei più grandi atleti di sempre.

On 9/7/2019 at 3:19 PM, Granpasso said:

Pienamente d'accordo. E lo dico da persona che tifava contro i Bulls e avrebbe tanto voluto vedere la coppia Stockton-Malone vincere un titolo che sarebbe stato meritato. Ma MJ non aveva intenzione di mollare niente.....

Tutti quelli citati sono fenomeni (ma io avrei messo nella lista anche John Stockton, il più grande assist-man della storia dell'Nba e tra i migliori play di tutti i tempi) ma Jordan era qualcosa di unico ed inarrivabile. Il miglior Lebron ci si è avvicinato ma a mio giudizio non lo ha raggiunto.

No, manco per sbaglio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 23/8/2018 Alle 13:57, Jaq10 ha scritto:

Per me Jordan è stato qualcosa di unico, Kobe gli è andato vicino, ma è stato oscurato da Shaq nei primi anni, mentre devo ammettere che James ha un fisico da centro e palleggia come Steve Nash. Ho votato Bird perché un contadino dell'indiana che spacca in quel modo le partite di basket mi ha sempre ispirato il romanticismo (anche se non ho vissuto da spettatore i suoi anni migliori), ma Jordan e James sono su pianeti differenti. Forse Jordan ha saputo far giocare meglio i suoi gregari, alludo al passaggio e poi al tiro vincente di Paxon, mentre LeBron è un giocatore che potrebbe vincere da solo una partita. 

bel commento, io voto Jordan perche' e' stato il mio idolo indiscusso da ragazzino ( epoca di Tyson, Michael Jackson etc.), quando Bird era all'apice io avro' avuto circa 8 anni e quindi non potevo giudicarlo (ricordo vagamente gli scontri lakers celtic che passavano su italia 1), con il tempo ho avuto modo di gurdare parecchi video e devo dire che Bird tra tutti e' quello che possiamo definire meno appariscente ma tra i piu' efficaci effettivamente

per me pero' Jordan rimane innarrivabile....6 titol iche sarebbero potuti essere di piu' causa quel fattaccio, lui anche poteva vincere partite da solo, ma la sua intelligenza cestistica con il tempo lo ha resto quasi un giocatore perfetto da ogi punto di vista

Il 25/8/2018 Alle 01:21, Vonpalace ha scritto:

james senza dubbio il più completo

probabilemnte il basket è lo sport dove le statistiche contano di +

nei p.o

si piazza nei primi 15 in tutti i principali fondamentali

primo nei punti e rubate

terzo negli assist

sesto nei rimbalzi

quindicesimo nelle stoppate

considerando che ancora gli mancano un po di anni

 

jordan è stato il più mediatico ma meno continuo di james

meno continuo non direi...3 titoli filati, morte del padre con conseguente ritiro per due anni...ritorno ed anno dopo altri 3 titoli filati, senza quel fattaccio minimo due titoli in piu' li avrebbe avuti penso

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 18/8/2019 Alle 14:26, Lorenzojuventino76 ha scritto:

Ma erving come può  non stare in questa lista prima di Jordan è  stato quello che ha cambiato il modo di vedere il basket aggiornare prego.... doctor j  😱😱😱😱

volevo farlo io un commento del genere...diciamo che molto del merito del basket moderno che vediamo ancora oggi lo si deve a doctor j, idolo di qualsiasi top player di basket, ergo colui che ha ispiratomilioni di giocatori per non dire quasi tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ricordo vagamente prima del dream team 1992 si dicesse che il quintetto all time era questo.

Magic

Doctor J

Bird

Moses Malone

Kareem

Poi ovviamente MJ ha continuato a giocare per anni...
E adesso anche Lebron non potrebbe non essere in tutit i quintetti ideali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io sono cresciuto con Jordan e quei Bulls incredibili, da allora tifo tutte le squadre di Chicago (amo lo sport americano a livello viscerale). 

Per me Jordan irrangiugibile

Anche per Kobe ho un affetto sconsiderato e lo metto un gradino sotto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

il solito sondaggio malposto...paragonare giocatori di epoche diverse, ruoli diversi...

il lato meno interessante della NBA secondo me

 

per dire...a me da già ai nervi sentir parlare di MVP ogni anno...e magari sono esagerato io

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non da super appassionato (e modesto giocatore) come di calcio e tennis, ma seguo il basket dai primi anni ottanta, ed è lì che sono diventato tifoso dei mitici Lakers di Magic e Kareem. 

 

Tra quelli che ho visto, senza andare indietro, ad altre ere geologiche, il più forte è stato Michael Jordan senza neanche il minimo dubbio; per distacco siderale su chiunque altro. Non credo esista un altro sport - specie di squadra - dove il GOAT è così indiscutibile. Un alieno proveniente da altra galassia; fisico, talento e PERSONALITA' si incontrano a quei livelli una volta ogni cento anni. 

Dopo di lui, ma a grande distanza, direi Lebron e subito dietro a Lebron, alla pari Magic e Larry Bird. 

 

Poi possiamo parlare di quelli che mi hanno emozionato di più, e allora faccio due nomi diversissimi tra loro: Magic Johnson, un genio assoluto; e Drazen Petrovic, il più grande talento europeo di tutti i tempi (anche se ora gioca un ragazzino sloveno niente male...). 

 

PS Nella classifica dei migliori, NON può mancare colui che rivoluzionò il gioco aprendo le porte della moderna nba: Doctor J Julius Erving. 

 

The Most Epic NBA Dunk Contest Photos Ever Taken | Sports basketball,  Erving, Julius erving

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 12/9/2019 Alle 20:54, ejuventus ha scritto:

 

Non ci sono più i Mennea, i Pantani, i Tomba, i Senna, i McEnroe, i Maradona, Platini, Baggio... non è un fatto di capacità tecniche e titoli vinti  ....... è un discorso su un altro livello

 

Ciao fratello di tifo: in generale post del genere non mi stuzzicano granchè, perchè mi paiono il classico lamento di chi giovanissimo non lo è più - oh, non credere, io sto per arrivare ai temutissimi 30, quindi non è che ti parli proprio da ragazzino! - e inizia a vedere tutto ciò che è passato sotto un'altra tinta.

Tu però sei un utente che ricordo per alcune bellissime chiacchierate, se non sbaglio proprio su una Juve che forse ora non c'è più, e allora mi fa piacere rispondere.

 

Secondo me, oggi come oggi, stiamo vivendo una generazione assolutamente d'ORO nello sport mondiale; senza fare alcuna ricerca su Google, attualmente abbiamo in attività:

 

- Cristiano Ronaldo

- Lionel Messi

- Tom Brady

- Roger Federer

- Rafael Nadal

- Novak Djokovic

- Lebron James

- Lewis Hamilton

 

E sicuramente qualcuno più esperto di me potrebbe aggiungere qua e là altri nomi.

 

Semmai si può discutere sull'impatto di alcune di queste grandi figure, molto spesso smussato da quello storytelling imposto da quei tumori che sono la Nike, l'Adidas e compagnia bella, che prendono una storia stupenda e la banalizzano per renderla commerciale.

Però ragazzi, qui parliamo di gente che ha portato il gesto sportivo a pura opera d'arte.

Su tutti, sicuramente spicca Re Roger, che per me ha "la colpa" di aver reso inguardabile il tennis senza di lui (impossibile accettare di vedere un Thiem - Sinner dopo essere cresciuto con Federer - Safin alla semifinale degli AO del 2005), ma pure LeBron, ragazzi, ha fatto questa roba qua:

 

LeBron James' Historic Block on Andre Iguodala From All Angles - YouTube

 

Gara 7.

Contro una squadra che ne ha vinte SETTANTRA SU OTTANTADUE (guarda un po' a chi ha tolto il record?).

Dopo esser stato sotto 3-1.

89 pari.

Un minuto alla fine.

Una stoppata del genere.

Questa è la * di Cappella Sistina, al pari di The Shot. 

Poi si può preferire questo o quel momento, eh va bene, ma sminuire LeBron ragazzi... no, dai, mai nella vita.

 

Ah, e se il suo record alle Finals è negativo, è solo perchè ci è riuscito ad arrivare SEMPRE, pure quando aveva una squadra nettamente più debole.

O vogliamo colpevolizzarlo dello sweep preso contro Curry, Durant e Thompson con TJ Thompson che avrebbe il layup della vittoria e torna indietro in gara -1? Dai...

Questa statistica mi ricorda un po' quella fra Federer e Nadal: tutti dicono che Rafa è avanti negli 1 vs 1, ma nessuno fa notare che è perchè Nadal si è fermato molte più volte di Roger PRIMA nei tornei, e dunque quando non era al top neppure riusciva ad arrivare a giocare contro di lui.

Federer invece, di riffa o di raffa, vinceva sempre, anche quando non era al cento per cento.

 

Ciò detto, sul GOAT non voto perchè non ne so a sufficienza, è che volevo postare quella stoppata che è una cosa che mi fa venire i brividi ogni volta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da ex giocatore ed appassionato (tifavo virtus purtroppo fallita) ti dico che non ha senso come domanda

 

Dico che non ha senso per vari motivi. 

Perchè cosa consideriamo ? consideriamo il talento ? consideriamo cosa ha dimostrato sul campo ? consideriamo la singola impresa piu' difficile ? 

 

sai io per esempio , nel calcio, penso che il piu' forte di sempre sia stato ronaldo il fenomeno.... straconvinto che non sia mai esistito nessuno come lui dal punto di vista del talento e delle cose fatte vedere in campo. Poi pero' la sua carriera è un chiaro inno a cio' che sarebbe potuto essere e che invece non è stato. E parliamo di uno che ha vinto 2 mondiali e 2 palloni d'oro eh, eppure per cio' che era è poco. 

Cristiano ronaldo ha oggettivamente distrutto chiunque per quanto fatto. E ad un certo punto dovrai anche iniziare a tener conto della realtà, cioè la realtà dovrà avere un peso nei giudizi ? poi io ti risponderei "eh ma quello che ho visto fare al fenomeno" ..... eeeeh ho capito ma quell'altro ronaldo ha vinto 5 champions  e c'ha buttato fuori anno dopo anno, a volte anche con rovesciate a 3 metri d'altezza, i tifosi dell'atletico lo sognano la notte, ad un certo punto queste cose devono avere un peso e ti devi arrendere. 

 

Non saprei a quale parte di me dare ragione, è un dibattito senza soluzioni.

 

Non saprei proprio cosa risponderti, perchè non è solo un discorso di ruolo è proprio un discorso di cosa reputi importante. 

 

Pero' ti dico una cosa. C'è una regola che mi sento di darti per decifrare la realtà.

 

-QUELLI DEL PRESENTE O DEL FUTURO BATTONO SEMPRE QUELLI DEL PASSATO. 

 

Togli la nostalgia, togli che quando vedevi quei giocatori magari avevi i capelli, eri felice, avevi la prima fidanzatina ecc... l'evoluzione umana , le nuove conoscenze in campo scientifico, la maggiore accessibilità dell'intero pianeta allo sport, i progressi in campo medico e altri 10000 aspetti fanno si che, oggi, si giochi quasi un altro sport e che, fisici che una volta erano tagliati fuori da una certa disciplina/sport, ora riescano ad essere performanti, c'è una selezione naturale che è terribile.... Bill Russel è GIUSTAMENTE un hall of fame perchè IN QUEL CONTESTO era il piu' dominante.... ma parliamo di un pivot che era alto come Durant,  2 cm in piu' di LeBron.

Poi se mai mi potrai dire "si ma come sarebbe un larry bird con l'alimentazione di oggi, con i tempi di recupero di oggi, con gli allenamenti di oggi ecc ....?" obbiezione che dal punto di vista teorico ti devo concedere, ma dentro di me la risposta a questa obbiezione sarebbe che, COMUNUQE, larry bird nella pallacanestro di oggi lo vedo male male male .... lui come tanti altri eh. 

Veramente ragazzi, mettete da parte la nostalgia. 

 

Io posso dirti che, come dominio, come dinastia, nessuno ha regnato come jordan.

Io posso dirti che l'impresa che ho visto fare a lebron con i cavs nel 2016 non l'ho mai visto fare a NESSUNO, forse nemmeno a jordan. Pero' jordan ha vinto di piu' .... quindi ? cosa vale ? vale l'impresa o vale il cumulativo di quanto fatto i carriera ? 

o ancora vale il talento ?

Io per esempio nel calcio resto molto affascinato dal talento , da cio' che vedo fare in campo .... nonostante poi mi arrendo all'evidenza dei trofei .

come talento io posso dirti che, in vita mia, non ho mai visto uno come Kevin Durant, per me K.D. è il "ronaldo il fenomeno" del basket. Non è mai esistito uno cosi' nel basket a mio avviso. E' immarcabile. E' il giocatore piu' immarcabile che sia mai stato inventato. E' un 2.10 che gioca ogni ruolo e che non puo' essere marcato ne individualmente ne di squadra. Non lo puoi marcare !!!! nel basket poi la difesa parte ancora piu' battuta che nel calcio quindi quando marchi devi fondamentalmente limitare le opzioni. Che marchi ? che limiti ? che ca-zo limiti a Durant ? sta ceppa limiti ? Non esiste una cosa della pallacanestro che Durant non sappia fare. Primo passo fulminante, mano sinistra credibilissima, tiro dalla media illegale, penetrazione idem, tiro da tre che te lo dico a fà ...... che limiti? Il problema di durant non è tanto che sa fare alcune cose benissimo, perchè pure Harden sa fare alcune cose benissimo, pure LeBron le sa fare .... e spesso, nonostante i difensori già lo sappiano, COMUNUQE, non riescono a impedirgli di fargli fare le "specialità della casa" e farsi battere , ma con K.D. è peggio !!!! con K.D. tu mentalmente non sai nemmeno come predisporti. E li sei rovinato, ma veramente rovinato. Non riesco a spiegartelo, da ex giocatore ti dico che (lascia stare K.D. voglio spiegarti il concetto), avere davanti a te uno che non sai minimamente cosa farà è 1000 volte peggio che sapere che hai davanti a te uno che va in penetrazione (dico per dire) anche se magari poi ti batte 10/10 . Magari contro quello piu' completo potresti anche contestare decentemente qualche sua esecuzione, magari è impreciso in alcuni fondamentali, pero' parti con un'incertezza di base che sei distrutto in partenza, difenderai sicuramente male, sei carne da macello.

Parliamo di un giocatore a mio avviso immarcabile. Il piu' immarcabile della storia del basket, piu' di Jordan, piu' di Bryant, piu' di LeBron. Cioè qui stiamo parlando di un 2.10 che in finale nel 2018 a 1 minuto dalla fine tira praticamente dal logo. Ma non è che tira dal logo perchè è scemo , non sa che fare , non gli esce lo schema e prova il tiro. Lui segna dal logo perchè scientemente vede una gran difesa dei cavs, vede che la difesa fa quello che è umano fare, limita le opzioni (a loro avviso, ma anche ad avviso di chiunque) a maggiore percentuale di realizzazione, non gli concede penetrazione, non gli concede nemmeno tiro da 3 (lebron su curry) , e (ovviamente) lo lascia libero a 2 metri oltre la linea da 3.... ma lui quella , alle brutte, ce l'ha proprio come soluzione, cioè per lui è una soluzione tirare da 9-10 metri, sicuramente meno sicura di un tiro da 3 normale o di un tiro dalla media ma è sicuramente una soluzione non trascurabile per cui, se costretto, la prova senza problemi. Chiama il blocco 2 metri fuori dalla linea da 3 e segna praticamente poco dopo il logo, da 9 metri circa.....E per cui a quel punto di che parliamo ? che marchi? Diventa un'altra roba !!!! un altro sport, andiamo ai confini dell'ingiustizia. Cioè nel Basket non è contemplato contestare tiri da 10 metri, anzi, non è che non è contemplato è proprio SBAGLIATO !!!! A rigore di logica è sbagliato, nel senso che facendolo ti scopri e concedi soluzioni a piu' alta percentuale di realizzazione. Torniamo al discorso che ti dicevo che quelli del presente battono sempre quelli del passato, perché non è l'unico che inizia a trovare quelle soluzioni. Si sta iniziando a vedere questa soluzione sempre più frequentemente. Diventa un altro gioco. Il basket ha quelle dimensioni del campo perchè c'è un senso, sono le dimensioni che permettono di avere spaziature divertenti da occupare se attacchi e tecnicamente copribili se difendi,se togliamo le transizioni,  LI SI GIOCA !!!! cioè dentro l'arco e massimo qualche decimetro fuori la linea da 3,  mezzo metro tiè , di piu' non puoi e non devi andare perchè iniziano a saltarti le coperture sulle linee di passaggio per soluzioni piu' pericolose. Normalmente non è un problema perchè da 10 metri non tira nessuno, se ora addirittura i 2.10 iniziano a tirare in finale da li è un'altra roba.

 

che limiti ? che vuoi limitare ? in cross over la palla gli si sposta di 2 metri.... che vuoi fare ? marcargli il tiro ? cosa salti ? cosa vuoi contestare il tiro a Durant ? ... ma piuttosto stai buono, strillagli in faccia , che almeno risparmi le energie del salto e magari si spaventa e sbaglia pure.... quello fa partire la palla da 2.40😂 ma che contesti ? Ma fai il bravo va...Cioè se Durant sbaglia non è certamente perchè (chi vuoi tu) gli contesta il tiro. 

 

L'unica cosa che puo' limitare K.D. (apparte gli infortuni) è l'evoluzione. Cioè la selezione di giocatori con un'energia differente , capaci di difendere fuori dal perimetro. Gente con reattività differente, gente capace di pressare per piu' tempo, per piu' metri, sempre alla stessa intensità, delle specie di Tony Allen pero' magari alte come jorda o bryant se non anche di piu'. Verranno fuori delle sorte di Anthony Davis con una maggiore reattività ed energia in difesa.

 

boh per me nella definizione di "migliore di sempre" conta molto questo aspetto qua, e io ti dico che il migliore che abbia mai visto FINO AD ORA è Durant.

Poi ripeto, la realtà, cioè che accade sul campo, il cumulativo della carriera fatta, deve contare, e per cui ti dico jordan.

 

Le gesta di jordan restano indelebili alla fine ti direi Jordan pure io, sopratutto per alcuni aspetti come

- la modernità di jordan

cioè il discorso che quelli del presente battono sempre quelli del passato con jordan sicuramente resta valido !!!!  nel senso che non dominerebbe come ha dominato nel passato, pero' non lo vedrei male nell'NBA di oggi come vedo male bill russell (dico per dire) nel basket di oggi, jordan resta piu' che proponibile nell'nba di oggi anche a distanza di 30 anni. In piu' il vero motivo per cui jordan resta nella storia è la concezione e la dedizione totale che ha dato al gioco, concezione poi ripresa da kobe, da lebron , e ora da parecchi atleti come durant e company ..... poi una volta che dai tutto subentra la "selezione naturale" subentra il corso degli eventi per cui durant risulta fragile fisicamente e vince quasi la metà di lebron. Eh vabbè amen. Pero' la concezione della professione di atleta che hanno lebron , durant, che aveva kobe, deriva da jordan. QUELLO è il vero dono di jordan al gioco. 

 

Per cui, come vedi, dipende. Se devo usare i criteri che usate voi, dico jordan senza pensarci.Pero' non ho dubbi nel dirti che tra Jordan e K.D. il secondo è molto piu' "forte" del primo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.