Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Broke.

Coronavirus COVID-19 (topic unico)

LadyJay

È vietato parlare di politica e di religione.

Non postate fake news o cose che non hanno attinenza con l'argomento del topic.

Mettete video e articoli sotto quote. E mettete sempre la fonte di ogni notizia che riportate.

Evitate i battibecchi. Evitate di andare perennemente OT.

NOTA BENE: segnalate i post non consoni, non quotate e rispondete a tali post e, soprattutto, non pretendete che tali post vengano moderati nel giro di pochi secondi visto che lo staff non sta sul forum h24.

È VIETATO, come da regolamento generale, parlare della moderazione con post pubblici.

Message added by LadyJay

Recommended Posts

2 minuti fa, OaOx ha scritto:

Cnn.

 

Caxxo...quindi gli animali si infettano per davvero, ma com'e possibile? Cioè stò virus fa il balzo di specie al contrario? Mha..

gli animali possono infettarsi, raramente, c era qualche caso riportato già a febbraio.. ma non è mai accaduto che possano infettare a loro volta l uomo... quindi possiamo stare relativamente tranquilli

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, Olof Mellberg ha scritto:

qualunquismo a tonnellate come al solito... conosco 4 persone che insegnano alle elementari e oltre a fare qualche lezione online mandano video e compiti via programma specifico.

un altra prof alle medie fa lezione tutti i giorni e interroga ogni pomeriggio.

non so di dove sei ma generalizzare a * di cane, come qui piace fare a molti, non vuol dire che in tutta italia sia cosi

Oltre al fatto che non è solo come dice lui, c'è chi lavora come e più di prima, io vorrei chiedergli quale sarebbe la sua soluzione. Forse ancora non gli è chiaro che siamo dinanzi ad un evento storico che studieranno le future generazioni di tutto il mondo. Nel particolare, la scuola è sempre stata un'istituzione con un metodo di insegnamento faccia a faccia, ci si è ritrovati da un giorno all'altro a dover rivoluzionare letteralmente ogni cosa, cosa possa pretendere certa gente non lo so. Anzi, ci sono veramente tante realtà dove con impegno e passione si sta riuscendo a tirare su un insegnamento decoroso, se non migliore del precedente, poi se si pensava che ogni angolo di paese ed istituto, indipendentemente dal grado, potesse funzionare alla perfezione... Come mi pare altrettanto chiaro che Man man che si salga dalle elementari fino alle superiori, l'insegnamento da piattaforme online sia chiaramente di più facile realizzazione.. Non penso ci voglia un genio a capire che insegnare con un tablet o un telefonino ad un bambino di 6 anni sia più difficile che farlo ad uno di 15 che tra pornazzi e giochi sa utilizzare i dispositivi elettronici meglio degli insegnanti. 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, OaOx ha scritto:

Cnn.

 

Caxxo...quindi gli animali si infettano per davvero, ma com'e possibile? Cioè stò virus fa il balzo di specie al contrario? Mha..

il problema è se il virus dopo torna indietro

grossissimo problema di gestione tra animali di compagnia e di allevamento

3 minuti fa, Olof Mellberg ha scritto:

gli animali possono infettarsi, raramente, c era qualche caso riportato già a febbraio.. ma non è mai accaduto che possano infettare a loro volta l uomo... quindi possiamo stare relativamente tranquilli

l'origine del virus non è animale(pipistrrelli)?

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Vonpalace ha scritto:

il problema è se il virus dopo torna indietro

grossissimo problema di gestione tra animali di compagnia e di allevamento

Non torna indietro. Già detto e ripetuto.

 

Quoto

L’attuale diffusione del Covid-19 è il risultato della trasmissione da uomo a uomo. Ad oggi, non ci sono prove che gli animali da compagnia possano diffondere il virus. Pertanto, non vi è alcuna giustificazione nell’adottare misure contro gli animali da compagnia che possano comprometterne il benessere.

Tuttavia, dal momento che gli animali e l’uomo possono talvolta condividere alcune malattie (note come malattie zoonotiche), è necessario sempre e non solo per il timore del Covid-19, che vengano adottate sempre le normali misure igieniche raccomandate da medici e veterinari per evitare la diffusione delle malattie.

Il Ministero della Salute, in accordo con quanto espresso da autorevoli Organismi internazionali, raccomanda il rispetto delle più elementari norme igieniche quali lavarsi le mani prima e dopo essere stati a contatto o aver toccato gli animali, il loro cibo o le provviste, evitare di baciarli, farsi leccare o condividere il cibo.

Al ritorno dalla passeggiata, pulire sempre le zampe evitando prodotti aggressivi e quelli a base alcolica che possono indurre fenomeni irritativi.
Piccoli accorgimenti che ci permettono di ridurre al minimo il rischio di introdurre in casa, al termine di una passeggiata, patogeni che potrebbero diffondersi negli spazi comuni.

Nelle abitazioni in cui ci sono soggetti affetti o sottoposti a cure mediche per Covid-19 si devono evitare, per quanto possibile, i contatti ravvicinati con i propri animali così come si fa per gli altri conviventi e fare in modo che se ne occupi un altro familiare.
La presenza di un animale in casa può considerarsi una grande opportunità per tutta la famiglia, sia da un punto di vista educativo che sociale.

Grandi e piccini possono trarne benefici, soprattutto in questo momento di disagio e difficoltà. L’interazione con gli animali è fonte di arricchimento interiore, di stimoli sensoriali ed emozionali; in particolare il rapporto con il cane è fondato sulla fiducia e sul rispetto reciproco e contribuisce a migliorare la qualità della vita che purtroppo in questi giorni ha subito un cambiamento repentino.
Il contatto con un animale accresce la disponibilità relazionale e comunicativa, contribuendo, attraverso la cura e le attenzioni verso l’animale, a sviluppare un impatto positivo sull’umore, riducendo la solitudine, stati d’ansia e depressione.

Pertanto, è doveroso sottolineare che abbandonare un animale che abbiamo scelto come componente della famiglia non è solo un gesto ignobile e deprecabile ma è anche un reato sancito dal codice penale (art. 727 c.p.).

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Vonpalace ha scritto:

il problema è se il virus dopo torna indietro

grossissimo problema di gestione tra animali di compagnia e di allevamento

l'origine del virus non è animale(pipistrrelli)?

si ma quando fa il salto di specie muta e si abitua al nuovo ospite (l uomo)... una volta mutato difficilmente infetta qualche altra specie... apparte che in rarissimi casi (qualche cane, ora ste tigri...).

ma è un evento da considerarsi eccezionale...

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, house20 ha scritto:

Pensare a lunghe chiusure tanto quanto, pensare a chiusure fino alla commercializzazione di un vaccino è praticamente impossibile visto che anche scienziati e virologi più accorti e “drastici” parlando di necessarie e differenziate fasi di convivenza col virus, chiaramente (mi auguro) bene e dettagliatamente organizzate. Anche perché che si trovi un vaccino non è certo né sono certi i tempi. Cure efficaci invece parrebbero essere alla portata con tempi non eccessivamente dilatati.

eh si per un po' toccherá conviverci ... per arrivarci bisognerá arrivare ad una sorta di reset... e per riportare (piú o meno) alla normalitá la situazione negli ospedali...e per portare al minimo il tasso di incremento dei contagi... fortunatamente a questo reset ci si arriverá per l´inizio della stagione calda...in cui é lecito pensare il caldo contribuisca a tenere piú bassa la frequenza dei contagi... 

credo che molti pensino a questo reset come un qualcosa da cui poi si finisca col ripartire con una sorta di "secondo giro" identico al primo... ma non credo sia affatto cosi´.. a mio avviso sfuggono tanti dettagli che rendono l´eventuale secondo giro enormemente piú gestibile del primo...

tanto per cominciare il virus non potrá piú contare sull´effetto sorpresa...se molti han affrontato la situazione non credendoci troppo nei primi giorni del focolaio lombardo...probabilmente continuando a vivere e rapportare con gli altri come sempre, stavolta avran maggiore prudenza... giá l´approccio nelle relazioni interpersonali sará un bonus su cui il virus potrá contare di meno per diffondersi... in soldoni ci saluteremo magari con un inchino come fan i giapponesi e questa é giá qualcosa.. verosimilmente poi si tenderá ad uscire coprendosi il viso.. inutile star tanto a far problemi con ffp2 ffp3 ecc... per la prevenzione é sufficente anche la mascherina chirurgica...o anche quella fai da te con la stoffa...basta usare tutti questa precauzione e ai "calorosi saluti" che fan la felicitá del virus aggiungiamo anche il mancato contagio da "sputacchio in conversazione" ... che temo sia una cosa piú frequente di quanto si pensi...

poi c´e´ la questione immunitá e tutto cio´ che ne consegue... tralasciando ipotesi e numeri (ma io un´idea di quanto sia esteso il fenomeno giá me la son fatta) al contrario della prima epidemia non si dovrebbe piú partire  da "100 per cento di popolazione suscettibile" ... certo occorre capire se gli anticorpi permangono a lungo... questa é ancora questione irrisolta...di ipotesi se ne fan tante..ma la possibilitá che ci sia una copertura sufficente per i tempi di un vaccino é concreta, non campata in aria...ovviamente piú alto sará il numero degli immuni maggiore sará il vantaggio nei confronti del virus che non potrá proprio fisicamente raggiungere un numero di persone come nel "primo passaggio" e ovviamente a questo punto circolerá anche piú lentamente

sará quindi piú semplice contenere i vari focolai nel caso..visto che creeranno un numero di contagiati minori nel tempo...oltretutto avendo test piú rapidi (stan cominciando ad essere usati ora) diventerá anche piú rapida l´identificazione... 

poi c´e´ la questione terapia casalinga... cosa che appariva impensabile un mese fa.... oggi nell´emergenza qualcosa alla fine si é mosso in tal senso... qualche terapia domestica é stata recentemente sviluppata in pazienti rimasti a casa dai medici di base... con risultati incoraggianti... nella fase 2 avendo alle spalle una sperimentazione piú ampia questi protocolli (certo forzando un po´ la mano) potrebbero diventare abbastanza standard per gestire domiciliarmente parecchi casi.

in uno scenario come questo diventa verosimile pensare ad una possibile fase 2 in cui (anche perché nel frattempo qualche posto di ti in piú alla fine é stato messo un po´ ovunque) la gestione ospedaliera sará meno difficile e soprattutto meno caotica... il fattore sorpresa in questa prima epidemia ha contribuito al disastro...consentendo proprio quella situazione che era assolutamente da evitare...la diffusione nel contagio negli ospedali... dopo il "reset" questa eventualitá diventa certamente piú remota

direi che c´e' comunque da guardare..non dico con ottimismo...ma di certo non col pessimismo che fa pensare di rivivere una situazione identica nell´immediato futuro...tutt´e´ aver pazienza...ancora per un mese fosse quello il tempo che serve per far arrivare a compimento questo "reset" e tirare un primo "sospiro di sollievo"

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il virus torna indietro ? Ma no....Gli animali non lo trasmettono a noi è stato detto e ridetto e non da Leila88 ma da esperti poi oh se nel frattempo hanno dato un altra versione xxx comunque potete stare tranquilli con i vostri cani gatti o leoni ;) 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Ciccio900 ha scritto:

Oltre al fatto che non è solo come dice lui, c'è chi lavora come e più di prima, io vorrei chiedergli quale sarebbe la sua soluzione. Forse ancora non gli è chiaro che siamo dinanzi ad un evento storico che studieranno le future generazioni di tutto il mondo. Nel particolare, la scuola è sempre stata un'istituzione con un metodo di insegnamento faccia a faccia, ci si è ritrovati da un giorno all'altro a dover rivoluzionare letteralmente ogni cosa, cosa possa pretendere certa gente non lo so. Anzi, ci sono veramente tante realtà dove con impegno e passione si sta riuscendo a tirare su un insegnamento decoroso, se non migliore del precedente, poi se si pensava che ogni angolo di paese ed istituto, indipendentemente dal grado, potesse funzionare alla perfezione... Come mi pare altrettanto chiaro che Man man che si salga dalle elementari fino alle superiori, l'insegnamento da piattaforme online sia chiaramente di più facile realizzazione.. Non penso ci voglia un genio a capire che insegnare con un tablet o un telefonino ad un bambino di 6 anni sia più difficile che farlo ad uno di 15 che tra pornazzi e giochi sa utilizzare i dispositivi elettronici meglio degli insegnanti. 

ma guarda che infatti io parlo della scuola tra elementari e medie, non delle superiori

è ovvio che li funzioni in altro modo, io ti parlo per la mia esperienza

è molto complicato, estremamente complicato

e non ho detto riaprire domattina o a giugno, ma se a settembre fosse ancora così è un disastro si bruciano veramente delle annate

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, SuperT ha scritto:

Non torna indietro. Già detto e ripetuto.

Non torna indietro in base a quello che sappiamo oggi (e speriamo rimanga cosi)....in passato era stata smentita categoricamente la possibilità che gli animali si infettassero, oggi è cambiato tutto.
Virus stranissimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, OaOx ha scritto:

Non torna indietro in base a quello che sappiamo oggi (e speriamo rimanga cosi)....in passato era stata smentita categoricamente la possibilità che gli animali si infettassero, oggi è cambiato tutto.
Virus stranissimo.

Hanno trovato 4 casi in tutto il mondo, non fasciamoci la testa.

 

Non ci sono evidenze di gatti/cani con febbre e/o altri problemi in seguito a contatto con persone positive (e ne dovremmo avere tantissime di notizie, qui in Italia, qualora fosse una cosa reale).

Anche perché, come detto dalla Capua, gli animali positivi hanno comunque sintomi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, blackwhiteduke ha scritto:

eh si per un po' toccherá conviverci ... per arrivarci bisognerá arrivare ad una sorta di reset... e per riportare (piú o meno) alla normalitá la situazione negli ospedali...e per portare al minimo il tasso di incremento dei contagi... fortunatamente a questo reset ci si arriverá per l´inizio della stagione calda...in cui é lecito pensare il caldo contribuisca a tenere piú bassa la frequenza dei contagi... 

credo che molti pensino a questo reset come un qualcosa da cui poi si finisca col ripartire con una sorta di "secondo giro" identico al primo... ma non credo sia affatto cosi´.. a mio avviso sfuggono tanti dettagli che rendono l´eventuale secondo giro enormemente piú gestibile del primo...

tanto per cominciare il virus non potrá piú contare sull´effetto sorpresa...se molti han affrontato la situazione non credendoci troppo nei primi giorni del focolaio lombardo...probabilmente continuando a vivere e rapportare con gli altri come sempre, stavolta avran maggiore prudenza... giá l´approccio nelle relazioni interpersonali sará un bonus su cui il virus potrá contare di meno per diffondersi... in soldoni ci saluteremo magari con un inchino come fan i giapponesi e questa é giá qualcosa.. verosimilmente poi si tenderá ad uscire coprendosi il viso.. inutile star tanto a far problemi con ffp2 ffp3 ecc... per la prevenzione é sufficente anche la mascherina chirurgica...o anche quella fai da te con la stoffa...basta usare tutti questa precauzione e ai "calorosi saluti" che fan la felicitá del virus aggiungiamo anche il mancato contagio da "sputacchio in conversazione" ... che temo sia una cosa piú frequente di quanto si pensi...

poi c´e´ la questione immunitá e tutto cio´ che ne consegue... tralasciando ipotesi e numeri (ma io un´idea di quanto sia esteso il fenomeno giá me la son fatta) al contrario della prima epidemia non si dovrebbe piú partire  da "100 per cento di popolazione suscettibile" ... certo occorre capire se gli anticorpi permangono a lungo... questa é ancora questione irrisolta...di ipotesi se ne fan tante..ma la possibilitá che ci sia una copertura sufficente per i tempi di un vaccino é concreta, non campata in aria...ovviamente piú alto sará il numero degli immuni maggiore sará il vantaggio nei confronti del virus che non potrá proprio fisicamente raggiungere un numero di persone come nel "primo passaggio" e ovviamente a questo punto circolerá anche piú lentamente

sará quindi piú semplice contenere i vari focolai nel caso..visto che creeranno un numero di contagiati minori nel tempo...oltretutto avendo test piú rapidi (stan cominciando ad essere usati ora) diventerá anche piú rapida l´identificazione... 

poi c´e´ la questione terapia casalinga... cosa che appariva impensabile un mese fa.... oggi nell´emergenza qualcosa alla fine si é mosso in tal senso... qualche terapia domestica é stata recentemente sviluppata in pazienti rimasti a casa dai medici di base... con risultati incoraggianti... nella fase 2 avendo alle spalle una sperimentazione piú ampia questi protocolli (certo forzando un po´ la mano) potrebbero diventare abbastanza standard per gestire domiciliarmente parecchi casi.

in uno scenario come questo diventa verosimile pensare ad una possibile fase 2 in cui (anche perché nel frattempo qualche posto di ti in piú alla fine é stato messo un po´ ovunque) la gestione ospedaliera sará meno difficile e soprattutto meno caotica... il fattore sorpresa in questa prima epidemia ha contribuito al disastro...consentendo proprio quella situazione che era assolutamente da evitare...la diffusione nel contagio negli ospedali... dopo il "reset" questa eventualitá diventa certamente piú remota

direi che c´e' comunque da guardare..non dico con ottimismo...ma di certo non col pessimismo che fa pensare di rivivere una situazione identica nell´immediato futuro...tutt´e´ aver pazienza...ancora per un mese fosse quello il tempo che serve per far arrivare a compimento questo "reset" e tirare un primo "sospiro di sollievo"

.quotone come al solito

 

aggiungo un altra cosa..

forse dopo questa pandemia le persone smetteranno di andare al lavoro con sintomi influenzali "mica posso stare a casa se ho la tosse!" e i "capi" comprenderanno che obbligare un lavoratore malato ad andare al lavoro, oltre che illegale, è anche controproducente se questo ti fa ammalare tutti gli altri..

 

(discorsi sentiti a fine febbraio "ahah figurati se sto a casa per un influenza" cit.)

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Olof Mellberg ha scritto:

.quotone come al solito

 

aggiungo un altra cosa..

forse dopo questa la pandemia le persone smetteranno di andare al lavoro con sintomi influenzali "mica posso stare a casa se ho la tosse!" e i "capi" comprenderanno che obbligare un lavoratore malato ad andare al lavoro, oltre che illegale, è anche controproducente se questo ti fa ammalare tutti gli altri..

 

(discorsi sentiti a fine febbraio "ahah figurati se sto a casa per un influenza" cit.)

Amen.

A metà febbraio mi son “incazzato” col mio collega perché aveva i sintomi leggeri di febbre. Mi son sentito rispondere “no, non posso andare a casa, già ho preso un permesso settimana prossima” .doh 

 

Si pensa che stare a casa per una malattia sia un danno o una cosa negativa.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Profondamente deluso e amareggiato questa sera.

Vedo ad esempio sui social coppie che pur abitando a 5/10 km si vedono, evidentemente chi segue le regole è sempre il quaglione di turno :) mi fa rabbia perché uno vuole sempre trovare il modo per fregare, sempre trovare la scorciatoia , l inghippo , la strada non sorvegliata.

Io giuro che il weekend dopo Pasquetta prendo ed esco whatever it takes 

Il bello poi è che uno trasgredisce e lo mostra sui social con orgoglio, è una cosa che mi fa diventare pazzo

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, paladinoo ha scritto:

Profondamente deluso e amareggiato questa sera.

Vedo ad esempio sui social coppie che pur abitando a 5/10 km si vedono, evidentemente chi segue le regole è sempre il quaglione di turno :) mi fa rabbia perché uno vuole sempre trovare il modo per fregare, sempre trovare la scorciatoia , l inghippo , la strada non sorvegliata.

Io giuro che il weekend dopo Pasquetta prendo ed esco whatever it takes 

Il bello poi è che uno trasgredisce e lo mostra sui social con orgoglio, è una cosa che mi fa diventare pazzo

Denunciali.

se uno infrange le regole perché è un * non devi dimostrarti * anche tu, facendo lo stesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, paladinoo ha scritto:

Profondamente deluso e amareggiato questa sera.

Vedo ad esempio sui social coppie che pur abitando a 5/10 km si vedono, evidentemente chi segue le regole è sempre il quaglione di turno :) mi fa rabbia perché uno vuole sempre trovare il modo per fregare, sempre trovare la scorciatoia , l inghippo , la strada non sorvegliata.

Io giuro che il weekend dopo Pasquetta prendo ed esco whatever it takes 

Il bello poi è che uno trasgredisce e lo mostra sui social con orgoglio, è una cosa che mi fa diventare pazzo

dove stai?

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, SuperT ha scritto:

Denunciali.

se uno infrange le regole perché è un * non devi dimostrarti * anche tu, facendo lo stesso.

si infatti.... talmente deficienti da mettere pure le cose online (una che conosco mette i video di lezioni di fitness online... una settimana a casa dei suoi, l altra a casa del ragazzo, quella dopo in un altra casa dei genitori di lui... genia assoluta, peccato che per ste cose la passerabbo comunque liscia...)

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, SuperT ha scritto:

Denunciali.

se uno esce perché è un * non devi dimostrarti * anche tu, infrangendo le regole.

Io è più di un mese che non esco, perché vivo coi miei e alla spesa pensano loro, e grazie a Dio lavoro e studio da casa. Questo perché sono in una ex zona rossa. Più di un mese a casa ti rendono incattivito e così io sono, nonostante allenamento, film , etc :)

Non si può denunciare in base a una storia su Instagram , mi riderebbero in faccia. Non c'è soluzione , speriamo allentino a Pasquetta

 

1 minuto fa, Bob Kelso ha scritto:

dove stai?

Rimini

Super zona rossa tra l' altro XD

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, paladinoo ha scritto:

Io è più di un mese che non esco, perché vivo coi miei e alla spesa pensano loro, e grazie a Dio lavoro e studio da casa. Questo perché sono in una ex zona rossa. Più di un mese a casa ti rendono incattivito e così io sono, nonostante allenamento, film , etc :)

Non si può denunciare in base a una storia su Instagram , mi riderebbero in faccia. Non c'è soluzione , speriamo allentino a Pasquetta

 

Rimini

Super zona rossa tra l' altro XD

ah beh siamo sulla stessa barca agli opposti della regione sefz

guarda in questi casi ignora e vai avanti sulla tua strada, non si può salvare il mondo

tu stai facendo il tuo, quelli son collioni chiaramente non puoi segnalarli per le storie social, tu fai il tuo e se c'è l'occasione concreta segnala, altrimenti è inutile farsi il sangue amaro per delle teste di bigolo

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, paladinoo ha scritto:

Io è più di un mese che non esco, perché vivo coi miei e alla spesa pensano loro, e grazie a Dio lavoro e studio da casa. Questo perché sono in una ex zona rossa. Più di un mese a casa ti rendono incattivito e così io sono, nonostante allenamento, film , etc :)

Non si può denunciare in base a una storia su Instagram , mi riderebbero in faccia. Non c'è soluzione , speriamo allentino a Pasquetta

 

Rimini

Super zona rossa tra l' altro XD

Io sono di Bergamo, dopo pasquetta sto comunque a casa, almeno finché non si calmano le acque.

 

Non puoi denunciare in base ad una storia Instagram, da quanto ho capito.. Non so come funzioni, sinceramente.

8 minuti fa, Olof Mellberg ha scritto:

si infatti.... talmente deficienti da mettere pure le cose online (una che conosco mette i video di lezioni di fitness online... una settimana a casa dei suoi, l altra a casa del ragazzo, quella dopo in un altra casa dei genitori di lui... genia assoluta, peccato che per ste cose la passerabbo comunque liscia...)

Guarda, io non mi sognerei mai di denunciare una persona solo perché la vedo in giro ma certa gente veramente si merita gli insulti e le denunce.

I social stanno veramente rincoglionendo la gente.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, SuperT ha scritto:

Guarda, io non mi sognerei mai di denunciare una persona solo perché la vedo in giro ma certa gente veramente si merita gli insulti e le denunce.

I social stanno veramente rincoglionendo la gente.

invece no, segnalare e denunciare è un dovere in una situazione come questa (infatti oggi ho obbligato mia madre a farlo, vidto che dal suo appartamento vede tutto il lungolago dove va la gente a bisbocciare). peccato che video e foto online non siano prove altrimenti segnalerei anche quelli :d

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Olof Mellberg ha scritto:

invece no, segnalare e denunciare è un dovere in una situazione come questa (infatti oggi ho obbligato mia madre a farlo, vidto che dal suo appartamento vede tutto il lungolago dove va la gente a bisbocciare). peccato che video e foto online non siano prove altrimenti segnalerei anche quelli :d

Si in certi casi ti portano a denunciare. Tre settimane fa ho visto gente (anziani) seduta sulle panchine a parlare dei * loro.. Non li ho denunciati, ma un paio di testate gliele avrei date volentieri sefz 

 

Da settimana prossima sarà un disastro, comunque.

Ci vogliono controlli severissimi..

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, blackwhiteduke ha scritto:

eh si per un po' toccherá conviverci ... per arrivarci bisognerá arrivare ad una sorta di reset... e per riportare (piú o meno) alla normalitá la situazione negli ospedali...e per portare al minimo il tasso di incremento dei contagi... fortunatamente a questo reset ci si arriverá per l´inizio della stagione calda...in cui é lecito pensare il caldo contribuisca a tenere piú bassa la frequenza dei contagi... 

credo che molti pensino a questo reset come un qualcosa da cui poi si finisca col ripartire con una sorta di "secondo giro" identico al primo... ma non credo sia affatto cosi´.. a mio avviso sfuggono tanti dettagli che rendono l´eventuale secondo giro enormemente piú gestibile del primo...

tanto per cominciare il virus non potrá piú contare sull´effetto sorpresa...se molti han affrontato la situazione non credendoci troppo nei primi giorni del focolaio lombardo...probabilmente continuando a vivere e rapportare con gli altri come sempre, stavolta avran maggiore prudenza... giá l´approccio nelle relazioni interpersonali sará un bonus su cui il virus potrá contare di meno per diffondersi... in soldoni ci saluteremo magari con un inchino come fan i giapponesi e questa é giá qualcosa.. verosimilmente poi si tenderá ad uscire coprendosi il viso.. inutile star tanto a far problemi con ffp2 ffp3 ecc... per la prevenzione é sufficente anche la mascherina chirurgica...o anche quella fai da te con la stoffa...basta usare tutti questa precauzione e ai "calorosi saluti" che fan la felicitá del virus aggiungiamo anche il mancato contagio da "sputacchio in conversazione" ... che temo sia una cosa piú frequente di quanto si pensi...

poi c´e´ la questione immunitá e tutto cio´ che ne consegue... tralasciando ipotesi e numeri (ma io un´idea di quanto sia esteso il fenomeno giá me la son fatta) al contrario della prima epidemia non si dovrebbe piú partire  da "100 per cento di popolazione suscettibile" ... certo occorre capire se gli anticorpi permangono a lungo... questa é ancora questione irrisolta...di ipotesi se ne fan tante..ma la possibilitá che ci sia una copertura sufficente per i tempi di un vaccino é concreta, non campata in aria...ovviamente piú alto sará il numero degli immuni maggiore sará il vantaggio nei confronti del virus che non potrá proprio fisicamente raggiungere un numero di persone come nel "primo passaggio" e ovviamente a questo punto circolerá anche piú lentamente

sará quindi piú semplice contenere i vari focolai nel caso..visto che creeranno un numero di contagiati minori nel tempo...oltretutto avendo test piú rapidi (stan cominciando ad essere usati ora) diventerá anche piú rapida l´identificazione... 

poi c´e´ la questione terapia casalinga... cosa che appariva impensabile un mese fa.... oggi nell´emergenza qualcosa alla fine si é mosso in tal senso... qualche terapia domestica é stata recentemente sviluppata in pazienti rimasti a casa dai medici di base... con risultati incoraggianti... nella fase 2 avendo alle spalle una sperimentazione piú ampia questi protocolli (certo forzando un po´ la mano) potrebbero diventare abbastanza standard per gestire domiciliarmente parecchi casi.

in uno scenario come questo diventa verosimile pensare ad una possibile fase 2 in cui (anche perché nel frattempo qualche posto di ti in piú alla fine é stato messo un po´ ovunque) la gestione ospedaliera sará meno difficile e soprattutto meno caotica... il fattore sorpresa in questa prima epidemia ha contribuito al disastro...consentendo proprio quella situazione che era assolutamente da evitare...la diffusione nel contagio negli ospedali... dopo il "reset" questa eventualitá diventa certamente piú remota

direi che c´e' comunque da guardare..non dico con ottimismo...ma di certo non col pessimismo che fa pensare di rivivere una situazione identica nell´immediato futuro...tutt´e´ aver pazienza...ancora per un mese fosse quello il tempo che serve per far arrivare a compimento questo "reset" e tirare un primo "sospiro di sollievo"

Vero, tra l’altro anche secondo diversi virologi i punti che hai toccato eviteranno una seconda ondata tragica. Effetto sorpresa innanzitutto, che evidentemente mancherà, si avrà un sistema sanitario e di gestione dell’emergenza già preparato. Stessa cosa si può dire per io distanziamento che comunque sarà fondamentale e attuato sia con mascherine e simili, sia tenendo chiusi i luoghi di aggregazione. 
 

interessante anche la parte relativa alla terapia casalinga, questa nelle intenzioni del ministro sarà accompagnata da monitoraggio a distanza del medico e dal supporto delle app per poter controllare chi sia venuto a contatto con l’interessato. 
Sarà poi fondamentale secondo me anche la paventata(nei 5 punti indicati dal ministro) creazione di ospedali e presidi solo per il Covid in modo da evitare la nascita di focolai e salvaguardare i medici da contagio 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
23 minuti fa, SuperT ha scritto:

Più che altro non trovo corretto scaricare la colpa sui cittadini quando la classe politica invitava la gente ad uscire e ad andare a far aperitivi, quando avevano chiuso i locali per poi riaprirli tre giorni dopo e quando, come già detto, potevano impedire la fuga di persone semplicemente bloccando i treni e non facendo uscire un decreto prima che fosse ufficiale.

Se si da possibilità alle persone di uscire e fare quello che vogliono, le persone lo sfruttano.
Se il problema non fosse stato “minimizzato”, forse il weekend del 6/7/8 marzo, molta gente non sarebbe uscita o non sarebbe andata a sciare.


I contagi sono aumentati a dismisura in quel periodo, poi, purtroppo, sono esplosi nelle case di riposo e negli ospedali.



 

Online leggevo che ci sono stati solo 4 contagi nel mondo, di cui dei gatti che poi sono guariti .boh 

 

 

Sono d'accordo con la tua ricostruzione.

Sono stati fatti errori incredibili e la cosa peggiore è che è stata usata una retorica (in parte per giustificarsi, in parte per sviare l'attenzione) da "scaricabarile" che trovo ingiusta e poco corretta appunto. E noto con amarezza che ha avuto e sta avendo grande successo, eliminando così, spesso, ogni spirito critico sull'argomento.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, SuperT ha scritto:

Si in certi casi ti portano a denunciare. Tre settimane fa ho visto gente (anziani) seduta sulle panchine a parlare dei * loro.. Non li ho denunciati, ma un paio di testate gliele avrei date volentieri sefz 

 

 

li dovevi denunciare secondo me, io sono per l'andare a botta sicura

infatti ieri ho rimproverato Arturo93 perchè ha a mio avviso abusato di sto strumento, ma rimproverato nel senso che se la denuncia ti va a vuoto diventi un osservato speciale di chi l'ha ricevuta e devi poi girare con le mutande di ferro metaforicamente parlando .ghgh

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Maxxo74 ha scritto:

Spero che si riprenda e che poi appena guarito dica a tutta la sua nazione che l'idea dell'immunità di gregge era una grossa stronxata.

sopratutto perchè LUI non vuole fare il gregge

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.