Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Juve★★★

Con l'avvento del web sono spariti gli intoccabili?

Recommended Posts

Vabbè Del Piero ha passato intere stagioni senza strusciarla. Il soprannome "Godot" di certo non l'ho inventato io. Ai mondiali in Corea e Giappone ha fornito prestazioni imbarazzanti.

Se fosse accaduto oggi anche Del Piero avrebbe avuto i suoi haters scatenati sui social.

Purtroppo la PlayStation è diversa dal calcio vero. Nel calcio vero ogni calciatore, anche il più forte, anche molto più forte di Dybala, ha i suoi passaggi a vuoto perché, appunto, il campo non è la PlayStation. Nel campo vero ci sono quelli più forti di te. Quando leggo "non è Messi" o "non è Ronaldo" mi viene da ridere perché non ha senso paragonare qualunque calciatore con due tra i più forti dell'intera storia del calcio. Del Piero era Ronaldo? Era Messi? Non credo proprio.

Neymar ha inciso nella finale? Mbapè ha inciso? Sono pippe? Oppure giocavano contro una squadra molto più forte ed hanno fatto fatica come è normale che sia?

Il web parla quasi esclusivamente per simpatie antipatie e molti anche con la spocchia di quelli che ne capiscono. Purtroppo così è impossibile parlare di calcio e si cade in paradossi che ho letto mille volte: Tévez non la struscia in finale ed è un grande, Dybala non la struscia in finale ed è una pippa. Entrambi hanno disputato una finale di CL contro squadre nettamente più forti di noi e di miracoli se ne potevano fare pochi, questa è la verità del campo

  • Mi Piace 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, ventinove ha scritto:

Anche stavolta, non c'entri il paragone.

Di Vaio arrivò a Torino dopo una modesta carriera da riserva nella Lazio e titolare nel Parma rifondato post crack Parmalat.

Fu preso come punta di scorta in fretta e furia per ovviare all'infortunio di Trezeguet (spalla, ne ebbe per mesi) e per cautelarsi dal problematico (in realtà mai avvenuto) recupero di Salas.

DiVaio era una prima punta, da squadra difesa e contropiede.

Un buon ripiego rimasto 2 anni a Torino.

Ha girato 800 club senza mai approdare in una grande, né prima né dopo la Juve.

Miccoli... Miccoli...

Anche questo é un paragone offensivo, insultante.

Un anno a Torino, il nulla mostrato, Miccoli é un Insigne che a differenza di "Lurenz" non é cresciuto in una città con la squadra di buon livello.

Altrimenti non avrebbe mai lasciato la sua realtà e mai avrebbe combinato altro che qualche colpo ad effetto ogni tanto.

Quanto ai paragoni con la rosa di allora, DelPiero aveva 28 anni quando arrivò DiVaio e 29 quando arrivò Miccoli.

Il suo meglio lo aveva già dato.

La serie A di quegli anni era migliore?

E chi lo ha detto? 

Lo scudetto ce lo giocavamo noi e il Milan, con l'Inter a debita distanza.

Considero molto offensivo e subdolo ciò che hai scritto, a proposito di un calciatore che ha fatto tantissimo per il club per il quale si presume tu possa tifare.

Ma non é neppure incompetenza, é proprio mancanza di serenità di giudizio, pregiudizio personale.

Goditi il momento, l'ora d'aria che ogni tanto vi prendete (tu e altri), augurandomi di rileggervi come al solito in versione Rockerduck, costretti ancora una volta a "mangiavi il cappello", alla prossima volta in cui il nuovo "DiVaioli"(crasi DiVaio/Miccoli) vi toglierà dalle secche.

 

Di Vaio e Miccoli, come detto, arrivavano alla Juventus da contesti minori. Esattamente come Dybala. Non ne ho fatto un discorso di caratteristiche del profilo ma di contesto (concorrenza, livello della serie A) e di opportunità. La serie A di quegli anni era migliore per tutta una serie di parametri misurabili a cominciare dal posizionamento europeo (che si ribalta nel livello dei giocatori "importati") e veniva poi rispecchiato dai cammini europei che facevamo. Eravamo a inizio secolo comunque nell'instradamento sulla strada del declino che ci ha portati oggi all'attuale contesto serie A, alquanto mediocre e lontano anni luce da Liga e Premier.

Il paragone non è "offensivo" o "insultante", è un paragone, nè più nè meno offensivo di paragonare Dybala ai Messi, Sivori, Del Piero, Zidane (in senso inverso), io sostengo sempre che i paragoni siano sconvenienti proprio per la parte debole del paragone, mai per quella forte che ne esce inevitabilmente vincente, come in questo caso. E' molto peggio "dal tuo punto di vista" paragonare Dybala a Del Piero, per dire, e finire a dover in quel caso raccogliere un confronto non all'altezza, che dici?

 

Visto che ti piace poi passare al giudicare l'interlocutore (chissà perchè poi, potresti limitarti al controbattere l'opinione come è legittimo fare) non lamentarti se, solo in risposta, io faccia altrettanto: io non godo nessun momento e nello stesso post che hai citato ho anche sottolineato che Dybala ha un posto importante nella storia della Juventus. Ma io sono tifoso della Juventus, non di Dybala, e io ne parlo molto serenamente, mentre sei tu che ti agiti nel leggere un paragone su un semplice calciatore, un impiegato nell'azienda di cui tutti (di lei) siamo sostenitori, non c'è nulla da "presumere" nè ho mai usato questa patetica abitudine che leggo spesso qui da molti di voi di insinuare "non tifi Juve". Perchè? Perchè la si pensa diversamente su un giocatore? Patetico. Sarebbe anche facile vista la chiosa finale sul tono "il mio eroe vi farà mangiare il cappello" fare altrettanto e darti del fanboy dell'argentino ma francamente non mi piace sminuire la buona fede dell'interlocutore. Posso dire invece, in buona fede, che è mia opinione tu di calcio ne capisca davvero pochino, questo si, non c'è niente di male nel non avere una solida competenza circa un'attività di qualunque genere, semmai è sbagliato (sempre a mio avviso, poi fai tu) assumere un atteggiamento arrogante come hai fatto nell'altro post e come fai anche in questo, fa tenerezza leggere di pudore da uno che prova a destituire la grandezza storica di un profilo come Cristiano Ronaldo e a metterlo anche a paragone con Dybala (o al di sotto, ma ora non ricordo bene se eri tu o un altro utente) o leggere di serenità di giudizio da me che, oltre ad aver ripetuto spesso che dei singoli calciatori (tutti, non ho alcun "idolo") non me ne frega nulla e che sono sempre molto pacato nell'interfacciarmi con gli interlocutori e non faccio MAI flame per primo, semmai solo in risposta. Il mio giudizio personale può anche essere sbagliato, ci mancherebbe, ma certo non sono ne hater ne fan di alcun singolo. Al limite sono hater di tutti perchè, avendo lavorato con più ruoli nel calcio, so per vissuto che si tratta di una selezione di persone in larga misura infime, umanamente parlando.

 

Visto che citi Rockerduck (la passione per la Disney probabilmente è una delle poche cose che ci accomuna) ti lascio una citazione anche io anche se non Disney ma molto eighty, del maestro Myagi: se impari karate va bene, se non impari karate va bene, se impari karate "speriamo" CRICK prima o poi ti schiacciano come grappolo d'uva .db

 

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Continua a tenere banco, in casa Juve, il futuro professionale di Paulo Dybala, attaccante classe 1993 della nazionale argentina: indiscrezioni riportate da diversi organi di stampa spagnoli danno infatti in alto mare le trattative per il rinnovo del contratto del giocatore con i bianconeri, che starebbero ragionando su una cessione a fine stagione. La Juventus chiederebbe 80 milioni di euro per il cartellino di Dybala, con Barcellona, PSG, Real Madrid e Tottenham che sarebbero disposti ad accontentare le richieste bianconere. 

 

tuttojuve 

 

Io la sensazione di perderlo a zero non riesco a togliermela 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, M1ch43l My3r5 ha scritto:

Continua a tenere banco, in casa Juve, il futuro professionale di Paulo Dybala, attaccante classe 1993 della nazionale argentina: indiscrezioni riportate da diversi organi di stampa spagnoli danno infatti in alto mare le trattative per il rinnovo del contratto del giocatore con i bianconeri, che starebbero ragionando su una cessione a fine stagione. La Juventus chiederebbe 80 milioni di euro per il cartellino di Dybala, con Barcellona, PSG, Real Madrid e Tottenham che sarebbero disposti ad accontentare le richieste bianconere. 

 

tuttojuve 

 

Io la sensazione di perderlo a zero non riesco a togliermela 

Improbabile a 0 (significherebbe che Dybala accetterebbe di finire fuori lista un anno intero come Milik) ma è del tutto inverosimile questo articolo: se la Juventus vorrà cedere Dybala con 12 mesi residui di scadenza certamente non potrà chiedere il prezzo della sua valutazione attuale ma molto meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Al Galoppo ha scritto:

Improbabile a 0 (significherebbe che Dybala accetterebbe di finire fuori lista un anno intero come Milik) ma è del tutto inverosimile questo articolo: se la Juventus vorrà cedere Dybala con 12 mesi residui di scadenza certamente non potrà chiedere il prezzo della sua valutazione attuale ma molto meno.

io invece il rischio 0 lo vedo sempre più concreto 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Pistro75 ha scritto:

Vabbè Del Piero ha passato intere stagioni senza strusciarla. Il soprannome "Godot" di certo non l'ho inventato io. Ai mondiali in Corea e Giappone ha fornito prestazioni imbarazzanti.

Se fosse accaduto oggi anche Del Piero avrebbe avuto i suoi haters scatenati sui social.

Purtroppo la PlayStation è diversa dal calcio vero. Nel calcio vero ogni calciatore, anche il più forte, anche molto più forte di Dybala, ha i suoi passaggi a vuoto perché, appunto, il campo non è la PlayStation. Nel campo vero ci sono quelli più forti di te. Quando leggo "non è Messi" o "non è Ronaldo" mi viene da ridere perché non ha senso paragonare qualunque calciatore con due tra i più forti dell'intera storia del calcio. Del Piero era Ronaldo? Era Messi? Non credo proprio.

Neymar ha inciso nella finale? Mbapè ha inciso? Sono pippe? Oppure giocavano contro una squadra molto più forte ed hanno fatto fatica come è normale che sia?

Il web parla quasi esclusivamente per simpatie antipatie e molti anche con la spocchia di quelli che ne capiscono. Purtroppo così è impossibile parlare di calcio e si cade in paradossi che ho letto mille volte: Tévez non la struscia in finale ed è un grande, Dybala non la struscia in finale ed è una pippa. Entrambi hanno disputato una finale di CL contro squadre nettamente più forti di noi e di miracoli se ne potevano fare pochi, questa è la verità del campo

Hai ucciso il topic così però sefz

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Pistro75 ha scritto:

Vabbè Del Piero ha passato intere stagioni senza strusciarla. Il soprannome "Godot" di certo non l'ho inventato io. Ai mondiali in Corea e Giappone ha fornito prestazioni imbarazzanti.

Se fosse accaduto oggi anche Del Piero avrebbe avuto i suoi haters scatenati sui social.

Purtroppo la PlayStation è diversa dal calcio vero. Nel calcio vero ogni calciatore, anche il più forte, anche molto più forte di Dybala, ha i suoi passaggi a vuoto perché, appunto, il campo non è la PlayStation. Nel campo vero ci sono quelli più forti di te. Quando leggo "non è Messi" o "non è Ronaldo" mi viene da ridere perché non ha senso paragonare qualunque calciatore con due tra i più forti dell'intera storia del calcio. Del Piero era Ronaldo? Era Messi? Non credo proprio.

Neymar ha inciso nella finale? Mbapè ha inciso? Sono pippe? Oppure giocavano contro una squadra molto più forte ed hanno fatto fatica come è normale che sia?

Il web parla quasi esclusivamente per simpatie antipatie e molti anche con la spocchia di quelli che ne capiscono. Purtroppo così è impossibile parlare di calcio e si cade in paradossi che ho letto mille volte: Tévez non la struscia in finale ed è un grande, Dybala non la struscia in finale ed è una pippa. Entrambi hanno disputato una finale di CL contro squadre nettamente più forti di noi e di miracoli se ne potevano fare pochi, questa è la verità del campo

Concordo su del Piero. Del Piero è l'unico campione che ha sistematicamente fallito tutti gli europei e mondiali giocati. Non una partita qua e là.. Sistematicamente.. Europei 96 nulla di che ma era un ragazzo, mondiali 98 5 partite una peggio dell'altra, rubando il posto ad un baggio molto più in forma.. Europeo 2000, era una riserva ma ci è costato un titolo con 2 gol sbagliati in finale... 2002 non pervenuto a parte 1 gol col messico nel girone .. Europei 2004 nullo.. Mondiali 2006 da riserva segna un gol a tempo scaduto in semifinale di una partita già vinta e tira il primo rigore in finale... Sarebbe un po' come dire che in Spagna abbiamo vinto grazie ad altobelli... Europei 2008 nuovo flop... 

Su Tevez però non sono d'accordo uno perché è stato un trascinatore fino alla finale, due perché in finale non ha fatto faville ma nemmeno schifo totale.. Il gol di morata nasce da Tevez e più tardi ha sfiorato il 2 a 1...dybala a Cardiff si è inciampato anche mentre batteva a centrocampo e non a caso fu preso a sberle da Bonucci all'intervallo ... Per trovare una prestazione così negativa in una finale credo di dover tornare a del piero ad Amsterdam che però si era infortunato nel riscaldamento 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Pistro75 ha scritto:

Vabbè Del Piero ha passato intere stagioni senza strusciarla. Il soprannome "Godot" di certo non l'ho inventato io. Ai mondiali in Corea e Giappone ha fornito prestazioni imbarazzanti.

Se fosse accaduto oggi anche Del Piero avrebbe avuto i suoi haters scatenati sui social.

Purtroppo la PlayStation è diversa dal calcio vero. Nel calcio vero ogni calciatore, anche il più forte, anche molto più forte di Dybala, ha i suoi passaggi a vuoto perché, appunto, il campo non è la PlayStation. Nel campo vero ci sono quelli più forti di te. Quando leggo "non è Messi" o "non è Ronaldo" mi viene da ridere perché non ha senso paragonare qualunque calciatore con due tra i più forti dell'intera storia del calcio. Del Piero era Ronaldo? Era Messi? Non credo proprio.

Neymar ha inciso nella finale? Mbapè ha inciso? Sono pippe? Oppure giocavano contro una squadra molto più forte ed hanno fatto fatica come è normale che sia?

Il web parla quasi esclusivamente per simpatie antipatie e molti anche con la spocchia di quelli che ne capiscono. Purtroppo così è impossibile parlare di calcio e si cade in paradossi che ho letto mille volte: Tévez non la struscia in finale ed è un grande, Dybala non la struscia in finale ed è una pippa. Entrambi hanno disputato una finale di CL contro squadre nettamente più forti di noi e di miracoli se ne potevano fare pochi, questa è la verità del campo

 Bravissimo.

Si parla di Tevez, si rimpiange Tevez.

Grandissimo.

É stato qui 2 anni, stava per ritirarsi prima di  venire a Torino.

Nei precedenti 5 anni aveva segnato tanti gol in Europa quanti Francesco Morini in tutta la carriera.

 

Intervento -ribadisco- perfetto.

Ancora complimenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Al Galoppo ha scritto:

Di Vaio e Miccoli, come detto, arrivavano alla Juventus da contesti minori. Esattamente come Dybala. Non ne ho fatto un discorso di caratteristiche del profilo ma di contesto (concorrenza, livello della serie A) e di opportunità. La serie A di quegli anni era migliore per tutta una serie di parametri misurabili a cominciare dal posizionamento europeo (che si ribalta nel livello dei giocatori "importati") e veniva poi rispecchiato dai cammini europei che facevamo. Eravamo a inizio secolo comunque nell'instradamento sulla strada del declino che ci ha portati oggi all'attuale contesto serie A, alquanto mediocre e lontano anni luce da Liga e Premier.

Il paragone non è "offensivo" o "insultante", è un paragone, nè più nè meno offensivo di paragonare Dybala ai Messi, Sivori, Del Piero, Zidane (in senso inverso), io sostengo sempre che i paragoni siano sconvenienti proprio per la parte debole del paragone, mai per quella forte che ne esce inevitabilmente vincente, come in questo caso. E' molto peggio "dal tuo punto di vista" paragonare Dybala a Del Piero, per dire, e finire a dover in quel caso raccogliere un confronto non all'altezza, che dici?

 

Visto che ti piace poi passare al giudicare l'interlocutore (chissà perchè poi, potresti limitarti al controbattere l'opinione come è legittimo fare) non lamentarti se, solo in risposta, io faccia altrettanto: io non godo nessun momento e nello stesso post che hai citato ho anche sottolineato che Dybala ha un posto importante nella storia della Juventus. Ma io sono tifoso della Juventus, non di Dybala, e io ne parlo molto serenamente, mentre sei tu che ti agiti nel leggere un paragone su un semplice calciatore, un impiegato nell'azienda di cui tutti (di lei) siamo sostenitori, non c'è nulla da "presumere" nè ho mai usato questa patetica abitudine che leggo spesso qui da molti di voi di insinuare "non tifi Juve". Perchè? Perchè la si pensa diversamente su un giocatore? Patetico. Sarebbe anche facile vista la chiosa finale sul tono "il mio eroe vi farà mangiare il cappello" fare altrettanto e darti del fanboy dell'argentino ma francamente non mi piace sminuire la buona fede dell'interlocutore. Posso dire invece, in buona fede, che è mia opinione tu di calcio ne capisca davvero pochino, questo si, non c'è niente di male nel non avere una solida competenza circa un'attività di qualunque genere, semmai è sbagliato (sempre a mio avviso, poi fai tu) assumere un atteggiamento arrogante come hai fatto nell'altro post e come fai anche in questo, fa tenerezza leggere di pudore da uno che prova a destituire la grandezza storica di un profilo come Cristiano Ronaldo e a metterlo anche a paragone con Dybala (o al di sotto, ma ora non ricordo bene se eri tu o un altro utente) o leggere di serenità di giudizio da me che, oltre ad aver ripetuto spesso che dei singoli calciatori (tutti, non ho alcun "idolo") non me ne frega nulla e che sono sempre molto pacato nell'interfacciarmi con gli interlocutori e non faccio MAI flame per primo, semmai solo in risposta. Il mio giudizio personale può anche essere sbagliato, ci mancherebbe, ma certo non sono ne hater ne fan di alcun singolo. Al limite sono hater di tutti perchè, avendo lavorato con più ruoli nel calcio, so per vissuto che si tratta di una selezione di persone in larga misura infime, umanamente parlando.

 

Visto che citi Rockerduck (la passione per la Disney probabilmente è una delle poche cose che ci accomuna) ti lascio una citazione anche io anche se non Disney ma molto eighty, del maestro Myagi: se impari karate va bene, se non impari karate va bene, se impari karate "speriamo" CRICK prima o poi ti schiacciano come grappolo d'uva .db

 

 

Al sottoscritto di fare il fanboy non interessa per nulla, mi limito solo ad osservare quanto sia faziosa la tua "tiritera".

Le riflessioni su Ronaldo derivano dall'osservazione dei fatti, precedenti al suo arrivo e attuali, sia riguardanti la Juventus che il portoghese.

Straordinario collezionista/cacciatore di numeri, ma non é il Re Mida che si vuol far credere sia.

Non paragono Ronaldo e Dybala, il mio ragionamento é diverso: quanto abbiamo guadagnato in termini di campo ingaggiando il portoghese?

Cosa volevamo ottenere?

Quanto il suo modo di essere giova/penalizza al/il cast di supporto? 

Quanto incide sugli equilibri in spogliatoio?

Quanti allenatori dovranno cambiare prima di trovare quello che capisca come gestirlo?

E infine la domanda da sessantaquattromila dollari(cit): cosa sarebbe accaduto se avessimo sostituito Higuain con un Cavani, un Icardi o un attaccante più "normale" e mediaticamente meno ingombrante?

Perché é la Juve che ho a cuore.

E allo stesso modo invoco misura 

e rispetto, un minimo di coerenza, da non confondersi con l'innamoramento della propria idea.

Per intenderci: se Dybala fa schifo, fa schifo.

Ma non per questo deve iniziare il processo di miccolizzazione ad ogni gara negativa.

Nota: 300 minuti in stagione, 3 partite intere e una mezzora, in pratica.

Invece tu ed altri utenti beatificate pure le flatulenze del luso, e massacrate, sminuite all'inverosimile un calciatore da un centinaio di gol in 5 anni, con un numero di trofei consistente che -nella stragrande maggioranza dei casi- portano la sua firma, paragonandolo (tu, nel caso specifico) con due meteore che hanno lasciato tracce minime nella storia del club.

Che Dybala non sia Messi lo sanno e lo vedono anche i muri, che Dybala sia un Di Vaio/Miccoli non si può proprio leggere.

Eh ma la provenienza, eh ma il contesto, eh ma la serie A, eh ma la competitività europea: Platini sbocciò nel Nancy, e dopo il transito da St.Etienne diventò l'immenso Platini a 28 anni dopo anni in cui veniva definito "neither fish nor flash".

Quindi, discutiamo Platini?

Il contesto: DiVaio é paragonabile ad un Rodrigo Palacio. Un comprimario. Miccoli é un Insigne.

In quella serie A all'Inter giocavano un Vieri in fase calante, Cruz, il centravanti italiano più prolifico era il mediocre Gilardino (il Savoldi degli anni Duemila, una mitragliatrice da piccole squadre), noi avevamo un centravanti d'area spietato e una seconda punta da 15/20 gol a stagione che calciava i rigori, e in Europa, tolta Manchester, abbiamo ottenuto 2 quarti di finale in 6 anni.

Negli anni di Capello, con rose faraoniche a disposizione.

Quanto alla competenza, ti ripeto che valuto i fatti e ho una buona memoria, vado sul concreto e non mi interessa fare gara a chi ce l'ha più lungo.

E leggere che ti professi "hater di tutti", equilibrato ed equidistante -salvo poi sciorinare immediatamente la tua esperienza "avendo lavorato con più ruoli nel calcio" - mi fa solo sorridere, perché dietro ai toni apparentemente pacati e il lessico raffinato mi vuoi far capire che siamo su due piani diversi. Un "lei non sa chi sono io", insomma.

 

Love & Peace. Forever.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, ventinove ha scritto:

 

Al sottoscritto di fare il fanboy non interessa per nulla, mi limito solo ad osservare quanto sia faziosa la tua "tiritera".

Le riflessioni su Ronaldo derivano dall'osservazione dei fatti, precedenti al suo arrivo e attuali, sia riguardanti la Juventus che il portoghese.

Straordinario collezionista/cacciatore di numeri, ma non é il Re Mida che si vuol far credere sia.

Non paragono Ronaldo e Dybala, il mio ragionamento é diverso: quanto abbiamo guadagnato in termini di campo ingaggiando il portoghese?

Cosa volevamo ottenere?

Quanto il suo modo di essere giova/penalizza al/il cast di supporto? 

Quanto incide sugli equilibri in spogliatoio?

Quanti allenatori dovranno cambiare prima di trovare quello che capisca come gestirlo?

E infine la domanda da sessantaquattromila dollari(cit): cosa sarebbe accaduto se avessimo sostituito Higuain con un Cavani, un Icardi o un attaccante più "normale" e mediaticamente meno ingombrante?

Perché é la Juve che ho a cuore.

E allo stesso modo invoco misura 

e rispetto, un minimo di coerenza, da non confondersi con l'innamoramento della propria idea.

Per intenderci: se Dybala fa schifo, fa schifo.

Ma non per questo deve iniziare il processo di miccolizzazione ad ogni gara negativa.

Nota: 300 minuti in stagione, 3 partite intere e una mezzora, in pratica.

Invece tu ed altri utenti beatificate pure le flatulenze del luso, e massacrate, sminuite all'inverosimile un calciatore da un centinaio di gol in 5 anni, con un numero di trofei consistente che -nella stragrande maggioranza dei casi- portano la sua firma, paragonandolo (tu, nel caso specifico) con due meteore che hanno lasciato tracce minime nella storia del club.

Che Dybala non sia Messi lo sanno e lo vedono anche i muri, che Dybala sia un Di Vaio/Miccoli non si può proprio leggere.

Eh ma la provenienza, eh ma il contesto, eh ma la serie A, eh ma la competitività europea: Platini sbocciò nel Nancy, e dopo il transito da St.Etienne diventò l'immenso Platini a 28 anni dopo anni in cui veniva definito "neither fish nor flash".

Quindi, discutiamo Platini?

Il contesto: DiVaio é paragonabile ad un Rodrigo Palacio. Un comprimario. Miccoli é un Insigne.

In quella serie A all'Inter giocavano un Vieri in fase calante, Cruz, il centravanti italiano più prolifico era il mediocre Gilardino (il Savoldi degli anni Duemila, una mitragliatrice da piccole squadre), noi avevamo un centravanti d'area spietato e una seconda punta da 15/20 gol a stagione che calciava i rigori, e in Europa, tolta Manchester, abbiamo ottenuto 2 quarti di finale in 6 anni.

Negli anni di Capello, con rose faraoniche a disposizione.

Quanto alla competenza, ti ripeto che valuto i fatti e ho una buona memoria, vado sul concreto e non mi interessa fare gara a chi ce l'ha più lungo.

E leggere che ti professi "hater di tutti", equilibrato ed equidistante -salvo poi sciorinare immediatamente la tua esperienza "avendo lavorato con più ruoli nel calcio" - mi fa solo sorridere, perché dietro ai toni apparentemente pacati e il lessico raffinato mi vuoi far capire che siamo su due piani diversi. Un "lei non sa chi sono io", insomma.

 

Love & Peace. Forever.

 

 

Comincio dalla fine: è raro che io mi ponga nei confronti degli altri tirando fuori curriculum o con arroganza da "lei non sa chi sono io", se leggi i miei post definisco sempre che i tifosi - e ci metto sempre anche me che da anni sono un semplice tifoso - quando parlano di calcio dovrebbero farlo sempre in modo bonario e con la consapevolezza che ne hanno una comprensione superficiale, che non significa non dover avere gusti o preferenze ma evitare di imbarcarsi in puntualizzazioni più settoriali (esempio molto semplice nel forum: Bonucci non sa difendere, chiaramente una sentenza superficiale figlia di semplice ignoranza su cosa significhi "saper difendere"). Se ti ho risposto in questo modo è perchè sei tu a porti, per primo, in modo spocchioso nei miei confronti, riconosco di scrivere alle volte in modo un po' lapidario nei confronti dei calciatori ma mai degli utenti, se lo faccio è solo in risposta a chi lo fa con me.

 

Dybala-Ronaldo e faziosità: se tu credi che io sia fan di Ronaldo e hater di Dybala, sei realmente in un errore grossolano. Non conosco nessuno dei due ovviamente ma a pelle CR7 è probabilmente uno degli esseri umani nel calcio che meno vorrei conoscere, per usare un eufemismo e non considerando ovviamente quelli che neanche considero umani (tipo Balotelli). Ho una naturale e istintiva antipatia per il portoghese, ho ancora negli occhi la simulazione che fece quando fece espellere Chiellini...

Dybala non mi sta nè simpatico nè antipatico, se devo essere sincero mi sembra uno dei tanti giovani mentecatti che vedo ogni giorno a lavoro, con la mente obnubilata dai social e dai soldi ma sono il primo a dire che questa è una valutazione totalmente cheap e superficiale, alla fine è un perfetto sconosciuto e non mi fa ne caldo ne freddo.

 

Se fossi fazioso, sulla base delle antipatie, dovrei dare addosso a Ronaldo e provare a sminuirlo. Uno dei calciatori che mi sono stati più simpatici da quando seguo il calcio (e che ho conosciuto dal vivo a Torino, irresistibile) è SImone Pepe, dovrei provare a delinearlo come qualcosa in più di quel che è stato, un buon mestierante?

 

La verità è che Ronaldo, piaccia o non piaccia, è nell'elite della storia di questo sport. Ciò che ha fatto praticamente non ha quasi eguali. Se sta simpatico, questo non cambia. Se sta antipatico, questo non cambia. Se qualcuno ne mette in dubbio la dimensione, semplicemente sbaglia, perchè questo non cambia. Discorso analogo per Messi. Pur avendo 42 anni, non sono un nostalgico assiepato sul "eh ma ai miei tempi", l'analisi di contesti, continuità, competitività, rendimenti e risultati lascia pochi paragoni con 2 performer che non solo si sono espressi in contesti di un livello mai conosciuto nel passato (la Champions, la Premier e la Liga spazzano via qualsiasi competizione di anni 50-60-70-80 dove non c'era una concentrazione simile di competitor di livello elevato nel periodo d'appartenenza e una densità e consecutività di partite di alta difficoltà paragonabile) ma lo hanno fatto per 15 anni. QUINDICI. Con la loro peggior stagione che, probabilmente, è ancora superiore alla migliore stagione di qualunque altro giocatore. Questa è una realtà di cui si può solo prendere atto. Poi mi piace, non mi piace, simpatico, non simpatico, questi sono legittimi personalismi ma nessuno gioca a quel livello e con una simile continuità per 15 anni "per caso". Sono i Federer e Nadal di questo sport.

 

Dybala, ripeto, giocatore importante nella nostra storia ma ho già spiegato cosa intendevo col paragone (e no, non è di una "genealogia" così differente, temo questo riferisca a un discorso già letto spesso di enfatizzazione dell'eleganza), giocatore come dicevo importante in un quinquennio ricchissimo di successi ma anche in un periodo storico nel quale la serie A è un contesto secondario nel calcio che conta. Del Piero era uno dei migliori in serie A ma avrebbe potuto competere a livelli simili anche in altri campionati europei dell'epoca, per dire.

Essere tra i migliori in serie A oggi non significa esserlo in Europa. Esserlo in Liga o Premier è già un altro discorso. C'è un gap tra i contesti, rilevante, e si ribalta poi del resto anche in Champions quando il livello si alza e letteralmente si va a giocare contro squadre che giocano un calcio diverso. La Juventus certamente vince 9 scudetti consecutivi e non è scontato anche essendo la più forte (vedi Paris) perchè 1/2 passi falsi in un decennio li metti in conto, quindi bella impresa. Ma il contesto mediocre rimane. La Juventus se giocava in Liga o Premier in questi 10 anni, ti voglio dire che vinceva due campionati anzichè 9, via, e sono anche ottimista (quello dell'Atletico, quello del Leicester). Prova a immaginare cosa avrebbe fatto l'Atletico Madrid se non ci fossero stati Barca e Real... ne avrebbe vinti 5-6 almeno di campionati, non 1.

 

Per la domanda da 64.000 dollari (Kill Bill subito dopo il monologo su Superman): non sapremo mai cosa sarebbe successo, allo stesso modo potrei dirti che non sapremo cosa sarebbe successo se avessimo venduto Dybala o se avessimo tenuto Pogba e Tevez o preso Lukaku o, prima ancora, preso Draxler o Berbatov, la storia è intercorsa da miriadi di bivi ed è mia opinione che quando sfociamo nei "what if" significa che ricerchiamo conferme a nostre suggestioni. Tendo a essere un po' tedesco nell'ancorarmi a un rilevamento essenziale dei fatti: chi vince ha sempre ragione, chi segna è sempre più bravo di chi non segna e via dicendo, quando sento un allenatore dire "eh abbiamo perso ma abbiamo giocato meglio" mi viene sempre da sorridere, come se lo scopo del gioco sia passarsi il pallone e non battere l'avversario.

 

Ronaldo è un cacciatore di record? A me non interessano i suoi record ma potrei dire che anche così è comunque un effort incidentale agli interessi della squadra per la quale gioca. Non valuto Ronaldo per cosa abbia vinto la Juventus da quando l'ha preso esattamente come non valuto Dybala perchè ora sta giocando male (anzi l'ho anche difeso se ti cerchi miei post sull'errore con la Lazio: gli errori e i periodi no capitano a tutti). Il mio modo di valutare un calciatore è come gioca lui. Altrimenti dovremmo dire che solo i giocatori delle squadre che vincono sono bravi e quelli delle squadre che perdono tutti scarsi? Esempio semplice Juve Barcellona di 3 anni fa, facemmo un'impresa (e toh, ti prendo anche l'apice dell'esperienza di Dybala con noi) ma ad esempio Higuain giocò in modo insufficiente entrambe le partite. Ronaldo anche da noi ha mantenuto un livello di prestazioni impressionante, questo non significa che vinca da solo le partite, e non è quello che si chiede a nessun altro, Dybala compreso. Non ho mai criticato Dybala perchè non ci ha fatto vincere una Champions, e ti dico di più, non è neanche una vera critica puntare il dito per il fatto che se le partite diventano più difficili, il suo rendimento non si assesta sui livelli della serie A. Perchè non è una negligenza. Ha più senso fargli una critica se stecca una partita in serie A, ampiamente alla sua portata. Se uno non ce la fa a reggere il livello dei match più difficoltosi non è mica una colpa. Evidentemente, non gliela fa. Se l'Atalanta viene buttata fuori dal Paris, non è che la critichi, la critichi se perde contro il Bologna al massimo. Non è faziosità, ripeto, è una presa d'atto, tu puoi anche convincerti che sia una casualità che Ronaldo nelle partite a eliminazione, nei 2 anni, abbia fatto tutti quei gol ma una cosa che si ripete nel tempo non è, per definizione, casuale. In quelle partite, Ronaldo c'è. In tutte? No, certo. All'andata con l'Atletico ad esempio giocò molto male. Ma lui emerge nella maggior parte di quelle partite ed è una cosa su cui puoi fare affidamento. Altri che hanno tale continuità non ce ne sono. Se prendi Ronaldo, dovresti cercare di metterlo nelle condizioni per rendere al meglio perchè si fa così col miglior giocatore, non si adatta il migliore agli altri perchè lui rimarrà sempre e comunque la tua più alta probabilità di finalizzare.

 

Ti ho risposto senza ombra di flame visto che hai fatto altrettanto come vedi, con me se hai interesse puoi sempre confrontarti, poi se pensi che io dica min.chiate ci mancherebbe, libero di pensarlo, ma ti assicuri che se ritieni che io sia prevenuto sbagli. Sarò qui a dirti che Dybala ha fatto quello step per posizionarsi nell'elite del calcio mondiale se in primavera farà grandi partite con i top club europei, anche se ci eliminano eh, non troverò motivi di sminuirlo (magari altri si eh, mica nego esistano davvero hater di Dybala o di chiunque altro) e anzi io spero che accada perchè, esattamente come per Ronaldo, il rendimento dei nostri attaccanti per quanto individuale è comunque incidentale alla riuscita dei risultati di squadra. Ma se invece accade il contrario e gioca male, non ti aspetti che chi lo difende strenuamente troverà ulteriori attenuanti? Perchè è già successo e io me lo aspetto.

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 14/11/2020 Alle 22:28, Juve★★★ ha scritto:

Posso anche condividere il discorso su Alex. Ma pensiamo a giocatori come Camoranesi e Trezeguet. Hanno dimostrato in Champions più di Dybala?

Eppure ai tempi su di loro non ricordo processi simili a quelli subiti oggi da Dybala.

Probabilmente perché i processi anziché avvenire sul web avvenivano altrove. Magari al bar o al club della Juve, ma poi finivano là. La tifoseria anno dopo anno continuava a supportare quei giocatori perché erano forti, a prescindere dal fatto che ne esistessero più forti o decisivi in Champions.

Discorso diverso per i giocatori inadeguati, erano criticati allora e lo sono anche ora. Io noto un cambio di atteggiamento nei confronti dei giocatori bravi. C'è molta meno tolleranza di allora se un giocatore bravo sbaglia una partita.

La discussione è interessante. 

A mio parere dipende soprattutto dal fatto che il forum permette di dare parola a tutti e tutti hanno lo stesso peso, più o meno.

Molta gente che oggi discute sui forum in un vecchio bar dello sport non avrebbe aperto bocca o per età o per l'immensa incompetenza. Oggi tutti dicono ciò che vogliono contraddicendosi nello stesso post o a distanza di poco tempo. Si passano giovani speranze per campionissimi per poi affossarli a scarponi al primo errore. Non si distingue un terzino da un laterale. Un attaccante d'area da una seconda punta. Si da dello scarso a giocatori che da oltre 10 anni sono pilastri della Juve e della nazionale osannati da tutti gli allenatori d'europa. Questo in un bar dello sport non sarebbe mai accaduto, o quantomeno certe posizioni sarebbero state messe all'angolo.

Quindi per me è il livello di competenza che cambia.

In tutto ciò Dybala e Ronaldo sono degli esempi. Però alcuni accostamenti Camoranesi o Trezequet con Dybala sono forzati. Camoranesi era un campionissimo dall'intelligenza tattica spaventosa, trezequet un attaccante con la A maiuscola. Protagonisti nel club e nella nazionale. Dybala ancora lo aspettiamo.

Come esempio sarebbero state più calzanti le critiche a Bonucci o a Chiellini.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 15/11/2020 Alle 17:26, *Julian* ha scritto:

E niente. Bisogna trasformare anche questo topic in un letamaio su Dybala. Certuni non ce la fanno.

Infatti... non vedevano l'ora di farlo. A nulla è servita la premessa dell'autore del topic, che ha creato una bella discussione che i soliti stanno puntualmente rovinando accentrandola su Dybala, con le stesse frasi che ormai scrivono in ogni dove. Poco importa se il tema è tutt'altro che il giudizio tecnico, il contratto e i paragoni con altri giocatori. Quando si dice accanimento...

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 ore fa, Pistro75 ha scritto:

Vabbè Del Piero ha passato intere stagioni senza strusciarla. Il soprannome "Godot" di certo non l'ho inventato io. Ai mondiali in Corea e Giappone ha fornito prestazioni imbarazzanti.

Se fosse accaduto oggi anche Del Piero avrebbe avuto i suoi haters scatenati sui social.

Purtroppo la PlayStation è diversa dal calcio vero. Nel calcio vero ogni calciatore, anche il più forte, anche molto più forte di Dybala, ha i suoi passaggi a vuoto perché, appunto, il campo non è la PlayStation. Nel campo vero ci sono quelli più forti di te. Quando leggo "non è Messi" o "non è Ronaldo" mi viene da ridere perché non ha senso paragonare qualunque calciatore con due tra i più forti dell'intera storia del calcio. Del Piero era Ronaldo? Era Messi? Non credo proprio.

Neymar ha inciso nella finale? Mbapè ha inciso? Sono pippe? Oppure giocavano contro una squadra molto più forte ed hanno fatto fatica come è normale che sia?

Il web parla quasi esclusivamente per simpatie antipatie e molti anche con la spocchia di quelli che ne capiscono. Purtroppo così è impossibile parlare di calcio e si cade in paradossi che ho letto mille volte: Tévez non la struscia in finale ed è un grande, Dybala non la struscia in finale ed è una pippa. Entrambi hanno disputato una finale di CL contro squadre nettamente più forti di noi e di miracoli se ne potevano fare pochi, questa è la verità del campo

Veramente al Mondiale 2002 giocò pochissimo (Totti titolare che ha goduto sempre di maggior credito, ma di fatto mai decisivo) e segnò il gol del pareggio contro il Messico, mi sembra assicurando il passaggio del turno. 

Non ricordo prestazioni imbarazzanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 ore fa, saxon ha scritto:

Concordo su del Piero. Del Piero è l'unico campione che ha sistematicamente fallito tutti gli europei e mondiali giocati. Non una partita qua e là.. Sistematicamente.. Europei 96 nulla di che ma era un ragazzo, mondiali 98 5 partite una peggio dell'altra, rubando il posto ad un baggio molto più in forma.. Europeo 2000, era una riserva ma ci è costato un titolo con 2 gol sbagliati in finale... 2002 non pervenuto a parte 1 gol col messico nel girone .. Europei 2004 nullo.. Mondiali 2006 da riserva segna un gol a tempo scaduto in semifinale di una partita già vinta e tira il primo rigore in finale... Sarebbe un po' come dire che in Spagna abbiamo vinto grazie ad altobelli... Europei 2008 nuovo flop... 

Su Tevez però non sono d'accordo uno perché è stato un trascinatore fino alla finale, due perché in finale non ha fatto faville ma nemmeno schifo totale.. Il gol di morata nasce da Tevez e più tardi ha sfiorato il 2 a 1...dybala a Cardiff si è inciampato anche mentre batteva a centrocampo e non a caso fu preso a sberle da Bonucci all'intervallo ... Per trovare una prestazione così negativa in una finale credo di dover tornare a del piero ad Amsterdam che però si era infortunato nel riscaldamento 

Anche in questo caso bisognerebbe analizzare i contesti.

Nel 1996 con Sacchi in panca quando utilizzava i giocatori come pedine. Lo fece giocare esterno sinistro, rendiamoci conto... Sacchi che arrivò in finale contro il Brasile nel 1994 solo grazie a Baggio, con una nazionale fortissima.

Nel 1998 era reduce da un infortunio che pregiudicò anche la finale di CL con Real.

Nel 2006 Il gol contro la Germania evitò il classico assedio finale nel recupero.

In generale nel suo periodo migliore in Nazionale è stato sfortunato. Ad incontrare Sacchi sulla sua strada, poi con infortuni sempre prima di certe manifestazioni. 

Nel famoso europeo del 2000 pagava ancora le conseguenze dell'infortunio che aveva "spezzato" in qualche modo la sua ascesa per diventare uno dei giocatori più forti del mondo in assoluto, rimanendo comunque sempre ad altissimi livelli.

Spesso comunque è stato importante nelle qualificazione a mondiali ed europei, quando in molti evitavano certe partite fingendo infortuni.

E' comunque quarto insieme a Baggio nella classifica marcatori della Nazionale dietro Riva Meazza e Piola, giocando spesso più da alternativa o partendo dalla panca.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Veleno76 ha scritto:

Anche in questo caso bisognerebbe analizzare i contesti.

Nel 1996 con Sacchi in panca quando utilizzava i giocatori come pedine. Lo fece giocare esterno sinistro, rendiamoci conto... Sacchi che arrivò in finale contro il Brasile nel 1994 solo grazie a Baggio, con una nazionale fortissima.

Nel 1998 era reduce da un infortunio che pregiudicò anche la finale di CL con Real.

Nel 2006 Il gol contro la Germania evitò il classico assedio finale nel recupero.

In generale nel suo periodo migliore in Nazionale è stato sfortunato. Ad incontrare Sacchi sulla sua strada, poi con infortuni sempre prima di certe manifestazioni. 

Nel famoso europeo del 2000 pagava ancora le conseguenze dell'infortunio che aveva "spezzato" in qualche modo la sua ascesa per diventare uno dei giocatori più forti del mondo in assoluto, rimanendo comunque sempre ad altissimi livelli.

Spesso comunque è stato importante nelle qualificazione a mondiali ed europei, quando in molti evitavano certe partite fingendo infortuni.

E' comunque quarto insieme a Baggio nella classifica marcatori della Nazionale dietro Riva Meazza e Piola, giocando spesso più da alternativa o partendo dalla panca.

 

Guarda concordo che non sia mai stato molto fortunato.. Però di sicuro non è un giocatore che abbia fatto la storia a mondiali ed europei, solo 3 gol di cui 1 veramente decisivo .. Ed è strano perché ha giocato 6 o 7 tra mondiali ed europei.. In questo senso lo paragono a graziani e Inzaghi che in nazionale hanno segnato tanto ma poi per vari motivi hanno inciso relativamente poco nelle fasi finali 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il ‎14‎/‎11‎/‎2020 Alle 21:52, Juve★★★ ha scritto:

Ed è proprio per questo che penso che, evidentemente, la tecnologia possa aver influenzato l'atteggiamento degli appassionati di calcio nei confronti delle proprie squadre.

La tecnologia, se da una parte ha reso più coinvolgente il calcio (penso alle giornate quando ero piccolo a piangere DA SOLO in un angolo la sconfitta…), sicuramente lo ha snaturato laddove anche l'ultimo dei cretini può dire la sua e farla passare per verità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Precisiamo, Trezeguet fallisce un rigore ma il suo attaccamento alla maglia e la sua professionalità non hanno mai vacillato.

Lippi andò all'inter ma non pronunciò nessun anatema contro la Juve e anzi continuava ad elogiare i suoi anche altrove, inoltre la vicenda dell'inter andò come meglio uno juventino non poteva sognare. 

Dybala ha il torto di pretendere un trattamento da top player e non dimostrarlo nei momenti cruciali, non che sia da corte marziale ma neanche da beniamino della squadra. 

Bonucci poi che passando al Milan ne disse contro la Juve e tornando sembra più un ostacolo che un condottiero non è che possa avere il tappeto rosso steso apposta per lui. Anche in passato quelli che sputavano nel piatto dove mangiavano venivano odiati e altri amati... Boniek per esempio.. di contro ci sono persone a cui ci si affeziona per la grandezza dell'uomo più che del giocatore, dal soldatino Di Livio al talismano Padoin. Si tratta di darsi alla causa della Juve e dei suoi tifosi o pensare agli affari suoi, un Kharma che non perdona!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.