Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

RickGrimes

Utenti
  • Content count

    121
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

150 Buona

About RickGrimes

  • Rank
    Il calcio è competizione.

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Campania
  • Interessi
    Birra, Fumetti, Letteratura d'autore, Poesia Medievale, letteratura medievale, Pulp movie, Camera Cafè, Ontologia, filosofia della mente, Filosofia antica.

Recent Profile Visitors

1,499 profile views
  1. Non capisco da dove nascano le preoccupazioni. Anzi, Grazie mille a marotta ma se si vuole aumentare di spessore e si vuole provare a diventare una realtà più che nazionale, silurare marotta mi sembrava propedeutico il conseguimento di risultati migliori. In più ieri abbiamo battuto anche il napoli, giornata meravigliosa per la Juventus.
  2. Sta storia dei primi favoriti farà danni.
  3. RickGrimes

    Quanti gol segnerà CR7 in stagione?

    Portare ad esempio l' evidenza di un giocatore - higuain - non significa "fare raffronti" tra i due. Non ho paragonato Higuain a Ronaldo, era un discorso ad ampio respiro che voleva sottolineare come alla Juve è difficoltoso fare gol, e sarà ancora così a meno che non cambi qualcosa. Nessuno ha paragonato i due. Ronaldo se messo nelle giuste condizioni te ne fa 50 anche in Italia ( intendo solo in Italia), il problema è o dominare la partita o avere Ronaldo in avanti a sfruttare le palle di Modric, isco, kroos, Marcelo, la Sapienza di Benzema e via dicendo... Accadrà anche a Torino, con una Juve finalmente libera da vincoli tattici e non suddita di consegne difensive specifiche? Non saprei...
  4. Se 442 sarà, mi aspetto un 442 fluido a la maniera della passata stagione: da un lato Can, dall'altro matuidi di volta in volta saranno finiti esterni, bravi a scalare in fase di non possesso quando diventerà un 4-5-1. Le evoluzioni di solito le si vede più avanti, quando la squadra entra in condizione e comincia ad arrivare il bisogno di essere vincenti. Dal primo anno di allegri è sempre stato così...
  5. RickGrimes

    Quanti gol segnerà CR7 in stagione?

    Spero di sbagliarmi, ma credo molto meno degli ultimi anni. I dati sugli expected goals e il tasso di conversione dimostrano che higuain era lo stesso giocatore che era stato a Napoli, ma alla Juve si pratica un calcio differente con meno pressione e con maggiore amore per contenimento e difesa posizionale. In più la Champions rimane un incognita... Direi tra i 25-30 complessivi.
  6. Perdonami, ma non credo tu sappia adeguatamente cos'è la figura etimologica. Sul resto, non serve scomodare la psicologia per smascherare la natura insicura, che si cela dietro una così puerile forma di acredine. Se pensarla in un certo modo leviga le tue insicurezze e il tuo naturale senso di inadeguatezza fa pure, non può che farmi piacere essere utile.
  7. "Tralasciando il fatto che stessi scrivendo in una maniera elementare e sgraziata". Mi pare di averlo sottolineato ampiamente. Siamo d'accordo, non pretendo mica di saper scrivere. Sul resto, la ridondanza fonetica e concettuale è anch'essa uno strumento, specie quando si scrive in maniera lieve e informale. In effetti, non fai altro che avallare la mia tesi. Ti ringrazio.
  8. Beh, la parola precede il pensiero - ti consiglierei di leggere "il gesto e la parola" riguardo il pregiudizio cerebrale - , si pensa in relazione al linguaggio ed allora un linguaggio corretto è propedeutico e strutturale per un pensiero corretto. Tralasciando il fatto che stessi scrivendo in maniera elementare e sgraziata, e che quindi non vi fosse nulla di artificioso.
  9. Piuttosto che vuota retorica ed opinabili opinioni partorite evidentemente da menti molto mediocri, direi che la fatticitá come sempre può racchiudere l'aurea mediocrità del pipita, che ha dato quanto ci si aspettasse dall'allora giocatore più pagato della storia bianconera ma non tanto da giustificarne l'esborso economico. . Direi che due fotografie coerenti e complete di quel che è stato Higuain, in bianconero ed in generale, le abbia fornite ultimouomo: "Non un talento purissimo, capace con le sole qualità donategli da madre natura, di risolvere sempre e comunque ogni situazione dentro un campo da gioco. È piuttosto un giocatore che ha costruito le sue fortune sulla profonda comprensione del ruolo di centravanti, sui tempi e i movimenti necessari alla massima efficacia. Proprio per questo il migliore Higuain richiede una totale applicazione mentale al gioco, che talvolta, forse proprio nella occasioni più importanti. Anche i cali di forma, cui, dall’esterno, appare periodicamente soggetto, sembrano influenzare significativamente le prestazioni di un giocatore il cui gioco è pienamente efficace solo quando ogni componente dell’equazione si trova esattamente al suo posto. La sua carriera alla Juventus sembra giunta al termine, ma più per l’arrivo di Cristiano Ronaldo che per i demeriti del Pipita. Higuain è un grandissimo centravanti e non bisogna commettere l’errore di dare per scontato il suo contributo in maglia bianconera. Ha segnato tanto, con una percentuale di realizzazione paragonabile a quelle della sua migliore stagione in Italia; ha segnato gol pesanti e ha giocato spesso in un contesto tattico non perfettamente consono alle sue caratteristiche. Come la sua carriera dimostra, non è sempre stato continuo e ha avuto qualche periodo di appannamento di forma, fisico e mentale. Ma dopo più di dieci anni di carriera ad altissimi livelli, è possibile sostenere che sono quasi inevitabili per la caratteristiche del Pipita. Il giocatore che sta per arrivare al Milan rimane uno dei migliori centravanti della storia della Serie A, che difficilmente avrà dimenticato il proprio mestiere." L'inciso finale credo sia il più condivisibile. Insomma, un grande centravanti, ma non un fuoriclasse. E forse non mentalmente adatto ad essere decisivo.
  10. RickGrimes

    Topic tattico, come giocheremo il prossimo anno?

    Credo che allegri insisterà sul 442 asimmetrico e fluido visto per gran parte della scorsa stagione. Ronaldo prenderà il posto di Higuain, cancelo magari avrà bisogno di inserirsi con più calma e Can potrebbe avere piu corsa e resistenza di Sami per fare il quarto a destra in fase di non possesso. Sarà piacevole però vedere come la Juve poi comincerà ad evolvere. Quest'anno la prima costruzione dovrebbe essere più semplice e fluida, oltre Bonucci già rodato in uscita c'è Cancelo, senza dimenticare Can che sa saltare il primo pressing e che spesso sa portare palla e spezzare il raddoppio. Non mi fa impazzire Miralem sacrificato davanti alla difesa, per fare il mediano "cerebrale" e come concetto che spezza le linee di passaggio. Marchisio prima di diventare uno youtuber aveva una capacità unica di inserirsi lungo le linee di passaggio avversarie, sapeva dove gravitava la palla avendo un'intelligenza calcistica presente in pochi altri calciatori. Poi sapeva costruire senza eccessi, ma in maniera molto positiva. Chissà che Can non possa fare quel lavoro. A quel punto sarebbe più facile vedere un vero 433 più che lo "spurio" 442. Come evoluzione naturale il 343-451 con cancelo a fare quanto fece Alves mi sembra possibile. Anche se Barzagli ormai è vecchio per fare il difensore che scivola e tiene gli esterni avversari. Howedes sarebbe stato utile, Ma era un rottame. Vediamo, spero che l'arrivo di Ronaldo comporti un'aggressione differente alle partite. Contestualmente il ritorno di Bonucci mi fa temere che difficilmente il baricentro tenderà ad alzarsi. Il nostro Centrocampo rimane non all'altezza dei top team europei secondo me.
  11. Il mister avrà tanto da lavorare, anche quest'anno. La squadra è fortissima ma Bonucci richiede un ritorno alle origini, con la linea difensiva nuovamente molto bassa ( cosa che in Europa non si vede con le grandi squadre) vista l'incapacità di scappare all'indietro del viterbese e le sue lacune difensive - in più Sandro e cancelo non sono propriamente votati alla difesa, con Sandro che come letture difensive palesa una sorta di deficienza acutissima. Manca sempre chi spezza le linee di passaggio avversario e pulisca le seconde palle. Vedere pjanic di nuovo impiegato lì sarebbe spiacevole. Però c'è tanta qualità davanti, speriamo che si riesca a mettere Ronaldo in condizioni di concludere perché altrimenti sarebbe un peccato. Vediamo se anche quest'anno ci sarà un piccolo intervento tattico. L'ultima evoluzione che ha portato al 442 mascherato ed ibrido è una soluzione ancora acerba. Si può fare di più. Ma il mister sicuramente non ha bisogno di consigli - meno che meno dei miei. Quindi forza e coraggio e speriamo di arrivare fino alla fine di tutto.
  12. RickGrimes

    Il profilo morale

    Ogni valutazione che parta da considerazioni di iatura etica e morale è contrario al buon senso, né ha motivo di essere, se associato a qualcosa che è immensamente più grande è che vive di logiche differenti. L'utile ed il guadagno, se si parla di sport-business. Per quanto io detesti Bonucci ad esempio, a livello umano, se fosse un grosso difensore mi piacerebbe ugualmente - Buffon è eticamente è concettualmente una iattura, scorretto e disonesto intellettualmente, eppure è stato IL portiere ed uno dei giocatori che ho amato di più. Sembra di rispolverare la vecchia disputa tra relativismo e antirelativismo riportata su un piano più povero e differente. Il calcio, come ogni altro ambito, non sfugge a quelle che sono le velleità e la prepotenza della realtà, così come non sfugge all'oggettivitá piuttosto che fisime che sono figlie di concezioni e di valutazioni del tutto personali, condizionate dalla nostra cultura, le nostre abitudini e le nostre fisime. Bonucci è un calciatore, e come scelta è chiaramente ed inevitabilmente un ripiego, figlia di solidarietà ( forse) ma soprattutto di una necessità. Per vendere Higuain bisognava riprendere Bonucci, cosicché il Milan potesse avere almeno la possibilità di prendere il nostro esubero. Dopotutto la Juve cercava un difensore fatto e finito, e Bonucci per quanto sui generis è un difensore fatto e finito. L’oggettività nelle valutazioni costituisce molto più che una fisima transitoria e non meno può definirsi un fronzolo ed esula dalla questione morale. Quello che è ad esempio il discorso di natura etica-morale è un fronzolo. In effetti, sono infiniti i campi della vita – dalla scelta dei medici al mercato immobiliare – in cui preferiamo l’oggettività alla solidarietà, la qualità alla bontà di intenti. La "Honestá" come vanno dicendo i cialtroni dilaganti, il candore e la pudicizia non hanno impatto su quelle che sono dinamiche calcistiche. Così come l'idea del tifoso e il suo comprendere non impatta né inficia quello che si fa. Non la affligge né la mortifica. Valutando i fatti, la Juve ha dovuto accettare un compromesso. Un compromesso ed un ripiego però non è né può essere una soluzione ideale. Tutto qui. Poi, che qualcuno faccia la guerra a Bonucci per altre ragioni, è un atteggiamento stucchevole. Il tifo dopotutto è un atto di fede e la fede non può avere basi razionali. Quello che conta è quanto sia funzionale Bonucci. Baricentro nuovamente basso per consentire la sua uscita e per proteggere la sua incapacità di marcare in maniera canonica, o di scappare all'indietro. Disattenzioni, ed altre castronerie. Questo dovrebbe preoccupare di Bonucci. Ricordo ancora chi era a non marcare l'uomo sul due a due a Monaco di Baviera. Ma l'errore di Evra risulterà sempre più evidente, magari...
  13. RickGrimes

    L'addio più triste

    Sarò impopolare, ma dico che l'unica cessione ad avermi intristito davvero è stata quella di Diego Ribas Da Cunha. Ho accettato quella di Zidane, perché pensavo fosse strutturale e funzionale per un rilancio. Ho provato schifo profondo quando la Juve ha ceduto Pogba, soprattutto perché lo ha sostituito con un giocatore banale e già prossimo alla fase calante come higuain. Per Diego ho provato una strana empatia. Dopo anni difficili, sembrava potesse rappresentare qualcosa di più profondo che un semplice giocatore. Sembrava tecnicamente valido, fuori dalla norma. Sembrava allegro, soprattutto, ed alla Juve necessitavamo di allegria. Era innamorato della Juve, non come chi le sputa veleno addosso e dopo dodici mesi torna per chissà quale arcano motivo. Diego, soprattutto, avrebbe potuto fare scelte migliori e sicuramente la sua carriera avrebbe seguito evoluzioni differenti. Invece, credo che la Juve ne abbia anche depotenziato il talento, annichilendolo mentalmente. Poi ceduto per prendere, uno scarto del Napoli.
  14. Ultimamente mi è capitato di Leggere "L'errore di Cartesio". Un libro che, dal punto di vista di un neuroscienziato, dimostra come - o meglio, dimostrava nel 94 ed oggi gli indizi in tal senso sono anche maggiori - non siano emisferi così separati quelli che riguardano l'emozione ed il sentimento. Tecnicismi minimi, ed anche senza avere la preparazione di base del neuroscienziato il libro è fruibile e godibile. Lo studio clinico e l'empirismo hanno mostrato come persone le cui lesioni abbiano compromesso la rete neuronale interferendo con il campo emotivo, avessero una intelligenza pratica parecchio deficitaria. Insomma, chiunque avesse problemi a gestire le proprie emozioni e chiunque volesse per un attimo porre sotto la lente dell'attenzione l'eterno dualismo tra logica e ragione potrà sicuramente trovarlo interessante. Nell'ultimo mese ho altresì letto ogni cosa è illuminata, di Jonathan safran foer. Insomma, superando il psicologismo da bar e gli spunti chiarovvi che secondo me hanno anche una buona presa sul lettore medio, c'è del buono nel libro e sicuramente tra questo buono c'è l'indagine di base, che per estensione potrebbe riguardare tutti.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.