Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

Giovanili Juventus

Conte post Juventus-Cagliari 1-1: "I giocatori i veri protagonisti. Quello che più mi ha sorpreso è Pogba, rimango se tutti vogliono vincere"

Recommended Posts

Avanti Antonio!

Battiamo il "record" dei prescritti di campionati "vinti" consecutivamente, una bella Champions e poi sei libero di andare dove vuoi, basta che non sia in Italia :d

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scolpite queste parole nel marmo: Quando incontrerai la società per avere questo chiarimento?

"Un allenatore cerca di valutare le situazioni per cercare di migliorare la propria rosa. Quello che secondo me è molto importante, fare delle valutazioni attente e capire se tutti abbiamo ancora stimoli feroci, se tutti abbiamo ancora fame di vittoria, se tutti abbiamo ancora grandi motivazioni. Questo sarà ancora più importante di chi eventualmente dovrebbe arrivare. Ci deve essere la fame di continuare a vincere, la fame di voler essere protagonisti, perchè dopo due anni in cui si vince e si è iniziato a mangiare, magari qualcuno inizia ad avere meno fame. Questo non deve accadere, non deve accadere all'ambiente in primis, non deve accadere ai tifosi, non deve accadere alla società, a me, allo staff tecnico, non deve accadere assolutissimamente ai calciatori. Questa è una cosa molto importante, poi vedremo".

(Fonte TuttoJuve) Non ha ancora finito di festeggiare il 31° che pensa già al 32°. Mia opinione è che abbia capito che la proprietà e la dirigenza vogliono sfruttare questi due scudetti per vivere di rendita e tirare i remi in barca, senza fare investimenti importanti. Lui pensa di essersi meritato qualche acquisti importante perché sa di non poter fare miracoli in eterno, e chiede chiarezza sui progtammi. E io sto con lui perché voglio vincere ancora e ancora e ancora..... Dopo il 2006 l'appagamento a casa mia non esiste proprio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Antonio Conte ha risposto alle domande dei cronisti nella conferenza stampa post-partita. Tuttojuve.com ha trascritto integralmente ed in tempo reale le sue dichiarazioni:

 

Lei si sente carico perchè fa parte del suo dna. Lei pensa di poter continuare l'avventura alla Juventus con gli stessi stimoli?

"Gli stimoli, la voglia, l'entusiasmo, la passione, da parte mia ci sono e ci saranno sempre, perchè come ha detto fanno parte del mio dna, è una questione di carattere. Se voi mi dice che dopo uno Scudetto vinto oggi, mi abbia dato fastidio pareggiare la partita, molto, dico molto, quindi questo vi fa capire la persona, se magari qualcuno non l'ha capito. Oggi c'era uno Scudetto da festeggiare e io sono stato venti minuti.... ho fatto decompressione; mi è dispiaciuto non vincere la partita perchè lo meritavamo e in virtù di un approccio un po' molle, oggi non è accaduto. Da parte mia, quindi, ci saranno sempre grandi stimoli, grandi motivazioni, grande voglia, di provare sempre ad essere con la mia squadra, con la mia società, protagonisti. A volte ci riesci vincendo, a volte riesci ad essere protagonista anche non vincendo, ma meglio se si vince".

 

Siamo passati dal paragone con Lippi a quello con Ferguson. Può essere il Ferguson della Juventus?

"Mi sto ritirando... (ride, ndr). No, scherzo. Innanzitutto io colgo l'occasione, perchè non ne ho avuto l'opportunità, di fare un grandissimo plauso a Sir Alex, che è stato un grandissimo avversario quando io ero calciatore. Lui sicuramente in questi anni è stato il top dei manager, un top in tutti i sensi e quindi dispiace veramente non avere un punto di riferimento come lui. Per quanto riguarda me, Ferguson se non sbaglio ha fatto 27 anni al Manchester United e penso che qualcuno si possa stancare di vedermi per così tanto tempo sulla panchina bianconera. Penso che che sia un qualcosa di veramente eccezionale e di irripetibile. Quindi complimenti a Ferguson. Lo dico sinceramente, quando ho saputo del ritiro, mi è dispiaciuto veramente molto perchè è una figura talmente bella, anche per noi calciatori ".

 

Quando incontrerai la società per avere questo chiarimento?

"Un allenatore cerca di valutare le situazioni per cercare di migliorare la propria rosa. Quello che secondo me è molto importante, fare delle valutazioni attente e capire se tutti abbiamo ancora stimoli feroci, se tutti abbiamo ancora fame di vittoria, se tutti abbiamo ancora grandi motivazioni. Questo sarà ancora più importante di chi eventualmente dovrebbe arrivare. Ci deve essere la fame di continuare a vincere, la fame di voler essere protagonisti, perchè dopo due anni in cui si vince e si è iniziato a mangiare, magari qualcuno inizia ad avere meno fame. Questo non deve accadere, non deve accadere all'ambiente in primis, non deve accadere ai tifosi, non deve accadere alla società, a me, allo staff tecnico, non deve accadere assolutissimamente ai calciatori. Questa è una cosa molto importante, poi vedremo".

 

Il chiarimento avverrà prima della fine del campionato o dopo? Tutti si aspettano una parola definitiva, non solo i giornalisti.

"Sì, ma quello è fuori dubbio. Io ho un grandissimo rapporto con Andrea Agnelli, il presidente, che non finirò mai di ringraziare perchè è lui che ha avuto l'intuizione, è lui che mi ha supportato in questi due anni assieme a Marotta e a Paratici. E mi ha dato la possibilità di esprimermi, perchè io ho avuto la possibilità di esprimermi a grandi livelli. E mi sono espresso. Quindi, ripeto, quando uno finisce un'annata così importante... e io la metto in aggiunta a quella dell'anno scorso..., noi veniamo da due annate straordinarie in cui abbiamo vinto tanto. Abbiamo vinto tutto quelo che c'era da vincere nelle nostre possibilità, perchè due Scudetti su due, siamo tornati in Europa, penso che abbiamo fatto qualcosa di straordinario, abbiamo fatto il massimo. Nelle cose che un allenatore deve valutare dopo due anni, c'è un po' tutto...quindi chi parla esclusivamente di mercato, di contratti, c'è un aspetto che forse io non avevo sottolineato le volte precedenti, questo: la fame. La fame perchè qui ormai siamo arrivati al punto che tutto è dovuto e tutti si aspettano che la Juventus l'anno prossimo rivinca il campionato per la terza volta, che magari possa arrivare in Semifinale di Champions, possa bissare la finale di Coppa Italia e magari rivincerla. Adesso ci aspetta questo e siccome sappiamo che ci aspetta questo, dobbiamo capire chi è pronto ad affrontare questo, perchè l'anno prossimo.... elmetto e in trincea, questo è molto importante".

 

Dire che rimane al 99% sulla panchina della Juve, è una percentuale concreta?

"Non è una questione di dare percentuali, è una questione di capire effettivamente, e penso si capisca, come sono io. Ecco. Io oggi a fine partita sono stato 20 minuti che ero intoccabile, nel senso che era meglio che qualcuno non si avvicinasse. Questo vi fa capire che tipo di persona sono, come lavoro, e quello che io voglio ottenere. Se qualcuno pensa che io mi accontenti di queste due cose fatte quest'anno e l'anno scorso, è sbagliato, perchè io sarò ancora più feroce, più determinato e più cattivo e voglio gente feroce, cattiva e determinata al fianco".

 

"La Juventus l'anno prossimo dovrà avere la stessa fame, con o senza di me". E' vero che in tv hai detto questa frase?

"Ripeto, la Juventus l'anno prossimo dovrà avere grandissima fame. Questo lo conferma. L'altra volta in conferenza avete unito due situazioni, quello che ho detto oggi, sulla ferocia e sulla fame, e l'altra volta mi è stato chiesto: 'Ma la Juventus può andare avanti senza Conte'. E io ho detto: 'Guardate, c'è una struttura importante, ci sono gli uomini giusti al posto giusto, c'è un grande presidente che ha le idee chiarissime, c'è il direttore', e io ho risposto in maniera affermativa. Non mi sembra che oggi abbia unito le due cose. Oggi ho parlato di fame, di motivazioni e di ferocia' L'altra volta, a una precisa domanda, 'ma la Juventus può continuare?'. 'Sì, perchè la Juventus non è Conte'".

 

Il professionista si sta unendo con l'uomo?

"C'è sicuramente un evolversi di situazioni. Mi pare di aver detto delle cose ovvie, perchè ogni ci si incontra con la società per guardarsi negli occhi e per esporre le proprie ragioni, le proprie titubanze e i propri timori. Noi stiamo facendo questo, ci stiamo vedendo, stiamo cercando di far capire un po' tutta la situazione che c'è a 360°, non sto parlando solo di mercato, di contratti. Sto parlando anche... che in un processo di crescita, una cosa non deve mai mancare: la cattiveria agonistica, la voglia di vincere, la fame di continuare a voler vincere, perchè se l'anno prossimo qualcuno inizia a pensare: 'Eh ma veniamo da due Scudetti vinti, non è che si può vincere sempre', è sbagliato, perchè l'obiettivo deve essere arrivare ai nastri di partenza con l'ambizione di provare a vincere. Poi ci saranno altre squadre più forti, ma noi dobbiamo avere questo obiettivo e centrarlo; al di là del mercato, è importante avere la fame, la cattiveria, la voglia di lavorare di sacrificarsi, la voglia di sudare, cose che non sono scontate, perchè in qualcuno può subentrare un rilassamento psico-fisico, cosa che non ci possiamo permettere".

 

Hai fatto passi in avanti?

"Io non ho fatto passi in avanti, io devo capire se hanno capito tutti, chiaro? Questo è molto importante. Ho sentito fare dei discorsi molto semplicistici, 'l'allenatore vuole 3-4-5...', è uscita anche una mia intervista bella pompata in cui si dice che Ibrahimovic, Sanchez, Higuain....(...non bastano per vincere la Champions, ndr)', infatti il giorno dopo mi sono ritrovato l'ambulanza sotto, mi volevano internare. Non andiamo a toccare argomenti che già mi hanno fatto avvelenare. Io li prenderei tutti e tre... ma 'non servono'. Questo deve far capire, la ferocia, la determinazione la voglia mia di volere gente accanto che abbia le stesse identiche cose che ho io. Grande ferocia, determinazione, cattiveria, come se quest'anno non fosse accaduto nulla. io voglio gente che deve arrivare come il primo giorno, che siano calciatori, staff tecnico, tutti, magazzinieri".

 

Ci puoi dare una data certa, quando dirai, resto o vado?

"Non devo scioglierla io la riserva".

 

Chi?

"Chi la deve sciogliere la riserva. Non è questione di sciogliere o non sciogliere la riserva, ripeto, è questione di capire se ci sono tutte queste cose. Se ci sono tutte queste cose allora si continua. Se mi dovessi accorgere che latita qualcosa, è dura poi andare in battaglia"

 

(redazione Tuttojuve.com).

Share this post


Link to post
Share on other sites

a fine conferenza stampa Antonio è tornato sul resto/non resto, facendo chiaramente capire che lui vuole determinate cose che se non arrivassero potrebbero comportare una sua uscita:

"...Se ci sono tutte queste cose allora si continua. Se mi dovessi accorgere che latita qualcosa, è dura poi andare in battaglia" (redazione Tuttojuve.com)".

 

Parto dalla considerazione che solo chi vuole male alla Juve potrebbe non fare il meglio per accontentare Conte e farci quindi fare un passo in avanti per il prossimo anno... quindi spero vivamente che si trovi l'accordo fra esigenze di bilancio e obiettivi tecnici perchè sarebbe un peccato mortale non avere più Conte.

 

L'altra riflessione che faccio è che Conte a mio avviso si riferisce anche ai giorcatori che già ci sono: magari qualcuno comincia ad essere insofferente ai suoi metodi e alla pressione che mette e pretende dai suoi, e Antonio potrebbe essersene accorto e vuole anche capire chi sono quelli che ancora se la sentono e quelli che invece non sono più così disposti..

Share this post


Link to post
Share on other sites

La fame perchè qui ormai siamo arrivati al punto che tutto è dovuto e tutti si aspettano che la Juventus l'anno prossimo rivinca il campionato per la terza volta, che magari possa arrivare in Semifinale di Champions, possa bissare la finale di Coppa Italia e magari rivincerla. Adesso ci aspetta questo e siccome sappiamo che ci aspetta questo, dobbiamo capire chi è pronto ad affrontare questo, perchè l'anno prossimo.... elmetto e in trincea, questo è molto importante"

 

Il professionista si sta unendo con l'uomo?

"C'è sicuramente un evolversi di situazioni. Mi pare di aver detto delle cose ovvie, perchè ogni ci si incontra con la società per guardarsi negli occhi e per esporre le proprie ragioni, le proprie titubanze e i propri timori. Noi stiamo facendo questo, ci stiamo vedendo, stiamo cercando di far capire un po' tutta la situazione che c'è a 360°, non sto parlando solo di mercato, di contratti. Sto parlando anche... che in un processo di crescita, una cosa non deve mai mancare: la cattiveria agonistica, la voglia di vincere, la fame di continuare a voler vincere, perchè se l'anno prossimo qualcuno inizia a pensare: 'Eh ma veniamo da due Scudetti vinti, non è che si può vincere sempre', è sbagliato, perchè l'obiettivo deve essere arrivare ai nastri di partenza con l'ambizione di provare a vincere. Poi ci saranno altre squadre più forti, ma noi dobbiamo avere questo obiettivo e centrarlo; al di là del mercato, è importante avere la fame, la cattiveria, la voglia di lavorare di sacrificarsi, la voglia di sudare, cose che non sono scontate, perchè in qualcuno può subentrare un rilassamento psico-fisico, cosa che non ci possiamo permettere".

 

Chi?

"Chi la deve sciogliere la riserva. Non è questione di sciogliere o non sciogliere la riserva, ripeto, è questione di capire se ci sono tutte queste cose. Se ci sono tutte queste cose allora si continua. Se mi dovessi accorgere che latita qualcosa, è dura poi andare in battaglia"

 

Il succo è tutto li.

Per me Conte non vuole tanto i rafforzamenti da spendere 90 milioni, lo sa benissimo che è impossibile, lo ha detto 50 volte che in Italia certi non arrivano, per me vuole un rinnovamento sostanziale per quei giocatori che vede appagati, o si svegliano o via.

Questo vuole dalla società, la fermezza nel saper dire "grazie arrivederci".

Non vuole 45 nomi mirabolanti.Vuole un mercato di rinnovamento, una rinfrescata unita a 1 o 2 nomi non impossibili.

 

Dice espressamente "in qualcuno può subentrare un rilassamento psico-fisico" e fisico non si riferisce alla società.

E' un messaggio che lancia a molti suoi giocatori, da capire chi.

E tutto sto discorso sul dobbiamo vederci per me è tutto legato al fatto che lui ha una lista di giocatori che non vuole più e vedere se la società lo segue.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La fame perchè qui ormai siamo arrivati al punto che tutto è dovuto e tutti si aspettano che la Juventus l'anno prossimo rivinca il campionato per la terza volta, che magari possa arrivare in Semifinale di Champions, possa bissare la finale di Coppa Italia e magari rivincerla. Adesso ci aspetta questo e siccome sappiamo che ci aspetta questo, dobbiamo capire chi è pronto ad affrontare questo, perchè l'anno prossimo.... elmetto e in trincea, questo è molto importante"

 

Il professionista si sta unendo con l'uomo?

"C'è sicuramente un evolversi di situazioni. Mi pare di aver detto delle cose ovvie, perchè ogni ci si incontra con la società per guardarsi negli occhi e per esporre le proprie ragioni, le proprie titubanze e i propri timori. Noi stiamo facendo questo, ci stiamo vedendo, stiamo cercando di far capire un po' tutta la situazione che c'è a 360°, non sto parlando solo di mercato, di contratti. Sto parlando anche... che in un processo di crescita, una cosa non deve mai mancare: la cattiveria agonistica, la voglia di vincere, la fame di continuare a voler vincere, perchè se l'anno prossimo qualcuno inizia a pensare: 'Eh ma veniamo da due Scudetti vinti, non è che si può vincere sempre', è sbagliato, perchè l'obiettivo deve essere arrivare ai nastri di partenza con l'ambizione di provare a vincere. Poi ci saranno altre squadre più forti, ma noi dobbiamo avere questo obiettivo e centrarlo; al di là del mercato, è importante avere la fame, la cattiveria, la voglia di lavorare di sacrificarsi, la voglia di sudare, cose che non sono scontate, perchè in qualcuno può subentrare un rilassamento psico-fisico, cosa che non ci possiamo permettere".

 

Chi?

"Chi la deve sciogliere la riserva. Non è questione di sciogliere o non sciogliere la riserva, ripeto, è questione di capire se ci sono tutte queste cose. Se ci sono tutte queste cose allora si continua. Se mi dovessi accorgere che latita qualcosa, è dura poi andare in battaglia"

 

Il succo è tutto li.

Per me Conte non vuole tanto i rafforzamenti da spendere 90 milioni, lo sa benissimo che è impossibile, lo ha detto 50 volte che in Italia certi non arrivano, per me vuole un rinnovamento sostanziale per quei giocatori che vede appagati, o si svegliano o via.

Questo vuole dalla società, la fermezza nel saper dire "grazie arrivederci".

Non vuole 45 nomi mirabolanti.Vuole un mercato di rinnovamento, una rinfrescata unita a 1 o 2 nomi non impossibili.

 

Dice espressamente "in qualcuno può subentrare un rilassamento psico-fisico" e fisico non si riferisce alla società.

E' un messaggio che lancia a molti suoi giocatori, da capire chi.

E tutto sto discorso sul dobbiamo vederci per me è tutto legato al fatto che lui ha una lista di giocatori che non vuole più e vedere se la società lo segue.

 

Però se fosse più chiaro farebbe il bene di tutti.

Se il problema è che vuole cambiare mezza squadra, sarà molto dura che la società lo accontenti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il pensiero di Conte ormai è chiarissimo: " o comprate i giocatori che voglio io , o me ne vado ". Chiaro Beppone ?

 

"Chiaro Elkann" soprattutto, secondo me

Share this post


Link to post
Share on other sites

chi sono secondo voi coloro che potrebbero avere un rilassamento?

Quelli più ripresi in partita sono qualiarella-lichsteiner e vucinic, si riferisce a loro quando parla di rilassamento spicofisico?

Si riferisce ad un marchisio certamente non brillante come lo scorso anno e che addirittura gli cambia ruolo pur di far giocare pogba?

Potrebbero essere questi i segnali che lui ha recepito?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Avanti Antonio!

Battiamo il "record" dei prescritti di campionati "vinti" consecutivamente, una bella Champions e poi sei libero di andare dove vuoi, basta che non sia in Italia :d

ma dove vuole andare??

di tempo per vincere una champion's ne ha da vendere

 

quella terza stella la ESIGO anche con l'handicap

perchè vinciamo a mani basse da sempre!

 

e ribadisco

sotto ogni punto di vista! :d

Share this post


Link to post
Share on other sites

solo dopo aver sentito questa intervista inizio a godermi lo Scudetto....... grandissimo Mister!! sempre al tuo fianco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il pensiero di Conte ormai è chiarissimo: " o comprate i giocatori che voglio io , o me ne vado ". Chiaro Beppone ?

 

Per me oltre al mercato in entrata è anche "questo, quello e quell'altro sono da cambiare".

Il discorso che ha fatto oggi sulla "fame" e "la condizione psicofisica" taglia la testa al toro. Certamente vuole rinforzi mirati,magari un campione o due, ma non chiede spese folli, vuole cambiare chi dice lui.

Dicendo psicofisico si riferisce ai giocatori, ambiente allo spogliatoio a quello che c'è intorno.

Purtroppo parla a enigmi ma a sto punto si può capire, non può parlar male dei suoi ragazzi davanti ai microfoni.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alla Juve non può mancare la fame , come non manca al nostro Mister , allora tutti insieme continuiamo !!!!! da settembre si deve continuare ad avere la stessa voglia , determinazione è 'cattiveria' che abbiamo avuto in queste due stagioni , tutto questo ovviamente sempre con il nostro Mister in panchina , alla Juventus vincere è l'unica cosa che conta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'Inter in 5 anni ha vinto 4 Coppe Italia, 4 scudetti, 3 Supercoppe, 1 Champions e una Coppa del mondo.

Il Barça in 6 anni ha vinto 5 "scudetti", 1 Coppa di Spagna, 5 Supercoppe, 3 Champions, 2 Supercoppe UEFA e 2 Coppe del mondo.

 

Noi finora abbiamo vinto 2 scudetti e una Supercoppa.

E sento già parlare di pancie piene e mancanza di motivazioni???

 

Calciopoli ci ha reso davvero così provinciali?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Noi siamo, come ha detto Chiellini, nel nostro momento, all'inizio del nostro ciclo. Cosa sono due scudetti? Qua ne dobbiamo vincere almeno 5 consecutivi, non uno di meno, sfruttando questa situazione che ci vede all'avanguardia in Italia. Questa crescita (di trofei, di condizione e convinzione psicologica) non potrà non portarci avanti anche in Europa (non dico di più...). Non possiamo mancare una occasione simile, altro che pancia piena...

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'Inter in 5 anni ha vinto 4 Coppe Italia, 4 scudetti, 3 Supercoppe, 1 Champions e una Coppa del mondo.

 

Si ma le vittorie interne dell'inter sono imparagonabili, ha vinto in una condizione di tabula rasa.

Li non c'entrava avere fame, vincevano di inerzia.

Ma l'esempio calza a pennello su quel che non vuole Conte: l'inter non si è rinnovata, ha tenuto tutti con la pancia piena, i vari Maicon, Cambiasso,Zanetti,Samuel ecc ecc., prendendo gente a caso.

Sarò io ma per me lui vuole che la società abbia le pelotas per dire a chi gli indica lui: "grazie, sono stati anni ottimi ma il tuo ciclo qui è finito".

Ricordiamo in che juve è cresciuto, Moggi era maestro in queste cose.

Vialli? Ravanelli? Eh spiace.

Baggio? Sorry si punta su Del Piero. Inzaghi? Grazie di tutto. Zidane? Grazie.

Non si guardava in faccia a nessuno. Lo dice in mille modi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per come la vedo mi sembra più un messaggio alla proprietà e neanche tanto nascosto, non penso proprio voglia andarsene di suo Conte, certo vuol far capire che questi due scudetti non devono bastare, cosa che magari in proprietà, più che in società, qualcuno pensa....a partire dal condizionare il mercato fino all'atteggiamento generale

....

occhio che "l'operazione simpatia" potrebbe sempre tornare in sordina dopo due scudetti vinti, insidiosa e ben nascosta..... .pokerista

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho visto tutta la conferenza e mi è piaciuta molto. Mi è sembrato di leggere tra le righe che in società possa esserci qualcuno che si accontenti anche di una posizione che non è la prima, dato che abbiamo vinto due scudetti di fila. Conte vuole avere la certezza che questo non accada, vuole avere la certezza che gli obiettivi siano ancora di primeggiare in campionato e non solo.

 

Penso che questo Contepensiero sia sposato a pieno da Andrea Agnelli, e che Conte stesso lo sappia. Adesso vuole vedere se questa linea-guida viene approvata anche dagli altri dirigenti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Antonio lo sa che le altre si stanno attrezzando se non l anno prossimo al massimo quello dopo

Le Milanesi (specialmente il Milan) ha avuto il suo ricambio generazionale e le difficoltà le ha

incontrato ad inizio anno, L inter invece dopo la partita contro di noi sembrava la Juve di Zaccheroni

un infortunio dopo l altro. La Roma ha una squadra giovane, inesperta ma nelle partite seche ci

puo dare filo da torcere. Il Napoli e sempre li li e non sembrano ancora arrivati al capolinea. Noi

abbiamo un mondiale alle porte e verso feb.-marzo nei mesi clou di Champions un pensierino

lo si fa anche la. Insomma Conte lo sa cosi sta caricando la squadra a dare il massimo sempre

ma anche la dirigenza a rinforzare la squadra. Non credo che se ne va o pensa di farlo

 

Uno dove va?? le panchine di prestigio sono occupate

e la Juve in questo momento e la squadra migliore in Italia

sarebbe da pazzi andarsene. Conte e imprevedibile e parla alla ''dico non dico''

ma a me non pare un tipo che si prende un anno sabatico tanto per ripicca........

 

Conte e un motivatore anche se le sue parole sono demotivanti ;) e un modo per far dare di piu a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.