Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Nate Fisher

Perché Allegri e la Juventus sono fatti l’uno per l’altra

Recommended Posts

è allenato male pure in argentina?no perchè li gli preferiscono cani e porci ed è la quindicesima scelta in attacco.......quando però faceva 25 gol in stagione nn era sempre allegri ad allenarlo?allora lo allenava bene?io veramente nn mi capacito,un giocatore offre prestazioni mediocri e la colpa è dell'allenatore.......ma dovrebbe ringraziarlo piuttosto,che ancora gli da fiducia e lo mette in campo.

Insomma dovresti renderti conto dei cambiamenti degli ultimi tempi...no?ma hai visto dove gioca? Ti sembra normale?è un pesce fuor d’acqua in quella posizione...
e ti aggiungo un’altra cosa...pure pjanic gioca in una posizione che non fa per lui


Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
28 minuti fa, luc89 ha scritto:

ma pochezza cosa?sono tutte scuse......e sinceramente è una roba abbastanza patetica,ti parla uno che stravedeva per dybala,ma questo continuo accampare scuse per giustificare la pochezza delle sue prestazioni è ridicolo,nn salta più l'uomo,perde tutti i contrasti,è  diventato di una lentezza pachidermica,nn fa assist,nn fa gol,nn gioca bene quando parte dall'inizio,nn fa bene quando subentra,nn fa bene da ala,ne da trequartista,ne da attaccante,in nazionale nn ha mai fatto bene e gli preferiscono cani e porci........e qui si accampano scuse su scuse su scuse,è sempre colpa di qualcun'altro,ma basta .doh

Quoto, non ne azzecca una, è uno dei maggiori responsabili se non il maggiore delle nostre 2 ultime eliminazioni dalla Champions (lo scorso anno si fece espellere) eppure si fa gara a chi tira fuori più scuse per difenderlo,siamo veramente all'assurdo 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quello che dice l'articolo è innegabile, Allegri è l'allenatore aziendalista perfetto per la filosofia della società-Juve. Una società che ogni anno deve rispondere all'obiettivo di vincere e di competere in Europa, ma per farlo si basa ancora molto sul player trading a causa della distanza di fatturato ancora ampia che la separa dalle super-big.
Questo ha molteplici aspetti negativi: 
- ogni anno rivoluzioni con conseguente perdita di molto tempo per trovare un assemblaggio corretto;
- la Juve va sul mercato disinteressandosi di come un potenziale acquisto possa sposarsi con le caratteristiche tecnico-tattiche degli altri giocatori in squadra, ma si concentra più sul valore assoluto del giocatore e, se constata che le condizioni economiche per prenderlo sono convenienti, lo prende. 
È chiaro che per una società che ha bisogno di operare così, un allenatore anti-dogmatico, che ama mischiare le carte e dell'improvvisazione ne fa quasi uno stile manageriale, vale oro.
Tanto per capirci: se vuoi preparare un buon piatto di spaghetti ai frutti di mare, ti servono i frutti di mare. La Juve invece compra dei pomodori, delle uova, due zucchine, quattro melanzane, tre cavoli, della pancetta, consegna la busta della spesa al cuoco (allenatore) e gli dice: "Toh, con questi inventati un piatto". Magari ti verrà un piatto ugualmente gustoso e che ti sfamerà, perché puoi permetterti la migliore qualità di pomodori, la migliore qualità di uova, di verdure ecc, ma viene da sé che se devi vincere un importante concorso di cucina serve qualcosa di leggermente più studiato e preparato a tavolino.
Questo purtroppo è il vero più grande limite che frena la Juventus dal vincere la Champions. Le semifinaliste di quest'anno parlano chiaro: Barcellona, Liverpool di Klopp, il Tottenham di Pochettino, l'Ajax. Tutte società che hanno iniziato un progetto tecnico specifico anni fa, con lo stesso allenatore, con gli stessi calciatori, e a distanza di anni lo hanno portato avanti.
La Champions è una competizione dove viene premiata la progettualità tecnico-tattica, l'idea coltivata con calciatori (sempre di grandissimo livello) strettamente funzionali a quella idea.
Se la tua filosofia invece è prendere calciatori delle più disparate caratteristiche qua e là (attenzione, nel caso della Juve comunque campioni eh) e "raffazzonare" una squadra, perdipiù cambiando ogni anno quei 3/4/5 titolari, è chiaro che chiedere di vedere un gioco fluido, mnemonico, automatismi chiari è un'utopia. E se in campionato, dove il livello dei tuoi giocatori è dieci volte superiore alla concorrenza, questo limite viene in qualche modo oltrepassato, in Europa dove ti giochi tutto in 90/180 minuti e contro squadre quasi sempre al tuo livello, ti mancano le certezze a cui aggrapparti nelle difficoltà. 
Allegri, allenatore che come detto nel "casino organizzato" si esalta, in questo contesto ha portato in Europa risultati ben superiori a quelli che sarebbe stato lecito aspettarsi da una società con un modus operandi nel genere nel costruire le squadre. Ma non basta, e prima o poi le mancanze di una idea solida in base alla quale dovrebbe essere stata pensata la squadra, escono fuori in tutta la loro drammaticità contro squadre che invece le idee di quello cosa fare in campo ce le hanno fin troppo chiare. Allegri lo chiama "blocco psicologico", io preferisco chiamarlo "blocco tecnico".
Finché non si supererà questo limite, e non si comincerà a pensare prima di tutto sul mercato a un concetto di squadra, con calciatori adatti a quel concetto, l'allenatore sarà un sotto-problema. Anzi, oserei dire che se la mentalità della società non cambierà dovremmo tutti augurarci che Allegri resti il più a lungo possibile perché è l'unico che nella confusione progettuale qualcosa di buono sa tirare fuori ogni anno, e l'unico col quale hai speranza di vincere un giorno una Champions nonostante l'attuale filosofia gestionale (come già rischiato peraltro nel 2015 e 2017), sebbene cicli veri e propri difficilmente ne costruirai mai così. Altri allenatori, specie se meno flessibili, impazzirebbero dopo tre mesi.
Ma è un limite di cui la stessa è consapevole e non può oltrepassarlo finché non colmerà il gap economico ancora molto ampio col resto d'Europa.
Il tuo, comunque, bel pezzo non ha preso in considerazione che qui non si discute una certa programmazione di base che, per carità, ci sta tutto come discorso...
Quest'anno la Juve è uscita per mano dell'Ajax dopo essere stata presa a pallate nella gara di ritorno, senza reagire minimamente producendo neanche un tiro verso la porta degli olandesi.
Sono 2 stagioni ormai che si arriva nel momento topico della stagione europea con poche energie e calciatori infortunati. Sono 2 stagioni che si gioca in campionato 20 minuti scarsi a partita, nella nostra serie A dove, vista la manifesta superiorità, la Juve vince comunque. Perchè tutto questo?
Una volta è l'arbitro, una volta è il Real, una volta è il Barça, una volta è che Ronaldo non è dalla tua parte...francamente penso proprio che il problema è altro: preparazione atletica, giocatori fuori ruolo e demotivati (addirittura alcuni non credono più nel gioco di Allegri) che quando accendono la luce dell'orgoglio producono prestazioni come quella contro l'Atletico.
Ciclo finito a Cardiff...bisognava cambiare già 2 anni fa...errare è umano...perseverare è diabolico.

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Al Galoppo ha scritto:

Quindi come abbiamo battuto l'Atletico 3-0? Il Barca 3-0? Come facciamo a dominare in Italia un gioco che non sappiamo giocare?

Non è che il gioco si fa in modi diversi da come pensi tu? E' un'ipotesi...

Quindi adesso oltre al trofeo "asfaltati in finale di Champions" c'è anche quello "vinci una partita 3-0"?? Poi in italia cosa domini, che ti difendi con 10 uomini dietro la linea della palla anche quando giochi col Frosinone, e non riquotarmi che hai rotto la *

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

apprezzo il tentativo di gettare acqua sul fuoco ma

che Allegri non piaccia alla maggioranza dei tifosi è un fatto

gran parte dei tifosi non sono degli imbelli

un motivo ci sarà se non piace

qui si dimentica che l'unico (per me) merito delle vittorie raggiunte è stato della nostra società: stadio favoloso, crescita economica, giocatori fortissimi (ultimo arrivato CR7)

si è vinto con Conte (prima non era nessuno) e si è continuato a vincere con Allegri (cacciato dal milan)

perchè mai non si dovrebbe continuare a vincere con un altro allenatore?

certo tutto può accadere ma saremo sempre al vertice perchè la nostra società è solida come nessun'altra in italia

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 21/4/2019 Alle 19:42, provv ha scritto:

Sei abbastanza confuso. Conte ha giocato due Champions, non tre. Ha fatto un quarto contro il Bayern che ci ha massacrati per 180 minuti ed un'eliminazione al girone contro il Galatasaray. Non esiste alcun fantomatico ottavo contro il Barcellona, che non abbiamo assolutamente mai dominato all'andata e perciò non siamo stati demoliti da Messi al ritorno, non ho davvero idea di cosa tu ti stia riferendo. E poi c'è una Europa League in cui siamo stati eliminati dal Benfica. Sei sicuro che il lavaggio del cervello lo abbiano subito altri?

La terza l'ha giocata col Chelsea! Prima di offendere rifletti 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 21/4/2019 Alle 18:24, Mormegil ha scritto:

Non la si faccia più grossa di quello che è, spostando sterilmente la discussione sui massimi sistemi. Tra la "filosofia" ajacide-catalana e quella di Allegri ci passano infinite gradazioni di colore.

 

Facciamo i risultatisti: scudetto; quarti di Coppa Italia, con eliminazione indecorosa; quarti di Champions, con eliminazione bruciante e impotenza tecnica avvilente. Risultati mediocri, considerando rosa a disposizione, avversari in ambito nazionale (è il campionato più sbilanciato di sempre, escludendo la farsa del 2006/07) e squadre affrontate in ambito internazionale. Miriadi di allenatori avrebbero potuto ottenere i medesimi risultati, quindi, in questa stagione, Allegri non ha apportato alcun plus-valore particolare: la rosa non ha minimamente over-performato, come negli anni passati, anzi, tutto il contrario.

Allegri allena una squadra che ha vinto gli ultimi tre campionati contro il Napoli, cui abbiamo strappato il miglior giocatore, che veniva dal record di goal in Serie A, pagandolo 90 e rotti milioni. Sarri, dopo un tale smacco, ha iper-valorizzato un altro giocatore della rosa (Mertens) per rimpiazzare Higuain, non avendo sostituti, per colpa del doppio infortunio di Milik. Così facendo, ha condotto il club al miglior campionato della sua storia; senza di lui, faranno una ventina di punti in meno, migliorando lievemente le prestazioni europee. E stiamo a giustificare Allegri perché, poverino, non aveva una rosa all'altezza di fronte alla massacrante pressione di vincere almeno in Italia? Siamo usciti per due volte consecutive contro il Real Madrid e gli abbiamo strappato il miglior giocatore della rosa, tra i più forti di sempre, pagandolo 100 milioni, e stiamo ancora a dipingere Allegri come un povero aziendalista in balia degli errori e delle mancanze della società? Ma seriamente?

 

Proviamo ora ad analizzare la stagione in ottica "circense".

1) Disastro tecnico: i giocatori più qualitativi della rosa (Costa, Cancelo, Pjanic, Dybala) stanno in una valle di lacrime, mentre tanti altri hanno sotto-performato. Da Ronaldo, alla peggior stagione da anni, all'involuzione clamorosa di Sandro, alla mala gestione di Benatia, alla reticenza su Spinazzola e Kean. Abbiamo giocato il 70% della stagione da cani, ma veramente da cani, mentre continua a latitare terribilmente qualsiasi parvenza di organizzazione di gioco un filo strutturato, che non consista solo nell'amalgamare i giocatori o nella ricerca di espedienti tattici modellati sulle caratteristiche dell'avversario.

2) Disastro fisico: al netto dei limiti atletici e della propensione all'infortunio di alcuni giocatori, la rosa è arrivata ad aprile in condizioni pietose, sia dal punto di vista della freschezza fisica, che dal punto di vista degli infortuni.

3) Disastro mentale: squadra impaurita, costantemente condotta verso soluzioni difensivistiche e speculative, incapace di reagire, mortificata, privata di qualunque briciola di entusiasmo e di energia positiva. Ronaldo a Napoli (quando catenacciamo in superiorità numerica e in doppio vantaggio di goal) e dopo l'Ajax parla in maniera fin troppo eloquente.

Fatemi il nome di un giocatore, UNO SOLO, che in questi 5 anni sia stato valorizzato da Allegri... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 21/4/2019 Alle 19:44, -jolly- ha scritto:

perchè sparate minkiate senza cognizione di causa?se si dopassero come non ci fosse un domani dovrebbero avere il triplo dei nostri infortuni muscolari cosa che invece non hanno,

e studiate o perlomeno informatevi prima di sparare a casaccio è scientificamente dimostrata la correlazione tra doping ed infortuni muscolari , non per nulla le categorie di atleti con la più alta % di infortuni si hanno in quelle discipline dove il ricorso al doping è più usuale,

tra l'altro in una stagione che dura 9 mesi e non e momenti specifici come può essere l'atletica leggera o altre discipline dovrebbero ricorrere ad almeno 3 cicli di bombaggio per mantenere le prestazioni, roba che anche la mutua di calcutta riuscirebbe a beccarli, un singolo atleta puoi nasconderlo con artifizi vari 22- 23 mai nella vita

La mutua di Calcutta 😂😂😂😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, agnelliforever ha scritto:

Che poi a livello di storia calcistica il City fa pari e patta col Psg, due zeri assoluti. Poi criticano quelli che criticando Agnelli, spalerebbero melma di conseguenza sulla Juve, cosa peraltro non vera. paragonare la storia della Juve, il palmares e la sua storia leggendaria col City è veramente triste.

Guardiola giustamente parlò di una crescita da fare per cercare di ridurre il gap con le altre più abituate a certi palcoscenici. Intanto è riuscito nell' obiettivo di creare una squadra che gioca con la sua filosofia tattica. Roba non da poco in una premier povera da questo punto di vista.

Da noi partirebbe infatti con una squadra tatticamente più preparata, nonostante Allegri ce la stia mettendo tutta a far dimenticare la tattica ai suoi. sefz

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, Amici Luccicanti ha scritto:

Si le guardo,vedo i problemi di gioco ma non condivido l'addossare esclusivamente ad Allegri le cause di tutti i mali...mi sembra un linciaggio...per migliorare il tutto bisogna analizzare i singoli aspetti e secondo il mio modo di vedere le cose alcuni componenti della rosa considerati Top se la fanno addosso appena si alza l'asticella....con Allegri si fornisce loro un alibi.....nomi: Pijanic e Dybala.....Cancelo dopo 10 mesi da noi non ha ancora imparato che in fase difensiva l'attaccante va accompagnato sull'esterno e non dentro il campo....Max si imbufalisce ogni volta..lo osservo dalla curva....Marione paga il mondiale..Douglas Costa non pervenuto..Bernardeschi bravo ma discontinuo e sempre un tocco di troppo..speravo che il ritorno alla difesa a 3 bastasse,Emre Can centrale di destra la nota piu' lieta di questo ultimo periodo...ma purtroppo quel modulo non andava bene con l'Ajax che gioca senza punti di riferimento.........Il gesto di strizza di Ronaldo per me era rivolto non solo ad Allegri...anzi forse era rivolto a chi gli giocava accanto...Si puo' cambiare la guida tecnica, ma se veramente si vuol puntare alla Champions la rosa va rivista in ruoli cardine......analizziamo il tutto e non pensiamo che cacciando Allegri le cose migliorino d'incanto....

Sono d accordissimo con te sul fatto che per ambire veramente alla cl occorrono innesti importanti ma non mi dire che con i giocatori che abbiamo non si possa proporre un gioco migliore...il gioco di allegri quello è..lo ha dimostrato anche quandò era al milan...a noi se vogliamo fare il salto a livello europeo serve una guida tecnica che sappia far girare bene la squadra...ad allegri puoi comprare chi vuoi...i ritmi saranno sempre questi perché quello è il suo modo di fare calcio 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, luc89 ha scritto:

ma pochezza cosa?sono tutte scuse......e sinceramente è una roba abbastanza patetica,ti parla uno che stravedeva per dybala,ma questo continuo accampare scuse per giustificare la pochezza delle sue prestazioni è ridicolo,nn salta più l'uomo,perde tutti i contrasti,è  diventato di una lentezza pachidermica,nn fa assist,nn fa gol,nn gioca bene quando parte dall'inizio,nn fa bene quando subentra,nn fa bene da ala,ne da trequartista,ne da attaccante,in nazionale nn ha mai fatto bene e gli preferiscono cani e porci........e qui si accampano scuse su scuse su scuse,è sempre colpa di qualcun'altro,ma basta .doh

Ti rispondo a questo dove hai argomentato. Hai ragione e te l'ho anche detto nel post precedente che Dybala è in difficoltà anche di suo, mi riesce difficile capire il motivo, ma in effetti oggi pare lento e appesantito nei movimenti. È indiscutibile però che tutte queste difficoltà abbiano avuto inizio con il cambio di ruolo e il conseguente calo di rendimento che ne è derivato.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, marchisiogobbocomeme ha scritto:

Per bookmakers e molti addetti ai lavori (ricordo conferenze di klopp e guardiola tra l altro) eravamo una serissima candidata. Quindi per loro la rosa era in grado di. 

Non credo che la differenze tra real e Barcelona e tutte le altre negli ultimi 7 anni le abbiano fatte le rose ma due uomini in particolare. Parole di Allegri tra l altro. E che mi trovano d accordo. 

Di quei due uomini uno ora lo abbiamo noi. E il real lo stiamo vedendo cosa vale senza quell uno. 

Solo che la squadra che quell uno lo ha aggiunto ad una rosa considerata tra le favorite non lo ha messo nelle condizioni di fare i soliti numeri né in Italia (campionato diverso, raccontiamocela pure così, lo stesso dove higuain ne ha sbattuti dentro 36 non più tardi di 3 anni fa) né in Europa (qui giustificazioni non ce ne sono) . 

E oltre al non aver saputo sfruttare appieno quell uno, c'è stata una drammatica flessione di tutti gli altri. E sarà la rosa mal assortita chetidevodire! Non gliene va una bene a sto pover uomo. Infortuni a nastro, blocchi psicologici, giocatori mal assortiti. 

 

La differenza non la fa mai un uomo solo.

Te lo dimostra appunto la Juve quest'anno. Il Barcellona con Messi nelle ultime 3 stagioni che ha fatto?

Se basta avere Ronaldo e Messi per essere imbattibili, come mai il Barcellona negli ultimi 3 anni non ha raggiunto neanche la semifinale?

Come mai nel 2015 noi abbiamo eliminato il Real di Ronaldo?

Come vedi, non è matematica e non è l'uno a fare la differenza, o credi che se metti Ronaldo nel Napoli ti vince campionati e Champions da solo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, migcar ha scritto:

Quindi adesso oltre al trofeo "asfaltati in finale di Champions" c'è anche quello "vinci una partita 3-0"?? Poi in italia cosa domini, che ti difendi con 10 uomini dietro la linea della palla anche quando giochi col Frosinone, e non riquotarmi che hai rotto la *

In Italia non dominiamo? Quindi chi li ha fatti gli 8 scudetti consecutivi? L'Inter?

Ti quoto perchè è un forum e ci si viene per discutere. Se hai tutti questi problemi nel confrontarti con gli altri come sembra dai tuoi toni, dovresti parlarne con qualcuno, magari non qui sul forum appunto.

1 ora fa, MONYLUCKY13 ha scritto:

Fatemi il nome di un giocatore, UNO SOLO, che in questi 5 anni sia stato valorizzato da Allegri... 

Dybala.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quoto, non ne azzecca una, è uno dei maggiori responsabili se non il maggiore delle nostre 2 ultime eliminazioni dalla Champions (lo scorso anno si fece espellere) eppure si fa gara a chi tira fuori più scuse per difenderlo,siamo veramente all'assurdo 

Quindi siamo usciti contro l'ajax per colpa di dybala, che di 180 minuti ne ha giocato 45, a detta di molti tra l'altro gli unici giocati dalla Juve tra andata e ritorno?
Geniale.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
La differenza non la fa mai un uomo solo.
Te lo dimostra appunto la Juve quest'anno. Il Barcellona con Messi nelle ultime 3 stagioni che ha fatto?
Se basta avere Ronaldo e Messi per essere imbattibili, come mai il Barcellona negli ultimi 3 anni non ha raggiunto neanche la semifinale?
Come mai nel 2015 noi abbiamo eliminato il Real di Ronaldo?
Come vedi, non è matematica e non è l'uno a fare la differenza, o credi che se metti Ronaldo nel Napoli ti vince campionati e Champions da solo?

Guarda che l'ha detto il vate che la CL la vincono quelli che hanno messi o Ronaldo.
Do you remember?


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 21/4/2019 Alle 16:39, Stile&Stiletto ha scritto:

La verità è che la Juventus ci pensa non una, non dieci ma cento volte prima di cambiare una guida tecnica che vince. Lo comprova tutta la nostra storia: in oltre 120 anni dalla fondazione, la Juventus ha avuto solo poco più di 40 allenatori. L'Inda 40 ne ha avuti nei 20 anni di Moratti.

 

Quindi la Juventus è un Club refrattario al cambio, se il fantino è vincente. Allegri vince, è un dato indiscutibile. Siamo Campioni d'Italia per l'ottava volta consecutiva, la 37esima della nostra storia, la quinta con Allegri (come Carcano negli anni '30, sempre con un Agnelli alla presidenza). 

 

Io comprendo benissimo le voglie, i pensieri, le proteste di chi chiede una discontinutà che riporti il concetto di gioco al centro, ma il rischio è sempre quello: se chi viene perde, poi a bilanci sportivi come la mettiamo?

Ogni presidente ci penserebbe, Agnelli (proprio perchè legato alla storia della Juve) più degli altri. Di sicuro non possiamo sbagliare mossa, qualunque decisione si prenderà. Se pero' dovessimo guardare alla storia ultracentenaria della Juventus, Allegri dovrebbe essere riconfermato. 

Serve un cambio anche a livello di filosofia aziendale se l'obiettivo è raggiungere colossi come il Real Madrid, perchè penso che l'obiettivo di una grande società calcistica sia quello: raggiungere e magari anche superare i tuoi competitor internazionali.

 

Se una squadra sul campo non rende per quel che dovrebbe si manda via l'allenatore e si sceglie un'altra guida tecnica. Se anche la successiva guida tecnica va male si manda via e se ne prende un'altra, esattamente come fanno Real, Barca, ecc.

 

Guardiamo proprio il caso Real: nel 2010 presero Mourinho con un unico obiettivo, ovvero vincere la Champions. Ha avuto tempo 3 anni, nei quali ci sono stati forse più bassi che alti. Nessuno in società ha detto 'vabbè dai, è Mourinho, è un grande allenatore, diamogli ancora qualche anno di fiducia...', nulla.. via e dentro Ancelotti.

Ancelotti vince la decima, l'anno dopo 0 titoli... via e dentro Benitez.

Benitez fa schifo già nei primi mesi, nessuno ha voluto dargli qualche chance in più... via e dentro Zidane ed ecco 3 Champions consecutive.

 

Noi con Allegri siamo stati anche fin troppo buoni.. Fosse stato Perez il nostro presidente, Allegri sarebbe stato mandato via dopo Cardiff a mio avviso.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
La differenza non la fa mai un uomo solo.
Te lo dimostra appunto la Juve quest'anno. Il Barcellona con Messi nelle ultime 3 stagioni che ha fatto?
Se basta avere Ronaldo e Messi per essere imbattibili, come mai il Barcellona negli ultimi 3 anni non ha raggiunto neanche la semifinale?
Come mai nel 2015 noi abbiamo eliminato il Real di Ronaldo?
Come vedi, non è matematica e non è l'uno a fare la differenza, o credi che se metti Ronaldo nel Napoli ti vince campionati e Champions da solo?
Ma smettetela di guardare che ha fatto il Barcellona negli ultimi 3 anni! Il Barcellona ha vinto 5 Coppe dei Campioni! Di cui 4 nelle ultime 13 stagioni!
Chiediamoci piuttosto perchè una società di GRANDE LIVELLO E DI CARATURA EUROPEA come la Juventus non riesce a vincere un trofeo internazionale da 23 anni!
Inutile nasconderlo siamo un'anomalia in Europa!

Inviato dal mio SM-J600FN utilizzando Tapatalk

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, Al Galoppo ha scritto:

In Italia non dominiamo? Quindi chi li ha fatti gli 8 scudetti consecutivi? L'Inter?

Ti quoto perchè è un forum e ci si viene per discutere. Se hai tutti questi problemi nel confrontarti con gli altri come sembra dai tuoi toni, dovresti parlarne con qualcuno, magari non qui sul forum appunto.

Dybala.

È una battuta spero.... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 21/4/2019 Alle 19:58, rk73 ha scritto:

esatto

una supercazzola assurda... Guai a Dire le cose come stanno, sarebbe troppo, meglio cercare di abbindolare quei poveri fresconi di tifosi che devono continuare  a spendere 

 

Quando svanirà l'effetto Ronaldo e non faranno più il tutto esaurito allo stadio poi forse rivedranno alcune scelte 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, Audemars ha scritto:

Leggo analisi lucidissime. 

Tipo siamo usciti dalla CL per colpa di Dybala (o chicchessia altro giocatore)

Incredibile 

 

dybala che ha giocato si e no 50 minuti in due partite

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Piacciaononpiaccia ha scritto:

Se così fosse, personalmente avrei un motivo in più per criticare Allegri...

Lo ha detto lo stesso Allegri..

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Solamente pensare di rivedere Allegri e quel suo  sorriso  anche dopo il 1*  giugno,  mi mette l' angoscia.

#AGNELLISTACCALASPINA

LA JUVE ED ALLEGRI NON SONO FATTI L' UNO PER L' ALTRA.

  • Mi Piace 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.