Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Nord est

Ci stanno togliendo la passione

Recommended Posts

La conferma di Allegri (se così sarà) anche accompagnata da qualche risultato non potrà mai restituire all'ambiente quella scossa e quell'entusiasmo che servirebbe all'ambiente. Purtroppo si è atrofizzato l'entusiasmo di tutti e neanche con uno scudetto (impossibile) potrebbe farlo tornare.. La società sta commettendo un errore gravissimo solo nel fatto di pensarci condannata da un discorso prettamente fiscale (contratto da 9 milioni) che sta mettendo a rischio l'europa, l'appeal internazionale ma sopratutto tutti gli investimenti su campioni che scapperebbero (svalutati da Allegri). Sono d'accordo che non si può mettere l'ultimo arrivato ma a traghettare secondo me si va di inerzia anche a livello mentale.. Ricordo un Ferrara che nelle ultime giornate le vinse tutte (nonostante l'anno dopo fu catastrofico) ma ovviamente se non hai un allenatore top adesso usi uno a traghettare, fermo restando che se puoi già prendere un top adesso lo devi già fare se no le conseguenze del contratto di Allegri si moltiplicano su tutti gli altri assi della questione. La società se non interviene adesso sarà letteralmente un bagno di sangue dando per assodato che ormai non vi è un punto di crescita nel calcio di Allegri dove la chiave è la via speculativa basato su difesa e contropiede e dove nella fase di possesso si va ad iniziativa individuale e di collettivo. Un tipo di calcio che funziona su base dream team o nazionale (forse) ma se devi costruire da una base puoi solo sprofondare impostando una rosa su ultratrentenni che non hanno più margini di crescita presi solo per vincere subito ma che poi alla fine manco quello riesce più.. Quindi il succo finale è lo stesso cambiare e dare nuova linfa anche a discapito di non fare meglio ma almeno dai una scossa all'ambiente!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non stancherò mai ripeterlo:

State  concentrando il focus sul target sbagliato (Allegri) 

Il problema non è lui, ma chi ce lo ha (ri)messo.

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Fuorionda ha scritto:

Non stancherò mai ripeterlo:

State  concentrando il focus sul target sbagliato (Allegri) 

Il problema non è lui, ma chi ce lo ha (ri)messo.

 

Si ma quello che ce lo ha rimesso è intoccabile (e peraltro ce l’ha rimesso TOTALMENTE avvallato dal suo parente padrone).

 

La Juventus non può più essere gestita come un’azienda standard che vende magliette e deve produrre utili. Se l’idea continua ad essere questa, che vendano.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, DoPPiA-G88 said:

Per me sarebbe un grande atto d'amore. Al contrario di ciò che possano dire i più modaioli esclamando: "tifosi occasionali". Perché lasciare lo stadio vuoto con l'abbonamento o il biglietto pagato vuol dire fare un sacrificio grosso, soprattutto economicamente, e manifestare un dissenso rumoroso, fragoroso !! Forse non sarebbe abbastanza, ma di sicuro arriverebbe fino agli estremi confini delle orecchie ormai chiuse di un presidente disinteressato.

 

Ecco, si può dire che la squadra va sostenuta nella difficoltà, sono d'accordo, anzi d'accordissimo, ma qui siamo davanti ad una mancanza totale di rispetto verso i tifosi e verso la Juventus.

 

Basta maltrattare così la na squadra. La Juventus siamo NOI. 

 

Forse dimenticano che senza di noi, la Juve non camperebbe molto.

Sono assolutamente d'accordo con te!

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Fuorionda ha scritto:

Non stancherò mai ripeterlo:

State  concentrando il focus sul target sbagliato (Allegri) 

Il problema non è lui, ma chi ce lo ha (ri)messo.

 

Chi ce lo ha rimesso non allena e non va in campo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi e' scaduto l'abbonamento TV oggi. non lo rinnovero'.

 

Tra l'altro le partite sono trasmesse ad orari difficili (la maggior parte delle volte 5 di notte) che alla luce degli ultimi eventi ridefinirei improponibili.

Continuo a dormire ed amen.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono tante le cose da cambiare, in primis però, l’allenatore 

 

Io l’ho criticato quando vinceva, figuriamoci ora… un allenatore con la sua mentalità NON può allenare la Juventus. Il suo modo di pensare è da provinciale. 
 

Nessuno pretende il calcio champagne e nessuno tifa contro la Juve sperando che un eventuale sconfitta porti al l’esonero del mister. Semplicemente si spera che venga cacciato o che si dimetta, perché non ha i requisiti per allenare una squadra che vuole vincere. 
 

In passato ha vinto, e quindi? Ora può permettersi di farci fare delle figure pessime contro qualsiasi avversario perché in passato ha vinto? No fatemi capire…

 

Arrivabene che parla di mercato come se non dovessimo comprare nessuno (nessun colpo di teatro) e poi arriva Vlahovic (probabilmente non conta nulla la sua parola). Nedved (che adoravo come calciatore e professionista) che si lascia immortalare barcollando per le vie di Torino. Cherubini che non ne indovina una, a partire da Kean e arrivando a Paredes (sarebbe stato meglio tenere Rovella e prendere un terzino al posto dell’argentino).

 

- Del Piero dovrebbe entrare in dirigenza e Montero in prima squadra fino a  fine stagione. 
 

- Bisogna ripristinare i rapporti con gli ultras e permettere loro di entrare tamburi, striscioni e fumogeni (che non sono un pericolo).

 

- Bisogna abbassare i prezzi, considerando l’attuale periodo economico e l’attuale gioco di squadra.

 

- Bisogna cacciare Allegri senza se e senza ma. Questa squadra fatica anche a tirare in porta, figuriamoci a vincere. 1 punto contro Salernitana e Monza. A tutto c’è un limite

  • Mi Piace 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Fuorionda ha scritto:

Non stancherò mai ripeterlo:

State  concentrando il focus sul target sbagliato (Allegri) 

Il problema non è lui, ma chi ce lo ha (ri)messo.

 

Il problema sono entrambi.

  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

La passione, se sapessi come si fa a togliere o strapparla da dentro, lo farei io stesso. Purtroppo non ci riesco. Infatti,  nonostante subito dopo il Benfica avessi promesso di aver chiuso con il calcio, ecco lí che domenica, puntualissimo, ero davanti alla TV, sperando nel riscatto ed invece vedendo uno spettacolo indegno che mi ha distrutto.

Basta! Con il MOnza si [e toccato il fondo! Stavolta ho chiuso per davvero! 

 

Eppure...quanto vuoi scommettere che domenica 2 ottobre, alle 14:45, ci sia chi ci sia in panchina, io saro lí a vedere la mia Signora contro il Bologna .....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io, abitando ora in Giappone, la posso seguire poco per colpa degli orari ma anche quando la seguo é più un sottofondo mentre faccio altro. La cosa peggiore é quando ti si smorza la passione 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho smesso di vedile partite al momento dell'annuncio di Allegri bis. Per me vergognoso il trattamento riservato a Pirlo. Mi ricorda la cacciata di Zoff per far posto a Maifredi..... almeno allora si era fatto il cambio nel nome del bel gioco....

Questa volta invece si sapere che porcheria ci tiravamo in casa. Io penso che se vuoi fare pagare certe cifre di biglietti devi offrire uno spettacolo proporzionale al prezzo 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema secondo me è più ampio, e riguarda quanto questa società mostra oggi rispetto e attenzione per i propri tifosi.

 

Un passo indietro: la presidenza di Andrea Agnelli era iniziata con il "ritorno a casa" dei tifosi dentro lo Stadium, in un senso di comunità e di comunione all'interno di una passione per uno società e per una squadra che ha scritto la storia di questo sport. I tifosi a loro volta sono e hanno scritto parte di quella storia, hanno contribuito ai successi e si sentivano giustamente orgogliosi della propria appartenenza "nobile" ad una così nobile società, che in quel periodo usciva da un periodo molto triste della sua storia. 

 

A quel "ritorno a casa" è seguito un ciclo bellissimo di successi che è dovuto molto a quello spirito di comunione: i primi anni lo stadio era un autentico fortino con un tifo indiavolato, un dodicesimo uomo in campo e avversari, italiani ed europei, che davvero avevano la tremarella. Credo che nei primi 5-7 anni di Juventus Stadium e poi Allianz le squadre venute a vincere si possano contare sì e no sulle dita di due mani.

 

Poi qualcosa si è rotto. Non so dire bene quando, ma questa "magia" tra tifosi e società si è persa. Colpa nostra per l'assuefazione alla vittoria? sicuramente credo di sì. Forse abbiamo iniziato a dare per scontati i successi e a considerarli "normali". E' pure vero però che qualcosa si è spaccato anche a livello societario: noi tifosi siamo sempre di più stati considerati dei semplici "consumatori" del prodotto pallone: guarda la partita, vinci e sei contento, vai a casa. Non so come dire ma ho l'impressione che dall'essere centrali nel progetto societario siamo diventati anche noi marginali, come se la società desse per scontato la nostra presenza e fedeltà.

 

Ho due immagini in mente: la prima la partita di addio a Chiellini e Dybala dello scorso anno. Il primo, a cui tutti siamo legati, a cui la società aveva preparato il "saluto" e il secondo praticamente ignorato nonostante i tifosi, giustamente, fossero altrettanto legati a lui. Dybala dovette andare a prendersi quel saluto e i tifosi darglielo nonostante la società. 

 

Seconda immagine: lo stadio semi-vuoto in una partita fondamentale per la stagione come Juventus-Benfica, in una competizione che dovrebbe naturalmente "eccitare" per così dire, il nostro lato emotivo visto quanto per noi la Champions è un sogno (per quanto maledetto). Uno stadio triste e desolato, frutto di una campagna abbonamenti ai minimi storici.

 

Ora io non voglio dilungarmi ulteriormente su quanto successo in questi giorni perché scriverei ancora molto e ho già scritto tanto.

 

Credo però la società dovrebbe davvero fare una riflessione seria e  pensare a cosa fare per far sì che i tifosi si riavvicino alla società, alla squadra e alla passione vera. C'e' tanta frustrazione in giro, basta leggere questo forum per accorgersene. C'è un senso di rassegnazione per cose che sono dure da mandare giù quando ti chiami Juventus e che non sono dignitose per chi ha una storia nobile come la nostra. Non si possono perdere le partite senza nemmeno giocarle, come è successo già più volte in questa stagione. Ancora peggio è vedere questo immobilismo e il silenzio quando le cose vanno così male, non sentirsi ascoltati e difesi nella nostra passione per questo club. 

 

C'è pure il fatto che quando si apre bocca e si parla invece, come rappresentanti della Juve a qualunque livello,  non è possibile che si manchi  di rispetto a noi tifosi con battute e battutine, e non mi riferisco solo ad Allegri, che mi dispiace dirlo ha totalmente dimenticato cosa significa il rapporto con i propri supporters con atteggiamenti e uscite canzonatorie, scarso rispetto della nostre intelligenze e della nostra storia. Ma pure ad un dirigente che si permette di chiedere a uno se è disposto lui a pagare il nuovo allenatore. 

 

No, così non ci siamo. 

 

Ringraziando chi ha letto fin qui termino con un appello ai nostri dirigenti: è vero, capisco che ci sono i soldi, i conti, che non è facile gestire un club come la Juventus e che le decisioni sono difficili da prendere e riguardano anzitutto il club e in una certa misura pure le vostre posizioni. Cercate però di ricordare, quando lavorate, che ci sono persone che hanno passione per questa società e che togliergliela, mortificarla, svilirla non solo è un delitto di per sé, ma è pure qualcosa che nuoce al club stesso sotto tantissimi profili, non ultimo quello economico. Senza la nostra passione, che vedete anche in questi momenti difficili, la Juventus diviene qualcosa senz'anima, fredda e vuota, spenta come la squadra che stiamo vedendo in campo nelle ultime settimane e che non ci meritiamo. Quando prendete le decisioni o quando non le prendete, ricordatevi che ci siamo anche noi e che la Juventus siamo anche noi, che meritiamo attenzione, stima e rispetto. Chi non è in grado di capire questo, a tutti i livelli, è giusto faccia un passo indietro sempre e solo per il bene di questo club.

Share this post


Link to post
Share on other sites
50 minuti fa, ElPapero ha scritto:

Io, abitando ora in Giappone, la posso seguire poco per colpa degli orari ma anche quando la seguo é più un sottofondo mentre faccio altro. La cosa peggiore é quando ti si smorza la passione 

Ormai è diventata un sottofondo mentre sono in bagno☹️

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io guardo ancora le partite, ma poi mi ritrovo a giocare col telefono e mi accorgo che in realtà non vedo l'ora che finisca per andare a vedere una partita decente...

 

E al gol preso, manco mi incavolo più...

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti capisco perfettamente.

 

È inevitabile.

Hai voglia a parlare di "carri", di "tifosi occasionali".

La squadra, se uno è appassionato, continua a seguirla.

Ma la passione è scemata. 

Spesso uno fa altre cose. Le priorità diventano altre. C'è maggior distacco.

 

E non potrebbe essere altrimenti se non c'è più NIENTE.

Non esiste più ciò che ti porta a seguire una partita.

Che non è la vittoria, ma la possibilità di competere, un guizzo, la fantasia, l'impegno.

Non esiste niente di tutto ciò.

 

Il nostro motto "la vittoria è l'unica cosa che conta" è continuamente tradito, rimodellato ("l'importante è andare in Champions").

 

Questo cambiamento, in peggio, è causato da personaggi mediocri, per usare un eufemismo. Che non hanno nulla a che vedere, tra le altre cose, con lo stile Juve.

E che ti dicono che il "calcio è semplice".

Ti riempiono, con uno scarso senso del ridicolo, di slogan tonti e fasulli che niente hanno a che fare con la realtà.

Anzi, se la realtà va male, non è colpa loro, ma di chi "guarda ma non vede o vede ma non guarda le partite".

Arroganti, presuntuosi, ma soprattutto mediocri.

 

Quando la tua passione è gestita da persone del genere è normale sentirsi presi per il c**o.

E magari decidere di guardare altrove.

 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

La soluzione di tutti i problemi è molto semplice:

Allegri cominci a lavorare, cominci a studiare, a pensare, 

cominci a guadagnarsi i tantissimi vergognosi soldi che gli vengono regalati.

 

Basterebbe poco, veramente poco. Che l'allenatore allenasse i giocatori e non i giornalisti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, ago85 ha scritto:

Stadium vuoto come i nostri cuori dopo partitacce del genere 

Affermazione A: "Ci trattano solo come clienti non come tifosi, solo per vendere biglietti o magliette"

Affermazione B: "Se non vincono le partite, non compreremo i biglietti e le magliette"

Pensiero C : "Ma che cazz....."

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 ore fa, Tudor ha scritto:

I veri tifosi si vedono quando la squadra va male. E’ facile tifare quando si vince. 

sono d accordo . E da noi lo stadio si svuota se le cose vanno male. E non da questa volta.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 ore fa, MONGIO ha scritto:

Guardo la Juve ormai solo per vedere sino a che punto Allegri riesce a resistere a questo scempio e quando deciderà di farsi da parte. 

 

 

pure io. solo che so benissimo che non si dimetterà mai, al massimo si fa licenziare per continuare a intascarsi lo stipendio... 

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 ore fa, ElPapero ha scritto:

Io, abitando ora in Giappone, la posso seguire poco per colpa degli orari ma anche quando la seguo é più un sottofondo mentre faccio altro. La cosa peggiore é quando ti si smorza la passione 

El Papero,scusa se mi permetto,ma se puoi puoi contattarmi in privato?ho provato a contattarti ma mi esce che non puoi ricevere messaggi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mha!! Sarò fatto male ma più m'incaxxo per come si gioca, per i risultati è più la passione aumenta perché non siamo quelli non lo siamo stati mai e non lo saremo, se ero al caffè finivo la locuzione con un moccolo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.