Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Davids

Utenti
  • Content count

    1,090
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Davids last won the day on January 19 2016

Davids had the most liked content!

Community Reputation

2,222 Guru

About Davids

  • Rank
    Titolare

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

11,278 profile views
  1. Davids

    Giornalismo? No, giornalai

    Esatto è un buon riassunto di quanto propone la realtà giornalistica. Molti però non si chiedono il perchè il giornalismo italiano, non solo quello sportivo, sia caduto così in basso. La risposta è semplice. La nascita dei nuovi media. Fino a 20 anni il giornalista era una voce indiscutibile. Quello che riportava era frutto di quello che carpiva ( quasi sempre). Non aveva concorrenza e la sua immagine era l'unica affidabile nel panorama informativo (poi quanto affidabile è anche questa fonte di discussione). Chi voleva essere informato doveva acquistare il giornale oppure vedere il tg. In questo mondo non tutti potevano accedere, ma solo chi aveva il tesserino e quindi l'iscrizione all'albo. Con l'avvento dei nuovi media si trovano a scontrarsi con un mondo più ampio. Come se da un giorno all'altro si passi da 100 giornalisti a 100.000. Inizialmente la stampa italiana non si è preoccupata di questo problema perchè dall'alto della loro visione loro erano "un mezzo certificato di informazione" quindi gli unici accreditati a fare informazioni e di conseguenza gli unici credibili. Coloro che scrivevano sui social erano visti come chiacchieroni da bar. Dopo i primi anni però scoppia la bomba. Molti blog, influencer etc. iniziano a riportare informazioni e servizi che passano dal curioso all'attendibile creandosi una loro credibilità. Il mondo new media ha piano piano fatto breccia tra i lettori conquistandosi la fiducia degli stessi riportando notizie che erano censurate o comunque scartate dalla stampa nazionale, inoltre hanno iniziato a fare approfondimenti su temi poco dibattuti, infine hanno iniziato ad anticipare la stampa in merito ad eventi e pettegolezzi fino ad arrivare a dare notizie live. Cade lo scettro del potere della stampa che fino a ieri sera depositaria del sapere. Non basta più avere la certificazione per essere attendibili, oggi la credibilità la si conquista con i fatti. I giornali iniziano a perdere vendite, i tg vengono visti alla rinfusa e le persone scelgono canali di informazioni più rapidi , facilmente consultabili e sempre disponibili. Esplode l'informazione telematica dove, inizialmente, non ci sono le regole di regime che permettono solo a pochi eletti di fare informazioni. La stampa si rinnova e si butta su questi canali facendo guerra a blog, influncer, forum etc. Perde la prima guerra perchè è un mondo che non si può arginare. Quindi cambia il modo di fare informazioni e i giornalisti puntano sui click. Per aumentare i click utilizzano la stessa strategia dei competitors, ovvero iniziano a dire ciò che gli acquirenti vogliono ascoltare, e iniziano a scrivere tutto ciò che possa destare interesse al di là della qualità del contenuto informativo. Escono quindi articoli infuocati e intrisi di polemiche e complotti ( farsopoli è nato così, hanno iniziato a scrivere quello che l'italia antijuventina voleva leggere), gossip, fantasticherie, liti e scontri in prima tv. Riassumendo hanno applicato alla stampa il metodo De Filippi - Costanzo. Vince la seconda guerra ma non finisce qui. I nuovi media non stanno a guardare e rincarano la dose. Anche chi ha la terza media ma una passione per il calcio apre pagine su facebook e instagram iniziando a postare qualsiasi cosa gli passa per la mente. Così accade anche nel mondo enogastronomico dove una pletora di analfabeti diventa critico culinario. Nascono scienziati, biologi e fisici con alle spalle il diploma preso alle scuole serale. Stessa cosa dicasi nei campi della medicina e della politica. Il contenuto informativo diventa quindi ingestibile. Tutti possono dire tutto. La stampa si trova a fare la guerra contro un esercito invisibile. Perde la terza guerra e per non essere da meno sia adegua e iniziano nascere articoli privi di qualità informativa e senza nessuna affidabilità coperti da fatto che la FONTE deve essere protetta. Questo escamotage permette ai vari esperti di calciomercato di affermare che Ronaldo è in trattativa con il chievo verona nel caso tornasse in serie a. Questa notiziona è stata riportata da una fonte attendibile che solo loro conoscono. Ma già hanno pronto l'eventuale via di fuga nel caso non si concretizzasse, quale?il chievo verona non sale in serie a. E siamo arrivati alla parte finale. Il Boom delle fake news. Perchè da questo momento blogger, influencer, stampa etc. iniziano a pubblicare contenuti puntando solo su tre aspetti: 1) velocità di informazioni. Chi arriva primo sulla notizia ha migliore visibilità. 2) clamore della notizia. Ronaldo che va ad escort è più interessante del nono scudetto della juventus che ormai ha rotto le scatole. 3) interesse pubblico della notizia. in italia ci sono 55 milioni di persone. 10 milioni sono juventini quindi 45 sono antijuventini. Intervistare Moratti sul rigore di ronaldo di 20 anni fa genera più traffico rispetto alla cessione di matuidi. Il risultato è che la stampa pubblica contenuti non verificati ( perchè devo essere veloci) , sempre privi contenuti tecnici ( si punta alle massaie e al lavoratore medio frustrato) e privi di utilità. Stanno quindi provando a vincere la quarta guerra. Ovvero la lotta alle fake news chiedendo ai governi strumenti di censura che possa impedire a un pincopallino di pubblicare ogni frescaccia priva di fondamento. Senza dimenticare che i primi a rischio censura dovrebbero essere loro proprio perchè se prendiamo i quotidiani e facciamo l'elenco degli articoli di calciomercato da marzo a settembre e in autunno andiamo a vedere le compagini ci accorgeremo che solo il 10% delle loro informazioni si sono avverate. E che spesso non sono state verificate. Quindi quando dicono che Messi va all'inter, se poi non si concretizza dovremmo catalogarla come fake news. Ma siccome le dinamiche del mercato cambiano rapidamente non è colpa loro. Si sono solo limitati a riportare una informazione. E ovviamente dicono che la fake news sarebbe accertata solo se avessero affermato che Messi è stato acquistato dall'inter mentre ciò non è avvenuto. In pratica non sono notizie ma indiscrezioni. Basterebbe dirlo. Non vendiamo notizie ma indiscrezioni. Sarebbe più semplice per tutti soprattutto nella lotta contro le fake news, le quali, secondo me, continueranno a vivere e sarà l'ennesima sconfitta del giornalismo italiano. L'unico modo che ha la stampa per salvarsi è quella di tornare credibile e indipendente. Dovrebbe ripianificare il proprio progetto accettando una perdita grossa nel breve ( meno vendite) ma un futuro più roseo. Scusami se mi sono dilungato in questo modo ma i tre punti da te riassunti meritavano una spiegazione approfondita, altrimenti c'è chi pensa che i giornalisti scrivono frottole solo perchè tifosi o perchè incompetenti.
  2. Infatti ho scritto che non è d'obbligo vincere la CL perchè hai Ronaldo. Ho detto che è vergognoso avere Ronaldo e uscire prima ai quarti e poi agli ottavi.
  3. Assolutamente d'accordo. Non si può pensare che ingaggiando Ronaldo e facendolo giocare con higain, matuidi e de sciglio possa avere lo stesso rendimento di giocare con benzema , kross e marcelo. Abbiamo preso il giocatore più forte di quella generazione e non siamo riusciti a capitalizzarlo. Adesso non dico che devi vincere la CL perchè ci sono troppe dinamiche intorno. Ma con l'acquisto fatto , se avessero costruito un tessuto in grado di sorreggerlo, era d'obbligo centrare almeno le semifinali in questi due anni. Trovo vergognoso avere CR7 e uscire ai quarti lo scorso anno e addirittura agli ottavi quest'anno.
  4. Perchè su questi due vogliono ricavarci dei soldi. Non capisco come pensano di farlo. Bernardeschi ormai si è capito essere giocatore da squadra medio - bassa classifica. Quindi puoi venderlo a fiorentina, sassuolo etc. Guadagna 4 milioni di euro l'anno e queste squadre non hanno queste risorse. Sarebbe poi da folli dare 4 milioni di euro a questo giocatore. Danilo addirittura guadagna 4+1. Avete capito bene. 5 milioni totali. Ma chi gli da un contratto così? L'unica speranza è fare un impiccio economico come con Cancelo( si perchè è stato un impiccio economico solo per permettere plusvalenze ad entrambe le società). Il problema è che quando fai questi impicci economici tu dai a loro uno scarso (Bernardeschi) e loro te ne danno in cambio un altro scarso (xxxxx) il tutto condito da aumento contrattuale. Così l'anno dopo ti ritrovi con uno ancora più scarso con un guadagno superiore. E siccome hai fatto fare plusvalenza alla società con cui hai fatto l'impiccio ( in quel caso manchester city) ti ritrovi un giocatore del valore di 15 milioni pagato 35. Quindi adesso devi trovare una squadra che offra un contratto superiore ai 5 milioni per danilo ( non esistono più i moratti) e che ti offra almeno 25 milioni altrimenti fai una minusvalenza e ti sei giocato la plusvalenza dello scorso anno con Cancelo.
  5. La società lo ha promosso per l'operazione Ronaldo. Non è stata semplice. Paratici aveva capito che l'operazione era fattibile e remunerativa. Purtroppo non aveva valutato il fatto che i costi della stessa avrebbero imposto scelte oculate sui prossimi mercati. Ebbene l'ultimo mercato soprattutto non è stato gestito al meglio.
  6. Chi sta portando avanti il mercato al posto di Paratici?
  7. Simpatica questa cosa del " pirlo ha messo sul mercato Tizio e ha contattato caio". A torino non funziona così. Al massimo chiedono a pirlo quali sono secondo lui i ruoli su cui interviene. Se gli dice fortuna chiedono che profilo serve. Poi si adeguerà agli acquisti della società.
  8. Quindi neanche pirlo utilizzerà la marcatura a uomo moderna, elastica, integrata, evoluta ed implementata dal controllo visivo attivo? uffa.
  9. Bisogna vedere se è veramente una scelta esclusiva di agnelli. Probabilmente è una sua idea ma sicuramente ha avuto l'avallo degli altri dirigenti. Certo è difficile contestare l'idea di chi strappa il tuo assegno, ma dal poco che ho capito tutti erano fermamente convinti di mandare via un allenatore scelto più per mancanza di alternative che per meriti. Lo scorso anno agnelli fece capire che era un azzardo perché probabilmente sapeva che sarri era una seconda oppure terza scelta. E forse nella mente c'era l'idea che se non si poteva cambiare in meglio allora era più salutare lasciare allegri un altro anno in attesa che qualcuno si liberasse. Quella di pirlo mi sembra invece una scelta più razionale. Se proprio non si può avere klopp o Zidane o fenomeni simili allora preferiscono puntare su pirlo perché non credono che in italia i vari de Zerbi, gasperini , inzaghi o spalletti possano fare meglio del maestro. All'estero i vari emery, Garcia, pochettino etc. Hanno gioco o personalità non adatte al nostro stile ne alle nostre ambizioni.
  10. Esatto. Tutti sapevano che le probabilità che sarri arrivasse in finale erano veramente basse. Certo fosse accaduto sarebbe stato difficile esonerarlo. Quindi tra Juventus e pirlo c'è stato un accordo di massima. Allenarai la prima squadra. Se accade l'impossibile ( finale di cl ) ti farai un anno di under 23. Ma ripeto. Che sarri non arrivasse in finale era come scommettere 1000 euro su Real Madrid- ospizio "ultimi giorni" , con l'ospizio in 10 perché la sera prima Gigi er briscoletta ha litigato con Peppe sciupafemmine e non si è presentato.
  11. Mi sono dato questa spiegazione. È stata offerta a pirlo l'Under 23 in attesa di capire come sarebbe andata la cl. Nel senso che nonostante avessero già bocciato il progetto sarri sarebbe stato difficile esonerarlo in caso di arrivo in semifinale o finale. Questa evenienza aveva poche possibilità di realizzarsi e la società lo sapeva. Ma nel calcio tutto e possibile. Quindi per prima cosa hanno bloccato pirlo proponendogli un anno o due con l'under 23, allo stesso tempo hanno concordato con lo stesso un ingresso in prima squadra in caso di fallimento in cl. O forse potrei dire che hanno concordato un ingresso in prima squadra ma se fosse accaduto l'impensabile, allora sarebbe stato momentaneamente dirottato in under 23 attendendo il tracollo di sarri l'anno successivo. Quindi secondo me pirlo non è una scelta dell'ultimo minuto ma è stata ponderata.
  12. Probabilmente la vede come una delle aziende di famiglia cui deve occuparsi. Ha delegato il cugino e si è tolto una grana. Figuriamoci cosa gli importa.
  13. Non ci vuole molto. Io Elkann non l'ho mai visto vicino all'ambiente. Quando c'è stato non mi è sembrato così interessato ( 2006 ). Exor non ha mai investito un centesimo e si è sempre preoccupata di controllare i conti.
  14. Non ho mai creduto ad Elkann e tanto meno alla exor, i quali sono interessati esclusivamente alle vittorie economiche e non quelle sportive. Sarei sciocco se non riconoscessi il lavoro di agnelli e della società. Ma sarei altrettanto sciocco se negassi gli errori di mercato degli ultimi tre anni.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.