Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Sign in to follow this  
Nate Fisher

VIDEO Le profezie di Antonio Conte: «Pensare ad un'italiana in finale di Champions da qui a molti anni sarà dura, e io spesso azzecco le sentenze»

Recommended Posts

lo pensavo anch'io comunque, ma in una competizione così non conta solo la differenza tecnica, le partite sono fatte di tanti episodi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Può anche darsi che il concetto non sia ridicolo, diamo ragione a Conte su tutto e torniamo indietro di un anno. Conte chiedeva di rivoltare la rosa perchè quella squadra aveva dato tutto e poniamo che la società fosse d'accordo, tutto perfetto, dirlo però in diretta TV significava anche deprezzare i giocatori che tu volevi cambiare, con un danno economico per la società e conseguentemente minori investimenti, già risicati, per rifare la squadra con le richieste di Conte. A me sembra che Conte con quelle dichiarazioni si scavò la fossa da solo nei confronti della società.

 

Ma infatti l'errore suo fu grossolano. Nella sua posizione non poteva esprimersi così, quantomeno nei modi. Al massimo lo puoi far intendere tra le righe, non così esplicitamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

come spesso accade, i tuoi post sono sempre istruttivi e spunto di riflessione :)

 

grazie mille Biagio sei molto gentile!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Io sono tra quelli che ringrazierà Conte, anzi ho anche detto in questo topic che la prima pietra l'ha messa lui, probabilmente Allegri ci ha messo solo il tetto e ha sistemato gli infissi.

Però non me la sento di biasimare chi si sente offeso dalle parole di Conte, per quanto la maggior parte dei pessimisti qui sul forum fossero d'accordo. Il discorso "io vincerò la Champions, ma non qui" è un discorso da far disgustare chiunque, anche il contiano della prima ora. Per cui è normale adesso si prenda le pernacchie, se l'è cercata con certe uscite non consone al suo ruolo, non consone allo stile Juve dove le prime donne non ci sono mai state e anzi hanno sempre riconosciuto quanto l'insieme fosse fondamentale, decisamente irrispettose verso i suoi giocatori, ancora più irrispettose verso il blasone della Juventus, come fossimo peggio di un PSG o di un City, ma anche di un Barcellona e di un Bayern Monaco.

Ecco la frase che ricordi è stata la goccia che ha fatto traboccare il vado, per me .sisi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il suo discorso era oggettivamente realista ma il calcio sfugge alle regole della logica e a volte può andare in finale una squadra potenzialmente meno attrezzata delle altre.....non darei colpe particolari a conte anche perché quando disse questo sul forum eravate tutti d accordo.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Insistere continamente con la storia di Conte e della champions nonchè relativo ristorante mi ha un po' scocciato.

Forse dimenticate dove era la Juve prima dell'arrivo di Conte.

Tutti possono sbagliare Conte con l'Europa ha sbagliato.

Adesso Conte è il passato e Allegri rappresenta il presente e il futuro.

Ora occorre guardare avanti ed avere SEMPRE riconoscenza per quello che Antonio ha fatto.

Senza il suo lavoro di rifondazione dove pensate che si poteva arrivare?

Avete dimenticato Delneri, Zaccheroni e compagnia bella?

Vogliamo essere seri?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ero uno di quelli che l'ha accolto a braccia spalancate perchè gia sapeva come si vinceva, ma il punto è che non biasimo chi gli andò contro perchè stiamo riflettendo con il senno di poi,magari capitava una stagione disastrosa e allora " Noi l'avevamo detto che non lo volevamo"...

 

il valore di Allegri lo conoscevo anche io e non mi ero certo fatto condizionare da un esonero al milan perchè il lavoro di un allenatore va sempre contestualizzato anche analizzando i mezzi a diposizione/forza della società ed infatti il milan adesso guardiamo dov'è con Allegri risultava essere sempre tra le prime 16 squadre d'europa(adesso sono tipo la 60ima squadra).

 

a parte questa divagazione se l'hai accolto a braccia aperte te ne do' atto e merito, sei stato bravo almeno tu il discorso era riferito a chi è andato a manifestare anche con violenza..

 

Non è questione di riflettere col senno di poi, perchè prima di tutto personalmente su allegri avevo riflettuto col senno del "prima", ma si tratta semplicemente di dare ad un allenatore la possibilità di lavorare serenamente e senza il fiato sul collo, con insulti etc, si tratta(va) semplicemente di aspettare il verdetto del campo...perchè è sempre il campo che parla..frase che dicevo a Luglio e ripeto adesso..e che dovrebbe essere fissa in testa a tutti..E' il campo che parla, sempre.

 

il trattamento ricevuto da allegri a mio parere è vergognoso, poi un allenatore può piacere o non piacere, ma questo non giustifica certi atteggiamenti prevenuti o addirittura offese/insulti..

 

questa è come la vedo io e ti dirò che Allegri non andrà mai a genio ad una certa fetta di tifoseria, seppur a mio parere per stile e carisma(oltre che per capacità tecnico-tattiche), per pacatezza e anche senso dell'humor, è proprio un personaggio - allenatore da juventus, e ieri è entrato nella storia di questo Club meritatamente

Share this post


Link to post
Share on other sites

Conte ha fatto grande la Juve in Italia e tutti dovrebbero essergliene grati; Allegri sta facendo la stesa cosa in Europa, aprendo porte che sembravano irrimediabilmente chiuse , con (quasi) la stessa squadra.

Onore ad ambedue per aver ridato dignità ed orgoglio ad una società che veniva da anni difficili e rischiava di vivere di ricordi.

Ma il merito principale di questa rinascita deve essere ascritto alla nuova struttura societaria, da Agnelli in giu dal momento che risulta improbabile avere grandi allenatori ( o grandi giocatori) in società raffazzonate che puntano più sulla fortuna (che pur ci vuole per eccellere) che non sull'organizzazione.

Personalmente sono rimasto stupito dalle qualità di Conte e mi è spiaciuto il suo abbandono ma bisogna prendere atto che il gruppo non ne ha risentito affatto e si è stretto subito alla nuova guida che offriva arguzia ed ottimismo al posto di traguardi epici ma alla lunga ansiogeni e logoranti (forse più per lui che per la squadra visto ora).

Allegri ha qualità diverse dal suo predecessore, ma non meno importanti.

Meno phatos, più ironia, meno retorica, più "savoir faire", meno rigidità tattica ,più fantasia.

Qualità che lo agevolano nel contatto coi media che Conte mostrava di soffrire (per troppa "seriosità", ma col tempo potrà migliorare, basta che impari a non prendersi troppo sul serio).

 

Alla fine ci ha guadagnato la Juve ed è questo che conta. :d

Share this post


Link to post
Share on other sites

.ghgh .ghgh

Devo dire la mia? Quindi mi devi far bannare? Naaaaaaa

Sapete che sono diventato il primo nemico del leccese dalla conferenza pre partita delirante di Monaco di Baviera...

Da quel giorno sono stato il suo più acerrimo accusatore, quello più felice quando è andato via e tra quelli più felici e speranzosi quando è arrivato allegri.

Non voglio infierire sul leccese, ci sta pensando il destino ad essere cinico con lui.ma se l'e' cercata.

Voglio contenermi con moderazione. Dopo il primo anno, fantastico, ha sbagliato tutto.ha perso la trebisonda, si è creduto dio e si è sentito più importante dei suoi uomini e della società.cosa gravissima.gli voglio riconoscere il fatto che non se ne rendesse conto, ma le sue dannose molteplici esternazioni assurde hanno leso l'immagine della società e delegittimato il gruppo, facendogli perdere fiducia ed autostima.

Allegri, molto più duttile e capace nel leggere le partite, ha fatto la cosa più semplice ed intelligente del mondo, ovvero sobrietà nel parlare, esaltazione continua del gruppo e non di se stesso, stile, capacità di far capire ai ragazzi che sono fortissimi e possono battere chiunque, possono vincere qualsiasi competizione.e tutto questo si è visto benissimo.

Se allegri non si perde ha davanti a se una carriera luminosa.

Se conte non torna umile e non scende dal piedistallo....la sua carriera è già finita.

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

...

cmq si dal punto di vista tattico allegri è spanne(e molte) superiore a conte, e questa differenza a mio parere è nettamente dovuta all'intelligenza "pratica" e soprattutto ad una maturità acquisita mediante un percorso professionale diverso da Conte, la cosiddetta "gavetta" , e al carattere stesso della persona.

...

nel maggio 2011 capitai a Novara(sono abruzzese), conte allenava il siena, guardacaso c'era Novara-Siena andai a vedere quella partita e fini' 2-2, per 45 minuti sotto pressione il Siena non è uscito dalla sua trequarti.

 

Nessuna idea di Conte per uscire dalla situazione di difficoltà nessuna mossa tattica nessuna soluzione vista. E' bastato che tesser allargasse un terzino e lo mettesse 10 mt più avanti per mettere la squadra di conte in difficoltà.

 

questo è quello che dico io e si tratta solo di un esempio , come tanti, che riporto perchè ho capito in quel momento cosa fosse il difetto peggiore di conte ovvero la lettura situazionale dei bisogni della squadra e delle caratteristiche dell'avversario.

...

 

Ciao.

1) Complimenti per il post innanzitutto, e per la passione nel visionare partite su partite di serie B (io non ci riuscirei)

2) Relativamente al discorso che fai sui difetti tattici e di lettura della partita in corso del nostro ex allenatore (che in gran parte condivido), anche alla luce di quanto affermi relativamente alle sue esperienze pregresse, credi che sia proprio un suo difetto "congenito" o che abbia influito in qualche modo la perdita di Stellini come collaboratore dopo la squalifica? Io giudicando solo il periodo relativo alla Juventus ho notato un abisso tra il prima e il dopo l'abbandono di Stellini, magari è una mia fissa ma penso abbia contribuito e pure parecchio

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'orgoglio perso ce lo hanno ridato i pirlo, i Vidal, i pogba, i tevez

 

quindi anche Allegri non è nessuno? perchè fanno tutto i giocatori?

 

ma come ragionate...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ah ok, questo posso averlo scritto io :d

 

In effetti lo pensavo davvero e sono contento di come la pensavo allora(sul fatto che Allegri non fosse un granchè)e ancora più contento di essere stato smerdolazzato alla grande. Io non ho paura delle mie idee e nemmeno di doverle completamente capovolgere come in questo caso. Se tu hai sempre pensato che fosse un grande allenatore buon per te. Significa che hai doti di scouting che ti permettono di vedere lontano. Complimenti.

 

Quello che mi preme di più e far capire che si può continuare a non fare gli sfinteristi insultando 25 anni di un pezzo(meraviglioso per chi lo ha vissuto)di storia bianconera e tifare sia per la Juve di Conte e sia per quella di Allegri, anche perchè poi alla fine la Juve non è mai di nessuno ma resta eterna a prescindere dagli uomini che la guidano. Al massimo ci si riferisce al periodo citando le persone che la componevano in quel momento. Ma insultare un Conte, un Capello, un Moggi, un Marotta ecc...solo perchè sono uomini e hanno dei limiti e quindi sbagliano scusa ma francamente a me sembra roba da bambini down dell'asilo.

 

Infatti. Quelli ossessionati per conte sono dei poveri sfigati . E ancora peggio coloro che lo tacciano di essere un allenatore incapace: conte resta tra i migliori al mondo. poi va be , umanamente è solo un altro mazzarri, ma chissenefrega.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il suo discorso era oggettivamente realista ma il calcio sfugge alle regole della logica e a volte può andare in finale una squadra potenzialmente meno attrezzata delle altre.....non darei colpe particolari a conte anche perché quando disse questo sul forum eravate tutti d accordo.....

iono. Mai.

Un allenatore della Juve non può mai permettersi di escludere a priori il verbo vincere

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao.

1) Complimenti per il post innanzitutto, e per la passione nel visionare partite su partite di serie B (io non ci riuscirei)

2) Relativamente al discorso che fai sui difetti tattici e di lettura della partita in corso del nostro ex allenatore (che in gran parte condivido), anche alla luce di quanto affermi relativamente alle sue esperienze pregresse, credi che sia proprio un suo difetto "congenito" o che abbia influito in qualche modo la perdita di Stellini come collaboratore dopo la squalifica? Io giudicando solo il periodo relativo alla Juventus ho notato un abisso tra il prima e il dopo l'abbandono di Stellini, magari è una mia fissa ma penso abbia contribuito e pure parecchio

 

mi intrometto,

è un discorso di carattere, le capacità di leggere le partite le avrebbe anche, e lo ha dimostrato in alcune partite, in special modo il primo anno, Napoli-Juve o Milan-Juve.

Lui non ammette, nemmeno con se stesso, che esista la possibilità che si possa sbagliare, con tutte le conseguenze del caso, è uno che ha preso, calcisticamente parlando, pochi schiaffi da allenatore, e di quelli presi, ha avuto sempre l'attenuante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti. Quelli ossessionati per conte sono dei poveri sfigati . E ancora peggio coloro che lo tacciano di essere un allenatore incapace: conte resta tra i migliori al mondo. poi va be , umanamente è solo un altro mazzarri, ma chissenefrega.

 

e in base a quale criterio è uno dei migliori al mondo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il suo discorso era oggettivamente realista ma il calcio sfugge alle regole della logica e a volte può andare in finale una squadra potenzialmente meno attrezzata delle altre.....non darei colpe particolari a conte anche perché quando disse questo sul forum eravate tutti d accordo.....

 

Io quelle frasi l ho sempre criticate alla luce delle prestazioni in EL dove il big fatturato era il nostro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infine ecco la chiosa che fa male come una coltellata inferta nei cuori bianconeri: "Di importante nel nostro mondo c’è la Champions League. E’ il sogno di tutti, e io sono sicuro che nella mia carriera la vincerò. lLho vinta da calciatore, la vincerò da tecnico. Se mi chiedete se oggi sia fattibile trionfare con la Juventus in Europa, vi dico no". Più chiaro di così...

 

.uah .uah

.uah

.uah

.uah

.uah

.uah

Incredibile questa cosa...incredibile questa dichiarazione .doh

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vincere non è importante, è l'unica cosa che conta, se si vincerà la champions Allegri entrerà nella storia della Juventus e del calcio italiano e noi festeggeremo come dei pazzi, se si perde sarà tutta un'altra storia, al momento si è vinto solo l'ennesimo scudetto, piano con l'entusiasmo, vincere conil Barca è quasi impossibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.