Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

AllenIverson

[VIDEO] Finale Scudetto Primavera: Roma - Juventus 7-6 (d.c.r.) • Bianconeri sconfitti ai calci di rigore

Recommended Posts

Campionato Primavera 2015/2016 - Fase Finale : Finale

 

ROMA - JUVENTUS 7-6 d.c.r.

 

 

"Mapei Stadium", Piazzale Atleti Azzurri d'Italia, 1 - Reggio Emilia

Sabato 4 Giugno 2016, ore 20.30

DIRETTA TV RAI SPORT 1 (RAI SPORT 1 HD) e SPORTITALIA

 

ROMA : Crisanto; Anocic, Capradossi [C], Marchizza, Vasco, Ndoj (88' Spinozzi), Ponce, Di Livio (121' Bordin), De Santis, D'Urso (121' Grossi), Machin Dicombo

A disp.: Romagnoli, Pop, Soleri, Paolelli, Pellegrini, Ciavattini, Franchi, Antonucci, Tofanari

All. Alberto De Rossi

 

JUVENTUS : Audero; Blanco Moreno, Romagna [C], Lirola, Zappa; Toure (66' Didiba), Macek (118' Di Massimo), Cassata, Kastanos; Pozzebon (94' Vadalá), Favilli

A disp.: Del Favero, Consol, Coccolo, Severin, Bove, Vogliacco, Parodi, Kean, Caligara

All. Fabio Grosso

 

Marcatori: 36' ® Kastanos (J) 46' Ponce ( R)

Ammoniti: 18' Toure (J), 63' Ndoj ( R), 79' Zappa (J), 106' Spinozzi ®

 

Calci di Rigore

 

O9Jcf10.jpg Lirola (J)

O9Jcf10.jpg Ponce ( R)

26XwPT5.jpg Vadalá (J)

O9Jcf10.jpg Vasco ( R)

O9Jcf10.jpg Cassata (J)

O9Jcf10.jpg Spinozzi ( R)

O9Jcf10.jpg Kastanos (J)

O9Jcf10.jpg Capradossi ( R)

O9Jcf10.jpg Di Massimo (J)

26XwPT5.jpg Marchizza ( R)

O9Jcf10.jpg Zappa (J)

O9Jcf10.jpg Bordin ( R)

26XwPT5.jpg Favilli (J)

O9Jcf10.jpg Grossi ( R)

 

FOTO-GALLERY

Share this post


Link to post
Share on other sites

04.06.2016 23:30 - in: Youth Teams

La Primavera si ferma solo ai rigori

Si decide dal dischetto la Finale contro la Roma, terminata 1-1 ai supplementari. La squadra giallorossa vince dopo una serie di 7 tiri: applausi per i nostri ragazzi.

 

0006.jpg

 

Emozioni infinite al Mapei Stadium, teatro di una Finale Scudetto che più equilibrata di così proprio non si potrebbe immaginare. Non bastano i tempi regolamentari, non sono sufficienti i supplementari e nemmeno i primi cinque tiri dal dischetto: servono infatti ben 7 penalty per decidere la squadra Campione d’Italia che, in virtù di due errori dei nostri tiratori, è la Roma.

 

Prime fasi di gioco equilibrate: le due squadre sentono forse un po’ di tensione per un appuntamento importantissimo. Forse, sulla corsa e sul palleggio, nelle prime fasi sembra farsi preferire la Roma, che tuttavia non porta grandi pericoli dalle parti di Audero, eccezion fatta per una conclusione da dentro l’area di Ponce, che costringe il nostro portiere a un complicato intervento in tuffo.

La Juve, gradualmente, prende le misure degli avversari, aggiusta le posizioni in campo e cresce, minuto dopo minuto. La manovra bianconera si dipana per lo più dalla destra, grazie alla buona vena di Lirola, sui livelli della semifinale.

È proprio lo spagnolo a procurarsi, al minuto 38, il calcio di rigore che porta in vantaggio la Juve: una sua incursione sempre da destra costringe Di Livio al fallo su ripiegamento difensivo. Dal dischetto va Kastanos che calcia potente, imparabile. Uno a zero. La Juve avrebbe poi l’occasione, proprio negli ultimi istanti del primo tempo, di allungare le distanze, ma la gran botta di Zappa dal limite si stampa sulla traversa.

A inizio ripresa viene rispolverata la solita, vecchia legge del “gol sbagliato-gol subito”: la Roma, sventato il pericolo a fine della prima frazione, pareggia i conti dopo solo due minuti dal rientro in campo, con Ponce, che colpisce sottomisura trafiggendo Audero.

La partita, tornata in equilibrio nel punteggio, vede le squadre equivalersi anche nel gioco. Da una parte, Audero vola a deviare un tiro a giro di Ndoj dal limite (si ripeterà, il nostro portiere, su una botta sottomisura proprio a fine dei tempi regolamentari), dall’altra è ancora Lirola a portare pericoli dalla destra alla difesa romanista.

Ma non accade più nulla fino al 90’, si va ai supplementari. Nell’ultima mezz’ora, la stanchezza ha il sopravvento da entrambe le parti, ogni errore può essere fatale: per questo motivo, le due formazioni non si fanno male vicendevolmente e lo Scudetto si decide ai rigori.

La serie di tiri dal dischetto, si diceva all’inizio, è letteralmente infinita, e le emozioni sono tantissime. Prima per la Juve sbaglia Vadalà, ma proprio all’ultimo tiro dei 5 Marchizza calcia fuori il match point giallorosso. Purtroppo, però, non è finita: al settimo tiro sbaglia Favilli e Grossi, questa volta, chiude i conti.

Finisce così, con abbracci e lacrime per i nostri ragazzi, ai quali va tributato un lunghissimo, grande applauso.

 

Fonte: juventus.com

Share this post


Link to post
Share on other sites

04.06.2016 13:53 - in: Primavera

Grosso e Romagna presentano la Finale Scudetto Primavera

Fra poche ore a Reggio Emilia la nostra Under 19 gioca la partita più importante: le parole del Mister e del Capitano

 

OOFPDgX.jpgKJiXcxE.jpg

 

Ai microfoni del canale ufficiale della Lega Calcio due dei simboli della Primavera bianconera hanno spiegato come si avvicinano a quello che è l’appuntamento più importante della stagione. Ecco le loro parole:

 

Grosso - «Questa è una bella vigilia, un match che arriva alla fine di una stagione che abbiamo vissuto da protagonisti. Durante l’anno – continua il Mister – Ho avuto modo di scoprire come siamo un gruppo dai grandi valori, tecnici e morali. Abbiamo avuto l’obiettivo di crescere sempre, e fare meglio partita dopo partita. Abbiamo proposto il nostro calcio contro tutti in stagione, e sono felice che ora siamo qui a giocarci le nostre carte nel match più importante».

Poi Grosso aggiunge: «L’obiettivo primario del nostro lavoro è fare sì che i nostri giocatori diventino protagonisti nel calcio che conta».

E infine, su questa sera: «La Roma ha grandi qualità, senza dubbio sarà un bel match, ora vogliamo arrivare in fondo a una competizione che ci ha visto, per lunghi tratti, protagonisti. Non ci resta che tentare di allungare il petto per tagliare il traguardo prima del nostro avversario».

 

Romagna - Parole da capitano, per Filippo Romagna: «Ci meritiamo di essere qui, abbiamo fatto una grande stagione arrivando a tre finali, ma questa è la più importante: lo Scudetto è la cosa più importante, se lo vincessimo avremmo compiuto un’annata trionfale».

Continua il difensore: «Lo scorso anno eravamo più inesperti, ora siamo maturi e lo abbiamo dimostrato, anche grazie al Mister che è una grande persona, sembra che alleni da anni. Spesso, quando vinciamo, lo facciamo anche per lui».

Un pensiero anche a lui e alla fascia di capitano: «Un vero onore, che diventa responsabilità e motivazione. Sono pochi i fortunati che possono avere questa fascia, l’obiettivo è onorarla in ogni secondo. Grazie ai miei compagni e ad allenamenti di intensità e qualità sono cresciuto anche io in questa stagione, e quando ci alleniamo con la Prima Squadra non mancano anche i consigli di chi gioca nel mio reparto, per me fondamentali».

Sulla Roma, infine: «Li abbiamo visti giocare, sono forti, anche perché sennò non sarebbero qui. Ma le varie contromosse le capiremo meglio in campo».

 

Fonte: juventus.com

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'anno scorso lazio - torino fu una partita bellissima... speriamo lo sia altrettanto questa!

 

sicuramente sugli spalti accorreranno numerosi i beceri burini a fare i loro cori idioti e RaiRoma la trasformerà come la partita più importante dell'anno

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'anno scorso lazio - torino fu una partita bellissima... speriamo lo sia altrettanto questa!

 

sicuramente sugli spalti accorreranno numerosi i beceri burini a fare i loro cori idioti e RaiRoma la trasformerà come la partita più importante dell'anno

 

Che ci vadano anche gli ultras della Sud a tifare i giovani non credo sia loro vietato..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma cassata non era squalificato?

è stato diffidato e poi ha fatto un brutto fallo che ha rischiato di lasciare la squadra in 10

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si prospetta una bella gara stasera.

Due squadre che esprimono un bel gioco; la nostra annata poi è stata davvero sensazionale, un crescendo di tutto.

Forza ragazzi, portate lo scudetto a casa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che ci vadano anche gli ultras della Sud a tifare i giovani non credo sia loro vietato..

 

Difficile.

Questo weekend ci sono parecchie iniziative per non dimenticare Bruxelles.

Ne approfitto per invitare, chi fosse nelle vicinanze di Meda, per un torneo benefico domenica pomeriggio.

 

Scusate l'OT.

Detto questo, a me piacerebbe che la juve riuscisse a ritagliarsi un allenatore Primavera storico, alla De Rossi.

E che non venga "usato" come trampolino di lancio per il professionismo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie a questo gruppo nessuno escluso.

Da domani la maggior parte di questi ragazzi potrà pensare al lavoro da professionisti ma stasera sono sicuro che vorranno scrivere la pagina più importante della loro carriera sino a questo momento, ed io credo possa finire con la parola 'campioni '. In ogni caso mi hanno emozionato. Comunque li seguirò anche da domani.

Share this post


Link to post
Share on other sites

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.