Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

homer75

Lazio - Juventus 3-1, commenti post partita

Recommended Posts

Adesso, badboy ha scritto:

Sono i termini "difesa" e "accusa" che avvelenano il forum. Purtroppo le valutazioni ormai vengono fatte rientrare solo in queste due categorie di commenti.

No, non sono quelli. Il forum si divide in due categorie:

1. Quelli che difendono la squadra ad ogni costo, e scaricano la colpa sul misdè

2. Quelli che attaccano i giocatori ad ogni occasione, elevando gli allenatori

Notare che in questo duello, manca il veleno addosso alla società, la principale colpevole.

Share this post


Link to post
Share on other sites
26 minuti fa, fosi ha scritto:

De Ligt è stato uno dei migliori in campo anche ieri... il pallone di Luis Alberto è assolutamente indifendibile...

 

Io non so se tu abbia mai giocato a calcio, ma se si e sei riuscito a difendere su un lancio del genere allora manda il curriculum a Torino. 

Da difensore, confermo :vava:.ghgh

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, badboy ha scritto:

Raccomandato no, ma giocare con Kantè e Pogba, mica è giocare con Khedira e Pjanic come dinamismo.

E che c'entra? Allora siccome ci sono quei due, come terzo centrocampista ne mettono uno a caso? La Francia non ha nessuno di meglio di Matuidi? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, dany-aq ha scritto:

Eppure Matuidi gioca titolare nella squadra campione del mondo. 

Deve essere raccomandato altrimenti non si spiega. 

Ma cosa gioca dai???

Ha piedi da promozione o al massimo da C2....

Uno così è stato toccato dalla dea della fortuna da piccolo..

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, FC JUVENTUS 11897 ha scritto:

Ben detto fratello 

Ronaldo Pagherebbero oro per avere un centravanti titolare con le caratteristiche di lukaku... invece deve sempre uscire Dall' area per cercare il fraseggio e in area non c'è mai nessuno

Povero cr.isto gli tocca giocare con Dybala ed Higuain.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se metti De Sciglio al posto di bernardeschi in che ruolo non l'ho ancora capito non cambia assolutamente nulla e questo fa riflettere.

Paratici inadeguato e Agnelli si svegli.

Share this post


Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, dany-aq ha scritto:

Io dallo stadio ho visto una squadra che manca prevalentemente di una punta da area di rigore e di un ala che salti l'uomo. 

Primo tempo vedevo una juve dominare nel palleggio, ma dentro l'area avversaria il vuoto. 

Cristiano davvero impalpabile a sinistra, non salta mai l'uomo. Invece è bravo nei movimenti senza palla: ecco perché io lo metterei punta centrale. 

Dybala gioca da trequartista, non è mai presente in area. E in tal modo pesta i piedi a Bernardeschi che pascola tea le linee inutilmente. 

Per me Ronaldo e Dybala sono l'equivoco tattico di questa squadra. 

Sono d’accordo. Sarri deve trovare il coraggio di farli coesistere con higuain al centro.

cr7 a sinistra e dybala a destra ( non al centro)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Adreiu ha scritto:

Ma cosa gioca dai???

Ha piedi da promozione o al massimo da C2....

Uno così è stato toccato dalla dea della fortuna da piccolo..

 

Matuidi è un giocatore old style...specialista nel recupero palla..stop.

Se si vuole giocare un calcio palleggiato Matuidi non può mai essere preso in considerazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, Adreiu ha scritto:

Se chi entra entra male la colpa è del mister....

Non hanno motivazioni i titolari figuriamoci chi sa che non gioca mai da mesi...

Queste sono parole del mister sulle motivazioni,non mie...

 

Io ieri ho visto anche una buona applicazione di squadra fino all' uscita di Bentancur. Can, dopo quello che si è detto per l'esclusione dalla lista CL, le motivazioni dovrebbe averle anche quando va in bagno...Purtroppo a me sembra che a centrocampo paghiamo la totale inefficacia degli acquisti estivi. Non solo in quel reparto ma soprattutto lì. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se Sarri fa l'allenatore, anche io posso allenare......   ieri ho capito che Sarri di calcio non ne capisce una mazza......ad muzzum o ad minghiam....... troppi fraseggi, troppi passaggi indietro, troppi passaggi sbagliati, troppo tutto........ormai qualsiasi squadra ha capito il gioco della Juventus prevedibile, fascia, centro di nuovo fascia cross....la squadra avversaria si chiude riparte in contropiede velocissimo, goal... e con la Lazio è stata la pura testimonianza , attacchiamo noi un colpo di testa ad minghiam, contropiede, che la Lazio credo sia la migliore in europa.... noi il contropiede non sappiamo cosa è... ci fermiamo aspettiamo di far salire lasquadra nel frattempo indietro non solo sono arrivati i difensori ma anche il massaggiatore e l'autista del pullman...... Se quest.anno si vuole vincere qualcosa, si devono dare una svegliata.. oppure a gennaio cercano nuovi stimoli al Milan o al Napoli ........   pensiero personale.....

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, dany-aq ha scritto:

E che c'entra? Allora siccome ci sono quei due, come terzo centrocampista ne mettono uno a caso? La Francia non ha nessuno di meglio di Matuidi? 

Cosa c'entra? Bonini giocava con Tardelli e Platini. A volte con un poco di buona volontà gli esempi si potrebbero capire volendolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
25 minuti fa, dany-aq ha scritto:

Io dallo stadio ho visto una squadra che manca prevalentemente di una punta da area di rigore e di un ala che salti l'uomo. 

Primo tempo vedevo una juve dominare nel palleggio, ma dentro l'area avversaria il vuoto. 

Cristiano davvero impalpabile a sinistra, non salta mai l'uomo. Invece è bravo nei movimenti senza palla: ecco perché io lo metterei punta centrale. 

Dybala gioca da trequartista, non è mai presente in area. E in tal modo pesta i piedi a Bernardeschi che pascola tea le linee inutilmente. 

Per me Ronaldo e Dybala sono l'equivoco tattico di questa squadra. 

Giusta considerazione...

Il problema è che Ronaldo prima punta non vuole giocarci.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, Doktor Flake ha scritto:

Stiamo finendo come l'Inter di Moratti 

Che si trascinò dietro Milito, Zanetti, Stankovic e Cambiasso fino al 2013 quando erano stracotti e logori 

Poi a centrocampo una pena 

I nuovi arrivi dove sono? 

Ramsey che doveva svoltare la Juve...come no...

Madame Véronique le Pennellón che è venuto a farsi le ferie pagate più ricche della storia...

Che situazione...

Eh...ma è presto son qui solo da 6 mesi che fretta abbiamo? 😂

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, dany-aq ha scritto:

E che c'entra? Allora siccome ci sono quei due, come terzo centrocampista ne mettono uno a caso? La Francia non ha nessuno di meglio di Matuidi? 

probabilmente per interpretare quella parte assai fisica no, ma nella juve gli si chiede un gioco molto diverso, per cui non è adeguato. tutto qua, non è difficile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me continua a non dire niente Bernardeschi. Vedere un trequartista in un giocatore monopiede, poi...anche l'occasione di Ronaldo sul suo assist è in realtà l'ennesima azione dove si sono persi 4 tempi per rientrare sul sinistro, quando un attaccante da Juve avrebbe dovuto tirare in porta molto prima, di destro.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, FC JUVENTUS 11897 ha scritto:

Io ho giocato come te presumo in categoria

E un lancio che scavalca un difensore sarà sempre colpa del difensore... si e' fatto attrarre come i bambini dal pallone...senza guardare l' inserimento... dopo che parte il lancio,si accorge che milinkovic-savic fa lo scatto ma ormai e' troppo tardi... quindi per me tutta colpa sua 

E il terzo lo si conta Eccome scusa.... e' sempre un suo errore... gli crossiamo la palla apposta sullo spigolo dell' area per fargli fare la Torre,la da agli altri,fanno gol e l' errore non si conta? 

Certo che si conta... 

Io non so cosa hanno insegnato a te ma a me (come a tutti nel mondo) hanno insegnato che "il taglio è di chi lo vede" perché chiaramente il difensore che è nella situazione di De Ligt non ha gli occhi di dietro e non può fare nient'altro che quello che ha fatto. Quello che ha visto il taglio era Bonucci perché Savic gli è passato davanti, ma anche lui non è potuto intervenire perché non c'era ne tempo ne spazio materiale visto che il pallone di Luis Alberto era perfettamente tra la linea ed il portiere. 

Lamentarsi di questo gol è come lamentarsi di aver preso un perfetto tiro imprendibile all'incrocio dei pali, ma ormai non mi meraviglio più di niente, quando si perde qui si spegne il cervello e si sragiona.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, badboy ha scritto:

Cosa c'entra? Bonini giocava con Tardelli e Platini. A volte con un poco di buona volontà gli esempi si potrebbero capire volendolo.

esatto. una squadra non è la somma di talenti di giocatori messi a caso insieme.

Share this post


Link to post
Share on other sites
54 minuti fa, Leevancleef ha scritto:

Data una dimostrazione di forza in una serata infausta!

 

Arriva a dicembre la prima sconfitta stagionale dell'unica squadra ancora imbattuta in Europa (rileggere e memorizzare). Si perde a casa della squadra più in forma del campionato dopo averla dominata per larghi tratti, dovendo fare a meno anche del nostro miglior centrocampista (in quel momento il migliore in campo) per l'ennesimo infortunio.

Fino a quando, dal possibile 1-2 (con Dybala che non la passa a CR7), va in scena la fiera degli episodi tra rossi dati e rossi negati!

Restiamo in 10 e andiamo sotto.

Grazie a Szczesny resistiamo anche ad un rigore viziato da fallo su Pjanic ad inizio azione, inspiegabilmente confermato dal var.

Ci proviamo fino alla fine, com'è giusto che sia, ovviamente rischiando, ma non va. E alla fine prendiamo il terzo a campo aperto.
Paradossalmente buoni segnali in una gara persa (nel gioco e nei singoli, con Ronaldo buono e Berna in ripresa). Ma prima o poi doveva arrivare una sconfitta. Ci sta.

Ora si tratta di metabolizzarla e ripartire ancora più cattivi!

 

Se vogliamo iniziare (come già si è iniziato) con il lamento delle sirene che va avanti da ANNI… prego: facciamo pure! Tanto una volta era colpa di Marotta, oggi di Paratici e Nedved, ieri di Allegri, oggi di Sarri, e a turno, ieri e oggi, dei vari giocatori che stanno antipatici. Robe difronte alle quali veramente sembra di trovarsi in una classe di asilo.

 

Se però nel farlo si vuole analizzare la partita, capire CONTRO CHI abbiamo giocato (a casa della squadra più in palla della Serie A, che in casa deteneva sia il miglior attacco che  la miglior difesa), COME abbiamo giocato (cioè, per il 70% del tempo in cui siamo rimasti 11vs11, banchettando nella loro metà campo, subendo il primo tiro nello specchio al 45°), e IN CHE MODO la partita è cambiata (frutto di un misto di episodi arbitrali tutti contrari e scelte scellerate di alcuni singoli), allora si abbia il buon gusto (se non il buon senso) di lasciare da parte i propri preconcetti, le proprie fazioncine, i propri stereotipi ricchi di contraddizioni, e non sputare addosso a Tizio e Caio tanto per farlo. Criticando ovviamente, ma ragionando di calcio.

 

La Juve ha giocato fino all’espulsione di Cuadrado una delle migliori partite stagionali.

Io temevo questa partita, molto incazzato e deluso dall’atteggiamento contro il Sassuolo, e più di tutto (specialmente dopo il pareggio dell’inter di ieri) avrei voluto vedere un approccio e una gestione della partita diversa rispetto a domenica scorsa.

L’ho vista, al di là del risultato.

E per l’ennesima volta contro una “grande” o nelle sfide che contano (Atletico, Napoli, Bayer, Inter, di nuovo Atletico nel 1°t, Lazio).

Difesa altissima, pressing nella metà campo avversaria, riconquista palla puntuale ad ogni loro uscita, fraseggi continui, RAPIDI, e fatti nella maniera GIUSTA (palla avanti palla dietro), e così via.

Se poi ci metti un Ronaldo che sembra proseguire nel suo ritrovamento della forma (lo avevo già visto in ripresa con il Sassuolo) allora ecco un gol del vantaggio che esce dopo un’azione bellissima, finalizzata da un triangolo fra i migliori in campo: Cristiano e Bentancur.

Bentancur che alcuni qui definivano “Pippancur”, prigionieri delle loro battaglie di cui sopra.

Bentancur che ad un certo punto fa un numero pazzesco sulla fascia.

Bentancur che si infortuna, perché la sfiga con noi ci vede davvero benissimo, ed è costretto ad uscire al 37°.

Già dal momento in cui “zoppicava” si era notato che la Juve aveva un po’ attutito quella pressione continua che aveva prodotto diverse occasioni, al punto che anche un giocatore come Bernardeschi appariva in partita facendo le scelte giuste (finalmente) a livello offensivo (culminate nella bella giocata per l’assist a Cristiano, il cui colpo di testa è salvato sulla linea da Strakosha).

Entra Emre Can, e non entrerà bene, se non per l’unica palla degna di nota della sua partita (quella appunto che libererà Bernardeschi nell’azione appena descritta).

Da lì iniziano cinque minuti finali pieni di imprecisioni in uscita ad opera dello stesso Emre Can e di Cuadrado. Dalla sintesi di queste ultime nasce l’angolo da cui subiamo il pareggio all’ultimo minuto, al primo tiro preso nello specchio! Non perfetti Bonucci e Alex Sandro nella  fattispecie. La difesa aveva le giuste posizioni, ma un po’ la palla perfetta e millimetrica di Luis Alberto, un po’ una comunione di disattenzioni, e arriva il pareggio nel momento peggiore, prima di andare negli spogliatoi.

Bella partita comunque.

 

Inizia il secondo tempo all’insegna dell’equilibrio, sebbene sia un equilibrio non statico, perché spesso si vedono folate da una parte e dall’altra. Ma l’unica occasione ce l’abbiamo ancora noi, ed è GIGANTESCA! Su errore di Strakosha, Dybala recupera palla e invece di darla a Cristiano, SOLO in mezzo all’area, decide di tirare con lo specchio della porta mezzo coperto. Strakosha para, e ti scorre un brivido sulla schiena pensando al famoso detto “gol mangiato…”.

 

Ma il modo in cui si rovina la partita è kafkiano.

Dopo che Fabbri aveva risparmiato un rosso a Luiz Felipe (nemmeno fischiato il fallo)... ecco che da un nostro corner un mancato rispetto delle consegne tra Dybala e Bernardeschi innesca un contropiede  che si conclude con fallo di Cuadrado da ultimo uomo, ma ad una quarantina di metri dalla porta. Cuadrado che forse poteva temporeggiare (e che da dopo l’ultima sosta delle Nazionali vive un momento di down), ma io ricordo benissimo che un episodio simile in questa stagione venne valutato non da rosso (ma non ricordo la gara, se qualcuno la rammenta me la segnali, grazie).

 

Sliding door.

 

Una gara tosta, interpretata benissimo, rovinata sul più bello, appena dopo aver fallito l’1-2!

 

E andiamo un po’ nel pallone. Per carità, bisognerebbe mantenere una certa solidità anche in 10, ma contro questa Lazio a casa sua (e che meritava di vincere a San Siro con l’Inter ad inizio anno, quando i risultati non le entravano) non è la cosa più semplice del mondo. Specie se poi a confezionare il gol del 2-0 arriva un’altra giocata PERFETTA, ancor più di quella del primo gol, ovvero un lancio stupendo di Luis Alberto e un inserimento, stop, e tiro, da fenomeno di Milinkovic-Savic. Chapeau! De Ligt forse non perfetto nella circostanza, anche se c’è chi si perde il taglio iniziale di Milinkovic. Ma giocata grandiosa.

 

A quel punto è un Everest. La Lazio è la squadra che attacca meglio la profondità in Italia, la migliore a giocare di ripartenza. E infatti noi abbiamo il merito di provarci, ma aprendoci mortalmente ai loro contropiedi. Da uno di questi arriva un rigore, giusto, ma viziato da fallo su Pjanic al limite della loro area ad inizio azione che gli permette la riconquista della sfera. Né menzionato in telecronaca da un Pardo che non vedeva l’ora di commentare una serata del genere, né da Fabbri, né (credo) rivisto dal var che stasera dormiva.

 

Szczesny, quasi inoperoso per oltre un’ora, nell’ultima parte decide di prendere 8 in pagella con alcuni interventi strepitosi, e para un “doppio rigore” ad Immobile, regalandoci gli ultimi minuti di forcing. Anche qui… un tempo a parti invertite si sarebbe detto “non puoi lasciarli giocare a casa tua con un uomo in più” (perché noi è questo che abbiamo provato a fare), ma la serata delle scelte dei singoli scellerate si conclude con un paio di soluzioni di Danilo totalmente incomprensibili (un tiro dalla distanza con l’area piena di nostri giocatori e un cross sbilenco dalla trequarti, entrambi finiti in Curva Nord). E nell’estremo atto di generosità becchiamo il terzo a campo apertissimo.

 

Se ho descritto qualcosa che non torna fatemelo presente.

 

Ma se la partita è stata questa, al di là della delusione a caldo per la prima sconfitta stagionale (la prima sconfitta stagionale!) a dicembre, allora serve dire con onestà che Sarri l’aveva preparata benissimo, che la Juve aveva giocato benissimo, che meritava di chiudere il 1°t almeno 1-0 (se non 2-0), che avrebbe potuto ripassare in vantaggio nel 2°t, e che l’espulsione ha cambiato totalmente la partita.

Se questi sono motivi per urlare di tutto contro Sarri, contro Paratici e Nedved (meno male che ci sono gli esuberi, senò tra poco dovevo giocare io), contro chiunque, allora forse sono io che interpreto le partite in un modo sbagliato.

Siamo in linea coi punteggi degli scorsi anni, siamo addirittura oltre per quanto riguarda la Champions: è l'andamento da record storico dell’inter l’anomalia (ed è vero, è il loro record storico di punti). Ed è un'anomalia che fa perddere la brocca a molti, esattamente come la faceva perdere il testa a testa con Sarri di due anni fa.

Per contro si può dire che pesano i punti persi col Sassuolo (con quelli saremmo primi) e che quelli persi a Lecce sono stati certificati come “rubati” (come piace "definirli" ai nostri haters) grazie ad un rigore che non doveva essere assegnato (e a tante occasioni nostre non concretizzate). E’ una lotta punto a punto, ma restiamo lì ad una partita di distanza.

 

Vanno evidenziate però due cose su tutte.

Questa squadra a volte pecca di concentrazione in alcuni singoli (può essere il Pjanic che gioca in modo altalenante, Emre Can o l’ultimo Cuadrado che regalano palloni agli avversari, o alcune altre disattenzioni varie come quelle sui corner a nostro favore, o la scelta dell’ultima giocata, ecc), che meritano un cambio di rotta da parte dei singoli stessi e strigliate più convincenti da parte del mister. Ed io, sul tema “strigliate”, mi soffermerei, perchè è più di questo aspetto, cioè il saper tenere tutti sulla corda, che a volte mi preoccupo, specie in assenza di un leader caratteriale e tecnico in campo come Chiellini (che non è un’assenza da poco), quando dall’altra parte Conte, che spesso fatica pure lui a portarle a casa persino contro la Spal o l’Udinese, nel saper dare stimoli è un maestro, e si ritrova in squadra “un Chiellini” in Godin (e questa cose contano). A volte non si deve focalizzare tutto solo sul campo e sulla tattica, bisogna anche iniziare a stimolare la squadra facendole capire che si sta facendo la lotta con quelli là.

L’altro aspetto è che è necessario concretizzare di più quanto si crea anche dopo essere andati in vantaggio. E saperlo mantenere il vantaggio! Al di là degli errori tecnici che possono capitare nell’una e nell’altra fase, serve essere ben mentalizzati su questo, VOLER concretizzare (quindi essere cattivi sotto porta, non provare sempre sto cacchio di tiro a giro per i fotografi), VOLER non subire, come se ci si stesse giocando la vita (invece di regalare letteralmente assist per i gol degli avversari). Se si abbassa un minimo la guardia, allora si corrono pericoli seri.

 

Detto ciò, contro le grandi le prove a livello di gioco sono state tutte buone o ottime, e  i margini sarebbero tanti. Dico “sarebbero” perché lo stato di forma e gli infortuni ci impediscono di fare voli pindarici. Avevamo trovato in Bentancur un interprete perfetto per il ruolo di mezzala al posto di Khedira. Se il suo infortunio sarà grave, aggiungendosi a quelli di Chiellini di Douglas Costa, di Ramsey, alla forma misteriosa di Rabiot, ecc, bisognerà sempre rincorrere un assetto ideale all’interno di un percorso di rinnovamento che già di per sé ha i suoi ostacoli (Guardiola al primo anno di City agguantò il quarto posto valido per la Champions all’ultima giornata come uno Spalletti qualsiasi, e parliamo di Guardiola e della squadra che ha speso di più al mondo).

 

Però una cosa… siccome abbiamo già fin troppi nemici, siccome abbiamo quelli lì come nostra peggiore rivale (con alla guida e in dirigenza chi sappiamo), siccome i media e i giornalisti godono nel vederci inciampare… quantomeno freniamoci noi con le shit storm, calmiamoci con lo sputare su tutto e tutti, riflettiamo, prima di lanciarci in intemerate assurde, provando a ripensare ai casi del passato, a fare paragoni, ad essere logici.

La Juve ha sin troppi nemici per avere anche noi tra di loro. E certi atteggiamenti (intendo alcuni pubblici, sui social ecc) "arrivano", e ci giocano contro.

 

Chissà se si riuscirà mai a criticare senza essere prigionieri delle proprie religioni, esasperandole.

E’ in questi momenti che dobbiamo "scendere in campo" pure noi.

Sempre se si è tifosi.

Non condivido quasi nulla di quanto detto.

il tuo commento mistifica un po la realtà, io ho visto una squadra ( la Lazio) che ha continuato a giocare dopo aver preso gol, cosa non fatta da noi, già prima della sostituzione di Rodrigo, infatti, stavamo cominciando a chiuderci.

Ho visto una squadra ( la Juventus) che nel secondo tempo è entrata in campo e non è andata oltre il centrocampo avversario in maniera costante, provava solo a sfruttare dei contropiedi, ha avuto una occasione sprecata con Dybala per un REGALO DELLA DIFESA della Lazio, nessuna occasione creata oltre a quella in tutto il secondo tempo. ma ti dico di più per come ho visto io la partita se anche facevamo il 1-2 ci riprendevano di nuovo.

Il Berna in ripresa lo hai visto solo tu, magari lo avessi visto io.. l'azione più incisiva che ha fatto è stata il calcio d'angolo che ha portato al rosso di Cuadrado, primo ad essere sostituito da 1 mese a questa parte il 33.

Non esageriamo a parlare della Lazio come se fosse il nuovo Liverpool, questa squadra sta uscendo ai gironi di Europa League!

Poi come ho già detto, l'arbitro non dovrebbe calcare più un campo di serie A, ma quando il tuo portiere è il migliore meriti di aver perso.

Nonostante come dici te sia la prima sconfitta a Dicembre è più che comprensibile il malcontento generale perchè non è una prova opaca che può capitare, ma è il risultato di 2 mesi di non gioco, di 2 mesi senza miglioramenti, questa sconfitta è arrivata solo ora ma poteva arrivare molto prima tranquillamente.

Detto questo personalmente penso che Sarri deve trovare una soluzione e giocare senza il trequartista, 2 mesi di prove sono più che sufficenti e hanno dimostrato che porta più contro che pro, se poi si è interstardito a giocare così e ,sopratutto, si interstardisce a giocare con un giocatore che è inadatto allora mi spiace, ma le critiche te le meriti tutte.

Per quel che riguarda le motivazioni, se continui a rinnovare a ultratrentenni che hanno già vinto 3/4/5 scudetti che motivazioni vuoi che abbiano? se non fai giocare manco gli acquisti di quest'estate che motivazioni dovrebbero avere?

Chiudo dicendo e  sperando che tu abbia ragione, perchè vuol dire che questa è stata una sconfitta frutto di casualità, ma io invece ho paura che rimanendo in questo stato "neutro" si finisca per prendere delle belle batoste sia in campo nazionale che fuori, detto ciò la supercoppa la vinciamo noi!

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, drugor ha scritto:

Se Sarri fa l'allenatore, anche io posso allenare......   ieri ho capito che Sarri di calcio non ne capisce una mazza......ad muzzum o ad minghiam....... troppi fraseggi, troppi passaggi indietro, troppi passaggi sbagliati, troppo tutto........ormai qualsiasi squadra ha capito il gioco della Juventus prevedibile, fascia, centro di nuovo fascia cross....la squadra avversaria si chiede riparte in contropiede velocissimo, goal... e con la Lazio è stata la pura testimonianza , attacchiamo noi un colpo di testa ad minghiam, contropiede, che la Lazio credo sia la migliore in europa.... noi il contropiede non sappiamo cosa è... ci fermiamo aspettiamo di far salire lasquadra nel frattempo indietro non solo sono arrivati i difensori ma anche il massaggiatore e l'autista del pullman...... Se quest.anno si vuole vincere qualcosa, si devono dare una svegliata.. oppure a gennaio cercano nuovi stimoli al Milan o al Napoli ........   pensiero personale.....

 

Certo Sarri non capisce.

Quelli che capiscono scrivono tutti qui

Share this post


Link to post
Share on other sites

Miglior partita da San Siro con L'Inter. Senza l'infortunio di Benta si vinceva in ciabatte, Lazio, squadra più in forma del campionato per distacco, che non si è mai vista per 45. E si è rivista solo dopo l'espulsione incredibile di Cuadrado, un furto in piena regola, come si possa dare un espulsione del genere per fallo da ultimo uomo con mezza squadra in recupero e Lazzari che si era totalmente defilato, rimane un mistero. E dopo Lecce altri punti persi per mano altrui. Detto questo, i problemi strutturali sono i soliti, purtroppo Paratici è inadeguato, Sarri sta facendo il suo, non ci fosse L'Inter con il suo record di punti di SEMPRE, saremmo primi in carrozza e con campionato già assegnato. Siamo comunque a meno 2, una roba ridicola, mentre leggendo qui dentro pare di essere a meno 10 almeno. Purtroppo sti infortuni sono un problema serio, bisogna tirare la carretta per le prossime due partite, fare 6 punti e cercare di recuperare qualcuno. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, SimoJuventinoDoc ha scritto:

Lì magari forse forse poteva fare di più Alex Sandro, ma doveva essere mezzo indovino. Assolutamente impossibile intervenire per il difensore che sta davanti.

Ma poi non capisco perché ci deve essere sempre l'errore nostro e mai la bravura dell'avversario. Chiediamoci piuttosto perché dai nostri una palla del genere non la vedrai mai e diamoci una risposta. 

 

Sei troppo lucido.

Devi inveire a caso, allora farai strada qui dentro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

alla mia età (76) datemi pure del "rinco" ma a mio modesto parere questa Juve va rifondata.

Credevo che la società portando CR7 avesse avuto questo obiettivo, mi sono sbagliato ! 

per me i giocatori da Juve sono :

CR7, Dybala ( e qualche genio anche della società voleva addirittura cederlo) Higuain ( perchè nella Juve può giocare con CR7 e Dybala o alternarsi con uno dei due) 

Bentancur, Cuadrado, de Light, Szczesny

D.Costa e Chiello (ma inaffidabili x struttura fisica)

 

Ramsey? Rabiot? Demiral? non so giudicarli , forse come riserve?uum

tutti gli altri,  a mio modesto parere, sono da cedere o da panchinare ...DA SUBITO

 

Sarri, Paratici, Nedved ....uffci pensino i vertici della Juve!

La partita di ieri, perfetta x 35 minuti ma non puoi subire un gol da fesso perchè non marchi incollato all' uomo, specie a pochi minuti dall'intervallo e sei in vantaggio mentre loro stavano attaccando.

Non si lascia la difesa sguarnita a chi fa del contropiede e la velocità dei suoi attaccanti  la sua specialità, Sarri non lo vedeva che ci anticipavano sempre anche nei contrasti, sperava nei gol di testa da Bonucci o De Light e dietro lasci soltanto Tex?

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.