Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Low

Bisogna essere onesti: ora si capisce l'importanza di Massimiliano Allegri

Recommended Posts

5 ore fa, Al Galoppo ha scritto:

Un confronto illuminante su cosa significhi capire di calcio e non capirne. E la carriera fatta dai due parla chiaro del resto.

 

 

il 3 a 0 della Juventus a Torino ha tutto tranne qualcosa di Allegri, in quel contesto contò la determinazione del nostro trascinatore.Di allegri ricordo gli 0 cambi a Madrid su 3-0, i cambi strampalati a Monaco quando vincevamo 2 a 0.Ma poi perchè sto genio del calcio moderno ancora non ha squadra?!Ma vi rendete conto di quanto sia stato fortunato quell'uomo nella sua carriera da allenatore?!Un allenatore che non ha mai preparato una partita, ha vissuto del grasso che gli aveva lasciato un conte illuminato ma prossimo all'esaurimento da superego.

Personalmente preferisco vedere la juve perdere e pareggiare con qualsiasi altro allenatore piuttosto che 12 1-0 di fila senza 1 emozione.

  • Mi Piace 3
  • Haha 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
29 minuti fa, VOLTA J RE ha scritto:

Sono loro il problema per le partite che contano davvero  come quella INDECENTE NON giocata a Cardiff. 

Certo... perché in finale ci sei arrivato senza partite che contano

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, caccia78 ha scritto:

 

Personalmente preferisco vedere la juve perdere e pareggiare con qualsiasi altro allenatore piuttosto che 12 1-0 di fila senza 1 emozione.

Quello che dici è la perfetta antitesi di ciò che è lo spirito Juventino.

Vincere non è importante è l'unica cosa che conta...lo diceva un certo Giampiero Boniperti.

PS il conte illuminato ci ha fatto uscire ai gironi,con la stessa squadra anzi più debole Allegri è arrivato in finale e pure ad un passo dall'alzarla,trova tu le differenze 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Rocket man ha scritto:

Certo... perché in finale ci sei arrivato senza partite che contano

E infatti sono serviti a molto vista la figuraccia che abbiamo fatto nonostante tutti i proclami dei nostri eroi, guerrieri solo a parole  PS quello era il momento di accompagnare alla porta il cazzeggiatore.

  • Mi Piace 1
  • Confuso 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
40 minuti fa, VOLTA J RE ha scritto:

No è la semplice realtà. Per il gioco di sarri occorreva applicazione d parte di quei pelandroni dei nostri giocatori, abituati al Non gioco di allegri e alla totale mancanza di schemi, tranne quello del suo cazzeggio creativo.

È la prima volta che sento una giustificazione così fantasiosa.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, maur ha scritto:

È la prima volta che sento una giustificazione così fantasiosa.

 

Allora sei molto distratto. Ti  invito a leggere i live delle partite di cardiff, e poi di quasi tutte le altre partite europee di allegri, tranne poche eccezioni. Leggi e poi ne discutiamo. Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allegri grandissimo allenatore ma alla Juve aveva finito il suo ciclo.

Sarri buon allenatore che alla Juve non centrava nulla.

Pirlo una scommessa al 100%, vediamo come va ma non ha senso pensare a ritorni di chi ormai è lontano.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, caccia78 ha scritto:

il 3 a 0 della Juventus a Torino ha tutto tranne qualcosa di Allegri, in quel contesto contò la determinazione del nostro trascinatore.Di allegri ricordo gli 0 cambi a Madrid su 3-0, i cambi strampalati a Monaco quando vincevamo 2 a 0.Ma poi perchè sto genio del calcio moderno ancora non ha squadra?!Ma vi rendete conto di quanto sia stato fortunato quell'uomo nella sua carriera da allenatore?!Un allenatore che non ha mai preparato una partita, ha vissuto del grasso che gli aveva lasciato un conte illuminato ma prossimo all'esaurimento da superego.

Personalmente preferisco vedere la juve perdere e pareggiare con qualsiasi altro allenatore piuttosto che 12 1-0 di fila senza 1 emozione.

Pronto a fare una scommessa con chiunque che allegri in Italia 5 scudetti di fila non li vince con un'altra squadra. Ma gli allegri boys hanno così fiducia nel loro dio che si dileguano

Share this post


Link to post
Share on other sites

@VOLTA J RE

Ma intendi i live del forum?

Spero di no, sono uno dei maggiori esempi di stupidità umana.

Comunque lo 0-1 a Cardiff e l'1-2 a Berlino li abbiamo subiti in contropiede, forse Allegri si era illuso di essere diventato Sarri.

Edited by maur

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, maur ha scritto:

@VOLTA J RE

Ma intendi i live del forum?

Spero di no, sono uno dei maggiori esempi di stupidità umana.

Comunque lo 0-1 a Cardiff e l'1-2 a Berlino li abbiamo subiti in contropiede, forse Allegri si era illuso di essere diventato Sarri.

Beh su una cosa siamo totalmente d'accordo.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, caccia78 ha scritto:

il 3 a 0 della Juventus a Torino ha tutto tranne qualcosa di Allegri, in quel contesto contò la determinazione del nostro trascinatore.Di allegri ricordo gli 0 cambi a Madrid su 3-0, i cambi strampalati a Monaco quando vincevamo 2 a 0.Ma poi perchè sto genio del calcio moderno ancora non ha squadra?!Ma vi rendete conto di quanto sia stato fortunato quell'uomo nella sua carriera da allenatore?!Un allenatore che non ha mai preparato una partita, ha vissuto del grasso che gli aveva lasciato un conte illuminato ma prossimo all'esaurimento da superego.

Personalmente preferisco vedere la juve perdere e pareggiare con qualsiasi altro allenatore piuttosto che 12 1-0 di fila senza 1 emozione.

Purtroppo no, Allegri con un discorso di fortuna/sfortuna non centra nulla. Ha preso la squadra di Conte e l'ha migliorata. E' oggettivo, risultati alla mano, dall'eliminazione col Galatasaray alla finale di Berlino.

 

"Non ha mai preparato una partita"

 

In realtà la sua caratteristica principale è proprio quella di prepararle le partite. Chi dice "Giocheremo sempre per attaccare e vincere", de facto, non prepara le partite.

 

Personalmente preferisco la Juve vincere, essendo juventino. Preferire vederla perdere che vincere non fa di te uno juventino.

  • Mi Piace 5

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, caccia78 ha scritto:

il 3 a 0 della Juventus a Torino ha tutto tranne qualcosa di Allegri, in quel contesto contò la determinazione del nostro trascinatore.Di allegri ricordo gli 0 cambi a Madrid su 3-0, i cambi strampalati a Monaco quando vincevamo 2 a 0.Ma poi perchè sto genio del calcio moderno ancora non ha squadra?!Ma vi rendete conto di quanto sia stato fortunato quell'uomo nella sua carriera da allenatore?!Un allenatore che non ha mai preparato una partita, ha vissuto del grasso che gli aveva lasciato un conte illuminato ma prossimo all'esaurimento da superego.

Personalmente preferisco vedere la juve perdere e pareggiare con qualsiasi altro allenatore piuttosto che 12 1-0 di fila senza 1 emozione.

Ma se sei andato a lamentarti subito dopo il 2-0 del barca.

 

 

  • Mi Piace 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, Al Galoppo ha scritto:

Purtroppo no, Allegri con un discorso di fortuna/sfortuna non centra nulla. Ha preso la squadra di Conte e l'ha migliorata. E' oggettivo, risultati alla mano, dall'eliminazione col Galatasaray alla finale di Berlino.

 

"Non ha mai preparato una partita"

 

In realtà la sua caratteristica principale è proprio quella di prepararle le partite. Chi dice "Giocheremo sempre per attaccare e vincere", de facto, non prepara le partite.

 

Personalmente preferisco la Juve vincere, essendo juventino. Preferire vederla perdere che vincere non fa di te uno juventino.

Ma lascia perdere. Gia che si ricorda su 600 partite giusto quelle tre che sono andate male, fa capire..

Ci sta discuterne, ma se si parla in maniera oggettiva, nel bene e nel male. 

Ma già uno che ti dice, prefersco perdere che vedere la juve vincere 1-0  che puoi fare? 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, caccia78 ha scritto:

il 3 a 0 della Juventus a Torino ha tutto tranne qualcosa di Allegri, in quel contesto contò la determinazione del nostro trascinatore.Di allegri ricordo gli 0 cambi a Madrid su 3-0, i cambi strampalati a Monaco quando vincevamo 2 a 0.Ma poi perchè sto genio del calcio moderno ancora non ha squadra?!Ma vi rendete conto di quanto sia stato fortunato quell'uomo nella sua carriera da allenatore?!Un allenatore che non ha mai preparato una partita, ha vissuto del grasso che gli aveva lasciato un conte illuminato ma prossimo all'esaurimento da superego.

Personalmente preferisco vedere la juve perdere e pareggiare con qualsiasi altro allenatore piuttosto che 12 1-0 di fila senza 1 emozione.

Ci vuole più equilibrio, la tua è una posizione estrema quanto quella dei suoi fanboys.

Allegri ha fatto qualcosa di grandioso nei primi anni, restituendo una dimensione europea a questa squadra e facendola crescere ancora di più in Italia.

Poi ha commesso anche degli errori gravi, ma quelli fanno parte del mestiere...anche i più grandi sbagliano.

Fino a Cardiff Allegri era stato l’uomo giusto al posto giusto.

Da allora qualcosa si è rotto ed è iniziato un lento declino, favorito anche da una squadra ormai sazia o bollita in alcuni uomini.

Da quel momento in poi la colpa che si può dare ad Allegri è quella di essersi incapronito su alcuni uomini e su alcuni concetti di (non) gioco...non avendo il coraggio di tentare nulla di nuovo.

Il suo ciclo era concluso, e probabilmente sarebbe stato giusto chiuderlo ancora un anno prima, in modo da iniziare una più tempestiva ricostruzione...e da evitare alcuni errori sciagurati, come i rinnovi ad alcuni suoi fedelissimi, che ormai non avevano più nulla da dare...e che hanno finito solo per paralizzare il nostro mercato in queste due stagioni.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Michael Laudrup ha scritto:

PS il conte illuminato ci ha fatto uscire ai gironi,con la stessa squadra anzi più debole Allegri è arrivato in finale e pure ad un passo dall'alzarla,trova tu le differenze

certo più debole, infatti gli sistemarono 2 reparti dove eravamo carenti acquistando Morata (Grandissimo trascinatore in quella champions) Evra e un ottimo ricambio a centrocampo con Pereyra...

PS L'allegri illuminato ci ha fatto uscire ai quarti con Ronaldo mentre Conte ai quarti ci è arrivato con matri -quagliarella e peluso..trova le differenze.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, ciumbia ha scritto:

certo più debole, infatti gli sistemarono 2 reparti dove eravamo carenti acquistando Morata (Grandissimo trascinatore in quella champions) Evra e un ottimo ricambio a centrocampo con Pereyra...

PS L'allegri illuminato ci ha fatto uscire ai quarti con Ronaldo mentre Conte ai quarti ci è arrivato con matri -quagliarella e peluso..trova le differenze.

 

Si,più debole,lo ribadisco,la BBC aveva un anno in meno,Barzagli nel 2015 era già meno forte di quello mostruoso del 2014,Vidal nel suo ultimo anno era calato e pure non di poco rispetto al 2014 infatti poi fu ceduto. 

Capisco che per le vedove di schettino bruci,ma la realtà è che con 2 squadre su per giu uguali uno è uscito ai gironi tra l'altro contro avversari ridicoli,l'altro è arrivato in finale dando una lezione a klopp,eliminando il real campione in carica (l'unico a riuscirci dato che poi ne vinse 3 di fila) e perdendo solo col barca tra i più forti di sempre con in mezzo un rigore negato su pogba.

Si,ci e arrivato con matri e Quagliarella senza neanche fare un tiro in porta col bayer ma dai siamo seri,che l'anno dopo la squadra l'aveva ed ha fatto una figura di * colossale prima coi turchi e poi,cosa gravissima col benfica in casa,manco in grado di arrivare a giocare una finale in casa di una competizione ridicola come l Europa League.

Disse schettino che ci vorranno molti anni prima che una squadra italiana arriverà in finale,poi senza di lui ci siamo arrivati l'anno dopo ahahahahahahah 

Dai paragonare schettino con Allegri è come sparare sulla croce rossa,è veramente umiliante il confronto.

PS si vede pure coi prescritti che figure fa sto fallito 

  • Mi Piace 5
  • Grazie 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, ciumbia ha scritto:

certo più debole, infatti gli sistemarono 2 reparti dove eravamo carenti acquistando Morata (Grandissimo trascinatore in quella champions) Evra e un ottimo ricambio a centrocampo con Pereyra...

PS L'allegri illuminato ci ha fatto uscire ai quarti con Ronaldo mentre Conte ai quarti ci è arrivato con matri -quagliarella e peluso..trova le differenze.

 

Morata non lo conosceva neanche sua mamma quando arrivó da noi,era un ragazzino appena messo in prima squadra dalla canterà dal real. 

 

 il titolare era llorente, poi dopo si riuscì a prendernd il posto. 

 

Pereyra per farla breve, per quanto mi piacesse, era un po' più di uno  lemina, infatti poi Watford e udinese la dicono lunga. 

Evra cosa aveva 33 anni quando arrivò a per un milione di euro? 

La squadra era praticamente la stessa

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 2/11/2020 Alle 16:04, Titov ha scritto:

La cosa più facile da fare se Pirlo fallisce è dire "era giusto tenere Allegri". Se vuoi essere un top team non puoi avere un allenatore che, complimenti alla sua onestà intellettuale, dichiara che per lui giocare bene non conta nulla, vince chi piglia meno gol e tutto l'armamentario della Coverciano dei parrucconi del calcio all'italiana. Oltre ad ammetterlo Allegri metteva in pratica e bisogna ricordarsi quante partite sono state condotte rinunciando a giocare contro piccole squadre dopo un gol di vantaggio. Le uniche volte che la sua Juve ha giocato da grande è quando lui non ha influito. Al ritorno di partite dove si era perso con vari gol di scarto come il passaggio contro l'Atletico. Anche nell'eliminazione con il Real Madrid, la Juve pareggiò la qualificazione grazie all'assenza della mentalità di Allegri, si doveva solo vincere tanto a poco. Andando sul 3 a 0  quando qualsiasi altro top team avrebbe finito di ammazzare l'avversario, Allegri è rivenuto fuori con la sua gestione di amministrare e puntare a supplementari e rigori, al Real Madrid non parse vero di essere graziato e dopo qualche minuto sotto shock resuscitò e si prese il passaggio alla semifinale. Quella champions dopo quell'impresa l'avremmo vinta. 

Tu sei l'esempio preciso che riassume tutti gli espertoni e sapientini... ovviamente capre. Anzi pagliacci, degni elementi di quel circo che con Max abbiamo cercato di evitare.

1) disonestà intellettuale anzi proprio autentiche balle: Allegri mai ha detto che "giocare bene non conta nulla". Allegri ha detto che non esiste il "giocare bene". Esiste il giocare a calcio. Come giochi è irrilevante se porti risultati.

Mai ha detto che "vince chi piglia meno gol". Ha detto sempre che la fase difensiva è fondamentale e propedeutica alla fase offensiva, quindi deve essere fatta in modo perfetto, e poi ha aggiunto spesso la constatazione che in Italia vince la squadra che prende meno gol. Eccecc

2) mancanza totale di comprensione delle idee tecnico-tattiche: la Juventus di Allegri mai ha rinunciato a giocare! Semplicemente le rose che Allegri ha gestito erano sempre di età media elevata, con giocatori spesso in condizione precaria. Era questa la ragione principale che ci portava a giocare mezze partite soprattutto contro squadre piccole per conservare energie psicofisiche necessarie a competere sui tre fronti. Le partite poi non andavano sempre nello stesso modo: c'erano partite in cui si faceva possesso e basta, con gli avversari arroccati in undici in attesa, e c'erano partite in cui si difendeva hai togliendo il contropiede a squadre che non sanno fare altro. E si gestiva la fase di non possesso (altro concetto sconosciuto a voi pagliacci). Le partite erano studiate e gestite, a seconda dell'avversario, segno di intelligenza anzi di capacità, visto poi lo schifo cui abbiamo dovuto assistere lo scorso anno.

3) ignoranza complessiva di quelle che sono le fasi della partita: quando abbiamo avuto gli uomini in grado di supportare gli stessi ritmi di gioco a lungo, le Juventus di Allegri mai hanno evitato di condurre la partita. Ma a parte la prima Juventus di Allegri, le altre non sono mai state fisicamente in grado di farlo, quindi andava divisa la partita in fasi in cui si passava dalla gestione attiva della palla (con annessa pressione per recuperarla in fretta) alla gestione passiva, dove veniva lasciata l'iniziativa all'avversario cercando di sterilizzare le trame offensive ma senza farsi portare a spasso. Ecco perché la squadra mostrava sempre la sua solidità ma era deficitaria nella costanza della gestione attiva. Una coperta corta che pagava, avendo noi nella difesa la maggiore concentrazione di fuoriclasse.

4) incapacità di interpretazione accurata dei fatti: le partite che la Juventus ha perso male sono state due: quella di Cardiff nella quale il Real ha cambiato marcia nei suoi elementi migliori mostrando un evidente gap tecnico e fisico, e quella contro l'Ajax. 

La costante di entrambe queste partite è stata la presenza, anzi l'insufficiente presenza di tal Paulo Dybala, il vero elemento sopravvalutato della nostra rosa. L'uomo che avrebbe dovuto fare la differenza, in entrambe le partite è semplicemente scomparso. Questo perché l'allenatore ti mette in campo, ti sistema per non farti perdere, ma poi sono i giocatori che vincono la partita, vincendo duelli individuali, uno dopo l'altro fino a portare a casa il risultato.

Le semifinali perse, a Monaco in casa del Bayern e a Madrid sono state imprese sfumate per un dettaglio: Evra che vuole uscire palla al piede, il pigro Alex Sandro che tiene in gioco Ronaldo sul filtrante di Modric.

In generale contiamo 6 partite sbagliate in 5 anni.. 

Il modo immondo in cui sono state costruite le rose nei 5 anni di gestione Allegri e il modo immondo con cui ha giocato il presunto "fuoriclasse argentino", l'uomo che ci fa vincere solo quando finalmente se ne va in panca, a me bastano per limitare le colpe di un allenatore che avrebbe davvero potuto fare i miracoli, ma mai è stato aiutato... Ed anzi alla fine è stato allontanato con la motivazione del tutto strumentale di non aver fatto di più.

 

Per quanto mi riguarda sposo in toto la filosofia strategica e tattica:

* Se volete divertirvi andare al circo

* Non serve il possesso palla per controllare una partita

* La squadra ha bisogno di essere sostituita in 6 elementi, 3 dei quali sono a metà campo.

 

  • Mi Piace 6
  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma fatemi capire Sarri è un perdente rispetto ad allegri nonostante abbia vinto lo scudetto al primo tentativo  con una squadra dimensata senza Madzukic, spinazzola, cancello, chiellini demiral con i peggior pjanic khedira Sandro iguaihn 

e con i nuovi innesti che si sono visti solo verso fino anno.. 

Precedentemente vinceva l'Europa League non proprio con il miglior Chelsea, e con il Napoli squadra nettemente inferiore all'epoca a quella nostra ha tenuto testa fino alla fine proprio grazie al gioco espresso 

Mentre allegri per molti di voi sarebbe un vincende nonostante le lezioni di calcio che gli si sono stati inflitti da Barcellona, Bayern, Madrid, e da adolescenti sconosciuti come l'Ajax  facendo sembrare un 5 volte pallone d'oro insieme al resto della squadra dei dilettanti allo sbaraglio 

 

Ma poi per non parlare delle innumerevoli partite inguardabili che mi sono dovuto subire durante la sua legislatura dove a fine gara si registrava spesso uno due tiri in porta complessivamente , e ripeto tutto questo con una squadra che a quei tempi oggettivamente era cmq superiore a quella di sarri e quella attuale 

E oggi ce la menate addirittura  a  fare gia il confronto con pirlo che ha iniziato da appena un mese cioè come se fosse già fine ciclo e si tirano le somme? 😂😂😂😂

 

Mincchia certo che la coerenza qui dentro regna sovrana  

 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Michael Laudrup ha scritto:

Quello che dici è la perfetta antitesi di ciò che è lo spirito Juventino.

Vincere non è importante è l'unica cosa che conta...lo diceva un certo Giampiero Boniperti.

PS il conte illuminato ci ha fatto uscire ai gironi,con la stessa squadra anzi più debole Allegri è arrivato in finale e pure ad un passo dall'alzarla,trova tu le differenze 

Beh dai, però ci pensi non passare i gironi, non vincere scudetti e quindi perdere anche un sacco di soldi e di importanza a tutti i livelli però vedere la squadra che finalmente arriva in area avversaria con 35 passaggi di prima......@@

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Michael Laudrup ha scritto:

Quello che dici è la perfetta antitesi di ciò che è lo spirito Juventino.

Vincere non è importante è l'unica cosa che conta...lo diceva un certo Giampiero Boniperti.

PS il conte illuminato ci ha fatto uscire ai gironi,con la stessa squadra anzi più debole Allegri è arrivato in finale e pure ad un passo dall'alzarla,trova tu le differenze 

non ci sono differenze o per lo meno non te le dira mai
non le vede
apprezzo molto piu l'onesta di chi dice allegri mi sta sul cactus
e non pagine di scritto che non dicono nulla
anzi denigrano il lavoro fatto da un uomo e allenatore che ha sempre saputo e dovuto reinventarsi, nonostante la squadra ogni anno la si indeboliva ...
strano che sul mostro sacro del calcio champagne non si dica nulla
nonostante valanghe di melma buttate sui calciatori ed ambiente
misteri del calcio

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sfugge totalmente il senso di questa discussione. Salvo che sia una chiamata alle armi dei nostalgici allegriani, che se la cantano e se la suonano al grido di "ah quando c'era lui", perché non hanno mai superato il trauma del cambio di allenatore ... Perché è totalmente perfettamente assolutamente inutile a 18 mesi dall'esonero di allegri, con uno scudetto vinto in mezzo e con un nuovo allenatore, stare qui a ricordare berlino o cardiff... Max ha avuto grandi meriti i primi 3 anni, poi dopo cardiff andava cambiato perché è inaccettabile perdere una finale in quel modo.. La dirigenza non se l'è sentita e si è andati avanti altri due anni per inerzia... Però ripeto al di là dei meriti o demeriti, è una discussione inutile perché allegri è il passato e il presente si chiama pirlo.. Se poi allegri dovesse tornare in panca alla Juve ne riparleremo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo con chi ritiene questa discussione assolutamente stucchevole, utile solo per l’autoerotismo degli allegriani, che non spariranno fino a quando il loro vate non avrà finalmente trovato una squadra e dimostrato il suo immenso valore di genio e stratega del calcio... magari andando pure lui all’imperd!!!!

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Klopp, allenatore che tutti vorremmo,  ha vinto dopo 4 anni al Liverpool, la verità è che siamo troppo per il tutto e subito, Roma non si è costruita in un giorno.

Vedi Pippo Inzaghi o Gattuso, cacciati dal Milan, alla fine non erano così brocchi come fatti apparire.

Comunque volendo per forza cambiare allenatore un grandissimo professionista sul quale farei un azzardo è Roberto De Zerbi, lo seguo dai tempi del Foggia e davvero mi ha impressionato.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.