Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Deborah J

LaStampa: "SuperLega, prosegue la battaglia per il futuro del calcio. Agnelli attacca l’Uefa: “Non colpo di stato ma grido d’allarme”. Il presidente respinge le minacce di Ceferin"

Recommended Posts

Per come è stata presentata la superlega non mi convince.

 

Di sicuro hanno ragione le società top a pretendere maggiori poteri politici ed entrate economiche visto che sono quelle che determinano il valore del sistema calcio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
58 minuti fa, pablito77! ha scritto:

Sono sempre stato pro SuperLega e condivido le parole del Presidente, ma che tristezza sentire sempre e solo parlare di soldi e introiti e stakeholders e blablabla… non avverto passione. 

 

 


Sono e sarò sempre favorevole ad un vero campionato di club dove si affronterebbero le migliori squadre, ma ancora non ho sentito Agnelli parlare in maniera seria di coinvolgimento dei tifosi, che sono il vero motore del calcio.

La super proprietà che investe, a me e a migliaia di altri abbonati deve ancora i soldi dell’abbonamento di due anni fa, per esempio…non ho sentito mai nessuna parola da parte del presidente…

Continuano a parlare di sistema al collasso economico, quando sono loro tra gli artefici di averlo portato a questo punto.

La Superlega andrebbe fatta per la spettacolarità sportiva, per vedere le migliori squadre con i migliori giocatori affrontarsi, nascere dallo sport.

Invece è un “grido” perché han fatto buchi enormi, han pompato a dismisura i costi, han spennato i tifosi il più possibile e ora vogliono trovare il modo di avere sempre più soldi.

Ma in questi termini è tutto sbagliato e meriterà di fallire così come merita di fallire l’attuale modello.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

È stato un grandissimo. Orgoglioso del presidente e al suo fianco (per quanto possa contribuire) nella battaglia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, pablito77! ha scritto:

Sono sempre stato pro SuperLega e condivido le parole del Presidente, ma che tristezza sentire sempre e solo parlare di soldi e introiti e stakeholders e blablabla… non avverto passione. 

 

 

Come purtroppo ha spiegato Agnelli questa è una battaglia per la sopravvivenza.

Se il calcio vuole può sopravvivere da solo, può creare il triplo di introiti di NFL o NBA nel mondo. Ma deve abbandonare il falso egualitarismo odierno e cercare partite gi maggiore qualità e magari anche minore quantità.

Altrimenti il modello sarà che chi ha un magnate ricco alle spalle almeno per un po'fa la bella vita calcistica mentre gli altri boccheggiano, mentre il sistema produce meno di un terzo dei possibili proventi.

Aggiustiamo il sistema e di tornerà a parlare di calcio e non solo di introiti.

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
42 minuti fa, The Tasmanian Devil ha scritto:


Sono e sarò sempre favorevole ad un vero campionato di club dove si affronterebbero le migliori squadre, ma ancora non ho sentito Agnelli parlare in maniera seria di coinvolgimento dei tifosi, che sono il vero motore del calcio.

La super proprietà che investe, a me e a migliaia di altri abbonati deve ancora i soldi dell’abbonamento di due anni fa, per esempio…non ho sentito mai nessuna parola da parte del presidente…

Continuano a parlare di sistema al collasso economico, quando sono loro tra gli artefici di averlo portato a questo punto.

La Superlega andrebbe fatta per la spettacolarità sportiva, per vedere le migliori squadre con i migliori giocatori affrontarsi, nascere dallo sport.

Invece è un “grido” perché han fatto buchi enormi, han pompato a dismisura i costi, han spennato i tifosi il più possibile e ora vogliono trovare il modo di avere sempre più soldi.

Ma in questi termini è tutto sbagliato e meriterà di fallire così come merita di fallire l’attuale modello.

Mi spiace ma per me hai capito poco.

Agnelli e co. vogliono creare un sistema che sta in piedi da solo... altrimenti ne avremo uno in cui gli sceicchi e i magnati imperano e gli altri affogano in quanto è impossibile stargli dietro. Tutti elogiano il Bayern che però si è creato un brll'orticello che ormai guarderanno solo i tedeschi (ma è gente che cena alle 18:30 mica gente normale...). È questo che vogliamo? Tanti noiosissimi orticelli privati ed una coppa lasciata al caso?

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, garrison ha scritto:

Come purtroppo ha spiegato Agnelli questa è una battaglia per la sopravvivenza.

Se il calcio vuole può sopravvivere da solo, può creare il triplo di introiti di NFL o NBA nel mondo. Ma deve abbandonare il falso egualitarismo odierno e cercare partite gi maggiore qualità e magari anche minore quantità.

Altrimenti il modello sarà che chi ha un magnate ricco alle spalle almeno per un po'fa la bella vita calcistica mentre gli altri boccheggiano, mentre il sistema produce meno di un terzo dei possibili proventi.

Aggiustiamo il sistema e di tornerà a parlare di calcio e non solo di introiti.

Chiaro. Io sono un fervente sostenitore della SL, ma da anni.

 Dicevo solo che tutto questo parlare di soldi mi ha un po’ ammorbato. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

sa benissimo di non rischiare granchè, con la squalifica. Vedi precedente molto recente del City, squalificato per due anni > tas > blocco> multa. Quindi... più che altro non so che sbocchi possa avere questa cosa. Se le inglesi confermeranno il ritiro anche eventualmente andando in causa per le penali con la SL, va pensato un torneo come? Mah.

Trattare mi pare l'unica via sensata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Deborah J ha scritto:

«L’accordo dei fondatori era condizionato al preventivo riconoscimento dell’Uefa - ricorda il presidente bianconero - e si è cercata l’interlocuzione.

Passaggio fondamentale che andava spiegato e comunicato molto meglio.

 

Chi è contrario alla SL perché la ritiene incompatibile con i campionati nazionali e poco meritocratica ne avrebbe avuto comunque una percezione diversa.

 

Fin dall inizio il grande limite della SL è stata la pessima comunicazione.

L Agnelli poco lucido degli ultimi 3 anni non mi pare ne sia consapevole.

 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, garrison ha scritto:

È questo che vogliamo?

può essere che succeda. Ovvero che ci sia molta più divisione che unione. D'altronde è Europa, ci sono grandissime differenze da un paese a un altro, non può stupire che anche nel calcio sia difficile trovare una sintesi. Soprattutto dopo un macello così, ad esempio, è probabile che il sistema inglese (e quindi la Premier) decida di puntare forte sul fronte interno, annusando anche una debolezza nei fatti di quello europeo.

Tu citi i tedeschi, ma secondo te è verosimile che i tedeschi facciano società con spagnoli e italiani, viste le differenze giganti che esistono nel modo di intendere la gestione di una società di calcio? I debiti ecc...? Infatti, nemmeno entrati. Situazione simile per i francesi. E però cosa fai? Il torneo più importante d'Europa senza le Inglesi, senza tedeschi, senza francesi, senza olandesi ? 

Per me l'idea è da rivedere da capo e forse anche i rapporti di forza all'interno, a prescindere dalle cause in corso. Perchè qualcosa non è filato liscio anche tra gli alleati ed è troppo semplice ridurre tutto al "ci hanno minacciato".

 

5 minuti fa, actarus7 ha scritto:

Passaggio fondamentale che andava spiegato e comunicato molto meglio.

verissimo ed è sorprendente che non sia stato detto subito, magari anche scritto nel comunicato comparso sui siti delle squadre quella sera.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, The Tasmanian Devil ha scritto:

La super proprietà che investe, a me e a migliaia di altri abbonati deve ancora i soldi dell’abbonamento di due anni fa, per esempio…non ho sentito mai nessuna parola da parte del presidente

In realtà li hai sotto forma di voucher, che vale al momento fino al 2022...

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Pennywise the Clown ha scritto:

Preparati che il calcio sta per diventare solo business e non più uno sport.

È questo il futuro.

in effetti lo e' gia' un business

cmq non riesco a capire cosa significhi"non e' piu' uno sport

non si allenano piu'?giocano da fermi?viene giocato virtualmente da casa?

i tifosi non vanno allo stadio(pandemia permettendo)?

diciamo che il mondo del calcio e' cambiato ,ma tutto e' cambiato non solo il calcio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ceferin ha detto che Agnelli lo ha tradito? Forse Ceferin avrebbe fatto meglio a guardarsi attorno, credo che i traditori sano altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il calcio cosi' come e' oggi non regge, ha miliardi di debiti, l'unica via e' tornare indietro, in primis sullo stipendio dei calciatori.

E invece sempre a cercare robe artificiali per aumentare introiti che non esistono.

Mi viene da ridere sentir parlare di libera concorrenza, quando poi se davvero nel calcio stessimo sul mercato, meta' societa' sarebbero fallite.

Capisco le tre grazie che sono incasinate e non sanno come venir fuori dalla crisi debitoria, ma dovrebbero accettare il ridimensionamento

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Il Demone ha scritto:

Ceferin ha detto che Agnelli lo ha tradito?

penso che qui si vada oltre il calcio e il lavoro che fanno. Se si va sul personale, impossibile giudicare.

1 minuto fa, Doctor Who ha scritto:

ma dovrebbero accettare il ridimensionamento

in particolare le spagnole, che erano abituate a vacche molto grasse. Ma lo faranno perchè sarà nei fatti. E' difficile scappare. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, OrgoglioBlack&White ha scritto:

L’idea di riformare non solo è corretta ma necessaria.

si può discutere sulla forma, sicuramente rivedibile, ma qualcosa va fatto.

Purtroppo avere come interlocutore uno che se ne sbatte di qualsiasi proposta e come unico argomento ha la minaccia e l’intimidazione non aiuta affatto a superare il problema.

si si dicevo solo che la coerenza non è necessariamente una buona cosa in se tutto qua

poi anche io condivido l'idea superlega 

alla fine verrà fuori che agnelli o sarà stato una vittoria o una waterloo

tertium non datar

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, The Tasmanian Devil ha scritto:


Sono e sarò sempre favorevole ad un vero campionato di club dove si affronterebbero le migliori squadre, ma ancora non ho sentito Agnelli parlare in maniera seria di coinvolgimento dei tifosi, che sono il vero motore del calcio.

La super proprietà che investe, a me e a migliaia di altri abbonati deve ancora i soldi dell’abbonamento di due anni fa, per esempio…non ho sentito mai nessuna parola da parte del presidente…

Continuano a parlare di sistema al collasso economico, quando sono loro tra gli artefici di averlo portato a questo punto.

La Superlega andrebbe fatta per la spettacolarità sportiva, per vedere le migliori squadre con i migliori giocatori affrontarsi, nascere dallo sport.

Invece è un “grido” perché han fatto buchi enormi, han pompato a dismisura i costi, han spennato i tifosi il più possibile e ora vogliono trovare il modo di avere sempre più soldi.

Ma in questi termini è tutto sbagliato e meriterà di fallire così come merita di fallire l’attuale modello.

Assolutamente vero, la situazione che si è andata a creare è il risultato anche e soprattutto di scelte scellerate da parte di questi club.

Share this post


Link to post
Share on other sites
26 minuti fa, actarus7 ha scritto:

Passaggio fondamentale che andava spiegato e comunicato molto meglio.

 

Chi è contrario alla SL perché la ritiene incompatibile con i campionati nazionali e poco meritocratica ne avrebbe avuto comunque una percezione diversa.

 

Fin dall inizio il grande limite della SL è stata la pessima comunicazione.

L Agnelli poco lucido degli ultimi 3 anni non mi pare ne sia consapevole.

 

 

Era scritto sin dal primo comunicato, bastava leggerlo senza saltare alla gola invocando il calcio dei bambini.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uefa è nato come organismo organizzatore, poi si è trasformato in altro detenendo il monopolio delle competizioni europee. Il suo capo eletto e ripeto eletto dai rappresentanti dei club e dai rappresentanti delle federazioni calcistiche, come prima mission dovrebbe ascoltare chiunque fa parte del mondo del calcio, apostrofare tre società centenarie nate molti anni prima della stessa UEFa con termini "quelle lì" è una grossa mancanza di rispetto non solo per i tre club interessati ma per tutti gli altri. Metodi mafiosi, arroganti, minacce e insulti non sono consoni ad un organismo che difende la parità tra gli individui, si batte contro il razzismo. Gli altri club dovrebbero chiedere la testa di chi sta a capo della UEFA. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

AA uomo tutto d'un pezzo.

 

 

Orgoglioso che sia il mio Presidente

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, Dada Life ha scritto:

Continuano a parlare di sistema al collasso economico, quando sono loro tra gli artefici di averlo portato a questo punto.

questa è una cosa di cui si parla troppo poco. Sembra che tutti noi tifosi negli anni abbiamo visto le partite in tv o allo stadio a sbafo. Invece sono girati fiumi di denaro. Penso che qui in tanti possiamo farci due conti e vedere quanto spendiamo in un anno per il calcio. Spesso le cifre sono molto alte. Un anno di diritti tv serie A vale comunque un miliardo. Io sono abbonato e ho visto solo aumenti continui. Invece non c'è mai autocritica, mai dire, forse abbiamo sbagliato o stiamo sbagliando qualcosa. I dirigenti del bayern, ad esempio , che in SL non è entrato, sostengono che comunque gli introiti della competizione non sarebbero stati sufficienti a mantenere il sistema attuale. Ad un certo punto bisogna anche che i soldi te li fai bastare, basta parlare chiaro.

Si fanno tanti paragoni con le leghe Americane, c'è già una cosa in cui il sistema calcio è simile alle leghe americane: sono i prezzi per i tifosi. 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
26 minuti fa, 77luca ha scritto:

Trattare mi pare l'unica via sensata.

Mi pare che AA abbia proposto un possibile compromesso, parlando di quella proposta ideata in comune accordo tra UEFA e ECA che avrebbe avuto l'accordo di tutti i club. Personalmente, non so di cosa si tratti, quindi non saprei dire se possa essere una soluzione valida o meno.

Ad ogni modo, dopo il dietrofront delle inglesi, aspettiamoci una battaglia legale che potrebbe rivelarsi non semplice. 

Mi ha colpito una frase utilizzata da Paratici, quando ha parlato di Real e Juve, indicandoli come "non solo club ma vere e proprie istituzioni".

Sono dell'idea che, per prepararsi a questa battaglia, sia stato chiamato apposta un generale di lungo corso, Arrivabene.

Allo stesso tempo, Paratici ha dovuto lasciare per via del caso Suarez. E' fuffa, ma è la classica fuffa che sparge schizzi di * che la Juve non si potrà permettere, se la situazione dovesse precipitare. Meglio trovarsi nella situazione in cui si possa dire "stiamo parlando di un giocatore che non è mai stato ingaggiato, da parte di un dirigente che non lavora più con noi." 

Il "povero" Paratici è stato sacrificato per questo. Non mi stupirei di rivederlo rientrare alla base, una volta finita questa tempesta che qui dentro si tende a minimizzare, ma che non sarà affatto semplice risolvere.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, garrison ha scritto:

Mi spiace ma per me hai capito poco.

Agnelli e co. vogliono creare un sistema che sta in piedi da solo... altrimenti ne avremo uno in cui gli sceicchi e i magnati imperano e gli altri affogano in quanto è impossibile stargli dietro. Tutti elogiano il Bayern che però si è creato un brll'orticello che ormai guarderanno solo i tedeschi (ma è gente che cena alle 18:30 mica gente normale...). È questo che vogliamo? Tanti noiosissimi orticelli privati ed una coppa lasciata al caso?

Scusa, ma cosa vuole fare Agnelli mi è chiaro.

Anzi chiarissimo.

È il pulpito (il suo) o quello dei Perez che è sbagliato: a loro di creare un sistema che sta in piedi da solo, frega il giusto.

Han fatto il passo più lungo della gamba e ora tentano di salvarsi la pellaccia.

Ma secondo te perché nel progetto Superlega non han coinvolto nessun giocatore, nessun allenatore? Perché non han parlato coi tifosi?

Salvo poi vedere per esempio le reazioni inglesi (che erano scontate) e far la figura dei dilettanti?

 

A me poi fa sorridere che quando gli sceicchi erano i “nostri” Berlusconi, Moratti, Cragnotti, Tanzi, Cecchi Gori, Sensi e ovviamente Agnelli le squadre italiane dominavano ovunque.

Beh, era normale, il capitano dell’Inghilterra giocava nel Bari, un’udinese prima ancora poteva permettersi uno Zico, una squadra media come la Fiorentina poteva permettersi un 11 titolare con campioni assoluti (un Batistuta se lo segnava mezzo mondo).

 

Con i soldi delle tv mentre altrove si investiva in infrastrutture e si pensava a formare leghe più forti, ad attirare investitori stranieri, qua si spendevano 100 miliardi per comprare i Mendieta (o 30/40 per gli Zenoni e i Blasi ).

 

Il mondo è cambiato, oligarchi Russi, fondi americani, gruppi economici asiatici sono entrati nel calcio e per ultimi gli sceicchi che han trovato terreno fertile in premier e a Parigi.

 

Per me son tutte balle che non si può stare dietro agli sceicchi, soprattutto nel calcio che tra gli sport è l’unico dove, soprattutto nelle coppe ad eliminazione diretta, puoi sovvertire il pronostico.

E non mi risulta che nonostante due miliardi spesi a testa, City e Psg negli ultimi 10 anni, siano diventati i dominatori del calcio mondiale.

Ottime squadre, senza dubbio ma battibili.

Se poi domani uno sceicco venisse con 100 milioni a comprarci un Dybala o un Chiesa, sta a noi far fruttare quei soldi per trovare di meglio.

 

Io sono a favore della Superlega, dove i migliori giocano contro i migliori, ma senza coinvolgimento dei giocatori e dei tifosi, il progetto è già fallito prima di iniziare.

Cosi senza inglesi, francesi e tedesche, non ha alcun senso.

 

Un sistema che sta in piedi da solo è un sistema dove per esempio le porcherie che fanno con le plusvalenze non dovrebbero esistere, ma dubito vedrà mai la luce.

 

  • Mi Piace 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

se confermata la notizia che i club inglesi hanno mandato una lettera a florentino perez per capire se sciogliere o no la super lega significa solo una cosa....nessun club e' uscito dalla super lega come sostiene l'uefa e per di piu' le penali per chi esce ci sono veramente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.