Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Pep BlackWhite

Allegri è l'uomo giusto per un progetto basato sulla crescita dei giovani?

Allegri è l'uomo giusto per un progetto basato sulla crescita dei giovani?  

  1. 1. Non so voi ma io non ricordo che Allegri sia maestro nella crescita di un giovane, se non dal punto di vista umano e caratteriale. A parer mio invece sarebbe stato meglio un profilo alla Sarri (o qualcuno che trasmetta un'idea di calcio e che faccia crescere il tutto a livello qualitativo - tecnico - tattico). Cosa ne pensate voi?

    • Si, Allegri l'aziendalista è l'uomo giusto per la crescita di un gruppo giovane
      192
    • No, serviva un profilo più da campo per far emergere le capacità tecniche e rendere al max un gruppo di calciatori relativamente giovani
      356


Recommended Posts

3 ore fa, Cipio ha scritto:

Sono andato un po' a guardare. Era il Siviglia, fase a gironi, l'ha fatto esordire a 16-17 anni per dieci minuti di partita, ok, e poi a 18-19 l'ha tenuto in panchina finché obbligato e con un campionato già chiuso a dicembre (poi quando si è rivelato esplosivo era un crimine non inserirlo come fece). Anche qui, se guardi altrove noterai un mondo diverso e realtà che ti hanno già di molto preceduto. Date dei zuccherini e pensate di avere industrie dolciarie.

Sei andato a controllare, perché come ho detto prima, non sai di cosa parli e spari a caso. 

Informati e poi parla, che poi fai brutte figure. 

 

Lo ha fatto esordire lui In serie a e champion a 17 anni? (già solo per questo, dovresti fare mea culpa) 

 

È come ti ho detto io? 

 

Si

Chiedi di argomentare, senza manco sapere la storia recente 

 

Il bello del tuo ragionamento assurdo, e che lo fa esordire ma non ne ha merito, ma poi lo fa giocare perché obbligato. 

 

Ma non ti annoi a spararle così grosse? 

 

Comunque, giusto per rincara la dose, secondo anno dopo il prestito a verona

 

661 minuti  e 7 gol

 

Il fratello 

 

 "Penso che i bianconeri non avrebbero mai voluto lasciarlo partire. Credo sia stata una scelta del tecnico che era appena arrivato. Con Allegri, Moise non sarebbe mai stato ceduto".

 

Ora aspetto con ansia il tuo prossimo argomento,mi fai divertire

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
43 minuti fa, jolly88 ha scritto:

Sei andato a controllare, perché come ho detto prima, non sai di cosa parli e spari a caso. 

Informati e poi parla, che poi fai brutte figure. 

 

Lo ha fatto esordire lui In serie a e champion a 17 anni? (già solo per questo, dovresti fare mea culpa) 

 

È come ti ho detto io? 

 

Si

Chiedi di argomentare, senza manco sapere la storia recente 

 

Il bello del tuo ragionamento assurdo, e che lo fa esordire ma non ne ha merito, ma poi lo fa giocare perché obbligato. 

 

Ma non ti annoi a spararle così grosse? 

 

Comunque, giusto per rincara la dose, secondo anno dopo il prestito a verona

 

661 minuti  e 7 gol

 

Il fratello 

 

 "Penso che i bianconeri non avrebbero mai voluto lasciarlo partire. Credo sia stata una scelta del tecnico che era appena arrivato. Con Allegri, Moise non sarebbe mai stato ceduto".

 

Ora aspetto con ansia il tuo prossimo argomento,mi fai divertire

Veramente le risposte ti sono già passate sotto il naso ma neanche te ne accorgi. Rileggi i post precedenti e riquotami quando hai qualcosa di nuovo da dire.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Cipio ha scritto:

Veramente le risposte ti sono già passate sotto il naso ma neanche te ne accorgi. Rileggi i post precedenti e riquotami quando hai qualcosa di nuovo da dire.

Le risposte, sono quelle che ti ho dato io e che sei dovuto andarti a cercare, che mi hai riscritto e mi hai riconfermato senza manco accorgertene , perché sei ignorante in materia. 

 

Ripeto, chiedi di argomentare agli altri,senza sapere di cosa stai parlando. 

 

Quando hai argomenti validi  io sono qui, ste risposte che dai, senza entrare nel merito, fanno capire che sono finiti. 

 

Ma non ne avevo dubbi. 

 

La prossima volta, prima di sparare vai a documentarti. 

Fai prima a dire, non mi ricordavo, o mi sono sbagliato, non è mai morto nessuno. 

 

Poi mi dici, quante big e allenatori, hanno le palle di far esordire un ragazzo di 17 anni dalla primavera in serie a e champions, ok?

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, Spietzle ha scritto:

Kean è facile da argomentare .. veniva da 3-4 gol stagionali col Verona ed è arrivato a doppia cifra se non sbaglio con Allegri.

Dybala con Allegri alla Juve ha fatto molto meglio rispetto al Palermo, o no? A parte la prima di campionato, con Allegri Coman ha giocato partite pesanti di CL... Veniva dal campionato primavera francese.

Questi sono argomenti, i tuoi quali sono?

Per la cronaca Kean è passato da 4 gol col Verona a 6 con la Juve, nessun passaggio in doppia cifra. Volendo si potrebbe aggiungere che è molto più facile segnare con la Juve che con una squadra retrocessa e che era talmente giovane che un anno in più fa la differenza. 

Coman quali sarebbero le partite pesanti di Champions che ha giocato? 5 minuti di finale a Berlino? Giocare vuol dire essere titolare o fare almeno un tempo, se no vale tutto e causio ha giocato la finale del bernabeu.. Ok mi dirai ha debuttato col chievo.. Te credo era l'unico disponibile 

Dybala è arrivato dopo essere stato pagato 40 milioni e con le stimmate del potenziale fuoriclasse, non stiamo parlando di un ragazzo della primavera, ci mancava altro che non giocasse

Allora conte che ha messo Pogba titolare merita una statua, o no? 

Sia chiaro ritengo allegri un bravo allenatore, congeniale al dna Juve, ma non è particolarmente rinomato per lanciare giovani.. Come è giusto che sia eh perché la Juve non è l'Atalanta e avendo l'obiettivo di vincere non può permettersi di lanciare molti giovani. 

L'unico che lo ha fatto era trap ma era un altro calcio.. Impossibile fare paragoni

Share this post


Link to post
Share on other sites

La risposta è ovviamente no.

Chi dice il contrario ha dormito in questi anni, fa finta di non vedere o a prescindere deve andare contro a chiunque nomini Sarri o qualche allenatore del passato tipo il leccese. 
Tirai fuori la questione qualche tempo fa anche io…è un dato di fatto che sotto Allegri nessun giovane sia esploso ad alti livelli. Anzi, spesso e volentieri allontanati per fare plusvalenze o perchè non trovavano spazio nel modulo che veniva impiegato di anno in anno. 

Anche quando era al Milan (a meno che non erano fenomeni assoluti o diamanti grezzi tipo Pato…). 

Allegri fa rendere la squadra come collettivo, si affida molto al singolo in fase offensiva perché lo vede come un risolutore di partite. Stop.
Al contrario si aspetta molto dal singolo, può dargli consigli, ma nella sua filosofia non si mette a stravolgere un giocare bensì lo lascia fare (vedi Dybala che da quando è arrivato è lo stesso giocatore, 0 crescita; vedremo ora con Chiesa…). 

 

La storia del puntare sui giovani alla Juventus è solo una puttanata da vendere ai tifosi. La realtà è che per qualche anno avremo i rubinetti chiusi.

 

Fra 2 anni quando le cose si saranno assestate (oltre a vendere qualche altro pezzo da 90 tipo l’olandese…) allora ricomincerà la solita gestione “Made in Fiat” che abbiamo visto fino allo strappo alla regola Ronaldo. 
 

 

  • Mi Piace 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 hours ago, Luxor said:

La risposta è ovviamente no.

Chi dice il contrario ha dormito in questi anni, fa finta di non vedere o a prescindere deve andare contro a chiunque nomini Sarri o qualche allenatore del passato tipo il leccese. 
Tirai fuori la questione qualche tempo fa anche io…è un dato di fatto che sotto Allegri nessun giovane sia esploso ad alti livelli. Anzi, spesso e volentieri allontanati per fare plusvalenze o perchè non trovavano spazio nel modulo che veniva impiegato di anno in anno. 

Anche quando era al Milan (a meno che non erano fenomeni assoluti o diamanti grezzi tipo Pato…). 

Allegri fa rendere la squadra come collettivo, si affida molto al singolo in fase offensiva perché lo vede come un risolutore di partite. Stop.
Al contrario si aspetta molto dal singolo, può dargli consigli, ma nella sua filosofia non si mette a stravolgere un giocare bensì lo lascia fare (vedi Dybala che da quando è arrivato è lo stesso giocatore, 0 crescita; vedremo ora con Chiesa…). 

 

La storia del puntare sui giovani alla Juventus è solo una puttanata da vendere ai tifosi. La realtà è che per qualche anno avremo i rubinetti chiusi.

 

Fra 2 anni quando le cose si saranno assestate (oltre a vendere qualche altro pezzo da 90 tipo l’olandese…) allora ricomincerà la solita gestione “Made in Fiat” che abbiamo visto fino allo strappo alla regola Ronaldo. 
 

 

come stravolgere i fatti.

persino Pereyra sembrava un fenomeno, fu titolare a 24 anni e ci portò avanti pure in CL.

rido. non vi passerà più.

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, primavera ha scritto:

Quanti " no Max " ...ci sono però.....non pensavo così tanti...

Il problema del tifoso è che vuole tutto e subito...siamo solo alla terza giornata e già si stroncano giocatori e allenatore...Allegri ha sicuramente bisogno di un pò di tempo per assestare la squadra al meglio e per provare ad inserire i giovani...speriamo solo che questo tempo sia breve, perché alla Juve non ce n'è mai tanto...

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, Luxor ha scritto:

La risposta è ovviamente no.

Chi dice il contrario ha dormito in questi anni, fa finta di non vedere o a prescindere deve andare contro a chiunque nomini Sarri o qualche allenatore del passato tipo il leccese. 
Tirai fuori la questione qualche tempo fa anche io…è un dato di fatto che sotto Allegri nessun giovane sia esploso ad alti livelli. Anzi, spesso e volentieri allontanati per fare plusvalenze o perchè non trovavano spazio nel modulo che veniva impiegato di anno in anno. 

Anche quando era al Milan (a meno che non erano fenomeni assoluti o diamanti grezzi tipo Pato…). 

Allegri fa rendere la squadra come collettivo, si affida molto al singolo in fase offensiva perché lo vede come un risolutore di partite. Stop.
Al contrario si aspetta molto dal singolo, può dargli consigli, ma nella sua filosofia non si mette a stravolgere un giocare bensì lo lascia fare (vedi Dybala che da quando è arrivato è lo stesso giocatore, 0 crescita; vedremo ora con Chiesa…). 

 

La storia del puntare sui giovani alla Juventus è solo una puttanata da vendere ai tifosi. La realtà è che per qualche anno avremo i rubinetti chiusi.

 

Fra 2 anni quando le cose si saranno assestate (oltre a vendere qualche altro pezzo da 90 tipo l’olandese…) allora ricomincerà la solita gestione “Made in Fiat” che abbiamo visto fino allo strappo alla regola Ronaldo. 
 

 

Seriamente, ma perché scrivere commenti così lunghi quando alla fine vuoi solo trollare? 

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, localpero ha scritto:

come stravolgere i fatti.

persino Pereyra sembrava un fenomeno, fu titolare a 24 anni e ci portò avanti pure in CL.

rido. non vi passerà più.

Ridi, giusto quello puoi fare 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pogba a 19 anni era titolare nella juve, dybala arrivò giovanissimo lo stesso Kean a 19 anni coman bentancur,morata e vorrei ricordare che in  quella juve c'erano campioni affermati, oggi sarà più facile lanciare i giovani visto che ne abbiamo tanti tra i 20 e i 23,de light bentancur locatelli mckennie chiesa kulu kean più I vari under 23... Lasciamo lavorare max evitiamo di cbiare il terzo allenatore in tre anni non siamo l'Inter 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 17/9/2021 Alle 01:37, jolly88 ha scritto:

Poi mi dici, quante big e allenatori, hanno le palle di far esordire un ragazzo di 17 anni dalla primavera in serie a e champions, ok?

Veramente sei tu a dover andare a vedere, perché se pensi che Allegri sia l'unico (dieci minuti dalla fine della quinta giornata di un girone) oltre che fuori logica è da idolatria nord coreana. A me basta questo per dirti "no". E comunque un esordio è da gara infantile, conta quanto li fai giocare con regolarità. Io per giovani i sedicenni neanche li considero, tranne i fenomeni (Moise lo era da meritare l'esordio? Bene, allora già per questo doveva giocare con più continuità, non a sedicianni ma a diciotto quando era più - per la logica allegriana che segue l'età - maturo). Vediamo adesso che si riparte da un reset generale ed è tutto più incerto quanto farà giocare Kaio (che non penso sia chissà che, neanche l'avrei preso e non perché 'troppo' giovane). Fagioli è un altro, sponsorizzato proprio da Allegri e sinceramente per quanto visto aveva delle carte da scoprire, adesso mandato chissà dove e penso non lo rivedremo mai, così come il Caviglia (esordio con Allegri e ora perso in provincia: ah, la provincia, quella dove si devono fare le ossa, tipo giovani soldati corrieri mandati nelle terre di nessuno con una pacca sulla spalla, tanto tornano più forti...).

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Cipio ha scritto:

Veramente sei tu a dover andare a vedere, perché se pensi che Allegri sia l'unico (dieci minuti dalla fine della quinta giornata di un girone) oltre che fuori logica è da idolatria nord coreana. A me basta questo per dirti "no". E comunque un esordio è da gara infantile, conta quanto li fai giocare con regolarità. Io per giovani i sedicenni neanche li considero, tranne i fenomeni (Moise lo era da meritare l'esordio? Bene, allora già per questo doveva giocare con più continuità, non a sedicianni ma a diciotto quando era più - per la logica allegriana che segue l'età - maturo). Vediamo adesso che si riparte da un reset generale ed è tutto più incerto quanto farà giocare Kaio (che non penso sia chissà che, neanche l'avrei preso e non perché 'troppo' giovane). Fagioli è un altro, sponsorizzato proprio da Allegri e sinceramente per quanto visto aveva delle carte da scoprire, adesso mandato chissà dove e penso non lo rivedremo mai, così come il Caviglia (esordio con Allegri e ora perso in provincia: ah, la provincia, quella dove si devono fare le ossa, tipo giovani soldati corrieri mandati nelle terre di nessuno con una pacca sulla spalla, tanto tornano più forti...).

La logica coreana, vedo che la conosci bene, continui a portare avanti la tua battaglia, nonostante ampliamente smentito. 

 

"su kean bisogna argomentare" 

 

Io l ho fatto, tu con i tuoi post hai solo avallato i fatti accaduti che ti avevo già ampiamente descritto. 

"a me basta a dirti no"  è frutto della tua fantasia, i fatti dicono altro. 

 

Vediamo, se riesci ad argomentare, con qualcosa di concreto, aspetto. 

 

Giusto per la cronaca, a 18  anni 661 minuti in prima squadra, lo stesso anno lo si è venduto a 30. 

 

Morata a 21 anni, dopo 3 mesi lo ha messo titolare al posto di llorente, dopo 2 anni con Allegri ha triplicato il valore, peccato non fosse nostro. 

 

I giovani che hanno valore e qualità, giocano.

Il vostro ragionamento è far giocare i giovani a prescindere, in quanto giovani.

Se non vengano messi in campo e l allenatore, che non sa valorizzarli. 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, jolly88 ha scritto:

Giusto per la cronaca, a 18  anni 661 minuti in prima squadra, lo stesso anno lo si è venduto a 30. 

E continui. L'hai detta tre volte sta cosa e dal mio primo post che la spiego. Ripetere le cose non ti da punti in più.

 

La Juve del primo Morata era una squadra/big in crescita, quello c'era e quello era stato preso come titolare, così come Dybala che non era l'ultimo arrivato (già detto anche questo). 

 

Oggi invece prima dei 23 anni devono farsi le ossa e altre parole a vuoto. 

 

È inutile che vi arrampicate sugli specchi facendo di Allegri un manager talent scout da Borussia Dortmund o Ajax, la loro deontologia, partendo da loro - che sono casi anche estremi che non hanno nulla da perdere e fanno dei giovani il loro punto di forza - finendo nelle più grandi, è ben distinta da quella della Juve e di Allegri, di cui lui è ottimo rappresentante. Capisco che per logica di partito dovete farne tutt'altro, ma la realtà è un'altra. E lo dice anche lui.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi è venuta una considerazione, secondo me il gioco "fluido"(pur con concetti diversi) di Sarri e Pirlo in questi 2 anni ha un po' mascherato i problemi dei singoli,con un gioco basato più sull'individualità come quello di Allegri sarà più facile giudicare i giocatori e comprendere i loro errori e le loro mancanze e di conseguenza correggerli. Per questo credo che Allegri sia più adatto di altri in una stagione, diciamo così ,di transizione,che non vuol dire che non ci porterà vittorie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alla Juve difficilmente "lanci" un giovane, semmai lo aiuti a crescere.. Negli ultimi 10 anni i giovani lanciati che ricordo sono Pogba, Coman e se si può definire giovane Bonucci con Conte.. 

Il problema è che i giovani negli anni li abbiamo comprati ma avverto quasi il timore di lasciar andare i senatori. Rugani, Kean, Coman, Lemina, Bentancur, Demiral, Romero, Caldara, Perin, De Ligt. 

A questi abbiamo sempre preferito vari Khedira, Matuidi, BBC, Benatia, Ramsey. 

Se il prossimo anno dovessimo vendere De Ligt la sua permanenza in bianconero sarà stata inutile. Serve un gruppo unito e omogeneo che trovi il modo di stare in campo, perché adesso è dal 4 2 3 1 di Allegri che non abbiamo un 11 definito, e comincio a essere stufo 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allegri o non Allegri se vuoi far giocare dei giovani devi essere pronto a prendere schiaffi con degli alti e bassi.

E l'ambiente Juve questo non lo consente.

 

Se devo andare indietro nella memoria l'unico vero esperimento del genere fu con l'arrivo di Picchi sulla nostra panchina ed una politica che vide puntare su Bettega, Causio, Furino, Anastasi, Cuccureddu, Capello, Spinosi. Fu poi solo con Vycpaleck che cominciammo ad avere i primi frutti di tale scelta.

 

Di là partì la Juventus che poi raccolse succesivamente per strada i giovani Scirea, Cabrini, Tardelli, che vince scudetti ad intermittenza ma con continuità, che diede lo scheletro alle nazionali del 1978 e 1982, che conquistò Coppa Uefa, Coppa Coppe e Coppa Campioni prima squadra in Europa.

 

Oggi è possibile? Con i tifosi tronfi, viziati e presuntuosi di oggi che vomitano mal di pancia sui social e pontificano sulla loro ignoranza?

Non so se sia possibile ma sicuramente è molto difficile. 

 

Comunque, tornando a parlare di allenatori, quello bravo per una mission del genere è quello capace di esaltare i calciatori tirando fuori da loro il meglio.

Allegri, da questo punto di vista, ha fatto sicuramente bene tirando fuori il meglio da calciatori non giovanissimi (Mandzukic su tutti). Insomma sa leggerne le capacità ed esaltarle. Con i giovani ha accompagnato Dybala alla crescita e Morata vive di un credito acquisito quando era giovane grazie alla Juventus del 2014/16. Ma anche Sarri aveva esaltato Bentancur autore, fino a prima della pandemia, di una stagione eccellente. O anche Pirlo che ha fatto fare a Chiesa un salto di qualità rispetto alla Fiorentina. Allegri oggi ha da confrontarsi con Kulusevsky, Kean, Locatelli, De Ligt, McKennie e fargli fare il salto di qualità. Non cito Kaio Jorge che è ancora un mistero, ma se Allegri riesce con quelli e nel recupero del miglior Dybala possiamo toglierci soddisfazioni ed avere una base per il futuro. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 hours ago, Cipio said:

Veramente sei tu a dover andare a vedere, perché se pensi che Allegri sia l'unico (dieci minuti dalla fine della quinta giornata di un girone) oltre che fuori logica è da idolatria nord coreana. A me basta questo per dirti "no". E comunque un esordio è da gara infantile, conta quanto li fai giocare con regolarità. Io per giovani i sedicenni neanche li considero, tranne i fenomeni (Moise lo era da meritare l'esordio? Bene, allora già per questo doveva giocare con più continuità, non a sedicianni ma a diciotto quando era più - per la logica allegriana che segue l'età - maturo). Vediamo adesso che si riparte da un reset generale ed è tutto più incerto quanto farà giocare Kaio (che non penso sia chissà che, neanche l'avrei preso e non perché 'troppo' giovane). Fagioli è un altro, sponsorizzato proprio da Allegri e sinceramente per quanto visto aveva delle carte da scoprire, adesso mandato chissà dove e penso non lo rivedremo mai, così come il Caviglia (esordio con Allegri e ora perso in provincia: ah, la provincia, quella dove si devono fare le ossa, tipo giovani soldati corrieri mandati nelle terre di nessuno con una pacca sulla spalla, tanto tornano più forti...).

Nicolussi Caviglia si è rotto li crociato l'anno scorso mentre era in prestito a Parma. Adesso è in organico ed alle prese con un menisco. Probabilmente tornerà per fine anno.

 

Sul resto del discorso più o meno concordo e conta il far crescere un calciatore puntandoci su. Per dire, Pirlo lo aveva fatto l'anno scorso con Frabotta tranne congelarlo dopo lo 0-2 di San Siro che segnò na sorta di passaggio di consegne all'Inter. Non dico che fosse giusto continuare a puntarci ma quella è la strada e costa, ahimè, anche prestazioni non eccelse.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 18/9/2021 Alle 00:18, cgs ha scritto:

Pogba a 19 anni era titolare nella juve, dybala arrivò giovanissimo lo stesso Kean a 19 anni coman bentancur,morata e vorrei ricordare che in  quella juve c'erano campioni affermati, oggi sarà più facile lanciare i giovani visto che ne abbiamo tanti tra i 20 e i 23,de light bentancur locatelli mckennie chiesa kulu kean più I vari under 23... Lasciamo lavorare max evitiamo di cbiare il terzo allenatore in tre anni non siamo l'Inter 

Allora era piu' facile inserire un giovane in una squadra che era di suo decisamente migliore delle altre, il rischio era molto basso

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Aemon96 ha scritto:

Se il prossimo anno dovessimo vendere De Ligt la sua permanenza in bianconero sarà stata inutile. Serve un gruppo unito e omogeneo che trovi il modo di stare in campo, perché adesso è dal 4 2 3 1 di Allegri che non abbiamo un 11 definito, e comincio a essere stufo 

De Ligt la sua annata migliore da noi l'ha fatta con Sarri (tolto i primi mesi d'ambientamento), giocando con la difesa alta; se con Allegri si torna a difendere bassi, diventa un difensore normale : se possibile monetizzare

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il progetto giovani non esiste, si tratta di puro ridimensionamento 

 

Tant'è vero che De Ligt e Chiesa sono due riserve per Allegri 

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.