Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

DarkKnight

L'inizio della fine

L'inizio della fine  

  1. 1. La nostra Juve è in declino da un pezzo, ma ancora oggi non si riesce a determinare quale è stata quella partita "spartiacque". A voi il dibattito

    • Juve - Real Madrid 1-4 2017
      328
    • Real Madrid - Juventus 1-3 2018
      56
    • Juventus - Lione 2-1 2020
      88
    • Juventus - Porto 3-2 2021
      15
    • Juventus - Villareal 0-3 2022
      50
    • Altro (specificare)
      125


Recommended Posts

La Juve post Cardiff aveva giá dei problemi ma il vero spartiacque è stato il girone di ritorno dell'anno di Sarri. Fino a quel momento magari si giocava male (anche con Sarri) ma macinavamo punti 

 

Dopo un girone d'andata di alto livello, nel ritorno facemmo letteralmente pena regalando punti a cani e porci. La spogliatoio era spaccato e contro l'allenatore si diceva, ma sta di fatto che da quel momento la squadra ogni anno è peggiorata sempre di più. Ogni tentativo della dirigenza di invertire la tendenza ha portato a danni ulteriori e la discesa continua ancora oggi. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cardiff. Bisognava avere la lungimiranza ed il coraggio di chiudere un ciclo. Si è pteferito trascinarsi, ed è stato un lento declino. Con pochi spicci potevano ricreare un ciclo, ora ci vuole la banca d'America. 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Shinji Ikari ha scritto:

Non è una partita ad aver decretato la nostra fine ma la salita in cattedra di Andrea Agnelli. 

 

Da quando ha accentrato tutti i poteri su di sé siamo letteralmente implosi. 

Sono d'accordo: il primo Andrea che ci difendeva dagli sfondoni di Farsopoli e inaugurava lo Stadium, aveva riacceso il sacro fuoco dopo gli anni bui della gestione Cobollo-Blanc-Secco e ridato voce all'orgoglio di essere e sentirsi juventini. Il vincere "troppo" e per troppo tempo lo ha probabilmente portato a sentirsi infallibile, aspetto che emerge anche nelle apparizioni pubbliche dove, personalmente, avverto una notevole arroganza modello Marchese del Grillo (io so' io e voi non siete un [email protected]!).

Un conto è essere antipatici e vincenti, un altro tracotanti e perculati...

Sarebbe necessario ridiscendere, forse, sul pianeta Terra, al posto di comportarsi da novello Caligola con scelte assurde tipo l'esonero di un allenatore che aveva appena vinto lo scudetto, la promozione di Pirlo quando non aveva allenato manco la squadra della parrocchia e in ultimo il richiamo di Allegri con un contratto da tso immediato per cifre e durata. Senza contare la tendenza a circondarsi di amichetti e di yes men anziché figure dalla professionalità conclamata...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Uno iscritto da poche settimane ed apre ho topic l'inizio della fine 

Mah 

Io credo che qualcuno spera che sia la fine ma state tutti sereni che è solo la fine del primo tempo . Ci sarà un secondo e gli altri torneranno a vederci le chiappe dal basso

Share this post


Link to post
Share on other sites

allora:

 

la juve intesa come prestazioni della squadra è in declino esattamete dal giorno in cui è arrivato allegri alla juve al posto si conte.

poi il declino della società è iniziato quando andrea angelli ha voluto prendere in mano in prima persona le redini della società entrando nel merito delle secisioni sportive, iniziando con il licenziamento di marotta, il resto è storia.

per quanto riguarda il declino delle prestazioni, ribadisco che è iniziato con l’era allegri, io l’ho seguita attentamente la juve in quegli anni, come sempre, ed era più che evidente che la strada intrapresa era quella del progressivo impoverimento del gioco.

ricordiamoci la juve contiana, che dominava in italia ovunque, a tal punto che a torino non ci provavano neanche più ad attaccarci, eravamo perennemente nella metà campo avversaria.

io ricordo perfettamente i primi concetti espressi dall’allora neo allenatore della juve, massimiliabo allegri:

una rinfrescata:

 

”bisogna che i ragazzi imparino a gestire i momenti delle partite”

 

”non possiamo correre a mille tutte le partite per tutti i 90 minuti”

 

cominciava l’opera di demolizione che ci ha portato alla situazione attuale

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, bonve ha scritto:

allora:

 

la juve intesa come prestazioni della squadra è in declino esattamete dal giorno in cui è arrivato allegri alla juve al posto si conte.

poi il declino della società è iniziato quando andrea angelli ha voluto prendere in mano in prima persona le redini della società entrando nel merito delle secisioni sportive, iniziando con il licenziamento di marotta, il resto è storia.

per quanto riguarda il declino delle prestazioni, ribadisco che è iniziato con l’era allegri, io l’ho seguita attentamente la juve in quegli anni, come sempre, ed era più che evidente che la strada intrapresa era quella del progressivo impoverimento del gioco.

ricordiamoci la juve contiana, che dominava in italia ovunque, a tal punto che a torino non ci provavano neanche più ad attaccarci, eravamo perennemente nella metà campo avversaria.

io ricordo perfettamente i primi concetti espressi dall’allora neo allenatore della juve, massimiliabo allegri:

una rinfrescata:

 

”bisogna che i ragazzi imparino a gestire i momenti delle partite”

 

”non possiamo correre a mille tutte le partite per tutti i 90 minuti”

 

cominciava l’opera di demolizione che ci ha portato alla situazione attuale

Ricostruzione fantasiosa e non vera.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, AleBianconeroo ha scritto:

l'inizio della fine è cominciato chiaramente dall'addio di Marotta, è stato lui il responsabile dei 9 scudetti consecutivi e delle due finali di champions league in tre anni. Purtroppo dirigenti di questo livello non si trovano in giro e quindi il ridimensionamento è inevitabile. Buon per gli interisti, che devo dire, adesso se lo godono loro.

A posteriori purtroppo è vero, l'addio di Marotta è stato l'inizio della fine

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'estate dopo Cardiff, la Juventus ha speso 90 cucuzze per Douglas Costa e Bernardeschi 

 

In quello stesso periodo, Salah si muoveva da Roma a Liverpool per 40 

 

 

Cardiff è stato l'inizio della fine della Juventus 

 

Abbiam campato di rendita ancora un po', Ronaldo ha dato un po' di sussulto, ma poi è crollato tutto 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me non è una partita ma l'acquisto di Ronaldo.  

Cr7 è un grande campione,  non lo metto in dubbio,  ha segnato tanti gol nella nostra Juve, ma secondo me ha inciso negativamente nello spirito di gruppo. È come se avesse creato uno scollamento di squadra.

Quello che voglio dire è che higuain era un campione al servizio della squadra,  Ronaldo era un fenomeno in sé,  ma che con l'ambiente Juventus non c'entrava niente. 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

1-4, andava esonerata la squadra in blocco con la presidenza e per ultimo l' allenatore che si doveva chiudere la porta alle spalle. Il gol di Mandzukic è stato il canto del cigno di un gruppo morto e sepolto.

8 minuti fa, stefanobet77 ha scritto:

Sinceramente non capisco quelli che votano la finale di Cardiff.

Dopo quella finale abbiamo vinto 3 scudetti...se quello è la fine di un ciclo...

Per questo ragionamento ora siamo fottuti e destinati per sempre alla mediocrità totale.

  • Mi Piace 1
  • Confuso 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dell'affare Ronaldo e la conseguente divisione del duo Marotta/Paratici. 

Da lì in avanti la nostra dirigenza non ci ha capito più nulla. 

I cicli finiscono,  ma bisogna lavorare per ricominciare nel più breve tempo possibile. 

Sono almeno 3 anni che non stiamo facendo questo. Allegri poi, è l'allenatore meno adatto per lavorare coi giovani e ricominciare a costruire 

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'addio di Marotta, la sua mancata sostituzione e l'accentramento decisionale di Agnelli.

 

Avevamo già una delle rose più vecchie d'Europa e invece d'iniziare un naturale processo di rinnovamento, abbiamo deciso di fare un all in spaventoso da 300 milioni circa (tra cartellino e ingaggi lordi) in 3 anni su un campione che però aveva già 33 o 34 anni.

Ci siamo ritrovati ben presto senza soldi e con moltissimi giocatori a fine carriera e un bilancio in dissesto che ci ha costretto a fare mercati unicamente con l'obiettivo della plusvalenza.

Abbiamo quindi sacrificato tutti i nostri (pochi) giovani talenti come Cancelo e Spinazzola.

Trascinandoci poi a fatica fino alla situazione attuale.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, U2_AB ha scritto:

Ti diro' -- in maniera un po' provocatoria -- Il ciclo e' finito?  Al potere ci sono sempre gli stessi. Gli acquisti continuiamo  farli.

I 'vecchi' hanno lasciato gradualmente, non tutti insieme.

La squadra sulla carta e' sempre rimasta forte. Dopo Ronaldo, Chiesa, Vlahovic, Di Maria, Pogba, adesso Paredes

Se poi va tutto storto con infortuni (dovuti anche a preparazione sommaria per fare incassi negli USA)

Se poi alla sfortuna si aggiungono arbitraggi che sistematicamente invertono i risultati del campo,

okay , si affonda, ma qui non siamo al Milan post-Berlusconi o all'Inter di Thohir. 

Sì, concordo.

 

Però è anche vero che dopo 10 anni di abbuffate la fame (società, giocatori, ecc) non è più quella...e la fame fa una gran differenza

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo i primi 5 anni di allegri serviva un profondo restiling della rosa prima ancora di un cambio di guida tecnica...invece si sono cambiati gli allenatori e si è cambiato poco e male la squadra...anche se mi pare indubbio che max sia in confusione e non stia lavorando bene (e lo dice un allegriano) penso che il solo cambio della guida tecnica non sia sufficente a renderci una squadra vincente...magari giocheremmo un po meglio, con un idea di gioco diversa, ma non penso saremmo comunque vincenti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me l'arrivo di cr7 è stato uno spartiacque in negativo, ma non per lui in sé, indiscutibile dal punto di vista tecnico, ma per tutta la giostra intorno a lui, dalla società che si è montata un po' troppo la testa pensando di aver raggiunto il top, passando per i 3 allenatori che hanno sentito il macigno di avere un giocatore del genere in squadra, per finire ai giocatori che piano piano hanno perso quel dna operaio che la juve ha sempre avuto nella sua storia, con i tifosi che si erano veramente illusi che la Champions sarebbe arrivata a breve, perciò ci si è trascinati forzatamente per un triennio (comunque vincente in italia) fino ad arrivare al ritorno di allegri, che fin ad ora si è rivelato una scelta fallimentare, con un ambiente ora avvelenato con società ed allenatore, e i giocatori avvertono questa situazione e fanno il caxxo che vogliono in campo e anche fuori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Tudor ha scritto:

Invece?

E invece è durato 10 anni appunto (evento più unico che raro)

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si rimpiange il mediocre Marotta perché non è mai stato sostituito da un vero DG,cosa che non era Paratici e che probabilmente non è Arrivabene(....bravo ma con 0 esperienza nel mondo del pallone).....Bastava un Carnevali,un Sartori,un Giuntoli....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.